impiegate
  • Patrizia

    30/10/2020 - 14:53

    Caro ivano, mi spiace averti fatto aspettare , ma ti assicuro che tra decreti , circolari , decreti attuativi non è semplice essere pronti con le risposte. Le vostre domande alle volte non sono semplici e ci sollecitano a molti approfondimenti tra noi con il enti bilaterali con il nazionale Filcams . La misura dell'art. 3 è stata rifinanziata nell'ultimo decreto , grazie a te la commenteremo meglio. Stiamo preparando l'articolo per il blog ciao , grazie a te e buona fortuna patrizia cgil

  • Ivano

    30/10/2020 - 9:03

    Ciao Patrizi, grazie mille per le informazioni fornite, veramente un farlo nel buio di questa situazione. GRAZIE ancora.

  • Patrizia

    29/10/2020 - 10:19

    bis per Ivano, scusami mi hanno integrato l'informazione…. il motivo del ritardo è proprio l'europa perché è una misura particolare che ha bisogno di un parere preventivo dall'Europa. Questa è la risposta completa. Scusami ma non è semplice orientarsi in misure alle volte complesse. Quindi aspettiamo.. patrizia cgil

  • Patrizia

    29/10/2020 - 10:15

    Caro ivano, abbiamo finalmente capito qual è il problema. Manca una circolare applicativa inps, l'europa non centra nulla. Appena esce scriviamo qui sul blog. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    28/10/2020 - 20:47

    non so darti una risposta. Quello che posso dire è che saremo al vostro fianco per difendere il nostro e il vostro lavoro. Di sicuro gli studi subiranno una trasformazione , il nostro profilo professionale cambierà e per questo avremo bisogno di tantissima formazione. Magari la crisi spingerà all'aggregazione, rendendo il lavoro più stabile più sicuro e meglio pagato . Speriamo di andare in questa direzione ! il sindacato ci sarà. patrizia cgil

  • Patrizia

    27/10/2020 - 19:33

    Ciao ivano, ho fatto delle verifiche e francamente non ho trovato problemi. Ho chiesto ulteriori riscontri al Nazionale per essere sicura della risposta . Sono giorni molto difficili , appena ho la risposta sicura scrivo qui sul blog ciao patrizia cgil

  • ivano

    27/10/2020 - 8:36

    Ciao Patrizia, sei riuscita a reperire qualche informazione in merito alla nostra conversazione del 16/10/2020. Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità. Ivano

  • Patrizia

    21/10/2020 - 21:34

    ciao stefania, benvenuta , sarebbe meglio che tu cercassi la pagina giusta . il blog per essere efficiente ha bisogno di ordine , comunque come segno di benvenuto ti rispondo senz'altro: il 4 livello prevede un tabellare di 1.413,11 lordi riproporzionati alla tua percentuale di part time cioè 37,50% corrisponde a 529,92 sempre lordi , se hai solo questo reddito sarai nella no tax area quindi non pagherai tasse , però ogni posizione fiscale è a se e quindi il netto non è possibile calcolarlo. Attenzione al contratto part time sulle clausole flessibili ed elastiche non accettarle se non vuoi , chiedi un orario rigido, puoi farlo. Se farai straordinario dovrà essere pagato come supplementare al 40%. Te lo dico perché questi furbacchioni assumono con un part time al minimo e poi lo usano per coprire tutte la giornata cambiando orari .. e lo straordinario lo fanno recuperare. Conosco i miei polli, attenzione patrizia cgil

  • Patrizia

    21/10/2020 - 21:25

    cara michela, mi verrebbe una parolaccia .. fa conto che l'abbia detta. E' truffa ai danni dell'inps. e di tutti noi ! Assolutamente no ! è una trovata geniale che gira … amen patrizia cgil

  • Stefania

    21/10/2020 - 9:40

    Buongiorno Patrizia, chiedo scusa se scrivo in questa sezione sono "nuova"... Le vorrei gentilmente chiedere qual è la retribuzione prevista applicando un Ccnl per studi professionali nello specifico studio medico di pediatria come segretaria 4 livello part time di 15 ore (retribuzione full time di circa € 1413 lordi). In attesa di un riscontro, cordiali saluti

  • Michela Toniolo

    20/10/2020 - 20:26

    Ciao Patrizia, ho l'ennesima trovata del mio datore di lavoro. Visto che non mi può licenziare causa covid fino al 31/12. Mi ha detto che, devo fare 3 assenze ingiustificate così poi lui mi manda la raccomandata e mi licenzia per giusta causa. Così poi ho diritto all'Anspi? Ma no. È una cosa assurda. E a me viene fuori da qualche parte che sono stata licenziata per giusta causa.? Cosa devo fare?

  • Patrizia

    16/10/2020 - 21:00

    cara Simona, dipende dal contratto che ti viene applicato e se il tuo è un poliambulatorio. Se ti viene applicato il contratto degli studi professionali purtroppo no. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    16/10/2020 - 20:58

    Caro Ivano, non abbiamo notizie di problemi per gli sgravi . Mi informo subito . Non capisco cosa centri l'Europa è una misura italiana. Fai attenzione Ivano alle volte i consulenti danno queste risposte per prendere tempo . Patrizia cgil

  • IVANO

    16/10/2020 - 9:06

    Buongiorno, a fine Agosto sono rientrato al lavoro dopo mesi di cassa integrazione a ore 0, il mio titolare ha optato per la rinuncia di richiedere altra cassa integrazione, pensando di poter utilizzare gli sgravi contributivi per 4 mesi (SETTEMBRE -OTTOBRE -NOVEMBRE -DICEMBRE), ma sia il mese scorso che oggi sono arrivati gli F24 da saldare e dall'associazione che ci segue le paghe non abbiamo risposte se non che non ci sono le approvazioni Europee e che non sanno ancora come gestire questa cosa ( Prevista nel decreto Agosto oggi legge). Avete informazioni o situazioni analoghe o differenti nei vostri uffici. GRAZIE MILLE

  • Simona

    15/10/2020 - 21:25

    Buongiorno a tutti è la prima volta che scrivo e spero di non sbagliare. Sono una infermiera che lavora presso uno studio medico associato. Chiedo gentilmente se qualcuno sa se abbiamo diritto all'aumento previsto per il personale sanitario di sanità privata discusso ed approvato in questi giorni. Sapete rispondermi o aiutarmi?

  • Patrizia

    07/10/2020 - 21:15

    cara Cristina, posso anche dirti di affrontarlo educatamente .. ma mi pare che non serva molto. Ti consiglio di contattare la filcams cgil della tua città e chiedere di essere tutelata ,non puoi fare altro , non riceverai risposte ma solo pretese , conosco la materia … auguri , tienici informate ! patrizia cgil

  • Cristina

    06/10/2020 - 22:01

    Buonasera Patrizia, torno purtroppo in argomento. Il nostro datore di lavoro (avvocato) a seguito di uno scontro verbale telefonico con la mia collega (lui ha aggredito alterato la mia collega e rimasta calma) ha fatto un passo indietro sulla proroga cassa integrazione. Lei aveva chiesto per messaggio se poteva fornirle io numero di protocollo INPS per potersi informare sulle somme dovute e lui senza ne buongiorno ne buonasera le ha risposto intimandole "cassa integrazione fino a dicembre". Lei lo ha chiamato educatamente e lui l ha inveita alternandosi. Dopo un giorno ci comunica a mo di elemosina una apertura ad un 80% di Cig anziché 100.. Ossia 8 ore di lavoro settimanali. Ovviamente abbiamo dovuto accettare e tornando a studio, appurato lo studio invaso da lavoro, abbiamo trovato un clima freddo e ostile anche da parte degli avvocati che lo circondano e incitano.. Tipo complotto! Io sto letteralmente esaurendo dall'incertezza e stress psicologico. Io nostro lavoro é stato totalmente affidato ad un praticante che copre due mansioni per 12 al giorno per 1000 euro (in luogo delle 500 prima del covid). Oltre al fatto che non vediamo una lira da giugno e lui se ne frega. Cosa possiamo fare? Mi consigli di affrontarlo educatamente? Lui secondo me non è in regola con la richiesta Cig... Perche se il primo semestre 2020 doveva essere inferiore a quello del 2019 per accedervi.. é cosa certa che lui non poteva averla perché ha avuto un incremento del 22%. Non so più che fare. Io penso che ci stia spingendo alle dimissioni! Grazie e buona serata

  • Samantha

    04/10/2020 - 11:26

    Buongiorno, Sono felice per Angela, ma purtroppo non tutti i datori di lavoro reagiscono così alle richieste. Ho fatto la stessa identica richiesta (80€ netti) dopo che una collega si è licenziata e mi sono sentita rispondere che data la situazione li stavo ricattando. Questa è stata la considerazione.

  • Patrizia

    28/09/2020 - 19:54

    PER ANNA: per una qualche ragione si sono chiusi i commenti alla pagina dove hai postato , ora vediamo di risolvere. Ti rispondo da questa pagina. Spero tu abbia letto per intero la mia frase.. "visto che non alziamo un dito per chiedere il rinnovo del ns. contratto .. non ci resta che aspettare " , è una constatazione della nostra immobilità , non certo un invito ad aspettare, mi guarderei bene! basta guardare cosa stanno facendo i lavoratori della sanità privata i riders , noi nulla , nessuno sa che esistiamo Quindi .. non aspettare puoi fare molto anche tu come abbiamo fatto noi . patrizia cgil

  • Patrizia

    24/09/2020 - 20:55

    bis: spero tu sia iscritta a cadiprof ed ebipro , il pacchetto famiglia da una grande mano patrizia cgil

  • Patrizia

    24/09/2020 - 20:53

    Cara alessandra, molte pagine le abbiamo chiuse ai commenti per non fare confusione con le tante pagine aperte sul covid con il rischio di disperdere i commenti, però, visto le domande , potevi usare la pagina sul contratto scaduto. Ti rispondo: il contratto nazionale è fermo, d'altra parte i lavoratori degli altri settori si stanno muovendo noi no, quindi dobbiamo aspettare che confprofessioni si decida. Se facessimo qualche iniziativa sindacale probabilmente si muoverebbe qualcosa. Ma come dico sempre : dipende da noi e quindi anche da te. La maturazione dei rol in maternità è già in piattaforma. Malattia del bimbo è già normata : art. 96 del contratto nazionale (lo trovi qui sul blog tra i documenti ) non è retribuita però ha copertura contributiva. Il contratto recepisce la legge sulla maternità , avere un miglioramento di questo tipo è un po dura, Però c'è il congedo parentale a ore che si può usare in questi casi. Per la malattia della madre dipende : devi interrompere il congedo parentale frazionandolo, comunicandolo all'inps , è solo di sua competenza. Il congedo parentale è diventato molto flessibile ed è normato all'articolo 97 del contratto nazionale. L'invalidità: hai fatto la visita per l'invalidità e nella relazione ci saranno scritte le mansioni a cui puoi essere adibita , devi attenerti a quelle e alla legge 104 . Il nostro contratto norma tutta la materia all'articolo 39 e all'art. 87. A seconda delle situazioni puoi usufruire di permessi o altro, ogni situazione deve essere valutata individualmente , sarebbe meglio ti facessi seguire da un patronato sindacale. Noi possiamo darti solo indicazioni generali . ciao e auguri patrizia cgil

  • Alessandra

    24/09/2020 - 12:51

    Buongiorno, non riesco a trovare la sezione giusta per commentare...vedo scritto commenti chiusi. Provo a fare delle domande qui: - ci sono novità sul rinnovo del contratto? Secondo me in fase di rinnovo bisognerebbe chiedere se durante la maternità obbligatoria maturano ferie, Rol e ex festività (a me sono maturate solo le ferie); Sarebbe bello anche ottenere dei giorni di malattia pagati quando si hanno i bambini malati. Avrei anche bisogno di sapere se la malattia della mamma sospende la maternità facoltativa. In ultimo volevo sapere se avendo un'invalidita del 70% ho delle agevolazioni al lavoro. Grazie

  • Patrizia

    23/09/2020 - 19:54

    Cara mari, non importa ma è meglio se cerchi la sezione giusta altrimenti si fa confusione . Ti rispondo . Non mi dici il livello di inquadramento , ti do tutti e 3 possibili inquadramenti controlla tu;: terzo livello 1511,37 parametrato al part time 45% 689,11 lordi quarto super 1465,62 " 659,52 Quarto 1413,11 " 635,89 Non so come sei inquadrata e nemmeno il contratto che hai(normale , apprendistato o altro ) e probabile che tu sia nello to tax area, quindi il netto è impossibile da calcolare e in ogni caso non lo facciamo perché ogni posizione è personale . Attenzione con 18 ore maturi 6 mesi di contributi inps (26 settimane anziché 52), ciao e auguri patrizia cgil

  • Mari

    23/09/2020 - 12:20

    Buongiorno . Scusatemi se scrivo in questa sezione . Lavoro in uno studio medico con contratto 18 ore settimanali, busta paga mensilizzata pari a 600€. Vorrei chiedervi: come stipendio va bene o siamo al limite ?

  • Patrizia

    21/09/2020 - 20:13

    Cara Giada, capisco, le dimissioni concordate non sono facili proprio perché c'è la questione della naspi. Con il licenziamento la naspi è automatica , mettiamola così avrai una naspi più lunga e per il momento comunque hai la cassa integrazione. Può essere che il lavoro riprenda o che ci siano altri provvedimenti di sostegno al reddito , io aspetterei gli eventi , ogni decisione al momento giusto. Ti faccio tantissimi auguri , immagino il tuo stato d'animo. patrizia cgil

  • Giada

    21/09/2020 - 13:34

    Grazie Patrizia...intendevo le ultime che hai detto.. cioè le dimissioni volontarie con accordo sindacale. In realtà sicuramente sino a fine anno sarò in cassa integrazione e poi licenziata( una volta finiti gli ammortizzatori). Chiedevo questa cosa delle dimissioni perché così forse sarei riuscita a prendere da subito una paga un po' più alta di quella della CIGD ... Oppure aspetto il susseguirsi delle cose e basta

  • Patrizia

    19/09/2020 - 20:16

    cara Giada, l'articolo 14 del decreto di agosto norma i licenziamenti, puoi linkare nell'articolo il decreto intero e leggerlo. Provo a capire...non so dove hai trovato questa notizia ma se leggi il testo vedi che l'accordo sindacale si riferisce ai licenziamenti collettivi intervenuti con i fallimenti . Non è il nostro caso , noi parliamo invece di llicenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo che il decreto vieta fino a che ci sono gli ammortizzatori sociali. Altra cosa molto più delicata sono le dimissioni volontarie/ o indotte. Ci sono molti casi di dimissioni , che sono sempre possibili ( indotte o meno) ma queste non danno accesso alla NASPI. Invece le dimissioni volontarie in accordo con il datore di lavoro possono dare accesso alla Naspi ma per questo ci vuole l'accordo sindacale scritto firmato e depositato in DPL. Il controllo lo hai visto, che c'è la tutela sindacale. Attenzione che non può essere licenziamento simulato .. Altra fattispecie di dimissioni con Naspi è la maternità. Questo è sempre stato anche prima del covid. Butto la .. tu hai letto un "consiglio" di un consulente del lavoro su come riuscire a licenziare senza perdere la naspi. I consulenti consigliano sempre la scappatoia e questa è... Se sei in questa situazione e il tuo datore di lavoro ti ha prospettato questa soluzione , va subito in Filcams cgil per essere tutelata , non fare da sola l'Inps potrebbe rifiutarti la naspi .. direi anche no.. patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2020 - 19:52

    Cara Michela, faccio presto a risponderti: non sognarti nemmeno di dare le dimissioni /licenziamento . Avevo appena finito di dire che ne abbiamo sentite tante .. al di là di ogni più fervida fantasia , beh quella che descrivi tu è ben stravagante. Non farlo assolutamente, va in filcams cgil della tua città e fatti assistere in questa trattativa , non si affrontano queste cose da sole ! auguri e facci sapere patrizia cgil

  • Giada

    18/09/2020 - 20:30

    Buongiorno ho letto che con il decreto agosto si può percepire la naspi volontaria per le dimissioni tramite accordo sindacale.. è vero? Come si può sapere che la procedura vado a buon fine senza ritrovarsi a non avere nulla?

  • Patrizia

    18/09/2020 - 14:50

    cara Cristina , in questa tremenda emergenza professionisti e consulenti non ci hanno fatto una bella figura, stiamo raccogliendo talmente tante segnalazioni che meriterebbero un libro. La fantasia con la quale hanno cercato di aggirare qualsiasi norma ha superato anche la mia pur fervida fantasia e decennale esperienza. Questo per dire che se non trovano opposizione fanno quello che vogliono al di là delle leggi , credimi non aspettano il permesso di nessuno. C'è bisogno di sindacato in categorie deboli come le nostre , altrimenti trovano solo praterie. La dimostrazione è la risposta che ti hanno dato su cadiprof : è obbligo contrattuale non facoltativa ! la mancata iscrizione agli enti bilaterali di da diritto alla richiesta di risarcimento del danno (attenzione alla prescrizione) le norme contrattuali parlano chiaro (art. 13) e la circolare del Ministero del lavoro n. 43/10 ha rafforzato questo obbligo. Stampa la circolare e mandala al consulente . se non trovare un accordo rischia una causa risarcimento del danno che vincereste. .Le cose stanno così. Mai a credere ai consulenti del datore di lavoro… il nostro consulente è il sindacato dei lavoratori ! patrizia cgil

  • michela

    18/09/2020 - 14:36

    Ciao a tutte, eccomi di nuovo qui con un'altro problema. Sono Michela e vi avevo scritto tempo fa perché il mio datore di lavoro, notaio, l'anno scorso voleva ridurmi lo stipendio. Il tutto comunque poi si è risolto, diciamo, perché io gli sono andata incontro con l'orario a parità di stipendio facendo due giornate piene a settimana. Adesso ho un'altro problema. Vuole che torni al lavoro a tempo pieno tutti i giorni. Io gli ho risposto che non è possibile, già facendo 2 giorni a settimana fino alle 19.00, per me è impegnativo avendo a casa marito e figli. Quindi lui mi ha proposto una cosa che non ho mai sentito: mi licenzia facendo un accordo sindacale per prendere tutti gli ammortizzatori possibili, io ho anche mia mamma con una malattia neurodegenerativa importante e si impegna a riassumermi tra 4 anni a tempo pieno al posto di una mia collega che tra 4 anni va in pensione. Non capisco ma si possono fare queste cose? Mai sentito nulla del genere. Se mi potete aiutare grazie mille

  • Patrizia

    18/09/2020 - 14:31

    bis per chiara: l'azzeramento dei giorni e le ferie dell'anno precedente e scaduti non condizionavano la richiesta della cassa integrazione covid. Invece c'è una norma di legge e circolari Inps che disciplinano questo obbligo indipendentemente dal covid , sono due cose diverse. Ai fini del conteggio dei dipendenti non conta part time o full time o apprendisti o altro sono tutti rapporti di lavoro. ciao ! patrizia cgil

  • Patrizia

    18/09/2020 - 13:18

    cara Chiara, fino ai 5 dipendenti si può fare a meno dell'accordo sindacale., ma non è vietato… La cassa dovrebbe essere retroattiva dipende da quando l'ha chiesta , come ha fatto la domanda e in questo modo riassorbire le ferie. Chiedi , non si sta zitti ragazze mai .. patrizia cgil

  • Chiara

    17/09/2020 - 11:37

    Ciao patrizia, grazie mille della gentile risposta!! Noi siamo comunque 5 dipendenti anche se nn tt ad orario pieno!!! Mi chiedo adesso cone vorrà gestire i giorni che ognuna di noi è stata a casa durante sto mese visto cgs ci aveva detto di fare r così proprio xche c era la cassa!! E ovviamente nessuna di noi ha più ferie!!!

  • chiara

    17/09/2020 - 10:55

    Grazie mille Patrizia della risposta!! Noi comunque siamo 5 dipendenti (non tutte però ad orario pieno) e durante questo mese abbiamo appunto già fatto dei giorni a casa ( xchè ci era stato detto che c'era la cassa)!! ora mi chiedo come si voglia comportare la nostra titolare visto la sospensione della cassa e noi siamo tutte ovviamente senza ferie. Ma quindi le ferie e i rol dell'anno precedente potevano non essere consumati? Grazie ancora

  • Cristina

    16/09/2020 - 9:48

    Cara Patrizia grazie per la tua pronta risposta sei sempre molto gentile e chiara! Per le ferie avevo immaginato che ci fosse l'inganno.. Mi chiedo come un consulente però non sappia o forse si appella "all'ignoranza" degli utenti... Mah! Speriamo solo che non faccia "trucchi" per accedere ugualmente alla Cig... Qui pare che per gli imprenditori le vie del Signore sono infinite! Tra le altre cose presumo che il Covid per lui sia stata la manna dal cielo...tanto che "sognava" di punirci in qualche maniera quando facemmo fare i conteggi per gli arretrati della mancata iscrizione al cadiprof, a suo dire e della consulente trattasi di un diritto "facoltativo", che difatti poi la corresponsione c'é stata rifiutata con tanto di insulti e minacce. Un caro saluto. Cristina

  • Patrizia

    15/09/2020 - 18:34

    cara elena, ho sentito il nostro rappresentante in ebipro . Mi dice che se la domanda è stata autorizzata non vede motivi per negare l'erogazione. Si informava dell'esistenza o meno di questa circolare. Appena mi risponde scrivo qui sul blog. Ho l'impressione che il tuo datore di lavoro non voglia anticipare e avuta l'autorizzazione non sa come uscirne .. sbaglierò.. comunque in queste cose è meglio l'ufficialità! a presto patrizia cgil

  • Patrizia

    15/09/2020 - 18:28

    cara Cristina , come dicevo a chiara sotto i 5 dipendenti non c'è l'obbligo dell'accordo sindacale per usare gli ammortizzatori sociali e quindi il datore di lavoro decide chi come quando. Purtroppo la conseguenza la descrivi bene tu : lo studio lavora , usa i praticanti e la dipendente è quella che paga e prende la retribuzione al 50% . uno spettacolo! il comportamento dei professionisti nella crisi covid è stato veramente vergognoso , ne abbiamo ricevute tante segnalazioni come le tue .. Gli studi durante la chiusura potevano stare aperti e quindi lavorare e fatturare… ci vuole coraggio a comportarsi in questo modo. Per risponderti : no se ha avuto un incremento di volume d'affari non può accedere agli ammortizzatori sociali, se è pari può accedere pagando il 18 % (v. articolo qui sopra) , l'inps incrocerà i dati con l'agenzia delle entrare e grazie alla fatturazione elettronica non dovrebbero "scamparla". Non poteva importi l'uso delle ferie e rol non scadute ovviamente .. quelle scadute invece si , potevi opporti. Tieni conto che la cig in deroga "covid" non prevedeva come condizione l'uso delle ferie arretrate. Prova a discutere. Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/09/2020 - 18:18

    Cara chiara, presumo possa rinunciare alla cassa e opzionare . L'inps darà la risposta. Devi sentire il consulente. Purtroppo sotto i 5 dipendenti per usare l'ammortizzatore sociale non è necessario l'accordo sindacale , decide il datore di lavoro .. quanto come e chi.. La cassa integrazione prevede una integrazione al reddito al 50% dello stipendio , con l'esonero dei contributi invece avete lo stipendio intero. Gli ammortizzatori sociali finanziati sono questi fino a fine anno , molto difficile vengano rifinanziati , hanno sempre una scadenza. E' forse possibile che proseguiranno piuttosto sulla strada degli incentivi fiscali. ciao ! patrizia cgil

  • Chiara

    15/09/2020 - 16:23

    Ciao volevo chiedere un info. Sono impiegata presso uno studio notarile. Abbiamo usato la cassa in deroga per questi mesi che ovviamente è arrivata in ritardo ma cmq facendo più della metà delle ore settimanali quindi pagate c0n busta paga. La titolare l ha richiesta anche x le ulteriori settimane che sono state varate col decreto agosto. Ora si è però accorta che se rinuncia alla cassa è esentata dal pagare i contributi e quindi ci vorrebbe far tornare ad orario pieno nonostante il lavoro sia poco. La mia domanda è se lo può fare visto che x settembre l aveva appunto già richiesta?! Ammenoche d accordo con commercialista nn faccia risultare tale richiesta mi vien da pensare!!! E poi la potrebbe richiedere a questo punto scegliendo questa opzione, semmai nei mesi a venire ci dovesse esser un nuovo blocco?! A noi impiegate avere appunto qualche ora libera nn ci pareva vero e faceva molto comodo visto la vita che facciamo e lo stare sempre chiusi in uno studio!! Grazie

  • Cristina

    15/09/2020 - 16:09

    Buongiorno, di seguito a quello che ho scritto e che è stato pubblicato in data odierna, volevo anche sapere se é stato lecito mettermi in ferie e permessi forzati dal 21 luglio al 31 agosto (il 21 luglio sarei dovuta rientrare dopo il periodo di Cig, per poi essere rimessa in cassa integrazione dal 1 settembre al 28). Non avendo ore di permesso sufficienti mi ha fatto andare sotto con il contatore... é regolare? Perché non farmi rientrare se lo studio é rimasto aperto anche la prima settimana di agosto in attività? Grazie e un cordiale saluto. Cristina

  • Cristina

    14/09/2020 - 23:05

    Buonasera, sono dipendente di uno studio legale che non ha mai chiuso e ha continuato a lavorare sempre. Sono stata messa in cassa integrazione totale e le mie mansioni sono state affidate interamente ad un collaboratore neo laureato al quale è stato elargito il doppio dello stipendio (1000 in luogo di 500 euro). Sono stata messa in cassa integrazione dal 14 aprile e sarei dovuta rientrare il 21 luglio. Di fatto non sono rientrata perche mi ha dato tutte le ferie e le ore di permesso residue mandandomi anche sotto con il contatore. Poi di nuovo Cig dal 1 al 28 settembre (9+9 settimane). Ora apprendo che vuole beneficiare delle ulteriori 9 + 9 ma il suo fatturato rispetto al semestre 2019 risulta incrementato del 22%. Sempre considerando il fatto che lo studio non ha mai chiuso ed é in piena attività e fiorente attività... Tanto è che dai 120 / 130 mila euro mensili che fatturavamo.. Ad aprile é stato consigliato e si é iniziato a fatturarne la metà proprio per stretegicamente accedere agli ammortizzatori sociali. Ora mi chiedo con un incremento del 22 % può accedere alla nuova cassa integrazione... Anche pagando un contributo? La ringrazio per la cortese risposta che vorrà fornirmi. CRISTINA

  • Elena

    14/09/2020 - 19:30

    Cara Patrizia, grazie per la tua risposta. Vedo che come me supponi che possa essere solo una scusa del datore di lavoro. Infatti con le mie colleghe avevamo stabilito di parlarci prima della fine del mese per chiarire la situazione e per questo ti chiedo se hai avuto notizie dal rappresentante sindacale in ebipro. Siamo tutte convinte del fatto che se un ente accetta un pagamento significa che ha ritenuto validi i requisiti, ma sarebbe moto più facile per noi avere una conferma ufficiale, in modo che non possa più trovare scuse e che si decida a parlaci sinceramente. Grazie per ora per l'aiuto e grazie anche a tutte le colleghe sempre pronte a risolvere i nostri tanti problemi.

  • Patrizia

    09/09/2020 - 17:30

    Cara elena, non ho notizie di una comunicazione di ebipro in tale senso, inoltre quello che è pubblicato sul sito è pubblico ed è quello che è stato deciso in consiglio di amministrazione, mi azzardo a dire che non è vero, ma verifico con il nostro rappresentante sindacale in ebipro. Riceviamo segnalazioni di datori di lavoro che per un motivo o per l'altro non vogliono anticipare i 250,00 euro .. Non accettavano le domande dopo il 21 giugno proprio per esaurimento dei fondi, quindi se è arrivata l'autorizzazione vuol dire che ebipro paga , altrimenti che senso ha mandare l'autorizzazione ? Io verifico , tu chiedi copia della presunta circolare , in ogni caso chiedi vengano inseriti i 250,00 euro in busta paga. Domani qui sul blog ti do la risposta ufficiale . patrizia cgil

  • Elena

    09/09/2020 - 10:13

    Buongiorno, scrivo qui perché nella sezione sostegno al reddito non sono riuscita a lasciare un commento. Oggi abbiamo ricevuto la busta paga di agosto e insieme ci è stata data una lettera della consulente dove dice che la nostra richiesta di integrazione al reddito fatta ad EBIPRO (a inizio giugno) è stata accettata, ma che ha letto una circolare (che non ci ha mostrato) dove è scritto che l'ente ha finito i fondi quindi l'erogazione è limitata a chi ha fatto almeno un mese di cig e perciò a noi non ci spetta. E' vero? Sul sito non ho trovato niente. Ma poi, visto che abbiamo fatto tutto il mese di aprile in cig (a parte 3-4 giorni lavorati e dichiarati, ma sempre durante la cig), perché non ci spetta? E soprattutto, se l'autorizzazione è arrivata (il 24 agosto scorso), non dovrebbe significare che per EBIPRO ci spetta regolarmente? Grazie per la risposta

  • Patrizia

    01/09/2020 - 12:03

    Cara lucia, lo smart working non è ancora disciplinato dal contratto nazionale . Però è previsto dagli accordi regionali sulla detassazione quindi puoi riferirsi a quelli. Ci vuole l'accordo sindacale di studio, quindi contatta la filcams Cgil della tua città. Gli accordi li trovi qui sul blog usa il tasto cerca e anche nella pagina in alto dai territori. Siamo qui Se ti servono informazioni Patrizia cgil

  • Lu Cia

    31/08/2020 - 18:27

    Ciao a tutte , scrivo qui nella speranza che qualcuna mi sappia rispondere. volevo sapere tutti gli adempimenti e i passaggi x procedere con il lavoro agile non in modalità semplificata. grazie

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓