impiegate
117

31 MARZO 2018 IL CONTRATTO E’ SCADUTO-DISCUSSIONE ATTIVA

18/05/2018 - 9:48

Ebbene si! Il 31 marzo 2018 è scaduto il nostro contratto di lavoro cioè quello degli Studi Professionali!!!

Puoi visionare quello vecchio e tutt’ora in vigore cliccando qui sotto

contratto 2015-2018

Siamo tutte/i coinvolte!

Cosa pensate di fare?

Lo sapevi? Il contratto è composto da due parti: una normativa ed una economica.

Cerchiamo di mettere insieme le nostre idee per far sì che il Contratto sia rinnovato in tempi “canonici”.

La scadenza è avvenuta a fine marzo 2018, sarebbe bello che si rinnovi in tempi brevi.

Ma dipende anche da noi. Sappiamo che, per lo scarso numero di iscritti, controparte non ci considera ed il sindacato fa quel che può.

La Filcams si è già attivata lavorando alla nuova piattaforma, vogliamo dare una mano? Si!!!!

Ma noi dipendenti degli studi professionali cosa possiamo fare?

Con questo articolo vi chiediamo di voler esternare tutto ciò che vi passa in mente in tema di rinnovo in tempi brevi e cosa è bene migliorare nel nostro contratto oltre, ovviamente, alla parte economica.

Leggete il contratto (soprattutto la parte normativa) e prendete appunti sui svariati temi che esso tratta: magari c’è un aspetto che vi sta particolarmente a cuore, tipo: estendere i congedi parentali anche agli affini; aumentare la copertura assicurativa Cadiprof;  ferie, permessi , apprendistato etc etc… !

IL MESSAGGIO:

ASPETTIAMO LE VOSTRE PROPOSTE, MIGLIORIE E TUTTO QUELLO CHE VI PASSA DALLA TESTA cercheremo noi di portare le Vostre richieste al tavolo della contrattazione!!!!! 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
  • irefi

    02/08/2018 - 16:13

    Cara Alessia, non sai che piacere leggerti. Il tuo post ci permette, ancora una volta, di ribadire che il dialogo è importante in studio. Siamo altrettanto felici di leggere del clima che si respira nello studio dove lavori tu. Disteso e sereno. Purtroppo però non in tutti gli studi è così. Ci sono studi dove entri a 20 anni ad un 4° livello e, nonostante le reiterate richieste, esci 30 anni dopo a 50 sempre con un 4° livello. Ci sono studi dove avere l’iscrizione a Cadiprof è ancora un miraggio. Ci sono studi dove addirittura la maternità o il matrimonio sono "problemi" tali da comportare addirittura licenziamenti. Ci sono studi dove il dialogo è pura utopia. Ci sono studi dove i lavoratori, nostre colleghe e colleghi cara Alessia, stanno molto peggio di noi due. E sto parlando di diritti! Non mi addentro nelle richieste di cose non ancora qualificate come tali. Per esigere un “diritto” a qualcuno basta chiedere. Qualcuno ha la fortuna di non dover neppure chiedere. Altri invece, nonostante le richieste fanno una fatica bestiale a vederselo riconosciuto. Per avere qualcosina in più di un diritto (es. buoni pasto o superminimi), qualcuno viene ascoltato ed accontentato, altri chiedono e rimbalzano, altri ancora non chiedono nemmeno perché già fanno fatica a vedersi riconosciuti i diritti contrattualmente stabiliti. Mi dai lo spunto per spiegare perché è importantissima la contrattazione nazionale: nessuno deve sentirsi escluso e tutti devono avere almeno la stessa base di partenza e gli stessi diritti fondamentali (permettimi i termini). Non so se ve lo abbiamo mai detto, ma è proprio questo il motivo per il quale abbiamo deciso di buttarci a capofitto nel blog e nelle dinamiche sindacali. Perchè, lo ricordo a te ed a tutti, questo blog è sindacale. Siamo molto felici se nello studio dove lavori tu, il tuo titolare è così lungimirante da capire che avere dipendenti sereni e soddisfatti è la chiave di tutto, ma credi, tuo padre è una goccia nel mare. Per molti, invece, è solo grazie al CCNL se riescono ad ottenere qualcosina. Quello strumento non è certo perfetto, ma possiamo tentare di migliorarlo ricordandoci sempre che senza quel contratto, probabilmente tante colleghe e colleghi non avrebbero neppure quel po' di diritti che oggi hanno (abbiamo!). Dunque, venendo allo scopo del post che hai commentato, anche tu che nello studio non hai problemi, potresti darci dei suggerimenti per aiutarci a migliorare questo strumento e conseguentemente le condizioni di lavoro delle nostre colleghe e dei nostri colleghi. Se hai voglia, leggilo e dicci la tua. Lo trovi anche qua sul blog nell’area dei documenti. Buona giornata,buone ferie e complimenti a tuo padre! Irene

  • Alessia

    02/08/2018 - 7:56

    Salve, mi permetto di intromettermi in ottica costruttiva, essendo io un ibrido tra titolare e impiegata in quanto lavoratrice figlia del titolare, che umilmente e felicemente sta alla pari del resto del personale. Prima di pensare a buttarsi ambito sindacale, sarebbe opportuno iniziare a parlare apertamente con il proprio datore di lavoro che 98 volte su 100 (da noi ma anche in tanti altri studi) non sa o non si rende conto dei problemi/pensieri/opinioni/aspirazioni/disagi dei lavoratori (non tutti ma tanti) che borbottano o fanno battutine o parlano tra di loro pensando che magicamente l'aura dello studio, intrisa di mezze parole, illumini il titolare su aspetti che non gli sono mai stati nemmeno riportati. Considerate che il professionista non sempre è uno psicologo che intuisce o capisce tutto al volo… non si possono esporre i problemi dopo aver dato le dimissioni!! Ci vuole chiarezza. Ovvio che mi riferisco ai datori di lavoro corretti, presupposto fondamentale. Sui furbetti non posso che essere d'accordo con le vostre recriminazioni.

  • Patrizia

    01/08/2018 - 19:31

    caro marco , per quello ce lo siamo perse anche noi .. non ci sono notizie , ma a settembre ci saranno di sicuro ! buone calde ferie

  • Marco

    31/07/2018 - 23:23

    Scusate se me lo sono perso ma quando sarà convocato il tavolo per la contrattazione?

  • Patrizia

    27/07/2018 - 18:15

    caro maurizio , so bene com'è , ho lavorato 40 anni negli studi . Ho solo risposto a marco che , al di là della contrattazione nazionale, si possono contrattare alcune cose in studio , per esempio se in studio riusciamo ad ottenere i buoni pasto non si deve aspettare il contratto nazionale , tutto qua. L'è dura si , altroché ! quante volte in studio fino alle 21 per poi nemmeno una pacca sulla spalla , ecco perché ho cominciato a fare attività sindacale . Se lo facessimo in tanti faremmo molto meno fatica al tavolo delle trattative , caro maurizio , c'è una buona cura per rabbia e frustrazione : l'attività sindacale per poter dare un senso alle cose che giustamente lamenti. ciao patrizia cgil

  • maurizio

    27/07/2018 - 10:38

    Marco concordo… e Patrizia lo sai benissimo: SE NON SI OBBLIGA con un contratto qui manco ti darebbero lo stipendio. I TICKET sarebbe un minimo riconoscimento a chi lavora full time o minimo 6ore considerandoci persone che come loro mangiano a pranzo e non darci scontati. Qui pure la carta igienica ci compriamo...hai da aspettare che ci riconoscano il buono pasto o minimo di rispetto se non previsto da un contratto. Poi certo… sotto scadenze tutte ore regalate per senso civico del lavoro e responsabilita' ma ti devi sbattere da solo, farti l'auto formazione che gia' il titolare le evita falsificando l'entrata e l'uscita puoi capire se manda noi dipendenti. La situazione è triste ed avvilente… x questo confidiamo in un rinnovo SENSATO al 2018 realistico alle situazioni degli studi e vita attuale. i titolari sappiano che noi impiegati siamo quelli che li fanno andare nei club e far la bella vita… ma riconoscerci un minimo di professionalita' no? potrebbero pure passarci una pensione integrativa come in tante aziende e banche. il nostro lavoro ha ben piu' responsabilita' di un bancario o statale. E se non obblighi un passaggio di livello qui muori al 4° livello anche se ci lavori da 20anni. Ehhhhhhhhhh cara Patrizia… l'è dura. Sul telelavoro sarebbe stupendo come fan tante aziende ma almeno qui che viaggia tutto cartaceo sarebbe impossibile. per le donne sarebbe doveroso poterlo fare...mandano avanti famiglia, figli e gli imprevisti sono all'ordine del giorno. RIASSUMENDO: CARI DATORI DI LAVORO CHE SICURAMENTE CURIOSATE QUI...considerateci persone e non oggetti scontati che devono fare… :))

  • Patrizia

    26/07/2018 - 18:55

    si è vero marco, infatti molti studi li hanno adottati in modo unilaterale , Nulla impedisce di farlo ed è anche nell'interesse del datore di lavoro in tutti i sensi ma purtroppo se non si vede più in la del proprio naso.. patrizia cgil

  • Marco

    26/07/2018 - 14:01

    Ciao Patrizia. Ci siamo, ci siamo. Nello studio dove lavoro io, tra le varie cose, faccio anche le buste paga dei dipendenti, tra cui anche la mia. Comunque va be... Rifiutare di concedere i buoni pasto è proprio da poveri. A parte che sono pure deducibili per le tasse, e poi, secondo me, è pure un modo per incentivare il dipendente a venire a lavoro visto che vengono erogati solo se si lavora.

  • Patrizia

    25/07/2018 - 18:44

    cara sonia, si ho visto abbiamo pubblicato solo una parte dell'accordo , lo trovi intero sull 'home page nell'archivio 2018 c'è l'articolo intero con lavoro tutto l'accordo. Per la formazione ricorda che c'è fondoprofessione il nostro ente contrattuale per la formazione ! leggi e fatti venire qualche idea! patrizia cgil

  • Sonia

    25/07/2018 - 13:56

    Patrizia scusa, cercavo l'accordo territoriale di Bolzano, ma quello pubblicato nella sezione territori non parla di lavoro agile o telelavoro. A meno che non sia impazzita (io) e non sappia più leggere parla di lavoro a chiamata. Potrebbe inoltre essere interessante stabilire nel contratto le modalità di fruizione dei corsi di aggiornamento (che a mio parere dovrebbero essere obbligatori) vista la mole di novità che ci sono ogni anno (quantomeno nel mio ambito contabile/fiscale/gestione del personale)

  • Patrizia

    24/07/2018 - 19:22

    Caro marco , siamo contente che ci siano finalmente gli uomini ! ci vuole il vostro punto di vista. Anch'io credo che per l'orario sia dura , ho sempre lavorato oltre l' orario anch'io mah! Hai ragione sai siamo dei piccoli professionisti .. l'ho sempre pensato , ecco dovremmo dirlo in tanti al tavolo delle trattative , la professionalità si paga ! se stiamo zitti credono che in fondo siamo contenti … patrizia cgil ps buoni pasto ci proviamo da 15 anni ...

  • Marco

    24/07/2018 - 8:52

    Per me diminuire l'orario contrattuale da 40 a 38 ore oltre che ad essere un'utopia, visto che non ci credo nemmeno se lo vedo che lo faranno, è una cosa assolutamente inutile: io già ora faccio più di 40 ore settimanali in media e dello straordinario non vedo nemmeno l'ombra. Sai a quanto serve passare a 38... tanto se devi fare una cosa che ti scade la devi fare a prescindere dall'orario. Noi siamo piccoli professionisti pagati come il cassiere del supermercato. Comunque... secondo me sono semplicemente da aumentare le retribuzioni magari mettendo un passaggio di livello obbligatorio in base all'anzianità e poi si... i buoni pasto... quelli sono un'ottima idea tra l'altro nemmeno troppo costosa per il datore di lavoro quindi è sicuramente fattibile.

  • Patrizia

    23/07/2018 - 20:03

    caro lorenzo, no non è stato chiesto.. ma in ogni caso ti avremmo risposto lostesso! L'IVC è regolamentata da accordi confederali . Le parti firmatarie del contratto scaduto , possono decidere o meno di sottoscrivere un verbale di accordo per corrisponderla . Il datore di lavoro può anche decidere unilateralmente di pagarla . Sono in ogni caso pochi euro che poi andrebbero detratti dagli aumenti contrattuali . Guarda sulla busta paga è indicata IVG (indennità di vacanza contrattuale). Altra cosa è l'una tantum : è una indennità decisa in sede di firma del contratto che non ha dei parametri di riferimento ma è frutto di una trattativa , non è nemmeno detto che si riesca ad ottenerla , nel 2011 non ci siamo riusciti . Dipende dalla nostra forza contrattuale , come ho detto tante volte! ci sono poi delle questioni pregresse che vorremmo riprendere di mancati impegni da parte di confprofessioni di cui carmen ha promesso vi parlerà! ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    23/07/2018 - 19:53

    cara sonia, Abbiamo lungamente discusso con il nazionale proprio della necessità di individuare norme flessibili sull'orario di lavoro adatte alla nostra categoria che è sostanzialmente femmiline. Il telelavoro è già regolato dal contratto di lavoro (art.57) che recepisce la legge. Non è di facile applicazione è vero. Dimmi secondo te quali sono le criticità , Per la ns. categoria , appunto fatta di donne e per le ragioni che tu elenchi.. sarebbe molto interessante "il lavoro agile" o smart working molto meno rigido , ne discuteremo di sicuro in sede di trattativa. Fai così: sul blog ci sono le pagine territoriali (dai territori in alto ) troverai l'accordo regionale liguria e quello firmato a Bolzano . Importante soprattutto in quello di Bolzano dove è ben regolamentato il telelavoro e il lavoro agile , sono sicura che per te saranno stimolanti soprattutto se leggi anche gli accordi sulla detassazione firmati nelle varie regioni. Scoprirai un mondo ! aspettiamo le tue osservazioni patrizia cgil ps sul blog troverai anche l'articolo che abbiamo scritto sul lavoro agile : è sulla home page !

  • Lorenzo

    23/07/2018 - 19:07

    Domanda. Spero non sia stato già chiesto nel caso mi scuso per la ridondanza. Essendo trascorsi ormai 4 mesi dalla scadenza del contratto precedente è previsto come per altri settori anche per il ns il contributo IVC indennità vacanza contrattuale nelle prossime buste paga? Se si quale sarebbe l importo per un IV livello? Se non fosse previsto sarebbe importante provare ad ottenerlo nella trattativa che si terrà con la controparte in autunno (speriamo). Grazie a presto.

  • Sonia

    23/07/2018 - 10:30

    Andrebbe regolamentato meglio il telelavoro. Visto che siamo per la maggior parte donne, e sappiamo bene gli imprevisti che si possono avere con una famiglia. Regolamentare i casi in cui si può usufruire anche saltuariamente del telelavoro potrebbe aiutare a stipulare l'accordo tra dipendente e datore di lavoro in modo che si possa usufruire del contributo per le attrezzature senza problemi.

  • Patrizia

    20/07/2018 - 17:52

    cara sonia, quando avremo novità un nano secondo dopo saranno pubblicate sul blog ! per ora rimaniamo fermi alla risposta ad Alex . Intanto noi siamo in trepidante attesa delle vostre proposte ! ciao patrizia cgil

  • Sonia

    20/07/2018 - 17:17

    Buonasera. Leggo solo ora tutta questa bella discussione. Sono contenta che qualcosa si muova..... c'è qualche altra novità???? Aspetto trepidante notizie di piattaforma e trattativa!!!!!!

  • maurizio

    17/07/2018 - 9:26

    Uhhhhhhhhhhhhhh bene Patrizia… ci fai il regato post ferie con buone notizie, si spera per tutti quanti noi. Io non pretendo miracoli...sappiamo che tipo di contratto abbiamo e forza contrattuale seppur siamo tanti sparsi per lo stivale. Da gennaio pure la fatturazione elettronica ci tocca oltre al resto delle pratiche telematiche in continuo sviluppo e bisogna sempre stare aggiornati. Perché poi il nostro stipendio non è come un bancario?? :)) almeno l'integrazione mensa o ticket… ma cavoli li han praticamente tutti e chi fa full time negli studi nulla? grazie Patry per essere sempre presente

  • Patrizia

    12/07/2018 - 18:00

    ciao alex, fai bene a chiedere notizie così le do a tutti! siamo in trepidante attesa anche noi , la piattaforma sta facendo gli ultimi passaggi , ci sono anche quelli unitari e per ultimo il coordinamento nazionale Filcams e al quale è invitato anche il blog con tutte le vostre proposte , che sono già in mano al nostro nazionale. Speriamo di farcela prima delle ferie ma francamente non so se ci sono i tempi tecnici. Pubblicheremo subito qui la piattaforma e come promesso seguiremo a "microfono aperto" tutta la trattativa ma dobbiamo pazientare qualche altro giorno. Non dovremo cercare la controparte perché per nostra fortuna c'è e il tavolo è pronto e noi anche. patrizia cgil

  • Alex

    12/07/2018 - 12:33

    Salve a tutti, ci sono novità di quanto sotto: "Stiamo aspettando la presentazione della piattaforma e l'avvio del tavolo di trattativa che vivremo via via qui sul blog! e poi scateniamo la fantasia , cosa in cui le donne non hanno rivali! stai con noi patrizia cgil" Grazie mille Alex

  • Patrizia

    05/07/2018 - 19:14

    cari Maurizio ed edo , ho lavorato 42 anni negli studi professionali so quanto ti chiedono in termini di professionalità , disponibillità, autoformazione ecc. , lo so per averlo provato sulla mia pelle , per questo ho iniziato a fare attività sindacale . Cari colleghi vi rispondo come rispondo sempre su questi temi: il sindacato propone e la contrattazione dispone .. significa che le richieste tutte legittime , dall'orario ai buoni pasto a qualsiasi altra cosa devono essere sostenute da lavoratori organizzati che fanno pressione attraverso il sindacato, perché dall'altra parte del tavolo ci sono i nostri datori di lavoro , se non c'è pressione si porta a casa quello che si può e per fortuna che abbiamo un contratto , perché fino ad ora abbiamo fatto pochino ! Ve lo dice chi ha visto tutti i contratti di categoria dal 74 ad oggi ! quindi diamoci da fare le proposte vanno benissimo ma abbiamo bisogno che andiate nelle sedi sindacali , abbiamo bisogno di voi ! ciao patrizia cgil ps Le norme contrattuali sono esigibili non obbligatorie è importante normare bene per questo , quindi i lavoratori devono esigere l'applicazione del contratto le norme ci sono , mi seguite?

  • maurizio

    05/07/2018 - 12:14

    l'idea di EDO90 non è male. visto che gli stipendi sono tra i piu' bassi ma la competenza deve essere altissima almeno invece di 40 diminuiscano le ore a parità di salario e livelli che tanto pure quelli entri con un 4° e ci muori anche se chiudi bilanci, banche, fai fiscale ecc ecc. Sappiamo tutti come si vive negli studi... ed il lavoro aumenta sempre con tutte ste procedure telematiche facendo il lavoro dei bancari con gli f24, di quelli in CCIAA con le pratiche comunica e via dicendo. a noi manco i ticket ci riconoscono e non ne capisco il motivo: negli studi la gente che fa full time non mangia? MICA tutti hanno il lavoro sotto casa. Poi si nel contratto si parla tanto di formazioni e belle parole ma nel pratico... ti devi arrangiare alla meglio. dai 38ore invece di 40 e ticket... sarebbe già un piccolo riconoscimento

  • Patrizia

    29/06/2018 - 10:55

    caro luca, non credo si possa fare ma porremo di sicuro la questione. Sei al corrente della discussione sul profilo professionale dell'Aso, anche alla luce dell'accordo raggiunto con il Ministero? La stiamo seguendo molto da vicino . Che ne pensi ? ci piacerebbe aprire una discussione su questo tema , anche in vista del rinnovo contrattuale. Se prepari un articolo e ce lo mandi per mail , lo pubblichiamo , serve discutere con chi appartiene alla categoria e questo è il posto giusto . Aspettiamo ! patrizia cgil

  • LUCA

    27/06/2018 - 17:37

    Buongiorno, vorrei che nel nuovo rinnovo risultasse che le spese di iscrizione al proprio Albo professionale fosse a carico del datore di lavoro in qualità di dipendente igienisti dentale di uno studio dentistico. Grazie. LUCA

  • irefi

    27/06/2018 - 16:01

    Ciao Edo, grazie. Abbiamo segnato e trasmesso le Vostre proposte. Continuate comunque a "spulciare" il CCNL. Ire

  • EDO90

    25/06/2018 - 20:30

    Buonasera, per quanto riguarda questo rinnovo, in effetti non sarebbe niente male ottenere un orario di lavoro stabilito invece che su 40 ore settimanali, magari su 38 o 35. Ovviamente mantenendo i livelli retributivi. Potrebbe essere un buon compromesso per livellare le retribuzione in termini di tempo libero, con quelle degli altri settori!!!!

  • Patrizia

    25/06/2018 - 19:43

    ciao laura , ti rispondo qui ma l'area giusta è "ferie e permessi" articolo 85 del contratto 15 giorni di calendario con decorrenza dal terzo giorno antecedente la celebrazione del matrimonio , quindi subito ! non puoi prenderlo a natale , se non lo usi decade. Auguri !! patrizia cgil

  • laura lanza

    25/06/2018 - 17:28

    Scusate a ottobre per la precisione il 27.10 mi sposo e mi chiedevo entro quando dovevo usufruire del congedo matrimoniale. Pensavo di usufruirlo per non creare problemi al capo visto che sono l'unica impiegata sotto le vacanze natalizie. Posso farlo?

  • Patrizia

    25/06/2018 - 11:37

    no elena non c'è nulla del genere, però potrebbe derivare dall'applicazione di norme sulla sicurezza , da accordi di categoria o da protocolli o semplicemente da indicazioni dell'azienda che non conosciamo. Facciamo così.. indaghiamo ! ciao patrizia cgil

  • Elena

    25/06/2018 - 9:34

    Buongiorno, ho un quesito da porvi anche se non so se è il punto giusto... Una mia amica mi ha informato che le hanno vietato di rimanere in ufficio da sola. E' capitato addirittura che pur di non lasciare un "solo" dipendente l'attività venisse chiusa in anticipo. Questo perché qualora ci fosse un infortunio o un problema di salute nessuno potrebbe intervenire. Non lavora per uno studio professionale ma è comunque un comune lavoro d'ufficio. Sapete se è previsto qualcosa di similare anche nel nostro contratto? Grazie mille Elena

  • Patrizia

    15/06/2018 - 18:00

    cara Cinzia, siamo delle esperte ! nel corso degli anni siamo passate dalla mailbombing , all'intasamento di fax, appelli pubblici , per arrivare a quelli sul web , il nostro fiore all'occhiello è l'organizzazione di un pausa protesta caffè collettivo ad orario fissato qui sul blog , bellissimo ! qualche risultato lo abbiamo ottenuto e quindi lo faremo ! se cerchi nel nostro archivio con il tasto "cerca" troverai tutti le iniziative che via via abbiamo prodotto. Stiamo aspettando la presentazione della piattaforma e l'avvio del tavolo di trattativa che vivremo via via qui sul blog! e poi scateniamo la fantasia , cosa in cui le donne non hanno rivali! stai con noi patrizia cgil

  • Cinzia

    15/06/2018 - 13:51

    Per noi dipendenti di studi professionali, spesso piccoli e frammentati su moltissime attività diverse tra loro (notai, avvocati, amministratori, medici, dentisti, consulenti, ecc.) è difficile potersi organizzare e "scendere in piazza", siamo troppo sparpagliati per la nazione. Non potremmo utilizzare la tecnologia? Le amministratrici di questo bellissimo ed utilissimo sito potrebbero aprire una di quelle "petizioni on-line" a cui noi dipendenti potremmo comodamente aderire da tutto il territorio con qualsiasi mezzo e tempistica, riuscendo però finalmente ad organizzarci e "contarci fisicamente". Petizione che si potrebbe poi presentare a chi di dovere per far capire che ci siamo, nascosti/frammentati, ma ci siamo!! Chissà magari è fattibile ...

  • Lucia

    14/06/2018 - 23:00

    Buonasera a tutti, Io sono una biologa specializzata assunta come direttore tecnico del lab e come responsabile prelevatore ematico. Ho ennesimo contratto di secondo livello...ma stavolta, presso questa struttura, non mi è stata aggiunta al minimo stipendiale la voce altri elementi. Quindi non solo non ho il giusto livello...ma mi hanno anche tolto 102.44$. È una cosa lecita?ovviamente ho un partime orizzontale. Sono davvero stanca...tanti sacrifici e responsabilita...per cosa??

  • Patrizia

    11/06/2018 - 18:12

    caro alex , solo per dirti che messaggi come il tuo allargano il cuore! è vero siamo sottovalutati , per questo c'è il blog e ti assicuro che il lavoro fatto qui in cgil è stato apprezzato e ci siamo fatti notare, c'è molto da fare , restiamo in contatto , diamo una mano a tutti quelli che vogliono darci una mano … patrizia cgil

  • irefi

    11/06/2018 - 13:45

    Ciao Alex, puoi rivolgerti alla FILCAMS CGIL della tua città per organizzare una riunione e/o assemblea con i tuoi colleghi e comunque per tenerti aggiornato sullo stato delle cose oltre a seguire noi sul blog. Noi quattro siamo di Firenze, Padova e Verona poi su Roma ci aiuta Emilia.. non so di dove sei tu... Puoi postare la tua richiesta anche nella sezione dei territori qui sul blog. Quanto a date di incontri nazionali non ne ho ma so che si stanno muovendo 😉 A presto Irene

  • Alex

    11/06/2018 - 11:09

    Salve a tutti, vi seguo da un po di tempo e vi ringrazio in quanto fino ad ora noto che è l'unico sito in cui la questione del ccnl studi professionali viene preso in considerazione (come se non contassimo nulla in questo paese). Io non sono qui a proporre soluzioni diverse o per lamentarmi, chiedo solamente se avete novità riguardo assemblee o riunioni per discutere del contratto tra colleghi e poi se si conosce già una data in cui inizieranno le contrattazioni con la controparte. Grazie Alex

  • Carmen

    07/06/2018 - 18:30

    Ciao Tamara ben venga la speranza, ma da sola non basta. C'è bisogno di più partecipazione da parte di tutti. E' una "lotta"! Ci sono due parti: se una appare più debole... a casa porta quello che può... Abbiamo anche bisogno di proposte concrete da poter passare a chi si siederà di fronte alla controparte. Attendiamo anche le tue, ciao

  • Tamara

    06/06/2018 - 22:04

    Buonasera a tutti.... nel contratto spero che ci siano del passaggi di livello adeguati questa volta soprattutto per chi svolge mansioni più impegnative come ad esempio RLS. Un aumento di 80 euro in 3 anni è ua beffa... speriamo questa volta sia meglio. Saluti TAMARA

  • Carmen

    04/06/2018 - 20:14

    Ciao Laura, grazie per aver scritto. Il problema del passaggio di livello ci accomuna tutti. Stiamo raccogliendo tutte le proposte ricevute nei vari commenti. Se pensi ci siano altri aspetti che possano migliorare la nostra vita lavorativa, postale qui sul blog. Ciao

  • Carmen

    04/06/2018 - 20:07

    Ciao Lorenzo. Appena avremo notizie, saranno postate in tempo reale qui sul blog. Rimani in contatto!! Ciao

  • Laura

    04/06/2018 - 7:25

    Buongiorno , mi chiamo Laura e anche io lavoro in uno studio di commercialisti . Quest'anno ho iniziato il 18 anni lavorativo , sempre nello stesso studio, quindi si può praticamente dire che lo sento mio . Ma questo non basta perché non cambia il livello 4 S che ho perché il lavoro fatto è tanto e in campi diversi , ma la paga è davvero bassa . Vorrei davvero che per tutto l' impegno e la volontà messa ci fosse uno stipendio adeguato . Le responsabilità sono davvero tante . Spero con tutto il cuore di leggere prestissimo che sia stato aggiornato il nostro contratto con nuovi i lordi rispettevoli del nostro operato !. Buona giornata a tutti . Laura

  • Lorenzo

    03/06/2018 - 19:18

    Buonasera ,ci sono per caso novità sui tempi entro i quali sarà possibile cominciare a prendere visione della piattaforma o della prima bozza del possibile nuovo ccnl? Ci sono per caso delle date gia fissate per gli incontri con la ns controparte? Buon lavoro e grazie per l esistenza di questo blog uno dei pochissimi luoghi dove si discute di studi professionali.

  • Gaia

    29/05/2018 - 22:32

    Grazie mille Patrizia...sulle Maggiorazioni in caso di flessibilità non se ne parla nemmeno..(quelle del 10%) gli straordinari come scritto nell altra sezione li paga si con la maggiorazione,ma se un mese capita che ho bisogno di prendermi dei permessi fa questo ragionamento della "compensazione"che a quanto pare non è per niente giusto. Per il cambio da part time a full time dice che gli costa troppo,ma praticamente faccio sempre straordinari! Grazie ancora

  • Patrizia

    29/05/2018 - 21:24

    scusami gaia ho sbagliato area!! patrizia cgil

  • Patrizia

    29/05/2018 - 21:23

    cara gaia, direi che il tuo datore di lavoro ha deciso di applicare un contratto " a liberissima interpretazione" . Hai ragione tu , i permessi sono una cosa , la flessibilità un'altra. Quindi art. 35 e seguenti del contratto. Part-time. art. 40 clausole flessibili ed elastiche comma 6 pagato con maggiorazione al 10% e art. 42 lavoro supplementare pagato con maggiorazione del 40% . Ti ha mai pagato le ore che hai fatto in più con queste percentuali? come vedi presto trovato il perché usa la compensazione … non c'è incompatibilità tra permessi e straordinario se lo è inventato lui . C'è invece la possibilità che nel caso tu faccia tante ore supplementari possa chiedere il tempo pieno, inoltre, al già citato danno economico , lede il tuo diritto alla libera richiesta dei permessi . Non esiste ! vai sull'area documenti troverai il contratto intero , stampa gli articoli che ti ho detto e consegnali al tuo datore di lavoro per un'attenta lettura ! Facci sapere ! patrizia cgil

  • Gaia

    29/05/2018 - 19:57

    Direi che tutto quello che hanno detto finora sia giustissimo. Automatismo passaggi di livello,scatti di anzianità più consistenti,buoni pasto e soprattutto una paga base maggiore. Io e tutte quelle che lavorano nel mio campo(assistenti alla poltrona) prendiamo veramente troppo poco per quello che facciamo.... Accoglienza dei pazienti,assistenza in ogni campo Dell odontoiatria,gestire la contabilità,il magazzino,pulizie dell intero studio (dato che è uno studio medico) e mille altre cose....

  • PATRIZIA CAPELLI

    24/05/2018 - 16:34

    Salve a tutti! Anch'io vorrei sottolineare come non sia facile "convincere" i propri datori di lavoro delle mansioni svolte. Il massimo del riconoscimento ottenuto è verbale...ma senza eccedere, per non dar luogo a richieste successive. Io lavoro in uno studio tecnico e non mi posso forse lamentare vista la media degli stipendi (anni fa il mio titolare mi riconobbe un aumento una-tantum che mi salva), però diventa secondo me anche una questione di orgoglio il passaggio di livello. Io sono inquadrata al 2° livello da 10 anni, nel frattempo la mole e le responsabilità sono aumentate...ma non il grado. Credo che il passaggio dovrebbe avvenire in base agli anni di assunzione e non per libera scelta del datore di lavoro, in tal modo forse qualcuno guadagnerebbe ciò che non si merita, ma molti invece verrebbero gratificati con certezza. Volevo anche sottolineare che gli importi per gli scatti di anziantà sono ridicoli...non ci si beve un caffè per un mese.. Grazie del Vs. lavoro, appena posso Vi leggo!!

  • irefi

    24/05/2018 - 16:05

    Cara Rebecca, era proprio come immaginavo. Sei una delle tante che pur chiedendo non vede riconosciuta la propria professionalità. Grazie della tua testimonianza. Proviamo a farne tesoro. Spulcia il contratto e vedi se trovi altre cose da proporre! Ciao a presto. Ire

  • Rebecca

    24/05/2018 - 11:04

    Ciao Ire, grazie per la tua risposta. Ho proposto l'adeguamento dei livelli in automatico in quanto è un problema, come si legge anche sul sito, largamente diffuso e pertanto non potendo andare a chiedere, in sede di rinnovo, di equiparare il nostro stipendio agli stipendi di altre più fortunate categorie, chiediamo almeno di riconoscerci le mansioni che effettivamente svolgiamo e, visto che questo non accade quasi mai, l'aggiornamento automatico di un livello che si ottiene con l'esperienza maturata negli anni mi sembra la cosa più appropriata e logica per far sì che una persona dopo anni e anni di esperienza non si ritrovi a percepire uno stipendio da "Addetto alle pulizie; Fattorino, ecc". Io personalmente ho chiesto e richiesto l'aumento ma la loro risposta è sempre stata la stessa: un semplice e secco "NO", oltretutto sanno molto bene che "se non ti va bene, fuori dalla porta ce n'è già un'altra" ed è demotivante. Proprio per questo bisognerebbe cercare di ottenere il suddetto automatismo di regola nel CCNL affinché tutti lo rispettino.

  • irefi

    23/05/2018 - 18:43

    Care Anna e Rebecca, comprendo molto bene e condivido lo sfogo e la richiesta però, care colleghe, bisogna anche un po' farsi avanti noi. Non conosco le Vostre storie ma conosco bene per chi lavoriamo. Con loro non possiamo lasciare nulla così e fidarci delle promesse, occorre chiedere. Tornare sul punto. Non demordere. A volte perchè c'è troppo da fare in studio, lasciamo i nostri contratti dietro tutto e passano anni. Non va bene. Occorre ritagliare anche il tempo per il rapporto di lavoro. Magari avete anche già fatto questo passaggio, però prima di tutto - non conoscendo le vostre storie- vi consiglio di chiedere il passaggio di livello, insistere e pressare. Se lo aveste già fatto senza aver "fortuna", come so che è accaduto ad altre colleghe, comprendo che un meccanismo automatico potrebbe venire incontro a tanti. Anna, ti vedo bella lanciata! Perchè non vai nella sede Filcams cgil a te più vicina e cominci a sentire il funzionario degli studi professionali su qualche iniziativa da porre in essere? sono tante le tematiche da affrontare! Stai anche qua con noi però eh 😉 A presto Ire

  • Rebecca

    23/05/2018 - 12:36

    Ciao a tutti! Io cercherei di migliorare senza dubbio l'aspetto economico. Chiederei di aggiornare automaticamente il livello dopo tot anni di lavoro oppure di applicare una correlazione tra il livello e gli scatti di anzianità maturati in quanto, il più delle volte, il livello assegnato non risulta nemmeno lontanamente equiparato alle mansioni che si svolgono tutti i giorni. Io, ad esempio, lavoro in uno studio legale da 15 anni, sono l'unica impiegata e seguo le attività dello studio dall'A alla Z, l'amministrazione privata di 3 avv.ti e porto anche a spasso il cane dell'avv., sono al 4° livello, prendo 1.100,00 euro e, sinceramente, penso che si tratti quasi di sfruttamento. Grazie mille.

  • anna82

    23/05/2018 - 11:30

    Buongiorno a tutti, ho letto con piacere i vostri suggerimenti per questo rinnovo contrattuale. Al di là di tematiche già sviscerate come l'adeguamento dei minimi contrattuali, per cui siamo tutti d'accoro (diciamocelo, la nostra paga è veramente ridicola per quanto facciamo e per le responsabilità che ci vengono affibbiate, spesso di gran lunga superiori a quelle delle impiegate di altri settori), vorrei porre la vostra attenzioni anche sulla questione dei "livelli" che secondo il mio modestissimo parere, a fronte del processo civile telematico e non ultima della normativa sulla privacy, andrebbero adeguati e meglio specificati. Se mi occupo di depositi telematici, iscrizioni a ruolo, notifiche telematiche oltre a tutto il resto, ci deve essere un inquadramento ben specifico. Come ben sappiamo poi non è detto che il livello ci venga riconosciuto e questo è un grande problema. La mia esperienza personale, da 16 anni impiegata 5 livello (il più basso descritto come "usciere" con semplici funzioni), ho cambiato due studi e nonostante nel secondo ufficio (con 10 anni di lavoro alle spalle nel settore) avessi messo in chiaro che avrei voluto almeno il 4 livello ed essermi stato promesso che dopo un annetto sarebbe arrivato, dopo 5 anni son ancora qui che aspetto (pur occupandomi della segreteria-redazione di atti semplici-utilizzo del PCT perchè in studio nessuno sà come funziona e più di una volta, a casa ammalata anche con bronchite son "dovuta" andare in ufficio a fare un deposito, fatturazione etc). Per non parlare delle ferie (solo due settimane quando lo studio chiude in agosto) e permessi che ho maturato e stan ancora lì. Perdonate lo sfogo, spero di non essere andata fuori tema, ma tutti sappiamo i malumori che crea rivendicare i propri diritti e mi da una grande amarezza pensare che chi la legge l'ha studiata poi la metta sotto al tappeto quando si parla di pagare e dar merito come si deve a chi, di fatto manda, avanti lo studio. Detto ciò, come possiamo dar voce e chiedere un cambiamento dei livelli, mansioni e retribuzioni?

  • Patrizia

    21/05/2018 - 12:03

    caro pietro, i diritti contrattuali sono "esigibili" , nel senso che sono diritti che devono essere rivendicati dal lavoratore , nulla è automatico . Quindi devi chiederlo sul contratto la norma c'è devi farla valere . Ti dirò di più quella norma è stata pensata proprio per le professionalità parasanitarie con laurea breve o con laurea che spesso vengono inquadrate a livelli non propri. Il tabellare del secondo livello è 1.644,37 , qui sul blog tra i documenti troverai contratto e tabellari. Dovrai aprire una vertenza con il tuo datore di lavoro va in Filcams cgil della tua città e farti assistere nella richiesta del livello che comprenderà anche gli arretrati. facci sapere ! ciao patrizia cgil ps se vai su "dai territori " guarda se c'è la tua regione on line , ci sono quasi tutte , ci stiamo lavorando

  • Pietro

    21/05/2018 - 0:58

    Buongiorno, volevo chiedervi un informazione riguardo al contratto. Lavoro come fisioterapista in un centro privato. Ho un contratto da massofisioterapista (3 super), mentre per la mia laurea dovrei essere un 2 livello come è specificato nel ccnl. Il mio datore di lavoro è obbligato a riconoscermi il mio livello reale? Nel caso mi deve degli arretrati? Si tratta di demansionamento? Quale dovrebbe essere l’elemento nazionale di allineamento contrattuale per un 3 super? Vorrei controllare fosse corretto. Grazie

  • Patrizia

    14/05/2018 - 17:34

    cara bianca , anche questa norma l'abbiamo discussa tra noi lungamente . Hai visto il comma dell'art. 93 , che sembra integrare l'art. 81 e un altro pezzo è all'art. 74 ultimo comma con la dichiarazione a verbale , a questa norma è da scrivere meglio , si mangia la coda ! Una cortesia: quando citate norme contrattuali mettete anche i numeri , così non facciamo confusione e andiamo subito sul pezzo . patrizia cgil

  • Bianca

    14/05/2018 - 15:05

    Riagganciandomi ancora una volta al discorso di Alessia, tengo a ribadire che all'interno della normativa sul congedo di maternità e congedo parentale, bisognerebbe scrivere chiaramente quali sono i diritti. Vi chiederei di portare anche la questione dell'integrazione delle festività (se dovuta), magari inserendo la frase indicata nel C.C.N.L. del Commercio "ai sensi della L. 31/03/54 n. 90, per le festività cadenti nel periodo di assenza obbligatoria e facoltativa, la lavoratrice ha diritto ad un'indennità integrativa di quella a carico dell'INPS, da corrispondersi a carico del datore di lavoro, in modo da raggiungere complessivamente il 100% della retribuzione..." Dico questo perchè nel mio caso mi è stata negata l'integrazione in quanto sul C.C.N.L. c'è scritta una frase tipo " è dovuta in caso di assenza per malattia, congedo matrimoniale etc..." e non è specificato chiaramente il congedo parentale... Io so che "etc" dovrebbe far includere tutto ciò che è tutelato dalla normativa, però i datori di lavoro scelgono sempre la chiave di lettura più conveniente per loro... Grazie ancora di tutto!!

  • Patrizia

    10/05/2018 - 18:42

    cara Alessandra , concludo sulla pratica: è un argomento molto discusso e giustamente . Però attenzione , la questione che poni tu è diversa . Il contratto degli studi professionali riguarda i dipendenti non i professionisti . La pratica professionale e le professioni sono regolate dagli ordini e i contratti nazionali di categoria non possono entrare nell'attività degli ordini . L'apprendistato per l'alta formazione previsto per la pratica è stato inserito come strumento nel contratto è vero , ma l'apprendistato è di competenza regionale , ha necessità di accordi regionali e che io sappia è stato firmato solo nelle marche . Per ora rimane nelle buone intenzioni scritte nel contratto. Se vuoi rimanere aggiornata su questa materia , in continua evoluzione cerca la pagina della cgil consulta delle professioni , troverai gli approfondimenti. Se non sono stata chiara , riparliamone ciao e grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    10/05/2018 - 10:35

    molto bene Alessandra scusa ancora ... è quello che cerchiamo : suggerimenti , proposte costruttive , non ti preoccupare vai tranquilla se hai altre osservazioni falle ! quello che non va bene è il lamento indistinto , quello non serve a nessuno e men che meno ad una trattativa .. quindi OK Ottima osservazione sui rol ! per la pratica la questione è più complessa , riprendo la risposta nel pomeriggio ! patrizia cgil

  • Alessandra

    09/05/2018 - 22:09

    Buonasera Patrizia, nessun problema, sono cose che capitano! Adesso se non altro ho ben chiaro come funziona la contrattazione ;)) Se posso dire la mia sul contratto vigente, una delle cose che cambierei è la maturazione dei Rol legati all'anzianità aziendale, mi può anche star bene iniziare a maturare i permessi dopo un anno, però questo dovrebbe accadere una sola volta nella vita lavorativa, non con ogni datore di lavoro, perlomeno non da un datore di lavoro all'altro con stesso ccnl. Mi spiego, nel mio caso ho lavorato un anno presso uno studio, e non li ho maturati, dopo 13 mesi ho cambiato studio, e ora sono punto e a capo 🙁 Dovrò aspettare ancora un anno, e comunque tra un anno matureranno solo in misura ridotta, questo non mi sembra molto corretto... poi capisco che non si può solo chiedere, però tra le tante cose ci si può provare... un altra cosa che mi sento di segnalare è la mancanza di regolazione del praticantato per l'accesso alle professioni ordinistiche, in costanza di rapporto di lavoro... cioè il contratto dice che è possibile fare praticantato con un contratto di apprendistato (di alta formazione) ma nulla dice per quelle persone che fanno già quel lavoro da tempo, e tentano la strada dell'abilitazione professionale, un impiegata di uno studio che fa quel lavoro da molti anni che decide di tentare la strada per diventare commercialista, come può svolgere la pratica? Facendosi assumere come apprendista? Facendosi pagare poco o niente, con tutta l'esperienza e le capacità già acquisite? Mi sembra un po' assurdo, ma forse mi sbaglio io e c'è qualche previsione contrattuale che mi sfugge... se qualcuno sapesse dirmi qualcosa in merito lo ringrazio anticipatamente! E grazie a tutte voi per il lavoro che fate!

  • Patrizia

    09/05/2018 - 20:58

    bis del bis... scusa Alessandra , irene si è fatta una risata e mi dice ora che le alessandre sono due .. scusa, sai com'è, la domanda era la stessa e mi è partito un embolo ! patrizia cgil

  • Patrizia

    09/05/2018 - 20:44

    bis : a giorni pubblicheremo il contratto regionale firmato a Bolzano trentino , così vi renderete conto di cosa è un contratto regionale e cosa si può ottenere , tenendo conto che stiamo parlando di una zona ricca del paese , però perché non tendere al meglio ? patrizia cgil

  • Patrizia

    09/05/2018 - 20:43

    cara alessia, non ho figli ma se li avessi avuti Bianca è un nome che avrei scelto per una figlia femmina, bellissimo, è vero. Mi ricordo della tua domanda sui rol in maternità , abbiamo consultato il nazionale per questo e mi ricordo di averti risposto che il sindacato da una interpretazione la più favorevole possibile al lavoratore e quindi considera implicita tale maturazione, ma so che la materia è controversa perché non è esplicita nel contratto. Questo argomento , proprio dopo la tua segnalazione, l'avevamo nell'elenco delle richieste da portare al tavolo, come tutta la partita maternità e part-time è importantissimo ! la contrattazione regionale potrebbe intervenire meglio su questo ma facciamo molta difficoltà ad avviarla, compreso il Friuli. Il Friuli non è ancora on line , sono già passata per aprire le pagine territoriali stiamo aspettando , dovremmo esserci. Puoi cercare a Pordenone Filcams regionale Susanna Pellegrini 0432/980589, l'ho già avvertita del tuo messaggio .. quando chiami di che ti abbiamo mandato noi , facci sapere che interveniamo se non riesci . Continua a mandarci le tue osservazioni sono preziose per noi ! patrizia cgil

  • Patrizia

    09/05/2018 - 20:28

    per Alessandra e Raffaele e per tutti : leggete i messaggi precedenti , soprattutto le nostre risposte , è inutile ripetere sempre le stesse cose ..Alessandra tu hai già scritto 1 settimana fa e hai fatto la stessa domanda e io ti ho risposto , non sono stata chiara ? a me pare di si! Il contratto è scaduto da 1 mese , deve essere ancora avviata la trattativa , anche se ci sono i primi contatti. E' impossibile sapere tempi e modalità , si chiama TRATTATIVA cosa significa secondo voi? i contratti di lavoro non sono obbligatori , la trattativa è tra libere parti per loro volontà, ti chiedo per carità Alessandra hai capito ? Ci sono categorie che non hanno il contratto anche da 5 anni , leggete i giornali e informatevi su come funziona la contrattazione , non c'è nulla di automatico , può durare 1 anno , 6 mesi , 3 anni , 4 anni, mai dipende anche da noi , quindi Alessandra chiedere ogni tanto se ci sono novità non basta. Caro Raffaele è presto per qualsiasi iniziativa , aspettiamo i primi incontri e vediamo come va ? sul blog sarete sempre informati ma c'e una cosa che potete fare , andare in sindacato e darci una mano ! patrizia cgil

  • Raffaele

    09/05/2018 - 12:50

    Buongiorno a tutti.. volevo sapere se ci sono novità in merito al rinnovo!! Qualcuno ha notizie? Altrimenti, non sarebbe male iniziare con qualche attività come negli anni passati?

  • Alessandra

    08/05/2018 - 21:09

    Quando si saprà del rinnovo del contratto? Grazie

  • Alessia

    08/05/2018 - 11:37

    Io ho letto il contratto e come dice Bianca (bellissimo nome, l'ho dato alla mia seconda figlia!) sarebbero necessari chiarimenti proprio sulla parte riguardante la maternità e maturazione dei permessi, cosa che avevo citato qua nell'apposita sezione tempo fa e mi era stato risposto che è "implicito" e che maturano, ebbene purtroppo non è così perchè chi fa le paghe va a confrontarsi con l'associazione datori di lavoro che chiaramente nega e interpreta come fa comodo a loro. Su questo punto vi sono interpretazioni discordanti, che "tirano l'acqua al proprio mulino" da entrambe le parti, ci vorrebbe chiarezza e se effettivamente i permessi devono maturare in maternità, che venga scritto nero su bianco. Poi un'altro tema scottante: il part-time post maternità... (metto i puntini, a buon intenditor poche parole..). Sarebbe quantomeno "carino" (...) che ci sia la possibilità di chiedere un part-time dopo il rientro dalla maternità (magari limitato ai 3 anni del bimbo ad es.) che il datore di lavoro DEBBA accogliere e nel caso in cui non possa deve motivarlo chiaramente (in forma scritta e motivazioni SERIE); questo settore è formato nella quasi totalità da donne, e volenti o nolenti i figli non arrivano dal cielo ma li facciamo noi e magari vorremmo anche seguirli nell'infanzia, senza diventare sceme tra corse mattutine, babysitter/asilo nido, nonni che ancora lavorano (perchè chissà quando andranno in pensione) ecc ecc ecc... e nel frattempo dobbiamo essere produttive come prima... nel contratto del commercio c'è un articolo ben chiaro se non ricordo male che va a disciplinare ciò, si potrebbe inserire anche qua! (la mia è un'idea, ma prevedo una lotta estenuante con la controparte...) Ultima cosa: io sono del FVG, nella pagina "Dai Territori" vedo che la contrattazione di 2° livello è "in corso", vorrei sapere a chi rivolgermi (non vedo link con contatti locali) per avere notizie in merito e sapere se si può contribuire in qualche modo.

  • Patrizia

    04/05/2018 - 22:02

    ottime osservazioni sia franca che Bianca , così ci aiutate davvero! le cose che dici Bianca le avevamo sollevate , dando risposte sul blog ci eravamo accorte che il contratto era poco chiaro su quei punti . Aggiungerei anche l'art. 125 tredicesima pagata in maternità al 20% non si può vedere! Ci piacerebbe che leggessimo insieme il contratto anche per migliorarlo in chiarezza e per correggerli nelle piccole e grandi inesattezze e iniquità. Concordo con franca e Bianca : il nostro lavoro è diventato difficile e complicato , ci viene richiesta sempre più professionalità e preparazione che spesso facciamo da sole , dobbiamo rivendicarlo . Abbiamo un problema di passaggio di livello che non è mai legato alle mansioni , come risolverlo ? Ecco questo modo di discutere mi piace , è costruttivo molto bene! grazie dei complimenti , il blog è bello è vero ! ciao patrizia cgil

  • Bianca

    04/05/2018 - 16:13

    Buongiorno a tutti. Io a parte il lato economico che ci vede di gran lunga distanti da molte altre attività lavorative con meno responsabilità delle nostre, vorrei più chiarezza sulla normativa della maternità. Mi piacerebbe che ci fosse ben specificato se i rol in maternità anticipata ed obbligatoria maturano, perchè sul contratto non vengono nominati, ma sul web ho trovato un quesito posto all'Asociazione dei Consulenti del Lavoro, dove si diceva chiaramente che si intende anche la maturazione dei rol. Inoltre, visto che la questione mi ha toccato proprio da vicino, vorrei che venisse chiaramente specificato che le festività cadenti durante il congedo parentale (comprese quelle soppresse che non vengono accantonate, ma sono retribuite quando cadono) NON devono o devono essere integrate dal datore di lavoro, in modo da raggiungere il 100% della retribuzione. Secondo me su questi temi il contratto è poco chiaro e lascia spazio ai datori di lavoro per l'interpretazione che più gli fa comodo... Vi ringrazio per il grande lavoro che state facendo!! Siete uniche!

  • Emilia

    03/05/2018 - 19:01

    Ogni volta la stessa storia. Ormai seguo quasi da vicino i rinnovi del nostro contratto. La sequenza è sempre la stessa ci lamentiamo, vogliamo tutto e subito, ma il motto è sempre "armiamoci e partite". La situazione è questa, non facciamo paura e non sappiamo essere incisivi. Tornando al rinnovo, l'aumento non è l'unico risultato a cui puntare. Io, in quanto donna e mamma, auspicherei ad un telelavoro che non sia solo previsto genericamente, ma che sia una possibilità più concreta per tutti. Inoltre a livelli che siano più legati alle nuove modalità di lavoro. Ormai sono richieste competenze informatiche importanti che dovrebbero essere riconosciute nell'inquadramento di un dipendente

  • Franca

    03/05/2018 - 10:50

    io credo che potremmo tentare, e dico tentare, perchè dall'altra parte la Confprofessioni non pensa proprio di accordarci quello che chiediamo, ma il meno possibile, di ottenere un aumento degli scatti di anzianità ed un passaggio di qualifica per anzianità , arrivando al primo livello dopo aver maturato tutti gli scatti di anzianità. Questo perchè penso che un allineamento agli altri CCNL non l'otterremo mai. Pensate che ci riconoscano aumenti di 2/300,00 EURO!?!. Si potrebbe anche chiedere una ridefinizione degli inquadramenti, più analitica, aggiungendo ora anche il telematico, la fatturazione elettronica, che ha aumentato la ns responsabilità ma non lo stipendio! Potremmo come arma cercare di farci conoscere mandando lettere ai vari giornali ed associazioni dei consumatori ed altre a ns favore. Mi sembra che nell'altro rinnovo lo abbiamo fatto alla fine. Forse iniziare prima sarebbe più utile. Magari li stanchiamo!!! Dobbiamo farci sentire, perchè siamo tanti, e per questo quando partano delle iniziative dobbiamo partecipare !!!!!

  • carmen

    02/05/2018 - 13:42

    Ciao a tutti. Patrizia ha ragione. Non potete buttare un sassolino e ritirare la mano... Siamo tra colleghi, tutti abbiamo gli stessi problemi e siamo tutti ansiosi a che il contratto si rinnovi in tempi brevi e che sia per tutti migliorativo. Siamo o non siamo dei problem solving in ufficio? Vediamo di "risolvere" o migliorare la nostra categoria a livello di attività sindacale, per far capire alla controparte che ci siamo, che vogliamo un rinnovo "veloce" e migliorativo. Vi ricordiamo anche che nelle Pagine Territoriali avete la possibilità di farvi sentire https://www.impiegate.org/dai-territori/ Per quanto riguarda le proposte, visto che parecchi ancora non sono iscritti a Cadiprof, la composizione di una commissione esterna per verificare/controllare chi non è iscritto e di stabilire delle sanzioni a quei datori di lavoro che non si siano regolarizzati.

  • Patrizia

    01/05/2018 - 23:16

    mah, evidentemente non riesco a spiegarmi ! mi piacerebbe che chi lascia questi post mi rispondesse e in vece non succede mai Vedi Michel non serve ne sperare , ne aspettare , serve fare . Ti rispondo con delle domande : tu cosa sei disposto a fare perché le tue ragioni siano ascoltate ? di chi pensi sia la colpa dei bassi salari nella nostra categoria ? come pensi di sostenere le tue ragioni ? vi prego rispondetemi altrimenti questi post non hanno senso e non facciamo una discussione utile. Rileggete i miei post ed entrate nel merito , si fa così nelle discussioni. Patrizia cgil ps tenete presente che noi siamo tutte lavoratrici di studi professionali esattamente come voi , qui non intervengono funzionari sindacali siamo libere ma per cortesia dimostriamo un po di intelligenza

  • MICHAEL BENEDETTI

    29/04/2018 - 19:27

    Buonasera, anche io sono piuttosto ansioso di sapere quando ci sarà il rinnovo dal momento che spererei in un aumento abbastanza importante della paga base..è vergognoso che un settore tanto importante e qualificato abbia rispetto ad altri (senza mancare di rispetto a nessuno) delle penalizzazioni economiche così profonde.. Vado a fare anzi il magazziniere a questo punto!!!

  • Patrizia

    27/04/2018 - 22:02

    scusate .. mi sono un po arrabbiata , capita! Io angy carmen e irene seguiamo questo blog da 15 anni , abbiamo dedicato energie , tempo , le ferie perché non ci sono permessi sindacali , lavoriamo negli studi come voi e sentire definire "vergognosi " i contratti che ci sono costati tantissima fatica, beh mettetevi nei nostri panni . Preferiremmo leggere "ragazze vi diamo una mano " se siamo in tanti andiamo tutti meglio e la nostra controparte magari prende un po' di paura o no ? voi capirete siamo circa un milione , in quattro + emilia facciamo anche troppo , quindi noi ci aspettiamo tanto da voi , per questo abbiamo aperto il blog alla discussione sul contratto . lo sappiamo tutti che abbiamo i tabellari bassi ma il problema è : come intendiamo risolvere questa cosa visto che nessuno regala niente ??? perdonate lo scatto ma sono anch'io umana patrizia cgil

  • Patrizia

    27/04/2018 - 18:32

    cari ragazzi , vedo che non leggete i miei post .. forse sono stata poco chiara? cara Alessandra il contratto è scaduto il 30 marzo , siamo al 27 di aprile , tu pensi che sia una cosa automatica o burocratica ? sai come si fanno i contratti? mi fa disperare quello che scrivi , eppure dovrei essere abituata dopo tanti anni di lavoro in uno studio , ben 42 , e 20 anni di attività sindacale . Ti rispondo sul merito : non si sa, dipende dalla trattativa che noi come lavoratori dovremmo sostenere con attività sindacale, non è nemmeno scontato che un contratto ci sia , visto che sono trattative libere tra le parti , siamo stati anche 10 anni senza contratto senza che nessuno di noi dicesse "bah" per fortuna il sindacato è intervenuto . Ma scusatemi .. dove vivete ? per sandra e nicola : tutto quello che viene chiesto nelle piattaforme deve essere sostenuto da un'azione sindacale dei lavoratori , nulla arriva gratis e tutto costa fatica. Le vostre richieste come intendete sostenerle ? ci diamo tutti una mano ? bene .. il blog esiste apposta. Il buono pasto ha sempre fatto parte delle trattativa , ma appunto di tavolo di "trattativa " si tratta , lo dice la parola : si tratta ! se un braccio è più debole dell'altro si porta a casa quello che si può. Avevo anche spiegato e lo rispiego, che negli anni i contratti sono molto cambiati il contratto nazionale stabilisce i tabellari minimi legati all'inflazione e i contratti integrativi il salario di produttività , ci sono tavoli regionali aperti , è li che dobbiamo spingere , vogliamo spingere o soltanto lamentarci ? si va in sindacato e ci si da una mano.

  • alessandra rey

    27/04/2018 - 17:44

    Buonasera a tutti, ma per caso si sa qualcosa in merito alla data del rinnovo? quanto tempo dovremo aspettare ancora? Grazie!

  • nicola

    27/04/2018 - 10:43

    Lascio anche il mio pensiero: ferie e permessi secondo me sono numericamente più che sufficienti, anzi nella maggior parte dei casi non si riescono a fare vista la ripetitività delle scadenze, ma questo è un altro problema. I minimi retributivi invece sono veramente ridicoli, totalmente sproporzionati alla mole di lavoro, responsabilità e stress che comporta il lavoro degli studi negli ultimi anni e anche inferiori alla maggior parte degli altri settori. Ma dopo aver letto che eventuali aumenti sono legati solo all'inflazione e non c'è ulteriore margine non mi faccio illusioni. Mi rendo conto che si cerca di compensare con Cadiprof ebipro ecc. ma purtroppo non è la stessa cosa.

  • Sandra

    26/04/2018 - 21:57

    Buonasera a tutte/tutti Oltre a un aumento significativo della retribuzione in considerazione della responsabilità che il tipo di lavoro svolto richiede io personalmente sono impiegata in uno studio di commercialisti inserire dei buoni pasto???

  • Sandra

    26/04/2018 - 21:23

    Buonasera a tutte Io sono impiegata in uno Studio di Commercialisti e vista la responsabilità del lavoro che si svolge direi che un miglioramento significativo della retribuzione sarebbe il minimo visto che siamo da sempre una delle categorie peggio pagate inoltre come proporrei anche l'introduzione di buoni pasto

  • Patrizia

    19/04/2018 - 20:27

    bis .. scusate, solo per dire che non basta che una cosa non sia giusta per ottenerla , i contratti di lavoro sono patti tra privati , lo stato in questo caso interviene nella legislazione e nella contrattazione solo per favorire un accordo come terzo. Ogni cosa nel mondo del lavoro è stata conquistata non ci è stata concessa , guardate la storia e tutto sarà chiaro, bisogna darsi da fare il blog esiste anche per questo patrizia cgil

  • Patrizia

    19/04/2018 - 18:25

    caro Lorenzo , prendo spunto da te per rispondere un po' a tutti . Hai perfettamente centrato il problema , che è un po' il timore anche della Filcams , aprire un dibattito sul blog per una categoria non organizzata con il sindacato è molto complicato. Non facciamo riunioni , non siamo tesserati al sindacato , non abbiamo struttura sindacale , rispetto agli altri lavoratori c'è una bella differenza e questo pesa moltissimo al tavolo, quando ci chiedono: ma voi chi rappresentate ? Nonostante ciò abbiamo deciso di correre il rischio e di aprire il dibattito sul blog , è importantissimo comunque anche se, hai ragione Lorenzo, creare delle aspettative eccessive è pericoloso . Io ho lavorato negli studi per 42 anni , ne ho 62 , ho partecipato al primo contrato di categoria nel 1972 , li ho vissuti e visti tutti , esperienza ne ho ... , potrei raccontarvi tante cose ma veramente tante , mi piacerebbe vedervi ma sob ... non si può. Vedo dalla discussione , molto interessante, che c'è troppa aspettativa soprattutto da un contratto nazionale ma questo può derivare dalla scarsa conoscenza dei meccanismi della contrattazione che segue leggi , regole e protocolli di intesa .. non si può chiedere qualsiasi cosa attenzione. Il contratto nazionale via via nel tempo si è trasformato in una cornice di regole nazionali della categoria , i tabellari sono i trattamenti minimi e gli aumenti seguono l'andamento dell'inflazione non del merito. il merito e la produttività si trattano ma nella contrattazione di secondo livello , alla quale è collegata la detassazione . Quindi parte delle cose, che giustamente fate notare si possono trattare nei secondi livelli regionali , sono aperti tanti tavoli regionali che hanno bisogno della nostro spinta , dobbiamo spingere li. La maternità è una legge dello stato e la facoltativa al 30% e determinata dalla legge e la paga l'inps , quello che si può chiedere è l'integrazione attraverso gli enti bilaterali regionali ma ci vuole la contrattazione regionale, insomma ragazzi se volete vi spiego passaggio per passaggio. Seguite il consigli di angela , leggete il contratto e poi gli articoli qui sul blog che riguardano la contrattazione di secondo livello , non caricate tutto sul nazionale che pure è importantissimo. Per risponderti Lorenzo, mah i rapporti bilaterali sono buoni e la controparte c'è , vediamo, è impossible da prevedere , qualsiasi cosa può interrompere una trattativa , ne ho viste tante.. ricordiamoci che per 10 anni non abbiamo avuto un contratto e quindi nulla è scontato , iniziamo l'avventura e spero che sarete in tanti a darci una mano ne abbiamo bisogno! In alto "dai territori " potete mettervi in contatto con la filcams della vostra città , fatelo! patrizia cgil ps fatemi qualsiasi domanda sulla contrattazione vi risponderò con piacere

  • sara

    19/04/2018 - 17:46

    Buonasera a tutti, ho letto un po' i post e vedo che siamo allegramente tutti sulla stessa barca!! ovviamente ognuno ha le sue esigenze.. io lavoro in uno studio medio diciamo, da 7 anni e mezzo. mi piacerebbe che ci fosse uno scatto "automatico" di livello dopo tot anni. principalmente, perché come tutti sappiamo, nelle realtà piccole, tutti facciamo tutto, senza badare molto alle mansioni specifiche del livello. così mi ritrovo ancora al livello quarto, nonostante svolta mansioni anche di altri livelli. ovviamente non avrò mai il terzo, semplicemente perché dal terzo in su è per i laureati (almeno qui). grazie a tutti voi! buona giornata, sara

  • Michelangelo

    19/04/2018 - 15:38

    Ciao a tutti, come detto, la questione principale resta quella retributiva. Sono riuscito a "strappare" un secondo livello più i buoni pasto ma rispetto ad altri contratti resta sempre estremamente basso. Mi toccherà probabilmente lasciare questo studio per uno più grosso in cui siano disposti ad applicare il commercio. Inoltre, i ROL (40 ore) mi sembra siano più bassi rispetto ad altri contratti. Non sarebbe male, riuscire ad ottenere qualcosa anche su questo versante. Grazie per i vostri sforzi dentro e fuori dal blog!

  • Carolina

    19/04/2018 - 14:48

    Lascio anche il mio messaggio... I nostri stipendi in confronto alle altre categoria (sempre a livello impiegatizio) sono una miseria e non è giusto Concordo che gli scatti di anzianità dovrebbero essere maggiori e non limitati ad un mero numero, ma legati al tempo di permanenza presso lo stesso studio Dovrebbero essere previsti dei bonus..spesso una segretaria assunta da una persona lavora poi di fatto per più persone con il solito misero stipendio Dovrebbe essere prevista una voce "trasferta"......noi che tutti i giorni ci muoviamo in giro per uffici con i nostri mezzi...ma questi costano non sono di benzina ma anche di usura...quindi oltre ai rimborsi spese per spostarsi ci dovrebbe essere dato un qualcosina in più per la "trasferta" La maternità è retribuita all'80%...non ci sono categorie con retribuzione al 100%?? I congedi parentali successivi sono al 30%....se si considera lo stipendio...uno è costretto quasi a rinunciare o i soldi non bastano.....sarebbe forse più giusto e un 50%?

  • Cinzia

    19/04/2018 - 11:38

    Buongiorno, nelle tante "idee" butto nel calderone anche la mia personale: gli scatti di anzianità! Dopo un certo numero di anni gli scatti di anzianità non vengono più riconosciuti e quindi si perde anche quel piccolo arrotondamento di stipendio. Non lo trovo corretto, fedeltà al posto di lavoro, continuità ed esperienza non vengono considerate, ma anzi penalizzate! Lavoro in questo studio da 20 anni e da 10 non ho un aumento se non lo scatto di anzianità ed il rinnovo contrattuale. Si potrebbe quindi andare a trattare anche questo argomento? Grazie mille.

  • Lorenzo

    18/04/2018 - 19:27

    Buonasera Patrizia e grazie per l esistenza di questo blog che è uno dei pochi luoghi dove si parla e ci si confronta su temi che ci riguardano ogni giorno. Ho appena finito di leggere il tuo post di poco fa. Comprendo la volontà di evitare che le troppe aspettative sul rinnovo del ccnl possano poi portare a dei malumori finali da parte di molti di noi. Quindi provo a porre la domanda in termini diversi. Preso atto dei vari ns chiamiamoli 'desideri' cosa pensi in base alla tua esperienza che sia più probabile riuscire ad ottenere in sede di rinnovo? E c è la possibilità di un nuovo contratto già entro la fine del 2018? Grazie mille per quello che fate per la ns categoria.

  • Patrizia

    18/04/2018 - 18:53

    bis tra un po' pubblicheremo la piattaforma presentata alla nostra controparte , è un documento organizzato per temi che durante la trattativa verranno sviluppati. Seguiremo sul blog passo per passo tutta la trattativa. Vi suggerisco un tema : diritti sindacali art. 6 e seguenti patrizia cgil

  • Patrizia

    18/04/2018 - 18:46

    cari mario e mariella grazie , discussione interessante davvero, grazie a tutti ! abbiamo bisogno di proposte per arrivare al tavolo delle trattative anche con il contributo di tanti di voi. Molto complicato parificare semplicemente con confedertecnica , sarebbe un danno per chi viene da quel contratto , è come un superminimo che conservano come diritto acquisito. Vedo che il passaggio a livello e i tabellari sono gli argomenti più trattati. Ho lavorato 42 anni negli studi e purtroppo so che il passaggio a livello è un punto dolente .. non mi sono mai mossa dal 3 livello nemmeno io, sappiamo tutti bene che il nostro lavoro si è complicato moltissimo e le responsabilità tante ! non è facile trovare degli automatismi , vediamo. I tabellari purtroppo si portano dietro 10 anni di mancato rinnovo del contratto , non è facile nemmeno qui . Buoni pasto e altro , ci proviamo sempre anche qui non è facilissimo. Non dimentichiamoci che abbiamo il livello contrattuale regionale e che si può recuperare salario anche da li. E'importante che tutti noi diamo il nostro contributo alla discussione , contattate le sedi sindacali indicate in alto sul blog "dai territori" , dovremo aiutare i nostri rappresentanti sindacali al tavolo delle trattative è decisivo davvero! patrizia cgil ps grazie mario per i complimenti , il nostro blog è davvero bello ce lo diciamo anche tra noi !!!

  • MARIELLA

    18/04/2018 - 10:18

    BUONGIORNO a tutti, vista la risposta data al sig. Edo, si potrebbe pensare dopo 15 anni di allineare tutti a confedertecnica, in modo che non toglieremo a loro un diritto acquisito , ma acquisiremo per gli altri un diritto che gli altri avevano gia' ottenuto 15 anni fa? Inoltre si potrebbe chiedere come visto gia' proposto in altri post, i buoni pasto per tutti, sarebbe comunque un benefit, o/e per chi viaggia l'abbonamento ai mezzi pubblici ( ricordandosi di indicare che non e' facoltativo altrimenti non ce li daranno mai) So che tutto sara' impossibile, ma anche aggiornare gli importi degli scatti che ora sono molto bassi. Naturalmente mi trovo d'accordo con chi ha chiesto di rendere automatico il passaggio di livello dopo 3 o 5 anni si potrebbe differenziare a seconda del livello;, perché nei piccoli studi e' veramente difficile far accettare questo passaggio e ti senti quasi come uno che chiede la carita', quando invece sai di valere molto ed essere pagato troppo poco, specialmente con tutte le nuove procedure e dichiarazioni (parlo di studi commercialisti) delle quali grazie alla "semplificazione"siamo stati caricati ultimamente. Quindi nella richiesta degli aumenti di stipendio farei proprio notare come il lavoro negli studi sia triplicato rispetto un decina di anni fa, e purtroppo le scadenze non si possono rinviare quindi siamo più impegnati e con grande stress per riuscire ad ottemperare tutto. Si potrebbe anche chiedere di estendere con cadiprof la tutela sanitaria ai propri ascendenti (genitori anziani) oltre che discendenti (bimbi /figli) come hanno altri contratti, anche se dovessimo aumentare un po' il versamento. Anche per quanto riguarda l'orario dei nostri uffici, se si riuscisse ad ottenere la riduzione da 40 ore settimanali a 35/38 ore settimanali per permetterci anche un po' di tempo libero in più da dedicare ai nostri cari e a noi stesse. Approfitto anche per ringraziare chi si sta dando da fare per il nostro contratto, per il tempo dedicato per noi. Mariella

  • Mario

    18/04/2018 - 9:46

    Condivido perfettamente quanto dichiarato dall'utente EDO90. Nonostante le rivisitazioni dei minimi tabellari, le paghe del CCNL studi professionali sono basse in rapporto ad altri settori, ancor di più per il ruolo di responsabilità che comporta tale lavoro. Se a questo ci aggiungiamo i problemi cronici nell'inquadrare sempre con il livello più basso i dipendenti, ecco che il gioco è fatto. Prometto che mi impegnerò a trovare l'ufficio competente di zona e a tenermi aggiornato in merito, non conoscevo questa pagina, ma la trovo molto utile e completa. Buona giornata a tutti, e soprattutto buon lavoro (sperando alla fine ci sia un riconoscimento congruo di tale operato!)

  • Patrizia

    17/04/2018 - 21:12

    caro edo , si è così i contratti 15 anni fa erano tre , confedertecnica aveva i tabellari più alti , quando finalmente si è arrivati ad un contratto unico si è dovuto creare quell'elemento distinto per mantenere il diritto acquisito. Continua pure a setacciare il contratto , serve a tutti ! patrizia cgil

  • EDO90

    17/04/2018 - 19:54

    Per quanto riguarda invece l'art.123 del contratto scaduto (minimi tabellari) in fondo, non è chiaro a quali tipologie di lavoratori si debba corrispondere l'elemento nazionale di allineamento contrattuale. Forse perché il problema non mi si è mai proprio presentato!!!! 🙂 Si deve applicare solo a quei dipendenti dei livelli 1, 2, 3S che provenivano dal CCNL confedertecnica e quindi assunti con quel contratto oppure si deve applicare anche ai neoassunti nei predetti livelli? Magari si potrebbe dire in modo più chiaro. Tra parentesi un quadro a tempo pieno (cioè il massimo proprio) con il CCNL scaduto veniva a prendere circa 1500 mensili con l'ultimo aumento di settembre scorso... li prendono gli amministrativi degli altri settori per fare molto meno e con molta responsabilità in meno :'-) in sede di contrattazione bisognerebbe cercare di far leva sulla responsabilità crescenti che comportano i vari livelli (io parlo per la conoscenza che ho dell'area economico-amministrativa) per spuntare qualcosina! (magari!!!) già un 2° livello o un 3°S hanno probabilmente più peso sulle spalle di un 2° o di un 3° del commercio... poi è logico anche che spesso gli studi perdano figure importanti che per convenienza economica e ... maggiore tranquillità sul posto di lavoro passino alle aziende. Un saluto, Edoardo.

  • Patrizia

    16/04/2018 - 12:26

    molto bene edo! ottime osservazioni , ce ne aspettiamo delle altre! Per il sistema bilaterale contrattuale : si il problema è legislativo . I versamenti agli enti sono obblighi contrattuali e non di legge , a rafforzare l'obbligo è intervenuta una circolare del Ministero del lavoro n. 43/2010 che è stata recepita dal contratto e che ha consentito di normare l'EDR., E' un problema molto complicato e non di facile soluzione., ma confidiamo di arrivarci prima o poi, vista l'importanza che sta assumendo il sistema bilaterale. Discorso a parte sono i fondi pensione che hanno una regolazione contrattuale ma anche le norme di legge. grazie degli spunti davvero interessanti patrizia cgil

  • EDO90

    14/04/2018 - 22:29

    Invece per quanto riguarda l'art.43 "principio di non discriminazione e riproporzionamento" del tempo parziale, suggerirei di inserire qualcosa tipo: "il riproporzionamento del trattamento economico e normativo del lavoratore assunto a tempo parziale si determina sulla base del rapporto fra orario settimanale ridotto moltiplicato per 52 settimane ed il risultato del prodotto del divisore orario contrattuale moltiplicato per 12 mesi". Es. 20 ore settimanali p.t. orizzontale = (20x52)/(170x12) = 50,98% che è diverso da 50% a lungo andare!! Non sempre chi elabora le paghe si prende la briga di calcolare effettivamente la giusta percentuale di part-time dei mensilizzati!

  • EDO90

    14/04/2018 - 22:08

    Ciao a tutte/i!! Come già detto in altra sezione del blog, lo scrivo anche qui. Se possibile bisogna cercare di risolvere la situazione di sistematico mancato versamento della contribuzione alla bilateralità di settore (ebipro/cadiprof) e/o la mancata corresponsione dell'E.D.R. (parliamo di 32 euro per 14 mensilità!! controllate che nella busta paga ci sia la trattenuta cadiprof oppure la voce EDR!!) che so essere prassi usuale in tutto il territorio nazionale. Da come ricordo manca la possibilità di delegare l'inps alla riscossione effettiva delle somme (forse un problema legislativo?): mi sembra che ebipro e cadiprof non possano proprio agire per riscuotere le somme dovute previste dal CCNL. Se uno studio decide deliberatamente di aderire al CCNL e di non versare la contribuzione, ad oggi può dormire sonni tranquilli! La mia proposta è collegare l'automatismo della comunicazione Unilav e del flusso Uniemens, dalle quali risulta il CCNL applicato, ad una posizione presso gli istituti della bilateralità, in modo che ebipro possa quantomeno scrivere due righe per far sapere che conosce quel datore di lavoro. A quel punto il nuovo CCNL potrebbe prevedere l'obbligo per il datore di lavoro di comunicare tramite posta certificata la decisione di non versare la contribuzione alla bilateralità e sostituirla con l'EDR (in caso di mancata erogazione di prestazioni al lavoratore in sostituzione della bilateralità di settore) e mettere così almeno l'impegno nero su bianco. Poi, se si possa fare di più, oppure niente, a livello di contrattazione nazionale io non lo so!! Se solo si riuscisse a riscuotere tutte le somme non versate pensate all'implementazione che potrebbero avere ad esempio i servizi offerti da Cadiprof!!! Sono ipotesi, forse imprecise dal punto di vista del diritto, ma spero vivamente vi possano offrire uno spunto! Edoardo

  • Patrizia

    12/04/2018 - 18:00

    ciao sara, beh .. lo chiediamo sicuro , chiedere e ottenere sono due cose diverse ! ciao patrizia cgil

  • Sara Massoni

    12/04/2018 - 12:25

    Ciao a tutti! io lavoro in uno studio professionale da 7 anni al livello 4. pensate che nel rinnovo ci sarà qualche aumento?

  • Patrizia

    10/04/2018 - 17:36

    per lorenzo , L'accordo è molto importante sono passaggi necessari per rendere esigibili le cose che sono scritte nei nostri studi , attraverso la pagina territoriale puoi contattare la filcams Liguria per sapere come muoverti , ti spiegheranno come funziona l'accordo. Potresti sorprenderti! per tutti : le pagine dei territoriali sono on line , usatele! patrizia cgil

  • Lorenzo

    10/04/2018 - 13:32

    Buongiorno a tutti , importante è batterci per aumento livello contrattuale ogni tot anni senza dover elemosinarlo al datore. Lavoro in uno studio professionale in Liguria da 5 anni. Avevo letto che eravamo L unica regione dove si era cominciato con la contrattazione di secondo livello e sono andato a leggermi il testo.....tante buone intenzioni ma di concreto nulla almeno in quel testo al momento. Magari essendo ignorante io in materia di contratti collettivi e accordi tra sindacati e associazioni di categoria non avrò capito bene quello che c è scritto ma non mi pare ci siano concreti passi avanti in quel testo.

  • Patrizia

    09/04/2018 - 19:43

    per marco: dici bene , l'obiettivo più importante è la contrattazione integrativa regionale . Ci proviamo da anni ma senza i lavoratori che premono è difficilissimo ottenere anche solo un tavolo. Comunque in liguria ci sono arrivati . Tavoli aperti ce ne sono ovunque , speriamo di aggiungere alla Liguria qualche altra regione. Per leggere l'accordo della liguria vai sui territori in alto sul blog ci sono le pagine regionali , c'è anche quella del lazio con tutti i riferimenti , puoi metterti in contatto per avere notizie. Per Santina : per essere tutelata devi andare in sindacato non c'è altro modo , quando si è da soli con il datore di lavoro vince il più forte . per matte: non sei informata su cadiprof , conosciamo bene il piano sanitario e mi pare che tu non lo abbia letto , la copertura per l'impianto c'è., come i ticket e molto altro . Le ferie sono 22 lavorativi come in tutti i contratti , oltre ai rol . Non c'è nulla di diverso da altri contratti nazionali anzi rispetto al commercio le norme sulla malattia sono migliori . Poi per fare riunioni in ogni città non c'è problema basta andare nelle sedi sindacali della propria città e proporle, io angela irene carmen lo facciamo da tanti e tanti e tanti anni e stiamo aspettando rinforzi vi diamo una mano dal blog non ci sono problemi. Vi aspettiamo patrizia cgil ps vi chiedo un favore personale .. cerchiamo di essere propositivi non usate parole come vergogna e simili ... a noi fa impressione per tutto il lavoro duro che abbiamo fatto in tutti questi anni in solitudine e usando le nostre ferie e permessi per ottenere un contratto dignitoso per tutta la categoria . Vi chiediamo proposte e partecipazione non lamenti

  • Patrizia

    09/04/2018 - 19:19

    risposte varie: colleghi e colleghe bisogna che ci capiamo... avevo scritto un post per spiegare come funziona la contrattazione , per cortesia leggetelo . non basta dire che vogliamo prendere i soldi del commercio o altro e ci verrà accordato per il solo motivo che è giusto , un tavolo di trattative non è un supermarket , nessuno deve darci per forza per intenderci, il contratto può anche non esserci , o capiamo questo semplice concetto oppure non ci siamo. Vi prego fate uno sforzo ,altrimenti è inutile che discutiamo. Se ci sarà un contratto o la lunghezza della trattativa , la qualità del contratto nazionale dipenderà anche da noi , vi ringrazio ma non basta augurare buon lavoro , , ecco abbiamo fatto tante volte questi discorsi sul blog . Vi chiedo di darci una mano , noi siamo lavoratori degli studi come voi , solo che facciamo qualcosa per il nostro contratto insieme alla Filcams , dovete fare qualcosa anche voi , andare nelle sedi sindacali della filcams della vostra città , e partecipare, più siamo e più contiamo , non ci sono altri modi , certo non una delega al blog . Dateci idee ma anche la vostra partecipazione è assolutamente necessaria patrizia cgil

  • Patrizia

    09/04/2018 - 18:56

    cara mary , questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali non possiamo risponderti , devi rivolgerti al sindacato di categoria. patrizia cgil

  • mary79

    09/04/2018 - 14:30

    salve,lavoro in una ditta artigiana dal 2011 e non ho mai visto in busta aumenti per scatti di anzianità e/o contrattuali , in quale mese dovrebbero essere liquidati? inoltro hanno cambiato tipo di busta da oraria a mensile e hanno così abbassato la retribuzione oraria facendola riportare a un Tot mensile, è corretto? lo possono fare? grazie per la risposta

  • Matte

    09/04/2018 - 9:38

    Periodo non positivo per grandi speranze nel rinnovo del contratto che almeno nella parte economica dovrebbe essere totalmente rivista ed allineati almeno a quelli del commercio vista la professionalita' che viene richiesta a fare il lavoro dei bancari con F24 , con quello degli statali inps/inail/cciiaa/agenzia entrate con i vari moduli di iscrizione, cessazione, scarico f24 art/com, i forfettari, ecc ecc E POI la parte contabile con tutte le news che han messo di liquidazione perdioche, spesometri e fiscale 730/UNICO/IMU/TASI che oltre al saperle fare comporta anche una preparazione informatica. Quindi... allineare gli stipendi almeno a quelli del commercio sarebbe il minimo. Poi corsi formativi? gia' i capi li fanno x finta ma noi ??? Quanto alla cadiprof come sapete rimborsano un max di 60euro e già solo che ti fai la pulizia denti due volte l'anno quasi una è gratuita. ma un impianto? altre spese? si potessero alzare i massimale non sarebbe brutta cosa. così per le ferie... 22gg all'anno se si hanno dei bambini diventano strettini anche perchè nelle feste se non hai parenti tocca stare a casa o li bruci? sarebbe bello riuscire davvero a fare un dibattito magari in ogni citta' e vedere se in qualcosa veniamo ascoltati. Pure il passaggio di livello è vergognoso che in una carriera si resti sempre al minimo ma sfruttati al massimo. l'ambiente è quello che è lo sappiamo tutti e non c'è alternativa dopo una certa età. Ma restare sempre quarti con promesse vane lo trovo umiliante.

  • marco

    09/04/2018 - 8:43

    Patrizia, non credo di meritare nessun grazie, grazie a voi per tutto il lavoro che fate dietro le quinte, per il resto, spero che saremo tutti uniti e compatti durante le trattative, perchè come sempre la forza la fa l'unione di tutti e speriamo che ognuno di noi, in parte rimanga soddisfatto del futuro rinnovo e di iniziare ad avere la forza necessaria per poter iniziare le trattative di secondo livello, che nel lazio, pur essendo una regione con molti contratti della nostra categoria, non è mai riuscita a partire. un saluto a tutto lo staff

  • SANTINA

    08/04/2018 - 21:23

    Salve mi chiamo Santina e sono 39 anni che lavoro presso i Notai. Devo dire che con l'ultimo datore di lavoro ho dovuto accettare di essere declassata e lavorare con contratto part-time con la speranza che dopo un anno mi avrebbe "sistemato" il contratto. A tutt'oggi questo non è ancora successo!! Il mio contratto è sempre part-time ma soprattutto sono ancora al quarto livello (nei precedenti contratti ero arrivata al terzo super) e negli anni di esperienza ne ho accumulata!!!! Purtroppo, data la mia età (54), non ho possibilità di scelta. Sono d'accordo di aumentare dopo qualche anno il livello dal momento che l'esperienza viene acquisita e non aspettare di chiedere al datore di lavoro l'aumento! Anche perché a loro va bene così. Comunque gli aumenti che ci danno sono proprio una miseria!!!! Grazie se vorrete rispondermi e.... buon lavoro a tutte/i

  • Maurizio

    08/04/2018 - 11:33

    Speriamo di poter visionare la piattaforma il prima possibile e che si riesca in pochi mesi a rinnovare il contratto. Battiamoci soprattutto per un aumento automatico di livello contrattuale ogni tot anni presso il medesimo studio o la medesima azienda. I soli scatti di anzianità peraltro remunerati pochissimo non premiano a sufficienza la fedeltà di un impiegato/a al proprio lavoro.

  • Gianluca

    06/04/2018 - 22:04

    Proporrei anche dei buoni pasto\spesa mensili. È sempre una forma di remunerazione

  • Patrizia

    06/04/2018 - 19:01

    siamo molto contente che ci siano stati subito dei commenti , è importante per tutti . Quando pubblicheremo la piattaforma la discussione sarà anche più impegnativa , non manca molto !| Faccio alcune precisazioni per discutere meglio: la contrattazione libera tra le parti ha delle regole , frutto dei vari accordi succedutisi negli anni tra rappresentanti dei lavoratori e datori di lavoro. Il contratto nazionale è rimasto il principale strumento contrattuale , però pezzi importanti della contrattazione si sono spostati negli accordi integrativi (regionali o aziendali) che purtroppo noi facciamo una gran fatica ad avviare, ad oggi solo la liguria è riuscita a firmare un accordo regionale. La parte economica dei contratti nazionali segue un parametro preciso : il recupero dell'inflazione , in questi anni di recessione , non essendoci inflazione , è stata un'impresa portare a casa anche quell'aumento che percepiamo così basso ma che è in linea con tutti gli altri contratti. Il nostro contratto ha tabellari bassi perché abbiamo saltato 3 rinnovi contrattuali a causa dell'assenza della nostra controparte . e purtroppo i 10 anni si sentono tutti , ogni categoria ha la sua storia e la sua controparte noi la nostra , il commercio la sua . Negli accordi integrativi si contratta la parte economica legata alla produttività , la più importante , ma non solo , se leggete l'accordo regionale della liguria ve ne renderete conto, dobbiamo assolutamente arrivarci per avere effettivi benefici nei nostri piccoli studi. Altre cose di metodo : seguite il consiglio di angela leggete il contratto nazionale scaduto , inoltre angela dice : siamo tutte coinvolte , nel blog siamo tutti colleghi e colleghe diamoci una mano tutti insieme , partecipiamo sul blog ma anche nelle sedi sindacali. Infine grazie valentina hai ragione lo sappiamo .. ma discutere con la controparte senza la spinta dei lavoratori non è mai semplice e grazie anche a marco , siamo orgogliose del nostro articolo sulle unioni civili e ti assicuro che è la conciliazione vita - lavoro e il recepimento della legge sulle unioni civili sono in cima ai nostri pensieri Se non siamo chiare chiedete pure qualsiasi cosa ! che la discussione sia ricca , libera e fruttuosa grazie a tutti patrizia cgil

  • Federica

    06/04/2018 - 11:04

    Buongiorno, oltre all'aspetto retributivo già elencato dalle persone precedenti e con cui sono assolutamente d'accordo, si potrebbe proporre qualche forma di "part-time" o orario agevolato per mamme lavoratrici o dipendenti bisognosi almeno una volta nella vita lavorativa!!!

  • Cristina

    05/04/2018 - 21:04

    Sarebbe bello.... Dopo 30 anni di lavoro, poter essere gratificati non solo dalla gloria, ma da una tariffa base che riconosce la vera esperienza e non essere trattati come l 'ultima ruota del carro che oltretutto dobbiamo formare nell' indifferenza più totale dei capi. E comunque il nostro contratto è stato sempre il più basso nelle tariffe remunerative.

  • Raffaele

    05/04/2018 - 17:51

    Ciao a tutti... sicuramente bello che a ogni scadenza ci sia un rinnovo, o perlomeno una base da cui poi modificare. Inoltre sarebbe utile mettere dei paletti sui livelli in base agli anni di lavoro, e cioè, come ho letto in altri post, impiegati che la lavorano da diversi anni senza avere un livello adeguato..

  • Lorenzo

    05/04/2018 - 15:34

    Buongiorno, concordo con quanto letto nei commenti precedenti. Punti chiave dovrebbero essere la celerità nel rinnovo del contratto scaduto il 31 marzo, inserire l'obbligatorietà ogni max 5 anni di un aumento di livello, inserire un adeguamento del trattamento economico che ci permetta di essere al livello di altri settori lavorativi, vedi il ccnl del commercio ad esempio. Concordo infine con chi sostiene che gli aumenti di 12€ ogni 6 mesi, come era previsto nel contratto appena scaduto, sono poco più che mancie.

  • Raffaella

    05/04/2018 - 14:53

    Sarebbe bello lavorare sui livelli..mai presi in considerazione dal datore di lavoro..Io ad esempio svolgo l’attivita Di una segretaria di direzione e amministrativa ..lavoro da 25 anni nello stesso settore è solo due anni fa dopo dure lotte sono riuscita ad ottenere il terzo livello..mi sarebbe spettato almeno il secondo. Perché non renderli obbligatori o automatici i passaggi di livello? Poi c’e La questione ‘arretrati’ del rinnovo contrattuale..perché non ci spettano più? Grazie per quanto potrete fare..siamo nelle vostre mani..Buon lavoro! Raffaella

  • marco

    05/04/2018 - 13:57

    Buongiorno e buon lavoro a tutto lo staff, sinceramente nel rinnovo del contratto mi farebbe piacere solo che risultasse chiaro l'equiparazione delle unioni civili perchè molto importante e che se ci dovessero essere aumenti dal lato economico, che a oggi rimane essere tra i più bassi, non sia elargito in tempistiche così lunghe come nel precedente, perchè realmente nella durata del contratto lo stipendio con l'aumento pieno è stato preso per 6 mesi ...e non voglio calcolare quante centianaia di euro sono stati persi dal rinnovo, altro che aumento medio di 80€...secondo me è stata una presa in giro fare aumenti di 12€ ogni 6 mesi, anche se questo purtroppo non è stato concordato con il sorriso e almeno è stato ottenuto. grazie come sempre per il lavoro che fate quotidianamente

  • Valentina

    05/04/2018 - 13:38

    Sicuramente far aderire tutte le sigle/categorie!! Soprattutto confedertecnica!!!

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓