impiegate
212

CCNL Studi Professionali – riprende la trattativa

14/06/2021 - 9:30

RIPRESA DEI “LAVORI” PER LA TRATTATIVA DEL CCNL

AGGIORNAMENTO  10 GIUGNO 2021

Continua il confronto sulla disciplina del “lavoro agile” , a breve  verrà fissato un nuovo incontro.

AGGIORNAMENTO   3 GIUGNO 2021

Finalmente è stato fissato il nuovo incontro  con confprofessioni  : 10 GIUGNO 2021

AGGIORNAMENTO  30 APRILE 2021

Incontro rinviato a causa dell’incontro di confprofessioni  al Ministero del lavoro sul  “lavoro Agile”, stiamo aspettando la nuova data.

AGGIORNAMENTO 12 APRILE 2021

La trattativa del 12 aprile e stata rinviata al 30 aprile 2021 per continuare il confronto sul lavoro agile.

AGGIORNAMENTO 30 MARZO 2021

Care Colleghe e colleghi, oggi si è tenuto il previsto  incontro con Confprofessioni per  discutere  di lavoro agile. Le organizzazioni  sindacali hanno ribadito che  il lavoro agile   non rappresenta di per sé una conciliazione  dei tempi di vita e di lavoro.  Viceversa l’assenza di regole e comportamenti  certi determina una  difficoltà  proprio sul versante della conciliazione. Confprofessioni  ha fatto presente di considerare troppo rigida  l’impostazione delle  OOSS. Dopo ampia discussione  sulla regolamentazione  dell’orario di lavoro , formazione, straordinario, disconnessione, la riunione è stata aggiornata al 12 aprile 2021.

Seguiremo  la trattativa  dal blog, siamo solo  ai primi incontri  è difficile prevedere i tempi per la firma del contratto, le difficoltà sono moltissime,  come si vede  dalle prime battute.

Fate  le vostre considerazioni e proposte  sul tema del lavoro agile, qui sul blog, le gireremo alla delegazione trattante , arriveremo naturalmente  alla parte economica, la più importante, ma vi  chiediamo collaborazione nel seguire  i temi in discussione   con ordine  e soprattutto cerchiamo di essere propositivi e di aiutare chi è al   tavolo  di trattativa . ciao !

AGGIORNAMENTO  29 MARZO 2021

La trattativa  riprende domani 30 marzo in sede tecnica con Confprofessioni  per iniziare la discussione  per  un accordo  sul lavoro agile.  E’ già previsto   un ulteriore incontro  per il  15 aprile 2021   per discutere della bilateralità e per  fissare ulteriori incontri per il rinnovo del CCnl.

AGGIORNAMENTO  18 MARZO 2021

L’incontro   di trattativa  previsto per oggi   è stato rinviato  in ragione della convocazione  dell’associazione Datoriale  Confprofessioni  da parte del Ministero  del Lavoro  nell’ambito  della discussione  sugli ammortizzatori  sociali.  Appena sapremo le nuove date   le comunicheremo.

AGGIORNAMENTO  25 FEBBRAIO 2021

Come vi avevamo preannunciato, oggi c’è stato l’incontro  con Confprofessioni. Tutte le parti hanno  dichiarato la volontà di procedere al rinnovo del  CCNL;  cosa non scontata. La discussione è stata molto generale, sul metodo da utilizzare; è stato deciso di trattare le diverse  tematiche della piattaforma rivendicativa in sessioni separate tra loro. Verrà data priorità  alla stesura  di un protocollo  sul “lavoro agile”  che andrà poi inserito  nel CCNL.  Il prossimo  incontro  è già stato  calendarizzato  e sarà, al netto  di eventuali imprevisti ulteriori  (speriamo di no!),  il giorno 18 MARZO. Confprofessioni , nostra controparte, si è impegnata ad inviare  una prima bozza nei prossimi giorni  alle OOSS, verranno fissate altre date per iniziare la trattativa per il rinnovo.

Appena avremo altre notizie, vi aggiorneremo.


24 FEBBRAIO 2021

Care/i Colleghe/i,

abbiamo appreso dalla Filcams Cgil Nazionale che è stato fissato per il prossimo 25 febbraio un incontro al fine di riprendere la trattativa per il rinnovo del nostro CCNL. Vi riportiamo per intero il testo del comunicato:

E’ fissato per il 25 febbraio prossimo l’incontro tra organizzazioni sindacale e Confprofessioni con l’obiettivo di individuare il percorso per riaprire la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di settore scaduto il 31 marzo del 2018.

Il settore, che coinvolge circa un milione di lavoratori tra dipendenti, collaboratori, partite iva e praticanti di studio, ha bisogno di un nuovo quadro normativo di riferimento, in particolare dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito il paese e, per affrontare dei cambiamenti dell’organizzazione del lavoro che potrebbero diventare strutturali”.

Ci piace pensare che grazie al volantino di protesta partito dal Blog, che sappiamo avete diffuso in tantissimi, si sia data una spinta alla ripresa delle trattative.

Sicuramente si tratta di un primo passo in avanti soprattutto perché il nostro settore, nonostante la pandemia, non si è mai fermato e ha necessità di essere meglio normato anche a livello organizzativo e nella prospettiva futura.

Come sapete non sarà un percorso privo di ostacoli, ma siamo certe che chi ben inizia è a metà dell’opera e confidiamo che ci siano buone prospettive per rendere il dialogo fra le parti costruttivo e soddisfacente, dando anche noi una mano sostenendo chi ci rappresenterà al tavolo delle trattative.

Perciò non ci resta che incrociare le dita e fare la nostra parte.

Come sempre, Vi terremo in aggiornamento su ogni tipo di sviluppo e cercheremo di farlo in tempo reale.

Le “guerriere” non si arrendono mai!

A presto.

impiegate.org

  • Patrizia

    18/06/2021 - 17:48

    cara Antonella, a quello che dici non c'è da aggiungere nulla di più , hai detto quello che andava detto in modo più efficace di me ! ti siamo riconoscenti . Preciso solo una cosa : non ho detto che scrivere sulla pagine fb o mandare mail a confprofessioni non è efficace , lo abbiamo fatto peraltro molte volte, farlo da soli non serve , se è una azione collettiva ha un senso e appunto se siamo in 10 ci ridono dietro ed è una manifestazione di grande debolezza conclamata, se invece siamo in 100 è un'azione collettiva , insomma tra individuale e collettiva sta tutta la differenza tra un'azione sindacale efficace e una addirittura dannosa. ciao e grazie ancora patrizia cgil

  • Antonella

    18/06/2021 - 11:13

    Buongiorno Patrizia, leggo sempre con interesse tutti i commenti, lavoro negli studi professionali "consulenti del lavoro" da 36 anni, ormai sono quasi alla fine della mia vita lavorativa... almeno spero. Quello che ho ottenuto come gratificazione economica è sempre stato grazie alla "bontà" del mio primo datore di lavoro che, senza che io chiedessi nulla ha voluto riconoscere il mio lavoro con aumenti di stipendio. Poi circa 18 anni fa ho dovuto cambiare studio e da allora più nessun riconoscimento... "sai c'è la crisi", e la paga è rimasta quella di allora, a parte i miseri scatti di anzianità e gli aumenti contrattuali, miseri pure loro. Questa la mia esperienza e non credo che nei prossimi anni ci sarà una rivoluzione. La nostra categoria non interessa. Proposte? La migliore e più fruttuosa sarebbe l'iscrizione in massa al sindacato ma purtroppo è anche la meno perseguibile perchè i nostri datori di lavoro in qualche modo ci farebbero capire di non gradire. Cosa resta? Era stato fatto un volantino da inviare a testate televisive, Confprofessioni, io l'ho fatto, quanti altri? Se ne hanno ricevuti 10 li hanno cestinati, fossero stati 100.000 forse avrebbero avuto qualche effetto. Scrivere email a Confprofessioni dici che ha poco senso, ma se ne ricevessero così tante da tutti noi da intasargli la posta, forse ci darebbero più ascolto. insomma sono d'accordo con te Patrizia, non possiamo delegare solo alla vostra buona volontà l'esito della trattativa. C'è bisogno della partecipazione di tutti in un modo o nell'altro perciò diamoci da fare, stabiliamo un metodo comune per far sentire la nostra voce e non disperdere energie.

  • Patrizia

    17/06/2021 - 18:05

    Per Giorgio Fanuzza, non pubblichiamo il tuo post perché tu sei un bancario e questo è un blog dedicato agli studi professionali. Rispondo da sindacalista alla tua richiesta: non ci sono sindacati "interni" alle aziende, tutti i sindacati sono libere associazioni a cui tu puoi iscriverti. Inoltre non mi sembra corretto raccontare su un blog un fatto specifico senza possibilità di replica. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    16/06/2021 - 21:26

    Caro Gianluca, devi fare uno sforzo per capire quali sono le parti in campo altrimenti capisci pan per polenta , scusa l'espressione veneta.. Noi siamo il sindacato Filcams cgil rappresentiamo i lavoratori, confprofessioni rappresenta i professionisti, bene fin qui? sono parti contrapposte non dalla stessa parte ok? bene. Il comportamento di Confprofessioni è inqualificabile occorre dirlo essendo io Filcams cgil ? non credo. E' inqualificabile. Detto ciò so che nelle trattative ci vuole pazienza tanta pazienza , se ci fossero iniziative collettive dei lavoratori e non individuali sarebbe una partita alla pari invece dobbiamo rincorrerli , chiaro tutto ? Mandare una mail o scrivere sulla loro pagina fb lascia il tempo che trova , ci vogliono assemblee , iniziative manifesti volantini quello che diceva Giorgia. Spero di essere stata chiara ! altrimenti chiedi prima di farti idee sbagliate . patrizia cgil

  • Gianluca

    16/06/2021 - 19:46

    Ciao Patrizia, non sono molto d’accordo con la risposta che mi hai dato perché non può essere normale il comportamento di Confprofessioni ed è esattamente questo il problema ed è inaccettabile. Possibile che non si possa calendarizzare più incontri ogni mese per arrivare a questo rinnovo? Quando pensano di firmare? Mai? Io ho scritto una mail a confprofessioni che ovviamente non leggerà nessuno, ma almeno ho espresso quello che pensavo. Capisco che ci voglia pazienza, però così mi sembra un po’ troppo.

  • Patrizia

    16/06/2021 - 19:03

    Caro Marco, l'accesso agli atti l'ho usato anch'io in tante situazioni , trovo che per sapere i tessserati ad una organizzazione sindacale non va bene , non è esagerato semplicemente è sbagliato. A me pareva di avere risposto al tuo quesito .. comunque non c'è problema , ne riparliamo, anch'io percepisco qualcosa da te: il sospetto, spero di sbagliarmi ma vorrei che ci parlassimo francamente e semplicemente come due colleghi. Per risponderti : Il tesseramento nelle realtà piccole è difficile che sia con delega la maggior parte delle deleghe sono brevi manu perché i dipendenti hanno paura o devono fare vertenza e quindi sono dati da estrapolare dal tesseramento territoriale , impresa difficilissima che io ho fatto al tempo a Padova spulciando tutto il tesseramento della filcams , per avere un dato attendibile bisognerebbe fare lo stesso lavoro in tutti i territoriali di tutta italia e così avere un dato nazionale , tenendo presente che bisogna distinguere tra delega sindacale effettiva o solo strumentale. Le deleghe sono comunque territoriali , so alcuni dati di territori che abbiamo interpellato , che siano poche ce lo dice la totale assenza di organismi di rappresentanza a livello territoriale , a parte Padova per la presenza dei laboratori di analisi , lì abbiamo in distacco Giorgia proprio per gli studi professionalici sono altri pochi casi . Quindi come vedi sapere il totale , se sono 100, 150 o altro numero preciso poco conta, bisogna andare dentro il dato generale. Per esperienza personale posso dirti che in Filcams appena c'è una rappresentanza di lavoratori di una categoria inserisce un rappresentante dentro gli organismi dirigenti e si prova anche il distacco. Vorrei che mi credessi che è così, chiedere l'accesso agli atti non ti dava nessun dato credibile. Per quanto riguarda la tattica di trattativa si alle volte può servire un "silenzio stampa ", nel nostro caso io penso di no , dovremmo fare un bel rumore. Il problema di confprofessioni sono i professionisti .. far accettare gli accordi alla propria base. Sono d'accordo anch'io che si dovrebbe parlare molto di più di studi professionali non c'è dubbio ma dovremmo aiutare noi il sindacato a farlo. Sono contenta che tu reputi il blog preziosissimo , ci mettiamo tanta passione e lavoro. Infine io non credo che il sindacato sia un mondo perfetto ti assicuro , anzi ho tanto da dire .. ma penso che noi per avere voce dobbiamo fare attività sindacale e se siamo tanti possiamo spingere anche il sindacato a darci retta. io credo nell'organizzazione dei lavoratori . Perché i datori di lavoro sono organizzati.. , grazie della discussione interessantissima a noi piace discutere. patrizia cgil

  • Marco

    15/06/2021 - 23:57

    Buonasera Patrizia Percepisco che reputi l'accesso agli atti una cosa esagerata (benché semplice basta una mail di poche righe) ma fin ora non sono riuscito a capire quanti iscritti ha la filcam relativamente al nostro CCNL e neanche nel tuo post c'è risposta. L INPS trattiene (solo per chi vuole) la quota sindacale quindi ha un numero di iscritti certo. Ho chiesto più volte i dati su questo blog ma non sono mai stati forniti. Mi sono arrangiato. Chiedo se è tattica il non parlarne nei media perché potrebbe esserlo per non far irrigidire la controparte e far prolungare inultimente le trattive. Reputo questo blog preziosissimo e leggo tutti i commenti ma la presenza di pubblicità su altri mezzi di informazione potrebbe essere utile. Grazie

  • Patrizia

    15/06/2021 - 20:46

    caro Marco, un accesso agli atti ? ma come ti è venuto in mente ? ci credo che non te li hanno dati, certo che non sono obbligati a darli! La cgil pubblica i dati del tesseramento e li certifica ed è l'unica organizzazione sindacale a farlo, vai sul sito della cgil. Evidentemente non mi leggi .. peccato ! io leggo te , ti rispondo, ma tu non rispondi mai, fai solo affermazioni.. le tue , così non si dialoga. Se tu pensi che ci sia qualcosa di poco chiaro, imbrogli, tattiche, sono convinzioni sbagliate, se non vuoi discutere non so veramente cosa dirti. Dovresti almeno informarti meglio , mi pare che tu non sappia nulla di contrattazione. La Filcams si interessa moltissimo a noi , tanto è vero che siamo l'unica categoria ,insieme alle Farmacie, in tutta la cgil ad avere un blog dedicato, dove tu puoi scrivere le tue opinioni. Se ti pare poco … vedi tu. Fare i contratti non è come andare al bancomat, non decide il sindacato l'ordine dei lavori , si tratta e dall'altra parte ci sono i nostri datori di lavoro come controparte . Nessuno parla di lavoro e di contratti scaduti , ti rimando a quello che ho detto a Daniela. Vorrei non ripetere più le stesse cose O manfrine, fai un passo avanti e cerca di capire cosa scrivo e magari fatti venire dei dubbi, ragionare fa bene . Infine : andare in sindacato in massa? Ma magari!!! …, sono anni che lo aspetto, non si rompono le scatole si chiede di partecipare, se andassimo in tanti la Filcams sarebbe strafelice perché è questo che vuole : lavoratori attivi, io stapperei una bottiglia guarda! noi lo abbiamo fatto e gestiamo "questo " blog , partecipiamo a riunioni ci diamo da fare ma siamo in 6 , tu che dai tanti giudizi a destra e manca e fai accessi agli atti cosa hai fatto ? se ti dessi da fare insieme a tanti sarebbe una bella cosa., per te e per tutti .Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/06/2021 - 20:14

    cara daniela, su tv e giornali non si parla di nessun contratto , nota .. si parla solo quando ci sono i morti. Hai sentito parlare di commercio , vigilanza, farmacia sanita privata ecc. sono decine i contratti fermi , io non ho sentito nessuna notizia di questo tipo sai .. nelle pagine fb delle categorie si parla dei contratti scaduti. Quindi il lavoro non interessa a nessuno meglio parlare solo di covid che tira . L'informazione è morta ci rimane lo scandalismo. In ogni caso non è finire al TG a fare un contratto, ci vuole altro. Quindi noi siamo trattati esattamente come gli altri. Solo che i lavoratori delle altre categorie lo dicono noi no. Fai una domanda interessante sulla rappresentanza, è vero confprofessioni ha una rappresentanza non larga ma abbastanza da essere riconosciuta come parte sociale è quindi rappresentativa. Confprofessioni ha un problema diverso da noi , non è un concetto facile ma seguimi: un accordo sindacale firmato da parti rappresentative ha valore per tutti i lavoratori di quella categoria, bene il problema della debolezza di Confprofessioni è che se firma un accordo che alla generalità dei professionisti iscritti o non iscritti non va questi non lo applicano e fanno un contratto pirata , se Confprofessioni fosse più rappresentativa potrebbe avere più forza verso la propria base e invece devono sempre stare attenti a non scontentare i professionisti in genere e così abbiamo un doppio problema .. per noi è diverso perché la forza del sindacato confederale nelle altre categorie ci fa essere rappresentativi comunque però siamo deboli noi come studi professionali. E' un gioco di debolezze che ci fa stare in questa situazione . Se non sono stata chiara , chiedi , io rispondo sempre volentieri. Non abbiamo novità , è da 30 anni che ho pazienza , so come si fa, il sindacato è questo pane e pazienza ! ciao patrizia cgil

  • Marco

    15/06/2021 - 18:43

    Ho fatto accesso agli atti per avere il numero degli iscritti al sindacato per il nostro CCNL, ISTAT, ministero del lavoro ed INPS non mi hanno voluto fornire i dati perché non sono obbligatori o comportano una mole di lavoro eccessiva. È un loro diritto. Detto ciò, quanti iscritti ha il sindacato? fin ora a questa domanda non ho avuto risposta su questo blog. Penso che se il sindacato volesse,potrebbe parlare del nostro CCNL, ma su Facebook, Twitter, Instagram, giornali etc e neanche sul sito filcam c'è traccia delle riunioni in corso. Tattica delle trattive? Sono passati tre anni e ancora non si è discussa la parte economica che è la più importante. Ovviamente tanta rabbia. Finisco dicendo che secondo me il motivo per cui la filcam non ci si fila è perché siamo pochi e rompiamo poco ai rappresentanti sindacali che danno retta a chi gli rompe di più le scatole. Grazie

  • Daniela

    15/06/2021 - 16:23

    Cara patrizia, Confprofessioni è "la nostra controparte e fa quello che gli pare".... senza Confprofessioni non ci sarebbe il CCNL..... ma come il sindacato, avendo pochi iscritti tra i dipendenti degli studi professionali, ha poco "potere" al tavolo delle trattative anche Confprofessioni non rappresenta i nostri datori di lavoro..... sono convinta che la maggior parte dei nostri datori di lavoro non è iscritta a Conprofessioni e non sa neppure che il CCNL è scaduto da tre anni.... la nostra categoria non si muove... le proteste con i volantini servono a poco.... nessuno parla del nostro contratto scaduto.... non se ne parla sui social network, sui siti dei sindacati, nei telegiornali, nei programmi tv, sui giornali..... ancora nessuna novità sulla data di rinvio delle trattative???

  • Patrizia

    14/06/2021 - 20:09

    Caro Gianluca, confprofessioni è la nostra controparte e fa quello che gli pare, vuole fare il contratto ma con i tempi e i contenuti che più gli fanno comodo. Il problema non è questo .. sono i nostri datori di lavoro , dobbiamo fare un passo in più: cosa facciamo noi, cosa fanno loro si sa. Se avessero un po di sale sulla coda magari non si comporterebbero in questo modo. La riconoscenza è una illusione , contano i rapporti di forza. patrizia cgil

  • Gianluca

    14/06/2021 - 18:56

    Confprofessioni ha dimostrato e sta dimostrando un atteggiamento poco serio e menefreghista. Non è possibile che tutte le volte bisogna attendere chissà quali date. Piuttosto potevano benissimo dire che non erano disponibili a rinnovare il contratto e fine. Invece così è davvero un’agonia. Non è accettabile, siamo a Giugno...rimango allibito. Più che altro tanti datori di lavoro non si meritano persone come noi, che facciamo di tutto e di più per una paga misera...questo è il ringraziamento?

  • Patrizia

    12/06/2021 - 23:58

    caro Nicholas , ora una risposta personale a te. E' tutto il giorno che penso a come risponderti , il tuo messaggio è molto stimolante e impegnativo e vorrei rispondere come si deve. Innanzitutto facciamo chiarezza, Lo dico sempre ma non è mai abbastanza. Noi 6 siamo tutte dipendenti di studi professionali non c'è nessun funzionario tra noi , siamo semplici lavoratrici come voi, tutto il lavoro sul blog è fatto nel nostro tempo libero, quindi la vostra rabbia è la nostra , l'esasperazione è la stessa , forse anche di più visto che vediamo in diretta i comportamenti di confprofessioni. Siamo in prima linea e alle volte diventiamo anche un capro espiatorio sul blog e accusate di fare "manfrine" , non è piacevole, cerchiamo di fare al meglio un'attività sindacale volontaria a favore di tutta la categoria in 6 su 1 milione.... Ora il blog: dopo vari tentativi ed errori abbiamo deciso tutte insieme che per gestire il blog la cosa migliore era dividersi i compiti, la macchina è piuttosto complessa .. ci siamo accorte che rispondendo tutte insieme si generavano doppioni e confusione quindi rispondo solo io come moderatore, Emilia si fa carico delle risposte dell'area fiscale perché è il suo lavoro , angela è il nostro mega gestore capo massimo, irene ora e in distacco in filcams a Reggio Emilia e' la ns. Sindacalista , carmen si occupa dei sondaggi ed Elena la correttrice di tutti gli articoli che scriviamo, abbiamo una chat dove quotidianamente decidiamo tutto : risposte, articoli, iniziative , non siamo sempre d'accordo a volte ci sono delle belle discussioni animate anche su quello che scrivo.. Ormai lo facciamo da tanti anni e abbiamo affinato una vivace buona intesa. il funzionario Filcams che è al tavolo delle trattative si chiama Danilo Lelli e lo sentirai nella assemblea via web che faremo, non interviene qui perché i patti con la Filcams cgil sono chiari : piena autonomia e scrivono solo lavoratori, non leggerai mai commenti di funzionari sindacali qui, leggono questo si ed è un bene che sappiano cosa pensano i lavoratori. Le difficoltà nel trovare un accordo sul lavoro agile sono più di una , quello che pensa il sindacato è molto diverso da quello che vorrebbe confprofessioni che non è precisamente lavoro agile.. ci sono due documenti contrapposti uno sindacale e uno confprofessioni ora bisogna lavorarci. Questo sarebbe il primo accordo sul lavoro agile in un contratto nazionale e quindi condizionerebbe anche gli altri contratti nazionali , bisogna fare molta attenzione. La trattativa non può essere registrata, confprofessioni vuole trattare in ristretta , noi avevamo chiesto la delegazione trattante aperta ma purtroppo non hanno voluto, quindi tavolo piccolo , niente documenti da divulgare Purtroppo siamo sempre li , abbiamo poca forza contrattuale anche sulle modalità, non è la ns. volontà che vorremmo tutto pubblico ma di confprofessioni. Per vedere chi sono basta andare sul sito di confprofessioni Il presidente si chiama Dott. Gaetano Stella. La proposta di Giorgia va bene ma bisogna darle gambe è piuttosto complessa da realizzare , certamene non noi 6 … ma ho detto a Giorgia che la sua proposta è rivolta alle colleghe e colleghi sul blog non a noi e quindi vedremo cosa nascerà, questo è un blog che favorisce l'organizzazione sindacale e organizza nei limiti del sue capacità , a dire la verità non servirebbe raccogliere soldi il sindacato c'è per questo, noi abbiamo fatto volantini a pacchi manifesti e tutto quello è servito per le iniziative che abbiamo organizzato nelle nostre città , questo blog è pagato dalla Filcams , i soldi del tesseramento servono anche a questo. Andate nelle sedi territoriali delle vostre città in tanti e chiedere di organizzare iniziative quelle che vogliamo e avremo l'organizzazione che si occupa dei manifesti, testi, tipografia affissioni Tv e giornali, non può farlo di sua iniziativa un funzionario senza lavoratori. In questo il blog può essere d'aiuto per rilanciare e diffondere a nastro. Qualcuno di voi ci è andato in sindacato ? L'assemblea via web è solo un primo passo , testeremo l'interesse per poi fare i passi successivi. Non credi Nicholas che bisogna partire dalle fondamenta per avere una buon costruzione ? In conclusione a me pare che ci sia in tutti noi una grande voglia di protestare e di partecipare, siamo molto arrabbiati e questa è un'ottima notizia , già ma che fare e come ? il nostro compito è di indicarvi una strada e offrirvi la nostra esperienza da colleghi a colleghi. Vi daremo una mano, lo faremo insieme, se qualcuno di voi o anche tu Nicholas vuoi entrare nel gruppo di gestione del blog sei il benvenuto , Emilia è entrata un paio di anni fa dal blog al gruppo di gestione lo stesso Elena l'anno scorso , siamo un gruppo aperto perché non chiedete di entrare? capireste tante cose che vi sembrano nebulose e incomprensibili. Non è vero che il sindacato non si interessa a noi , siamo noi che non andiamo in sindacato colleghe e colleghi , bussiamo ed entriamo in tanti e facciamoci sentire, dovranno ascoltarci . Forza. patrizia cgil ps naturalmente mi riservo il diritto di rispondere a tono a chi mi butta addosso la sua rabbia, francamente non lo posso accettare.

  • Nicholas

    11/06/2021 - 22:23

    Buonasera, Patrizia ti ringrazio per il lavoro che fai qui sul blog e in sindacato, dovresti però cercare di capire l'esasperazione di noi dipendenti che noti dai messaggi. A tal proposito, si può avere anche un parere dalle altre componenti del blog che vedo nelle foto qui sopra, oppure con chi del sindacato è presente nella trattativa? A volte sentire più campane e opinioni può essere utile. Questa era già la terza data sul lavoro agile, ci puoi spiegare i problemi che si stanno riscontrando e se sul tavolo della trattativa è stata messa una sorta di obbligo di almeno 2 giorni al mese di lavoro agile? La trattativa non può essere registrata e mostrata sul blog? Altrimenti li conosciamo i nostri datori di lavoro. Visto che dite che non proponiamo nulla e siamo immobili, perché non vi siete fatti carico in sindacato dell'iniziativa di Giorgia che è molto interessante, cioè attirare l'attenzione di giornali e tv acquistando spazi pubblicitari, cartelloni, manifesti ecc... nelle maggiori città e nei pressi di Confprofessioni come mossa iniziale, prevedendo poi in un secondo momento una vera e propria manifestazione annunciata via mail oppure attraverso questi spazi? L'assemblea via web francamente mi sembra un'iniziativa un po' blanda, la montagna che partorisce un topolino, tenendo anche conto dell'impressione che qui abbiamo in molti, cioè che in sindacato l'attenzione per il nostro contatto non sia abbastanza alta rispetto ad altre fattispecie.

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:52

    caro Luc, il tuo tono è insopportabile , se non vuoi sentire le "manfrine" basta che non frequenti il blog , TU non sai proprio nulla , non usare il plurale e parla per te. Qui sei ospite della Filcams cgil comportati educatamente come si fa quando si entra in casa d'altri, o altrimenti non ci venire e visto che hai tutte queste sicurezze vacci tu a trattare e a chiedere soldi a confprofessuoni facci un fischio quando ci sei riuscito ! Patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:49

    cara daniela, la programmiamo in questi giorni aspettiamo notizie dal Nazionale appunto se il nuovo incontro sarà a breve . Non aspettiamo l'accordo sul lavoro agile ma solo la nuova data dell'incontro per fissare la data dell'assemblea che vorremmo fare entro giugno. Sarà in video Danilo Lelli della Filcams nazionale così vedrete chi è fisicamente al tavolo, mi auguro un confronto civile e costruttivo perché la Filcams è dalla nostra parte. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:44

    Caro Marco, francamente mi perdo nei tuoi ragionamenti, c'è poca logica. La rabbia serve a poco , è meglio chiedersi che fare o almeno io ho sempre fatto così. c'è un problema che mi riguarda ? mi do da fare , faccio la mia parte, fallo anche tu. Per quanto riguarda il sindacato : tutti sanno la verità? quale verità? dopo 30 anni di sindacato credo di saperla più io no ? o valgono più le chiacchiere varie che girano su tutto e tutti. Io qui rappresento la Filcams , qui è come se tu fossi in sindacato , fatti venire dei dubbi sulle cose che credi "vere". Le regole ci sono sulle vertenze e sono appunto una percentuale sul recuperato. Usurai … sarebbe da querela. Caro Marco sono sempre pronta a ragionare spero di averlo dimostrato ma dobbiamo essere in due pronti al confronto ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:31

    Cara marina, il tuo è un ragionamento interessante , legare il lavoro agile alla maternità è un'ipotesi che avevamo fatto anche noi. Il problema è che il lavoro agile è un contratto individuale tra datore di lavoro e lavoratore , quindi dobbiamo stabilire delle regole generali dentro cui far stare i contratti individuali. E' molto complicato perché si tratta del primo accordo di lavoro agile dentro un contratto nazionale, come dire gli studi professionali stanno facendo da cavia per tutti , da qui le difficoltà.. non si può sbagliare. patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:25

    cario Marco, è vero concordo . Ho assistito a molti tavoli di trattativa è ti assicuro che solo così si capisce come funzionano i rapporti tra parti sociali e come si fa un contratto. Noi abbiamo chiesto di allargare il tavolo con una delegazione trattante, confprofessioni ha rifiutato e ha chiesto la ristretta , noi non ci possiamo opporre per gli argomenti che ho esposto sopra. Con il blog cerchiamo di farvi vivere la trattativa meglio che possiamo , dicendovi quello che succede senza infingimenti. ciao Patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:21

    caro Gianlcuca , non decidiamo noi l'ordine degli argomenti della trattativa purtroppo , in questo caso il lavoro agile lo ha imposto confprofessioni. Vedi quello che sfugge alla maggior parte di voi è che nelle trattative per un rinnovo del contratto il coltello dalla parte del manico lo hanno i datori di lavoro .. chi rappresenta i lavoratori rincorre , le parti sono contrapposte non ci sono patti sotto il tavolo o altro. Per stare in guerra avremmo bisogno dell'artiglieria pesante cioè il milione di lavoratori degli studi professionali. Vedremo il procedere ma anche a me pare molto lento .. figurati per noi che lo seguiamo direttamente .. un'agonia. patrizia cgil

  • Patrizia

    11/06/2021 - 20:15

    Cara Cinzia, si immaginavo .. certo che razza di pirata. Raramente ho trovato datori di lavoro così sfrontati. Sei andata in Filcams cgil della tua città , è importante essere sostenuti in situazioni così per fare le giuste scelte , per esempio un licenziamento con risarcimento danni sarebbe il caso di provare. Facci sapere ti diamo una mano per quello che possiamo. ciao patrizia cgil

  • Giorgia

    11/06/2021 - 16:10

    Cari colleghe e colleghi mi unisco alla vostra rabbia. Ho proposto di denunciare il comportamento che sta tenendo Confprofessioni attraverso una raccolta fondi da utilizzare per creare manifesti da attaccare nelle principali città per, passatemi il termine, sputtanare confprofessioni e attirare così l'attenzione dei media e dei giornali in modo da far sentire la nostra voce. È l'unico modo perché ora dobbiamo aspettare almeno 15 giorni se va bene per avere una data. La data verrà fissata dopo altri 15 giorni se va bene per parlare ancora di lavoro agile....Ma siccome arriva agosto, tutto si ferma e quindi la prossima data sarà alla fine di settembre.... Non possiamo farci prendere in giro in questo modo! Quindi uniamoci e facciamo sentire la nostra rabbia.

  • cinzia

    11/06/2021 - 14:50

    Certo Patrizia che mi sono opposta chiedendo che rimanesse il mio contratto e la risposta è stata: "Se non accetti posso solo dirti dopo 20 anni che è stato bello". Per ora è tutto fermo, come una bomba ad orologeria. Potrai ben immaginare la tensione a lavorare così. Ho aggiornato il CV e vediamo cosa si trova alla veneranda età di 48 anni, dove i capi ti considerano poco produttiva e dove invece si è nel pieno delle proprie capacità. Ancora grazie di tutto.

  • Gianluca

    11/06/2021 - 14:10

    Ti credo E siamo ancora al lavoro agile, se non viene trovato un accordo su questo argomento non oso pensare che cosa possa accadere nel momento in cui verrà affrontato il tema economico (che per quanto mi ruguarda andava affrontato per Primo) ; ma confprofessioni non era disponibile al rinnovo? Perché sa come si sta comportando non sembra. Siamo quasi a metà giugno...boh

  • Marco

    11/06/2021 - 12:45

    Sarebbe bello poter assistere a questi incontri in streaming.

  • Marina

    11/06/2021 - 12:18

    Buongiorno sono Marina da Genova , lavoro da molti anni in noto studio legale genovese , il mio suggerimento per poter sbrogliare questa problematica del lavoro agile, potrebbe essere : Ragionare per tipologia di impiegato e di livello , ( lavorare subito dopo una maternità potrebbe essere un diritto ad avere la possibilità nell'arco dei 3 anni del bambino poter optare per 2 giorni in presenza 3 lavoro agile laddove in uno studio ci siano almeno 3 impiegati. (oltre ovviamente a tutto quello che già esiste per la maternità ) Poi nel caso di impiegati di lungo impiego e quindi prossimi alla pensione potrebbe essere un altra opzione al lavoro agile anche qui con due giorni in presenza e 3 in lavoro agile. Potrebbe essere una visione accettabile, tenuto conto che stiamo parlando di una categoria di datori di lavoro ancora vecchio stampo , ci vorrà del tempo perchè possano acquisire una mentalità easy e digitale e allo stesso tempo agile Saluti da Genova Marina

  • marco

    11/06/2021 - 11:13

    rovesciare i tavoli è illegale....ok.... prendere per il culo è legale? sfruttare i lavoratori è legale? non dargli uno stipendio adeguato ed impoverirli perchè aumenta sempre tutto tranne gli stipendi è legale? e potrei continuare fino a buio. La verità è che siamo una nazione che fa schifo, con governanti che o non capiscono niente o fanno finta di non capire. Popolazione da schifo, perchè tutti guardano il proprio orto, altrimenti ci sarebbe già stata una rivolta. PS. i sindacati avranno sicuramente querelato Report, ma solo x far credere a qualcuno che erano notizie false, ma purtroppo è la verità, e sappiamo benissimo tutti che la verità fa male. Non dubito Patrizia di te o delle tue parole, dico solo che tutti noi abbiamo amici che lavorano in tutti i settori, ogni tanto si parla...esperienze ecc... e guarda caso ogni volta che esce fuori la parola sindacato esce fuori un mezzo scandalo PS. 2...riguardo il mio caso che avevo menzionato nel precedente commento, ribadisco che non devo essere assistito GRATIS, ma la cosa giusta sarebbe un tariffario, non una PERCENTUALE DEL RICAVATO... le percentuali le chiedono gli usurai PS 3... cmq non è mia intenzione offendere nessuno, ognuno faccia con la propria coscienza, il fatto è che noi siamo presi per il culo, e alla lunga viene a noia, e il rinnovo che arriverà (con calma) ne sarà la prova, faccio la bozza: 1 aumento di ....(non si arriverà a 100€) diluito in rate di .... ogni 3-4-6 mesi per 2-3 anni 2 zero euro per i 3 anni e più di ritardo Faccio presente, per chi non lo capisce, che in questi 3 anni ogni cosa è aumentata (cibo, benzina, tasse, bollette), e nei 2-3 anni che serviranno per arrivare ad avere tutto l'aumento del contratto, le cose continueranno ad aumentare..... risultato? saremo tutti sempre più poveri, a rovesciare i tavoli ci si andrà quando non avremo i soldi per il pane, quindi quando sarà già troppo tardi Quasi dimenticavo, NICOLA scusa mi dici dove lavori che mando il curriculum, perchè il mio datore di lavoro non darà mai un centesimo, per questo in tanti aspettiamo e speriamo nel rinnovo del CCNL

  • Luc

    11/06/2021 - 8:58

    P.S.: ora ci prendono in giro con la storia del lavoro agile. L'anno prossimo il covid sarà solo un ricordo. Ci devono dare soldi, denaro, dindi. Chi se ne frega del resto. Adesso è arrivata l'ora di sganciare. Il resto dei problemi verranno affrontati nel prossimo rinnovo. Patrizia per piacere non fare i soliti commenti / manfrine sappiamo già tutto.

  • Luc

    11/06/2021 - 8:54

    E' inutile continuare a chiedere quando verrà discussa la parte economica. Il contrato è scaduto da 3 anni ed il nocciolo è proprio la parte economica. Il resto degli argomenti che vengono portati nelle trattative sono mera propaganda.

  • Patrizia

    10/06/2021 - 22:39

    Caro Gianluca, non si sa, non c'è un ordine le trattative contrattuali hanno un andamento imprevedibili, frenate, accelerate e chi lo sa. Tieni conto che dobbiamo fronteggiare le richieste dei datori di lavoro che alle volte sono irrecivibili ! Noi ci difendiamo e una trincea dovreste assistere alle trattative per capire come sono difficili. Patrizia cgil

  • Patrizia

    10/06/2021 - 22:34

    Caro marco, come vedi c'è l'aggiornamento sulla pagina hanno discusso ancora di lavoro agile. Trovare l'accordo su questo tema e diventato molto complicato te lo assicuro patrizia cgil

  • Marco

    10/06/2021 - 20:37

    Ci sono novità dall'incontro di oggi con Confprofessioni?

  • Gianluca

    10/06/2021 - 18:16

    Ma quando verrà discussa la parte economica? Sono ancora fermi al lavoro agile? Per Gennaio 2022 avremo il nuovo CCNL? Grazie

  • Patrizia

    09/06/2021 - 18:41

    cara Cinzia, quello che tu descrivi è l'effetto devastante dei cosiddetti contratti "pirata ,purtroppo non ci sono ostacoli di legge che impedisca questo supermercato del contratto più basso o più conveniente. E' un fenomeno che sta distruggendo i contratti nazionali e anche i diritti dei lavoratori . Basta una sigla sindacale inventata per firmare accordi che servono solo per fare i propri comodi per esempio sugli enti bilaterali. Nell'edilizia, per esempio, succede di tutto. Il sindacato confederale non si occupa solo della contrattazione nazionale ma anche di altri temi che riguardano il lavoro e la rappresentanza è uno di questi. Da molto tempo spingiamo per una legge sulla rappresentanza che dia valore agli accordi firmati da parti rappresentative . La rappresentanza andrebbe certificata attraverso l'inps , un accordo di massima c'era già stato con confindustria , manca la legge … e poi uguale lavoro uguale contratto, chi fa lo stesso lavoro deve avere lo stesso contratto. E' dura davvero ma speriamo di riuscire di arrivarci , altrimenti sarà un disastro. Tu puoi opporti però chiedi ti venga applicato il contratto degli studi professionali, non subire senza reagire, non va bene che facciano sempre quello che vogliono! forza patrizia cgil

  • Patrizia

    09/06/2021 - 18:31

    Cara lilli, ho riletto il tuo messaggio , mi era sfuggito che avevi indicato il secondo livello . Si la tabella indica 30 mesi per il secondo livello. Fallo notare in studio , può essere una svista. L'apprendistato può essere allungato in caso di malattia o maternità, ci sono motivi di questo tipo? sento irene che è la nostra sindacalista in distacco. ciao patrizia cgil

  • Giuli

    09/06/2021 - 18:06

    Mettiamo 1 o 2 euro tramite messaggio sms od altro sistema da concordare. Il problema è far arrivare il messaggio a tutti gli nteressati. Poi usiamo il denaro per fare quello che dice Giorgia.

  • Lilli

    09/06/2021 - 15:47

    Cara Patrizia, ti ringrazio per la risposta. Leggendo il CCNL vedo che all'art. 30 lettera B si rimanda alla tabella 2 presente nell'allegato B, la quale indica come durata 30 mesi per i quadri e per i livelli I e II. Quanto indicato nell'allegato può essere quindi modificato prevedendo la durata massima di 36 mesi? Ti ringrazio per la disponibilità e cordialità

  • cinzia

    09/06/2021 - 12:49

    Giusto Patrizia, la controparte si è frammentata in tante piccole realtà che spesso si fanno "guerra" tra loro. Il mio titolare ci sta passando uno ad uno da studio individuale a società srl (attività amministrazione condominiale) e dal contratto "studi professionali" dovremo inevitabilmente passare al contratto "dipendenti amministratori di Condominio" sottoscritto da Anaci come unica controparte e con un Sindacato mai sentito prima. Immagina Tu che potere si possa mai avere noi dipendenti rappresentati da un Sindacato piccolo, di fronte ad un gigante come Anaci!!! Ovviamente il contratto è peggiorativo in tanti sensi dal conteggio ferie, all'ente bilaterale, malattia, ecc. Prevedo grandi e duri scontri interni ... se solo si potesse impedire la nascita di questi "contratti meteore". Finchè resterò sotto le ali protettrici degli Studi Professionali e di Filcams, continuerò a seguirVi con interesse ed a sostenerVi. Grazie

  • Patrizia

    07/06/2021 - 20:32

    Caro Marco, le vicende contrattuali degli studi professionali sono veramente molto tormentate. Io ho avuto il privilegio/sventura di viverle tutte dall'inizio. Nel 1974 c'ero quando è stato firmato il primo contratto di categoria , fino ad allora non c'era nulla , il deserto più assoluto , ho partecipato a quelle trattative e anche alla imponente mobilitazione dei lavoratori, avevamo come controparte oltre 30 associazioni datoriali , è stata una incredibile impresa portare a casa il primo contratto di categoria. Pur essendo un periodo di grandi lotte sindacali anche allora i media ci ignoravano.. In seguito la storia della contrattazione negli studi si è complicata per la frammentazione delle associazioni datoriali che addirittura si moltiplicavano e si facevano guerra tra loro , risultato: nessuna controparte credibile per discutere di un contratto nazionale .. fermi 10 anni! i contratti poi sono diventati 3 divisi per professioni, per fortuna grazie ad una grande pressione sindacale supportata da molti lavoratori organizzati in coordinamenti regionali , siamo riusciti a firmare 1 solo contratto per tutta la categoria dopo 10 anni di oblio. Per assurdo il lavoro sindacale più faticoso è stato sulla nostra controparte, la nascita di Confprofessioni ha consentito di superare la frammentazione e avere il riconoscimento di "parte sociale". Questo per dire che sembra semplice il lavoro sindacale , in realtà è complicatissimo, difficile e alle volte ingrato. Il buco di 10 anni è continuamente ricordato al tavolo ..come la differenza con le altre categorie , ma come dico sempre , bisognerebbe che noi lo dicessimo insieme al sindacato per avere peso specifico! il funzionario Filcams al tavolo da solo non può avere la forza contrattuale dei lavoratori organizzati, che si possa fare lo testimonia il passato: SI PUO FARE. Per i media: non c'è nessuna regola , i media fanno quello che vogliono, di lavoro si interessano solo quando ci sono i morti …. o i tavoli con il governo. So che i media dovrebbero parlare anche di noi che siamo sotto un cono d'ombra da sempre , lo so dal 1974 pensa quante ne ho viste !!! bisogna essere positivi e guardare sempre avanti a quello che si può fare di meglio, dipende sempre da noi ovviamente e non dalla presenza nei media . Ciao ! patrizia cgil

  • Marco

    07/06/2021 - 18:07

    Ciao Patrizia Anche se il contratto precedentemente non è stato rinnovato 10 anni, oggi dobbiamo recuperare questo gap ed arrivare ad avere una retribuzione che sia in linea con chi fa un lavoro speculare al nostro. È una leva che viene usata dal sindacato in sede di contrattazione? Che ci rispondono? Perché la CGIL/FILCAM per il nostro CCNL è assente dai MEDIA? Non sento trasmissioni o TG parlarne. Ovviamente più che una critica vorrei capire il perché, sapere se alle trasmissioni televisive e tg è stato proposto il tema e non sono interessate o il sindacato ha altre motivazioni per non passare sui media la notizia (anche la più banale, tipo:ci danno 5 minuti per parlare e voi avete 100 iscritti, gli altri un milione quindi di voi non parliamo) Grazie

  • Patrizia

    06/06/2021 - 19:54

    cara lilli, avresti dovuto cliccare sulle palle verdi apprendistato o busta paga , comunque non è un problema. Contratto nazionale articolo 30 alla lettera B) la durata minima del contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere è di trenta mesi e la durata massima di trentasei mesi. Quindi, ci siamo! auguri e grazie dei complimenti , è molto impegnativo ma speriamo utile ! patrizia cgil

  • Patrizia

    06/06/2021 - 19:46

    cara Giorgia, facciamo così: lancia qui sul blog la tua idea , rivolgiti alle colleghe e colleghi vediamo cosa nasce ! ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    06/06/2021 - 19:44

    Caro Marco, i Ced rientrano del contratto del commercio e quindi la controparte è confcommercio. la differenza deriva dal fatto che per 10 anni il nostro contratto non è stato rinnovato e da una storia contrattuale molto difficile e complicata. ciao patrizia cgil

  • Marco

    06/06/2021 - 7:14

    Buongiorno vorrei sapere quale è la controparte de CCNL Elaborazione Dati, perché loro, per esempio al livello 3, prendono 1729 euro mentre noi 1511. Cioè parliamo di 230 euro per ogni mensilità quindi x14 . 3.220 euro annui. Così per capire la differenza fra le varie controparti. Grazie Marco

  • Giorgia

    05/06/2021 - 15:26

    Ciao Patrizia mi chiedi se ho proposte da fare. Te ne indico subito una. Bisogna attirare l'attenzione dei giornali e della televisione. In che modo? Con un'azione ad impatto. Cioè proviamo a creare un fondo dove tutti noi versiamo una quota. Con questi soldi facciamo creare dei manifesti per denunciare quello che la nostra categoria subisce da anni. Li facciamo attaccare nelle principali città e soprattutto dove ha sede Confprofessioni. In questo modo la voce si diffonde, il blog si ingrandisce e confprofessioni comincia a vedere che facciamo sul serio e attiriamo l'attenzione dei media. Che ne pensi?

  • Lilli

    05/06/2021 - 7:37

    Buongiorno, innanzitutto vi faccio i complimenti per questo spazio di confronto con informazioni molto preziose! Non sono certa di commentare nella sezione giusta quindi chiedo scusa in anticipo se off-topic (nel caso potreste indicarmi dove inserire il commento?). Sono attualmente dipendente di uno studio professionale, area economica, con contratto di apprendistato professionalizzante livello 2. Leggo dal CCNL che il periodo di apprendistato per questo livello è di 30 mesi. Nel mio contratto è prevista una durata di 36 mesi. È corretto che sia stato stipulato per una durata superiore a quella prevista dal CCNL? Posto che so già che alla fine dell'apprendistato verrò confermata, quindi in questo caso la maggior durata non costituisce per me un vantaggio. Vi ringrazio Buona giornata Lilli

  • Patrizia

    04/06/2021 - 19:31

    cara Giorgia, allora abbiamo chiarito che i giochini i sospetti sono tutti di confprofessioni e che è la nostra controparte. Sono d'accordo con te che confprofessioni si comporta malissimo , per avere una data si diventa matti , meriterebbero uno sciopero della categoria. Su quel rinvio non c'era nulla da dire , erano convocati dal governo e in ogni caso era un rinvio per proseguire la discussione sul lavoro agile. Non capisco perché ti ostini su questa cosa. che è ininfluente Mi pare che tu come altri facciate confusione e attribuite al sindacato colpe di confprofessioni che è la ns. controparte. Allora chiarito che siamo concordi che la nostra comune controparte è confprofessioni che si comporta malissimo che suggerisci? che fare? perché questa è la cosa che importa. Per le iniziative basta consultare l'archivio del blog è diviso per anni , puoi scorrerlo e trovare tutte le iniziative fatte clicca blog. Non so di che regione sei ma negli anni passati avevamo costruito un coordinamento Veneto di dipendenti degli studi professionali con rappresentanza di tutte le città: Padova, venezia, belluno, vicenza , siamo riuscite ad organizzare diverse assemblee sindacali cittadine e regionali e abbiamo partecipato anche alle trattative nazionali, non abbiamo aspettato la Filcams ma siamo andate in Filcams . Da quella esperienza è nato il blog . Questo intendo quando parlo di organizzazione, questa è la strada che dobbiamo percorrere se vogliamo contare qualcosa, se hai una idea migliore dilla , ne discutiamo. Patrizia cgil ps avevo capito che estremizzavi con le parole ma bisogna fare attenzione a farlo nel web.

  • Patrizia

    04/06/2021 - 19:05

    cara Lucy, l'ho vista la puntata di Report, dovresti dire anche le querele che ha preso, come sempre… In tutte le attività umane ci sono cose che non vanno, il sindacato è una grande organizzazione può succedere Da qui al quadro di report ce ne corre. Non guardo da tempo report non mi piace il taglio scandalistico e volutamente sempre insinuante , non sono inchieste che io prendo sul serio anche su altri temi. Basta guardare come hanno trattato Bassolino che poi è stato assolto in tutti i processi con formula piena. Quindi magari informati anche con altre fonti è buona cosa sempre nella vita. Patrizia cgil

  • Patrizia

    04/06/2021 - 18:58

    Cara Martamitt, per avere le retribuzioni al pari delle altre categorie ci vuole l'azione sindacale dei lavoratori … non basta volerle. Le altre categorie hanno una organizzazione sindacale, piattaforme discusse e approvate nelle assemblee e contratti approvati alla firma , noi non facciamo nessuna di queste cose, non siamo trascurate da nessuno siamo noi che pensiamo che c'è qualcuno che fa i contratti senza che i lavoratori debbano muovere un dito. Anch'io penso che abbiamo bisogno di altro , ho un'idea di come farlo tu? se tu hai una idea migliore puoi farti avanti e farlo . Le parole non servono te lo assicuro patrizia cgil

  • Martamtt

    04/06/2021 - 17:34

    Buonasera, con educazione e rispetto vorrei dire che condivido in pieno quanto scritto da Nicola e poi da Giorgia. E comunque, anche leggendo i loro messaggi, non mi sembra ci sia stata tutta questa maleducazione, mi sembra piuttosto legittima indignazione, che condivido, come credo molti altri colleghi, per come si sta conducendo questa trattativa, e per come negli anni la nostra categoria sia stata trascurata. La ringrazio per aver creato questo blog e per quello che fa, ma abbiamo bisogno di molto altro, abbiamo famiglie da portare avanti, vogliamo retribuzioni e quant'altro al pari delle altre categorie più numerose e con più iscritti che pagano la quota del sindacato. Con dispiacere, ma resta pertanto la percezione che ormai i sindacati siano mossi soltanto da logiche di profitto e non dagli ideali che li hanno generati .

  • Lucy

    04/06/2021 - 17:19

    Andatevi a vedere la puntata di Report sui sindacati e così capite come funziona. Non aggiungo altro. Andate a vedere su youtube il video della puntata. Cose da non credere.

  • Giorgia

    04/06/2021 - 16:21

    Cara Patrizia forse non hai letto bene il mio commento. Ho detto di andare a rovesciare i tavoli con le nostre urla di rabbia. Mi pare chiaro che intendessi andare a manifestare con striscioni davanti confprofessioni. Non ti allarmare inutilmente.... Ma secondo te confprofessioni ci apre le porte? Ho ripreso l'ironia di Marco. Non ho offeso nessuno perché ho scritto infatti che "non voglio offendere nessuno" ma è legittimo che dopo un sacco di rinvii o dubbi vengano. La presa in giro è riferita a confprofessioni. Io ho scritto che rimango perplessa nel come comunicate questi rinvii che tu dici essere normali e invece così non è perché quelli di confprofessioni sono delle vere prese in giro invece i rinvii delle altre categorie è vero che c'è ne sono ma sono incontri tenuti e poi rinviati per proseguire le trattative, i nostri invece sono incontri annullati con scuse indecenti non rinvii per proseguire le trattative! Spero di aver chiarito Non capisco invece quali iniziative ha fatto filcams a cui non abbiamo risposto. Puoi farmi degli esempi? Grazie

  • Patrizia

    03/06/2021 - 21:52

    cara Giorgia , facciamo un patto vuoi? togliamo dal piatto sospetti , offese , giochetti ? non ci si può confrontare in questo modo, non ci sono dietrologie, cose poco chiare o non dette . In 20 anni di blog noi abbiamo detto sempre la verità nel bene e nel male e credo che ci siamo guadagnate un po' di fiducia . Bene fin qui ? altrimenti diventa un dialogo tra sordi, la critica è benvenuta., offese e sospetti no. Detto ciò noi non siamo la tua controparte e nemmeno il sindacato, la nostra controparte è Confprofessioni , blog lavoratori e sindacato siamo invece dalla stessa parte, bene. Fatta chiarezza su questo, ti rispondo di nuovo nel merito : abbiamo già discusso di questi argomenti ma non fatico a ripetere . Non è necessario essere iscritti per partecipare ad iniziative sindacali , lo è per l'organizzazione, abbiamo ormai grande esperienza negli studi professionali , organizzato iniziative di ogni tipo , assemblee riunioni anche a vuoto … e posso dirti con assoluta certezza che non si possono organizzare iniziative in un settore fatto di migliaia di piccoli studi senza sapere chi partecipa … non ci può essere spontaneismo e pressapochismo in questo . Non si può dire troviamoci li e andiamo davanti alla sede di confprofessioni verranno a migliaia e poi bo chi c'è c'è poi vediamo casomai entriamo e rovesciamo le scrivanie : questa è una cosa improponibile e anche un po illegale. qualsiasi persona di buon senso lo capisce.Se tu vuoi provare sei libera. Fallo ma non è questa la strada, credimi, se ci sono i lavoratori si organizza se non ci sono non si riesce, è così. Faremo paura a confprofessioni solo con l'organizzazione sindacale perché dura nel tempo e non è occasionale a questo serve il blog .. quante volte abbiamo detto usate il blog per delle iniziative, vi aiutiamo: mai nessuno lo ha fatto. Se entri negli uffici di confprofessioni rovesci gli uffici ti arrestano e non ottieni nulla. La filcams pubblica sulla pagina fb le iniziative , noi non ne facciamo .. perché non ci rivolgiamo al sindacato capisci ? ma la Filcams ha fatto di più ha creato questo blog gestito da lavoratori degli studi professionali, nessuna categoria ha uno spazio di questo tipo, se ti pare poco… . In quanto alle trattative , di un mero rinvio di una data cosa avremmo dovuto dire ? è un rinvio .. sai quanti ce ne saranno ? come vedi ora è fissata la data del 10 giugno , speriamo bene . Le trattative sono così per tutte le categorie : fatica fatica fatica. Non capisco cosa mai avrebbe dovuto fare la filcams casomai i lavoratori avrebbero dovuto reagire no? tu dici : vi chiediamo di organizzare : bene .. allora come fa il sindacato a conoscere Giorgia , se giorgia non si fa viva in sindacato ? me lo vuoi dire? Non capisco quello che dici del post sull'assemblea è sempre qui e su Fb , guarda bene. Infine : dopo il 10 giugno faremo l'assemblea web con il segretario nazionale , partecipa questo è una iniziativa che verrà promossa anche sulle pagine fb della Filcams , se saremo tanti , sicuramente potremo dire di aver fatto un passo in avanti e non sarà cosa indifferente nei confronti di Confprofessioni. Se saremo pochi faremo una brutta figura e vorrà dire che avremo perso tempo, la Filcams ci sarà.. Questo è quello che penso : confrontati con me sul merito , seriamente, e ti prego non parlare più di giochetti o qualcuno che ci guadagna , noi non ci guadagnamo proprio niente , sono quasi le dieci di sera e ti sto rispondendo nel mio tempo libero e gratis , lo faccio per scelta perché penso che sia utile , non tollero di essere ne offesa ne di essere sospettata di chissà quali giochetti, invece le critiche anche dure, suggerimenti, aiuti sono benvenuti Patrizia cgil

  • Patrizia

    03/06/2021 - 21:02

    caro nicola, ricordo che ne abbiamo già parlato , solo i forti possono chiedere aumenti al datore di lavoro , la gran parte possono solo fare affidamento sui minimi contrattuali .. tu dai consigli solo ai più forti noi lavoriamo per tutti , soprattutto per chi non ha potere contrattuale. Non capisco perché tutta questa negatività, se noi avessimo ragionato come te non avremmo fatto il blog 20 anni fa e non avremmo lavorato anno dopo anno per tenere il filo diretto con colleghe e colleghi con risultati francamente sconfortanti come il tuo messaggio per esempio. Avere sfiducia senza aver alzato un dito .. sono sincera mi pare troppo comodo. Il sindacato è pazienza , trattativa , passo dopo passo per ottenere risultati. Dai anche tu il tuo contributo e ti sentirai meno sfiduciato . Partecipare da sempre morale .. ciao patrizia cgil

  • Nicola

    03/06/2021 - 19:49

    Purtroppo ormai mi sento solo di consigliare di andare a trattare direttamente con il vostro datore di lavoro. Non nutro più alcuna fiducia sui rinnovi di CCNL della nostra categoria. Ok che abbiamo poco peso sindacale, ma siamo veramente troppo indietro, la controparte ci prende in giro e noi non siamo in grado di alzare la voce. Non potremo più sperare in un CCNL decente se queste sono le condizioni di trattativa. Devo a malincuore dar ragione a chi confida nel salario minimo e in strumenti simili di adeguamento delle paghe e dei diritti del lavoro. Il sindacato, purtroppo, non mi sembra più la pronta risposta.

  • Giorgia

    02/06/2021 - 17:56

    Sono perfettamente d'accordo con Marco. È da tempo che anche io dico che l'unico modo è andare a manifestare e a rovesciargli i tavoli perché con le buone non si ottiene niente. Patrizia non capisco perché ad ogni persona che propone manifestazioni, rispondi che dobbiamo iscriverci al sindacato e non dai mai una risposta su come organizzare azioni serie nei confronti di Confprofessioni che non fa altro che riderci dietro proprio perché non facciamo paura. Hai fatto un post per l'assemblea che poi è sparito. In tanti stiamo dubitando della Filcams che continuo a far notare che sul suo sito parla di tutti gli altri contratti tranne che del nostro, evidentemente come dice Marco, con noi ha poco da guadagnarci. Mi spiace io non voglio offendere nessuno ma effettivamente qualcuno che ci sta prendendo in giro c'è. Non è possibile che le date sono state rimandate e vi limitate a comunicarcelo come se fosse tutto normale e Filcams non si attivi immediatamente per porre fine a questi giochetti. È FILCAMS CHE DEVE ORGANIZZARE INIZIATIVE E NOI PRESENTARCI PER ANDARE A SFONDARE LR PORTE DI CONFPROFESSIONI CON LE NOSTRE URLA DI RABBIA!! Lo capite o no che è questo che vi stiamo chiedendo di ORGANIZZARE? Allora sì che la gente ha piacere di iscriversi al sindacato!

  • Patrizia

    01/06/2021 - 19:25

    Caro marco, dispiace che tu non ti sia reso conto che qui sei in sindacato. Il blog è stato realizzato per noi dalla Filcams cgil ed è ad essa collegato. Non solo lo ha creato e pagato ma ci consente di gestirlo in piena libertà senza condizionamenti e interferenze. Qui si può discutere di tutto con il solo limite dell'educazione che tu non hai usato , nonostante ciò abbiamo deciso di pubblicarti , ma ci tengo a dirti che le offese non sono opinioni, qui sei ospite e gli ospiti rispettano i luoghi dove chiedono di entrare soprattutto quando hanno bisogno di informazioni e aiuto, offendere il sindacato significa offendere anche noi e il nostro lavoro, non ci siamo proprio. Penso che dare giudizi su cose che evidentemente conosci molto poco è un grave errore e quindi ti rispondo nel merito: 1) il sindacato è una libera associazione e si autofinanzia come tutte le associazioni, non acchiappa soldi ed è dalla parte di tutti i lavoratori anche quelli non associati, ci si tessera per fare attività sindacale. 2) Il sindacato non è un ministero, non è un ente pubblico e nemmeno un ente che fa contratti e nemmeno un supermercato. 3) Il sindacato è organizzato per categorie per quanto riguarda i contratti nazionali e per servizi. L'ufficio vertenze , al quale immagino tu ti sia rivolto, è un servizio e prevede il pagamento di una prestazione. Sono costi assolutamente bassi rispetto a quello che spenderesti andando da un avvocato. Prova. Sono servizi il CAAF che si occupa di servizi fiscali 730 d,successioni e di altro .. si paga immensamente meno che andare da un commercialista o altro. C'è un tariffario sull'ammontare della somma da recuperare. Si fa così anche per i fallimenti ecc. ecc. Sono appunto servizi al cittadini a prezzi calmierati , per accedervi c'è bisogno della tessera associativa , ripeto come per tutte le associazioni .. Non si capisce il perché tu pensi che debbano essere gratis. 4) Noi non prendiamo per il culo nessuno , facciamo un'attività sindacale difficilissima per una categoria sindacalmente inesistente e imbelle : la nostra agenda è sempre pronta è quella di confprofessioni che non lo è , l'incontro era richiesto dal Ministero del Lavoro a confprofessioni , non a noi. I contratti si fanno tra parti contrapposte in libere trattative , noi facciamo il nostro al massimo. 5) Penso anch'io che non siamo numeri e abbiamo una dignità, per questo faccio attività sindacale da 30 anni senza permessi sindacali , usando le mie ferie e i miei permessi anche per te che oggi ci hai offeso scaricando rabbia a caso , sarebbe meglio facessi anche tu la tua parte insieme a noi allora si che guadagneresti in dignità ma anche in chiarezza di idee. 6) Infine anch'io penso che l'unità sindacale sarebbe meglio e spererei che prima o poi ci si arrivi, ma ci sono delle ragioni perché non c'è e ti pregherei di studiare un po' di storia sindacale per capirlo . Prima studiare e poi parlare. Eviterei il sindacato di stato sai … quello c'era con il fascismo , meglio lasciare alle dinamiche libere della nostra democrazia. Patrizia cgil

  • marco

    01/06/2021 - 12:18

    Milione di iscritti...sciopero... oh gente analizziamo i fatti. I Sindacati sono solo degli acchiappa soldi, non sono assolutamente dalla parte dei lavoratori e vi porto il mio esempio (sono stati scoperti errori nelle buste paga del mio ufficio, e questi per tutelarti chiedono il 10% del ricavato, più ovviamente l'iscrizione al sindacato a 15€ al mese circa in busta paga. Il 10% è strozzinaggio, io ho da avere più di 10.000 euro un mio collega 2.000, perchè io devo pagare più di 1000 per esaminare 60 buste paga e il mio collega 200 per lo stesso numero di buste? o fate un tariffario o non siete decisamente dalla parte dei lavoratori, ma solo dalla vostra). Se il sindacato fosse dalla parte dei lavoratori ne basterebbe 1 x tutti (come avviene in certi stati) indipendentemente dalla politica e da tutto. Poi non aspettiamoci niente da questo rinnovo, sarà la solita buffonata data a rate tipo 8€ di aumento ogni 6 mesi, senza rimborsi per i 3 anni e più di ritardo (niente scuse covid non sarebbe cambiato niente). Fissano le date e leggi "rinviato perchè c'era un altro incontro", ma non avete un agenda? non vedete che quel giorno c'era già altro in programma o prendete per il culo?........invece degli scioperi (che tra l'altro ci si rimette i soldi, dobbiamo organizzarci e andare a rovesciare i tavoli a Roma, basta prese per il culo, non siamo numeri, siamo persone ed abbiamo una dignità

  • Patrizia

    19/05/2021 - 11:28

    Caro Nicola, se avessimo 1 milione di iscritti potremmo indire tutti gli scioperi necessari! a dire la verità basterebbero anche molti meno iscritti. Il punto è questo : lo sciopero è lo strumento principale di pressione ma per usarlo deve esserci organizzazione sindacale , se non c'è non è praticabile, finora abbiamo solo contatti virtuali non organizzazione fisica di persone, strutture ecc. , il problema è questo. Non si organizza nulla con il virtuale ma il virtuale può aiutare a costruire questo si. Come vedi stiamo pensando all'assemblea in remoto , se fosse un successo di partecipazione sarebbe un segnale importante , quindi diamoci da fare. ciao Patrizia cgil

  • Nicola

    19/05/2021 - 9:30

    Una curiosità: perchè mai lo sciopero non è praticabile? Se lo scioperto non è praticabile, se non c'è una minaccia implicita agli interessi della classe datoriale, quale altra freccia al nostro arco possiamo avere? anche se ci fossero un milione di iscritti, che però non possono nemmeno annunciare di scioperare, che peso potranno mai esercitare e cosa potranno ottenere se non rinnovi più o meno incosistenti come gli scorsi? (massimo rispetto per chi li ha trattati e ottenuti, non è quello il punto). Auguro buon lavoro a tutti!

  • Patrizia

    18/05/2021 - 12:11

    Cara Giulia, come vedi stiamo preparando l'assemblea da remoto, partecipare in massa sarà un messaggio chiaro a confprofessioni. Abbiamo pensato che ci voleva qualcosa in più rispetto a quello che abbiamo fatto finora. Non ci danno contentini, se la prendono comoda. Sta a noi mettere pepe. Ciao patrizia cgil

  • giulia

    18/05/2021 - 10:50

    Buongiorno, siamo al 18 maggio e ancora nessuna novità. Mi chiedo se scrivere nuovamente in massa a confprofessioni possa tornare utile... tra un po' siamo in giugno e non ci sono certezze nemmeno di un inizio trattativa visto che come è iniziata si è anche fermata.... mi sembra che si dia l'accontentino per illuderci che si stanno muovendo le acque quando in realtà è tutto fermo..... cosa possiamo fare?

  • Patrizia

    09/05/2021 - 20:32

    Cara Vittoria, mi spiace moltissimo , perché chiude lo studio ? cessata attività ? fatti assistere dal sindacato della tua città non lasciare intentato ogni sforzo per mantenere il post di lavoro, finchè c'è la cassa integrazione si può resistere. Purtroppo non c'è modo di recuperare gli aumenti tabellari del nuovo contratto se non si è più dipendenti dello studio. Coraggio, se hai bisogno siamo qui patrizia cgil

  • Vittoria

    09/05/2021 - 11:45

    Buongiorno a tutti e grazie per gli sforzi che state facendo per portare avanti questa "battaglia". Avrei una domanda: probabilmente il mio studio a breve chiuderà e di conseguenza dovrò essere licenziata. Se viene definito (finalmente!) il nuovo contratto avrò modo di recuperare gli arretrati dell'adeguamento anche con l'eventuale disoccupazione? Visto il periodo non proprio sereno che si prospetta, avere almeno questa magra consolazione mi gioverebbe. Grazie ancora.

  • Patrizia

    06/05/2021 - 16:22

    Caro Alberto, ti ringrazio davvero tanto per il tuo post. E' vero noi cerchiamo di mettere tutto l'impegno e la passione che abbiamo per rendere il blog utile alla nostra categoria, siamo contente che sia recepito. Ti dirò che la filcams cgil ci aiuta molto per fortuna. Dobbiamo farci sentire di sicuro, essere delle comparse in una trattativa che ci riguarda non va bene. Ne stiamo discutendo proprio in questi giorni , vorremmo fare un salto di qualità superando la fase "mail" , vogliamo fare l'assemblea web . Abbiamo visto che in altre categorie ha funzionato, come le farmacie, e quindi abbiamo deciso che lo facciamo anche noi. Lo sciopero non è praticabile , però si possono fare tante altre cose per dire anche la nostra. Con i numeri del blog dovremmo fare un bel boom che dici? Grazie davvero patrizia cgil

  • Alberto

    06/05/2021 - 8:58

    Buongiorno Patrizia, leggo frequentemente il blog e vi ringrazio per il tempo e la passione che dedicate alla nostra categoria. Entro subito nel merito. Per essere più incisivi, e produrre del "fastidio" a Confprofessioni, non è possibile mettere in campo qualche iniziativa? Qualcosa di concreto intendo.. Ricordo che nella scorsa trattativa, se non sbaglio, avevamo inviato in massa mail con "volantini informativi e di protesta" a Confprofessioni e ai canali di comunicazione nazionali facendo sentire la nostra voce. Secondo voi, sarebbe fattibile o controproducente? Leggo spesso che dobbiamo far sentire la nostra voce.. Così possiamo iniziare a far vedere che l'interesse dei lavoratori è reale e necessitiamo di tempi certi per il rinnovo del nostro contratto. Vista la tipologia del nostro lavoro, penso che sia altamente improbabile mettere in atto altre forme di "protesta", tipo sciopero. Grazie per l'attenzione, un saluto

  • Patrizia

    05/05/2021 - 19:22

    Cara Marta, come avrai notato dalla mia firma , questo è un blog sindacale collegato alla Filcams cgil , quindi qui sei virtualmente in sindacato, è la dimostrazione che il sindacato si interessa di tutti i lavoratori , anche di noi! altrimenti non avrebbe costruito questo blog per noi nel tentativo di raggiungerci. Io penso che siano i lavoratori degli studi professionali che si disinteressano del sindacato , tanto è vero che ci sono pochissimi iscritti. L'iscrizione non è questione economica ma di rappresentanza, infatti , se hai tanti iscritti puoi rappresentare con forza le loro ragioni , se non ne hai non ti ascolta nessuno. Vale per ogni associazione di rappresentanza e il sindacato è un'associazione, la cgil ha forza perché ha 5 milioni di iscritti . Noi abbiamo una strada sola per pesare: fare attività sindacale. Naturalmente il blog è aperto a tutti, non chiediamo se iscritta o meno siamo tutti lavoratori ma per contare davvero ci vuole l'organizzazione sindacale questo prima o poi dovremo capirlo! ciao e grazie a te Patrizia cgil

  • Martamtt

    05/05/2021 - 9:39

    Buongiorno Patrizia, grazie per tenerci costantemente informati. Ma vorrei sapere, cosa significa "sarebbe meglio se avessimo tutto il peso del milione dei lavoratori degli studi professionali"? Ovvio che i lavoratori degli studi vogliono far sentire il loro peso! Sono forse i Sindacati che non hanno più come priorità i diritti dei lavoratori? Il nostro contratto ha minor peso perchè ci sono meno iscritti che pagano la quota? Alla luce dei fatti credo sia questo il significato del nostro minor peso. Buon lavoro

  • Patrizia

    04/05/2021 - 18:34

    ciao marta, l'incontro è stato rinviato perché confprofessioni per il 30 era stato convocato dal Ministro del lavoro per parlare proprio di lavoro agile. Stiamo aspettando la conferma della nuova data per fare l'aggiornamento del blog. Leggi la risposta che ho dato a Marco due commenti più sotto! ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    04/05/2021 - 18:27

    Caro Roberto, grazie ! il mancato rinnovo per 3 anni fa parte della trattativa e di sicuro sarà fatto pesare, ma appunto è una trattativa . Ci proviamo , sarebbe meglio se avessimo tutto il peso del milione dei lavoratori degli studi professionali . ciao patrizia cgil

  • Martamtt

    04/05/2021 - 11:35

    Buongiorno, è possibile avere aggiornamenti sull'ultimo incontro svoltosi il 30/04/2021? Grazie mille e buona giornata

  • Roberto

    04/05/2021 - 0:12

    Buonasera a tutti, è parecchio che non scrivo ma comunque vi leggo sempre. Vorrei solo portare all'attenzione che quando qualcuno si lamenta del nostro contratto rispetto ad altri, viene sempre ricordato il mancato rinnovo per 10 anni. Bene quando questo contratto verrà rinnovato si sarà nuovamente perso un rinnovo. Pertanto in sede di trattativa questo dovrebbe essere segnalato ai nostri interlocutori come un mantra. Grazie e buon lavoro

  • Patrizia

    03/05/2021 - 18:20

    Caro Marco, a chi lo dici ! seguendo direttamente è ancora più pesante, ti assicuro. La questione del lavoro agile non blocca di per se il confronto, è una questione nazionale. Non direi che è una scusa invece penso che confprofessioni se la prenda comoda , tanto noi non protestiamo . Sarà lunga. Come puoi vedere dal sito della cgil sono decine i contratti nazionali fermi per le più varie ragioni, abbiamo bisogno di regole certe sui rinnovi questo è sicuro. Ommmm patrizia cgil

  • MARCO

    03/05/2021 - 16:42

    Continuare a prorogare un contratto fermo e scaduto da piu di tre anni per regolamentare il lavoro agile che tanto sono certo che verra' utilizzato dall'1% degli studi mi sembra assurdo o forse una scusa..... capisco che le contrattazioni durano tanto ma qui proprio non iniziano!!!

  • Patrizia

    03/05/2021 - 15:06

    caro Massimo, tu poni un problema molto serio , sono molto d'accordo con te che stare fermi ed aspettare gli eventi peggiorerà le cose , il futuro riserva ai nostri settori la sfida del cambiamento che porta con se anche grandi incertezze. Mi chiedi cosa si può fare: l'unica cosa da fare è rafforzare la rappresentanza dei lavoratori non c'è altro modo , quindi la mia risposta è sempre la stessa, dobbiamo rivolgerci al sindacato e cominciare ad organizzare la categoria, questo ci consentirà di rappresentare molto meglio le nostre ragioni ma soprattutto di diventare protagonisti del cambiamento negli studi professionali anticipando problemi e individuando soluzioni, invece che subirli. Quindi la risposta é : sindacato. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    03/05/2021 - 14:58

    Cari marco e debora e tutti , l'incontro del 30 aprile è stato rinviato perché confprofessioni è stata convocata, insieme a tutte le altre parti sociali, dal Ministro del lavoro Orlando per un confronto sul lavoro agile. L'intenzione del Ministro è di arrivare ad un accordo quadro sul lavoro agile nazionale che poi venga recepito dai contratti nazionali. E' una soluzione che semplifica gli accordi contrattuali e quindi è una buona notizia anche per il nostro contratto. Stiamo aspettando l'ufficialità della nuova data per aggiornare il blog. Anticipo le vostre obiezioni: i contratti sono cosa complicata , non aspettatevi tempi brevi , inoltre discutere prima di stipendi non accorcia i tempi , il contratto deve essere definito nella sua interezza per entrare in vigore. Quindi cominciare da A o cominciare da z non cambia. Appena sapremo la data facciamo subito il post. ciao patrizia cgil

  • Massimo

    03/05/2021 - 12:31

    Buongiorno, sono Massimo, dipendente di uno studio notarile. Volevo soltanto rendere noto che la scorsa settimana, nel testo approvato dal governo sui fondi europei che dovrebbero arrivare scaglionatamente nei prossimi anni, è presente uno schema di ripartizione delle future spese degli stessi. Ma ho letto attentamente anche gli interventi tassativi "occulti" che il governo intende fare successivamente....in particolare la "riforma del catasto".....ovvero aumento rendite esponenziale degli immobili....ovvero maggiori costi delle tasse (IMU) anche quelle da pagare per le compravendite immobiliari....ovvero ci sarà sicuramente una riduzione del nuovo degli atti e quindi dei fatturati degli studi che lavorano nel settore. Tutto questo soltanto per dirvi che questa trattativa in corso per il rinnovo del contratto dobbiamo cercare di sfruttarla nel miglior modo possibile perchè in futuro credo che avremo sempre un minor peso contrattuale. Mi rivolgo a Patrizia....potresti instradarci su come essere proficui e dare il nostro supporto? grazie

  • MARCO

    03/05/2021 - 10:40

    Novità sull'incontro del 30/04? Sono state fissate altre date?

  • Debora

    03/05/2021 - 8:11

    Ci sono aggiornamenti sull'incontro del 30 aprile ? grazie

  • Patrizia

    29/04/2021 - 12:51

    Cara marta, benvenuta! cerca sul blog e troverai la piattaforma rivendicativa che abbiamo presentato 3 anni fa , discussa e votata qui sul blog . Votare una piattaforma e iniziare una trattativa non vuol dire purtroppo automaticamente portare a casa un contratto . Una trattativa, lo dice la parola, è una trattativa . Tutto giusto e ragionevole quello che dici ma il nostro problema è che non sosteniamo con iniziative sindacali le nostre richieste , come insegnano 100 anni di storia sindacale non basta avere ragione e chiedere cose giuste: una tantum, buoni pasto ecc. . Quando dici che non è giusto che la richiesta dei buoni pasto sia individuale è proprio così , la richiesta deve essere collettiva per avere forza. ciao e grazie patrizia cgil

  • Martamtt

    29/04/2021 - 9:26

    Buongiorno, sono nuova del blog ma faccio l'impiegata in studi professionali da oltre 20 anni, il nostro è uno stipendio veramente da fame soprattutto se paragonato a quello del commercio o a quello delle impiegate che lavorano nelle ditte, spero intanto che questo ritardo di oltre tre anni nel rinnovo venga risarcito con un importo una tantum e successivamente che il nostro stipendio si adegui a quello delle altre categorie. L'idea di introdurre i buoni pasto non è male e deve essere inseita nel contratto, non può essere demandata ad una richiesta fatta direttamente al datore di lavoro, perchè si sa che i professionisti sono molto larghi nelle loro parcelle ma molto poco nel pagare i dipendenti e non lo concederebbero mai salvo rari casi.

  • Patrizia

    28/04/2021 - 14:56

    Caro Enrico , i buoni basto non sono normati dal contratto nazionale, ci proveremo in questa tornata contrattuale ma è difficile perché sono materia da contratto di secondo livello. Può essere però una richiesta di studio , cosa che puoi fare liberamente , chiedili. Il valore del buono pasto è determinato dalla legge e possono essere cartacei o elettronici per un valore massimo di 10 euro di cui una parte detassata. ciao ! patrizia cgil

  • Enrico Burchietti

    28/04/2021 - 11:57

    salve,sono un dipendente degli studi professionali,contratto part time 75%. Vorrei sapere se il contratto prevede i buoni pasto e se si in quali termini. grazie

  • Patrizia

    28/04/2021 - 10:47

    Cara mary, dopo 42 di lavoro in uno studio legale e 30 di sindacato credi che non l'abbiamo fatto? Bastasse questo saremmo a cavallo! Bisogna ottenerlo e per ottenerlo ci vuole l'azione sindacale sopratutto dei lavoratori , quindi anche la tua.. il punto è sempre lo stesso , ci giriamo intorno, come intendi sostenere le tue richieste? Dirle a me non serve , ci vuole un'azione collettiva della categoria. Ti ripeto che io non vado in trattativa e in ogni caso non servirebbe l'azione individuale I nostri datori di lavoro conoscono benissimo le ns. Retribuzioni e le differenze , il problema è come sostenere le ns. Richieste, non basta chiedere ti assicuro patrizia cgil

  • Mary

    28/04/2021 - 9:13

    Patrizia perchè non porti in sede contrattuale le buste paghe di noi lavoratori; 15/20/25 anni di lavoro e le confronti con buste paghe di operai, cassiere di supermercati ecc... Salterebbe subito all'occhio ai "capi" che la nostra professionalità non è pagata.

  • Patrizia

    27/04/2021 - 20:20

    Cara Mary, mi piacerebbe discutere con te l' affermazione sui "cavilli burocratici" , non so cosa intendi ma ti assicuro che tutto è la contrattazione meno che un cavillo burocratico, è invece una trattativa seria tra parti e interessi contrapposti , non è un bancomat , non è una pratica burocratica , non è certa, non è scontata. Guarda la pagina Filcams cgil e ti sarà chiaro come si fanno i contratti . E' vero Il problema per noi non è il rinnovo del contratto attuale ma i contratti non rinnovati per 10 anni a causa della mancanza di una controparte organizzata , questo ci è costato il "gap", come lo definisci tu. Per portare al tavolo delle trattative Confprofessioni ci sono volute molte iniziative sindacali e dei lavoratori, alle quali molte di noi , io compresa, hanno partecipato. Lo ridico ancora una volta e in modo chiaro : se chiediamo solo l'aumento delle retribuzioni non avremo una lira in più e invece molti diritti in meno . Quindi è meglio portare a casa anche i diritti. Gli enti bilaterali gestiscono pezzi di stipendio con i piani sanitari e le prestazioni previste che danno una gran mano. 500,00 euro ? beh.. .. che dire? siamo fuori strada. Metto io un dito sulla piaga sempre la solita: siamo colleghe , non sono al tavolo delle trattative , faccio attività sindacale e come me le ragazze con le quali gestisco il blog , e ti chiedo : perché non lo fai anche tu ? avresti l'occasione di dire quello che pensi , va in sindacato e partecipa al rinnovo del tuo contratto , come facciamo noi , perché è bello dire quello che devono fare gli altri ma è più complicato quando dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. ciao patrizia cgil

  • Mary

    27/04/2021 - 16:43

    Non voglio mettere il dito sulla piaga ma lo faccio ugualmente. Il problema cara Patrizia è che il il rinnovo del contratto (scaduto da anni) è il minore tra i problemi. Il vero problema è che anche i vecchi rinnovi contrattuali alla fine non hanno portato che ad aumenti ridicoli dello stipendio. Ci troviamo dunque ad avere retribuzioni da fame a causa, non del mancato rinnovo dell'attuale contratto scaduto, ma a causa dei rinnovi contrattuali precedenti. Si può per una volta lasciar perdere tutto quello che non sia l'aumento del salario ...... Non credi che il vero gup sta sui livelli salariali e non sui vari benefit. Lascia stare per una volta i cavilli burocratici e concentrati sulla retribuzione. Mancano mediamente 500 euro mensili a tutti sullo stipendio. Ciao

  • Patrizia

    22/04/2021 - 19:36

    caro tanque, ti ringrazio molto del tuo post , siamo contente che riusciamo a trasmettere passione sindacale anche se attraverso uno schermo. Non è stato facile trovare il giusto equilibrio per comunicare con il blog ma per fortuna abbiamo ottenuto buoni risultati. Non ci dispiace affatto discutere o fare polemica, anzi ci vuole, l'unica cosa importante è il rispetto reciproco , per il resto liberi! Fai un'ottima analisi di quello che è il settore e delle ragioni della sua debolezza, io penso che ci sia anche molta pigrizia , non è vero che non si può fare attività sindacale nel nostro settore sai, basta volere. Alle volte mi chiedo se non vi viene voglia di discutere tra colleghi dei problemi degli studi professionali per sentirsi appartenenti ad una stessa categoria e diventare protagonisti delle discussioni che si fanno senza di noi .. ci stancheremo di fare le comparse ? speriamo ! Per quanto riguarda la retribuzioni e per rispondere anche a Matteo: siamo tutti d'accordo che la parte economica è la più importante non c'è dubbio, ma un contratto è fatto di molte cose e puntare solo sulla parte economica non ci fa arrivare alla firma prima e a stipendi più alti. Si deve discutere di tutto. Si parte dal lavoro agile perché durante l'emergenza è stato usato senza regole , siamo ancora in emergenza e prima si regolamenta meglio è. Le norme contrattuali sono tutte esigibili , alcune rimangono "dormienti" è vero ma il rapporto di lavoro deve essere regolamentato in tutti i suoi aspetti. Il lavoro agile nella sua formulazione originaria verrà usato poco negli studi ora ma la società spinge in quella direzione e le norme a tutela dei lavoratori devono esserci. Per l'una tantum hai ragione , vedremo ma anche questa è materia di contrattazione e quindi ti riporto al ragionamento che fai sulla debolezza della categoria, chi ci rappresenta al tavolo può anche tenere duro ma poi se i lavoratori non si fanno sentire .. la forza contrattuale è quella che è: 0. Quindi dipende da noi . ciao e grazie davvero patrizia cgil

  • TANQUE

    22/04/2021 - 13:08

    Buongiorno a tutti. Seguo con molto interesse i post del blog e anche per questo ci tengo a ringraziare Patrizia per i suoi costanti aggiornamenti e per il lavoro che svolge sempre rivolto all’interesse collettivo di tutti noi. Capita ogni tanto di imbattermi in qualche post più “polemico” che magari per sostanza posso anche condividere nei contenuti di fondo, ma non va dimenticato che il settore specifico in questione è sì uno dei più qualificati a livello di competenze richieste, ma al tempo stesso uno dei più difficili da rappresentare per mancanza di iscrizioni e di relativa forza sindacale. Sappiamo tutti benissimo quali sono le ragioni della scarsa rappresentatività del settore e come funziona all’interno degli studi professionali, quindi prima di “prendersela” con Patrizia o con i sindacalisti in genere, credo sia necessario tenere a mente queste premesse. Purtroppo è da sempre un settore in cui per avere una paga adeguata al lavoro svolto è necessario strappare degli accordi individuali e, a mio avviso, sarà sempre così. Da quello che ho potuto notare anche il professionista più taccagno ed irriconoscente se messo alle strette è costretto a ragionare e a raggiungere un compromesso per continuare a poter contare su un dipendente valido. Per quanto riguarda la trattativa, anch’io sono del parere che gli “sforzi” debbano essere concentrati sulla parte economica. Il lavoro agile è un istituto attraente, ma mi chiedo che efficacia possa avere se poi i professionisti, nonostante anche un eventuale obbligo contrattuale, non lo mettano in pratica. Io ho forti dubbi che l’eventuale norma possa avere una concreta efficacia, mentre se si aumentano i minimi contrattuali non ci si può rifiutare di applicarli. Spero di essermi spiegato, ho voluto sintetizzare al massimo il mio pensiero, dato il post già particolarmente lungo. Ritengo inoltre fondamentale dal punto di vista simbolico e a livello di “orgoglio di categoria” non rinunciare all’una tantum contrattuale. Credo sia necessario riconoscerci un importo per gli anni di vacanza contrattuale e su questo chiedo gentilmente di non cedere alle istanze della controparte. Ringrazio nuovamente per il lavoro svolto da Patrizia che ammiro molto per la passione ed il coinvolgimento che dimostra continuamente.

  • Matteo Montanari

    21/04/2021 - 14:41

    Concordo con chi sostiene che si debba intervenire per aumentare la nostra retribuzione. faccio questo lavoro da 20 anni. Seguo pratiche di progettazione impiantistica anche complesse e di un certo livello dall'inizio alla fine. E la mia retribuzione, al netto di trattenute e detrazioni per figli a carico, è di poco superiore a 1300€. Questo è il principale problema della nostra categoria. Speriamo di avere buone nuove. Buona giornata a tutti.

  • Patrizia

    19/04/2021 - 19:51

    Cara daniela, non capisco perche fai i riassunti.. c'e tutto sul blog, se e polemico non ne capisco comunque la ragione. Come vedi abbiamo aggiornato il post , la nuova data e il 30 aprile, ne abbiamo avuto conferma ora. Non so che esperienza hai di contrattazione ma funziona cosi .. e difficile lunga alle volte inconcludente nella peggiore delle ipotesi si interrompe Non c'e limite di tempo o un tempo prefissato, puo durare poco o tantissimo, sopratutto se i lavoratori non dicono bao, non protestano e aspettano. Quindi ti pregherei di non fare piu riassunti. Ti ringrazio molto patrizia cgil

  • Daniela

    19/04/2021 - 13:02

    RIEPILOGO / incontro fissato per il 12.03.2020 - rinviato causa pandemia / 10.02.2021 - SOLLECITO RINNOVO CONTRATTO (iniziativa blog) / incontro fissato per il 25.02.2021 - discussione generale / incontro fissato per il 18.03.2021 - rinviato causa incontro Ministro Orlando / incontro fissato per il 30.03.2021 - discussione Lavoro Agile / incontro fissato per il 12.04.2021 - rinviato e/o incontro interlocutorio? / incontro fissato per il 15.04.2021 - discussione Bilateralità - rinviato / ….”sono state fissate altre due date per continuare il confronto….” / a distanza di una settimana non sappiamo ancora a quando sono state rinviate le trattative…… ci sono 11 argomenti da trattare come da piattaforma + il Lavoro Agile......

  • Patrizia

    17/04/2021 - 18:30

    cara Mary, non è proprio così sai. La pandemia ci ha costretti ad usare lo smart working per salvare vite e lavoro. Uno strumento di flessibilità poco usato in Italia e che si è rivelato strategico anche se è stato "forzato" eliminando l'accordo sindacale. Finita l'emergenza, ad ora 30 aprile, il lavoro agile resterà nel mondo del lavoro è inevitabile, tornerà l'accordo sindacale e avremo bisogno di norme contrattuali che tutelino i lavoratori . Gli accordi sindacali tra datore di lavoro e lavoratore riguarderanno le modalità di svolgimento del lavoro che potrà essere svolto qualche giorno in presenza e qualche giorno in qualsiasi luogo da remoto . Quindi come vedi è molto diverso da quello che abbiamo visto in questo anno terribile. Negli studi professionali tutto è più difficile , lo sappiamo, è un mondo antico che fa fatica a rinnovarsi , in ogni caso , è una strada tracciata anche per loro. E' importante discuterne subito perché di abusi ne abbiamo visti tanti , di tutti i tipi è quindi necessario regolamentare velocemente il lavoro agile , siamo ancora in emergenza. Non è assolutamente una scusa per non fare il contratto ti assicuro. Per quanto riguarda le "briciole" noi siamo sul pezzo e discutiamo con i nostri datori di lavoro, se fossimo in tanti a discutere compresa te …. e a chiedere rispetto per il nostro lavoro , ci sentiremmo meno frustrati , coraggio , ci vuole coraggio patrizia cgil

  • Mary

    16/04/2021 - 18:51

    Buongiorno. Finita la pandemia lo smart working sarà un ricordo. La tirano lunga per non rinnovare il contratto. Alla fine ci daranno il solito aumento "briciola"

  • Patrizia

    15/04/2021 - 20:07

    PER DANIELA E FRANCESCA , come dicevo ad Emanuele , l'incontro del 12 aprile è stato interlocutorio sul lavoro agile , sono state fissate altre due date per continuare il confronto , appena ne avremo conferma pubblichiamo . Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    15/04/2021 - 20:05

    Caro emanuele , benvenuto! certamente puoi chiederlo. L'incontro del 12 è stato interlocutorio ancora sullo smart working , sono state fissate due altre date per continuare il confronto ma non abbiamo ancora la certezza , per questo non abbiamo ancora fatto il post. Portate pazienza appena avremo notizie pubblichiamo. Patrizia cgil

  • Emanuele Lombardi

    15/04/2021 - 14:35

    Buongiorno a tutti, sono "nuovo", ma vi seguo da molto, essendo anche il canale più diretto per avere informazioni. Volevo avere info sull'ultimo rinvio per il rinnovo del contratto se era possibile. Grazie per la disponibilità e continuate così.

  • maurizio

    15/04/2021 - 11:52

    beata te Sara, evidentemente lavori in uno studio grosso o comunque con un titolare dotato di buon senso. Non è sempre così... gia' da me manco ci passano la carta igienica ed il gel igienizzante quindi il ticket del quale gia' parlato è ancora lì che ride. se non compare nel contratto ed i datori ne sono obbligati non tutti possono avere gli stessi diritti proprio per la mentalita' non uguale di tutti i datori di lavoro.

  • Daniela

    15/04/2021 - 9:58

    Buongiorno patrizia, l'incontro fissato per il 12 aprile è stato rinviato..... e l'incontro fissato per oggi?

  • francesca

    15/04/2021 - 8:58

    buongiorno, posso avere notizie circa il rinnovo contratto studi professionali? vi ringrazio molto

  • Sara

    14/04/2021 - 12:49

    Salve a tutti, quando le colleghe del blog dicono che bisogna darsi da fare -anche nel nostro piccolo- è la verità...Io ho chiesto al mio capo i buoni pasto e lui tranquillamente me li ha concessi, quindi diamoci da fare, tante volte provare a chiedere non costa nulla e soprattutto....Se mai si agisce, nulla si ottiene..

  • Patrizia

    14/04/2021 - 9:30

    Cara Debora, il 12 c'è stato altro rinvio, facciamo il post più tardi ciao! Patrizia cgil

  • Debora

    14/04/2021 - 8:10

    Grazie a te delle risposte Patrizia. Ma dell'incontro del 12/4 abbiamo ci sono news?

  • Patrizia

    13/04/2021 - 15:17

    cara debora, cosa vuoi queste pseudo sigle sindacali rappresentano solo degli interessi di piccole nicchie di professionisti che puntano a tutele corporative , difficile parlare di tesseramento. Sopravvivono perché osteggiano una legge sulla rappresentanza che li spazzerebbe via. Per fortuna la Filcams ha tanti iscritti negli altri contratti di categoria e trascina anche noi.. L'Italia è il paese delle corporazioni , lo si è visto molto bene con il Covid, ognuno chiede tutele per il proprio orto, di interesse collettivo neanche parlarne, così non si va da nessuna parte. La contrattazione non può che essere libera ma tra parti di eguale forza .. cosa che è stata negli anni passati con un grande movimento sindacale collettivo , quindi è fondamentale avere una grande forza collettiva , dipende da noi , altrimenti vincerà sempre la legge del più forte, o le piccole corporazioni. Grazie per la bella discussione , sono contenta che si parli di questi argomenti sul blog. Patrizia cgil

  • Debora

    13/04/2021 - 8:18

    Grazie Pat, sì, l'avevo pensato che fosse uno dei contratti pirata, vedendo sigle "strane". Pero' i livelli retributivi sono comunque leggermente meglio di quello in vigore da noi. Sicuramente non avranno cadiprof ebipro e altre tutele varie... e' una piaga stranissima. se Filcams ha gia' pochissimi iscritti.... questi pseudosindacatini chi rappresentano? Comunque e' davvero un meccanismo contorto questa contrattazione per cosi' dire libera...che libera poi non e' perche' c'e' grande disparita' tra la parte debole e la parte forte di conseguenza non e' piu' una contrattazione libera e diventa una contrattazione "obbligata"; della serie: "o ti sta bene cosi o niente".

  • Patrizia

    12/04/2021 - 20:59

    cara Debora , eh si non funziona .. infatti la contrattazione è da riformare, ci sono categorie che attendono un contratto nazionale anche da 8 anni e più. Devono esserci dei meccanismi che impediscono questo nascondino perenne. Purtroppo negli anni ha pesato molto la crisi della rappresentanza di tutte le categorie anche datoriali , tanta la frammentazione e la proliferazione dei contratti pirata che distruggono i contratti nazionali , le confederazioni sindacali si sono molto impegnate per avere prima di tutto una legge sulla rappresentanza, tratta chi rappresenta e certifica gli iscritti attraverso i flussi inps /inail. Questa discussione è da tempo sul tavolo, è molto difficile, l'accordo tra le parti datoriale /sindacale tutto sommato c'è ma la resistenze sono molte. Fatto questo si può discutere di protocolli diversi per la contrattazione che metta fine a questa tortura della goccia. Tieni conto che per i contratti del "privato" lo Stato può intervenire con la legislazione sul lavoro ma non può entrare nei rapporti tra le parti se non come mediatore. I contratti di lavoro non possono essere legge dello Stato. Per quanto riguarda noi : Ti assicuro che Lelli alla domanda di quanti iscritti abbiamo risponde esattamente come dici tu ! l'ho sentito con le mie orecchie, ma purtroppo noi siamo la parte debole, come dici tu e quindi noi abbiamo le freccette e loro i cannoni. A noi gli iscritti servirebbero molto più perché tanti iscritti significano organizzazione, iniziative e quindi pressione sui datori di lavoro. Certo che usiamo il blog ! portiamo al tavolo attraverso lelli tutto quello che produciamo qui , sondaggi, numeri , opinioni , proteste , idee . Quel lavoro sulla piattaforma è sul tavolo. Conoscono bene il blog e i suoi numeri, non basta .. noi dovremmo fare un salto di qualità , dal blog alla vera organizzazione , solo così le nostre ragioni conteranno di più. Sarebbe bello discuterne di persona , è importante approfondire questi argomenti . ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    12/04/2021 - 20:01

    per Daniela, sei già passata alla bilateralità! questo sarà il tema dei prossimi incontri, apriremo una pagina su ogni argomento in coincidenza con la data di trattativa, quindi metti da parte e prepara la pagina che pubblicheremo sotto la tua regia! per ora smart working. Ricorda che le prestazioni degli enti devono essere compatibili alle risorse che non sono infinite… . recupera il sondaggio sulla piattaforma nell'archivio del blog, c'è la parte dedicata e approfondisci quella. per esempio unire cadiprof ed ebipro in una unica amministrazione libererebbe risorse e razionalizzerebbe il servizio? pensa anche alla parte organizzativa. Contiamo su di te ! scrivi patrizia cgil

  • Patrizia

    12/04/2021 - 19:55

    cara debora , questo è uno dei tanti contratti "pirata" firmati da parti non rappresentative , è purtroppo una piaga che affligge molte categorie . Ce ne sono in giro tanti … ne abbiamo parlato molte volte. Cerca sull'archivio del blog "contratti pirata" abbiamo fatto un articolo a hoc! Non c'è una legge sulla rappresentanza e quindi piccoli sindacati possono far finta di firmare contratti nazionali per interessi particolari di alcune categorie.. i lavoratori devono rifiutare l'applicazione di questi contratti. Il nostro contratto nazionale sarà firmato da Confprofessioni e da cgil cisl e uil . Se non è chiaro possiamo riparlarne. ciao ! patrizia cgil

  • Debora

    12/04/2021 - 15:10

    Scusate.... Qui si dice che il contratto e' stato rinnovato: C'e' qualcosa di vero in questo articolo?? o e' una bufala.? https://www.primapagina.tv/primapagina/post.php?id=1214 Ciao Debora

  • Daniela

    12/04/2021 - 14:54

    considerazioni e proposte sul tema della BILATERALITA' : - corsi di formazione gratuiti - assistenza sicurezza sul lavoro

  • Daniela

    12/04/2021 - 12:11

    considerazioni e proposte BILATERALITA': / ampliare l’offerta di tutele e servizi / contributo trasporto scolastico - contributo per attività di doposcuola - sostegno per la mensa scolastica dei figli - centri estivi (per figli dai 6 ai 13 anni) - rimborso spese mezzi di trasporto pubblico - sostegno alle famiglie con un solo genitore - contributo per la compilazione del modello della denuncia dei redditi

  • Debora

    12/04/2021 - 11:27

    Patrizia, come hai ripetuto varie volte se si va in trattativa il rischio che a fronte delle richieste di Danilo Lelli che si fa portavoce di filcams... la controparte chieda "Ma voi quante persone rappresentate? Ah 4 gatti iscritti??? E allora che pretese avete? " e' sempre dietro l'angolo E allora io mi domando.... perche' non puntare sul fatto che: 1) visto che non c'e' l'obbligo di certificare gli iscritti, Confprofessioni non puo' affermare quanti siamo. Si potrebbe anche bluffare un po' eh; magari portando i numeri del blog. 2) E Se invece insistono che filcams rappresenta 4 gatti iscritti....loro CHI E QUANTI GATTI rappresentano??? 4 avvocati e 3 commercialisti sparsi per l'italia? Da dove viene questa forza contrattuale rispetto a noi??? Danilo Lelli .... lanciati !!!! Altra cosa (questo in uno scenario ideale e piu' ampio) : cgil PROPONI al governo un cambio di questo meccanismo di trattativa. Se non si rinnova un contratto SI DEVE PREVEDERE PER LEGGE UN INDENNITA' punto. Non e' possibile che si vada avanti cosi. E' un meccanismo diabolico. troppo penalizzante per la parte debole. cavolo. e' troppo penalizzante. troppo. Cerchi di trattare e questi non si presentano? rimandano di 3 anni ??? E allora cosa tratti e con chi?? E poi se ci "concedano" di trattare ...ci dicono che siamo immeritevoli di attenzione perche' ci sono pochi iscritti e quindi non si puo' pretendere nulla??? Ma si può?!? NON FUNZIONA .

  • Patrizia

    09/04/2021 - 18:19

    cara debora, la domanda che fai è giusta. Confprofessioni rappresenta i soli professionisti, la cgil è la confederazione che raccoglie gli iscritti di tutte le categorie dei lavoratori. La filcams rappresenta il commercio e servizi per 32 contratti nazionali, tra cui il nostro, gli iscritti alla cgil sono 5 milioni divisi appunto per categorie, la cgil è rappresentativa per questo, anche se noi siamo pochissimi può trattare per noi grazie alla forza complessiva dei suoi iscritti e per fortuna… La parte datoriale è speculare alla parte sindacale dei lavoratori , hanno un'organizzazione per ogni categoria ma non una confederazione che le riunisce tutte , quindi confprofessioni rappresenta se stessa. Non c'è una legge sulla rappresentanza, purtroppo, e nemmeno l'obbligo di certificare i propri iscritti, le organizzazioni dichiarano le loro adesioni . Le confederazioni cgil cisl e uil hanno un sistema di controllo del tesseramento di certificazione di bilanci e della loro attività , confprofessioni francamente non so , è stata riconosciuta parte sociale dal CNEL anni fa dopo una lunga anticamera e quindi è rappresentativa a tutti gli effetti , può firmare contratti. Tieni conto che se non avessimo una controparte non potremmo fare contratti di nessun genere .. è bene che ci siano. Spero di essere stata chiara , casomai chiedi, ti rispondo volentieri. patrizia cgil

  • Debora

    09/04/2021 - 11:32

    Io pero' mi chiedevo: abbiamo capito che durante la trattativa CGIL risulta debole perche' ha pochi iscritti.... ma a fronte di cio' Confprofessioni quanti professionisti datori di lavoro iscritti puo' vantare???? grazie

  • Patrizia

    06/04/2021 - 19:59

    Caro Michelangelo, l'incontro del 12 aprile ha come oggetto proprio un accordo sul lavoro agile , quindi ci saranno norme contrattuali che renderanno esigibili lo smart working, abbiamo imboccato quella strada. Finita l'emergenza dobbiamo tenere quello che si è dimostrato utile e il lavoro agile contrattato lo è. L'emergenza ha imposto la velocità nell'utilizzo del lavoro agile e quindi si è derogato sull'accordo lavoratore / datore di lavoro circa le modalità di svolgimento, in questo modo lo smart working si è impropriamente trasformato in "lavoro da casa", appena possibile si deve tornare alle norme originarie , quindi alla possibilità di svolgere il proprio lavoro con diverse modalità anche mista : in presenza o da altri posti che può anche non essere casa propria, il tutto stabilito da un accordo tra datori di lavoro e lavoratori. ciao ! patrizia cgil

  • Michelangelo

    06/04/2021 - 15:44

    Ciao a tutti e grazie dello spazio. Per quanto riguarda il lavoro agile, l'ideale sarebbe renderdelo obbligatorio per un tot di giorni al mese. Quattro giorni sarebbe l'ideale ma andrebbero bene anche simbolicamente un paio così da non considerarlo come una forma di lavoro legata esclusivamente all'emergenza. Temo che, passata l'emergenza, resti un miraggio per la nostra categoria composta essenzialmente da studi di piccole dimensioni.

  • Patrizia

    02/04/2021 - 19:50

    Molti auguri di buona Pasqua a tutte le colleghi e ai colleghi che seguono il blog. C'è poco da festeggiare .. ma gli auguri fanno bene al cuore , incoraggiano e non costano nulla e quindi AUGURI A TUTTI soprattutto a chi è più in difficoltà, e che sia vera rinascita solidale per tutto il mondo . Redazione del blog

  • Patrizia

    02/04/2021 - 19:45

    cara stefania, grazie , siamo contente di essere utili . In questo momento così difficile ci pare importante dare risposte . In quanto al nostro contratto: vedi , gli studi professionali sono una categoria debole, abbiamo pochissimo potere contrattuale, i lavoratori degli studi non sono sindacalizzati, non si fanno sentire , il commercio invece è una categoria organizzata che non ha saltato mai un rinnovo contrattuale , noi per 10 lunghi anni non abbiamo ottenuto il rinnovo del contratto e le conseguenza si vedono sui nostri tabellari , il problema non è tanto il rinnovo di questo contratto ma il buco precedente. Lo dico sempre ma lo ricordo anche a te : i contratti non sono automatici e nemmeno una pratica burocratica , bisogna chiederli, discuterli e poi ottenerli .. è fatica molta fatica e non sempre ci si riesce , ci sono categorie che attendono il rinnovo anche da 14 anni come la sanità privata. La contrattazione è libera , lasciata alla volontà delle parti e quindi per niente scontata. Per fortuna ci sono lavoratori che riescono ad ottenere superminimi e a difendersi meglio , ma la maggior parte devono far affidamento ai minimi contrattuali , il nostro pensiero deve andare ai lavoratori più deboli che hanno bisogno di tutela. Quello che definisci scandaloso a noi è costata tanta fatica e ti assicuro che abbiamo rischiato di non avere nemmeno questo contratto. Però vedo che sei ottimista , molto bene allora , buona Pasqua e seguici Patrizia c gil

  • stefania88

    01/04/2021 - 21:17

    Ciao a tutti.. anch’ io sono impiegata ormai da 15 anni presso studio commercialista.vi seguo da un po’ e vorrei complimentarmi con voi per tutto il lavoro che fate. Si è vero il contratto è scandaloso.. se penso che una commessa al supermercato prende almeno 200/300 euro in più al mese rispetto ad un impiegata contabile di uno studio notarile/contabile/ tecnico con responsabilità continui aggiornamenti ed una richiesta di professionalità importante e’ a dir poco assurdo. Io ho lavorato presso uno studio contabile per 8 anni che applicava ccnl commercio per poi approdare ad uno studio che applicava ccnl studi professionali.io ho contrattato singolarmente con il mio titolare con premi/ superminimi per arrivare ad uno stipendio congruo con la mia esperienza e professionalità ed annualmente viene rivisto. Si mi reputo fortunata ma non è giusto che io debba fare questo perché il contratto di base non viene rivisto! E non è giusto neanche per tutte quelle persone che devono aspettare il rinnovo perché il loro titolare applica il ccnl senza riconoscere nulla più ! È una questione di principio ! Forza c’è la faremo facciamoci sentire !!

  • Patrizia

    01/04/2021 - 20:39

    bis per giorgia, io non ho fatto la spiritosa . patrizia cgil

  • Patrizia

    01/04/2021 - 20:35

    https://www.facebook.com/FilcamsCgilVeneto Cara giorgia, sono veramente stupida dai tuoi post. Non li capisco, qui non hai nemici, ne controparti. Questo blog è nel circuito della Filcams cgil e collegato al sito della Filcams cgil nazionale , dove troverai il link del blog. I contenuti che trovi qui sono sindacali e continuamente aggiornati in collegamento quasi giornaliero con il nostro nazionale di riferimento che si chiama Danilo Lelli e che ci rappresenta al tavolo delle trattative. NESSUNA categoria della cgil ha un blog dedicato e autogestito e un colloquio costante con il nazionale, noi siamo grate alla Filcams per questo strumento eccezionale. Qualche post sul sito della Filcams non regge il confronto , credimi. Ti ho messo il link della pagina della Filcams del veneto che riprende il post del nazionale sull'avvio delle trattative , come vedi ti sbagliavi sii prudente nei giudizi. I post fb della Filcams vengono fatti sulle iniziative , se non ne facciamo non c'è notizia non credi? le foto che vedi sono lavoratori non funzionari … e quindi noi dove siamo ? vorremmo anche noi essere pubblicate più spesso ma non disperiamo. Se pensi che pochi post servano alla sindacalizzazione , purtroppo devo deluderti. Serve molto di più il blog ! patrizia cgil

  • Patrizia

    01/04/2021 - 20:00

    cara daniela , ottimo! patrizia cgil ps mandaci un documento riassumendo il tutto , lo mettiamo sul blog in discussione!!!

  • Patrizia

    01/04/2021 - 19:58

    caro Marco, l'indice di inflazione europea non si usa più, oltre l'inflazione che è sottozero sono intervenute anche le politiche fiscali dei vari governi , con gli sconti fiscali addirittura che annullavano gli aumenti tabellari, quindi è tornato tutto alla contrattazione , il riferimento sono gli aumenti che in media ottengono le altre categorie . Nei contratti firmati ora non si va oltre i 120/150 nel triennio naturalmente lordi. So che meriteremmo di più ma confprofessioni non lo pensa! Ci sarebbe una strada da percorrere per recuperare salario : i contratti regionali , se avessimo la forza per avviare le trattative si potrebbe ragionare su un salario integrativo. Ci abbiamo provato tante volte ma ,, come sempre pochissima spinta da parte dei lavoratori. ciao patrizia cgil

  • Marco

    01/04/2021 - 18:34

    Ciao Giorgia Io non facevo lo spiritoso e non mi riferivo a te. Era una mia riflessione. Mi dispiace ti sia offesa. Patrizia ci avevi scritto che gli aumenti tabellari che erano stabiliti in base all'aumento dell inflazione europea. Oggi quali sono gli accordi bilaterali per l'aumento dei tabellari? Grazie

  • Daniela

    01/04/2021 - 15:02

    considerazioni e proposte sul tema del lavoro agile: - riconoscere al lavoratore un'indennità una tantum per i costi di connessione e l'acquisto di dispositivi o, ancora, un'indennità periodica forfettaria se questi ricorre a strumentazione propria - le iniziative di lavoro agile siano precedute e supportate da attività formative

  • Giorgia

    01/04/2021 - 11:19

    A riprova di quello che dico invito tutti ad andare sul sito della filcams e vedrete che si parla di tutto tranne che della nostra categoria. Nemmeno dell'inizio della recente trattativa. Per forza che a nessuno poi viene voglia di contattarli o iscriversi. Se invece pubblucassero un sacco di articoli su di noi, vedi come ci invoglierebbero. Co sono articoli solo e sempre su auchan, scuola, cioè su grandi aziende.

  • Giorgia

    01/04/2021 - 11:07

    Cari Marco e Patrizia fate un po' meno gli spiritosi.... Io non ho mai detto che il sindacato ti chiede o ti obbliga a fare la tessera. Ho semplicemente scritto che non dà spazio nel proprio sito alla nostra categoria e nemmeno se ne è mai occupato abbastanza attraverso delle iniziative. Quindi è legittimo che inizino a venire dei dubbi.... Starò a vedere come la Filcams porterà avanti la trattativa Poi Marco aggiornaci su come andrà la videochiamata grazie

  • Patrizia

    01/04/2021 - 0:06

    Ciao Alessandra e scritto in alto vedi? Aggiornamento 30 marzo patrizia cgil

  • Alessandra

    31/03/2021 - 21:52

    Come è andato l'incontro di oggi? Grazie

  • Patrizia

    31/03/2021 - 21:16

    Ottimo Daniela! Patrizia cgil

  • Patrizia

    31/03/2021 - 20:08

    caro marco, bene, sono contenta . vedi il pregiudizio.. il tesseramento è libera scelta e in ogni caso non si chiede mai per parlare con un lavoratore, il sindacato è un'associazione non un centro servizi. Io non ho mai chiesto tessere , cerco di farvi ragionare sul perché serve il tesseramento . Dopo ognuno fa quello che vuole , i lavoratori sono tutti uguali tesserati e no e vanno rappresentati sempre. Fammi sapere come è andata, parlagli del blog che dovrebbero conoscere ! Se vuoi puoi collaborare con noi, il gruppo è aperto , negli ultimi due anni abbiamo inserito Emilia ed Elena. anzi emilia è romana ! Aspettiamo con molta ansia patrizia cgil

  • Patrizia

    31/03/2021 - 19:45

    Cara debora , capisco bene dopo 40 anni di studio legale e di battaglie , so quello che provi. Non c'è dubbio che il nostro lavoro è sottovalutato e sottopagato , appunto per questo mi piacerebbe che lo dicessimo in tanti a confprofessioni e lo si può fare solo con l'organizzazione sindacale , non farebbero più gli "indiani". Dopo tanti anni sarebbe per me una grande soddisfazione, credimi. Forza! patrizia cgil ps gli aumenti contrattuali hanno delle regole generali che fanno stare dentro dei parametri, io vi dico la verità perché dovrei mentirvi?

  • Debora

    31/03/2021 - 17:10

    Buonpomeriggio a tutti. Ho letto gli ultimi post sulla contrattazione e sulla parte economica che ahimé coinvolge sempre tutti. Condivido il pensiero di tutti sulla "mancata equiparazione" del nostro contratto rispetto a quello di impiegati di altre categorie, soprattutto con riferimento alle responsabilità che pendono sui nostri capi di "semplici impiegati di studi professionali" ma come diceva bene Patrizia, dobbiamo essere realistici e aumenti contrattuali superiori a quelli degli anni passati ce li possiamo scordare. Siamo tutti d'accordo che c'è un divario imbarazzante tra le nostre retribuzioni e quelle di impiegati di altri settori (e chissà perchè nell'immaginario collettivo si ha la convizione che chissà quanto guadagnamo..se, magari). Io mi ritrovo a 39 anni, con 19 anni di esperienza in studi legali (10 anni in uno e 8 in quello attuale - 30 ore settimanali senza contare straordinari gratis), con un 4° livello sudato e ottenuto l'anno scorso con tanto di musi lunghi prima e dopo il riconoscimento, e 950 euro di retribuzione e dovermi mantenere da sola. Ho fatto un colloquio in un altro studio e offrono stessa retribuzione con contratto a tempo determinato fino a settembre e poi indeterminato a 1.000 euro. Posso confidare a voi che mi sento umiliata da questa condizione al limite dell'indigenza, pur lavorando tanto e bene?Probabilmente l'errore è il mio che non chiedo bonus, premi o altro, ma sappiamo bene a quali "ritorsioni" poi si va incontro. Perdonate lo sfogo, solo per dirvi che apprezzo molto quanto si sta facendo per ottenere un rinnovo contrattuale, vero è che i miracoli non possono di certo farli. Buona fortuna a tutti, ne abbiamo bisogno.

  • Daniela

    31/03/2021 - 9:24

    considerazioni e proposte sul tema del lavoro agile: - deve essere stipulato accordo per scritto - seguendo gli orari previsti dal contratto di riferimento - parità di trattamento rispetto alle lavoratrici e ai lavoratori in presenza - gli incentivi (premi) devono essere riconosciuti anche ai lavoratori “agili” - diritto alla disconnessione (devono essere individuati i tempi di riposo) - diritto alla formazione - gli strumenti tecnologici devono essere messi a disposizione dal datore di lavoro - devono essere individuati i rischi generali connessi al tipo di lavoro

  • Marco

    31/03/2021 - 9:21

    Ciao Patrizia ho seguito il tuo consiglio e ho contattato la filcam della mia città e subito mi hanno dato il cellulare del responsabile degli Studi Professionali. Persona molto gentile con cui avrò un incontro in videochianata la settimana prossima. Non mi è stata chiesta nessuna iscrizione. Devo dire che pensavo mi dessero retta solo se pagavo. Ho chiesto quanti iscritti ci sono nella mia città. Così condivido con voi che a Roma ci sono 50 (cinquanta) iscritti al sindacato.

  • Patrizia

    30/03/2021 - 15:16

    notizia di oggi sul sito della Filcams : dopo alcuni scioperi Justeat ha assunto 4000 rider. Abbiamo letto tutti in questi mesi delle proteste dei rider , bene .. si sono organizzati sono andati in cgil , hanno eletto i loro rappresentanti sindacali e insieme al Sindacato organizzato iniziative , Ora stanno ottenendo il risultato. Leggete, per cortesia, l'articolo e fate i dovuti confronti con la nostra categoria , nelle foto non ci sono i funzionari ma i lavoratori. Cara giorgia e cari colleghe e colleghi non ci vuole nessun coraggio a scrivere sul blog , scrivono in tanti i numeri parlano da soli, lavoriamo tanto per cercare di tenere aperto uno spazio importante per la categoria, dare risposte e risolvere problemi , la controparte non siamo noi o il blog né il sindacato , la controparte è Confprofessioni. Capisco che il periodo è duro per tutti ma noi non siamo vostra controparte .. anzi siamo dalla stessa parte. patrizia cgil

  • Giorgia

    30/03/2021 - 9:29

    Grazie Gianluca, finalmente qualcuno che ha capito il senso dei miei commenti e che ha il coraggio di scrivere. Concordo con tutto quello che hai scritto.

  • Patrizia

    29/03/2021 - 22:52

    Caro Gianluca, non sottovaluto affatto l'aspetto economico. Mi pare ci sia molta confusione sul cosa significa fare una trattativa. Ti prego seguimi; non è il sindacato che decide gli aumenti contrattuali ..magari ! Il sindacato tratta con i datori di lavoro nel nostro caso confrofessioni. . Si tratta appunto ... non funziona che si chiede e ci verrà dato mi capisci? Sono sicura che meritiamo 200 , 300 euro ma confprofessioni e d'accordo? Appunto magari! E se non è d'accordo cosa facciamo? Dobbiamo capire la contrattazione altrimenti non ne usciamo. Tutti i contratti funzionano così da sempre. Nessuno ti impedisce la contrattazione individuale il contratto collettivo difende chi non ha potere contrattuale e come il salario minimo. Dobbiamo pensare a tutti i più deboli e ai più forti. Come vedi rispondo sempre ,chiedo che ci sia rispetto reciproco cosa che alle volte non è . Patrizia cgil

  • Gianluca

    29/03/2021 - 21:37

    Ciao Patrizia, ho già espresso il mio pensiero e sono assolutamente d’accordo con quanto dichiarato da Nicholas e Giorgia. In particolare concordo sulla contrattazione individuale, è l’unico modo per colmare il gap con altri CCNL Non ho ritenuto Giorgia maleducata, ha espresso particolare disappunto con la situazione e per me ha ragione. Più che altro, soprattutto in questo ultimo anno, ci siamo fatti un mazzo tanto con le casse integrazioni, DPCM, circolari INPS folli, Sr41 ecc... e quindi sarebbe giusto avere un aumento tabellare di almeno 200/300 euro, ce lo meritiamo. Invece, anche nelle tue risposte, ho notato che si sottovaluta troppo la parte economica, e questo mi lascia veramente perplesso, perché se il rinnovo è di 50 euro lordi, non vedo il senso di rinnovare un CCNL. Purtroppo la parte economica è quella che conta. Nessuno vuole mancarvi di rispetto e tutti vi ringraziano per il lavoro svolto e per tenerci aggiornati e sono convinto che con una videochiamata riusciremmo a spiegarci anche più velocemente. Concordo con quanto scritto da Mariella.

  • Patrizia

    29/03/2021 - 20:12

    cara Giorgia, il blog lo gestiamo in sei , discutiamo insieme cosa pubblicare , ci confrontiamo anche su come rispondere ai vari post che arrivano , abbiamo una esperienza pluriennale e affrontato innumerevoli e "impegnative" discussioni, fossi permalosa avrei smesso da un bel po'. Non la metto mai sul personale. Noi siamo solo attente che la discussione sul blog sia costruttiva e non degeneri come in tante pagine Facebook , per questo interveniamo con energia . Come vedi pubblichiamo tutto nei limiti del pubblicabile e le opinioni sono libere , quindi tu puoi pensare e dire quello che vuoi e io sono libera di risponderti. I toni dei tuoi messaggi sono maleducati , mi spiace e non è la prima volta, non offensivi ma maleducati , puoi dire le tue ragioni ma rispettando il sindacato e noi, cosa che non fai. Non sei obbligata a frequentare il blog se non ti piace , noi lo gestiamo così. Alle colleghe che conosci puoi dire di scrivere perché no ? rispondo a te a tutti e quindi anche a loro. In quanto alla Filcams cgil .. è sempre stata al nostro fianco in questi anni anche se eravamo pochissime, in tutte le iniziative che siamo riuscite a fare tra mille difficoltà, ha costruito questo blog per noi , abbiamo lavorato insieme 1 anno per ottenere questo spazio che ci consente di confrontarci , scusa se è poco .. il sindacato non è un ufficio pubblico o il ministero dei contratti non è un centro servizi e nemmeno un supermercato non ti farò la lista della spesa , cerca nell'archivio del blog ci sono non gli ultimi 3 anni ma gli ultimi 20 del nostro lavoro. Buona lettura. patrizia cgil

  • Patrizia

    29/03/2021 - 19:29

    per MARIELLA E DANIELA. come vedete dall'aggiornamento sulla pagina , domani riprendono le trattative, confprofessioni ha confermato le date poche ore fa. Bene, riprendiamo. Grazie daniela per i tuoi post sempre propositivi. Cara Mariella certo lo faremo di sicuro. Aspettavamo queste date per decidere la data per fare un'assemblea. Possiamo usare la nostra pagina fb, la Filcams ci aiuterà come sempre. La modalità è già stata sperimentata con le Farmacie e con i dipendenti delle sale gioco con ottimi risultati , ci proviamo anche noi. Lo sciopero non è nei nostri programmi , è impraticabile.. però si può fare sentire la pressione anche con altri mezzi, grazie anche a te per il post propositivo , noi abbiamo bisogno di proposte e collaborazione , il blog serve a questo. patrizia cgil

  • Mariella

    29/03/2021 - 15:20

    DOMANDA E PROPOSTA: non si potrebbero fare delle riunioni utilizzando piattaforme come zoom o altro per chi e' interessato, forse cosi' potremmo essere di piu' e avere piu' voce, naturalmente bisognerebbe in qualche modo avvisare gli impiegati degli studi professionali , tramite social o email o volantini o giornali. Una specie di prenotazione online alla riunione ....intanto noi gli scioperi non possiamo farli , siamo in piccoli /grandi studi ma sparsi per tutta Italia . Buon lavoro e grazie per il vostro interessamento.Mariella

  • Giorgia

    28/03/2021 - 22:23

    Cara patrizia tanto per iniziare non ti permettere mai più di dire a me che non sono educata perché i miei messaggi rispecchiano, te lo assicuro, il pensiero di tanti colleghi che non hanno coraggio di scrivere su questo blog. Io ho espresso un pensiero, ripeto, condiviso da tanti senza insultare nessuno. Tu invece mi hai insultata e offesa e non è la prima volta. Sei tu che sei prevenuta o evidentemente non capisci il senso del mio commento. Io non intendo insultare o offendere nessuno, ma se permetti ho tutto il diritto di dire cosa penso della Filcams. A te può non stare bene ma non devi permetterti di dire che esprimere il proprio pensiero in una democrazia equivale a non essere educati. Ti potevi limitare a dire che non eri d'accordo con ciò che ho scritto e smentirmi facendomi l'elenco di tutte le iniziative e gli incontri che filcams ha fatto negli ultimi tre anni per rinnovare il nostro contratto! Quando scrivo che i post sui decreti non interessano a nessuno è un dato di fatto perché nessuno li commenta. Scrivo questo semplicemente per farvi capire che vogliamo leggere post dove ci comunicate le nuove date o iniziative per affrontare diversamente Confprofessioni. Non puoi sempre prenderla sul personale. Sii meno permalosa grazie P. S. : attendo l'elenco.....

  • Patrizia

    27/03/2021 - 21:29

    bis per marco: attenzione a prendere come unità di misura l'inflazione , se è pari a 0 rischiamo di non prendere 1 euro. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    27/03/2021 - 21:25

    caro marco , ringrazio io te per i continui stimoli, il confronto è fondamentale, non occorre essere d'accordo ma ascoltare sempre l'altro rispettandosi e noi , ti assicuro cerchiamo di farlo. Per risponderti: 1) I dipendenti degli studi professionali sono circa 1.000.000 , forse di più. Per fare un confronto di grandezza i metalmeccanici sono 800.000 e i commercio 700.000. 2) il tesseramento è veramente residuale non ho numeri precisi ma si aggira intorno a un centinaio a livello nazionale, ad essere ottimisti. Il tesseramento è provinciale è difficile scorporarlo perché ci sono pochissime deleghe e il tesseramento è per lo più brevi manu per le vertenze e quindi è come se non contasse. Nelle altre categorie il tesseramento è alto La filcams a Padova ha circa 5 mila tesserati tutti nel commercio e così sarà nelle altre città. più o meno .Comunque posso chiedere i dati nazionali per ragionare meglio. La cgil ha 5 milioni di iscritti in totale per tutte le categorie. 3) ti spiego molto volentieri la firma di più contratti ce ne sono tanti in ogni categoria. Sono contratti cosiddetti "pirata " firmati da sigle sindacati con pochi o 0 iscritti. Abbiamo fatto un articolo sul blog cercalo in archivio. Purtroppo non esiste una legge sulla rappresentanza , il sindacato confederale la sta chiedendo da tempo. I contratti hanno validità se firmati da parti rappresentative , questi contratti hanno lo scopo di creare un sistema bilaterale a loro uso e consumo o a distruggere quello del nostro contratto. i consulenti alle volte li applicano su indicazioni dei datori di lavoro per risparmiare o per non versare le quote agli enti bilaterali , i lavoratori devono controllare e opporsi all'applicazione di quei contratti. 4) I contratti nazionali nei rinnovi seguono gli accordi bilaterali sull'aumento dei tabellari vale anche per noi, l'accordo quadro di qualche anno fa prevedeva il tasso di inflazione europeo , altra epoca ! questo metodo è stato di fatto superato dalla contrattazione recente perché gli aumenti sarebbero pari a 0 se non addirittura meno. Tutti i contratti rinnovati finora stanno più o meno intorno ai 120/150 lordi nel triennio , vediamo … è molto difficile , vedo che capisci, per fortuna. La tua idea non è male. E' un piacere per me risponderti, se non sono stata chiara chiedi , noi rispondiamo sempre ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    27/03/2021 - 20:26

    cara Giorgia, vedi la differenza tra te e Nicholas è l'educazione, mi spiace molto il tuo tono. Noi pubblichiamo tutti e rispondiamo a tutti , ti pregherei di avere rispetto, sei virtualmente ospite in sindacato . Ho risposto a Nicholas e giro la mia risposta a te. Da collega a collega devi avere l'umiltà di ascoltare , come io ascolto te : il sindacato non può organizzare "lotte" con chi non c'è, semplice. Cosa dovrebbe pubblicare la Filcams cgil ? dimmi… dovrebbe fare cosa? convocare un'assemblea non richiesta? uno sciopero non sapendo chi aderisce ? la Filcams ci ha dato questo spazio per discutere ed organizzarci, nessuna categoria ha uno spazio simile, usiamolo e la Filcams sarà felicissima di pubblicare e organizzare tutto quello che serve, non puoi davvero pensare che sia il sindacato a venire a cercarti. E' un'idea semplicemente sbagliata, il lavoratore non deve fare nulla? Ti prego di rispettare noi che gestiamo il blog e il lavoro che facciamo nel nostro tempo libero per tutta la categoria e quindi anche per te. Ti prego non dire noi .. stai parlando per te. patrizia cgil

  • Giorgia

    27/03/2021 - 16:04

    Complimenti Nicholas finalmente qualcuno che la pensa esattamente come me. Anche io avevo fatto presente che la colpa non è dei lavoratori ma del sindacato che non ci rappresenta perché non vogliono farlo per una categoria che gli versa pochi soldi in quanto non si iscrivono. Sono loro che devono organizzare la "lotta" e noi lavoratori aderire in tanti. Invece non si degnano nemmeno di parlare noi sul loro sito. Dopo una settimana ancora stiamo aspettando di sapere le nuove date! Ci fa piacere che ci aggiorniate sul decreto sostegni e quant'altro ma come puoi notare Patrizia nessuno commenta post di questo tipo perché in questo momento non ce ne può frega de meno! Anche perché ci sono tutti i giornali e la televisione che ce li spiegano i decreti. A noi interessano altre spiegazioni....

  • Marco

    27/03/2021 - 14:41

    Ciao Patrizia ho letto che CONFSAL è FEDERPROFESSIONI INDIVIDUALI hanno rinnovato il loro ccnl studi professionali. Non capisco perché esistano più ccnl per lo stesso tipo di lavoro ma spero tu possa spiegarmelo. Secondo il loro contratto (che nel 2017 gli stessi tabellari del nostro) gli aumenti saranno i seguenti dal 01.11.2022 (tralasciando gli intermedi) V livello Euro 1376,47, IV 1478,56, III 1581,37, IIIS 1595, 23, II 1725,37, I 1971,84, Q 2227,31. Considerato che i tabellari ccnl di confsal nel 2017 erano uguali ai nostri, immagino lo saranno anche questa volta. Sarebbe una delusione. Consideriamo per esempio il V livello, nel 2017 era di euro 1315 sarà da febbraio 2021 euro 1328,se andiamo a rivalutare sul sito ISTAT settembre 2017 con febbraio 2021 la retribuzione dovrebbe essere di 1348. Neanche l'aumento ISTAT gli hanno dato. Penso che anche noi otterremo lo stesso. Grazie

  • Marco

    27/03/2021 - 11:25

    È possibile inserire nel nuovo CCNL che alla scadenza del contratto le retribuzioni aumentino in base al 75% dell'aumento ISTAT, proprio come si fa con i contratti di locazione? Immagino non si un idea così originale e qualcuno ci abbia già pensato ma io la ributto là. Grazie

  • Marco

    27/03/2021 - 11:18

    Buongiorno quanti sono gli iscritti alla FILCAMS CGIL dipendenti di Studi professionali e quanti invece sono i dipendenti a cui si applica il nostro CCNL? Chiedo per avere una proporzione e rendermi conti dei dati reali. È possibile anche sapere le proporzione fra iscritti ai Sindacati non iscritti per gli altri ccnl? Grazie sempre per il continuo e costruttivo dialogo su questo blog. Marco

  • Patrizia

    27/03/2021 - 10:51

    Bis per nicholas nessuno nasce imparato, io avevo 18 anni ,non sapevo nulla il sindacato e stato al mio fianco ,ora sono anche una persona migliore, ho imparato tante cose , ho trovato sfogo alla mia rabbia che e' la tua, l'esperienza si fa facendo. E poi ci siamo noi con il blog! Patrizia cgil

  • Patrizia

    26/03/2021 - 22:25

    caro Nicholas, mi verrebbe voglia di chiederti il numero di telefono … ci spiegheremmo in 5 minuti , ne sono sicura. Parlarsi via web è una gran fatica, difficile essere chiari , ci riproverò .. vorrei però che tu cercassi di seguire il mio ragionamento , io sono una tua collega iscritta al sindacato, non sono una funzionaria , io ascolto te ma tu devi ascoltare me. Per il sindacato è meglio leggere la Costituzione che wikipedia , credimi. Titolo III Rapporti economici , art. 35 - 36 - 37- 38 : tutela del lavoro e del lavoratore , art. 39 L'organizzazione sindacale è libera. Il sindacato non è una associazione professionale dei lavoratori ma una associazione riconosciuta , non statale , non pubblica. L'adesione è libera. Perché è importante il tesseramento ? per i numeri che danno peso alla rappresentanza , 1 , 10, 20 non fanno differenza in una categoria ma 1000 si e non poco perché conta il collettivo non l'individuale e perché 1000 consentono di strutturare una organizzazione dei lavoratori. La Filcams segue 33 contratti non devi guardare il numero totale dei tesserati ma quelli di ogni categoria , noi abbiamo pochissimi tesserati , il danno è tutto nostro., Il sindacato ci rappresenta lostesso, grazie ai tesserati alle altre categoria , ma ha meno forza contrattuale, se avesse al tavolo una rappresentanza di una trentina di lavoratori le cose sarebbero diverse non credi? ? E' chiaro questo concetto ? Certo, confprofessioni si può permettere questo e altro con noi visto che siamo imbelli , non il sindacato ma noi lavoratori. Te lo posso assicurare personalmente che se non avessimo avuto il sindacato non avremmo avuto nemmeno un contratto , è stato fatto un gran lavoro e al massimo delle possibilità. Seguo il settore dal primo contratto di categoria, ho vissuto tutte le trattative , so come è fatto il settore. Ci sono stati anni che siamo riuscite a fare assemblee, incontri , ne abbiamo organizzati tanti , la categoria risponde poco e male e non ha continuità, sai quante assemblee a vuoto ?? non è colpa del sindacato ma nostra. Non si può organizzare nulla se non ci sono i lavoratori che si rivolgono alle sedi sindacali, prova a pensarci , rovescia il tuo ragionamento, Sul sito della filcams trovi le iniziative che organizza il sindacato CON i lavoratori che chiedono rappresentanza , noi non la chiediamo. Non si può fare nulla senza i lavoratori. Certo che abbiamo tanto da dire e allora DICIAMOLO , io ho fatto così sono andata in cgil e ho detto sono qua ora parliamo di studi professionali e da allora non ho più smesso, perché non puoi farlo tu , noi tutti , in tanti che allora conta ??? Contesto il fatto che la Filcams non ha interesse per noi ,non è vero questo sito lo ha costruito per la categoria che noi gestiamo in libertà , nessuno ha un blog così in cgil ma nemmeno cisl e uil , costa soldi tenerlo aperto. Cerca nell'archivio del blog tutte le iniziative che abbiamo fatto con la Filcams e ti ricrederai. Ultima cosa : quello che suggerisci è un errore e ti spiego perché: incentivare trattative private non risolve il problema, ci sarebbero lavoratori forti che possono contrattare e lavoratori deboli che non ce la fanno , ci sarebbe ulteriore disparità, il contratto collettivo difende i più deboli , i più forti possono sicuramente trattare assegni personali. Lo scopo del sindacato è tutelare collettivamente i lavoratori. Io non avevo bisogno del sindacato per difendermi in studio , lo facevo benissimo da sola , ma fare attività sindacale non è pensare a se stessi ma pensare collettivamente alla categoria. Questo noi facciamo da anni , lo consigliamo a tutti , fa un gran bene, Discutiamone pure finchè volete ma vi prego di fare uno sforzo di comprendere quello che scrivo. patrizia cgil

  • Nicholas

    25/03/2021 - 21:51

    Continuando il discorso, di contro dico che anche noi lavoratori dobbiamo sfruttare i (pochi) vantaggi di questo contratto. La parte economica è bassa? Allora cerchiamo un lavoro con un contratto più vantaggioso, poi vedrete che i datori di lavoro a furia di cambiare dipendenti e ripartire da capo in un lavoro non facile, si convinceranno ad uniformarlo agli altri. Ci vuole coraggio certo, ma non abbiamo alternative, anche la contrattazione individuale va incentivata, prendiamo poco? Andiamo dal capo e chiediamo un adeguamento. Non ci viene concesso e pensiamo di meritarlo? Cerchiamo altro. Comprendo che non è facile in questo periodo, ma gli strumenti ci sono, a volte se vogliamo condizioni migliori dobbiamo uscire dalla comfort zone e rimetterci in gioco. Ultima cosa, ringrazio Patrizia e le altre per le risposte ai vari quesiti posti qui sul sito.

  • Nicholas

    25/03/2021 - 21:48

    Buonasera, alcune considerazioni: Innanzitutto i primi incontri, 2 per la precisione, ci sono stati a febbraio dello scorso anno,poi anche a causa (e scusa) della pandemia la trattativa è stata ripresa a febbraio di quest'anno,per poi interrompersi nuovamente ora. Confprofessioni aveva un appuntamento al ministero per la data prevista,e ad una settimana di distanza non ha trovato il tempo per comunicare una nuova data per l'incontro.Lo considero 1) una mancanza di rispetto 2) un totale menefreghismo nei confronti del nostro contatto, cosa di cui non avevo dubbi. Veniamo alla definizione di sindacato: associazione professionale di lavoratori, riconosciuta dallo Stato, avente lo scopo di RAPPRESENTARE una determinata o più categorie e di tutelarne gli interessi.Indipendentemente che io mi iscriva oppure no, e l'1% per la busta paga del nostro contratto incide non poco,il sindacato DEVE rappresentarci.Ci ha rappresentato al meglio in questi anni? Evidentemente no vedendo che il nostro contratto come indice di gradimento è fra i peggiori. La mia iscrizione o quella di qualcuno del blog avrebbe potuto migliorare le cose? Mi scappa un sorriso visto che leggo da wikipedia che gli iscritti al 2008 a FILMCAMS CGIL erano più di 350.000.Peccato che poi se vado sul sito il contratto degli studi professionali è probabilmente il meno menzionato di tutti, in home ora ad esempio trovo: "gioco legale: rinvio della mobilitazione", oppure ieri c'era un articolo sui dipendenti del settore delle terme,mentre sul sito della CGIL sempre in home c'è un articolo sullo sfruttamento nel settore del "food delivery". Aspetto invano un articolo sullo sfruttamento nel nostro di settore, con i contratti che ci ritroviamo, ma mi devo rassegnare, sui loro siti del nostro contratto non c'è traccia, seppur ci sarebbe tanto di cui parlare viste le vicissitudini contrattuali di questo ultimo anno e la scadenza dei 3 anni. Evidentemente bisogna prender atto che non siamo in cima ai loro pensieri, e nemmeno a metà, ma proprio sul fondo. I motivi ce li potreste spiegare voi che siete associati con loro essendo presenti anche come link nel loro sito, però per cortesia non prendiamo come primo motivo il tesseramento perché è chiaro che c'è dell'altro.Le iniziative sindacali devono partire dai sindacati,non certo da chi non è del mestiere.Le iniziative come mobilitazioni di piazza, lettere, mail di protesta, acquisto di pubblicità su cartelloni, pagine dei giornali, informare l'opinione pubblica e giornalisti ecc.. possono certamente essere dibattute qui, ma devono partire dai sindacati, quali e quanti essi siano, non dai lavoratori, poi se i lavoratori non partecipano e non si mobilitano allora è un altro discorso e la colpa è loro, ma se non vedono l'iniziativa da parte dei sindacati il problema è alla radice. E io di iniziativa purtroppo ne ho vista molto poca in questi anni.

  • Patrizia

    24/03/2021 - 21:13

    Cara Giada, questo è un blog sindacale collegato alla Filcams cgil e gestito da dipendenti degli studi professionali, quindi siamo colleghe. Abbiamo affrontato molte volte sul blog questo argomento anche su questa pagina, ti occupi di consulenza del lavoro e sono sicura che sai come si fanno i contratti di lavoro, saprai che non sono automatici e che sono frutto di una libera trattativa tra rappresentanti datori di lavoro e rappresentanti dei lavoratori, che può anche non esserci. Mi dispiace molto che definisci ridicolo il nostro contratto, a noi poche volenterose , è costato molti sacrifici , tempo e fatica. Come dimostrano le varie vertenze contrattuali, ci vogliono i lavoratori per portare a casa i contratti , quindi riguarda anche te. Dai un occhio alla pagina fb della filcams , ci sono tutte le iniziative dei lavoratori a sostegno delle proprie richieste , noi non ci siamo perché non ci muoviamo ...purtroppo. ciao patrizia cgil

  • Matera Giada

    24/03/2021 - 17:47

    Lavoro presso uno studio di consulenza del lavoro, inutile dire che tra tutti i ccnl che ho visionato quello degli studi professionali, nonché il ccnl applicato al mio rapporto di lavoro, non è assolutamente adeguato al costo della vita e aggiornato in materia di tutele. Le retribuzioni sono a dir poco ridicole rispetto alla professionalità - perché di studi PROFESSIONALI stiamo parlando- richiesta ai dipendenti. Vorrei sottolineare che nell'ultimo anno le incombenze causa COVID sono state infinite e che lo smart-working per la maggior parte di noi - io per prima- non si è proprio visto...Insomma, a livello economico valiamo ben poco ma quando si parla di attività essenziali che possono lavorare in presenza eccoci in prima linea. Ovviamente i conti non tornano...

  • Patrizia

    23/03/2021 - 20:26

    Bis.. scusate completo, i coordinamenti provinciali devono costituire quelli regionali e poi quello nazionale. A questo punto avremo un'organizzazione. Come vedete sulla home page c'è la cartina dell'Italia divisa per regioni, pronta per essere usata e riempita di iniziative. L'abbiamo voluta per questo, sta a voi , noi ci siamo patrizia cgil

  • Patrizia

    23/03/2021 - 20:03

    Cari Marco e Giorgia, rispondo a entrambi ma , tramite voi, a tutti. Il blog è sindacale , è stato pensato proprio per la nostra categoria e costruito da noi e dalla Filcams cgil , si è rivelato lo strumento più adatto per arrivare nei nostri piccoli studi , quindi il sindacato c' è , si occupa del nostro mondo, ci sta aspettando, non è questione di soldi Giorgia , te lo assicuro .. la tessera è rappresentanza, è organizzazione. Per farti un esempio banale : se vuoi fare attività a difesa dell'ambiente ti tesseri a lega ambiente o altre associazioni perché le tue ragioni vengano ascoltate? ecco è la stessa cosa. La cgil ha 5 milioni di iscritti : grazie a questa forza di rappresentanza può discutere con il governo , può trattare con le controparti i contratti nazionali. Se avesse 1000 iscritti non conterebbe nulla , i numeri contano .. non i soldi. Dobbiamo fare uno sforzo colleghi e colleghe per capire questo concetto, non c'è imbroglio. Siamo contente che siete stanchi è giusto .. era ora ! dove incanalate tutta questa rabbia ? essere stanchi individualmente e non collettivamente non serve, noi non vediamo l'ora di dare indicazioni organizzative per delle proteste vere e proprie, che possono anche non essere lo sciopero, Ho cominciato a fare attività sindacale negli studi professionali negli anni 70, organizzando assemblee , scrivendo volantini, facendo riunioni ecc, lavorando in uno studio legale e sono ancora qui, non ci si deve mai stancare , comprendo la rabbia l'ho provata anch'io ma ad un certo punto è bene decidersi che uso farne. Per me è stato naturale andare in sindacato. Francamente non capisco dov'è il problema, cosa c'è di difficile ? vi aspettiamo da tanto tanto troppo tempo .. Il sindacato siamo noi : i lavoratori. Rovesciate il ragionamento che fate e vedrete che tutto sarà più chiaro. Cara Giorgia , ieri c'è stato lo sciopero di Amazon , i riders sono stati sui giornali per mesi , stanno cominciando ad ottenere dei risultati anche con delle sentenze importanti. Amazon e riders hanno fatto esattamente quello che dobbiamo fare noi : si sono rivolti al sindacato, tutte le iniziative sono sindacali, stampa tv , iniziative di strada .. tutto . Leggi bene le notizie. Il blog è uno strumento di informazione e di organizzazione sindacale non può sostituirsi ai lavoratori , è a vostra disposizione per aiutarvi ad organizzare iniziative, il sindacato ha i mezzi, i contatti per poterci sostenere e rappresentare . Caro Marco mi chiedi indicazioni pratiche eccole : sono il frutto delle nostra esperienza, noi siamo colleghi non dimenticatelo mai. 1) contattare la Filcams cgil della vostra città , parlare con i funzionario che ha la delega per gli studi professionali , ditegli che avete avuto indicazioni dal blog, lo conoscono. 2) chiedere se ci sono altri dipendenti degli studi professionali che si sono rivolti al sindacato e contattarli, formare un coordinamento di colleghe e colleghi. 3) chiedere al funzionario di organizzare una assemblea sul rinnovo del contratto anche via zoom , si può fare. la lanciamo da qui e dalla pagina fb. 4) A questa assemblea provinciale lanciare delle proposte di iniziative da allargare alla regione 5) convocare un' assemblea regionale anche via zoom anche questa si può fare con l'aiuto del blog e della pagina fb , lo hanno già fatto i farmacisti 6) possiamo farne a questo punto una nazionale sempre via fb. perché vi parlo delle vostre città? perché per fare boom nazionale e fare massa bisogna partire dalle città . Se fai boom avremo Tv e stampa . Lo abbiamo già fatto anni fa e la strada è questa. Per fare tutto ciò non occorre essere tesserati , lo fate se lo volete, vi ho già spiegato che la tessera serve per la rappresentanza. Noi vi mettiamo a disposizione la nostra esperienza , il blog e la pagina Fb, non vediamo l'ora di riempire il blog di iniziative. Cara Giorgia lanciare un' iniziativa nazionale a caso senza organizzazione e non sapendo chi aderirà si rischia di fare una figuraccia.. prima l'organizzazione e poi l'iniziativa. Fidati della nostra esperienza. Ecco, spero di avervi dato delle risposte , in ogni caso siamo sempre a disposizione per discutere , non prendiamo in giro nessuno Giorgia , ti pare ? dopo 20 anni di blog e attività sindacale , attenzione alle parole. Infine cari colleghi e colleghe , superiamo rabbia e lamenti inutili e concentriamoci sul che fare. Noi dobbiamo decidere, non il sindacato. Noi siamo i lavoratori che si organizzano con il sindacato. ciao patrizia cgil

  • Marco

    23/03/2021 - 18:38

    Stufi molto studlfi!tre anni di nulla. Il sindacato rappresenta tutti non solo gli iscritti. Quando Confprofessioni chiede chi rappresentano la risposta è Tutti. Il contratto incide su tutti. Lo sciopero purtroppo non crea un danno economico perché non facciamo pizze, se oggi non lavoriamo le pratiche rimangono sulla scrivania e ce lo ritroviamo domani. Concordo che servirebbe un interessamento dei Media e una forte campagna giornalistica. Facciamo capire che senza di noi i bonus Covid non arrivano alle aziende. Si sfrutti il momento buono. Quali iniziative vuole intraprendere il sindacato?

  • Giorgia

    23/03/2021 - 10:46

    Cara Patrizia per quanto riguarda le date mi riferivo naturalmente a Confprofessioni invece per quanto riguarda la parola svegliatevi, mi riferivo a tutti quelli che ancora si illudono che avremo un rinnovo del contratto. Cara Patrizia dai messaggi che leggo è chiaro che ormai abbiamo perso la speranza e la fiducia nei confronti di un sindacato che della nostra categoria non si è mai interessato abbastanza tant'è vero che ogni qual volta apro il sito non ci sono mai notizie in primo piano che parlano del nostro contratto scaduto. Sembra quasi..... che il messaggio sia questo e cioè se vi iscrivete in tanti al sindacato, il sindacato ha più potere per rappresentarci, tradotto più soldi entrano al sindacato e più il sindacato ci darà retta. Quando dico di svegliarsi è per far capire anche che in un'azienda con vari o tanti dipendenti è più facile organizzare uno sciopero e ottenere un risultato perché se si ferma un'intera azienda il danno è pesante, invece se si ferma un giorno un piccolo studio non fa male a nessuno perché i datori di lavoro riescono comunque a lavorare anche senza la segretaria. Ecco perché non c'è via d'uscita se non organizzare manifestazioni per strada e chiedere ai giornali e alle televisioni di mettere in luce la "dittatura' che esercita Confprofessioni. Esattamente come hanno fatto i riders. Quindi è inutile che ci dite" intanto aspettiamo le nuove date che saranno a breve" perché siamo stufi di essere presi in giro! Cara Patrizia con la pazienza di aspettare non si ottiene niente. Usate il blog e la pagina Facebook per organizzare una bella manifestazione per strada invece di continuare a dire "vai nel tuo sindacato di zona a far sentire la tua voce". La nostra voce bisogna farla sentire altrove e contemporaneamente !

  • Patrizia

    20/03/2021 - 19:28

    Cara daniela, per ora aspettiamo le nuove date, dovrebbero essere a breve. Il 18 marzo confprofessioni era stata convocata dal Ministro , si tratta solo di un rinvio. In ogni caso la trattativa sarà lunga. La seguiremo insieme troveremo le forme per farci sentire dal blog. Aspettiamo le idee di tutti per usare al meglio le forze che abbiamo. ciao!! patrizia cgil

  • Daniela

    20/03/2021 - 15:38

    Buon pomeriggio patrizia e ragazze del Blog, il 31 marzo sono tre anni che il ns. contratto è scaduto…. l’11 e il 12 febbraio 2020 erano state confermate le prime giornate ufficiali di inizio trattative per il rinnovo del contratto…. erano iniziate le trattative… poi il 12 marzo 2020 l’incontro è stato annullato causa Covid…. adesso il 18 marzo 2021 l’incontro fissato per la stesura di un protocollo sul “lavoro agile” è stato annullato causa convocazione Ministro del Lavoro…. quel “al netto di eventuali imprevisti ulteriori (speriamo di no!)” non è stato di buon auspicio!!! comunque cosa dobbiamo o possiamo fare? il volantino di sollecito del blog ha dato una mano a far riprendere le trattative….. riprendere la distribuzione del volantino / aumentare la pressione può aiutare? oppure avete altre idee da proporci?

  • Patrizia

    19/03/2021 - 21:29

    caro Fabio, mi spiace sul serio , ho cercato di stare attenta alle parole proprio per non dare una percezione sbagliata, non mi arrabbio: discuto. La comunicazione via web è faticosa e ha grandi limiti , sento la mancanza delle assemblee fisiche , almeno ci si spiega subito. Il sob sob era riferito al Deja vu, l'ho usato per alleggerire , chi frequenta il blog sa che spesso lo faccio. Ti assicuro che alle volte è difficile rispondere a tutti i post che arrivano. quindi peace and love! Ti rispondo volentieri : da quando esiste il blog rispondiamo ad ognuno di voi e non lasciamo nessun argomento inevaso . Ogni persona deve avere la sua risposta precisa , è un vanto di tutte noi. E' vero, insisto sull'importanza dell'impegno collettivo perché è la cosa principale , purtroppo c'è la convinzione che le cose si muovano da sole , oppure siano scontate e che qualcuno ci penserà . In tanti anni di esperienza sappiamo che è questo il problema principale, l'elenco che fai delle cose che non vanno nel contratto lo dimostra. Se la nostra categoria partecipasse all'attività sindacale, alla preparazione di una piattaforma e alle trattative tutto sarebbe più facile , anche far sentire le nostre ragioni , discutere , partecipare capire quali sono i perché di alcune decisioni . Tutto questo ci manca, non si può sostituirlo con dei post sul blog. Soddisfo la tua legittima curiosità:Il blog è nato una ventina di anni fa su iniziativa del coordinamento studi professionali del Veneto, poi negli anni si è formato, proprio sul blog, un gruppo di gestione di 6 persone. Siamo tutte dipendenti degli studi, volontarie , non siamo funzionari sindacali e non siamo elette da nessuno , visto che non abbiamo strutture sindacali elettive .. Non rappresentiamo la categoria ma gestiamo solo il blog e teniamo i rapporti con la Filcams cgil che ci ha messo a disposizione questo spazio ,con tutto quello che serve e ci ha lasciate libere di gestirlo. Sul chi siamo trovi le nostre storie e le foto. Chi ci rappresenta è la Filcams cgil nazionale , lo fa per tutti i lavoratori anche non organizzati tesserati o meno , per fortuna, se i lavoratori fossero organizzati e tesserati otterrebbe risultati migliori. I prossimi incontri ci saranno , i nostri rappresentanti faranno il massimo, ti assicuro, ma abbiamo difronte una controparte molto determinata.. dovremmo noi avere il coltello tra i denti. Il sindacato non è un ente ma una associazione privata. di rappresentanza dei lavoratori. Il tesseramento serve per partecipare e per dire le proprie opinioni e contare. Puoi anche collaborare con noi, il gruppo di gestione è aperto. Il resto verrà da se. Fai riferimento a noi , ti diamo una mano , in alto sul blog c'è la cartina dell'Italia cerca la tua città , non ci sono tutte ma tu cerca, semmai chiedi a noi. Sei giovane è vero , è una gran qualità e hai un bel carattere. Grazie a te, per noi i vostri post sono importantissimi ma .. si discute no, ? è normale. Se hai dei dubbi, se non sono stata chiara chiedi pure saremo felici di risponderti. Facci sapere patrizia cgil

  • Patrizia

    19/03/2021 - 19:51

    RISPOSTA DI GRUPPO : GIULIA, GIANNI E GIORGIA Caro Gianni , gli aggiornamenti sono sulla pagina. Cara Giulia, non occorre avere conflitti per iscriversi al sindacato. E' una scelta positiva , una richiesta di partecipazione, anch'io non avevo problemi in studio , la mia decisione di fare attività sindacale è dovuta alla voglia di dare una mano alla categoria, tu non hai problemi ma i tanti colleghi che scrivono sul blog si , sono decisioni che riguardano l'intera categoria non l'individuo. Per Giorgia: francamente trovo difficoltà a risponderti. Mancano i soggetti : a chi ti riferisci quando parli di avrebbero potuto o che decidano ? chi ? spero tu ti riferisca a confprofessioni. A chi ti riferisci quando dici "svegliatevi"? a noi che gestiamo il blog ' ai colleghi ? al sindacato ? a chi? Chi deve dire alla Filcams di organizzare manifestazioni ? noi 6? se fosse così mi spiace ma ti sbagli tu. Guarda Giorgia per fare manifestazioni e proteste non c'è bisogno di essere tesserati , si può fare domani mattina, ma il sindacato organizza se c'è chi si fa organizzare. Facciamoci vedere e sentire nelle sedi sindacali delle nostre città , chiediamo di organizzare quello che vuoi ma se noi non ci facciamo vedere nelle sedi sindacali cosa dovremmo organizzare ? spiegami. Comincia tu , contatta la sede sindacale della tua città e noi ti daremo tutto il supporto possibile iscritti o non iscritta. patrizia cgil

  • Giorgia

    19/03/2021 - 9:53

    Incontro rinviato? Dal momento che c'è stato un imprevisto avrebbero potuto comunicare già subito la nuova data e invece dobbiamo pure aspettare che decidano quando hanno tempo di occuparsi del nostro contratto! È LA SOLITA PRESA PER I FONDELLI!!!! Come la volta precedente stanno aspettando la prossima pandemia per dire che non è il momento di parlare di rinnovi. Svegliatevi! Invece di chiederci di iscriverci al sindacato, dite alla Filcams di organizzare manifestazioni davanti la sede di Confprofessioni e vedrete che aderiranno tutti. La gente non vede l'ora di andare lì ad urlare. Per fare ciò non c'è bisogno di fare la tessera sindacale anzi se in questo modo si raggiunge l'obiettivo, i lavoratori poi saranno ben contenti di farla la tessera sindacale.

  • GIULIA

    19/03/2021 - 9:09

    Iscriversi al sindacato quando si lavora in una piccola realtà non è cosi semplice, soprattutto se a livello umano non c'e nessun conflitto con i propri datori di lavoro. Perchè dovrei pagare e tesserarmi quando di fatto non ci sono problematiche all'interno della mia azienda?

  • Gianni

    19/03/2021 - 9:01

    Ci sono novita' sull'incontro avvenuto il 18.03.2021 ?

  • Fabio

    18/03/2021 - 23:52

    Ciao Patrizia, Invece di continuare a rispondere a tutti che non siamo attivi e non facciamo nulla, dicci in concreto cosa fare: Non tutti sanno cosa fare in concreto e nemmeno hanno la vostra esperienza. Io ad esempio sono giovane, lavoro in studio da solo da 7 8 anni. Non ho mai avuto a che fare con questi enti. Andiamo dai sindacati, ci iscriviamo, diamo le nostre idee e poi? Non serve arrabbiarsi o scrivere sob sob a Mauro o Gianluca..perché in realtà tu hai le tue ragioni, ma le hanno anche loro. È realtà che il rinnovo del ns contratto sia stato continuamente rimandato e l’ultima volta che è stato rinnovato 3 anni fa, anche qui dopo vari anni in cui era scaduto, rinnovato con ben 80€ lordi UNA TANTUM (neanche per ogni anno in cui era rimasto scaduto, ma una tantum rateizzato!). Avete deciso di fare questo blog, di impegnarvi per tutti noi, di portare avanti le trattative e di incontrare la controparte anche in ns nome e per questo vi ringraziamo, ma dovete anche capire quindi che se agite anche in nome nostro è a voi che ci rivolgiamo quando le cose non vanno come devono. Al prossimo incontro semmai ci sarà, chi mette la faccia per tutti noi deve andare lì con il coltello tra i denti!! Una curiosità, perché siete proprio voi a rappresentarci? E non ad esempio tizio caio? Sottolineo che è solo una domanda e non una sorta di accusa. Domani cercherò i contatti del sindacato della mia città e vedrò di fare il possibile per rendermi utile. Grazie per l’attenzione e per le risposte ai nostri post. Fabio

  • Patrizia

    18/03/2021 - 21:45

    Bis per daniela e per tutti: nelle categorie organizzatie con il sindacato si discutono le piattaforme nelle assemblee , si votano, si seguono in delegazione le trattative , alla firma del contratto si vota prima dell'entrata in vigore. Questo e il percorso normale. Noi non abbiamo organizzazione ne tesserati quindi abbiamo deciso d in accordo con la filcams cgil di fare comunque una consultazione sul blog. Ma e chiaro che per contare, dobbiamo fare quello che fanno da decenni gli altri lavoratori, sono stata chiara? Patrizia cgil

  • Patrizia

    18/03/2021 - 20:18

    cara DEBORA , facciamo un po' di ordine vuoi ? cosa intendi per indennità di vacanza contrattuale? di quale accordo parli ? una cosa è la vacanza contrattuale e altro è l'una tantum. La vacanza contrattuale è una indennità che si da su base volontaria nelle more del contratto, si tratta di 2/3 euro mensili che poi verranno trattenuti dagli aumenti contrattuali. L'una tantum non era prevista nell'ultimo contratto purtroppo… e comunque per averla bisogna trattare e non sempre si porta a casa e di questi tempi .. Non si possono fare class action per il mancato rispetto del contratto ma cause di lavoro. Per rafforzare il nostro ruolo ci vuole l'azione sindacale dei lavoratori non ci sono altre strade: organizzazione sindacale. I contratti scaduti rimangono in vigore perché lo stabilisce una norma contrattuale , è bene che sia così perché nei rinnovi non c'è mai certezza e quindi se non ci fosse la minima tutela di un contratto nazionale anche se scaduto ci sarebbe il disastro non credi ? la contrattazione è diritto civile non c'è obbligo di legge. I nostri contratti sono già 3 unificati ed è stata una grande fatica farlo una decina di anni fa .. per farlo ci vuole anche l'assenso delle controparti , confprofessioni non ha mai voluto aderire al commercio , i laboratori di analisi che hanno aderito al commercio sono tornati negli studi professionali. Quello che dobbiamo fare è rendere forte questa categoria con l'iniziativa dei lavoratori , siamo un milione , più del commercio .. se solo ci decidessimo patrizia cgil

  • Patrizia

    18/03/2021 - 20:04

    PER MARCO : Ti ringrazio molto del tuo post propositivo e attento. Fondoprofessioni funziona bene, condividiamo sempre i loro post. In realtà l'obbligo c'è , lo 0,30% viene trattenuto comunque e se non destinato va a finire nel calderone dell'inps. Quindi quello che dobbiamo fare è dire al Consulente quello o,30 destinalo a fondoprofessioni , semplice .. facciamolo. La formazione è in piattaforma e ne parleremo al tavolo delle trattative di sicuro. La Formazione è strategica con l'evoluzione del lavoro che corre a mille. Ebipro cadiprof , i bilanci credo siano pubblicati ma mi informo. In ogni caso sono enti senza fine di lucro e per legge devono destinare tutte le risorse all'assistenza , ci sono i revisori dei conti e organi di controllo. Il versamento è un obbligo contrattuale e non di legge , rafforzato solo da una circolare del Ministro del lavoro n. 43/10, è un diritto esigibile da parte del lavoratore , magari fosse di legge. Non devi avere sospetti sai ,, io sono stata in consiglio di amministrazione Cadiprof per qualche anno in rappresentanza Filcams, non ho preso un soldo e ho usato i miei permessi per andare a Roma, abbiamo sempre cercato di fare il meglio con il piano sanitario a favore della categoria.. si spende solo per la struttura operativa. Non ci sono segreti, il sindacato fa gli interessi dei lavoratori marco .. e se necessario pesta i piedi di chiunque, se i lavoratori aiutassero sarebbe più efficace. In ogni caso sul blog sei in sindacato ! patrizia cgil

  • Patrizia

    18/03/2021 - 19:47

    PER FABIO E DANIELA La parte economica è sicuramente la più importante, mai detto il contrario non si minimizza affatto. La parte economica va insieme a quella normativa non sono in concorrenza o l'una o l'altra, non capisco dove sta il problema. Caro Fabio se bastasse la tua mail a confprofessioni ... le relazioni sindacali sono ben altra cosa credimi , ci vuole la mobilitazione della categoria iniziative non individuali ma collettivi. Per chiedere rappresentanza vera ci vuole l'iscrizione al sindacato, per avere una avvocato ci vuole il mandato no? ecco , è la stessa cosa. Siamo 1 milione e non siamo capaci di organizzarci ? persino i RIDER lo hanno fatto. Daniela quello che riporti è un sondaggio , non abbiamo un' organizzazione sindacale ma solo questo blog lo abbiamo utilizzato per avere una forma di partecipazione e per usarlo alle trattative. Gli aumenti contrattuali seguono dei criteri nazionali , se chiedessimo 300,00 euro confprofessioni non risponderebbe nemmeno al telefono e il contratto non lo vedremmo per 20 anni. La contrattazione si chiama così appunto perché si tratta. Non so a cosa vuoi dire sul volantino non c'è nulla di nascosto o di segreto o di recondito solo un grande impegno nel cercare di portare a casa un buon contratto. Noi qui facciamo attività sindacale alla luce del sole . Più che realisti, vorrei che foste attivi , sarebbe molto più utile. patrizia cgil

  • Patrizia

    18/03/2021 - 19:30

    RAGGRUPPO LE RISPOSTE : GIANLUCA E MAURO E TUTTI ci fa piacere la molta partecipazione alla discussione, sarebbe molto più utile portare le proprie ragioni ed idee nelle sedi sindacali delle vostre città come fanno i lavoratori di tutte le altre categorie. I contratti nazionali sono il risultato dell'impegno dei lavoratori di ogni categoria , non la concessione di un ministero o dei datori di lavoro, Spero che almeno vi venga il dubbio che si ha quello che si semina, noi non abbiamo struttura sindacale dei lavoratori. Voi fate qualcosa per il vostro lavoro ? andate nelle sedi sindacali a chiedere di dare una mano o di ad esprimere il vostro parere, discutere , partecipate a riunioni , assemblee, proposte ecc. ecc. ? fare post sul blog , vi avviso , non basta , ci vuole di più , ci vuole il vostro impegno. E' allucinante invece che a Voi non interessa il vostro contratto. Il deja vu purtroppo lo vediamo noi che in vent'anni di blog vi diciamo le stesse cose … sob sob sob patrizia cgil

  • Gianluca

    18/03/2021 - 18:49

    Concordo pienamente con quanto scritto da Fabio. Persino il CCNL CED è migliore del nostro...è allucinante! Tra l’altro il rinvio del rinnovo di oggi mi conferma il fatto che del nostro CCNL non interessa niente a nessuno. Mi auguro vivamente di trovare un lavoro con un Ccnl migliore, perché con i nostri tabellari si fa la fame. Purtroppo è la realtà

  • MAURO

    18/03/2021 - 16:41

    18 MARZO 2021 SECONDO INCONTRO PREVISTO SALTATO.... HO UN DEJA VU...... MAH!!!!!!!!!!

  • Fabio

    18/03/2021 - 13:03

    Buongiorno, parto innanzitutto ringraziandovi per quanto fate su questo blog, utilizzando tempo e risorse vostri per tutti noi. Vi seguo da tempo e seguo da tempo l'evoluzione delle trattative. Spero che, al pari di molti altri colleghi di questo blog, chi si siederà al tavolo delle trattative per rappresentarci faccia il possibile per chiedere un aumento COSPICUO dei ns minimi tabellari, i quali sono imbarazzanti se rapportati ad altre mansioni simili ma con CCNL diversi. Vedo che in tanti lo scrivono, ma Patrizia, mi pare quasi che si minimalizzi questo aspetto, sottolineando che c'è anche altro di cui discutere, pensare, ottenere.. sono d'accordo con te, c'è un mondo dietro un contratto, ma lo stipendio base più alto dev'essere il fondamento del nuovo accordo contrattuale secondo me, alla fine è con quello che si mangia a fine mese! e poi è anche un discorso di "autostima collettiva": questo lavoro prevede competenze ed un livello di attenzione elevato, comporta stress, lunghe ore di lavoro, corsi, webinar, straordinari, sacrifici vari.. e lo stipendio netto in busta (perlomeno quello base) sicuramente non gratifica come dovrebbe. Chi lavora in amministrazione in azienda e magari fa solo segreteria e fatturazione attiva probabilmente prende come noi o di più. Il costo della vita è cresciuto, la difficoltà e l'intensità del lavoro è cresciuta , gli adempimenti da fare sono cresciuti, l'unica cosa rimasta ferma è il ns stipendio! ed anche l'ultimo aumento di ben 85 euro LORDI del 2015 (ottantacinque.....lordi......anno duemilaquindici......!!) ritengo sia stato imbarazzante! Fossero stati 85 lordi al mese.. circa 1.000 annui...anche anche ok.. ma così.. dai! ci meritiamo di meglio! personalmente non sono iscritto al sindacato ma ho scritto e contattato varie volte Confprofessioni per ricordargli lo stato dei lavoratori facenti parte di questo CCNL. Un saluto ed un ringraziamento. Fabio

  • Daniela

    18/03/2021 - 12:11

    A settembre 2019 sul blog è stata presentata la Piattaforma CCNL Studi Professionali 2019… la piattaforma è stata presentata unitariamente da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs…. la piattaforma è stata suddivisa in tre blocchi…. il Secondo Blocco comprendeva: l’Attività Sindacale (punto 3 della piattaforma) e il trattamento economico (punto 11 della piattaforma) A novembre 2019 è stato pubblicato sul blog l’esito del sondaggio decretando, ovviamente, che il SECONDO BLOCCO era quello che per i dipendenti degli studi professionali meritava più attenzione al tavolo delle trattative, con 42% delle preferenze……. Sul sito della Filcams Cgil è pubblicata la Piattaforma rinnovo CCNL 26.07.2019 dove al punto 11. Trattamento Economico si legge: “Adeguare ed incrementare il reddito ed il potere d’acquisto delle retribuzioni del settore, in coerenza con le modalità attuate nella contrattazione collettiva precedente, si richiedono 120,00 euro mensili di aumento al terzo livello.” Anche nel volantino con il quale abbiamo sollecitato il rinnovo del contratto a margine ci sono evidenziati tutti i punti della piattaforma….. il primo è l’attività sindacale e il secondo il trattamento economico….. è un casualità? I rappresentanti sindacali all’incontro per la trattativa del rinnovo chiederanno 120 euro di aumento…… e Confprofessioni cercherà di diminuire l’importo….. dobbiamo essere realisti….

  • Marco

    18/03/2021 - 8:46

    FORMAZIONE Dovs lavoro l'aggiornamento è lasciato alla libera iniziativa del singolo dipendente. Propongo di rendere obbligatoria l'iscrizione a FONDOPROFESSIONI che è a completo carico dell'INPS Basta comunicare che si vuole destinare lo 0,30% della retribuzione lorda a Fondoprofessioni anziché all'inps (la quota pensione non viene intaccata) e abbiamo corsi gratis o comunque pagati solo per il 20%. Non sono riuscito a capire quanti studi sono iscritti ma ho letto che raccolgono, solo con la volontarietà, ben 8 milioni di euro all'anno da destinare alla formazione. Non si può costringere nessuno a far fare i corsi ai propri dipendenti ma rendere obbligatorio questo 0,30% si potrebbe fare? EBIPRO-CADIPROF È possibile avere i loro bilanci? In fondo siamo iscritti e versiamo una quota, sarebbe corretto renderli pubblici. Sono andato sui loro siti ma non ci sono. Inoltre dato che i versamenti sono obbligatori ma molti Studi non versano vorrei sapere che azioni intraprendono tali enti per il recupero di quanto loro spetta. Il consiglio di amministrazione è composto per il 50% da Confprofessioni e per l altro 50% dai sindacati, quindi più di tanto non si pesteranno i piedi ma chiedere non costa nulla.

  • Debora

    18/03/2021 - 8:26

    Grande Danilo Lelli!!!!! Lo scorso rinnovo, ricordo, pur essendo previsto non e' stato riconosciuta l'indennita' di vacanza contrattuale. questo a mio avviso e' stato assolutamente illegittimo. C'era un accordo, firmato, sottoscritto. Era prevista. Cosa serve mettere nero su bianco se poi gli "altri" se ne fregano e fanno il buono e cattivo tempo liberamente????? A suo tempo si sarebbe potuto organizzare una class action??? Puo' essere un valido strumento da utilizzare per rafforzare il nostro ruolo. In piu' mi chiedo.... CHI decide che debba essere mantenuto in vita un contratto scaduto??? Perche' non unificare piu' contratti "sfortunati" per averne uno forte a rappresentanza di una platea molto piu' vasta e "carica"??

  • Patrizia

    17/03/2021 - 21:16

    caro Nicholas, si capisco cosa vuoi dire. Forse nel breve non è facile ottenere una mobilitazione sindacale da una categoria immobile e anche un po' imbelle . Però se mai si comincia mai ci si riuscirà, . si può cominciare in qualsiasi momento. Io farei al contrario il tuo ragionamento : se ci mobilitiamo otteniamo risultati , se lasciamo il sindacato da solo al tavolo delle trattative abbiamo meno possibilità. Sai quante volte confprofessioni ha chiesto ai nostri rappresentanti sindacali : ma voi chi rappresentate? quante tesserati avete ? anche se vi diciamo di no non succede nulla .. ecc. ecc. Il problema è tutto qui e senza risolverlo faremo sempre fatica , tanta fatica , per questa ragione per 10 anni non siamo riusciti a rinnovare il contratto all'origine del gap di cui parlavi tu. Detto ciò faremo tutto quello che possiamo per ottenere il massimo risultato con le forze che abbiamo , ma noi siamo in 6 , la categoria è fatta di un mllione di lavoratori , capisci che è durissima ! dovremmo pesare per 1 milione non per 6 persone, sarebbe un altro trattare. Per gli scatti: si può chiedere certo , fa parte della parte economica. In ogni caso seguiremo passo passo la trattativa in tempo reale qui sul blog e quindi potremo discutere tutti gli argomenti affrontati in trattativa. Però cari colleghi e colleghe e Nicolas dobbiamo cambiare mentalità altrimenti non se ne esce. Ce l'hanno fatta anche i rider .. diamoci una mossa Grazie della discussione teniamola aperta è importante patrizia cgil

  • Patrizia

    17/03/2021 - 20:57

    Cara Deborah , voglio ringraziare te e tutti i colleghi che stanno animando questo dibattito. Per noi è l'argomento in assoluto più importante. Dobbiamo fare chiarezza fino in fondo su come funziona la contrattazione , quindi , continuate ad intervenire, noi discutiamo di questo argomento molto volentieri. Finalmente qualcuno che mi risponde sul CHI . Il CHI siamo noi cari colleghi e colleghe , noi dovremmo dare forza a chi va fisicamente al tavolo : le organizzazioni sindacali confederali del commercio e servizi CGIL - CISL - UIL. Come ho detto molte volte i funzionari da soli al tavolo faranno quello che possono, nelle altre categorie i lavoratori sono organizzati e sostengono le loro richieste con varie iniziative sindacali ed è quello che a noi manca .. il famoso CHI : i lavoratori. Per fare un esempio banale : se i rappresentanti sindacali chiedono 100 e viene respinto dalla controparte chi dovrebbe sostenere la richiesta di 100 ? noi .. ma noi non ci siamo questo è il problema. il blog è collegato al sistema Filcams cgil noi ci rapportiamo a Danilo Lelli che domani sarà presente alle trattative . Se cercate sul blog o sulla pagina FB troverete la foto Il blog è gestito da noi ed è autonomo, i funzionari sindacali non intervengono, se proprio volete magari una intervista a Lelli la possiamo fare via FB. Il blog è pubblico quindi viene seguito dalla Filcams cgil conoscono le nostre discussioni. Se volete possiamo continuare questa discussione. ciao patrizia cgil

  • Debora

    17/03/2021 - 15:55

    in merito al CHI dovrebbe non cedere penso che tutti si riferiscano alla persona che fisicamente si siedera' a discutere con la controparte. Cioe' la persona che in quel momento va a metterci la faccia e a rappresentarci, ad oggi. ti confesso che sarebbe anche bello se questa persona intervenisse qui sul blog... in modo da dargli un'identita'. Non so se si tratta solo di un singolo o un gruppo... e sarebbe bello. Ciao!

  • Nicholas

    17/03/2021 - 11:48

    Ciao a tutti, parto dicendo che vorrei ringraziare tutto lo staff del blog e chiunque stia partecipando attivamente al rinnovo del nostro contratto. Forza, ci riusciremo! Patrizia capisco quando dici che è tutto in funzione dell'organizzazione sindacale e che il contratto vada aggiornato e normato in tutti gli aspetti, sono d'accordo. Però rimango dubbioso sull'efficacia, nel breve/medio termine, della nostra eventuale iscrizione di massa al sindacato. Non avremo la garanzia di migliorare le nostre condizioni e soprattutto a fronte di un 1% che sicuramente per i nostri tabellari non è poco, almeno per me. Quello che voglio dire è che, dopo tanti anni.. tra rinnovi mancati ecc.. la forbice tra il nostro contratto confronto ad altri è rimasta enorme, invariata. Io, e come penso tanti colleghi, abbiamo poca fiducia. Stavolta, in questo tavolo, dobbiamo provare ad invertire la rotta, dobbiamo tentare di ridurre il gap (soprattutto economico), per quanto possibile ovviamente, non credo nelle favole. Sono convinto che uno sforzo, un segnale in tal senso, darebbe una spinta alle iscrizioni al sindacato e potrà migliorare l'organizzazione per gli anni a venire. Inoltre, vorrei toccare l'argomento "scatti anzianità". Otto scatti triennali, 24 anni di servizio per maturarli. Può essere oggetto di trattativa una riduzione dei tempi? Grazie

  • Patrizia

    16/03/2021 - 20:54

    Caro marco, stai valutando l'unica strada che possiamo percorrere: l'organizzazione sindacale. per essere efficace la dovremmo seguire in tantissimi. Descrivi bene la nostra categoria , siamo deboli in piccoli studi è vero però si possono fare tante cose in piena sicurezza lostesso , non è necessario fare sciopero e rischiare il posto di lavoro, ci sono tanti strumenti : le assemblee, anche virtuali visto i covid, fuori dall'orario di lavoro , iniziative collettive che mettono in sicurezza il singolo. Abbiamo lunga esperienza di fantasiose iniziative sindacali , basta volere, tieni conto che con l'attività sindacale si imparano anche tante cose. Puoi anche collaborare con noi. Due precisazioni: 1) I contratti sono demandati alla libera contrattazione delle parti : datori di lavoro e lavoratori , è così perché i contratti sono di diritto privato , non può essere altrimenti. I contratti di stato li facevano durante il fascismo. Quello che a noi manca è la forza e la spinta dei lavoratori . Tocca a noi e a nessun altro. Il punto è questo: è la risposta al CHI deve tenere duro. 2) dico anche a te che è una pericolosa illusione pensare che chiedendo solo i tabellari ci danno più soldi .. avremo gli stessi soldi e 0 diritti .. meglio chiedere soldi al massimo delle nostre possibilità e diritti, non sono in concorrenza , anzi i diritti ci consentono di difenderci meglio: per esempio i diritti sindacali che non abbiamo e chiederemo. Non cerchiamo scorciatoie che non esistono , la strada è una sempre la stessa da più di 100 anni : organizzazione sindacale. Facci sapere le tue decisioni , il gruppo di gestione è aperto a tutte le collaborazioni che vengono dal blog. ciao patrizia cgil

  • Marco

    16/03/2021 - 18:35

    Mi unisco al coro di chi punta tutto sull'aumento tabellare. La nostra controparte ha il coltello sempre dalla parte del manico, a loro fa comodo perdere altro tempo per darci quattro spicci. Attendiamo da tre anni il rinnovo ma sinceramente non ho capito cosa possa fare il sindacato oltre a scrivere e chiedere incontri, è tutta un opera di persuasione, ogni tanto otteniamo l'aumento pari più o meno alla rivalutazione ISTAT, tutti si fanno belli per il grande risultato e arrivederci alla prossima. Lungo da me dare colpa al sindacato perché qui mi sembra ci sia poco su cui fare leva, con l'attuale normativa le retribuzioni sono lasciate alla contrattazione fra le parti. L'unica ripicca è lo sciopero ma noi siamo tutti piccoli studi, provate a scioperare e verrete licenziati, tanto sotto i 15 dipendenti ci sono poche conseguenze, per i datori di lavoro ed inoltre i nostri studi se non sono Legali conoscono fior fior di avvocati che farebbero nero il dipendente ribelle. Iscriversi al sindacato equivale all'1% della retribuzione lorda, non è poco ma neanche troppo, meno di un caffè al giorno, lo sto valutando. Marco

  • Patrizia

    16/03/2021 - 14:40

    cara Anna, un contratto nazionale è fatto di un centinaio di articoli circa e cerca di normare al meglio il rapporto di lavoro di una categoria, non solo l'aspetto economico , altrimenti un contratto nazionale non avrebbe ragione di esistere, basterebbe una tabella salariale. Come dicevo a francy non è che se rinunciamo a regolamentare il lavoro agile ci danno più soldi… semplicemente il lavoro agile anche se usato poco rimane senza regole , la prospettiva futura vedrà il lavoro agile sempre più usato devono esserci delle regole altrimenti ci saranno degli abusi. Maternità, permessi , orario , part time ecc. le regole devono esserci in un rapporto di lavoro , mi segui? pensare che rinunciare a regolamentare il rapporto di lavoro porta più soldi è un errore molto grave oltre che illusorio. So bene, per esperienza personale, che il nostro lavoro è pagato poco , so anche la responsabilità che ci cade sulle spalle e la frustrazione che ne deriva ma so anche che , per esperienza sindacale, che avere norme che ci tutelano è altrettanto importante . Salario e tutele sono complementari non in concorrenza. Hai ragione sulla formazione c'è nella piattaforma. Consulta FONDOPROFESSIONI, la formazione è gratuita. Sarebbe bello che queste cose le dicessimo in tante assemblee per far sentire la nostra voce ai nostri datori di lavoro , peserebbe e molto . patrizia cgil

  • Patrizia

    16/03/2021 - 14:29

    Cara francy , ti sei spiegata benissimo , evidentemente non mi sono spiegata io.. eliminando quello che tu chiami i benefit NON hai come risultato l'aumento del tabellare , hai solo eliminato dei benefit e basta mantenendo il tabellare esattamente com'è. E' un ragionamento sbagliato e fuorviante che illude su dei meccanismi automatici che non esistono . Te lo posso firmare e controfirmare come verità assoluta , spero che tu mi credi , quello che dici non ha fondamento, la strada è un'altra. Ripeto invece la domando che ho fatto a te e ad altri e alla quale non ho ricevuto risposta. CHI DEVE TENERE DURO ? CHI NON DEVE MOLLARE ? voi capite che è il presupposto ad ogni ragionamento pur legittimo. patrizia cgil

  • anna

    16/03/2021 - 9:17

    Capisco sia di notevole importanza dare delle regole per il telelavoro che fino ad oggi è sempre stato un tabu per gli studi professionali ma, considerando che la maggior parte di noi come si evince dal sondaggio è rientrata a lavoro e che per quanto ne so in tante realtà lo smartworking è stato del tutto accantonato, preferirei venissero affrontati temi a piu' larga prospettiva quale: buoni pasto e aumento minimi tabellari in considerazione del fatto di dover essere continuamente aggiornati con i tempi , vedi avvio fatturazione elettronica per non parlare di tutti i dpcm che si sono susseguiti e dove noi impiegati ci siamo ritrovati ad aggiornarci sempre autonomamente perché non si ritiene mai necessario " investire" in noi con qualche corso di aggiornamento che porterebbe beneficio anche all'azienda. Insomma quello che voglio dire è certo ogni problema non è di meno importanza rispetto ad un altro ma credo, senza girarci tanto intorno che l'aspetto piu' avvilente e allo stesso tempo piu importante ad oggi sia senza dubbio la parte economica, non assolutamente rapportabile al lavoro che gestiamo ogni giorno con molta responsabilità e impegno.

  • Francy

    15/03/2021 - 18:47

    ""Cari colleghi, per quanto riguarda le retribuzioni con lo scorso rinnovo c’è stato un aumento di euro 85,00 circa (3° livello)… il contratto è stato firmato a marzo 2015 e abbiamo avuto euro 15,00 ad aprile 2015 – euro 15,00 a gennaio 2016 – euro 15,00 a settembre 2016 – euro 20,00 a marzo 2017 ed euro 20,00 a settembre 2017""" Riprendo quanto scritto da DANIELA ..... euro lordi in 6 anni sono circa 60 euro netti. Fate voi io non dico altro. Si deve puntare forte solamente sull'aumento dello stipendio il resto viene e verrà dopo. Non confondiamo i benefit con lo stipendio. Io, ripeto, mi soffermerei esclusivamente sulla parte economica in modo da concentrare gli sforzi tutti la....... e poi diciamolo chiaramente, un terzo livello con 20/30 anni di esperienza di meriterebbe 2.000 euro al mese.

  • Francy

    15/03/2021 - 18:40

    Forse mi sono spiegata male. I benefit sono potenziali, l'aumento di stipendio è effettivo. Togliere subito tutti i benefit potenziali e come contropartita trattare per un consistente aumento di stipendio che ha tre effetti positivi 1) aumento immediato dello stipendio 2) aumento della quota di TFR annua accantonata 3) aumento di contributi ai fini pensionistici.

  • Patrizia

    12/03/2021 - 19:32

    bis per Mariella, fai attenzione a dove posti i commenti . Questa non era la pagina giusta , leggi sulla home page come usare il blog . ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    12/03/2021 - 19:30

    Cara mariella, per far fronte a situazioni difficili di assistenza puoi usare: 1) cadiprof il pacchetto famiglia , sono previsti dei rimborsi per l'assistenza dei famigliari non autosufficienti 2) legge 104 , i congedi parentali , permessi non retribuiti : sono tutti recepiti e disciplinati dal nostro contratto dall'articolo 85 e segg. il nostro contratto lo trovi qui sul blog tra i documenti in alto . 3) pensione di invalidità / o accompagnatoria da richiedere all'inps attraverso i patronati sindacali. 4) Regioni e Comuni finanziano delle misure di assistenza sociale per la non autosufficienza . Ti consiglio di rivolgerti al patronato Inca delle tua città per la presa in carico totale della tua situazione. tantissimi auguri patrizia cgil

  • Mariella

    12/03/2021 - 16:43

    Buongiorno, posso chiedere se e' previsto o come cadiprof o come ebipro, o proprio come contratto degli studi , un aiuto anche quando si hanno genitori anziani, da accudire , sia come possibilita' di permessi retribuiti, e di un importo per l'assistenza, e se non ci fosse potrebbe essere inserito come miglioramento del welfare? Grazie . Mariella

  • Patrizia

    12/03/2021 - 15:22

    caro maurizio , la parte economica non è assolutamente un disco rotto , è fondamentale, si lavora per vivere e la professionalità deve essere pagata, non c'è dubbio. Dopo 42 anni di lavoro negli studi diciamo che do per già elaborata la parte di analisi delle nostre condizioni di lavoro . Facciamo un passo in più ? vuoi ? possiamo saltare la parte del vittimismo e lamento e prendere decisamente la strada del "che fare"? altrimenti tra 50 anni siamo ancora qui .. anche no ! patrizia cgil

  • Patrizia

    12/03/2021 - 15:18

    Cara daniela , il protocollo sul lavoro agile serve anche a noi , stiamo andando verso la zona rossa , tornerà lo smart working abbiamo bisogno di regole , altrimenti i professionisti continueranno ad usarlo in piena anarchia. Prepariamoci , ci saranno tante date e una lunga trattativa .Il modo ideale per partecipare non è aspettare , dovremmo cominciare a partecipare sul serio . patrizia cgil

  • Daniela

    12/03/2021 - 13:08

    Cari colleghi, per quanto riguarda le retribuzioni con lo scorso rinnovo c’è stato un aumento di euro 85,00 circa (3° livello)… il contratto è stato firmato a marzo 2015 e abbiamo avuto euro 15,00 ad aprile 2015 – euro 15,00 a gennaio 2016 – euro 15,00 a settembre 2016 – euro 20,00 a marzo 2017 ed euro 20,00 a settembre 2017

  • Daniela

    12/03/2021 - 13:07

    Ciao patrizie e ragazze del blog, quello che mi preoccupa è che l’incontro del 18 marzo è stato fissato per la stesura di un protocollo sullo Smart Working (o “lavoro agile”) (che andrà poi inserito nel CCNL) tema che evidentemente interessa a Confprofessioni….. per iniziare la trattativa per il rinnovo verranno fissate altre date……

  • maurizio

    12/03/2021 - 8:38

    condivido il pensiero dei colleghi. la parte economica sara' un disco rotto ma non è adeguata alla professionalita' richiesta in ufficio dove ormai svolgiamo il lavoro di vari enti nel compilare pratiche e tecnologie informatiche sempre piu' evolute senza mai un sostegno, un corso, una preparazione visto che ad oggi, nel 2021, qualche datore di lavoro considera ancora la mutua un lusso dei dipendenti e che se usata si è poco corretti essendo a loro carico. QUINDI di che parliamo? avvilente.... e bisogna ahime' aggrapparci ad ogni parola scritta e prevista nel contratto x poter aver un minimo diritto o saremmo ancora ai tempi della schiavitù con certi "elevati" professionisti.

  • Patrizia

    10/03/2021 - 20:08

    caro Ivano , ringrazio anche te , è importante per noi discutere del merito . Come ho detto a Nicola , MANCA IL SOGGETTO, chi non deve cedere ? chi non deve far passare il messaggio ? siamo contente che siete così determinati e combattivi .. ma a chi vi rivolgete , chi deve farlo ? altrimenti parliamo tra sordi. Cari colleghe e colleghe SE NON MI RISPONDETE SUL CHI non ci capiamo. patrizia cgil

  • Patrizia

    10/03/2021 - 20:03

    cara francy, ti ringrazio per il post. e' giusto che esprimiamo il nostro pensiero , siamo qui per questo: per discutere. Vorrei solo farti riflettere su due cose: 1) il welfare contrattuale (enti bilaterali) aggiunge e non toglie .. non e' in concorrenza con il tabellare , rimando alla risposta che ho dato a Nicola. Togliendo i fondi non aumentano i tabellari ti assicuro. Dal nostro osservatorio , molto ampio, i fondi funzionano bene , abbiamo avuto pochissime lamentele , inoltre la procedura è semplificata al massimo, li ho usati molto anch'io con grande soddisfazione, certo non si possono eliminare i documenti per richiedere i rimborsi ti pare ? i fondi sono collettivi questa è la loro forza economica, pagando da sola una polizza sanitaria o altro non avresti mai quelle copertura con costi così bassi, oltretutto a carico del datore di lavoro. Abbiamo confrontato le coperture con altre polizze non c'è paragone, per esempio nessuno rimborsa il dentista, i rimborsi ebipro poi non li avresti semplicemente perché li hanno solo gli enti bilaterali. Non capisco perché vorreste eliminare una cosa straordinaria come il welfare contrattuale, dovreste chiedere di aumentare le coperture invece.. mah mistero! 2) I contratti regionali aggiungerebbero non toglierebbero nulla , anzi, è un'opportunità che dovremmo cogliere noi lavoratori con l'iniziativa sindacale. Clicca sui territori su Trentino Alto Adige e leggi il contratto regionale .. avrai da riflettere. Togliendo tutto e chiedendo solo soldi non avremmo soldi in più non so se mi sono spiegata e in più non avremmo diritti , un contratto è fatto di tante cose e la parte normativa è di enorme importanza. Ce ne accorgiamo poi quando abbiamo bisogno di tutela. E' illusorio pensare che solo i soldi cara francy, risolvano i problemi, aiutano e molto ma non basta. Mi preoccupa l'aspettativa esagerata sulla parte economica , MI SENTO DI ESCLUDERE AUMENTI DA 200,00 EURO NETTI Gli aumenti tabellari saranno in linea con gli altri rinnovi contrattuali, date un occhio. Devo confessare che sono un po' stupita di tutte queste sicurezze, mi piacerebbe ci fosse voglia di capire, sono sicura che se ci potessimo confrontare in assemblee come fanno tutti i lavoratori ci capiremmo meglio ciao patrizia cgil

  • francy

    10/03/2021 - 17:49

    Un mio pensiero anche tendendo conto dei risultati del sondaggio avvenuto tempo fa, propongo: * l'abolizione immediata e completa di tutte le assistenze/agevolazioni sanitarie integrative e vari finti benefit, sono il peggior punto su cui insistere, sono utili solo nel momento ne hai bisogno e quando ne hai bisogno non ti cambiano poi la situazione. Molto meglio "prendere" 100 euro al mese in più tutti i mesi. (Decido io come e dove spenderli il mio stipendio). * abolizione di tutti i contratti bilaterali regionali sono il peggio del peggio. Non abbiamo forza nazionale, ne abbiamo ancor meno in ambito regionale. Propongo: * i buoni pasto; * un consistente aumento salariale eliminando tutte quelle finte agevolazioni / assistenze sanitarie, che tra l'altro richiedo una marea di documenti e scartoffie Meglio 200 euro netti al mese da subito togliendo tutti i finti benefit.

  • Patrizia

    10/03/2021 - 14:52

    Caro nicola, sei stato chiarissimo. Seguo il tuo ragionamento. E' vero cercheremo di tenere duro con quello che abbiamo …. però si può sempre cominciare. Non cominciare mai ... vuol dire rinunciare alla rappresentanza e questa è una sconfitta più dura degli stipendi bassi. Non potere andare al tavolo con una rappresentanza dei lavoratori è durissima ti assicuro , ci è costato un buco di 10 anni senza contratto nazionale. Il blog esiste anche per questo: favorire l'organizzazione sindacale; è determinante. La contribuzione agli enti bilaterali sono cosa diversa dal tabellare e anche volendo rinunciare non significherebbe l'aumento delle retribuzioni, anche perché gli aderenti sono solo 300 mila , le retribuzioni tabellari vanno al milione di dipendenti , non c'è rapporto capisci. Anzi, l'intervento economico degli enti ha aiutato gli aderenti ad integrare gli stipendi bassi. Stipendi bassi non c'è discussione... è semplicemente vero , ma noi puntiamo a portare a casa un contratto di qualità anche nei diritti a partire da una buona regolamentazione del lavoro agile. Grazie a te della discussione, sarebbe bello poterlo fare in sindacato come fanno tutti i lavoratori , ma non disperiamo ! patrizia cgil

  • IVANO

    10/03/2021 - 14:48

    Buongiorno a tutti, mi trovo pienamente d'accordo con Nicola, focalizziamoci sulla parte economica, come d'altronde era emerso dal sondaggio tramite piattaforma fatto prima dell'inizio pandemia. Aggiungerei inoltre, come ho già ribadito diverse volte, di non cedere anche questa volta sulla discorso UNATANTUM, non possiamo rinunciare per la seconda volta, fosse anche solo 1 euro simbolico ma e' fondamentale, per non far passare il messaggio alla controparte che alle scadenze dei contratti possono tranquillamente far passare tempo per aprire i tavoli di contrattazione "tanto non comporta nulla anzi per gli studi e' sempre un risparmio temporeggiare......" NO! questo messaggio non deve passare nuovamente. Grazie Ivano

  • Nicola

    10/03/2021 - 12:44

    Ti ringrazio per la risposta e per gli spunti che cerco di approfondire: 1) E' fuori dubbio che, a difesa di un settore scarsamente sindacalizzato come il nostro, la parte sindacale non ha potere per ottenere miglioramenti contrattuali congrui e non possiamo farne una colpa alle sigle, ma, visto che la situazione attualmente è questa e non è possibile sperare in un'adesione sindacale immediata e totale dei lavoratori degli studi, il mio auspicio ovviamente è che si "tenga duro" su parte economica, livelli di inquadramento, buoni pasto. 2) Ho ben specificato che enti bilaterali e assistenze sanitarie integrative rappresentano un'ottima conquista, per alcune cose funzionano, per altre funzioneranno meglio in futuro, vedo che nel corso degli anni e degli ultimi rinnovi gli enti sono stati rafforzati e ne sono migliorate le coperture e la fruibilità. Quindi gli enti ci sono, funzionano e hanno una copertura centrata sulle esigenze della categoria che è formata per il 90% da donne, i minimi contrattuali invece non sono andati di pari passo, proprio per niente, per questo mi chiedevo se potesse essere utile lasciare per ora enti e casse così come sono e focalizzarsi sulla retribuzione. Io adoro ragionare per la collettività, non amo i particolarismi, ma la responabilità e le competenze che richiedono il nostro lavoro devono essere ricompensate con una retribuzione adeguata appunto per tutti, non per categorie. Posso anche fare a meno di pensare a quello che serve a me per godere dei benefici che gli enti hanno portato alla maggioranza del settore, ma affitto e bollette li devo comunque pagare in qualche modo! Vi ringrazio per lo spazio che dedicate a trattare argomenti importanti e anche interessanti come questi e vi mando i miei saluti.

  • Patrizia

    09/03/2021 - 21:19

    Bis per Nicola dimenticavo: i contratti regionali sono importanti, non tolgono nulla anzi aggiungono , non sono in concorrenza con il nazionale. Vale la pena insistere ma bisogna fare il ragionamento del punto 1 , chi è come senza i lavoratori diventa un'impresa. Per farti un'idea guarda il contratto integrativo del Trentino, e qui sul blog, clicca dai territori Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    09/03/2021 - 21:01

    Caro Nicola, ti ringrazio del post assolutamente rispettoso ! noi siamo contente quando ci arrivano post che entrano nel merito , la discussione è una ricchezza da coltivare come una pianta delicata e noi siamo felici di dare sempre acqua. Proprio perché amiamo la discussione, faccio due osservazioni su quanto dici , ci farebbe piacere discuterle. 1) quando dici: tenere duro , cosa intendi precisamente ? chi deve tenere duro e come ? quali sono gli strumenti , le azioni che aiutano a tenere duro ? bisogna andare fino in fondo a questo ragionamento: manca il soggetto. 2) enti bilaterali : ti invito ad approfondire . Ti do degli imput: gli enti raccolgono delle risorse collettive, fanno massa economica per finanziare un welfare contrattuale collettivo. Non devi valutare per quello che serve a te, Nicola, ma se serve alla categoria nel suo insieme. Ti assicuro che dal nostro osservatorio sappiamo che ha aiutato tantissimi anche durante la pandemia con le varie misure per chi era in cassa integrazione . La categoria è al 90% è formato da donne, di conseguenza tutte le misure sono tarate su come è fatta la categoria. Se le adesioni fossero unmilione anziché i 300.00 attuali le risorse consentirebbero di fare molto di più. In ogni caso la contribuzione agli enti non toglie nulla ai nostri tabellari, non sono in concorrenza. Se ragionassimo collettivamente invece che individualmente sarebbe tutto più facile ed efficace. E' evidente che i nostri stipendi sono bassi ma vale il ragionamento fatto al punto uno : come si fa a rivendicare stipendi più alti? ti do la mia risposta : organizzazione sindacale dei lavoratori , senza , purtroppo non si fa strada. Non riesco mai ad avere una risposta su questo ..Grazie a te patrizia cgil

  • Nicola

    09/03/2021 - 18:41

    Questa volta andrebbero assolutamente concentrati gli sforzi sulla parte economica che è rimasta clamorosamente indietro, soprattutto nel confronto con altri settori che richiedono meno responsabilità e meno aggiornamento. Estremamente deludente sarebbe sacrificare il miglioramento degli aspetti economici del contratto deviando su altri isituti quali bilateralità e assistenza sanitaria integrativa, che saranno pur state ottime conquiste, ma che non possono mai sostituire la componente retributiva, specialmente se i livelli retributivi sono incredibilmente bassi come i nostri. Altro campo da evitare come la peste è la contrattazione di secondo livello, che concede solo false speranze a molti lavoratori in quanto le piattaforme territoriali non partono per difficoltà oggettive, creando così anche disuguaglianze tra i lavoratori stessi. Occorre a mio avviso rimanere rigidi su: Parte economica, revisione dei livelli di inquadramento alla luce delle elevate conoscenze informatiche e telematiche richieste, smartworking, buoni pasto. Spero di aver espresso il mio parere in maniera rispettosa di chi lotta e lavora per noi tutti. Saluti.

  • Patrizia

    27/02/2021 - 18:42

    Caro Gianluca, puoi partecipare se vuoi. Contatta la Filcams cgil della tua città e comincia con l'attività sindacale , il resto viene di conseguenza. In ogni caso il blog è collegato alla Filcams cgil, le nostre istanze sono ascoltate. mesi fa abbiamo lanciato il sondaggio sulla piattaforma, cercalo. Naturalmente la parte salariale è di grande importanza lo sappiamo bene, anche per esperienza personale -- ma bisogna fare molta attenzione a coltivare illusioni da 2/300 euro mensili, mi fanno sempre paura le aspettative che si scontrano con le difficoltà di un tavolo di trattativa . Se tu partecipassi sul serio alla discussione te ne renderesti conto . Porteremo a casa il massimo che si può , oltretutto senza esercito.. patrizia cgil

  • Gianluca

    27/02/2021 - 18:03

    Buonasera, grazie mille per l’aggiornamento! Sarebbe interessante partecipare attivamente agli incontri per il rinnovo del Ccnl per porre l’accento sulle tabelle retributive che sono davvero ridicole e che necessitano di un aumento importante. Soprattutto in questo ultimo anno i dipendenti degli studi professionali hanno giocato un ruolo fondamentale nell’assistere le imprese, quindi mi auguro che con il rinnovo non ci sia un aumento di 50 euro lordi perché sarebbe una beffa...meritiamo molto di più! Volevo solo segnalare questo. Grazie per l’attenzione

  • Patrizia

    26/02/2021 - 20:14

    Cara Fiorella, abbiamo affrontato innumerevoli volte questo argomento. Ne riparlo volentieri, evidentemente non è mai abbastanza. L'idea, largamente diffusa, secondo la quale siamo un settore non considerato e quindi per questo non ci fanno un contratto e profondamente sbagliata. Un settore che conta un milione di lavoratori che non sa organizzarsi e farsi valere deve solo chiedersi : perché mai? le ragioni sono tante e varrebbe la pena indagarle senza vittimismi inutili , questa è la strada giusta. Vorrei ricordare a te e a tutti per l'ennesima volta che i contratti non vengono fatti in automatico dal Ministero .. sono contratti che si discutono e si stipulano tra libere parti rappresentative che hanno il sostegno dei propri iscritti , da qui nasce la forza della rappresentanza che porta alle firme dei contratti . I contratti nazionali che sono stati firmati fino ad ora, covid o no covid , sono il risultato di una mobilitazione dei lavoratori , basta avere voglia di scorrere le foto e le notizie sul sito della Filcams nazionale … persino i rider sono riusciti a mobilitarsi , noi cosa abbiamo fatto oltre a lamentarci qui sul blog o nelle chat ? vi pare che abbia mai portato risultati il lamento? lo dico sempre e lo ridirò per un milione di volte: ci vuole fatica, lavoro , pazienza. "sperare che sia la volta buona " non serve a niente , vorrei che facessimo un salto di qualità e che cominciassimo a chiederci : NOI cosa possiamo fare per il nostro contratto di lavoro ? ecco questa è la domanda giusta patrizia cgil

  • Fiorella Gallorini

    26/02/2021 - 13:43

    Fatto. I continui rinvii a mio parere confermano che il nostro contratto ha minor valenza rispetto ad altri che, seppur scaduti dal medesimo tempo, sono stati rinnovati nonostante il Covid. Speriamo che questa sia la volta buona!

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓