impiegate
2315

CCNL Studi Professionali – riprende la trattativa

14/06/2021 - 9:30

CHIUSURA COMMENTI: questo articolo è chiuso ai commenti. Chi avesse commentato questo articolo oggi, è pregato di ripostare il proprio commento qui

RIPRESA DEI “LAVORI” PER LA TRATTATIVA DEL CCNL

AGGIORNAMENTO 16 FEBBRAIO 2024

FIRMATO OGGI IPOTESI RINNOVO CCNL STUTI PROFESSIONALI

il giorno 16 febbraio 2024 a Roma è stata sottoscritta da Filcams CGIL , Fisascat CISL e UIL TuCs e Confprofessioni l’ipotesi di rinnovo del CCNL dei dipendenti degli studi e delle attività professionali che si applica a circa 600.000 lavoratrici e lavoratori.

L’ipotesi di accordo prevede una vigenza triennale dal 1 marzo 2024 al 25 febbraio 2027 e riprende innova e migliora l’impianto del precedente CCNL.

I principali punti oggetto dell’ipotesi di accordo:

nella sfera di applicazione vengono inserite alcune professioni ;

Sottoscritto un accordo in tema di relazioni sindacali con importanti e nuove agibilità;

La contrattazione decentrata prevede anche il livello aziendale;

E’ stata regolamentata la costituzione a livello territoriale degli sportelli EBIPRO;

Incrementata la quota di assistenza sanitaria di 5 euro anche per introdurre le prestazioni per i familiari dei dipendenti degli studi.;

Confermate le coperture della bilateralità anche in favore delle figure con rapporto di lavoro autonomo non titolari;

Praticantato anche attraverso l’utilizzo dell’apprendistato;

Implementati i permessi per il diritto allo studio e sancito nel testo che la formazione è un diritto e facilitato l’accesso alla formazione anche alle figure con rapporto di lavoro autonomo non titolari.;

Migliorata la normativa sui permessi retribuiti per le donne vittime di violenza;

Istituito un gruppo di lavoro con il compito di aggiornare la declaratoria contrattuale e riconoscere le corrette professionalità;

Implementato l’accordo a latere che regolamenta la figura del Collaboratore di studio odontoiatrico;

Regolamentate due causali che permettono l’assunzione a tempo determinato fino a 24 mesi per incarichi temporanei superiori ai 12 mesi o nei casi di nuove attività;

Ridotto il periodo di raggiungimento del livello di inquadramento per le assunzioni con il contratto di reimpiego;

Recepito e implementato l’accordo sul lavoro agile;

Ampliata al 90% l’integrazione del congedo di maternità a carico del datore di lavoro dal primo gennaio 2025.;

Introdotta una giornata l’anno di permesso retribuito per la prevenzione.

PARTE ECONOMICA

Aumento contrattuale di 215 euro mensili a regime al terzo livello , che sarà erogata le seguenti tranche:

105 euro da marzo 2024, 45 euro da ottobre 24 , 45 euro da ottobre 2025, 20 euro da dicembre 2026

E’ prevista l’una tantum di 400 euro di cui 200 euro a maggio 2024 e 200 euro a maggio 2025.

AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2024

Riprendono le trattative per il rinnovo del contratto , le date fissate sono il 15 e il 16 febbraio 2024.

AGGIORNAMENTO GENNAIO 2024

Riprende la trattativa finalmente. Le date fissate sono il 16 gennaio e il 24 gennaio 2024.

AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2023

La mobilitazione unitaria inizia dal commercio, i dipendenti degli studi professionali devono stare in allerta.

Leggete l’articolo pubblicato sul sito della CGIL-Filcams:

Il terziario si mobilita: stato di agitazione, sciopero e manifestazione a dicembre

Il tempo è scaduto!

AGGIORNAMENTO AL 26 SETTEMBRE 2023

La trattativa del 5 e 6 luglio non ha registrato avanzamenti, per il momento è interrotta. Il coordinamento nazionale non è stato convocato.

aggiornamento 29 giugno 2023

Fissate le date della trattativa 5 e 6 luglio , seguirà il coordinamento nazionale filcams di settore per valutare il risultato degli incontri.


AGGIORNAMENTO 6 GIUGNO2023

purtroppo dobbiamo ancora una volta informarvi dell’ennesimo rinvio. Confprofessioni ha chiesto il rinvio della 3 giorni dedicati alla trattativa per impegni internazionali. Appena sapremo la nuova data lo comunicheremo qui sul blog.


AGGIORNAMENTO 13 APRILE 2023

All’incontro del 13 aprile sono state approfonditi ulteriormente i temi già affrontati nei precedenti incontri: 1) Sfera di applicazione 2) il mercato del lavoro 3) bilateralità e parte economica.

Le organizzazioni sindacali hanno ribadito le posizioni espresse negli incontri precedenti in particolare sui diritti sindacali. Sulla sfera di applicazione le parti sono ancora molti distanti. Sul mercato del lavoro le organizzazioni sindacali hanno ribadito la indisponibilità ad individuare nuove forme di di flessibilità.

Buona parte della discussione è stata riservata alla contrattazione di secondo livello e la attivazione degli sportelli della bilateralità.

In riferimento alla parte economica si è rinviata la discussione al prossimo incontro previsto in una sessione di 3 giorni : 6,7,8 giugno 2023.

Il 16 maggio 2023 la FILCAMS CGIL riunirà il Coordinamento Nazionale studi professionali.


AGGIORNAMENTO 24 MARZO 2023

Confprofessioni ha chiesto un rinvio al 13 APRILE 2023 per verifiche interne alla loro delegazione e associazioni di riferimento. Dopo il 13 aprile la Filcams cgil convocherà il coordinamento nazionale di categoria per valutare lo stato della trattativa.


AGGIORNAMENTO

All’incontro del 24 febbraio le parti hanno cominciato ad affrontate i temi del rinnovo contrattuale: mercato del lavoro e sfera di applicazione . NUOVI INCONTRI 13 E 24 MARZO 2023


13 MARZO proseguita la trattativa: sfera di applicazione, mercato del lavoro e parte economica. Le parti si sono riservate di fare approfondimenti al proprio interno in vista dell’incontro del 24 marzo.


24 MARZO

AGGIORNAMENTO

Finalmente abbiamo una data! Il 24 febbraio 2023 ore 12 riprende la trattativa.


AGGIORNAMENTO DEL 25 NOVEMBRE 2022

Altro rinvio.. tra 1 mese è natale.


AGGIORNAMENTO 16 NOVEMBRE 2022

incontro ancora una volta interlocutorio … speriamo nel 25 novembre.


AGGIORNAMENTO DELL’8 NOVEMBRE 2022

Controparte in apertura dell’incontro ha precisato alcune questioni in riferimento al testo inviato da Filcams, Fisascat e Uiltucs : 1) chiedono il recepimento di alcune loro indicazioni sulla sfera di applicazione 2) disponibilità a valutare i diritti sindacali 3) chiedono ulteriori ragionamenti sui contratti a termine 4) disponibilità a ragionare sull’implementazione delle prestazioni sanitarie ai familiari degli enti bilaterali 5) Faranno una proposta più rispondente alle richieste sindacali su salari e una tantum.

La Filcams convoca il coordinamento nazionale per il giorno 14 novembre 2022 ore 15 in video conferenza per preparare i prossimi incontri previsti per il 16 e 25 novembre 2022.


AGGIORNAMENTO 18 OTTOBRE 2022

All’incontro del 18 ottobre Filcams cgil – Fisascat cisl e Uiltucs uil hanno ribadito a controparte le posizioni precedentemente espresse: a) preservare la attuale sfera di applicazione e inserire nel CCNL tutte le tutele relative ai diritti sindacali b) mercato del lavoro: potenziare l’apprendistato c) Bilateralità: disponibilità a discutere innovazioni d) parte economica: necessità di una adeguata risposta sul piano salariale tenendo conto del mutato quadro dalla presentazione della piattaforma è stato richiesto alla controparte una nuova proposta economica. Il confronto proseguirà per affrontare sia la parte economica che normativa. Sono state fissate le date degli incontri: 8,16 e 25 novembre 2022. La Filcams cgil conferma il Coordinamento nazionale per il giorno 25 ottobre 2022.


AGGIORNAMENTO 14 OTTOBRE 2022

Il prossimo 18 ottobre 2022 si terrà una riunione con Confprofessioni in sede tecnica ristretta nazionale per riavviare la trattativa per il rinnovo del CCNL

Il Coordinamento nazionale FILCAMS CGIL è convocato per il 25 ottobre alle ore 16 in videoconferenza in preparazione dell’ulteriore incontro di trattativa del 28 ottobre.


AGGIORNAMENTO 5 LUGLIO 2022

Ennesimo rinvio chiesto da confprofessioni ! Per la nuova data c’è la disponibilità dopo il 15 luglio!


AGGIORNAMENTO 1 GIUGNO 2022

All’incontro del 1 giugno è proseguita l’illustrazione della bozza prodotta dalla controparte senza ulteriori avanzamenti. Le organizzazioni sindacali hanno unitariamente fatto presente che, a partire dal prossimo incontro fissato per il 5 luglio, la trattativa deve accelerare su tutti i punti, compresa la parte relativa al trattamento economico. Allo scopo di fare una disamina della situazione la Filcams cgil convoca il coordinamento nazionale di settore per il giorno 28 giugno a partire dalle ore 11, con il seguente ordine del giorno : 1) stato della trattativa 2) composizione delegazione trattante 3) Campagna di comunicazione.


AGGIORNAMENTO 24 MAGGIO 2022

Confprofesssioni all’incontro del 24 maggio ha presentato una bozza di testo. Vista la complessità degli argomenti, il lavoro di presentazione continuerà nella giornata del 1 giugno 2022. Come organizzazioni sindacali abbiamo ribadito le nostre priorità per il rinnovo del contratto nazionale e segnalato genericamente le materie dove intendiamo ribadire contrarietà, criticità e/o formulare proposte alternative. Abbiamo comunicato a controparte che il 7 o 8 giugno terremo una riunione intersindacale per una prima disamina , prima del previsto incontro riuniremo il coordinamento nazionale Filcams cgil per analizzare complessivamente la situazione e illustrare le bozze che verranno inviate formalmente dopo l’incontro del primo giugno.


AGGIORNAMENTO 20 APRILE 2022

Dopo i rinvii di marzo è stato riconvocato il tavolo di trattativa il 20 aprile, il confronto è ripreso sullo smart working.Per valutare lo stato della trattativa la Filcams cgil convoca il Coordinamento nazionale del settore per Mercoledì 27 aprile alle ore 11 in videoconferenza. PROSSIMO INCONTRO DI TRATTATIVA 23 MAGGIO 2022


AGGIORNAMENTO 30 MARZO 2022

Salta anche questa data di trattativa., Rinvio richiesto da Confprofessioni causa covid . Viene annullato di conseguenza anche il Coordinamento nazionale Filcams cgil di categoria del 6 aprile.


AGGIORNAMENTO 10 MARZO 2022

Ieri 9 marzo le organizzazioni sindacali hanno incontrato la nostra controparte CONFPROFESSIONI. Le parti hanno ribadito le proprie posizioni espresse nei precedenti incontri. La trattativa è stata rinviata al 17 e 30 marzo 2022. La Filcams cgil convoca il coordinamento nazionale di categoria per il 16 marzo 2022 ore 10 per fare il punto sulla trattativa.


AGGIORNAMENTO 9 e 10 FEBBRAIO

Prima di entrare nel merito della trattativa è stata effettuata una compiuta analisi della situazione del settore, in riferimento alle diverse aree contrattuali a seguito della crisi pandemica. Alcuni settori registrano una sostanziale tenuta altri sono pesantemente impattati dalla crisi Covid 19. Confprofessioni ha ribadito la volontà di riavviare la trattativa con l’intento di giungere al rinnovo del contratto in tempi ragionevoli. Le organizzazioni sindacali hanno ribadito i punti della piattaforma, la controparte ha precisato le priorità nella discussione.


I temi affrontati in questi due giorni sono stati: 1) rafforzamento della bilateralità di settore 2) verifica dell’andamento del fondo per il sostegno al reddito 3) definizione di un accordo sul lavoro agile.

La trattativa è stata aggiornata . Le organizzazioni sindacali per valutare l’esito dell’incontro si vedranno il 17 febbraio.


Successivamente sarà convocato il coordinamento nazionale Filcams cgil .


AGGIORNAMENTO

CONFPROFESSIONI ha chiesto il rinvio della data del 25 gennaio 2022 a causa di contagi covid nella delegazione trattante di confprofessioni. Restano confermate le date del 9 e 10 febbraio 2022 con l’ordine del giorno del 25 Gennaio: bilateralità e fondo sostegno al reddito.


AGGIORNAMENTO

La data del 18 gennaio è stata spostata. Le nuove date sono: 25 gennaio 9 e 10 febbraio 2022

La trattativa riprenderà il 18 gennaio 2022


AGGIORNAMENTO 9 DICEMBRE 2021

Finalmente riprende la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale dopo mesi di stop! il 13 dicembre p.v. è prevista la prima riunione per continuare il confronto sullo smart working e per fissare le date di gennaio dei prossimi incontri . La filcams cgil ha convocato il COORDINAMENTO NAZIONALE di categoria per il 17 GENNAIO 2022.


AGGIORNAMENTO  10 GIUGNO 2021

Continua il confronto sulla disciplina del “lavoro agile” , a breve  verrà fissato un nuovo incontro.


AGGIORNAMENTO   3 GIUGNO 2021

Finalmente è stato fissato il nuovo incontro  con confprofessioni  : 10 GIUGNO 2021


AGGIORNAMENTO  30 APRILE 2021

Incontro rinviato a causa dell’incontro di confprofessioni  al Ministero del lavoro sul  “lavoro Agile”, stiamo aspettando la nuova data.


AGGIORNAMENTO 12 APRILE 2021

La trattativa del 12 aprile e stata rinviata al 30 aprile 2021 per continuare il confronto sul lavoro agile.


AGGIORNAMENTO 30 MARZO 2021

Care Colleghe e colleghi, oggi si è tenuto il previsto  incontro con Confprofessioni per  discutere  di lavoro agile. Le organizzazioni  sindacali hanno ribadito che  il lavoro agile   non rappresenta di per sé una conciliazione  dei tempi di vita e di lavoro.  Viceversa l’assenza di regole e comportamenti  certi determina una  difficoltà  proprio sul versante della conciliazione. Confprofessioni  ha fatto presente di considerare troppo rigida  l’impostazione delle  OOSS. Dopo ampia discussione  sulla regolamentazione  dell’orario di lavoro , formazione, straordinario, disconnessione, la riunione è stata aggiornata al 12 aprile 2021.

Seguiremo  la trattativa  dal blog, siamo solo  ai primi incontri  è difficile prevedere i tempi per la firma del contratto, le difficoltà sono moltissime,  come si vede  dalle prime battute.

Fate  le vostre considerazioni e proposte  sul tema del lavoro agile, qui sul blog, le gireremo alla delegazione trattante , arriveremo naturalmente  alla parte economica, la più importante, ma vi  chiediamo collaborazione nel seguire  i temi in discussione   con ordine  e soprattutto cerchiamo di essere propositivi e di aiutare chi è al   tavolo  di trattativa . ciao !


AGGIORNAMENTO  29 MARZO 2021

La trattativa  riprende domani 30 marzo in sede tecnica con Confprofessioni  per iniziare la discussione  per  un accordo  sul lavoro agile.  E’ già previsto   un ulteriore incontro  per il  15 aprile 2021   per discutere della bilateralità e per  fissare ulteriori incontri per il rinnovo del CCnl.


AGGIORNAMENTO  18 MARZO 2021

L’incontro   di trattativa  previsto per oggi   è stato rinviato  in ragione della convocazione  dell’associazione Datoriale  Confprofessioni  da parte del Ministero  del Lavoro  nell’ambito  della discussione  sugli ammortizzatori  sociali.  Appena sapremo le nuove date   le comunicheremo.


AGGIORNAMENTO  25 FEBBRAIO 2021

Come vi avevamo preannunciato, oggi c’è stato l’incontro  con Confprofessioni. Tutte le parti hanno  dichiarato la volontà di procedere al rinnovo del  CCNL;  cosa non scontata. La discussione è stata molto generale, sul metodo da utilizzare; è stato deciso di trattare le diverse  tematiche della piattaforma rivendicativa in sessioni separate tra loro. Verrà data priorità  alla stesura  di un protocollo  sul “lavoro agile”  che andrà poi inserito  nel CCNL.  Il prossimo  incontro  è già stato  calendarizzato  e sarà, al netto  di eventuali imprevisti ulteriori  (speriamo di no!),  il giorno 18 MARZO. Confprofessioni , nostra controparte, si è impegnata ad inviare  una prima bozza nei prossimi giorni  alle OOSS, verranno fissate altre date per iniziare la trattativa per il rinnovo.

Appena avremo altre notizie, vi aggiorneremo.


24 FEBBRAIO 2021

Care/i Colleghe/i,

abbiamo appreso dalla Filcams Cgil Nazionale che è stato fissato per il prossimo 25 febbraio un incontro al fine di riprendere la trattativa per il rinnovo del nostro CCNL. Vi riportiamo per intero il testo del comunicato:

E’ fissato per il 25 febbraio prossimo l’incontro tra organizzazioni sindacale e Confprofessioni con l’obiettivo di individuare il percorso per riaprire la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di settore scaduto il 31 marzo del 2018.

Il settore, che coinvolge circa un milione di lavoratori tra dipendenti, collaboratori, partite iva e praticanti di studio, ha bisogno di un nuovo quadro normativo di riferimento, in particolare dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito il paese e, per affrontare dei cambiamenti dell’organizzazione del lavoro che potrebbero diventare strutturali”.

Ci piace pensare che grazie al volantino di protesta partito dal Blog, che sappiamo avete diffuso in tantissimi, si sia data una spinta alla ripresa delle trattative.

Sicuramente si tratta di un primo passo in avanti soprattutto perché il nostro settore, nonostante la pandemia, non si è mai fermato e ha necessità di essere meglio normato anche a livello organizzativo e nella prospettiva futura.

Come sapete non sarà un percorso privo di ostacoli, ma siamo certe che chi ben inizia è a metà dell’opera e confidiamo che ci siano buone prospettive per rendere il dialogo fra le parti costruttivo e soddisfacente, dando anche noi una mano sostenendo chi ci rappresenterà al tavolo delle trattative.

Perciò non ci resta che incrociare le dita e fare la nostra parte.

Come sempre, Vi terremo in aggiornamento su ogni tipo di sviluppo e cercheremo di farlo in tempo reale.

Le “guerriere” non si arrendono mai!

A presto.

impiegate.org

  • alessandra

    19/02/2024 - 14:05

    Buongiorno, avrei anch'io una domanda per quanto riguarda l'una tantum dei 400 euro: sono lordi o netti? E verranno riparametrati in base a tempo pieno/part time o sono 400 euro totali indipendentemente da questo? Grazie mille.

  • Carol Rolli

    19/02/2024 - 13:31

    Buongiorno Patrizia, credo di aver perso un pezzo, e probabilmente non sono aggiornata a riguardo. La piattaforma menzionata a cosa si riferisce? Che cosa sarebbe? Grazie mille per questo bellissimo blog! Un faro per il nostro settore.

  • Simone W

    19/02/2024 - 12:54

    Un appunto, l'una tantum verrà corrisposta in base agli anni di permanenza nello stesso studio negli ultimi 6 anni. Peccato che l'inflazione sia concentrata negli ultimi per cui chi ha da poco cambiato lavoro vedrà solo una frazione dei famosi 400 euro lordi, e non solo, in misura ridotta rispetto a quella subita essendo la media influenzata dagli anni 2018 2019 e 2020... sarebbe dovuta esser pesata non solo in base al tempo ma anche all'inflazione anno per anno, evidentemente non costante.

  • SIMONA

    19/02/2024 - 12:18

    Buongiorno Patrizia, ti chiedevo gentilmente un chiarimento sull'una tantum: a dicembre '22 ho cambiato azienda (sempre con contratto studi professionali), il periodo riparametrato che va da marzo 2018 a dicembre 2022 riguardo l'una tantum me lo dovrebbe corrispondere la vecchia azienda? Mentre da dicembre 2022 a marzo 2024 (sempre riparametrato per il periodo), lo deve erogare quella attuale, credo. E' corretto il mio ragionamento oppure ho preso un abbaglio? Se non vado errato, sarebbero diritti acquisiti (da marzo 2018 a dicembre 2022 ero in forza nella vecchia azienda), oppure non essendo più in forza il diritto decade e quindi non ho diritto a nulla ? Ti riporto, per comodità, l'estratto dall'accordo ccnl riguardante l'una tantum: "....Gli importi saranno riparametrati sulla base dei mesi di anzianità di servizio lavorati nel periodo 1 aprile 2018-1 marzo 2024 seguendo le previsioni dell'art.130 del presente ccnl etc etc....." Grazie in anticipo e buona giornata.

  • Alessandro C.

    19/02/2024 - 11:52

    il Superminmo di solito è erogato per merito, nel rinnovo c'è specificato che non potranno essere assorbiti a meno che non siano espressamente previsti come afac. L'una tantum non è assorbile ma dovrai dividerlo per 60 mesi e moltip9sVplicarlo per la tua anzianaità lavorativa nel periodo compreso dal 2018 al 2024 (vacanza contrattuale) e arà riparametrato anche in funzione di part time. In ogni caso l'aumento dipende dal livello, per esemprio per un 2° livello è 234 euro

  • Nadia

    19/02/2024 - 11:15

    Buongiorno Patrizia, vorrei un chiarimento a riguardo della dicitura "intesa ". Il contratto è stato rinnovato o è rinnovata l'ipotesi di rinnovo, scusa il gioco di parole, ma la cosa non mi è personalmente molto chiara. E' stato rinnovato o c'è un'ulteriore passaggio? Leggendo vedo che dovrebbe essere già applicabile dal prossimo Marzo. C'è qualcosa che potrebbe essere ostare all'applicabilità? I datori di lavoro sono tenuti alla sottoscrizione o possono fare gli gnorri? Inoltre c'è un problema da noi l'azienda ha riconosciuto un superminimo che non supera la quota di rinnovo. Il superminimo è stato applicato come riconoscimento lavorativo, ma è stato detto verbalmente, per iscritto non c'è nulla se sia o meno riassorbibile. Come dovremmo comportarci in questo caso? Dovremmo chiedere lumi o attendere? Grazie mille per tutte le risposte, la pazienza ed il duro lavoro di questi anni.

  • Alessandro Casadei

    19/02/2024 - 11:14

    Buongiorno, una domanda essendo al mio primo rinnovo ccnl, per compensare gli anni passati dalla scandenza al rinnovo verranno erogati anche gli arretrati? Nel caso come potrebbero venire conteggiati ed eventualmente erogati? grazie mille

  • Laura M.

    19/02/2024 - 11:08

    Buongiorno, mi sono appena iscritta al blog, ma vi leggo da sempre. In merito alla proposta di rinnovo del ns CCNL ho riscontrato un errore sull'ultima tabella retributiva degli aumenti, la cosiddetta 4a tranche: praticamente anzichè inserire come minimo tabellare quello del 30/11/2026 (ad es. 4° livello: 1595,42€) è stato inserito per errore (presumo) quello del 30/09/2025. Praticamente come se la terza e quarta tranche avessero sempre la stesso minimo tabellare di partenza cioè 1553,35€ , e quindi l'aumento della terza tranche non venisse sommato. O forse è stato previsto così per la 4a tranche, e allora chiedo scusa in anticipo per la segnalazione. Ci tengo poi a ringraziare tutti Voi per l'impegno e la costanza applicata per arrivare a questo rinnovo, lungo ed estenuante. L'unione fa la forza! Grazie ancora! Laura

  • Paolo

    19/02/2024 - 11:00

    Buongiorno e grazie per le risposte sempre professionali che fornite. Io vorrei chiedere questo, che non mi è per nulla chiaro. ok per l'una tantum di 400 € che viene pagata in due tranche, ma perchè i 215 € verranno pagati per 105 euro con la retribuzione di marzo 2024, 45 euro con la retribuzione di ottobre 2024, 45 euro con la retribuzione di ottobre 2025 e 20 euro con la retribuzione del dicembre 2026? La paga da marzo in poi, per il III livello non è di 215 € lordi in più? grazie ancora paolo

  • Massimo

    19/02/2024 - 10:26

    Buongiorno, doverosi ringraziamenti a tutti........ricordo a tutti i colleghi che questo non è un punto di arrivo ma di partenza........non dimentichiamo.....impariamo dai nostri errori.......mentalizziamoci diversamente.......PENSIAMO AL FUTURO.....dobbiamo continuare a partecipare attivamente......attivamente....come abbiamo fatto con due anni di lamentele e proposte....adesso che abbiamo ottenuto dobbiamo continuare......prossimo step il nuovo blog.....non vedo l'ora.....buona giornata a tutti

  • Alessandro Casadei

    19/02/2024 - 10:15

    Buongiorno, una curiosità essendo al mio primo rinnovo del ccnl, per quanto riguarda gli anni passati dalla scadenza al rinnovo, verranno riconosciuti anche gli arretrati oppure no? Nel caso vengano riconosciuti, come vengono calcolati ed eventualmenete erogati? grazie mille

  • CRISTINA ANGIOLINI

    19/02/2024 - 10:00

    buongiorno io ho un superminimo assorbibile di 213,00 euro quindi gli aumenti erogati potrebbero anche non essermi concessi, volevo però un chiarimento ad esempio il primo aumento dovrebbe essere di 105 euro, se non mi sarà concesso il superminimo in busta paga dovrà essere minore ai 213,00 attuali oppure sarà sempre lo stesso? Altra domanda l'una tantum può essere assorbita dal superminimo oppure no? Grazie mille per il riscontro Cristina

  • Patrizia

    18/02/2024 - 23:54

    Caro Renato, i professionisti sono un mondo antico , se non si rinnoverà diventerà residuale, su questo siamo d'accordo. Penso che la parte più giovane se ne rende conto, non a caso vedo molte spinte per l'aggregazione. Gli studi devono diventare grandi strutture per stare sul mercato, non solo nazionale, lo studio piccolo non ha futuro . In questo quadro il contratto di studio o aziendale ha la sua collocazione. In questo direzione può aiutare la sindacalizzazione della categoria , i professionisti sarebbero spinti ad associarsi , altrimenti appunto i lavoratori si sposteranno in altri settori è inevitabile, si sposteranno anche gli stessi professionisti che sono già in calo. La domanda giusta è; i professionisti cosi individualisti riusciranno ad aggregarsi ? Questo è il quadro e per formazione e mentalità io ne vedo le opportunità, non bisogna farsi condizionare dalle difficoltà Ciao patrizia cgil

  • Renato

    18/02/2024 - 21:40

    Ciao Patrizia, infatti ringraziamo i sindacati che hanno fatto il massimo con una controparte francamente incommentabile... A riguardo dei contratti aziendali lo sai anche tu che sono una vittoria solo sulla carta, non siamo società benefit, o Stellantis, o una PA, o comunque una SPA, nei nostri studi non c'è contrattazione aziendale, i ticket se non lo decidono loro o non sta scritto nero su bianco loro non li danno, la flessibilità di orario uguale, e tante altre cose. Questo rinnovo contrattuale per Confprofessioni è come mettere uno scotch su una diga che perde acqua da tutte le parti, prima o poi si romperà, la stessa cosa per questa categoria vetusta che non riesce a stare al passo con gli anni che corrono, cioè il 2024 e inevitabilmente in un modo o nell'altro si estinguerà, come i floppy disk, blockbuster, ecc... Non c'è il minimo ricambio generazionale o attrattiva per la categoria e questo rinnovo sicuramente non basta per colmare il gap o invertire la tendenza, e io mi chiedo, soprattutto ai più giovani, vale la pena combattere per provare a invertire la tendenza oppure mettersi al sicuro per tempo e cambiare?

  • Patrizia

    18/02/2024 - 21:18

    Caro Maurizio, quando le opinioni sono espresse in modo civile ed educato il problema non esiste, benvenute tutte le opinioni. Sai come la pensiamo e come gestiamo il blog, questo deve essere uno spazio di dibattito , non uno sfogatoio. Quindi va benissimo la tua opinione. A me piace discutere così ti rispondo dandoti alcuni argomenti che ti chiedo di prendere in considerazione: 1) I contratti non sono prodotti .. quindi non vale l'argomento "ottimo" "buono" "scarso" non lo compro.. I contratti sono frutto di una mediazione tra interessi contrapposti. Il risultato che si raggiunge è il punto massimo di mediazione possibile in quella situazione data. Non a caso ci sono funzionari sindacali specialisti in questo difficile compito che si chiamato "contrattivisti" , è un arte difficile e che a me personalmente affascina molto. Devi ragionare così per capire , un elemento del contratto è legato all'altro come in un puzzle. Il contratto che è stato firmato è il massimo punto di mediazione ad oggi. 2) Il contratto contiene una grande opportunità : i contratti aziendali. Si possono stipulare contratti di studio che possono regolamentare : orario, welfare compresi i tiket, premi di produzione ecc. , tenendo conto che si può usufruire della detassazione . Il contratto nazionale stabilisce delle regole generali per la categoria ma poi i contratti aziendali o di studio possono aprire la strada a grandi miglioramenti. Cogliamola questa opportunità ! 3) Tra 1 anno si comincerà a parlare di piattaforma, non ti pare che sarebbe il momento giusto per partecipare alla discussione attivamente ? quello che descrivi sono argomenti da piattaforma, non ti piacerebbe dire la tua in un'assemblea di lavoratori di categoria invece che recitare il rosario delle lamentele e delle cose che mancano ? questo è il momento per fare un salto di qualità , la vicenda difficile di questo contratto dovrà pur insegnarci qualcosa no ? ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    18/02/2024 - 21:01

    Caro Ivano, la decorrenza è 1 marzo , quindi con lo stipendio di Marzo che sarà pagato ad aprile. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    18/02/2024 - 20:59

    Caro Alberto, sono d'accordo con te . Tra 1 anno si comincerà a parlare di piattaforma , è quello il momento importante per farci trovare pronti e partecipare attivamente alla discussione e alla redazione delle rivendicazioni, chi meglio di noi conosce il nostro lavoro ? chi meglio di noi sa cosa funziona e cosa no ? non avessimo capito questa lezione sarebbe grave, come in un giorno eterno della marmotta , ci ritroveremmo sempre a lamentarci in modo assolutamente inconcludente e soprattutto non aiuteremmo il sindacato nella trattativa. Grazie patrizia cgil

  • Alberto

    18/02/2024 - 10:49

    Buongiorno e grazie per il risultato ottenuto, ora bisogna guardare avanti ed organizzarsi seriamente per il prossimo rinnovo ,abbiamo tre anni per farci trovare pronti! Ma questo aumento spetta anche a chi ha un aumento assorbibile? C'è qualche clausola di salvaguardia? E l'una tantum?

  • maury76

    18/02/2024 - 9:56

    Ovviamente grazie x la conclusione di questo rinnovo. Meglio dei 140euro ventilati anche se trovo ridicolo dopo 6anni di prese per i fondelli da parte della controparte erogare un primo aumento con lo stipendio di marzo24 e quindi x pasqua o primi di aprile in base a quando si riceve lo stipendio e poi.... piccole tranche fino al 26. Son soldi che ci spettavano subito non tra tre anni. Idem i 400euro... meta' a maggio24 e l altra a maggio25. in pandemia e nel 19 quando si son trovati con la fatturazione elettronica il personale gli serviva bene...e l ha usato ma non mi pare ci sia stato riconosciuto qualcosa. Idem gli scatti: 8 scatti ogni tre anni. e dopo? ciccia? nell edilizia pensate danno la 15° come premio d anzianita'. non dico tanto ma che gli scatti siano almeno x tutto il percorso lavorativo. parliamo di 20euro lordi ogni 3anni non milioni. Ripeto...ancora grazie e va bene che meglio di due ditate negli occhi pero'... il problema di base resta. se si tira la corda il personale non sara' mai felice di lavorare con incentivi zero. Pure la classificazione dei livelli. in pratica nessuno sarebbe da 4°livello a leggere ma minimo.... 3. e chi li cambia? nessuno... si gioca sempre al ribasso negli studi e nonostante le richieste di adeguamento livello d assunzione si viene ignorati. ticket non ne parliamo.... na mezza vittoria dai che da qui al 2026 quando verranno dati gli ultimi spicci del rinnovo il costo della vita sara' ancora piu' elevato e noi sempre il fanalino di coda negli stipendi italiani. è un blog...esprimiamo e condividiamo opinioni libere quindi questa la mia considerazione. Grazie Patry & co.

  • Ivano

    18/02/2024 - 5:54

    Buongiorno , Il primo scatto viene indicato a Marzo 2024, si intende che con lo stipendio di Febbraio pagato il 10 Marzo avremo già l' aumento o dovremo aspettare Aprile con il pagamento do Marzo? Grazie

  • Patrizia

    18/02/2024 - 0:15

    https://www.filcams.cgil.it/article/homepage/studi_professionali_intesa_contratto_nazionale

  • Patrizia

    18/02/2024 - 0:06

    Caro Renato, io dico che è un buon risultato , viste le condizioni date : il comportamento della controparte e le loro richieste.. l'assenza della pressione dei lavoratori ,abbiamo corso seri rischi di non avere nulla. Solo la caparbietà della delegazione sindacale ha consentito di portare a casa un buon risultato, a poco serve guardare cosa non abbiamo , partiamo da quello che abbiamo avuto oggi con enorme fatica, troppo facile fare confronti con categorie più forti o quello che vorremmo . Quindi non sono d'accordo con te. L'elemento di riallineamento c'è da molti anni , da quando il contratto di confedertecnica è stato unito al nostro per avere un contratto unico , i tabellari erano superiori e certamente non si potevano toccare i diritti acquisiti e abbassarli. Questa è l'unica ragione. Patrizia cgil

  • Alessandro

    17/02/2024 - 23:15

    Buonasera, non riesco a trovare sul sito della Filcams il testo del ccnl rinnovato. Potete linkarlo qui per favore? Grazie mille

  • Walter

    17/02/2024 - 21:27

    Un ringraziamento a tutti quelli coinvolti nella firma di questo contratto. Sono contento che le mie sensazioni siano state sbagliate. Volevo ricordare a tutti che abbiamo 3 anni per organizzarci e non mollare l'iniziativa di rappresentanza. Altrimenti ci ritroveremo con un rinnovo come questo che non ci dà il giusto valore come categoria. Attendo con ansia l'aggiornamento del Blog.

  • Patrizia

    17/02/2024 - 19:23

    Cara Laura il refuso è già stato segnalato al nazionale, su fb del blog ce lo hanno detto. Grazie , il vostro x9nyrollo è essenziale fatelo su tutto il.xonyratto se ci sono errori o omissioni ditecelo patrizia cgil

  • Laura

    17/02/2024 - 18:34

    Buonasera a tutti, prima di tutto vorrei dire grazie a chi ha portato avanti questa lunga trattativa arrivando finalmente ad un risultato e grazie anche a Patrizia e alle altre colleghe per tutto il lavoro che fanno instancabilmente con il blog, fonte di informazioni fondamentale! Volevo poi far notare solo una cosa sulle retribuzioni indicate sul nuovo contratto: i minimi tabellari riportati a pag. 86, relativi a novembre 2026, non sono stati scritti correttamente: gli importi sono infatti gli stessi di settembre 2025 (e non di ottobre 2025), di conseguenza anche i minimi di dicembre 2026 non sono indicati correttamente. Di nuovo grazie e un saluto a tutti!

  • Roberta

    17/02/2024 - 17:04

    Chiedo scusa, nella parte economica vi è un errore (parlo del testo scaricato dal sito filcam). Dopo la terza tranche la retribuzione...cala. È stata fatta erroneamente la somma tra la paga base della seconda tranche e l'aumento della quarta tranche. Manca la terza tranche di mezzo....non facciamo scherzi eh ...che giá è stato complicatissimo ottenere questo!!!! Patrizia avvisa il sindacato per favore.

  • Andrea

    17/02/2024 - 16:43

    A mio parere la vittoria più grande è la NUOVA DECLARATORIA. Prevedo un suicidio di massa di molti professionisti che inquadravano i loro collaboratori al 4° livello nonostante redigano bilanci ed elaborino le paghe. Ora è scritto a caratteri cubitali che il livello corretto è il SECONDO!!!!

  • GIULIO

    17/02/2024 - 16:42

    Grazie infinite per quello che fate…..per noi che sappiamo quanto vale la nostra professionalità era di vitale importanza ottenere un rinnovo finalmente importante!!non è solo una questione economica ma anche una soddisfazione personale!! La nostra professionalità merita di più.

  • Aleandro

    17/02/2024 - 16:16

    Buonasera, a quale articolo è indicato l’utilizzo dell’apprendistato valido anche come praticantato? Io sono stato apprendista per 3 anni dal 2017 al 2020, mi potrebbe quindi valere come praticantato già svolto? Grazie

  • Renato

    17/02/2024 - 16:12

    Buongiorno, ho letto velocemente il testo completo del nuovo contratto e vorrei un attimo fare alcune considerazione, ma prima di tutto ringrazio i sindacati, il blog e tutti quelli che si sono spesi personalmente per questo rinnovo. Detto questo il nuovo CCNL mi sembra parecchio deludente, ma non avevo molti dubbi al riguardo conoscendo la controparte, che con questo contratto in termini di modernità all'attuale mondo del lavoro è passata dal 1990 al 1995. Agli anni 2000 magari ci arriverà al prossimo rinnovo che avendo scadenza questo nel 2027 non avverrà prima del 2030 circa. Quindi, partendo dalla parte normativa, fino al 2030 dovremo fare ancora 40 ore, quando altri contratti sono passati a 39, altri 38, altri 37, per arrivare all'inarrivabile PA con le sue 36 ore, con buona pace dell'intelligenza artificiale. I folli termini di preavviso di dimissioni per il secondo livello sono rimasti 120 gg, le descrizioni delle mansioni sono rimaste "gonfiate", i secondi livelli che prendono come cassieri e commesse viene detto che fanno i bilanci e i responsabili d'ufficio... Note positive il giorno di permesso per prevenzione e visite CADIPROF e l'estensione dello stesso ai parenti stretti. Altre novità normative 6 anni dopo in un mondo del lavoro in continuo cambiamento? Zero. Parte economica, gli scatti rimangono 8 e di importi risibili, l'una tantum si commenta da sola, 200 a maggio 24 e 200 a maggio 25 (erogabili anche in welfare), si ok sono soldi, ma all'atto pratico non servono a nulla, non è una misura sostanziale e programmatica. Nessuna traccia dell'adeguamento all'inflazione, mentre parliamo degli aumenti contrattuali, sempre parametrati al secondo livello, benissimo, 234 euro. Ora dimentichiamoci di 70 euro di questi perché saranno erogati a fine 2025 e fine 2026, resta l'aumento di quest'anno sui 170 euro lordi. Un'altra chicca, nei minimi contrattuali c'è un curioso "elemento nazionale adeguamento contrattuale" e ho pensato, ah dai altri soldi in più, peccato che poi l'asterisco specifica essere riservato a chi proviene da ex CCNL di Confedertecnica, che si beccano 102 euro in più, ricordandoci che noi dobbiamo rimanere sempre dietro agli altri. In conclusione invito ancora chi può a scappare in fretta da questo CCNL e questa categoria, cercando lavoro nel CCNL del commercio, metalmeccanico, o nella PA per citarne solo alcuni.

  • Patrizia

    17/02/2024 - 15:33

    Per tutti , il testo intero del contratto è sulla home page della filcams , quindi potete consultarlo direttamente . Patrizia cgil

  • Ivano

    17/02/2024 - 13:06

    Per caso qualcuno sa l' importo di aumento degli scatti di anzianita' sui livelli . GRAZIE MILLE

  • Cinzia

    17/02/2024 - 12:47

    Buongiorno ! Leggo con gioia della firma contrattuale ... felice !! peccato solo che ne usufruirò poco ... se verrò licenziata per pensionamento del titolare a ad aprile 2024 cosa riuscirò ad avere ? ... una tantum di 200€ di maggio ...Mi sa che lo perdo ...

  • Giuseppe

    17/02/2024 - 12:33

    Buongiorno, mi ritengo abbastanza soddisfatto dall'accordo per quello che sappiamo in questo momento. Ringrazio per il lavoro svolto, sinceramente, nonostante non riesca ancora a crederci dato che non si era mai vista una cosa del genere negli Studi Professionali... per come ero abituato mi sembra un buon accordo tutto sommato.

  • Federica

    17/02/2024 - 12:30

    Buongiorno ma che si intende 215 3 livello da riproporzionare ad altri livelli? Esempio per un 4s di quanto sarà l aumento? Grazie

  • Patrizia

    17/02/2024 - 12:20

    Ciao a tutti , ho aggiornato la pagina riportando il comunicato sindacale . E' stato un lungo e faticoso lavoro e francamente ieri notte alla notizia il gruppo blog si è sentito meglio. Nei prossimi giorni spiegheremo meglio l'accordo nella sua interezza. ciao e buona domenica Patrizia cgil

  • Simone W

    17/02/2024 - 11:40

    Ottimo, grazie a tutti, per poter continuare a lavorare serenamente. Grazie Mirko per i dettagli, 215 euro sommati agli sgravi irpef coprono più o meno l'aumento inflattivo intercorso in questi ultimi tre anni. Una domanda, l'una tantum vale per tutti i dipendenti o viene rapportata al numero di anni all'interno del settore dal 2018 ad oggi?

  • Patrizia

    17/02/2024 - 10:49

    Cari tutti, a breve il comunicato sindacale. Per noi un gran risultato che ci ha premiato per la tenacia. Un ringraziamento ai nostri rappresentanti sindacali che hanno tenuto il tavolo con pazienza infinita. Patrizia cgil

  • Alex

    17/02/2024 - 10:31

    Finalmente! Quando pensate si potrà conoscere il testo del contratto firmato e da quando entrerà in vigore? Grazie

  • Mirco

    17/02/2024 - 9:59

    Ieri in serata é stato sottoscritto il rinnovo del ccnl studi professionali. L’aumento previsto è di 215 € 105 - 1 marzo 2024 45 - 1 ottobre 2024 45 - 1 ottobre 2025 20 - 1 dicembre 2026 Più 7 euro alla bilateralità e welfare. 400 euro di una tantum di cui 200 a maggio 2024 e 200 a maggio 2025. Dal primo gennaio 2025 la maternità obbligatoria passa dall’80% al 90% La vigenza é dall’1 marzo 2024 al 28 febbraio 2027

  • GESUALDO

    17/02/2024 - 9:13

    Ottima notizia, aspettiamo di capire i termini del rinnovo. Facciamo attenzione a non mollare l'attenzione nei confronti del nostro contratto, 3 anni passano in fretta e dobbiamo arrivare più organizzati al prossimo rinnovo. Intanto un abbraccio a tutte e tutti e grazie a Patrizia per il suo lavoro!

  • Patrizia

    17/02/2024 - 0:07

    Care colleghe e colleghi sembra proprio di sì! Aspettiamo il comunicato sindacale per essere più precise. E stata una lunghissima e difficilissima giornata no stop anche per noi. PER WALTER noi siamo pronte per il blog, ora aspettiamo la filcams non ti devi preoccupare siamo tutti convinti di quello che dici. Patrizia cgil

  • Angela

    16/02/2024 - 23:45

    Ciao, se non leggo male secondo questo articolo il contatto è stato firmato ieri. https://ntpluslavoro.ilsole24ore.com/art/firmato-contratto-studi-professionali-AFcx0dkC

  • ELVANA DIAMANTI

    16/02/2024 - 22:37

    https://www.facebook.com/share/p/CNFENFogZjjqEtaV/?mibextid=WC7FNe

  • Franca

    16/02/2024 - 22:32

    L'hanno rinnovato!!

  • ELVANA DIAMANTI

    16/02/2024 - 22:31

    ✍ Firmato il Contratto Collettivo degli studi professionali. Pubblicato sulla pagina Facebook di Confprofessioni .

  • Alessandra

    16/02/2024 - 22:04

    È stato firmato il contratto!!!!!!! Dalla pagina Facebook di confprofessioni

  • Kyren

    16/02/2024 - 21:46

    https://ntpluslavoro.ilsole24ore.com/art/firmato-contratto-studi-professionali-AFcx0dkC?refresh_ce=1?refresh_ce=1&uuid=firmato-contratto-studi-professionali-AFcx0dkC&ErrMsg=Utente+non+registrato Forse ce l hanno fatta??

  • Alessandra

    16/02/2024 - 21:39

    Buonasera, ho trovato questo articolo, non riesco a leggerlo completamente perché non ho l'abbonamento, ma è di oggi 16 febbraio e sembrerebbe sia confermata la firma del contratto!!!!! Attendiamo le conferme ufficiali. Grazie!!! https://ntplusfisco.ilsole24ore.com/art/firmato-contratto-studi-professionali-AFcx0dkC

  • Giovanna

    16/02/2024 - 21:37

    Ho letto su “NT+ Fisco” che il rinnovo del contratto è stato firmato il 15 febbraio sera. Confermate?

  • GIULIA

    16/02/2024 - 21:19

    Quindi aspettiamo altri 5 anni ? Oppure si può sapere qualcosa ... in bene o in male! Sembra surreale questo silenzio!

  • Walter

    16/02/2024 - 21:14

    Cara Patrizia, novità per quanto riguarda l'aggiornamento del Blog? Ho la sensazione niente sarà firmato nel breve termine ma sarà ancora sospeso per un bel po'. Dovremmo creare rappresentanza nel breve termine e con l'aggiornamento del Blog potrebbe essere possibile.

  • Patrizia

    16/02/2024 - 19:25

    Cara Rita ma no ! Stiamo aspettando notizie della giornata di oggi. Sto solo dicendo che è molto complicata. Ciao patrizia cgil

  • RITA

    16/02/2024 - 17:05

    Quindi la trattativa è saltata? Grazie Patrizia per tutto quello che fai.

  • Patrizia

    16/02/2024 - 16:28

    Cara Emanuela, ho spiegato perché la trattativa ha preso questa strada, purtroppo noi non abbiano strutture di rappresentanza sindacale perché non chiediamo rappresentanza, così diventa impossibile discutere al nostro interno, abbiamo solo il blog che non è un organismo di rappresentanza ma solo di informazione , nonostante ciò il sindacato porta avanti una trattativa difficilissima . Dovremmo imparare da questa esperienza che bisogna avere una forte rappresentanza sindacale dei lavoratori per poter discutere con una controparte che rincorriamo da 5 anni armati solo della pazienza e della costanza di pochi. Qui non si prende in giro nessuno, c'è solo tanta fatica e tanto tanto lavoro. Attenzione a dire "tutti" genericamente , ci sono responsabilità precise anche di noi lavoratori. Patrizia cgil

  • Patrizia

    16/02/2024 - 16:19

    Caro Federico, non mi è chiaro cosa intendi per prendere il toro per le corna bruciando per tempo le richieste di controparte, come secondo te? Secondo me c'è un'unica strada: l'organizzazione sindacale e dipende esclusivamente dalla volontà dei lavoratori a noi manca la forza contrattuale collettiva. dimmi la tua soluzione Patrizia cgil

  • Federico

    16/02/2024 - 14:44

    Buon pomeriggio, secondo me la faccenda rinnovo contrattuale in quanto tale, non è tanto da soppesare considerando la capacità contrattuale, sia essa individuale oppure collettiva. Secondo me il modus operandi che dovrebbe essere intrapreso è quello di "prendere il toro per le corna". Le capacità contrattuali sono inutili se rinnovi ogni lustro, quando va bene. E visto che ciò avviene con una precisione svizzera ogni volta, il sindacato dovrebbe muoversi di conseguenza, bruciando in partenza le offerte iniquamente anacronistiche proposte dalla controparte. Solo così, a mio vedere, si può pensare di tutelare davvero coloro che sono più "deboli" nella contrattazione. Altrimenti, rinnovo o non rinnovo, sempre economicamente deboli restano.

  • Emanuela

    16/02/2024 - 14:13

    Buonasera, ma possibile che non si sappia nulla della trattativa, nulla scaturisce, sono stati rinnovati i contratti di porci e cani e noi nulla. Dell'incontro del mese scorso niente, di questi 2 giorni di trattativa niente...quasi quasi salgo su un trattore anche io. E' indecente la situazione...la mia idea è che essendo noi le braccia e gli occhi di chi comanda, avvocati, commercialisti, revisori che poi ricoprono anche posti di rilievo politico no arriveremo mai a niente! Scusate lo sfogo ma dal 2018 ci prendono per i fondelli TUTTI

  • Patrizia

    16/02/2024 - 13:05

    Caro Alessandro , il superminimo è una soluzione individuale prevista e regolata dai contratti nazionali. E ' legata alla capacità contrattuale dei singoli lavoratori, altra cosa sono I tabellari contrattuali che non a caso si chiamano "minimi" . Il Contratto collettivo stabilisce un minimo per tutti i lavoratori di quella categoria , chi ha capacità contrattuale individuale e chi no .. che sono la gran parte. Il sindacato ha questo obiettivo fondamentale ed è davvero un mantra. Patrizia cgil

  • Alessandro C.

    16/02/2024 - 11:21

    Mi chiedo due cose. Certamente abbiamo un contratto anacronisto, in quanto avendo il 2° livello prendo come un cassiere. Sono laureato e ho fatto la pratica come Cdl ( credo di essere altamente qualificato ) e mi sono fatto riconoscere sia un superminimo che i buoni pasto, inoltre, avendo un fanciullo chiederò un altro aumento, altrimenti andrò da un altra parte, come del resto ho sempre fatto a prescindere che prenderò o meno l'abilitazione. Senza nessuna paura dovreste avere il coraggio di chiedere anche voi degli aumenti, senza aspettare a tutti i costi il rinnovo come un mantra.

  • Patrizia

    15/02/2024 - 21:45

    Caro Enrico, confermo l'incontro c'è stato , non sappiamo altro. Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/02/2024 - 18:48

    Caro Alex il tuo ragionamento non fa una grinza. Ottimisti della volontà sempre! Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/02/2024 - 18:43

    Caro Enrico, fino a questa mattina l'incontro era confermato, non sappiamo nulla penso dovremo aspettare domani alla fine dei due giorni previsti. Ciao patrizia cgil

  • Enrico Burchietti

    15/02/2024 - 17:18

    Buonasera, possiamo sapere se l'incontro di oggi è avvenuto e se ci sono novità? Grazie mille

  • Alex

    15/02/2024 - 14:10

    Provo ad essere fiducioso nella 2 giorni che spero sia in atto, forse la volontà di arrivare al rinnovo c'è, soprattutto dopo averla sbandierata ai quattro venti. Però mi chiedo: e se così non fosse e non venisse trovato un accordo perchè le parti sono ancora molto molto distanti? Azzardo un pronostico...il contratto prima o poi sarà comunque rinnovato ma nel frattempo saranno finiti i fondi per la decontribuzione del dipendente (ad oggi validi fino a fine 2024) che portano una manciata di spiccioli in più in busta paga e l'incremento ottenuto con il rinnovo altro non farà che andare a compensare la decontribuzione che abbiamo attualmente. In pratica, quindi, resteremo con lo stesso stipendio di oggi per i prossimi 8-9 anni, tempo presunto tra un rinnovo e il successivo visto che l'ultimo è datato 2015...nel frattempo i prezzi al consumo continueranno a crescere e noi saremo i nuovi poveri, cioè quelli che pur lavorando non riescono ad avere un tenore di vita dignitoso, credo di non sbagliare ipotizzando che la maggior parte delle persone che frequentano il blog attualmente abbiano uno stipendio tra i 1200 e i 1350 €. In conclusione credo che questi 2 giorni sono di fondamentale importanza per noi perchè se portassero ad un niente di fatto penso sia veramente giunto il momento di valutare altre situazioni lavorative, fate le vostre riflessioni. Spero in una felice conclusione per questa 2 giorni e si...anche un pò accontentandosi se necessario, perchè quello che abbiamo perso e stiamo continuando a perdere non ce lo ridarà mai nessuno, e cominciamo fin da subito ad organizzarsi per il rinnovo successivo

  • Patrizia

    14/02/2024 - 18:48

    Cari daniel, questo è un blog sindacale a cui tutti possono accedere, da notizie e informazioni , noi lo gestiamo da iscritte volontarie senza compensi. Lavoriamo sul blog da molti anni tutti i giorni , sappiamo che è importante per la nostra categoria. Questo è sindacato, si chiede la tessera sindacale per partecipare non per comprare un servizio. Sei libero di fare quello che vuoi , ovviamente, ma non ti pubblichiamo , il perché è ovvio da quello che ho scritto più sopra. Spiace tu non abbia capito che chi bisogna svegliare è confprofessioni non certo il sindacato , lo si fa a suon di tessere. Spiace anche che tu non abbia rispettato chi mette a disposizione il blog e chi lo gestisce Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/02/2024 - 16:35

    Caro Giuseppe, in 5 anni la nostra parte ha chiesto solo 1 rinvio perché la delegazione non era completa per un impedimento . La contrattazione è cosa serissima e difficile, al tavolo ci siamo sempre. Patrizia cgil

  • Simone W

    14/02/2024 - 13:21

    Allora domani è il gran giorno? O forse venerdì 16? ahahahah. Ce la faremo ad avere il prezioso aumento per andare a fare la spesa senza tirare la cinghia?

  • Giuseppe

    14/02/2024 - 12:10

    Da domani ci sarà da ridere... come al solito la trattativa andrà a finire in malora o magari neanche avrà luogo per un mal di pancia di un componente della delegazione di Confprofessioni. Spero che chi ci rappresenta al tavolo (se ci sarà) non si faccia scoraggiare.

  • MARIA CAPELLI

    13/02/2024 - 12:44

    Io ho scritto direttamente al Ministero del Lavoro per il rinnovo del contratto degli Studi professionali...risposta automatica di chiusura ticket per segnalazione ricevuta ovviamente...ho pensato che riempire di messaggi la loro casella di posta elettronica non sarebbe male..anche solo per fare azione di disturbo...

  • Patrizia

    09/02/2024 - 15:35

    Caro massimo, mi sento di darti ragione. Sulle pensioni si sono consumate tante campagne elettorali. Si sono fatte riforme a pezzi in un sistema, che avrebbe avuto bisogno di una seria riforma complessiva , eliminando le rendite di posizione e i privilegi vari facendo attenzione solo alla tenuta del sistema e della giustizia sociale. Le pensioni sono di tutti sopratutto di chi ci deve vivere . Il modo in cui viene trattata la previdenza pubblica è una responsabilità sopratutto della mia generazione che ha mancato di lungimiranza e generosità Se non ci saranno interventi che riportino giustizia nel welfare pubblico universalistico in generale , sanità, pensioni ,scuola vedremo nei prossimi anni dei drammi sociali. Abbiamo pubblicato un articolo sui fondi pensione contrattuali , leggilo con attenzione. Ciao patrizia cgil

  • Renato

    09/02/2024 - 15:24

    Ma qualche volontario, di Roma o dintorni, o del sindacato o qualche iscritto, che il 15 e 16 si piazzi sotto la sede di Confprofessioni dove si terrà l’incontro e non se ne va finché non firmano c’è invece di star qui tutti sempre a lamentarci, me compreso?

  • Patrizia

    09/02/2024 - 15:19

    Caro Maurizio, la cosa migliore che puoi fare è fissare un appuntamento in patronato inca cgil. Faranno tutto loro, controlli ed interlocuzione con inps e cassa professionale ed eventuale totalizzazione. Patrizia cgil

  • maury76

    09/02/2024 - 12:06

    grazie Stefania. immagino andranno persi e son onesti manco ci pensavo a poterli recuperare. casualmente ieri caduto l occhio su un articolo dove se ne parlava e così TACCCCC l idea di recuperare tre anni non sarebbe male per telare prima dall ufficio anche se lo sappiamo...avremo pensioni da minimo inps che danno praticamente a chi ha mai versato nulla ma amen... prossima vita seremo piu' furbi

  • Massimo

    09/02/2024 - 10:52

    Buongiorno......a proposito di pensioni.....due considerazioni realistiche.......al momento siamo con importi intorno al 40% dell'ultima retribuzione.......(più o meno 600 euro per il nostro ccnl)........e se non si raggiungono 42 anni di contributi (dicasi 42!) si va in pensione di vecchiaia a 71 (a 67 se si è maturato un assegno 1,5 volte la pensione sociale...)..........praticamente non sò se ci vuole più fortuna a trovare qualcuno che ci dà da lavorare a 70 anni o ad arrivarci in salute e sulle nostre gambe...........benvenuti nella nuova Italia.......una nazione fatta di ingiustizie sociali e irrispettosa nei confronti delle nuove generazioni (pensate a tutti i pensionati di oggi che con 30 anni di contributi prendono più dell'ultimo stipendio e senza rischio che gli venga tolto un euro)....

  • maury76

    09/02/2024 - 10:03

    grazie Patry. guarda ho scritto al my inps per chiedere se ne san qualcosa e provero' poi al collegio ragionieri. Son un umile rag. Fantozzi non dottore. ai tempi le prospettive erano diverse poi vabbè andata come e' andata 🙂 Se scopro qualcosa ti aggiorno che se si riesce a recuperare 3anni di pratica ai fini pensionistici schifo non farebbe... e sicuramente altri colleghi l avran fatto magari. buon week

  • Stefania

    09/02/2024 - 9:25

    Per Maurizio: e' capitato anche a me, ho fatto 2 anni da praticante da un consulente del lavoro ( lasciamo perdere che poi fossi effettivamente una dipendente lasciata da sola in studio a gestire i clienti in estate e loro in vacanza ), poi mi hanno assunto con quello che allora si chiamava contratto di formazione ( ero gia' piu' che formata, ma pur di risparmiare e sfruttarti... ) e lasciamo perdere che poi mi hanno licenziata quando avrebbero dovuto pagare i contributi interi e mi pagavano meno di quello che risultava in busta paga..., pero' non essendomi mai iscritta all'albo quei 2 anni mi hanno detto che non e' possibile riscattarli ( ho mandato una mail all' Enpacl ). Ai tempi avrei dovuto fare una vertenza sindacale ma quando sei giovane non ci pensi.... Ecco la risposta che mi ha dato Enpacl: Gent.ma Sig.ra..... spiace informarLa che la possibilità di riscattare nella scrivente Cassa il periodo svolto come praticante è riservata agli iscritti. Non è possibile farlo se non si è titolari di alcuna posizione assicurativa presso Enpacl. Distinti saluti. Direzione Previdenza Assistenza Non ho però ancora verificato con l'inps , ma secondo me non si può recuperare niente.

  • Patrizia

    08/02/2024 - 18:49

    Caro Maurizio, se hai fatto pratica professionale dovresti chiederlo alla cassa di provenienza dipende dal regolamento e poi provare a fare la totalizzazione all'INPS. Nel caso sia possibile immagino siano solo contributi figurativi non credo tu abbia versato contributi. Hai pensato al riscatto della laurea? E' molto costosa. Patrizia cgil

  • Patrizia

    08/02/2024 - 18:44

    Caro Davide, questi non si sa ma immagino ci siano scambi di testi. Patrizia cgil

  • Davide

    08/02/2024 - 16:21

    Premesso che credo poco che verrà chiusa la trattativa la prossima settimana, mi chiedo: in queste settimane di attesa, ci sono rapporti con la controparte oppure zero assoluto in attesa del doppio incontro della prossima settimana?

  • maury76

    08/02/2024 - 12:12

    ...mentre attendiamo il 15 e 16 Patry secondo te gli anni di praticantato presso uno studio si potrebbero riscattare ai fini pensionistici? sarebbero giusto gli anni che mi mancano per poter andare ad un eta' in cui posso deambulare da solo o senno' fino a 67 chi ci arriva...e soprattutto il mio datore avra' chiuso da tempo. lo scrivo qui che non so in che sezione andare... e magari puo' servire anche ad altri. grazie

  • Tania

    07/02/2024 - 16:33

    Confermo che anche a me sono arrivate le notifiche di lettura delle diverse mail inviate a Confprofessioni! Sicuramente avranno incaricato qualcuno di smaltirle.... Speriamo solo che riusciamo a concludere questo benedetto rinnovo a condizioni accettabili!

  • maury76

    06/02/2024 - 18:29

    Si confermo pure io. Mi sono arrivate notifiche di lettura mail da parte della controparte quando era il periodo di inviare volantino. Sarà Stella che si è messo a leggere le mail...:)

  • Gionny

    06/02/2024 - 15:17

    Incredibile!!!! In data odierna sono stati letti i miei messaggi, inviati alla ns. controparte (Confprofessioni) nei quali richiedevo notizie riguardo allo stallo riguardante il rinnovo del ns. amato CCNL.... Per la precisione ne avevo inviati 2 nelle seguenti date; il primo il 13.02.2021 ed il secondo il 13.12.2022. Ma di che si ragiona....

  • GINA

    05/02/2024 - 10:16

    io sono fiduciosa, credo invece che le date del 15 e 16 febbraio possano portare ad una chiusura della trattiva. Non le vedo così lontane, anzi! probabilmente dopo gli ultimi incontri hanno trovato la quadra piu' o meno su tutto. Trovo positivo anche il fatto che si incontrino per 2 gg consecutivi. Penso abbiano voglia tutti di chiudere. SPERIAMO!

  • Patrizia

    03/02/2024 - 16:10

    Caro Simone, l'abilità di sindacalisti esperti sta nell'individuare il punto giusto di mediazione possibile , in questo senso dicevo "buon contratto". Sindacalisti esperti li abbiamo . Ciao patrizia cgil

  • Simone W

    03/02/2024 - 11:27

    E' chiaro che un buon contratto non è possibile. Neppure vorremmo un pessimo contratto. E' una trattativa "durissima" , "che può saltare da un momento all'altro", in questo momento siamo ancora la parte debole per cui si cerchi un punto di incontro tra le due parti e si chiuda un contratto SUFFICIENTE.

  • Patrizia

    02/02/2024 - 18:32

    In realtà vorremmo portare a casa un buon contratto. Caro Daniel, capisco lo scoramento ma quando si affrontano trattative così difficili non c'è spazio per il pessimismo , c'è solo per il lavoro e la tenacia. Patrizia cgil

  • Andrea M.

    02/02/2024 - 16:46

    Dell' una tantum sinceramente non mi interessa granchè. Preferirei barattarla con l'aumento totale a partire da subito e non spalmato in 5 rate nei prossimi 3 anni come è successo in passato. Mi piacerebbe anche che aumentassero gli scatti di anzianità, unico vero riconoscimento della fedeltà dimostrata al datore di lavoro.

  • Massimo

    02/02/2024 - 16:44

    Buon pomeriggio a tutti. Sono contento ci sia palesemente voglia di chiudere la trattativa in un modo o nell'altro. Speriamo non dico di uscirne vincitori ma almeno portare il punto a casa. Riguardo il commento di Maury............ma io non capisco una cosa: c'è chi dice che siamo merce rara perchè nessuno vuole fare più il nostro lavoro e c'è chi dice che se chiudesse lo studio sarebbe a spasso.....qual'è la verità? Siamo spendibili nel mercato del lavoro o no? Perchè il nuovo blog non potrebbe essere in qualche modo anche un punto di incontro tra domanda ed offerta? ......Buon weekend a tutti

  • DANIEL

    02/02/2024 - 16:38

    Grazie Patrizia della notizia, però a me sa tanto di un' altro inutile e insensato rinvio buttato li perchè non sanno cosa dire, 100% non si accorderanno neanche al prossimo rinvio è una presa per i fondelli continua. Fanno prima a dire che non hanno intenzione di accordarsi almeno non ci si spera più e non illudono le persone, non se ne può piu. Buon lavoro a tutti

  • Renato

    02/02/2024 - 16:17

    Per rispondere a Federico, Luigi e altri, so che ora il secondo livello non è 1600 netti ma io trovo che chi è meno del secondo livello in questo contratto è veramente a livello quasi di sfruttamento, e che i 1600 specie se si fanno dichiarativi e bilanci dovrebbe essere la paga di partenza, che i 2100 lordi nel nostro contratto corrispondano ad un quadro e’ una cosa totalmente fuori dalla realtà e del mercato, a livelli veramente di contratti pirata, ed è per questo che ho scritto che chi prende meno di 1600 (o al massimo chi è del terzo o quarto livello) deve assolutamente prendere in considerazione uno dei tre punti che ho scritto sopra. Poi se una fa la segretaria e’ un altro discorso, magari prende 1400 e possiamo anche discutere, ma ripeto, se uno che fa bilanci, dichiarativi, consulenza prende meno di 1600 deve farsi molte domande. Poi va rafforzata la contrattazione decentrata/regionale, i 1400 o i 1600 non possono essere uguali a Milano e a Ragusa.

  • Simona

    02/02/2024 - 16:11

    Buonasera, vorrei parlare di due aspetti. 1) Chi dice che bisogna scappare dagli studi ha perfettamente ragione: ma per chi è addetta paghe, dove può andare per un futuro migliore? Accetto consigli 2) Per tutti quelli che dicono che è una bella notizia, tra 15 giorni si ricrederanno: se la chiusura era vicina la scorsa settimana e non si è concluso nulla, significa che siamo ancora in alto mare. Incontri tra 15 giorni, nulla di fatto, si andrà a marzo, poi tra Pasqua e altre festività si arriverà a metà maggio e così via... E' un loop continuo da anni, una presa per i fondelli mai vista prima

  • Patrizia

    02/02/2024 - 16:04

    Cara franca... fare una trattativa per un contratto nazionale non è cosa semplice, non è cosa scontata, ne automatica. Per fortuna c'è un tavolo e ci sono delle date. Patrizia cgil

  • Patrizia

    02/02/2024 - 16:01

    Caro Federico, l'una tantum per la carenza contrattuale e una cifra forfettaria ed è soggetta a trattativa , quindi difficile. Patrizia cgil

  • Federico

    02/02/2024 - 15:55

    Tornando al discorso del trattamento economico, secondo l'esempio che avete portato, per far si che un terzo livello possa avere una retribuzione mensile netta di 1600 euro dovrebbe - calcolatrice alla mano - avere una retribuzione lorda mensile di circa 2100 euro. Cioè quanto un quadro, secondo l'attuale ccnl. Trovo molto difficile, anche con tutta la buona volontà delle sigle partecipanti, che si riesca ad ottenere tanto. Interessante invece sarebbe sapere come avverrà la compensazione di questi sei anni "allo scoperto" del contratto. D'accordo gli aumenti che ci saranno da qui in poi, ma per gli anni passati cosa si otterrà? Una tantum? Quantificata in quanto?

  • Franca

    02/02/2024 - 15:47

    non è per essere pessimisti, in questi giorni è un anno che hanno ricominciato a parlare del rinnovo....siamo già al 2 febbraio 2024 ....gli incontri saranno il 15 e il 16 febbraio, non potevano fissare date più vicine? e così passerà anche febbraio senza nulla di fatto ....

  • Patrizia

    02/02/2024 - 15:21

    Beh a me piace dare buone notizie, quelle brutte non so come darle, buona domenica e speriamo bene patrizia cgil

  • maury76

    02/02/2024 - 14:40

    ma grazieeeeeeeeeeeeeeee Patry ci hai fatto il regalo di s. valentino ed inizio quaresima a tutti.

  • alessandra

    02/02/2024 - 14:10

    Per lo meno si incontrano di nuovo!!! Bene

  • Marco

    02/02/2024 - 13:58

    Buongiorno, già che la trattativa prosegua è una bella notizia. Ora lavorare per uscire il 16 con una bozza e vedersi dopo poco a firmare. Che magari non sarà la rivoluzione, non sarà il meglio possibile, non sarà il contratto che passa alla storia, ma ci serve qualcosa. Grandi, grazie!

  • Patrizia

    02/02/2024 - 13:36

    PER TUTTI attenzione fissate le nuove date 15 e 16 febbraio. Quella intervista al sole 24 ore di Stella è vecchia e già commentata come "tattica" non c'è nulla in discesa, era dura ed è dura. ciao patrizia cgil

  • maury76

    02/02/2024 - 13:08

    Renato... ma secondo te veramente pensi che i datori di lavoro e categoria che sono si fan problemi sul contratto scaduto, inflazione ed adeguamenti al caro vita? ma gli e' mai interessato. Sanno che ci siamo e ci saremo... stop. il resto... meno possono tirare fuori meglio e'. Il nostro lavoro nei piu' dei casi si potrebbe fare a casa per chi e' lontano dallo studio ma cio' non succede per timore si perda tempo. i famosi ticket....mangiamo pure noi ma dubito siano stati contemplati nel rinnovo. gli scatti d anzianita'... triennali x 8anni. e poi? invece di premiare....l indifferenza. I livelli... entri 4°/4°s e ci muori... quindi crescita zero in uno studio mentre nelle ditte vieni premiato. Si un settore che avra' sempre meno utilizzo visto che il commercialista viene facilmente sostituito da strutture piu' grandi ed economiche. Resta che per ora noi "vecchi" ci siamo dentro e dobbiamo sopravvivere almeno fino alla pensione se non ci ritroviamo x strada prima con la chiusura dello studio. ed a 60anni chi ti piglia senza sgravi? futuro nero x tutti... con il senno del poi l andare in ditta o pubblico era meglio ma la vita e' pur fatta di errori 🙂

  • Silvia B

    02/02/2024 - 11:51

    Altra osservazione interessante: attualmente la retribuzione di un 4 livello del nostro beneamato ccnl non arriva più nemmeno al minimale inps. Vi rendete conto?? Quindi, come se non bastasse, ora ogni mese un dipendente a questo livello si ritrova a pagare le ritenute inps su un importo più alto della propria retribuzione lorda.

  • matte

    02/02/2024 - 11:12

    Estratto dal sito pmi.it del 01/02/2024: "Anticipazioni sul rinnovo del CCNL dei dipendenti di studi professionali: aumenti economici, indennità di vacanza e nuove causal per rinnovi a termine. È in dirittura d’arrivo il rinnovo del Contratto Collettivo (CCNL) dei dipendenti presso Studi Professionali scaduto nel dicembre 2018. Un traguardo che segue circa cinque anni di trattative e che prevede diverse novità, non solo dal punto di vista economico. Le anticipazioni riguardano le risultanze degli incontri di gennaio 2024, durante i quali sembra essere stato raggiunto “un punto di equilibrio” per quanto riguarda gli aspetti normativa del CCNL. Il nuovo contratto terrà conto degli aumenti dell’inflazione e delle richieste dei sindacati, tuttavia sono ancora in fase di definizione le causali dei contratti a termine e il ruolo svolto dalla bilateralità estesa anche ai professionisti. Un altro nodo da sciogliere riguarda l’indennità di vacanza contrattuale. Ad anticipare l’imminente rinnovo del contratto dei professionisti impiegati presso studi, che coinvolge una platea di circa un milione di dipendenti, è stato il presidente di Confprofessioni Gaetano Stella, in un’intervista al Sole24Ore." sembra che qualcosa si stia muovendo....

  • Luigi

    02/02/2024 - 10:10

    Scusa RENATO ma neanche al secondo livello si prendono 1600 € netti al mese, figuriamoci dal terzo in giù Se ci fosse la possiblità, dovremmo scappare tutti e far fare il lavoro ai datori. Purtroppo, in Italia, per chi ha già 37 anni di lavoro alle spelle (sempre studi professionali) non ci sono alternative.

  • Anna

    02/02/2024 - 10:01

    Salve vi indico questo articolo che ho trovato: https://www.pmi.it/professioni/lavoro-e-carriera/433123/studi-professionali-contratto-dipendenti-verso-il-rinnovo.html

  • Emma

    02/02/2024 - 10:00

    Solo per farvi capire quanto siamo messi male... stamattina, la mia collega che si occupa di buste paga, mi ha comunicato che per i metalmeccanici, il cui contratto è scaduto il 31/12/22, è stato approvato l'afac, cioè un acconto sui futuri aumenti contrattuali. Questo significa che in attesa del rinnovo del ccnl, avranno intanto un aumento in busta paga di 96€ al 3° livello, in due tranche, la prima ora e la seconda ad aprile. E' veramente frustrante... riusciremo mai ad ottenere qualcosa anche noi? Possibile che i nostri datori di lavoro abbiano così poca considerazione di noi da non concederci un aumento che ci spetta dal 2018? Chi dice che dobbiamo cambiare lavoro, ha pienamente ragione. Il mio studio chiuderebbe i battenti se io me ne andassi, ma sono straconvinta che il mio titolare non mi offirebbe un centesimo in più per farmi restare.

  • Renato

    01/02/2024 - 22:33

    Buonasera, riallacciandomi agli ultimi commenti, bisogna essere chiari, chi è meno di un secondo livello e prende meno di 1600 euro al mese e fa questo lavoro deve porsi almeno una di queste tre domande: 1) cosa ne sta facendo della propria vita 2) perché non ha ancora cambiato lavoro 3) perché non è ancora andato sotto la sede di Confprofessioni a protestare. La difficoltà del settore è palese, i datori di lavoro fanno fatica a trovare nuovo personale perché letteralmente nessuno vuole più fare questo lavoro, addirittura i giovani fanno fatica a stare in un ufficio normale, figuriamoci nei nostri, vedo veramente un futuro grigio tendente al nero per questo settore. Si trovano ora a dover fare questo rinnovo, per loro oneroso perché sono passati tanti anni e devono tener conto di questa scure dell'inflazione che si è abbattuta sulle trattative di rinnovo e non sanno più come andare avanti, non sono abituati a retribuire adeguatamente il personale e non riescono ad uscirne, da un lato devono tirar fuori tanti soldi perché è il contratto è scaduto da tanto e il costo del denaro è schizzato alle stelle, dall'altro se non rinnovano sanno che la situazione già tragica di un settore in cui nessuno letteralmente vuole lavorare peggiorerà ulteriormente, secondo me da qui nasce tutto.

  • Patrizia

    01/02/2024 - 21:49

    caro daniel, hai ragione sulla classificazione , è sul tavolo pure questa , i profili professionali sono mal descritti, alcuni non esistono più e poi abbiamo il problema del passaggio di categoria proprio per un mansionario vago . Non è facile individuare tutti i profili correttamente in una categoria in perenne evoluzione e dove quasi sempre si sommano varie mansioni in una persona sola ,dalle mansione più basse alle più alte, per non parlare del comparto sanitario .. assistenti di studio medico e odontoiatrico, tutto questo è sul tavolo della trattativa .. tanto per aumentare le difficoltà. già enormi che abbiamo. Per risponderti sul sindacato : vedi la forza del sindacato è nella massa , io sono iscritta da 40 anni alla cgil , ho sempre fatto attività sindacale mai avuto dubbi sulla sua utilità, per me non ho mai ottenuto nulla ma non è questa la cosa che conta , tu sei iscritto e pensi che non serva perchè per te non cambia, ma non è l'adesione individuale che serve ma l'adesione di molti, la possibilità di avere organismi di rappresentanza, quello conta davvero . Quindi io, te e 1000 altri , prova a cambiare la prospettiva, iscriversi significa organizzarsi tutti insieme e pesare. Tieni conto che il gruppo blog è aperto quindi chi vuole, quindi anche tu o Massimo a altri possono entrare e collaborare con noi, è una sorta di gruppo nazionale non di rappresentanza ma circa! Spero di esserti stata d'aiuto. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    01/02/2024 - 21:34

    Cara Luciana, i tempi di una trattativa sono imprevedibili, tanto più questa che è complicatissima. Noi vorremmo firmare il più presto possibile ... anche ieri ma dipende da come si comporta controparte. Speriamo bene patrizia cgil

  • Patrizia

    01/02/2024 - 21:31

    Caro Massimo , rispondo tramite te a tutti. Nelle categorie organizzate: metalmeccanici, commercio, chimici, dipendenti pubblici , bancari ecc. succede esattamente quello che tu hai descritto. Nei luoghi di lavoro vengono eletti i delegati nelle RSA o RSU se unitari per poi formare organismi regionali e nazionali, quando è il momento della presentazione della piattaforma vengono convocate le varie assemblee dei delegati e viene votata prima della presentazione , così' quando si arriva all'ipotesi di accordo, questa viene votata dalle assemblee dei lavoratori iscritti o no . Si chiama rappresentanza , è la forma più alta di democrazia .. quando funziona. per esempio noi non la facciamo funzionare Da noi tutto ciò non c'è , abbiamo solo il blog il quale non è un organismo di rappresentanza e quindi è impossibile esercitare un voto che rappresenti la categoria , te lo dico per esperienza .. è impossibile siamo 1 milione. Quindi la trattativa si svolge in questo modo non abituale per il sindacato. Sappiamo che è arrivato il momento della rappresentanza seria , ce lo chiedete ed è indispensabile ormai. Il blog può essere uno strumento più efficace per ottenere questo risultato . Il lavoro sul blog è ormai a buon punto ma manca la parte Filcams impegnata al tavolo di trattativa , dobbiamo avere un pò di pazienza. In sostanza dobbiamo creare le condizioni perchè i dipendenti degli studi professionali decidano del proprio contratto di lavoro. E' arrivato il tempo, è il futuro ma bisogna che tutti noi ci impegniamo per questo e ti assicuro che il sindacato non aspetta altro .. fa molta fatica a trattare senza di noi, lo stipendio dei funzionari non centra proprio nulla guarda .. patrizia cgil

  • Filippo

    01/02/2024 - 19:14

    Buongiorno a tutti, volevo rispondere a Federico ma anche ad altri che si pongono la domanda “che retribuzione posso avere con le stesse mie qualifiche in altri contratti?”. Ho cercato pure io di scappare dal Ccnl Studi Professionali partecipando alla fine dello scorso anno ad una selezione per impiegati tecnici in una grossa utility della mia zona (distribuzione acqua pubblica, gestione fognature pubbliche oltre che raccolta spazzatura). Premetto che lavoro in studio tecnico di progettazione di impianti (sono inquadrato al 2° livello dell’area tecnica) e mi ero proposto per la stessa mansione: direzione lavori, computazione lavori in fase di progettazione e contabilità lavori in fase di esecuzione e responsabile grafica CAD, oltre a tutte le capacità che si raggiungono dopo anni con oneri e onori: amministratore di Sistema, addetto Primo Soccorso, addetto antincendio. A conti fatti la mia busta paga ha un minimo di 1.644,37 euro + 5 scatti di anzianità pari a 115,00 euro per un lordo di 1.759,37 euro. Da sommare un premio produttività di 150,00 euro avuto nel gennaio 2007 (per un allineamento contrattuale perso per poco…) per un netto mensile di 1.500-1550 euro. Nel colloquio della selezione, per le mie qualifiche, mi avrebbero assegnato ad un 6° livello del Ccnl Acqua-Gas. Il lordo di quel livello è di 2.480,95 euro con decorrenza 01/10/2023 e diventerebbe dal 01/09/2024 di 2.578,39 euro. Ipotizzate Voi in netto… siamo lontani? Anni luce penso. Con una semplice proporzione mi risulta un netto di poco più 2.000 euro. L’esito finale, per la cronaca, è stato negativo perché come “scusante”, e sembra che gli dispiacesse veramente, hanno sgravi fiscali ad assumere disoccupati o under 30.

  • Fabio

    01/02/2024 - 19:00

    Dico anche io la mia. Ho lavorato 12 anni in uno studio commercialista, facendo di tutto, dalla A alla Z (bilanci, dichiarazioni, consulenze, tutto). Ero inquadrato al 4 livello, prendevo grossomodo 1200 euro al mese. Dopo la nascita di mio figlio, ed avendo deciso mia moglie di smettere di lavorare, non arrivavamo a fine mese. Ne ho parlato col mio datore di lavoro, che non ha voluto venirmi incontro. Risultato? Ho iniziato a partecipare a concorsi pubblici e ora da 2 anni sono dipendente pubblico a tempo indeterminato a due passi da casa. Lavoro 36 ore la settimana, ogni quarto d'ora di straordinario mi viene retribuito o posso recuperarlo. Lo stipendio mensile è di circa 1600 euro di base, a cui si aggiungono sui 140 euro mensili di buoni pasto più tutti gli extra previsti da contratto (rimborso missioni, ovviamente con mezzi aziendali, varie indennità ecc). La vita è cambiata drasticamente, sia a livello economico sia di qualità della vita, e soprattutto non ho tutte le responsabilità e incombenze che avevo in studio. Fatto divertente? Il mio titolare è riuscito a sostituirmi solo dopo mesi, e la persona che ha trovato si è rivelato un disastro. Non trovando nessun'altro, ha ceduto un pacchetto di clienti ad un altro commercialista, e ora ha più o meno un terzo dei clienti di prima.

  • Federico

    01/02/2024 - 18:09

    Io credo Walter, che considerando esclusivamente la paga base come da contratto - quindi escludendo superminimi e altre aggiunte varie - per arrivare a 1600 euro netti per un impiegato di 3 livello non credo basteranno nemmeno 3 rinnovi di contratto. Correggetemi se sbaglio

  • Massimo

    01/02/2024 - 17:41

    Buon pomeriggio a tutti...........in questi momenti di rabbia trovo la possibilità di sfogarmi in questo blog che spero diventi sempre più grande e strutturato..............il mio pensiero in questo momento di rabbia per il silenzio di questi giorni è il seguente: il sindacato rappresenta i lavoratori, sia quelli iscritti che quelli che non pagano il contributo annuale......il sindacato fa i nostri interessi....e fin qui sono dati di fatto......ma la domanda è: i rappresentanti sindacali (che badate bene sono stipendiati e non attivisti come ad esempio Patrizia) ci hanno chiesto se per noi va bene 140 o 80 oppure 200? ci hanno mai chiesto se la maggioranza di noi è d'accordo nell'accettare o meno una proposta economica di 140? ci hanno mai chiesto? Dove voglio arrivare.....se in futuro potessimo sfruttare internet per comunicare e votare le scelte che ci riguardano in maniera tale da far si che ci rappresenta non abbia a porte chiuse la possibilità di decidere per noi sarebbe bello.....sarebbe davvero rappresentativo.....sarebbe il futuro

  • Luciana

    01/02/2024 - 17:23

    Buonasera, vorrei solo porre una domanda: secondo il parere di chi sa come funzionano questi contratti, è plausibile che si arrivi ad un accordo entro breve tempo (intendo qualche mese) o dovremo aspettare ancora qualche anno?

  • GINA

    01/02/2024 - 15:48

    Mi associo a Walter, lo stipendio netto mensile per un terzo livello dovrebbe essere di almeno euro 1.600,00. Lo stipendio base dovrebbe permetere a tutti i lavoratori di vivere in mdo dignitoso.

  • Walter

    01/02/2024 - 14:47

    Per quanto mi riguarda alla domanda di Federico risponderei con un netto di 1600 euro minimo per un impiegato di livello 3.

  • maury76

    01/02/2024 - 12:57

    si Luigi, arrivato stipendio di gennaio e rispetto anno scorso 40euro in piu'... lo sgravio inps ha i suoi effetti. sulle aliquote irpef invece boh... non mi sembra sto gran guadagno per noi con il reddito basso. poi controllo bene. Resta che sta frase EH AVETE AVUTO L AUMENTO ma grazie allo stato.... fa innervosire. STELLA ma spiegarlo ai tuoi colleghi che un conto e' la paga da cnl scaduto quasi 6anni fa ed un conto lo sgravio dello stato. Inutile dirlo che se lo riceviamo....sto gran bel stipendio non l abbiamo 🙂

  • DANIEL

    01/02/2024 - 10:21

    Buongiorno a tutti i colleghi del blog , vorrei condividere con voi il mio pensiero: sono impiegato in un piccolo studio (5 dipendenti) e assunto al livello 4S studi professionali , regolarmente iscritto al sindacato di categoria che ha valutato congro il mio livello ( come tutti voi mi occupo di tutto dalle registrazione contabili ed elaborazione cedolini, invio f24 fino alle dichiarazione varie e bilanci con consulenze annesse) ecco io penso che su questo bisognerebbe maggiormente ragionare, il nostro contratto collettivo su questo pare sia molto vago un 4s va dalle mansioni di segreteria fino alle dichiarazione dei reddito e non credo sia corretto, bisognerebbe ridistribuire correttamente anche i livelli contrattuali perchè non si può valutare congruo un livello così basso per questa vastità di mansioni, e poi chissà perchè quando in uno studio è presente un consulente del lavoro od un'avvocato che si occupa del lavoro il sindacato si fa piccolo piccolo e dice che nulla può che è tutto corretto così e devi ritenerti pure fortunato ad essere assunto come se ti fanno un favore perchè nessuno controlla le "false partite iva" dove in realtà sei solo un dipendente non assunto ma con p.iva senza alcun diritto ed essere mandato via in qualsiasi momento. Mi dispiace dirlo ma nulla funziona negli studi non esistono controlli neanche sui tirocinanti.... Capisco che il sindacato dasolo non può nulla ma allora io mi chiedo a cosa serve ormai? che funziona ha? è diventato obsoleto nella nostra categoria questa è la verità non serve più a nulla e quello che stiamo vedendo lo conferma è inutile negarlo. Scusate per lo sfogo

  • Giuseppe

    31/01/2024 - 18:54

    Gaetano Stella vuole tenere un piede in 2 scarpe: non vuole perdere la faccia né farla perdere a conprofessioni (dicendo che la sua organizzazione non vede l'ora di rinnovare il contratto) e pertanto gira a fare interviste e dichiarazioni a mezzo stampa, dopodiché scompare e mostra poco reale interesse a rinnovarlo veramente questo contratto (tanto sono pochi coloro che conoscono la nostra situazione economica/normativa nel ccnl e dopo le sue dichiarazioni nessuno va più a informarsi su come stanno le cose cioè che non è cambiato niente e in ogni caso Conprofessioni non perde la faccia davanti alla stampa e tv intere). È così via... sempre la stessa strategia. Finché non cambiano i vertici non cambia nulla...

  • Massimo

    31/01/2024 - 16:20

    Buon pomeriggio a tutti....mi riferisco all'esperienza dell'ex collega Aldo....a titolo di pura e semplice curiosità vorrei sapere in che ambito hai trovato il nuovo lavoro (di cosa ti occupi nello specifico) e se a livello retributivo hai avuto migliorie....ovviamente solo se ti va di rendere pubblica la tua esperienza nei dettagli.....grazie, saluti

  • Luigi

    31/01/2024 - 16:02

    Ho ricevuto lo stipendio di gennaio 2024. ................ FATE PRESTO

  • Federico

    31/01/2024 - 15:18

    Buon pomeriggio a tutti, non ho mai scritto sul blog ma lo consulto sporadicamente con interesse. D'accordo con tutti voi che il contratto di lavoro va rinnovato con urgenza, specie in merito agli aumenti inflazionari degli ultimi anni. La domanda che però vorrei porvi - e chiedo venia se in tempi passati avete già trattato l'argomento - è la seguente: secondo voi quanto dovrebbe essere uno stipendio netto congruo per la nostra categoria? Francamente io non saprei definirlo: ci basiamo sui minimi indicati nel contratto rapportati ai livelli di inquadramento, ben sapendo che nelle nostre tasche finiscono ben meno di quelle cifre. Allora secondo voi, quanto dovremmo guadagnare nettamente a fine mese? 1300-1400-1500 .....? Parliamo di numeri, veri. Confrontiamoci su questo: anzianità, tipologia di mansione, ecc.... Grazie in anticipo

  • maury76

    31/01/2024 - 15:16

    Stella a mio avviso ha semplicemente salvato la faccia visto che predicano sul loro sito di incentivare ed alzare gli stipendi ai dipendenti dimenticandosi dei loro. Poi dopo aver detto di considerare l adeguamento inflazione gli avranno tirato le orecchie dicendogli che li mette lui i soldi. sappiamo tutti che la categoria oltre al dovuto (parlo studi piccoli) non sganciano un euro e siamo rimasti ai tempi della schiavitu' dove deve trottare come un criceto x otto ore senza distrazioni, mai un incentivo ed usati al massimo

  • Patrizia

    31/01/2024 - 15:04

    Caro Giulio, infatti Stella era meglio se stava zitto. Non ci sono misteri , la riservatezza è d'obbligo in questo momento per cercare un punto di mediazione , speriamo di concludere ma è meglio essere molto prudenti. Ciao patrizia cgil

  • GIULIO

    31/01/2024 - 12:56

    Buongiorno, la cosa che lascia un pò tutti sconcertati è la differenza tra il primo incontro, dove il Presidente Gaetano Stella rilascia un'intervista dicendosi ottimista sulla conclusione dell'accordo dopo l'incontro successivo del 24/01/23, e il secondo incontro dove tutto è diventato taciturno, nessuna dichiarazione, silenzio assoluto. Sinceramente non vedo il perchè di tutto questo mistero, se non si è giunti ad un'accordo non vedo quale sia il motivo di non fare ulteriori dichiarazioni magari dicendo che sulla parte economica ci sono ancora degli aspetti da limare che confidiamo di farlo il prima possibile!!! Tanto alla fine non è un mistero che non c'è stata la fumata bianca come si vuol dire........e perchè tutto questo silenzio e mistero??? Spero sia un silenzio che porti a qualcosa di buono

  • Aldo

    31/01/2024 - 11:08

    Buongiorno a tutti. Parlo da ex dipendente di uno studio professionale ma che segue la causa perchè ho altri amici rimasti "intrappolati" in questo lavoro. Io fortutamente ho cercato altro e sono scappato via. Ve lo dico subito senza mezzi termini: si può cambiare. Non createvi problemi come "devo pagare il mutuo, le bollette, etc". Io ho mutuo, bollette, figlio e ho fatto di tutto per cambiare. Vi rivelerò un segreto, se ancora non l'avete capito: fuori dagli studi professionali ci sono lavori molto ma molto meglio retribuiti e con condizioni di vita più favorevoli. E vi dico che, al giorno d'oggi, scarseggiano impiegati con le nostre compentenze ed esperienze acquisite...e sapete perchè? I ragazzi di oggi questo lavoro da scrivania non lo vogliano fare. Men che meno in uno studio professionale. Fatevi anche solo un giro sui social e leggerete di ragazzi che preferiscono andare all'estero o fare altro (o anche NULLA) piuttosto che essere pagati 1200€ netti al mese. Siamo noi i fessi (mi ci metto pure io anche se ne sono uscito) che non lo capiamo. Dove voglio arrivare? Io mi sono imputato per avere un aumento (sacrosanto!), visto che dalla contrattazione collettiva non arriva nulla. A seguito del diniego e del "prendere tempo" da parte del mio ex datore di lavoro ho cercato altro e tempo 5 mesi ho trovato il mio nuovo attuale lavoro. Ad oggi (lo so da clienti dello studio del mio ex datore) non ha trovato un sostituto. Ma guarda un po'!!! Ora è costretto a starsi incollato alla poltrona e a LAVORARE visto che non c'è un altro che lavora al posto suo. Son soddisfazioni!!! Quindi a tutti voi non voglio fare la morale o dispensare consigli e giudizi, ma vi dico che SI PUO' CAMBIARE. O prendete atto di quanto becero e squallido sia questo ccnl e vi armate di coraggio per cambiare lavoro OPPURE (e ve lo auguro) vi organizzate seriamente, fermate per una settimana l'attività degli studi professionali e scendete in piazza. Volete vedere che se vi fermate anche solo una settimana, la controparte correrà al tavolo della trattativa??? Pensateci...

  • Patrizia

    30/01/2024 - 21:40

    Caro Maurizio, non c'è nulla di semplice ne nella parte normativa ne in quella economica. Nella parte normativa si nascondono tante fregature, diciamo un percorso pieno di trappoloni. Per quello che sappiamo La trattativa continua , . Non ci sono date fissate contatti ,non c'è rottura , speriamo di andare a dama! Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/01/2024 - 21:34

    Cara grace, meglio, forte e chiaro! L'incazzatura è comprensibile. Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/01/2024 - 21:32

    Caro Giovanni, nessuna presa in giro credimi. , trattare con i professionisti non è cosa da poco , sopratutto senza la pressione di una categoria organizzata. Capisco lo scoramento che ti assicuro alle volte prende anche noi! Forza patrizia cgil

  • Giovanni

    30/01/2024 - 20:25

    Una settimana fa c’era la fatidica data e dopo 7 giorni non si hanno ancora notizie. Sul web non ci sono neanche più articoli che parlano del rinnovo di contratto. È solamente una delle infinite prese per i fondelli per i poveri lavoratori degli Studi. Piccola, inutile ma allo stesso tempo doverosa, considerazione.

  • Grace

    30/01/2024 - 17:09

    Buon pomeriggio a tutti cari Colleghi e Colleghe, Buon pomeriggio Patrizia e scusa per quello che ho scritto, ma sono molto arrabbiata e l'ho fatto di getto. Cari tutti, mi chiedo perchè siamo ancora qui belli tranquilli e mandiamo tutto giù, non protestiamo, non ci ribelliamo, aspettando cosa? Ma siamo sicuri di essere ancora vivi? Noi siamo sacrificabili, salvo poi fare i prepotenti con i deboli e i deboli con i forti. Ribellarsi è giusto Ribellarsi è un dovere. Ribellarsi è un diritto. Però non lo facciamo e aspettiamo che "qualcuno" lo faccia per noi. Seduti alle nostre scrivanie, aspettiamo qualcosa che non arriverà mai. Non dobbiamo tentennare, non dobbiamo temere, non dobbiamo avere paura perchè tutti insieme siamo la forza. Uniti possiamo sconfiggere i mostri... di casa nostra! E allora mettiamo "giù" la penna e scendiamo in piazza. Ora! Grace

  • maury76

    30/01/2024 - 16:00

    ...quindi Patry non e' che la trattativa prosegue come ci avevi scritto il 24 e seguire. E' proprio inchiodata se non hai novita' da darci. L accordo sulla parte normativa e' facile: solite cose per riempire le pagine ma poche novita' su aumento ferie, riduzioni orario, ticket, passaggi di livello, scatti di livello, premi anzianita' mai considerate. E sul DANE'... scappan tutti eh eh eh. attendiamo gli eventi... mi auspico che se non c'è stata fumata bianca l offerta della controparte era palesemente ridicola od il sindacato avrebbe firmato. altro che adeguamento all inflazione anni scorsi 🙂 solo belle parole in TV

  • Patrizia

    30/01/2024 - 15:13

    Cara grace, non possiamo pubblicare ll tuo commento questo è un blog sindacale non possiamo pubblicare contenuti diffamatori. Puoi esprimere gli stessi concetti senza accuse pesanti e diffamatorie , riscrivilo Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    30/01/2024 - 15:09

    Cara Alessandra, non è inutile, solo mi spiace rispondervi che non ci sono novità.. vorrei dire cose diverse sob patrizia cgil

  • alessandra

    30/01/2024 - 13:19

    Buongiorno Patrizia, buongiorno a tutti. Mi sembra di capire che porre domande sulle trattative sia completamente inutile. Bisogna aspettare gli eventi e l'ufficialità. Prendiamone atto. Grazie comunque per tutto quello che fate!

  • Patrizia

    29/01/2024 - 19:17

    Caro Marco, si più o meno e così ma solo molto più formali e per nulla amichevoli. Diremo al nazionale di aggiornare il sito. Grazie patrizia cgil

  • Marco

    29/01/2024 - 18:47

    In sostanza si sono lasciati con un “eh possiamo ragionarci, vediamo cosa si può fare”, poi ciascuno ha magari corretto il tiro su determinate clausole e in questi giorni si stanno sentendo via mail o telefono per dire “guardate, così può andare?” Con la speranza di arrivare a una bozza per poi vedersi e firmare. Io mi sono fatto questa idea, assomiglia un po’ alla realtà? Grazie mille perché senza di voi non sapremmo NULLA. Grazie davvero e dite ai vostri “superiori” di aggiornare il sito Filcams. Buona serata

  • Patrizia

    29/01/2024 - 16:25

    Caro Alessio, sappiamo che continuano i contatti, non ci sono date ufficiali ma si continua a lavorare per un'intesa. So che è difficile da spiegare e da capire ma è così. Patrizia cgil

  • Alessio

    29/01/2024 - 15:53

    Ciao Patrizia, ma per capire meglio cosa intendi esattamente per "la trattativa continua"? Che dal secondo incontro i vari rappresentanti continuano a fare riunioni o che dopo il secondo incontro non si sono più visti e sono in attesa di fissarne di nuovi? A mio avviso c'è un enorme differenza tra le due casistiche...

  • Patrizia

    29/01/2024 - 15:17

    Cara silvia ne sai poco molto poco per tua stessa ammissione e allora è meglio tacere. Il sindacato è una associazione non un ente statale , la rappresentanza si misura solo con l'adesione Se non ci sono adesioni si fa fatica a rappresentare. Guarda sul vocabolario il significato della parola "rappresentanza" e magari dai anche un occhio alla Costituzione. La rappresentanza non si compra. E questo è quanto patrizia cgil

  • Patrizia

    29/01/2024 - 15:11

    Cara Annamaria, davvero? Ma pensa un po' . Patrizia cgil

  • Anna Maria Giusti

    29/01/2024 - 14:23

    Non è in corso alcuna trattativa Ciao

  • Silvia B

    29/01/2024 - 13:42

    per quanto ne so, i sindacati ricevono comunque finanziamenti dallo stato, enti ecc. Quindi trovo assurdo e vergognoso che non rappresenti in modo decente i lavoratori del settore, a prescindere dal numero degli iscritti. Questo è il punto

  • Patrizia

    29/01/2024 - 12:58

    A me spiace il tuo linguaggio Luca, ti pregherei di usare un modo di comunicare più rispettoso del blog è di chi lo gestisce, altrimenti non ti pubblicheremo. Le regole del blog sono chiare ed esposte sulla home page. Si possono esporre le proprie opinioni senza usare parole pesanti e inappropriate, le opinioni non hanno bisogno di parolacce. Ho spiegato nella vari post del perché le trattative del nostro contratto si svolgono in un modo che non piace a nessuno, sindacato in primis. Non c'è nessuna presa in giro ma c'è una necessità. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/01/2024 - 12:51

    Cari tutti , aspettiamo anche noi! i è un problema oltre che un dispiacere dirvi che sappiamo quello che sapevamo venerdì. E' complicato spiegare che la riservatezza in questo momento è una necessità, ma è così. Cara Vincenza capisco il tuo pensiero ma oggi non abbiamo una categoria organizzata con cui discutere lo stato della trattativa e le iniziative, abbiamo solo il blog che è un canale di comunicazione sindacale e niente più. Speriamo tutti che questa esigenza di essere informati e coinvolti si traduca in partecipazione sindacale, ne abbiamo bisogno. Grazie a tutti patrizia cgil

  • Alessandra carcano

    29/01/2024 - 12:21

    Buongiorno. Si hanno notizie almeno sulla data del prossimo incontro? Sta bene che le trattative stanno continuando ma sapere se, quanto meno, è stata fissata una nuova data ci darebbe almeno un'idea delle tempistiche. Ricordo che ad aprile 2023 c'era stato un rinvio a giugno, poi posticipato a luglio e solo a settembre è stata comunicata l'interruzione delle trattative, riprese questo mese ... praticamente un'ulteriore intero anno perso.

  • Vincenza

    29/01/2024 - 10:32

    Buongiorno Patrizia. Ti ringrazio per aver comunque scritto qualcosa. Continuo però a non capire, visto che Tu scrivi che il blog è il sindacato mi chiedo? Allora perchè non venite aggiornate sugli sviluppi. Ripeto, come facciamo ad incentivare le iscrizioni al sindacato? Se non fosse per le poche informazioni ricevute da Voi noi non sapremmo neanche che la trattativa continua..... Non c'è comunicazione con lo stesso. E' solo un mio piccolo pensiero.....

  • Alessandro

    29/01/2024 - 10:20

    Buongiorno, con l'inizio della nuova settimana si muove qualcosa? Trapela qualche nuova info?

  • Luca

    29/01/2024 - 9:34

    Mi spiace dirlo ma a me, questo silenzio, sembra una "strunzata" ed una presa per i fondelli in quanto i "poveri" datori non ce la fanno a sopportare un aumento di stipendio che riesca a coprire tutti gli aumenti del "costo della vita" degli ultimi anni. Poverini aiutiamoli lavoriamo gratis !!!! Di conseguenza hanno segretato la trattativa ed il NS sindacato è d'accordo con loro nel tacere. Mah......

  • Patrizia

    28/01/2024 - 19:27

    Caro Dario, se leggi i post qui sotto vedrai che sappiamo solo che la trattativa prosegue, non sappiamo quando ne su cosa. Non c'è stata rottura ma per la delicatezza del momento non sono stati divulgati i particolari E' domenica e come vedi rispondiamo Ciao patrizia cgil

  • DARIO

    28/01/2024 - 17:57

    Scusate ma nemmeno una misera notizia su l incontro di mercoledì....va bene che è domenica...ma mi pare tutto talmente surreale....comunque speriamo in una notizia.... la prossima settimana

  • Patrizia

    26/01/2024 - 21:34

    Cara Elena, ti risposto da qui .. ti ho persa con tutti questi messaggi. Certo puoi andare in Filcams per controllare la busta paga e per tutto il resto poi la categoria può decidere di rivolgersi al patronato , sono collegati. La Filcams ha 33 contratti da seguire e in molte città è organizzata con uno sportello inca all'interno della categoria, vai tranquilla. Fissa un appuntamento. ciao ! patrizia cgil

  • Patrizia

    26/01/2024 - 21:30

    Cari tutti, grazie dei vostri messaggi. Stiamo facendo un grande sforzo per dirvi il più possibile e quel poco che sappiamo nel modo più corretto possibile Faccio presente ancora una volta che sindacato e blog non sono cose diverse .. il blog è sindacale ed è collegato alla Filcams cgil che ne detiene la proprietà.. noi lo gestiamo in piena autonomia . Caro Matteo, le comunicazioni del post sono telegrafiche perchè scritte appena avute le notizie di rinvii o date pubblicate in velocità per dare subito le informazioni essenziali , mi pare poi che nelle risposte successive ho sempre risposto man mano che avevamo notizie nel senso che dici tu. Dobbiamo chiedere anche noi informazioni non credere , non è facile . Cara Roberta, questa è la tua opinione io so il contrario.. lasciamo stare altre trattative, in questa non ci sono problemi unitari il problema sta al tavolo difronte: confprofessioni. Caro Andrea, meglio non riportare voci non serve a nulla e fanno confusione. Di sicuro c'è il filo del rasoio. Le 3 ipotesi sono reali. Caro Emanuele , le cose stanno così, l'esperienza sindacale serve per capire . Spero che ti leggano tutti. Cara Simona... facevamo volantini telefonate e assemblee , forse con più risultato di oggi che basta usare un mouse o un ditino. Cara Vincenza , chiedevo rispetto in generale non per te. Ti ricordo che il blog è sindacato. Il sindacato parla attraverso il blog , quello che sappiamo lo sappiamo dalla Filcams. Le ragioni del silenzio e della prudenza sta in quello che ha detto Emanuele. Cara Giulia ti ringrazio .. funziona così. Caro Renato, il paradosso non c'è , le cose stanno come dicono Emanuele e Giulia. Speriamo si concluda presto e bene perchè francamente anche per me è faticosissimo . Il rumore dovrebbero farlo i lavoratori con il sindacato non il sindacato da solo .. abbiamo già discusso di questo. La mediazione del governo non è detto che migliorerebbe le cose, abbiamo già discusso anche di questo, oltretutto questo governo ha i voti dei professionisti , il ministro è una consulente del lavoro.. hanno accettato tutte le richieste in materia fiscale.. secondo te? Caro Massimo, certo che è lecito sapere è anche giusto e questo spero vi porti a pensare che è importante avere una organizzazione sindacale, una rappresentanza organizzata che possa incidere sui comportamenti della controparte , sui tempi e sulla materia contrattuale. Sarebbe grandioso. Cara Alessandra, sappiamo le cosa succede con il contagocce , sappiamo che si continua a trattare ma non quando e a che ora e su cosa .. la sappiamo solo che non c'è rottura . Le trattative sono condotte dal nazionale e nemmeno le strutture locali sanno i particolari. In sindacato ci si va per organizzarci non solo per chiedere solo informazioni. Cara Annamaria, purtroppo non si possono sapere i particolari della trattativa per la delicatezza del momento. Non abbiamo una categoria da mobilitare e questo purtroppo è un gradissimo limite, siamo costretti a trattare trattare trattare. La comunicazione è importantissima per questo c'è il blog , la Filcams cgil lo ha voluto proprio perchè era perfetto per questa categoria invisibile e infatti è l'unico modo per comunicare , lo dimostra la quantità dei messaggi e i numeri del contatore per uno strumento considerato "vecchio" e in effetti ha 25 anni .. noto che la fiducia infondo c'è , il blog è credibile ma il blog è sindacato. Infine grazie di cuore a tutti sento nei vostri messaggi la voglia di partecipare e questo per noi è di grande soddisfazione. Vediamo di darvi notizie man mano che ci arrivano , sperando di darvene una bella il prima possibile . Patrizia cgil

  • federica

    26/01/2024 - 14:33

    io spero che si siano messi d'accordo

  • Matteo

    26/01/2024 - 13:07

    Buongiorno, esprimo il mio pensiero che forse racchiude quello degli ultimi commenti se li ho interpretati bene. Qua nessuno vuole saper i dettagli se sono segreti, qua nessuno attacca te oppure il sindacato. Semplicemente ultimamente bisogna sempre chiedere per avere delle novità, sugli incontri saltati, sugli incontri programmati ecc. Gli aggiornamenti vengono pubblicati solo dopo mille commenti. Il consiglio che voglio dare che forse è quello che intendono molti qui è che bastano poche parole per farci stare sereni. Anzichè venirlo a scoprire per vie traverse o nei commenti, aggiornate sempre la parte superiore con due righe. Aggiornamento del 17 gennaio: l'incontro di ieri c'è stato, non possiamo fornire dettagli, ma la trattativa è in corso, ci si aggiorna alla settimana prossima. Aggiornamento del 25 gennaio: la trattativa prosegue, gli incontri ci sono stati e sono ancora in corso. Nulla è ancora definito al 100% nè in bene nè in male, i nostri delegati continuano a trattare. Stop e tutti siamo più sereni. Prendetelo come consiglio, buona giornata e grazie per quello che fate.

  • Roberta

    26/01/2024 - 12:30

    Colpa di confprofessioni, è vero. Ma è anche vero che Cgil e Uil in particolare stanno condizionando i tavoli. Si sono rotti tutti i tavoli del commercio e del terziario utilizzando motivazioni diverse una dall'altra.

  • Andrea

    26/01/2024 - 11:38

    "E resto qui....sul filo di un rasoio, ad asciugar parole che oggi ho steso e mai dirò". Così scrivevano e cantavano i Negramaro nella loro canzone ESTATE. Forse già allora sapevano della trattativa sul filo di rasorio degli Studi professionali. Chissà..magari per l'estate ce la faremo. Io temo, invece, che qui è e resterà sempre INVERNO. Un inverno gelido. A parer mio, anche sentendo altre fonti meno ufficiali ma che stanno "dentro", la trattativa sta per saltare. Ora le soluzioni sono tre: 1) prendersela con il sindacato che non ha accettato quello che confprofessioni propone (tanto oltre quello che propone non va); 2) iniziare SERIAMENTE ad abbandonare gli studi, trovando altro (il lavoro c'è, molti giovani non iniziano proprio a lavorare visto il mercato del lavoro) e lasciare i "professionisti" in balia di tutte le scadenze, così poi sulla neve e al mare andranno nel 2050; 3) iniziare SERIAMENTE a protestare. Ma non a chiacchiere da bar qui sul blog. E dirò una cosa : mi mancano gli anni '70 dove il "padrone" di turno doveva stare attento a ciò che diceva, perchè poi gli scioperi erano davvero SCIOPERI.

  • Emanuele Lombardi

    26/01/2024 - 11:12

    Ciao.......leggo quotidianamente i commenti e ringrazio chi gestisce l'unico canale "diretto" di comunicazione per le informazioni che vengono pubblicate. Sinceramente dopo 15 anni di lavoro, e 10 da Rsu (e peraltro non con Cgil), mi fa sorridere leggere commenti di colleghi che si alterano, si infuriano e si agitano perchè non escono notizie. Siamo tutti qua ad attendere sto sacrosanto contratto, ma se tutti mettessimo un decimo dell'energia, e perchè no....anche della rabbia per contribuire a cambiare le cose forse ci potremo arrivare prima. Ps Le notizie probabilmente non vengono ancora pubblicate perchè se TUTTO non è messo nero su bianco, le parti non anticipano neanche i punti di accordo stabiliti. Saluti

  • Dario

    26/01/2024 - 10:19

    Speriamo in una risoluzione celere... magari si dovranno incontrare nuovamente e poi ci sarà una fumata bianca

  • Simona

    26/01/2024 - 10:13

    Mi chiedo come facevano in passato i nostri colleghi ad avere notizie immediate sull'esito degli incontri quando ancora non esisteva questo blog? Non voglio prendere le difese di Patrizia perchè non ne ha bisogno, ma mi chiedo cosa ci cambia sapere nell'immediato quello che è successo? Se ci sta dicendo che dobbiamo aspettare ancora qualche giorno per avere novità aspettiamo e basta senza tante polemiche.. Ricordiamoci che siamo tutti sulla stessa barca. Sembra di vedere la scena di un bambino in viaggio in auto che chiede ogni dieci minuti "siamo arrivati? siamo arrivati?"

  • Vincenza

    26/01/2024 - 9:57

    Scusa Patrizia, ma sinceramente, almeno parlo per me, non Ti ho mai mancato di rispetto. Le mie osservazioni e mi scuso se non si è capito, non sono rivolte a Voi del blog ma al sindacato che, proprio perchè non Vi e non Ci aggiorna, non incentiva certo l'iscrizione allo stesso. Le uniche notizie ed aggiornamenti le abbiamo dal blog...... Ripeto il sindicato comunque tace. Nient'altro.

  • Giulia

    26/01/2024 - 9:54

    Cara Patrizia, grazie per quello fai. Io questa volta voglio essere fiduciosa... Le trattative di qualsiasi argomento/materia da negoziare non vengono divulgate, finché non si sia raggiunto un accordo o non si raggiunga un accordo. Quindi dal mio punto di vista essendo ancora al tavolo per trattare è corretto che non trapeli nulla. Speriamo si chiuda positivamente.

  • Renato

    26/01/2024 - 9:43

    Buongiorno Patrizia e colleghi, la cosa strana che qui molti notano e’ che il sindacato chiede che i lavoratori si mobilitino mentre il paradosso è che lui rimane in silenzio e apparentemente immobile. Confprofessioni parla su media e stampa mentre del sindacato zero notizie ne’ sui loro siti ne’ su altri ne’ qui sul blog. Ho lanciato io delle proposte e niente, nessuno che me le ha appoggiate e che mi ha aiutato. Adesso come a luglio dici che stanno continuando a trattare, speriamo che non seguano 6 mesi di silenzi come in quell’occasione… Io dico, hanno chiesto il silenzio, ma dopo 6 anni provare a cambiare strategia e fare un po’ di rumore, avete paura di far saltare la trattativa? Non penso che sarebbe peggio di questo momento. Io spero si raggiunga l’accordo in questi giorni ma se non accadrà spero che tutti abbiano l’umiltà di prendere atto della non possibilità di chiusura e richiedano la mediazione del governo come esplicitamente previsto dalla legge.

  • Massimo

    26/01/2024 - 9:36

    Buongiorno, lungi da me fare il moderatore....credo di interpretare un sentimento comune....il voler sapere qual'è il fulcro della trattativa....stanno litigando per i soldi? io ti offro 100 e tu ne chiedi 140....credo sia lecito per noi voler sapere....in ogni caso cerchiamo di mantenere la calma e aspettiamo che venga comunicato l'esito sperando che questa rabbia giustificata possiamo sfruttarla successivamente alla firma contratto per incanalarci verso un futuro partecipativo diverso e più presente....un grazie sempre a chi lavora gratuitamente e non per interessi personali o economici.

  • Alessandra carcano

    26/01/2024 - 9:30

    Compendo che finché non c'è nulla di definitivo si debba essere cauti, ma almeno comunicare ai lavoratori che dopo l'ultimo incontro la trattiva continua il giorno successivo (se così è) non credo possa influire sul risultato finale! Sapere che le parti proseguono le trattive ogni giorno e che non sono state sospese a data da destinarsi, tranquillizzerebbe noi/voi poveri dipendenti che stiamo aspettano questo rinnovo da troppo tempo. Ci sono informazioni che il sindacato ritiene opportuno non dare e altre che invece è doveroso dare. Un'ultima considerazione, non polemica, ci si chiede di andare presso le sedi locali, di iscriverci al sindacato ma se poi il sindacato e le sedi locali non danno informazioni sulle trattative per un rinnovo del contratto scaduto da troppo tempo ... non credo che i lavoratori siano invogliati a farlo. Grazie per quello che fate con il blog, senza il quale non sapremmo nemmeno quel poco che sappiamo.

  • Anna Maria Giusti

    26/01/2024 - 9:29

    Cara Patrizia, capisco la prudenza se si chiedesse di conoscere la strategia del sindacato o le carte che tiene in serbo da mettere sul tavolo delle trattative, ma si vorrebbe solo sapere ciò che viene detto all'incontro. Non penso che questo possa influenzare la trattativa. Sono iscritta, il sindacato mi rappresenta, siamo nel 2024 la comunicazione è importante per mantenere la fiducia Grazie

  • Patrizia

    26/01/2024 - 9:25

    Cara simona Maurizio e Vincenza, diciamo quel che sappiamo , mi pare di essere sempre stata chiara. Prendere in giro? Scusa rispondo a tutti ad ogni ora anche di domenica ... via forse ad innervosirmi dovrei essere io. Non c'è nessun mistero ho spiegato mille volte che è una trattativa sul filo del rasoio deve essere condotta così. Controparte parla per tattica a noi interessa la sostanza : il contratto. Non sappiamo nulla nemmeno noi ma abbiamo fiducia in chi e al tavolo delle trattative, abbiate fiducia in chi vi risponde e sopratutto rispetto. Patrizia cgil

  • maury76

    26/01/2024 - 8:42

    ... con tutto questo velo di mistero le aspettative ora son alte 🙂

  • Vincenza

    26/01/2024 - 8:27

    Buongiorno Patrizia. Con tutta la mia buona volontà non riesco a capire il motivo di tutto questo mistero o meglio, perchè controparte parla e il sindacato no? Credo sia lecito chiedere aggiornamenti. Come fai ad iscriverti ad un sindacato che tace? Grazie.

  • Simona

    26/01/2024 - 5:56

    Cara Patrizia, Il tuo commento è comparso dopo l’invio del mio. Che sia una trattativa difficile lo leggiamo da sempre ma che stava continuando anche ieri nessuno lo sapeva. Dico solo che il tuo messaggio se invece che ieri sera fosse arrivato il 24 sera o il 25 mattina, invece che leggere determinate altre cose, meno persone si sarebbero innervosite e nessuno si sarebbe sentito preso in giro. Tutto qua.

  • Patrizia

    26/01/2024 - 0:15

    Caro Fiorenzo, non ti pubblichiamo . I post devono rispettare le regole scritte sulla home page. Questo è un blog gestito da lavoratrici degli studi , sei in casa filcams , entra con rispetto. Patrizia cgil

  • Patrizia

    26/01/2024 - 0:09

    Cara simona, francamente non so cosa vuoi dire. Ho detto mille volte che è una trattativa difficilissima. Da ieri la trattativa continua , ti pare così difficile da capire? Con chi credi di parlare? Il blog è gestito da lavoratrici degli studi , abbiamo lo stesso contratto e quindi lo stesso problema. il blog non è un servizio , nemmeno il sindacato lo è e il contratto non è un prodotto . Non scrivere in maiuscolo qui non c'è nessuno da aggredire, e così difficile rispettare le persone che gratuitamente ti rispondono e ti informano ? "Patrizia cgil

  • SIMONA

    25/01/2024 - 18:36

    Il 16 ed il 17: "NESSUNO SAPEVA NULLA" (NON VEDO. NON SENTO. NON PARLO.) Ieri: "MENO SI DICE MEGLIO E'" (IO MUTA SUGNO) Oggi: "NON CI SONO MISTERI E' PRUDENZA.... MOLTA PRUDENZA" (DESAPARECIDOS) Perdonate la mia ignoranza, ma sapete, faccio parte di quel milione di "sfigati" che guadagnano una miseria e pregano per un rinnovo contratto dal lontano 2018... Non si pretende di venire a conoscenza di ogni minimo dettaglio, chiediamo solo di sapere almeno se possiamo gridare "HABEMUS PAPAM" o se è tutto di nuovo da rifare. Perchè ora come ora mi fate solo venire in mente questa citazione: - Non dico un pudore che è un sentimento antico, ma la pragmatica sensazione di aver rotto il ca**o dovreste pur averla!

  • Patrizia

    25/01/2024 - 18:33

    Cari tutti, il silenzio può essere rumoroso. La trattativa c'è e continua in queste ore, Abbiate fiducia e pazienza . Vi ringrazio di cuore. Patrizia cgil

  • DIEGO

    25/01/2024 - 17:59

    SILENZIO ASSORDANTE! Siamo alle solite, presi in giro per l'ennesima volta. SCAPPATE DAGLI STUDI! Stella dimettiti, il tuo posto è al circo!

  • Simone W

    25/01/2024 - 16:08

    E' chiaro che è saltata. Meglio l'elemosina di 50 euro netti di aumento o diminuire i ritmi di lavoro senza che possano rinfacciare nulla? in fondo vi stanno pagando il 20% in meno di 6 anni fa perché loro le tariffe le hanno aumentate, ma a voi han dato niente. Ripeto chiunque può guardi altrove, per fortuna i lavoratori saranno sempre meno chi potrà offrire di più lavorerà. Gli altri faran da soli se ci riescono.

  • Simone W

    25/01/2024 - 15:33

    Chiunque può abbandoni studi professionali

  • Romina

    25/01/2024 - 14:20

    Quindi è un mistero o si riesce a sapere cosa è successo ieri?

  • maury76

    25/01/2024 - 14:20

    ...dubito che alle 14 di oggi non si sappia nulla. Chissa' che e' successo... saltato sicuramente visto che non c'è alcuna notizia su google o l avrebbero sbandierato.

  • Giuseppe

    25/01/2024 - 13:34

    Non trovo nel sito del Cnel l'ipotesi di accordo né argomenti a riguardo su internet... sono pronto a scommettere che l'accordo è saltato sulla parte economica anche questa volta. Spero che Patrizia smentisca quanto ho detto quando avrà le informazioni certe...

  • Emma

    25/01/2024 - 10:07

    Buongiorno! Ci date qualche news? Almeno sapere se l'accordo è stato raggiunto... Grazie!

  • Patrizia

    24/01/2024 - 21:14

    VI ANTICIPO ! Non sappiamo nulla. Vediamo domani patrizia cgil

  • Patrizia

    24/01/2024 - 16:38

    Care colleghe e colleghi, siamo tutti in attesa di notizie che ancora non abbiamo. Comprendo la necessità di avere informazioni più precise ma , come ho spiegato altre volte, non c'è volontà di tenere nascoste le cose , questa è una trattativa difficile dove meno si dice e meglio è , anche per evitare di dare riferimenti alla controparte. Le dichiarazioni di Stella lasciano il tempo che trovano, è solo tattica. Quello che conta davvero è quello che dice al tavolo non quello che dichiara alla stampa a suo uso e consumo. Appena abbiamo notizie certe faremo subito un post come abbiamo sempre fatto. Patrizia cgil

  • Anna Maria Giusti

    24/01/2024 - 16:22

    Buonasera, sono d'accordo con Angelo, non si riescono non solo a sapere i dettagli di una trattativa che ci riguarda ma neppure si hanno delle informazioni in linea di massima su quelli che sono i punti in cui c'è convergenza con confprofessioni e su quelli in cui stiamo ancora trattando. Ho chiesto alla referente filcalms della mia sede territoriale ma non mi ha saputo dire nulla. Abbiamo solo le dichiarazioni di Stella? Saluti

  • RITA

    24/01/2024 - 15:02

    buongiorno, l'incontro di oggi c'è stato, è stato conclusivo?

  • Angelo

    24/01/2024 - 14:19

    Buongiorno, sarebbe bello che stasera esca un articolo/aggiornamento sullo stato della trattativa e su come sono andati gli incontri. Senza dettagli se proprio non si chiude ed è da tenere segreta, però almeno su come sta andando, bene o male. Gli altri fanno mille proclami, noi dobbiamo sempre chiedere per essere aggiornati e sul sito Filcams c'è silenzio da aprile. Teneteci aggiornati grazie mille, per fortuna ci siete voi.

  • grace

    24/01/2024 - 12:11

    le parole del "signor Stella" sono un insulto alla nostra intelligenza e non dico altro.... Buona giornata a tutti Grace

  • Massimo

    24/01/2024 - 10:19

    Buongiorno, a nome mio e di tutti quelli che concordano con me.....per cortesia chiedere al sindacato di firmare sto contratto.......firmate e pace.....andiamo avanti......firmate per cortesia........

  • Patrizia

    24/01/2024 - 9:49

    Ciao Ivano, l'incontro è oggi patrizia cgil

  • Ivano

    24/01/2024 - 7:14

    Buongiorno, ci sono aggiornamenti dall' incontro di ieri? Incrociamo le dita .

  • Giuseppe

    23/01/2024 - 20:41

    Concordo con Renato. Se sono 140 al mese, si intende spalmati su 3 anni dimenticandosi tutti i 6 anni di vacanza contrattuale. Sempre se fossero veramente 140 perché mi suona comunque strano conoscendo l'antifona e la taccagneria. Il lupo perde il pelo ma non il vizio, le parole di Stella sono palesemente un modo per mostrarsi "buoni" e "bravi" e che non è Confprofessioni a ritardare i tempi. Sono proprio curioso di vedere come finirà.

  • Patrizia

    23/01/2024 - 15:23

    Caro Alessandro, i 140 sono mensili ma credo saranno ripartiti in tranche , anche qui dipende dalla trattativa. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    23/01/2024 - 15:21

    Cara Emanuela, lo puoi fare anche ora un accordo di studio . Contatta la Filcams cgil della tua città. Patrizia cgil

  • Patrizia

    23/01/2024 - 15:20

    Caro Renato, come ho detto la tattica abbonda nelle parole di Stella. In quanto alla lettera a Babbo Natale mi sento di dirti che tutti i desideri sono legittimi, essendo consapevoli che sono solo desideri. Patrizia cgil

  • Emanuela

    23/01/2024 - 14:53

    Buongiorno, vorrei sapere se nella contrattazione per il rinnovo del nostro CCNL si è parlato anche della possibilità di accedere al beneficio relativo alla detassazione con imposta sostitutiva al 5% dei premi di produttività. Da quello che ho capito deve infatti essere prevista dai contratti aziendali. Grazie in anticipo.

  • Alessandro C.

    23/01/2024 - 12:32

    Buongiorno, ma non ho capito una cosa, l'aumento di 140,00 su livello x, sono annuali o mensili? Perchè un conto è avere 140 lordi al mese un conto la presa in giro di 140 in un anno. Ringrazio e saluto!

  • Renato

    23/01/2024 - 11:40

    Il dottor Stella, commercialista, membro del CNEL (quindi dentro a chi decide ai piani alti) 74 anni (il nuovo che avanza) presidente di una squadra di basket quindi teoricamente avvezzo al lavoro in team e’ stato molto abile, perché con queste ultime dichiarazioni ha passato la palla nella metà campo dei sindacati. Lui dice, la parte normativa è stata definita, su quella economica abbiamo fatto uno sforzo ulteriore (presumo superiore ai 140) parla di una tantum e quindi non sarà merce di scambio questa, da queste affermazioni si deduce che se non si chiude domani per lui sarà solo colpa dei sindacati. E per il fatto che la trattativa è segretata manco fossero i segreti di Fatima, non sapremo i motivi. Io da letterina a Babbo Natale mi auguro si chiuda sui 180 dati in massimo due tranche con distanza di 6 mesi, che l’una tantum di vacanza che è semi inutile venga “scambiata” con l’adeguamento all’inflazione, le 38 ore settimanali, aumento scatti anzianità, diminuzione del periodo di preavviso, welfare obbligatorio di 500 euro annui, flessibilità lavorativa da contratto simil statali in entrate e uscita.

  • Patrizia

    23/01/2024 - 9:29

    Caro giacomo, non si sa si vede il 24. Patrizia cgil

  • Giacomo

    23/01/2024 - 8:54

    Chiedo scusa, quindi mi pare di aver capito che potrebbe esserci una concreta possibilità di chiudere la trattativa già domani? Oppure in ogni caso ci sarà, magari anche solo per le formali sottoscrizioni, un successivo incontro? Grazie!

  • Nicholas

    22/01/2024 - 16:15

    Quoto Walter. La clausola di salvaguardia è di VITALE importanza per gli Studi Professionali, per i dipendenti ma anche per i datori (che faticano di più rispetto ad altri settori a reperire personale). Se riuscissimo ad ottenerla, personalmente, sarei molto contento e mi darei una calmata.. al punto che forse smetterei di cercare un altra occupazione nei metalmeccanici

  • Gionny

    22/01/2024 - 15:30

    https://confprofessioni.eu/primo-piano/stella-il-contratto-degli-studi-professionali-verso-il-traguardo/

  • Dario

    22/01/2024 - 15:06

    https://confprofessioni.eu/primo-piano/stella-il-contratto-degli-studi-professionali-verso-il-traguardo/ ecco l'intervista

  • Cri

    22/01/2024 - 12:18

    Lascio l'intevista post-incontro del 16 gennaio del Presidente Stella il quale riassume gli argomenti trattati https://confprofessioni.eu/primo-piano/stella-il-contratto-degli-studi-professionali-verso-il-traguardo/

  • Walter

    22/01/2024 - 12:08

    https://confprofessioni.eu/primo-piano/stella-il-contratto-degli-studi-professionali-verso-il-traguardo/

  • Walter

    22/01/2024 - 11:50

    L'obiettivo è avere la clausole di salvaguardia nel CCNL. Più di quanto sia la parte economica, chi chiede il rinnovo subito solo per la parte economica e rimandando ad una futura riorganizzazione sono gli stessi che tutto questo tempo non sono andati nemmeno in sindacato una volta per chiedere informazioni... Bisogna farlo adesso e riunirci ora. Se il nuovo blog fosse operativo ed avessimo i numeri, chi ci legge avrebbe almeno un minimo preoccupazione per rinnovare subito.

  • alessandra

    22/01/2024 - 11:16

    https://confprofessioni.eu/primo-piano/stella-il-contratto-degli-studi-professionali-verso-il-traguardo/ Buongiorno, questa l'intervista di Stella per il Sole 24 ore, per chi non riuscisse a leggerla. Buona giornata!

  • Grace

    22/01/2024 - 10:15

    Buongiorno, ho letto anche io dell'articolo di Stella sul Sole24 ore, ma non avendo l'abbonamento non si può leggere l'articolo per intero: qualcuno potrebbe riassumerne il contenuto? grazie a buona Giornata Grace

  • Vincenza

    22/01/2024 - 9:48

    visti gli ormai 5 /6 anni trascorsi e, di conseguenza, tutti i soldi persi, non sarebbe meglio €. 140,00 subito, senza ulteriori indugi? Che mi diano €. 240,00 suddivisi in 3 anni con aumenti di 20/30 euro ogni 3/4 mesi sinceramente....... Arrivare magari ad un compromesso di €. 200,00 dalla firma? Noi che proposte facciamo per concludere? Grazie Patrizia

  • Vincenza

    22/01/2024 - 9:45

    senza abbonamento non si legge comunque. qualcuno ha modo di vederlo? Grazie

  • Patrizia

    21/01/2024 - 18:04

    https://ntplusfisco.ilsole24ore.com/art/stella-confprofessioni-il-contratto-studi-professionali-il-traguardo-AFRkt8OC

  • Alessandra

    21/01/2024 - 17:21

    Buongiorno, ho letto anch'io dell'articolo di Stella sul Sole 24 ore, ma non avendo l'abbonamento non si riesce a leggere. Se qualcuno riuscisse a riportarlo qui, l'intervista è del 19 gennaio. Grazie buona domenica

  • Francesco

    21/01/2024 - 12:10

    Buongiorno qualcuno ha link di articolo del sole 24 ore rubrica NT dove ci sono delle dichiarazioni di Stella? Pare che nell'anteprima dichiari 'accordo vicino al traguardo' Stiamo a vedere Buona domenica a tutti

  • Patrizia

    20/01/2024 - 15:41

    Cara Gina , tranquilla ho solo precisato che il blog è uno strumento.. il nuovo blog non sarà rivoluzionario ma più efficace per la rappresentanza. Ciao!!! Patrizia cgil

  • Patrizia

    20/01/2024 - 15:38

    Caro marco, complimenti per i calcoli! Infatti le trattative si fanno SULLA BASE Ipca. A inflazione zero addirittura l'ipca non si muoveva e si faceva fatica a contrattare ora con l'inflazione alta l'ipca e alta anche lei... così le controparti scalciano. Tieni anche conto che nel paniere ipca non c'è il costo dell'energia che è quello che ha messo in croce tutti noi. Patrizia cgil

  • Marco

    20/01/2024 - 9:07

    Buongiorno Hai ragione patrizia, a quanto ammonta la rivalutazione terzo livello in base l'ipca-nei corretto? Avevo scritto che la proposta di Confprofessioni era in linea ma mi sbagliavo di grosso perché non avevo considerato che la rivalutazione presa in considerazione era ferma a quanto pubblicato a giugno 2023 mentre a giugno 2023 scatterà un ipca-nei già previsto in 6,6%. Pertanto l'aumento corretto da giugno dovrebbe essere di 243 euro. L'ipca-nei 2019>2022 è stato di 0,8+0,7+0,7+6,6. Pertanto 1511x1,008x1,007x1,007x1,066=1646 Quindi 1645 - 1511 = 135. MA va poi rivalutato per l'aumento di giugno 2024 previsto in un altro 6,6% quindi 1645x1,066=1754. 1754 - 1511 = 243. Ovviamente questa è la teoria e gli che dovrebbero aspettarci in base agli accordi nazionali 2009 poi altra cosa è la trattativa. Grazie.

  • Simone W

    19/01/2024 - 21:57

    Comunque 140 euro lordi, sono 50 euro netti per il prossimo anno e poi 20 per i successivi 3 .....ahahahahahahahahahahahahah..... dal 2018 al 2027 perso il 20% del potere d'acquisto

  • Giuseppe

    19/01/2024 - 19:10

    Chissà a cosa sta pensando il caro Dott. Gaetano Stella (e la sua delegazione che altro non sono che sue marionette) ... dovrà fare dei calcoli complicatissimi che neanche Albert Einstein per capire cosa vuole mettere nel ccnl... o meglio quali diritti togliere ai lavoratori per riconoscere qualche decina di euro (questi scansafatiche dei dipendenti non meritano proprio niente ehhh). È tutto un scusa per farci perdere tempo, e non mi stupirebbe se l'accordo saltasse anche questa volta.

  • GINA

    19/01/2024 - 18:28

    lo so NON hai mai detto di aspettare il nuovo blog! sono anni che dici di andare al sindacato e non ci sono risultati in tal senso, con il nuovo blog mi aspetto che sia il sindacato a venire da me! se davvero il nuovo blog sara' rivoluzionario allora si che si potranno cambiare le cose, SONO FIDUCIOSA Assolutamente non sottovaluto la complessità e la difficoltà di una trattativa, anzi! Se potete chiudete e ripartiamo Grazie per l'impegno e la pazienza

  • Patrizia

    19/01/2024 - 18:10

    Cara Gina, mai detto che bisogna aspettare il nuovo blog! E da anni che dico andate in sindacato... il.blog e solo uno strumento quello nuovo sarà solo più efficace ,il resto dobbiamo farlo noi. I 140 non sono in linea ipca. Non sottovalutate la complessità e la difficoltà di una trattativa, voi non avete idea .. ci sono tante partite non solo economiche ma anche normative.. semplificare non serve vi assicuro. Patrizia cgil

  • GINA

    19/01/2024 - 17:32

    Io la vedo come Massimo, nel frattempo abbiamo perso un sacco di soldi (sempre che il mio capo non decida di assorbire l'aumento!). Ad ogni modo non si puo' andare oltre, bisogna cambiare capitolo! non possiamo aspettare di avere un blog aggiornato per migliorare la nostra condizione. Per favore accettiamo l'offerta, nel frattempo armiamoci per il prossimo rinnovo! L'aumento Ipca e' in linea con i 140 euro lordi proposti per il terzo livello? Grazie

  • Patrizia

    19/01/2024 - 17:03

    Caro massimo, si avevo capito ma appunto può essere tattica.Non dare troppa importanza a quelle dichiarazioni. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/01/2024 - 16:58

    Caro Maurizio, il sindacato ha deciso di non farsi provocare perché ha una sola priorità firmare il contratto. Quello che dice Stella è facilmente smentibile dalle richieste scritte di rinvio e dare responsabilità ad altri può essere sintomo di difficoltà L'ipca devono applicarla sono accordi nazionali, infine non ci facciamo distrarre dalle tattiche e stiamo sull'obiettivo. Ciao patrizia cgil

  • Massimo

    19/01/2024 - 16:39

    Ciao Patrizia, non prendo come oro colato.....penso che questa intervista, in sintesi, era un modo chiaro e semplice da parte di confprofessioni per invitarci pubblicamente a chiudere la annosa storia del rinnovo alle loro condizioni e punto. Non credo che abbia voluto alludere ad altro. Voleva invitarci a firmare il rinnovo a 140 lorde e basta. Poi magari si potrà limare qualcosa su altri contenuti secondari....ma io penso che 140 sia prendere o lasciare........lui è stato molto chiaro ....invito tutti a non fare attenzione alle velate accuse su chi si è presentato al tavolo e chi no....quelle sono "frasi di circostanza"....il significato è "venite a firmare sto contratto adesso e prendetevi ste 140 altrimenti se ne parla tra altri otto anni"...........

  • Patrizia

    19/01/2024 - 16:02

    Caro Massimo, non dimenticare la tattica ..quindi non prendere come oro colato quello che hai sentito. Ci sono mille ragioni non dichiarate per fare delle affermazioni. Le trattative sono fatte anche di questo. Devono applicare l'ipca , ci sono accordi nazionali. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/01/2024 - 15:58

    Cara Vincenza, capisco sai la necessità di sapere di più. Sai come piacerebbe a noi convocare una assemblea dei delegati di categoria e relazionare punto su punto e insieme poi discutere e decidere come comportarsi... questa cosa non possiamo farla sul blog per come è strutturato ora, lo faremo quando il blog sarà attrezzato da strumento di rappresentanza cioè non tra molto tempo, ci stiamo lavorando . Patrizia cgil

  • Massimo

    19/01/2024 - 9:42

    Buongiorno, in merito alla ormai famosa intervista a Stella del 9 gennaio vorrei fare un commento personale......io sinceramente interpreto in maniera diversa le parole che secondo me si potrebbero sintetizzare così: Stella dice in sostanza che loro hanno fatto la loro offerta sulla base dell'IPCA (non ho fatto i conti per verificare se aderente o meno) e tale offerta costituisce la loro UNICA concessione sull'aspetto economico.....il sindacato non ha accettato procastinando la firma del rinnovo....quindi la situazione è chiara: loro offrono quello e il sindacato o accetta e chiudiamo adesso o continuiamo in stallo fino al 2054....mi sembra molto chiaro.....

  • maury76

    19/01/2024 - 9:35

    ... o meglio dopo quest intervista ci son gli elementi x il sindacato di "ricattare" la controparte visto che son disponibili ad adeguare gli stipendi al costo della vita e chiudere. cio' non fosse potete sempre replicare su sky. teoria vi han servito su un vassoio d argento il contratto

  • Vincenza

    19/01/2024 - 9:19

    Buongiorno Patrizia. Grazie per l'informazione. Mi faccio però una domanda.... perchè una risposta così sintetica...... E' possibile conoscere, un minimo, i margini di trattativa, a che punto siamo o quantomeno sapere se ci sono spiragli di concludere al prossimo incontro. Sarebbe interessante sapere su cosa si è discusso e su cosa ancora bisogna discutere.... Grazie.

  • maury76

    19/01/2024 - 9:01

    Ciao Patri, l intervista l ho vista combinazione pure io che era tra le varie notizie di google ed ovvio a sentire il Presidente i sindacati non han fatto na bella figura. strano nessuna smentita o ripresa. Vero che la controparte ha proposto l indice di adeguamento al costo della vita? questo non e' mai stato detto seppur proposto da noi

  • Patrizia

    18/01/2024 - 18:50

    Caro vanni, se scorri il blog è già stato segnalato ascoltato e ampiamente commentato. Stella fa affermazioni in libertà facilmente confutabili. Patrizia cgil

  • VANNI

    18/01/2024 - 18:06

    Un invito, per chi non lo avesse già visto, a guardare (ma soprattutto ad ascoltare!... non aggiungo altro a voi le ovvie considerazioni!... ) l'intervista del 09/01/2024 del presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, intervenuto ai microfoni di SkyTg24 Business per parlare del rinnovo del Contratto collettivo nazionale degli studi professionali. Di seguito il link: https://confprofessioni.eu/primo-piano/contratto-stella-ai-microfoni-di-skytg24-business/

  • Patrizia

    18/01/2024 - 15:07

    Cate colleghe e colleghi, l'incontro per fortuna c'è stato e prosegue il 24 . Il confronto non è definitivo dobbiamo aspettare appunto il 24 per tirare le somme. Grazie a tutti patrizia cgil

  • Grace

    18/01/2024 - 15:06

    Buon pomeriggio, ma l'incontro del 16.01 c'è stato? Questo silenzio non presagisce nulla di buono...mah speriamo io possa sbagliarmi... grazie

  • Francesca

    18/01/2024 - 14:41

    Buongiorno, ma l'incontro c'è stato? Almeno questo si può sapere? Grazie mille. Buon pomeriggio.

  • Ivano

    18/01/2024 - 13:27

    Ancora nessuna novità nemmeno oggi?, grazie Patrizia

  • Giacomo

    18/01/2024 - 11:03

    Buongiorno, abbiamo notizie sul reale svolgimento dell'incontro del 16 gennaio, ed eventualmente sull'esito dello stesso? Grazie.

  • GINA

    18/01/2024 - 11:01

    Che silenzio assordante! per favore aggiornateci grazie

  • Giacomo

    18/01/2024 - 10:43

    Buongiorno, vorrei cortesemente sapere innanzitutto se l'incontro del 18 gennaio si è svolto o meno, e sopratutto se trapela qualche informazione? Grazie.

  • silvia

    18/01/2024 - 9:39

    Salve, ci sono notizie in merito all'incontro del 16.01.2024?. Grazie per un riscontro.

  • Patrizia

    17/01/2024 - 10:06

    Caro Simone, ho già spiegato che anche la modalità della trattativa è oggetto di ..trattativa! è in ristretta nonostante il parere contrario sindacale . Se noi avessimo delegati e struttura sindacale potremmo avere una trattativa diversa. Quindi prima condizione avere delegati sindacali di categoria, la rappresentanza funziona così. Patrizia cgil

  • Patrizia

    17/01/2024 - 10:02

    Cara Claudia, ti ho risposto hai un altro contratto devi andare in filcams cgil. Della tua città patrizia cgil

  • Patrizia

    17/01/2024 - 10:00

    Ciao non abbiamo ancora notizie patrizia cgil

  • Vincenza

    17/01/2024 - 9:48

    Abbiamo notizie dell'incontro di ieri? Grazie.

  • GIULIO

    17/01/2024 - 9:05

    Buongiorno......concordo con ANNA che bisogna puntare ad ottenere il massimo e non ad accontentarci della proposta avanzata da Confprofessioni!!!si lotta e si combatte per arrivare piu' in alto possibile!!!Grazie per tutto quello che fate e speriamo bene

  • Alessandro

    16/01/2024 - 22:03

    Buonasera, qualche novità sull'incontro di oggi? Trapela qualcosa? Speriamo che stavolta con gli incontri di gennaio sia quella buona per chiudere

  • Simone W

    16/01/2024 - 16:26

    Rispondendo ad Anna, sarebbe OPPORTUNO LEGITTIMO e CHIARIFICATORE che gli incontri tra sindacati e controparte datoriale fossero pubbliche. O quantomeno resi pubblici a posteriori i verbali degli incontri. Così sapremmo per filo e per segno quali sono le posizioni al tavolo della trattativa in totale TRASPARENZA. Di più non sappiamo oltre alle dichiarazioni estemporanee alle quali sono seguiti silenzi interminabili.

  • Patrizia

    16/01/2024 - 15:34

    Cara Claudia, questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali. Non posso pubblicarti perché il tuo è un altro contratto e faremmo confusione. Rivolgiti alla filcams cgil della tua città per avere una risposta. Patrizia cgil

  • ANNA

    16/01/2024 - 13:55

    Buongiorno, vorrei riepilogare alcune cose già dette. Nel 2019 era stata presentata, sulla piattaforma del blog, una proposta economica di 140eu. 1) Se rileggiamo gli aggioramenti del blog degli incontri tra le parti, nell'incontro del 18 ottobre 2022 è stato scritto: "d) parte economia: necessità di una adeguata risposta sul piano salariale, tenendo conto del mutato quadro dalla presentazione della piattaforma, è stato richiesto alla controparte una nuova proposta economica. Il confronto riprenderà per affrontare la parte economica e normativa.....". 2) Nell'assemblea intersettoriale unitaria per il rinnovo dei contratti svoltasi a Bologna il 21 luglio 2023 il rappresentante sindacale aveva detto: "in queste settimane non siamo distanti da una soluzione salariale del Ccnl degli studi professionali e siamo vicini ad un ipotesi contrattuale di 200euro tenendo conto dell'indice IPCA... ". Allora perché dobbiamo accontentarci e accettare 140euro dopo 6 anni di contratto scaduto?.... Nell'ultimo rinnovo 2015/2017 per il terzo livello sono stati dati 85euro lordi in 5 rate, cioè bricciole. Grazie per il lavoro che quotidianamente fate. Un saluto.

  • Roberto

    15/01/2024 - 23:51

    Faccio eco a Giuseppe e Ivano, anche se l'avevo già scritto mi pare. E' importante che l'aumento scatti subito e non sia dilazionato. O meglio il discorso è che i 140 proposti servono subito, e poi andrebbe discussao l'importo da distribuire sui prosssimi anni (3 anni?) Dell'una tantum che sarebbe cmq un importo ridicolo rispetto a quanto dovrebbe essere giochiamolo pure come merce di scambio. Se così non fosse ci sarebbe addirittura il rischio che a gennaio 2025 se il governo non riuscisse a rinnovare lo sconto contributivo, che ci ritroveremmo con uno stipendio inferiore ad oggi...

  • Ivano

    15/01/2024 - 21:49

    Giuseppe, Speriamo davvero che quello che si riuscirà ad ottenere sia subito e non frazionato , sarebbe aggiungere altri anni, e attesa a quella già subita, non voglio nemmeno pensarci. Grazie davvero a chi ci rappresenterà domani .

  • Jolanda 77

    15/01/2024 - 21:40

    Per fortuna ci rimane la libertà di cercare un altro lavoro. La fuga dagli studi professionali è una realtà. Nelle aziende le stesse professionalità sono molto ricercate e meglio pagate con contratti più vantaggiosi. Ben presto si ritroveranno a dover fare tutto il lavoro da soli.

  • Giuseppe

    15/01/2024 - 17:42

    Purtroppo se l'aumento di 140 euro lorde per il 3° livello fosse scaglionato a pezzi non sarebbe una grande vittoria... l'obiettivo sono 140 subito e patto anti-furberie contro i mancati rinnovi per anni dalla scadenza del ccnl. E sarebbe anche poco dopo tutto quello che ci hanno tolto. Giuseppe

  • Patrizia

    15/01/2024 - 15:24

    Cari tutti, vi ringrazio per le idee e i suggerimenti che sono ben presenti alla nostra parte sindacale. Tutti i contratti nazionali sono collegati nelle materie in discussione, il sindacato è confederale e quindi attento a quello che si discute e si decide su tutti i tavoli. Ma attenzione, ogni trattativa ha dinamiche proprie e quindi quello che si ottiene dipende dalla discussione con la controparte, non sempre si ottiene quello che sarebbe giusto avere, si chiama trattativa per questo. La nostra trattativa è molto difficile, anche per la nostra debolezza ,e francamente non so come ne usciremo , so che la nostra delegazione farà il massimo possibile. Cara Luisa Nessuno canta vittoria .. firmare un contratto nazionale di questi tempi è un risultato di per sé , la contrattazione è fatica tanta fatica e grande responsabilità, sarebbe bello condividerla con i lavoratori che così capirebbero tante cose. Se pensi che i nostri datori di lavoro hanno fatto bingo sii conseguente e per impedirlo fai attività sindacale Patrizia cgil

  • Ivano

    15/01/2024 - 13:31

    Cara Luisa , non dimentichimo che nello scorso rinnovo l'importo concordato è stato frazionato in diverse rate per attivare a prendere gli eventuali complessivi 100, eventualmente pattuiti, dopo anni a ridosso della nuova scadenza, visto che il rappresentale sindacale della mia zona mi ha detto che per altri contratti in sede di trattativa è stato concesso, in cambio dell'unatantum, di percepire da subito l'intero importo, chiedo di spingere in questa direzione, chiedo conferma a Patrizia, Grazie mille .

  • Walter

    15/01/2024 - 13:06

    Concordo con Nicholas e più volte stato sostenuto anche da altri nel blog... La clausola di salvaguardia' sull'inflazione è lo scopo principale da ottenere in questa contrattuazione più dell'aumento di 140 miseri euro. E' qualcosa di davvero importante per il futuro della nostra categoria... Pensare si possa lasciare la questione a un'altro rinnovo significa attendere altri 9 anni se l'ottica di Confprofessione è quella attuale.

  • Nicholas

    15/01/2024 - 10:42

    Ciao a tutti, sarò un disco rotto ma voglio ribadirlo.. Stiamo trascurando gli effetti di ciò che sta succedendo nel mondo, se l'inflazione tornasse a ruggire (non è improbabile visti tutti i conflitti/tensioni) ci taglierà le gambe definitivamente. Nei prossimi incontri, vi prego, tentiamo in tutti i modi di inserire l'adeguamento all'inflazione come i metalmeccanici, l'aumento è sicuramente molto importante ma non ci tutela. Il contratto ci vincolerà per anni, accettare una quota fissa ,prestabilita e bassa, nello scenario attuale è molto molto rischioso. Peggiorare la nostra già delicata situazione è un attimo.

  • Luisa

    15/01/2024 - 8:09

    Dunque riepilogando: 140 euro lordi che sono circa 100 euro netti al mese per 6 anni di contratto scaduto + altri tre anni che avrà affetto il nuovo contratto. Sono 100 euro netti di aumento per nove anni. I nostri datori di lavori hanno fatto bingo. E qui dentro c'è chi parla di vittoria. E' l'ora di andarsene dall'Italia.

  • Patrizia

    13/01/2024 - 10:12

    Grazie a tutti per i vostri ragionamenti, Grazie a Massimo che ha detto quello che andava detto a Gabriele e Simone. Andrea Renato, Emma, Maria marco Roberta Alessandro, daniele walter alessandra e a tutti quelli che hanno scritto. Con emozione vediamo che anni di blog sono serviti ad arrivare ad un bisogno di partecipazione e rappresentanza collettiva che è il primo essenziale passo che dobbiamo fare, il nuovo blog darà una risposta a questo bisogno. Intanto la continua informazione ha consentito a tutti noi di valutare le parole di Stella per quello che sono ed e molto piu importante di una reazione della struttura sindacale. Grazie di cuore ❤️ patrizia cgil

  • Gabriele

    13/01/2024 - 9:20

    Ottima notizia, finalmente riprendono! Grazie per tenerci sempre aggiornati e per tutto il vostro lavoro sul blog.

  • Simone W

    13/01/2024 - 9:02

    "....prendiamoci ste benedette 140 euro sempre che ce ne diano la possibilità......abbiamo perso 2/3 anni a 140 lorde al mese..." ...fino a non molto tempo la proposta era di 70, magari in 4 anni, 1% di aumento al mese... la proposta era irricevibile, ributtante. Ora però troverei un compromesso per chiudere la trattativa e portare il contratto a casa, ribadisco il 70-75% di adeguamento all'indice IPCA sarebbe accettabile.

  • Massimo

    12/01/2024 - 16:32

    Buonasera. L'avevo già scritto almeno altre 10 volte e lo ribadisco....prendiamoci ste benedette 140 euro sempre che ce ne diano la possibilità......abbiamo perso 2/3 anni a 140 lorde al mese...fatevi due conti....questi non ci daranno nulla di più.......prendiamoci ste mollichine e poi se davvero abbiamo imparato la lezione.....mobilitiamoci per il futuro.....faccio presente che leggo questo sito da un bel pò di tempo.....si scrive soltanto in prossimità di rinnovi/possibili accordi/ scadenze contrattuali.......poi per il resto il nulla cosmico.........prendiamoci sti due spicci e pensiamo a potenziarci come categoria per il futuro....

  • Simone W

    12/01/2024 - 12:50

    "Gli accordi nazionali fra sindacati e datori di lavoro prevedono che gli aumenti siano in linea con l'indice IPCA che non tiene conto dei rincari energetici. La proposta di Confprofessioni è un aumento del 9% ". L'inflazione misurata dall'istat dal 03-2018 al 11-23 è invece del 19% ... Quindi STELLINA bella propone la metà dell'inflazione già occorsa, senza rincari energetici, senza tener conto dell'inflazione dei prossimi anni.

  • Renato

    12/01/2024 - 9:56

    Buongiorno, mi è venuta un’idea, su Instagram ci sono tante pagine che trattano di lavoro, attualità ecc… scriviamo a queste pagine mettendo in allegato il link dell’intervista facendo presente che le cose non stanno così, rimarcando i continui rinvii, il ruolo della giornalista ecc… c’è una possibilità che il video diventi virale evidenziando i problemi del lavoro e della contrattazione in Italia. Però dobbiamo segnalarlo almeno in 5 o 10 persone. Vi indico qui le pagine Instagram da contattare: will_ita, 2cents.ita, talkinpills, dealogando, pmi.it, factanza, poi se ne avete altre generaliste contattatele pure.

  • Marco

    12/01/2024 - 8:36

    Buongiorno, Alcune riflessioni. Gli accordi nazionali fra sindacati e datori di lavoro prevedono che gli aumenti siano in linea con l'indice ipca nei che non tiene conto dei rincari energetici (quando fu sottoscritto non si immaginavo rincari come quelli di questi anni). La proposta di Confprofessioni è un aumento del 9% (140 diviso 1511). L'inflazione misurata dall'istat è invece del 16% e purtroppo questa differenza la possiamo ottenere solo con una organizzazione dei lavoratori. Quindi è necessario inserire che in caso di mancato rinnovo l'aumento in base all'indice ISTAT. Marco P.

  • Patrizia

    12/01/2024 - 0:05

    Caro Andrea, capisco credimi ma abbi pazienza questo è un blog sindacale della filcams cgil quello che suggerisci non serve. E ' stato fatto altre volte da vari utenti , chiudono i commenti e bannano, hanno cominciato già a farlo. Ci vuole una organizzazione sindacale vera non gesti sporadici che abbiamo già visto non funzionano. In ogni caso leggono il blog ! Ciao e grazie davvero patrizia cgil

  • Patrizia

    11/01/2024 - 23:56

    Cara roberta dobbiamo portare a casa il contratto ottimismo della volontà Patrizia cgil

  • Andrea

    11/01/2024 - 18:46

    Scusate colleghi, è più che sacrosanto che il sindacato non risponda, ma noi possiamo. Su facebook hanno pubblicato quella pagliacciata di intervista. Perchè non rispondiamo in massa e ricondividiamo in massa il loro becero post?

  • Roberta

    11/01/2024 - 18:34

    Il sindacato è pronto a qualche iniziativa dopo le date fissate del 16 gennaio e il 24 gennaio 2024 (che ho il vago sospetto verranno rimandate...)?

  • Patrizia

    11/01/2024 - 18:28

    Cara Emma, si stella parlava dei 140,00 euro che era una loro proposta non definitiva, tenendo conto che erano partiti da 70,00 euro... beh quello che conta per noi è il Contratto , la categoria ne ha bisogno chi ha sempre rinviato non siamo certamente stati noi, lo si vede anche qui sul blog basta scorrere le news. Patrizia cgil

  • Patrizia

    11/01/2024 - 18:23

    Cara Maria Emanuela, anche la durata del contratto va trattata quindi non si sa! Speriamo di arrivare alla firma guarda. Patrizia cgil

  • Maria Emanuela

    11/01/2024 - 16:42

    Buonasera Patrizia, una curiosità: ma se venisse (finalmente) rinnovato questo benedetto CCNL, il periodo di validità sarebbe quello del triennio 2018-2021? E per quello successivo come funziona?

  • Emma

    11/01/2024 - 15:34

    Ho appena visto l'esilarante intervista di Stella a Sky, sulla quale stendo veramente un velo pietoso... Lui dice che è stato già definito l'aspetto economico a Luglio 2023 riconoscendo ai dipendenti l'IPCA che era applicato a quell'epoca. Questa cosa è reale? A quanto ammonterebbe questo fantomatico aumento? Spero che non si stia parlando ancora dei 140€... Cosa puoi dirci Patrizia?

  • Patrizia

    11/01/2024 - 15:16

    Care colleghe e colleghi, chi ha ascoltato l'intervista si è fatto l'idea della durezza dello scontro... la risposta della struttura sindacale è una cosa , noi sognamo invece la risposta di una categoria stanca di essere umiliata quella si peserebbe. Patrizia cgil

  • Daniele

    11/01/2024 - 12:13

    Ho ascoltato l'intervista di Confprofessioni. E' indecente e l'atteggiamento dell'intervistatrice palesemente allineato. Credo sia doverosa una presa di posizione da parte del sindacato, su modalità e toni, perché è una palese forzatura della trattativa. Grazie per il lavoro che quotidianamente fate. Un saluto

  • alessandra

    11/01/2024 - 10:23

    Buongiorno, credo anch'io che per il momento non sia il caso di rispondere pubblicamente alle falsità dell'intervista di Confprofessioni. La cosa importante ora è portare a casa il rinnovo del contratto e visto che hanno detto pubblicamente che vogliono chiudere, stiamo a vedere cosa succede. Dopo aver ottenuto il rinnovo, allora si, si potrà rispondere per le rime, anche con un'intervista, dimostrando il vero motivo per cui la trattativa è sempre stata interrotta!!

  • Patrizia

    11/01/2024 - 0:30

    Caro Walter , confprofessioni cerca giustificazioni e si prepara la strada in caso di rottura. Sapessi quanta voglia avremmo noi di rispondere per le rime, noi che abbiamo vissuto da vicino tutti questi 5 anni, non hai idea. Ma sappiamo che la trattativa è sul filo e l'eventuale rottura sarebbe caricata sul sindacato. Non guardiamo al nostro dito ma la luna. Sarebbe gjusto reagire ma la posta in gioco e troppo alta. , le provocazioni sono pericolose ,in questo senso dico che la filcams saprà cosa fare. Altra cosa sarebbe avere una categoria organizzata, allora si la risposta sarebbe forte e chiara da parte dei lavoratori, come succede nel commercio. Il nuovo blog è già sulla buona strada. I territoriali filcams non hanno iscritti e quindi non riescono ad organizzare nulla , dobbiamo entrare nelle sedi sindacali e farci sentire non c'è altro modo te lo dico per esperienza. Patrizia cgil

  • Walter

    10/01/2024 - 21:14

    Cara Patrizia, Confprofessioni si tutela dando la colpa dei ritardi al sindacato e questo sappiamo bene che è una falsità. Se il sindacato che sono i nostri rappresentanti nei confronti dei nostri datori di lavoro viene attaccato è un attacco e presa in giro a tutti noi. Io confermo quanto ho sostenuto più volte nel Blog alle sedi sindacali territoriali non c'è lo stesso interesse per la nostra causa. Per questo credo molto nell'aggiornamento nel Blog perché sarei disposto a dedicare anche il mio tempo libero per la causa. In questo concordo con Renato non si può rimanere indifferenti alle falsità di Confprofessioni perché minano la credibilità del sindacato.

  • Patrizia

    10/01/2024 - 16:14

    Caro Renato, a me pare di avere risposto in modo esauriente e in tema, . Ripeto nuovamente : Il sindacato è una associazione di rappresentanza non una società di servizi , come mi pare credi tu. Mi rappresenta al tavolo delle trattative e io ho fiducia su come lo fa anche a livello comunicativo , se la filcams decide di replicare bene, se decide che non è il caso perchè la polemica rischierebbe di compromettere la trattativa vuol dire che va bene cosi : è più importante firmare il contratto o fare la "voce grossa" ? te lo domando perchè per noi è molto più importante portare a casa il contratto, non ti pare abbastanza razionale ? Tu nulla sai dei rapporti , degli equilibri e delle difficoltà enormi di questa trattativa, anche 1 parola può farla saltare, andiamo avanti con estrema prudenza nell'interesse dei lavoratori. Ti ho spiegato che la replica giusta dovrebbe venire dai lavoratori, te lo ridico e te lo dirò 100 , 1000 volte. E' noi che confprofessioni offende , noi siamo i lavoratori , fa comodo dire che la Filcams è altro da noi .. non è così, dici che c'è mugugno? Cosa serve? cosa produce ? Dici che non vuoi rivolgerti al sindacato ne iscriverti .. come te la maggioranza della nostra categoria .. ecco il risultato. Secondo te se si gioca al tiro alla fune c'e differenza se si tira in 4 o in 100? Spero davvero che tu capisca. Patrizia cgil

  • Renato

    10/01/2024 - 15:23

    Ciao Patrizia, scusa ma non hai risposto a me e a Marco, scrivere ancora che i lavoratori devono farsi sentire in questo caso e’ fuori contesto, qui è il sindacato che deve farsi sentire pubblicamente in prima persona. Riformulo più direttamente la domanda: non sei d’accordo che dopo le frasi di Stella e dell’intervistatrice che accusano i sindacati per i ritardi sul rinnovo, gli stessi sindacati debbano farsi sentire e esercitare il diritto di replica a Sky Tg 24? Attenzione, se non rispondono passa come corretto il messaggio di Stella e Confprofessioni. In un mondo ideale l’intervistatrice gli avrebbe fatto vedere una tabella con tutti i rinvii e un’altra con i minimi tabellari scandalosi del nostro contratto rispetto agli altri, invece si è capovolta la narrazione. Il sindacato in questo caso se non farà nulla pubblicamente a mio parere sbaglia e alimenta ancor di più i nostri mugugni e perplessità, indipendentemente dall’imminente ripresa delle trattative.

  • Patrizia

    10/01/2024 - 12:09

    Caro marco, le date della ripresa delle trattative è confermata le data sono il 16 e il 24 di gennaio. In quanto alla frase la filcams sa cosa fare la confermo , in trattativa e nei rapporti bilaterali e nella comunicazione sa quando alzare la voce come è con chi, sopratutto in una situazione di debolezza di rappresentanza sindacale come è nella nostra categoria Per noi e la priorità firmare un buon contratto velocemente. ll sindacato non è un servizio , c'è un modo efficace di alzare la voce .. organizazione sindacale, se I lavoratori si decidessero a rivolgersi al sindacato ecco si potrebbe dare una bella risposta alle dichiarazioni di stella. Se senti il bisogno di reagire c'è solo un modo: contattare il sindacato è dargli forza. Riguarda noi ,te riguarda tutti la filcams siamo noi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    10/01/2024 - 11:58

    Caro Walter stiamo lavorando sul blog con i tecnici a distanza visto che stiamo tutte in città diverse. Dobbiamo rifare interi contenuti aggiornandoli, noi lavoriamo come te quindi usiamo il ns. Tempo libero Siamo a buon punto ma ci vuole un po di pazienza. Patrizia cgil

  • Walter

    10/01/2024 - 11:49

    Cara Patrizia, non si potrebbe accelerare con l'aggiornamento del Blog per la rappresentanza telematica in modo tale da poter avere questa forza da parte dei lavoratori per contrattare?

  • Marco

    10/01/2024 - 10:29

    Buongiorno, concordo al 100% con Renato. Aggiungo solo che in un Paese normale la giornalista lo avrebbe interrotto per dire "non è vero che è colpa del sindacato, siete voi che avete rinviato più di dieci incontri senza fissare una nuova data". Però visto che i giornalisti non lo fanno, allora come dice Renato servirebbe che il sindacato chieda lo stesso spazio in TV per dirlo, oppure che almeno rilasci un bel comunicato "abbiamo sentito le parole di Stella, di seguito la verità". Non vogliamo insegnare il mestiere a nessuno però basta farsi prendere per i fondelli...E, infine, nonostante sappiamo che la colpa è loro e solo loro, leggere "la Filcams sa bene come comportarsi" dopo 6 anni così, lascia un po' straniti. Buona giornata

  • Patrizia

    09/01/2024 - 22:36

    Caro Alessandro, non so molto del terziario , però se vai sulla pagina della Filcams "diario dei contratti" trovi tutto piattaforma e circolari. Per le prossime iniziative sulla pagina fb del blog condividiamo tutte le iniziative della Filcams in tempo reale. Ci sono dei timidi passetti vedremo dove porteranno. Patrizia cgil

  • Patrizia

    09/01/2024 - 22:33

    cara Maria, si ricordi bene all'ultimo rinnovo non hanno voluto dare l'una tantum. Speriamo bene dai non è più sopportabile. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    09/01/2024 - 22:32

    cara alessandra, si abbiamo visto , attendiamo l'ufficialità dal nazionale , speriamo bene , sarebbe ora patrizia cgil

  • Patrizia

    09/01/2024 - 22:30

    caro Ivano , i 140,00 sono parametrati al 3 livello poi chiaramente ci saranno le distinzioni tra i vari livelli. Guarda stai sicuro che faremo il possibile per l'impossibile non siamo ancora attrezzati. Speriamo bene patrizia cgil

  • Patrizia

    09/01/2024 - 22:26

    Caro Renato, Confprofessioni deve pur dire qualcosa , a parlare ci sono tutti i rinvii che ha chiesto da 5 anni richieste scritte. Non ti preoccupare che la Filcams sa come comportarsi. Patrizia cgil

  • Renato

    09/01/2024 - 21:27

    Ascoltando l’intervista di Stella ho capito che o lui, o io, o Patrizia, o Lelli, o l’intervistatrice, insomma uno di noi vive su Marte perché la narrazione di ognuno di noi è completamente diversa. Probabilmente lo capiremo se e quando ci sarà il rinnovo. Io dico solo che un sindacato dopo aver sentito queste parole dovrebbe contattare Sky tg 24 domattina e chiedere un’intervista per replicare con gli stessi spazi concessi a lui perché non è possibile far passare queste parole che prefigurano delle chiare responsabilità nemmeno troppo velate.

  • Ivano

    09/01/2024 - 20:53

    Buonasera, i 140,00€ proposti su quale livello sono trattati? Facciamo il possibile , per non averli spamati nei prossimi 3 anni , ma tutti da subito a rinnovo, a costo di rinunciare a l'unatantum, credo sia stato fatto questo x altri contratti. Grazie mille, e speriamo si vada verso una conclusione.

  • Elvana

    09/01/2024 - 16:23

    Dal intervista del presidente Stella sembra che sia colpa dei sindacati che la trattativa si sia fermata….poi dice che Confprofessioni aveva già definito a luglio 2023 la parte economica. Si riferisce ai 140€ proposti di una tantum?

  • Alessandra

    09/01/2024 - 15:58

    https://confprofessioni.eu/primo-piano/contratto-stella-ai-microfoni-di-skytg24-business/ Questa è l'intervista di Stella. Parla di due date 16 gennaio e fine mese per riprendere la contrattazione, e magari chiudere. Confermate? Speriamo sia la volta buona. Grazie

  • Alessandra

    09/01/2024 - 13:28

    Dalla pagina Facebook di confprofessioni... Domani alle ore 11.40 su SkyTg24 Business Mariangela Pira intervista il presidente Stella. Sintonizzati sul canale 50 del digitale terrestre e segui l’intervista per conoscere le ultime novità del mercato del lavoro negli studi professionali. Chissà se avrà detto che non rinnovano il contratto!!!

  • Enrico Burchietti

    09/01/2024 - 11:23

    Buongiorno e buon anno a tutti!Al di la della speranza di tutti di ottenere questo benedetto rinnovo,sono state stabilite nuove date per incontri o tutto tace?inoltre sono previsti nuovi scioperi o proteste per sollecitare il rinnovo?

  • MARIA CAPELLI

    09/01/2024 - 11:12

    Grazie mille, compreso tutto...spero che l'una tantum sia almeno decente visti gli anni trascorsi..se non ricordo male all'ultimo rinnovo non l'hanno nemmeno riconosciuta.. Ovviamente spero anch'io in una chiusura "veloce", ma temo non sarà così.

  • Alessandro

    09/01/2024 - 10:57

    Buongiorno, quali sono le proposte dei sindacati confederali per ottenere i rinnovi dei contratti del Terziario? Trapela qualcosa dal nazionale? Altri scioperi, oppure si sono aperti degli spiragli per i negoziati? Grazie mille!

  • Patrizia

    05/01/2024 - 18:52

    Grazie Maria per le tue parole , tanti auguri anche a te. La piattaforma presentata ben 5 anni e mezzo fa e che trovi qui sul blog, è stata superata da tutto quello che è successo subito dopo. Naturalmente quelle richieste non sono più attuali. Si è avviata una trattativa senza una piattaforma precisa ma passo dopo passo, argomento dopo argomento una specie di work in progress anche per prudenza di entrambe le parti. In realtà non chiediamo nulla di incredibile .. credimi, di vero c'è solo l'ostinazione di Confprofessioni di portare alla lunga una trattativa vergognosamente scaduta. Ti posso dire che la proposta economica di controparte è di 140,00 euro finora. Non ci sono altri argomenti discussi e definiti, poi ti posso dire che parte sindacale insiste per la formazione obbligatoria , i permessi sindacali e la difesa di tutti i diritti contenuti nel CCNL . Attenzione a parlare di arretrati non avremo questo ma una cifra fortettaria da trattare, detta "una tantum" . E' una trattativa molto difficile perchè la nostra categoria non è sindacalizzata e sostenere le richieste sindacali è durissima , non abbiamo armi.. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane. Se non sono stata chiara chiedimi pure . Patrizia cgil

  • Patrizia

    05/01/2024 - 18:17

    Caro Simone, se c'è scontento si fanno iniziative sindacali di protesta con i lavoratori , senza i lavoratori non si può fare nulla. Non puoi invitare a proteste pensate da te in modo estemporaneo, gli scioperi sono cosa seria e difficile e non si improvvisano. Patrizia cgil

  • Simone W

    05/01/2024 - 10:36

    Il carovita corre... anche se le adesioni magari sono state poche (e a confprofessioni può star bene comunque almeno il personale o lavora o consuma ferie), lo scontento è sempre più evidente così come la differenza con altre categorie (metalmeccanici ad esempio: che per caso le aziende non hanno avuto incremento di costi per materie prime ed energia???)... invito tutti ad abbassare i ritmi di lavoro della percentuale di inflazione non recuperata dal contratto dal 2018 ad oggi, perché tariffe e prezzi i professionisti li hanno adeguati. Serve trovare un punto di incontro a metà strada tra le due parti: DIGNITA' e SERIETA'

  • MARIA

    05/01/2024 - 9:53

    Buongiorno e buon anno (speriamo) a tutti! seguo il blog da tempo perchè trovo interessante il confronto ed spunto per muovermi all'interno dello studio professionale per cui lavoro, e leggendo credo di essere una delle poche fortunate che almeno ha potuto ottenere qualcosina, forse anche per i 21 anni di lavoro. Chiedevo, se possibile, sapere cosa in concreto si richiede per il rinnovo contratto, mi spiego: l'aumento salariale a quanto ammonta? La riduzione d'orario di quante ore settimanali? L'importo degli arretrati (che magari potrebbe essere rateizzato in un anno)richiesto? Per capire (ma non credo sia così) se le richieste siano davvero cosi impossibili da discutere. Grazie!!!

  • Patrizia

    03/01/2024 - 21:29

    Cara Francesca, vediamo che succede la settimana prossima. Dopo gli scioperi qualcosa si muove per tutte le categorie. Ti ricordo che purtroppo non siamo stati in grado di dichiarare sciopero per gli studi , però ci attacchiamo alla forza delle altre categorie, Solidarietà e unione fanno forti i lavoratori. Patrizia cgil

  • Francesca

    03/01/2024 - 14:10

    Buongiorno e felice anno nuovo a tutti! Speriamo sia l'anno della svolta. Qual è il programma di gennaio? Quale è la data ultima per ricevere una risposta positiva e riprendere la trattativa, data oltre la quale si torna a scioperare? Cerco di spiegarmi: Confprofessioni non siede al tavolo da luglio, gli scioperi di novembre e dicembre hanno avuto una bella adesione...ora possiamo entrare nella fase "ricatto"? Del tipo "se non fissiamo una data entro il 15 gennaio, noi il primo febbraio scioperiamo" e a febbraio idem, a marzo idem e così via. Uno sciopero al mese però, non uno ogni quattro. Deve passare sempre meno tempo tra una protesta e l'altra. Chiaramente con noi intendo studi professionali e tutte le altre categorie del terziario e servizi. E' una guerra che dobbiamo combattere insieme. Grazie mille per l'attenzione e ancora buon 2024!

  • Patrizia

    27/12/2023 - 21:25

    Caro Andrea, auguri anche a te ! stiamo lavorando al nuovo blog che darà delle risposte a quanto chiedete in tanti. Speriamo anche noi nella vostra risposta ... Come dicevo non si tratta di speranza ma di lavoro solo lavoro .. l'attività sindacale è questo pazienza e lavoro. Buon anno patrizia cgil

  • Patrizia

    27/12/2023 - 21:22

    Cara Roberta, non si tratta di speranza ma di lavoro sindacale costante e paziente. Se i lavoratori degli studi fossero parte attiva sarebbe molto meglio .. . ciao e buon anno patrizia cgil

  • Roberta

    27/12/2023 - 12:39

    La speranza per me è morta da tanto, ogni scusa è buona per non rinnovare il contratto (avranno ringraziato il covid per questo) e ora che altra catastrofe c'è? Prima devono andare a sciare poi in viaggio....e noi ? Come zerbini a guardare e a dire sissignore....sono passati quasi 6 anni che vergogna!

  • Andrea

    27/12/2023 - 11:26

    Buongiorno. Vorrei fare un augurio di buone feste e buon anno, sperando che l'anno che verrà possa essere finalmenete quello del rinnovo. Ognuno è artefice del proprio destino...speriamo che l'avvento del nuovo blog possa portare una scossa per avere maggiore voce e forza. Siamo appesi ad un filo...ma c'è sempre una luce di speranza. Voglio vederla così.

  • Patrizia

    23/12/2023 - 18:07

    Caro Simone, l'esempio del commercio turismo e servizi dovrebbe insegnarci che stando fermi non si ottiene nulla , ma chissà se impareremo mai... non ci sono eccetera tra i responsabili.. ma è solo 1: confprofessioni e basta. Fucili non servono e nemmeno parole grosse ma una semplice ed efficace organizzazione sindacale. Patrizia cgil

  • Patrizia

    23/12/2023 - 17:58

    Caro Alessandro, come puoi vedere dal post pubblicato sul blog, dieci giorni fa abbiamo fatto un primo incontro con i tecnici e la Filcams. Non manca molto , il tempo necessario e un po di pazienza. Tanti auguri anche a te ! Patrizia cgil

  • Alessandro

    23/12/2023 - 12:10

    Buongiorno, cogliendo l'occasione per augurare un Natale sereno e ricco di gioia a tutti voi che gestite il Blog e a colleghe/i che lo frequentano, volevo chiedere se ci siano aggiornamenti sulla trasformazione del blog in organo di rappresentanza e quanto manca all'incirca per iniziare questo nuovo processo. Ancora auguri di cuore a tutte/i

  • Simone

    22/12/2023 - 23:09

    quelli del commercio hanno fatto sciopero per 3 anni di ritardo sul rinnovo del contratto, noi che siamo quasi a SEIIIIIII che si deve fare, imbracciare il fucile?.........Spero che tutti quelli che NON lavorano al nostro rinnovo (Confprofessioni , ecc) abbiano fatto 6-7 dosi di supersierosperimentale per il Coso19

  • Patrizia

    19/12/2023 - 16:19

    Caro Federico, non sono d'accordo con te,pensaci ! E' illusorio credere che la legge risolva ogni problema. Sono piene le fosse di leggi non rispettate, in Italia poi si legifera anche troppo. I contratti collettivi sono l'unico strumento efficace per la tutela del lavoratore proprio perché frutto di trattative, bisogna lavorare per ridargli vigore e forza , non il contrario. I governi o il parlamento non centrano con la contrattazione, è compito delle parti sociali. Nelle categorie dove funzionano bene contratto nazionale e contrattazione integrativa le condizioni di lavoro sono buone se non ottime, guarda il contratto firmato con luxottica per esempio. I problemi nascono nelle categorie deboli con poca o nulla forza contrattuale, in questo il salario minimo per legge aiuterebbe di certo. Abbandonare la contrattazione collettiva significherebbe aprire le porte alla giungla della contrattazione individuale , altro che legge! Conseguenza drammatica e certa: i deboli saranno sempre più deboli. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/12/2023 - 16:05

    Cara Giorgia, il sindacato è organizzato per categorie ma è confederale . Questo significa che gli interessi sono comuni e trasversali tra le categorie. Nelle trattative ferme dei contratti commercio turismo e terziario è ricompreso anche il nostro, a Bologna a luglio ha parlato una delegata degli studi. Le controparti in tutti i tavoli, compreso il nostro, avanzano richieste simili, quindi siamo legati dagli esiti di tutte le trattative, da quello che si ottiene oppure no. Noi purtroppo non riusciamo a fare sciopero siamo legati al traino di categorie più forti e organizzate e dobbiamo stare in scia. Ci vorrebbe quello che elenchi tu, ma per farlo ci vorrebbe organizzazione sindacale ,ci vorrebbero lavoratori sindacalizzati , il sindacato è questo lavoratori organizzati : è tutto qui. Patrizia cgil

  • Giorgia

    19/12/2023 - 14:29

    Scusa Patrizia, non ho capito una cosa: come può influenzare l'atteggiamento della nostra controparte uno sciopero a cui noi non possiamo aderire, perchè non è per il nostro CCNL? Cosa gliene frega a Confprofessioni se le altre categorie riescono a scioperare, e noi no... anzi, per noi è controproducente, perchè dimostra che non abbiamo forza... non si potrebbe pubblicizzare che facciamo anche noi parte dello sciopero? Dirlo in tv, scriverlo sui giornali, come fanno medici, trasportatori e quelli delle altre categorie? Del nostro CCLN non parla mai nessuno, siamo invisibili... gli stessi dipendenti non sanno che esiste un sindacato a cui si può aderire... come possiamo smuovere le acque, seriamente? Ci vuole una bella campagna pubblicitaria: striscioni, cartelloni pubblicitari, si deve parlare della nostra situazione, al mondo, non solo a chi segue il blog! Comunque grazie per gestirlo, ed a tutti buone feste 🙂

  • Federico

    19/12/2023 - 12:38

    Buongiorno, mi dispiace ammetterlo, ma purtroppo sono d'accordo con Francesco. La contrattazione collettiva ha fallito. Ha fallito perchè siamo nel Paese degli accordi sottobanco, degli approfittatori, delle raccomandazioni, delle promesse non mantenute. Non è credibile che due parti sociali completamente contrapposte si siedano a un tavolo per ragionare e fare il bene di entrambi. Qui bisogna sempre lucrare, dimostrare di essere migliori, più potenti...Gli stipendi sono fermi da 30 anni e questo è un fallimento, è inutile girarci attorno, è un sistema che non funziona. E se negli anni in cui governava la sinistra non si è fatto niente per evitare questo fallimento ora a gioire sono i professionisti, gli evasori, i corrotti, i parenti di...La contrattazione collettiva è morta. Serve che il Governo cancelli tutto questo sistema, sicuramente non sarà nel breve, speriamo che intervenga l'Unione Europea a ridarci dei diritti che non abbiamo più. I contratti collettivi possono proseguire per l'integrazione, per il welfare, per le piccole clausole. Però stipendi, ore di lavoro, ferie, permessi, dimissioni, i punti cardine devono essere decisi dall'alto e uguali per tutti, allora sì che se poi qualcosa non va si può fare la rivoluzione. Opinione personale eh, non vi chiedo di condividerla. Buona giornata e grazie degli sforzi che fate.

  • Patrizia

    18/12/2023 - 15:26

    Caro Alessandro, magari.. Negli ultimi contratti nazionali firmati sono state inserite clausole di salvaguardia proprio per punire i mancati rinnovi ,speriamo che tuteli in futuro da comportamenti dilatori delle controparti. fino alla vergogna. I confronti sui rinnovi sono molto duri , per dire confcommercio non vuole applicare l'ipca che è un indicatore che hanno riconosciuto anche loro insieme ad altre richieste incredibili. Queste sono le nostre controparti e non c'è legge o accordo che tenga. Patrizia cgil

  • Alessandro

    17/12/2023 - 22:38

    Perché non si potrebbe mettere una legge statale che limiti il tempo entro il quale obbligatoriamente deve essere firmato un rinnovo contrattuale dalla sua scadenza? Oltre alla rappresentatività per eliminare i contratti pirata. In modo da continuare ad avere la contrattazione collettiva come principio cardine del mondo del lavoro, ma non ritrovarsi in situazioni come succede in tantissimi settori lavorativi tra i quali il nostro di contratti scaduti da un lustro... Avendo un tempo limite dalla scadenza, sicuramente i salari sarebbero più aggiornati alle situazioni contingenti di inflazione e caro vita. Le parti concordano tra di loro il contratto, ma sono obbligate a farlo, non con ping pong infiniti come ora...

  • Patrizia

    17/12/2023 - 22:00

    Caro Andrea, attenzione lo sciopero del 22 dicembre è del commercio e servizi, se ti viene applicato il contratto del commercio puoi aderire, non è degli studi professionali, non c'è rottura nelle trattative ma una fase di "stallo". chiamiamola così. Comunque lo sciopero del 22 dicembre influirà anche nell'atteggiamento della nostra controparte. Nel commercio è durissima. Vedremo dopo lo sciopero cosa succederà non possiamo saperlo ora. Siamo il sindacato e quindi certamente ci saranno delle decisioni conseguenti anche per noi, stiamo tenendo conto delle proposte che sono state fatte sul blog. Sarete sempre aggiornati. Patrizia cgil grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    17/12/2023 - 21:52

    Caro Giuseppe, stai dicendo cose che dice anche il sindacato. I contratti collettivi sono troppi, nel solo commercio ce ne sono 33, non solo ma su 900 contratti nazionali 700 sono pirata.. fino a qualche anno fa i contratti degli studi professionali erano 4 con grande fatica li abbiamo riuniti in un unico contratto, i vero nemico dei diritti dei lavoratori sono i contratti corporativi. Quindi.. benvenuto tra noi. Però, credimi, il contratto collettivo nazionale è l'unico strumento che difende i lavoratori dalla giungla attraverso un quadro di diritti "esigibili" ,non sono leggi dello stato ma sono obblighi contrattuali che dovremmo rendere più stringenti. Quindi i contratti collettivi sono indispensabili . ciao Patrizia cgil

  • Andrea

    17/12/2023 - 13:44

    Buongiorno a tutti. In merito allo sciopero del 22 dicembre (a cui parteciperò senza indugi) quali sono le prospettive per l'inizio del 2024? Se lo sciopero non smuoverà le acque, è possibile mettere in pratica qualche idea (ultimamente ci sono state proposte da vari utenti) e iniziare a spingere per l'incontro con confprofessioni? Quali sono le mosse del sindacato per il post-sciopero?

  • Giuseppe

    16/12/2023 - 10:12

    Sono d'accordo con Francesco. I contratti collettivi sono troppi in Italia, e settorializzano a non finire senza un senso logico. Se non ci fossero le leggi avremmo contratti che prevedono 1 settimana di ferie anziché 4, e così via... e poi non vedo perché il dipendente di uno studio professionale deve avere meno diritti, a parità di mansione, di un dipendente che lavora in una azienda (su retribuzione, numero di permessi retribuiti e così via). Senza contare che i datori di lavoro applicano il contratto che vogliono senza problemi, a meno che non si attivi il dipendente, e non sempre rispettano tutti gli articoli del ccnl (quelli che convengono a loro li vedono sempre).

  • Patrizia

    14/12/2023 - 21:05

    Caro Francesco, questi dati sono conosciuti e sono stati alla base del dibattito sul salario minimo che è stato cassato dal governo con l'argomento della copertura al 99 % dei contratti nazionali.. peccato non si riescano a firmare. Vedi , è proprio il contrario di quello che dici, il contratto nazionale va difeso , è l'unico strumento di tutela collettiva non solo salariale ma anche normativa , l'alternativa è il peggioramento della giungla che già c'è. I contratti nazionali devono essere difesi e migliorati soprattutto per le categorie deboli che nel terziario sono tantissime, le categorie forti si difendono sicuramente meglio anche con i contratti integrativi che per noi sono un miraggio. La strada l'abbiamo indicata da tempo: legge sulla rappresentanza e eliminazione dei contratti pirata che minano i contratti collettivi. La rinuncia ed emigrare non mi pare una gran idea , anche perchè non tutti possono farla. ciao patrizia cgil

  • Francesco

    14/12/2023 - 14:43

    Buongiorno, articolo odierno del Sole 24 Ore: in Italia dal 1991 al 2022 stipendi aumentati del 1%, media Europa-OCSE aumento del 32,5%. Questo è il fallimento della contrattazione collettiva. I fattori sono una moltitudine e non si posso elencare, le colpe sono di migliaia di persone/associazioni. Però è oggettivo come in questo Paese la contrattazione collettiva abbia fallito. Noi purtroppo siamo uno degli esempi più lampanti. Buon pomeriggio e buona emigrazione.

  • Patrizia

    14/12/2023 - 13:57

    Caro Jacopo, capisco benissimo il disagio credimi, che è anche nostro. Purtroppo non sappiamo nulla nemmeno noi , salvo che non c'è rottura ma un confronto con i rispettivi nazionali, sembra la modalità più efficace per arrivare alla firma del contratto, non c'è rassegnazione ma estrema attenzione a non rompere il sottile filo del confronto. Ci fosse pressione dei lavoratori la modalità sarebbe diversa, invece siamo costretti ad una scelta che ti assicuro non ci piace ma che almeno spero porti al risultato. Grazie delle tue parole. Patrizia cgil

  • Jacopo

    14/12/2023 - 13:04

    A me quello che più spaventa e allo stesso tempo demotiva è la totale assenza di notizie, aggiornamenti o comunque anche solo chiacchiericcio sulla questione in qualsiasi contesto d'informazione che sia internet, i social, i media o lo stesso sito del nostro organo di rappresentanza. E' come se la questione fosse a conoscenza solo di chi è coinvolto, ma che poi anche qui scommetterei che tantissimi lavoratori del settore non sanno neanche cosa sia o a casa serva un CCNL o il suo rinnovo. Nessuno sembra saper qualcosa, nessuno ne parla e questo non può far altro che agevolare la posizione della nostra controparte e su questo punto mi dispiace dirlo, per quanto riconosco un buonissima % di colpa a noi lavoratori, deve muoversi l'organo di rappresentanza che io francamente vedo ormai immobile e rassegnato, mi sbaglierò sicuramente ma questa è la mia impressione.

  • Patrizia

    13/12/2023 - 15:56

    Caro Matteo, non sbagli hai ragione. Magari questa bella idea potevano averla anche 1 o 2 lavoratori e proporla al funzionario, questo mi piacerebbe succedesse. Però qualcuno deve fare la prima mossa hai ragione tu. Tieni conto che al momento siamo in una specie di limbo, non c'è rottura delle trattative nel nostro contratto, dovesse succedere vedrai che prenderemo l'iniziativa. Patrizia cgil

  • Matteo

    13/12/2023 - 14:10

    Buongiorno, forse l'idea arriva un po' tardi. Ma il giorno 22 dicembre, giorno dello sciopero, non si poteva organizzare un sit-in fuori dalla sede di CONFPROFESSIONI? Almeno alla sede di Milano e alla sede di Roma. 50 persone a Milano e 50 persone a Roma, una decina di cartelloni, qualche striscione, dei megafoni, qualche petardo, si bloccava l'ingresso alla sede e almeno ci si faceva vedere e rovinavamo la mattinata ai fenomeni dei professionisti...Ora io lo so che la risposta sarà "sarebbe bello organizzare ma mancano i lavoratori, senza organizzazione e assemblee è dura organizzare". Però basterebbe che un funzionario sindacale abbia l'idea, scriva un articolo/sondaggio qua sul blog chiedendo "se facessimo questa cosa il giorno x all'ora y, chi parteciperebbe?" Due recapiti mail e cellulare per sentirsi e via...boh a me sembra semplice, poi magari non lo è e sbaglio io...In quel caso se nessuno dovesse partecipare si potrebbe dare tutta la colpa ai lavoratori, così mi sembra che io aspetto te, tu aspetti me e siamo fermi entrambi. Buona giornata

  • Patrizia

    11/12/2023 - 14:16

    Ciao Federico, sul diario dei contratti filcams vengono riportate solo le notizie delle trattative, noi siamo fermi così le notizie. Se cgil cisl e uil faranno un comunicato stampa lo riprenderemo sicuramente. Possiamo anche fare un volantino autonomo pubblicandolo qui sul blog da stampare e da diffondere. Lo abbiamo già fatto , l'idea di Renato è buona, svilupperei quella. Le trattative ferme per oltre 7 milioni di lavoratrici e lavoratori comprese le nostre, sono in un unico tavolo, per sostenerle è stato dichiarato lo sciopero del 22 dicembre, speriamo che sblocchi questa situazione. Poi decideremo il da farsi anche sul blog insieme al sindacato. Ciao e grazie patrizia cgil

  • Federico

    11/12/2023 - 12:31

    Buongiorno, sul sito FILCAMS, nella sezione diario dei contratti e poi diario dei servizi, il nostro ultimo articolo è datato 18 aprile e parla della trattativa di giugno. Dopo il silenzio assoluto... Considerando anche l'indegno comportamento della nostra controparte, non sarebbe il caso di aggiornare la situazione e magari pubblicare un bel comunicato con parole "forti"? Così poi si potrebbe condividere sui vostri social e noi possiamo ricondividerlo e/o inviarlo in giro...

  • Patrizia

    10/12/2023 - 14:59

    Cara allegra sul tema c'è una gran confusione e cosi ricevi risposte come queste. Speriamo di mettere ordine con il nuovo contratto nazionale nel quale abbiamo chiesto l'inserimento della formazione obbligatoria. I corsi di aggiornamento per le aso gratuiti li fa fondoprofessioni che è l'ente contrattuale che si occupa di formazione. Contattali Il link lo trovi qui sul blog patrizia cgil

  • allegra allegra

    10/12/2023 - 12:34

    Buongiorno chiedo informazione mi è stato riferito dal datore di lavoro che i corsi annuali obbligatori di aggiornamento Aso risultano a carico economico delle stesse Aso , perché formazione individuale Preciso che esistono strumenti e finanziamenti che permettono di organizzare corsi gratuiti spesso da parte come ns caso dell ordine dei medici ma chiedevo una precisazione grazie

  • Patrizia

    08/12/2023 - 21:44

    Caro Renato, le proposte vengono tutte prese in considerazione ti assicuro. In altre occasioni abbiamo dato seguito a proposte nate dal blog, per esempio la tua idea di volantino è ottima , il testo è assolutamente efficace , direi che "se è questa la coerenza " va bene. Fai il testo e mandacelo alla posta del blog. Se la trattativa non si sblocca possiamo farlo . Vediamo come va con questo sciopero del 22 se le controparti in blocco si decidono a trattare. Il problema dei soldi non esiste , abbiamo bisogno di una cosa che è a costo zero .. la presenza dei lavoratori degli studi professionali. Il blog è nel sistema Filcams che ne paga i costi , quindi il problema economico non c'è e in ogni caso non possiamo certo raccogliere soldi. Tutto si organizza tramite il sindacato , distribuzione, volantini giornali .. basta appunto avere i lavoratori . Dobbiamo partire da qui. Con la Filcams è in preparazione per l'anno prossimo una grande festa del blog per i 25 anni , probabilmente la faremo in Veneto, questa sarà una grande occasione per fare comunicazione e anche i famosi video di cui parlavi , il settore comunicazione Filcams è assolutamente attrezzato. Caro Renato se vuoi che ti dica le nostre idee , ne abbiamo milioni .. ma appunto per realizzarle ci vuole l'organizzazione e i lavoratori altrimenti appunto siamo in un eterno loop o giorno della marmotta. Vorrei che tu capissi che non si parte dalla coda ma dalla testa .. perchè la idee vanno bene ma ci vogliono teste e braccia per realizzarle, il sindacato non è un centro servizi che realizza le idee ma lo fa insieme ai lavoratori, la rappresentanza la esercita la filcams anche attraverso il blog che e solo uno strumento, è tutto chiaro ? patrizia cgil

  • Patrizia

    08/12/2023 - 21:24

    Caro Walter, come avrai notato francesco citava un presidio sindacale del commercio che non è il nostro contratto ma fa capire come si organizza un'azione sindacale. Quindi è questo che dobbiamo fare. Non c'è problema di soldi ti assicuro , ci vuole la presenza fisica dei lavoratori , al resto ci pensa la struttura sindacale. Tanto è vero che la Filcams paga tutte le spese per questo blog e anche i nostri spostamenti. I soldi sono un problema inesistente. Quindi, quello che devi fare è contattare la sede Filcams della tua città e anche seguire l'esempio di Francesco, il blog aiuterà di sicuro. La settimana scorsa abbiamo fatto una prima riunione a Reggio Emilia per la ristrutturazione del blog , abbiamo già preso delle decisioni, ora ci vuole ancora qualche riunione per varare il nuovo blog. La rappresentanza e esercitata dalla filcams attraverso il.blog. Patrizia cgil

  • Patrizia

    08/12/2023 - 21:15

    Caro Francesco , hai fatto benissimo a segnalare ! tu hai detto in due righe quello che sto tentando di spiegare in fiumi di parole.. alle iniziative sindacali ci devono andare i lavoratori organizzati dal sindacato. Grazie infinite . patrizia cgil

  • Walter

    07/12/2023 - 14:27

    Concordo con Renato e Francesco e richiedo tempistiche per il sito rinnovato che ci aiuterà per la rappresentanza. Tempi tecnici si posso quantificare o scadenziare? Può servire fare una colletta per velocizzare la questione? Se nel periodo la controparte va a sciare o fare le belle vancanze con i nostri sforzi. Noi possiamo mobilitarci per l'anno prossimo in modo che siamo pronti e prepararti per sollecitare questo rinnovo. Chiediamo l'aiuto del sindacato per questo. Puoi guidarci cara Patrizia.

  • Francesco

    07/12/2023 - 11:08

    Buongiorno, Mi permetto di segnalare iniziativa a Bolzano lunedì h 10.30 sotto la sede della Confcommercio, via di Mezzo ai Piani . Io lavoro in zona, per cui userò la mia pausa per partecipare al presidio. Se a qualcuno interessa ed è di zona ho il volantino Detto questo, a livello personale a Settembre chiesi un aumento, sia per la spirale inflazionistica, tanto più che a Marzo diventerò padre e, fatto non secondario, sono convinto di meritarlo. Ancora non ho ricevuto una risposta... Quindi bravi a chi riesce a contrattare stipendi più alti, felice per loro. Ma non tutti riescono/se lo possono permettere. E non sono uno che sta fermo, sono uno che si guarda intorno.

  • Renato

    06/12/2023 - 21:11

    Ciao Patrizia, guarda io sinceramente un paio di proposte le avrei, anche perché non voglio passare per quello che si lamenta e basta dicendo "è colpa degli altri", non sarebbe utile. Però vorrei anche che queste proposte venissero ascoltate e se possibile il sindacato o altre persone aiutassero a realizzarle se possono sembrare buone. La prima è prendere le parole di Stella di qualche settimana fa "Confprofessioni è pronta a rinnovare il proprio #CCNL riconoscendo aumenti salariali adeguati" mettendole su un volantino con assieme i nostri minimi tabellari e tutti i rinvii alla trattativa (li avevo messi nella mail che poi avevo mandato a vari media) con una frase "se questa è coerenza" oppure "fatti e non parole" o cose simili. Se i fondi del sindacato non permettono la diffusione di questo volantino fuori dai più importanti studi commercialisti delle principali città, tribunali, sedi istituzionali ecc sono anche disposto a mettere 10 o 20 euro di tasca mia per una colletta anche fra tutti noi che raccolga ad esempio ragazzi in cerca di un lavoretto per distribuirli adeguatamente, o comunque per comprare una pagina o un trafiletto di un giornale, non so i prezzi, non so se si può fare sul Sole 24 Ore ad esempio, e questa è la prima idea. La seconda è semplicemente adeguata ai tempi, invece di un difficile sciopero sempre raccogliere 10 o 20 euro a testa (magari anche attraverso l'implementazione di questo sito che sarà messa in atto) e darli a un influencer, youtuber, tic toker ecc da 1 milione di iscritti che faccia un video dedicato alla vicenda, o post, o altre cose di visibilità. Ditemi cosa ne pensate, però ragazzi le idee poi vanno realizzate altrimenti è inutile e stiamo ancora qui a parlare all'infinito come in un eterno loop.

  • Patrizia

    06/12/2023 - 16:01

    Caro Renato, beh vorrei vedere , c'è poco da stare allegri non ti pare? Il blog va difeso da intrusioni e insulti per svolgere bene il suo ruolo quindi abbiamo dovuto intervenire e lo faremo ancora. Contrattazione collettiva e iniziativa personale stanno benissimo insieme , sono cose diverse e complementari, l'iniziativa personale va sempre perseguita nel quadro di una contrattazione collettiva di garanzia per tutti. Noi facciamo contrattazione collettiva e continueremo a farla , ai lavoratori spetta il miglioramento personale. Anch'io ho buona memoria e sopratutto so cosa dico e penso: ho parlato di iniziative che si possono fare in alternativa allo sciopero ma ho anche ricordato che ci vogliono I lavoratori per farle, cosa che non abbiamo. Noi siamo in contatto con il nazionale e lelli tutti i giorni o quasi , riportiamo le notizie che ci vengono date direttamente dalla filcams che fa quello che deve fare. Devo dedurre che non ti fidi? La trattativa è ferma ,non si possono fare previsioni né belle né brutte , stiamo lavorando per sbloccarla con l'ottimismo della volontà, il pessimismo o il lamento non servono ad ottenere risultati.Ricordo a te e a tutti i colleghi che noi siamo l'unica categoria senza rinnovo del contratto che non sciopera, vi pare irrilevante? Sarà anche fuori moda ma sostenere le richieste contrattuali pesa molto ai tavoli di trattativa. Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/12/2023 - 15:44

    Cara Luciana, la trattativa degli studi professionali ha subito il destino delle altre categorie purtroppo tutte spiaggiate su richieste datoriali impresentabili. Certo che ti do speranza ci mancherebbe, come vedi il sindacato sta mettendo tutto il peso di cui dispone su tutti i tavoli compreso il nostro anche se noi ahime non scioperiamo. Il nostro obiettivo è portare a casa il migliore contratto possibile e lavoriamo per questo. Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/12/2023 - 15:38

    Caro Giulio, si spettacolo che si commenta da sé. Patrizia cgil

  • Giulio

    06/12/2023 - 11:11

    E possiamo dire addio anche al miraggio del salario minimo a 9 euro, che almeno nel mio caso avrebbe portato una ventata di aria fresca pari a circa 240 euro al mese. Tristezza a palate.

  • luciana

    06/12/2023 - 10:37

    Buongiorno, e anche il 2023 ce lo siamo giocato. Un anno, 5 incontri, mille rinvii, zero utilità, zero rinnovo, zero aumenti. Le varie mobilitazioni di novembre e dicembre hanno aperto uno spiraglio per il 2024 oppure Confprofessioni è ancora barricata dietro il suo muro e evita ancora qualsiasi rapporto? E' possibile che a gennaio si parta subito con un fitto calendario di incontri che porti questo benedetto rinnovo? Vi prego di darci una minima speranza, una sensazione positiva. E' una trattativa, e come tutte le trattative vive di alti e bassi, di momenti up e down, di sensazioni, ci si allontana e poi ci si riavvicina. In questa fase pre-natalizia, qual è la sensazione della CGIL? Grazie mille. Luciana

  • Renato

    05/12/2023 - 20:48

    Buonasera, noto un clima di sconforto e rassegnazione qui sul blog, i messaggi si sono diradati non so se per censura di quelli di insulti o per reale stato di disillusione circa le trattative. In effetti il quadro è fosco, io a Luglio ho prospettato che fino a fine anno non ci sarebbero stati incontri, mi era stato dato del pessimista, invece tranne l'incontro di Luglio incontri non ce ne sono stati. Ho tanti difetti ma penso di avere una buona memoria, e ricordo dei post in cui era stato scritto che i sindacati avevano in mente delle iniziative alternative in caso di stallo ed invece lo zero assoluto. Gli aggiornamenti sullo stato della trattativa sono stati scarni, sarebbe stato bello ad esempio leggere un virgolettato di Lelli o di altri impegnati nella trattative, anche solo per esprimere vicinanza agli iscritti, invece probabilmente avranno altre faccende più impellenti di cui occuparsi. Io vorrei raccontarvi la mia esperienza per avere la forza di cambiare le cose, per spronare le persone. Ho aggiornato il profilo Linkedin e il curriculum affidandomi anche ad una società di comunicazione, investendo risorse e tempo, e nel frattempo ho continuato a prepararmi per i concorsi pubblici. Morale della favola? Avevo già il secondo livello e una parte di superminimo, e nelle ultime buste paga me lo sono trovato più che raddoppiato. Questo perché molto nel mondo del lavoro lo fa la psicologia, se diamo ai datori di lavoro il sentore che possono perderci e loro, che non sono stupidi, calcolano che la nostra perdita sarebbe peggiore di una nuova assunzione, loro pongono rimedio. Visto che gli scioperi collettivi funzionavano negli anni '80 e ora funzionano di meno, nell'attesa investite su voi stessi, fate capire che potreste anche non tornare a lavoro Lunedì. Se vi lasciano andare allora è giusto così. Nell'attesa che si sblocchi qualcosa collettivamente agite per migliorare voi stessi, uomini forti destini forti, uomini deboli destini deboli.

  • Patrizia

    04/12/2023 - 17:55

    Cara Samantha, articolo 106 del contratto 1 giorno 100 per cento 3 giorni successivi 60 per cento . Dovessi avere problemi rivolgiti al patronato inca della tua città , l'assistenza e gratuita. Patrizia cgil

  • Samantha

    04/12/2023 - 10:56

    Buongiorno, chiedo un'informazione, sono stata in infortunio dal mercoledì pomeriggio al sabato compreso (la mia settimana lavorativa è distribuita su 5 giorni dal lunedì al venerdì), pensavo che l'infortunio venisse pagato al 100%, invece ho letto che solo il primo giorno è pagato al 100% e i successivi al 60%... mi potete dire se quanto ho letto è corretto? Grazie mille.

  • Patrizia

    03/12/2023 - 15:37

    Caro marco, e la seconda che hai detto! Ciao patrizia cgil

  • Marco

    03/12/2023 - 9:17

    Buongiorno Patrizia Nel testo del prossimo rinnovo si può inserire per i lavoratori che lavorano 5 giorni a settimana si può chiedere di pagare le festività che cadono di sabato come "festività non goduta"? Oppure è una normativa nazionale che non possiamo toccare? Grazie Marco

  • Patrizia

    02/12/2023 - 15:15

    Cara veronica, lo sciopero del 22 riguarda il commercio e servizi non noi, purtroppo non abbiamo delegati, rsa o rsu, ne organizzazione sindacale e non riusciamo ad organizzare scioperi. Dovremmo saperne di piu nei prossimi giorni, speriamo! Intanto sarebbe buona cosa farsi sentire nelle sedi sindacali. Patrizia cgil

  • Veronica

    02/12/2023 - 13:48

    Buongiorno, Lo sciopero del 22 dicembre riguarda anche il nostro contratto? C’è un volantino per questo da poter diffondere tra i lavoratori? Al momento quale è la strategia se confprofessioni continua a negarsi o fare proposte umilianti? Fare scioperi frequenti può essere una possibilità? Grazie

  • Patrizia

    01/12/2023 - 15:48

    Caro marco, in tutti questi anni ho imparato una cosa: sfogarsi fa bene alla salute e al fegato ma poi bisogna agire , scegliere da che parte stare e condividere discussioni, proposte ed iniziative. Ti assicuro si soffre meno e si finalizza l'incazzatura che è mondiale ogni giorno di più . Con stima reciproca patrizia cgil

  • Marco

    01/12/2023 - 12:07

    Buongiorno, io lo trovo vomitevole e vergognoso. il contratto è scaduto da marzo 2018, ma è stato siglato a inizio 2015 sono passati 9 anni ormai. Non ce la caviamo più con una manifestazione/assemblea ogni tre mesi...Vi ricordate il mondo come era nel 2015? Notai, commercialisti, medici, possono alzare le parcelle ma a noi non danno nulla, devono vergognarsi quando si guardano allo specchio, vergognarsi quando insegnano i "valori" ai loro figli, vergognarsi quando piangono miseria in parlamento... Dal 1990 siamo l'unico Paese europeo dove gli stipendi sono calati. In Estonia, Lettonia e Lituania sono aumentati del 200% e oltre. Qua va rifondato il sistema intero, non solo il nostro orticello. E la colpa è di tutti: lavoratori, datori di lavori, associazioni di categoria, sindacati, governi di destra, governi di sinistra, UE. La cosa peggiore purtroppo è che non vedo via di uscita, non vedo un futuro roseo, non vedo la soluzione nè come una delle categoria sopra possa risolvere questa recessione. Scusate lo sfogo. Voi avete tutta la mia stima. Marco

  • Patrizia

    01/12/2023 - 9:35

    Cara Federica è vero, io lo trovo umiliante, per questo facciamo attività sindacale per la nostra dignità. Patrizia cgil

  • Federica

    01/12/2023 - 7:52

    Buongiorno, trovo tutto questo veramente mortificante per i lavoratori.

  • Patrizia

    30/11/2023 - 14:19

    Caro Walter, mah ..sono due leggi delega da attuare entro sei mesi. C'è la cornice con titolo , vedremo cosa proporranno o se si tratta solo di un binario morto, il sospetto c'è! Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/11/2023 - 14:09

    Caro Alessandro, abbiamo condiviso quell'articolo proprio perché riportava gli argomenti di confcommercio che sono assolutamente sovrapponibili a confprofessioni ..purtroppo. il tuo ragionamento è corretto. Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/11/2023 - 14:06

    Caro Alessandro, da almeno una decina d'anni chiediamo una legge sulla rappresentanza insieme alle parti datoriali, infatti i contratti pirata , esplosi in questi ultimi anni, danneggiano anche le aziende perche distruggono la contrattazione e aumentano la conflittualita. La libertà sindacale non c'entra nulla. I tesserati cgil cisl e uil sono certificati da tempo non c'è nulla da nascondere. Chi si oppone sono sigle come ugl, cobas , cisal , sono loro che non hanno il tesseramento certificato. Quindi ti sbagli . Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/11/2023 - 13:59

    Cara sabi, tu puoi iscriverti dove vuoi, questo un blog collegato alla filcams cgil e quindi facciamo l'iscrizione alla cgil. Ciao! Patrizia cgil

  • sabi

    30/11/2023 - 11:43

    Ciao, volevo sapere se l'iscrizione al sindacato, può essere fatta con Uil o deve essere fatta solo con Cgil? Grazie

  • alessandro C

    30/11/2023 - 11:25

    Qui si apre un capito che riguarda anche le famose sigle sindacali "maggiormente rappresentative". La storia insegna che in tempi pregressi i sindacati hanno rifiutato di ricevere una regolamentazione e un istituzionalizzazione, opponendosi alla famosa "legge Vigorelli". Tornando al presente, le famose sigle sindacali tra cui anche CGIL, CISL E UIL sono le prime ad opporsi alla quantificazione della rappresentatività tramite criteri fissi e precisi, questo perché hanno paura di mostrare il loro peso reale e non quello percepito e presunto e limita notevolmente una seria regolamentazione della contrattazione, che rimane quindi demandata alle organizzazioni sindacali datoriali e dei lavoratori. Come al solito in Italia ognuno pensa al proprio mulino e questo porta alla situazione vergognosa odierna.

  • Walter

    30/11/2023 - 10:39

    Buongiorno Patrizia, https://www.ilsole24ore.com/art/stop-salario-minimo-9-euro-l-ora-passa-delega-governo-AFFyOypB Se ho capito bene con questa manovra l'intervento del ministero sarebbe la nostra salvezza per avere almeno la parte economica adeguata e rinnovata in tempi brevi. Cosa ne pensi e cosa pensano il nostri rappresentati in merito? Può servire alla nostra causa?

  • Alessandro

    29/11/2023 - 20:01

    Buonasera, leggevo le dichiarazioni della presidente di Confesercenti riguardo al rinnovo del CCNL commercio: https://www.ildiariodellavoro.it/contratto-commercio-de-luise-confesercenti-pronti-al-rinnovo-prima-di-natale/ La Meloni ha detto che non ci sarà spazio per la detassazione degli aumenti contrattuali nella Manovra, perché le risorse impiegate per il taglio del cuneo fiscale, sarebbero state raddoppiate da una detassazione in tal senso come chiesto dalle parti datoriali e dalle organizzazioni sindacali per rinnovare al più presto i contratti scaduti. Alla luce di ciò, come si può auspicare un rinnovo contrattuale nel Terziario, dove tutte le parti datoriali chiedono come presupposto la detassazione degli aumenti? Sembra come scalare l'Everest. L'unica sarebbe organizzare scioperi ad oltranza fino a convincerli per forza a cedere. Immagino che l'orientamento di Confprofessioni segua molto da vicino quello di Confcommercio e Confesercenti...

  • Patrizia

    28/11/2023 - 21:27

    Caro Luca, ti rispondo molto volentieri. I contratti pirata sono contratti firmati da sigle sindacali poco rappresentative se non nulle , purtroppo non c'è una legge che lo impedisca, da tanto chiediamo che si intervenga. Sono contratti peggiorativi che mirano a distruggere i contratti nazionali confederali, su 900 contratti nazionali 700 sono pirata , è una metastasi. Nel nostro settore ci sono contratti pirata dei dentisti avvocati, notai ecc. Piccoli contratti senza nessuna contrattazione. Noi vogliamo un contratto nazionale che faccia pesare tutti i suoi numeri e mantenga la bilateralità costruita nel tempo che con i contratti pirata sarebbe persa. Quindi dobbiamo stare dentro questa trattativa con questa controparte, uscirne sarebbe anche peggio. Spero di averti risposto , casomai chiedi, rispondo volentieri, è un tema importante grazie di averlo proposto. Patrizia cgil

  • Luca

    28/11/2023 - 12:51

    Buongiorno, una domanda per capire meglio. Sul blog ho letto tante volte di "contratti pirata" che anch'essi vengono e non vengono rinnovati. Ma chi ha deciso che quelli sono pirata e il nostro attuale è il contratto sovrano? Se Confprofessioni non si sveglia non possiamo contrattare con qualche altra "associazione" di controparte e firmare un altro contratto? Poi chiedere ai nostri datori di lavoro che ci venga cambiato? Vorrei capire se è impossibile e perchè non funziona così...Grazie mille.

  • Patrizia

    27/11/2023 - 16:40

    Cara simona, i contratti nazionali sono frutto di trattative tra parti sindacali rappresentative del settore , non sono leggi dello stato. La nostra controparte è diversa dai bancari . Noi dobbiamo discutere con confprofessioni... L'assegno ad personam o superminimo lo si può ottenere individualmente trattando con il proprio datore di lavoro. Dipende dalla forza contrattuale all'interno dello studio. Il superminimo è diffusissimo anche negli studi , nulla ti vieta di provare. Capiamo credimi ,lavoriamo negli studi, è durissima per tutti, per questo facciamo attività sindacale. Patrizia cgil

  • Carmen

    27/11/2023 - 14:59

    Ricordo che questo è un blog GESTITO DA DIPENDENTI e che questo spazio ce lo ha offerto (vuol dire REGALATO) la Filcams-Cgil, quindi è a tutti gli effetti UNO SPAZIO SINDACALE! Patrizia continua a sottolinearlo, e nonostante ciò ci sono ancora persone che pensano che la "colpa" del mancato rinnovo sia nostra: è un'assurdità! Il rinnovo lo stiamo aspettando con ansia anche noi, come tutti voi ! Viene sì da pensare che alcuni commenti che ci giungono, siano commenti fasulli e postati con il solo intento di dividere la nostra categoria. Quindi ribadisco quanto già espresso da Patrizia: i commenti che hanno come unico scopo quello di divicerci, che contengono insulti o illazioni su complotti o cose simili, non saranno pubblicati. Se qualcuno avesse qualche dubbio su di noi, può andare a leggere la nostra presentazione su "Chi siamo"!

  • Simona

    27/11/2023 - 14:43

    Scusate è la prima volta che scrivo ma trovo desolante che il contratto dei bancari che già non se la passavano proprio male sia stato rinnovato con un aumento di oltre 400 euro e noi dobbiamo continuare ad elemosinare persino il rinnovo. Mi è sempre stato detto che esistono minimi tabellari ma che nulla vieta al datore di lavoro di aumentare questi minimi. Ma è credibile che se un datore di lavoro per legge può darti 100 di sua spontanea volontà di da 200? Non mi è mai successo. Scusate lo sfogo ma con una busta paga di 1.300 euro e due figli non riesco ad essere serena. Buona giornata

  • Massimo

    27/11/2023 - 12:31

    concordo. Le offese e gli insulti sono tipici dei DEBOLI. Spesso mi capita di dissentire rispetto al pensiero di Patrizia o altri ma questo non vuol dire che sono autorizzato ad insultare. L'educazione va oltre tutto. Spero che questo blog, che frequento da tempo, possa diventare punto d'incontro e di crescita per noi tutti.

  • Patrizia

    27/11/2023 - 11:56

    Caro Walter, abbiamo già fissato le riunioni con i tecnici e la filcams per intervenire sul blog, la strada è tracciata , i tempi sono quelli tecnici. Io sono paziente però mi disturba molto essere insultata, anzi a dirla tutta ci soffro. Trovo insopportabile usare il blog per sfogare rabbie e rancori a caso. Questo è un blog aperto alla discussione e al ragionamento e alle informazioni, non può essere un bersaglio degli odiatori. Grazie per le tue parole. Patrizia cgil

  • Walter

    27/11/2023 - 11:35

    Cara Patrizia, Spero presto diventi operativo il blog che ci dia rapprensentanza e possibilità di organizzarci anche per chiarire con quelle persone che solo insultano, che siamo dalla stessa parte e vogliamo tutti più dignità per il nostro lavoro e per il nostro contratto. Colgo l'occasione per chiedere se il blog verrà aggiornato nel 2023 o ci vuole più tempo e quindi si riparla per il 2024?

  • Patrizia

    27/11/2023 - 10:27

    Avviso ad Olaf e ai disturbatori vari. Non perdete tempo, le offese e le minacce non ci fanno impressione , fate altro , i vostri messaggi saranno cancellati. Patrizia cgil

  • Patrizia

    24/11/2023 - 21:32

    Caro Massimo,cosa significa che sono organizzazione sindacale delle banche? Boh! per il contratto dei bancari c'è stata una trattativa tra le organizzazioni sindacali i delegati dei lavoratori e le parti datoriali , non una concessione unilaterale . Non sono tutti fiori ,le banche avevano chiesto una flessibilità esagerata e hanno messo sul piatto i soldi che hanno in abbondanza, nell' accordo ci sono anche molte norme importanti. La contrattazione serve per difendere gli interessi dei lavoratori rispondendo alle richieste datoriali, per farlo ci vuole organizzazione e i bancari sono organizzati, altrimenti sai che contratti avremmo... te lo sei mai chiesto? La differenza enorme con noi è che non abbiamo forza contrattuale e i professionisti non mettono sul piatto proprio niente , hanno solo pretese. Quindi confermo, la differenza tra una buona e una cattiva trattativa la fa una categoria organizzata. Se tu discutessi di queste cose in sindacato ti sarebbero chiare. Patrizia cgil

  • Massimo

    24/11/2023 - 19:40

    Buonasera, non sono d'accordo con te Patrizia (organizzazione sindacale delle banche). I bancari hanno ottenuto un rinnovo da favola per due motivi: le banche stanno dimezzando il personale perchè ormai si punta sull'autogestione e, inoltre, a causa degli altissimi rendimenti attuali dei tassi stanno triplicando gli utili (vedi l'ultimo dato trimestrale) e quindi si possono permettere di accontentare i dipendenti che diventano più produttivi perchè ben pagati.......... ed inoltre sono sostenute dal governo sia nazionale che europeo.

  • luca l

    24/11/2023 - 17:21

    Buonasera, purtroppo le regole di rivendicazioni attuali sono efficaci solo per le medie-grosse realta' aziendali per le piccole-piccolissime invece sono poco efficaci quindi sarebbe auspicabile spingere nella direzione di indicizzazione automatica anche parziale all'inflazione, come gia' successo in passato con la scala mobile, almeno per i contratti attualmente piu' penalizzati come quello degli studi professionli

  • Patrizia

    24/11/2023 - 16:06

    Cara Giorgia non ti pubblichiamo perché continui ad offendere, altro che verità e giustizia ! Non abbiamo altro da dirci patrizia cgil

  • Patrizia

    24/11/2023 - 16:03

    Cara gianna , quello che noi non facciamo è organizzazione sindacale, cosa che i bancari fanno molto bene. Patrizia cgil

  • Gianna

    24/11/2023 - 13:04

    Riferito all'aumento dei bancari: non solo hanno un aumento corposo ma dal 1° luglio 2024 lavoreranno mezz'ora in meno a parità di retribuzione. Prendiamo esempio per capire dove stiamo sbagliando (noi lavoratori), cos'hanno fatto loro che noi non facciamo??

  • Patrizia

    23/11/2023 - 23:53

    Ricordo a tutti che domani c'è sciopero generale nelle regioni del nord. E uno sciopero a cui possiamo aderire, ne abbiamo i motivi. Patrizia cgil

  • Jolanda

    23/11/2023 - 21:08

    Buonasera, ho scaricato la app di alcuni motori di ricerca di personale e ho notato che moltissime aziende cercano impiegati con esperienza presso Studi professionali: lo richiedono proprio come requisito fondamentale. Pensate a quanto valiamo sul mercato. Confprofessioni si fa forza sul fatto che non siamo organizzati sindacalmente? Non ci interessa, noi siamo più forti. Ciascuno di noi si impegni a fare qualcosa per verificare quanto vale sul mercato, a scaricare app per la ricerca di lavoro, a iscriversi sui siti delle società di ricerca di personale, a scrivere curriculum, ad iscriversi a servizi web per la creazione di rete professionale specificando competenze e cercando legami utili alla ricerca di alternative più soddisfacenti, a fare colloqui. Io lo sto facendo e ne vale la pena, perché mi sono resa conto di avere una professionalità spendibile e la possibilità di guadagnare molto di più facendo le stesse cose. L’obiettivo è quello di aderire a quel fenomeno di cui tutti parlano, ovvero la Great resignation. Quando si ritroveranno senza personale, e così sarà se non si svegliano, saranno loro a supplicarci per accettare proposte che a quel punto saremo liberi di rifiutare. C’è da guadagnare, credetemi. Jolanda 77

  • Massimo

    23/11/2023 - 18:14

    Buon pomeriggio, volevo rendervi partecipi di quello che vedo in questi giorni. Mutui al 4% annuo ....per trent'anni vuol dire che chi chiede in prestito una somma la rimborserà più del doppio......e poi oggi la notizia più bella in assoluto....rinnovato contratto dei bancari....435 euro di aumento....badate bene....435 euro non l'anno ...al MESE!! e 1.250 euro di una tantum per vacanza contrattuale.....e i bancari in Italia sono 270.000.....noi che siamo quasi quattro volte i bancari, ci accontenteremmo di 150 euro al mese di aumento...e invece tanti saluti...........W L'Italia

  • Marco

    23/11/2023 - 13:18

    Ciao a tutti. Leggendoci Confprofessioni gongola. Siamo divisi e ci attacchiamo fra di noi. Attacchiamo il nostro rappresentate, invece dobbiamo attaccare Confprofessioni, unico responsabile dello stop alla trattativa. Questo Parlamento ha fatto molto per l'aumento delle retribuzioni. Ha alzato le detrazioni ipref, ha abbassato l'aliquota IRPEF, ha abbassato del 7% la contribuzione Inps a carico del dipendente. Si può fare di più? Seconde me si potrebbe reintrodurre la scala mobile. Confprofessioni non può pretendere altro. Ci sta altamente prendendo per i fondelli. Unico nostro avversario è una controparte ingorda.

  • Patrizia

    22/11/2023 - 16:10

    Cara Giorgia, ti rispondo senza pubblicarti. Il tuo post contiene falsità e offese anche personali a me e contravviene alle regole del blog. Sei entrata in casa della filcams e come minimo devi entrarci educatamente. Non abbiamo mai chiesto il tesseramento rispondiamo a tutti , ho sempre e solo spiegato perché serve. I complotti sono solo invenzioni della tua fantasia, il sindacato ha convenienza a firmare contratti, il contrario semplicemente non esiste. I numeri del blog sono ben noti a confprofessioni che ci legge ..gli argomenti che discutiamo qui sono portati al tavolo, ma per pesare davvero non servono i numeri virtuali ..è banale solo dirlo. Io non ho il potere di fermare chi vuole rivolgersi a report. Non sei obbligata a seguirci, se hai bisogno di nemici o capri espiatori non facciamo al caso tuo. Patrizia cgil

  • Patrizia

    22/11/2023 - 16:02

    Cara gianna, non hai scoperto l'acqua calda , direi che è così. Le mail le abbiamo già fatte partire dal blog ,abbiamo bisogno di qualcosa di più, per questo lavoreremo per cambiare il blog. Ciao e grazie patrizia cgil

  • Gianna

    22/11/2023 - 13:00

    Cito dall'articolo pubblicato dall'articolo pubblicato dal sito di Confprofessioni l'8 novembre: <> Ecco mi domando, magari sto facendo la scoperta dell'acqua calda, Confprofessioni sta velatamente scaricando il problema al governo, implicitamente dicendo: se non detassate gli incrementi retributivi noi non rinnoviamo gli accordi? Ha senso Patrizia che noi lavoratori, oltre agli strumenti ampliamente discussi, mandare mail di protesta a Confprofessioni? Sempre in tono educato naturalmente.

  • Patrizia

    20/11/2023 - 19:42

    Cara Francesca, purtroppo no. Guarda anche oggi confprofessioni ribadisce che la contrattazione collettiva è la strada per intervenire sui salari.. ma poi non è conseguente. Patrizia cgil

  • Francesca

    20/11/2023 - 13:45

    Buongiorno, nessuna novità da Confprofessioni? Continuano imperterriti o si sta aprendo qualche spiraglio almeno per un incontro di trattativa? Grazie mille!

  • Patrizia

    15/11/2023 - 21:32

    Cara Tania, si hai ragione , ti spiego. Il blog per come è stato concepito è uno sportello sindacale, in questo senso siete in sindacato. Non è un organismo di rappresentanza, non è organizzato per esserlo. Le iniziative che sono partite dal blog hanno raggiunto il massimo dell'efficacia non possono più darci molto, anche se al tavolo delle trattative quello che facciamo e diciamo qui ha il suo peso, che però deve aumentare. Per essere efficaci e usare la forza di migliaia di utenti dobbiamo trasformare il blog in uno strumento di rappresentanza vero , cosa che faremo nelle prossime settimane insieme alla filcams cgil Se hai seguito il blog avrai visto lo scambio di idee con Alessandro e Walter. Quindi è giunto il momento di fare un salto di qualità , non possiamo più gestire un blog dove ci si sfoga e basta senza costruire nulla. Spero di essere stata chiara,, casomai chiedi. Ti ringrazio di cuore per il tuo intervento costruttivo ! patrizia cgil

  • Patrizia

    15/11/2023 - 21:25

    Caro Massimo, ti ho già risposto decine di volte .su quest'argomento .... te lo ripeto , il sindacato non è un'azienda nè di produzione nè di servizi nè un'agenzia, è una associazione , ci sono funzionari in distacco che vengono eletti da assemblee dei lavoratori e ci sono anche moltissimi volontari, non è un mondo perfetto ma è l'associazione che rappresenta milioni di lavoratori. Riassumendo : i funzionari ci sono perchè ci sono i lavoratori iscritti che li eleggono, i lavoratori degli studi professionali non si iscrivono e quindi non eleggiamo nulla , usiamo la forza degli altri per contrattare con confprofessioni. con in mano l'arco e le frecce . Il sindacato comunque investe sulla nostra categoria uomin, donne e mezzi, dovremmo ringraziare. ERGO il problema siamo noi non il funzionario che non produce il contratto per lavoro come fosse un bullone. Gli scioperi, le assemblee , tutto quello che è attività sindacale è svolta dai lavoratori. In settimana cominciano gli scioperi li fanno i lavoratori organizzati dal sindacato. Noi qui rappresentiamo la Filcams cgil anche se siamo volontarie, quello che dici del sindacato offende anche noi. Non c'è distinzione, siamo in contatto giornaliero con il nazionale Filcams. Vorrei non tornare su questo argomento quindi ti prego non riproporlo qui. Ti prevengo : il mio tono è adatto al grado di incazzatura, perchè mentre tu ti lamenti che vai in palestra alle 21 io a quest'ora ti sto rispondendo, è questione di scelte. Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/11/2023 - 21:07

    Caro Andrea, io porto la mia esperienza non come verità assoluta ma perchè solo l'esempio fa capire determinati concetti , la teoria non serve. Vi dimostro che si può fare perchè l'abbiamo fatto , in troppo poche purtroppo, lavorando il doppio anche solo per 1 giorno di ferie usato, ma davvero pensi che per noi sia diverso o meglio, davvero pensi che non conosciamo perfettamente quello che racconti ? è il nostro mondo non occorre che ce lo spieghi, per questo facciamo attività sindacale. Dictat, cosa significa ? se ti riferisci al contratto unico per tante professioni il motivo è perchè c'è più forza a fare un contratto con 1 milione di lavoratori che 50.000 dei notai è semplice, tanto è vero che confprofessioni organizza e rappresenta 33 e più tipologie professionali. Contatta la Filcams della tua città, è normale ricevere i lavoratori fuori orario o anche il sabato mattina. Caro Andrea, il tempo si trova come lo troviamo noi , e questione di scelte. Ti do un consiglio, se vuoi seguirlo bene altrimenti pazienza: è meglio se contatti UNICA l'associazione degli assistenti notarili , è una associazione collegata alla Filcams cgil e anche a noi , fa molta attività soprattutto di formazione , forse ti troverai a tuo agio con dei colleghi di studi notarili. Unica fa il suo congresso a Napoli sabato 18 novembre , dove ci sarà anche la Filcams nazionale con Danilo Lelli. Infine: mai detto che sei stato maleducato, ho detto che non scuso chi offende noi e il sindacato, risposte piccate ? sarei stanca di leggere questa cosa .. io rispondo a tono anche per ottenere una reazione da voi e perchè non intendo giustificarmi o subire. Vorrei uscire dalla trappola del vittimismo basta ! patrizia cgil

  • Tania

    15/11/2023 - 18:37

    Buonasera Patrizia, io non riesco più a capire come ci dobbiamo comportare anche perchè sinceramente comincio a trovare un pò di contraddizioni nelle risposte che ci vengono date. Ho dei grandi interrogativi: ci viene detto che qui "siamo in sindacato" allora perchè non riusciamo ad organizzare qualcosa tutti insieme? Questo blog è il sindacato sì o no, oppure ha solo la funzione di informazione e di sfogo per noi poveracci? Poi prima scrivevi "Il problema è che non solo non vogliamo scioperare ma nemmeno fare delle assemblee , riunioni .. nulla di nulla e con il nulla di nulla non si ottiene nulla. " Questo non è vero, abbiamo chiesto più volte di fare delle assemblee o scioperi, ma chi le deve organizzare? Se andiamo singolarmente nelle sedi CGIL della nostra città chi ci darà importanza? Qui sul blog siamo in tanti, tesserati e no, perchè non possiamo organizzare noi qualcosa?

  • Massimo

    15/11/2023 - 17:26

    Andrea sono perfettamente d'accordo con te e mi permetto di aggiungere una cosa........IO PERSONALMENTE sono costretto ad andare in palestra la domenica o la sera alle 21 perchè non ho praticamente un minuto di vita privata libero......e PERSONALMENTE non ho nessuna intenzione di dedicare quel pochissimo tempo libero che ho ad attività sindacale ..........e motivo così questa mia affermazione: c'è chi fa il sindacalista DI PROFESSIONE ed è stipendiato e guadagna ben oltre le nostre retribuzioni......se si fa attività sindacale in maniera del tutto gratuita (come Patrizia) non c'è che da ringraziare.....ma se si viene retribuiti bisogna portare a casa i risultati.....e qui di risultati non se ne vedono.....mi spiace ma rispetto chi come Patrizia lo fa per vocazione ma non accetto che i rappresentanti sindacali che sono molto ben retribuiti, soprattutto ai vertici, non siano capaci di ottenere un rinnovo dopo sei anni.........mandarli a casa e passare avanti........se portassero a casa risultati tangibili sicuramente invoglierebbero l'attività sindacale, il supporto e il tesseramento......ma francamente con questi risultati...

  • Andrea

    15/11/2023 - 11:50

    Portare la propria esperienza come realtà assoluta, mi pare leggermente assurdo. Le realtà variano già da provincia a provincia. Figurarsi tra regioni. Oltretutto i settori professionali prendono a loro volta diverse categorie, io per l'appunto faccio parte della minoranza. Comprendere tutte queste realtà e pensare di poter unificare il tutto dando un dictat che per tutti sia uguale lo svolgimento del lavoro, gli orari, la mole, le mansioni e soprattutto come aderire ad eventuali attività mi pare davvero utopia. Io per prima non saprei le esigenze di un collega che lavora in uno studio di avvocatura nonostante lavori in uno studio notarile. Oltretutto parli di andare in sindacato. La Filcams a Cagliari ha degli orari di apertura che sono i medesimi di tutti gli studi professionali, senza contare che come potrai notare NON ci sono attività. Non ha neppure una pagina web propria. Ora, mi si dice " Caro Andrea , ho sempre lavorato in piccoli studi 2 o 3 persone , eppure ho sempre fatto anche attività sindacale nel mio tempo libero o con i miei rol e le ferie. Si può fare." perfetto, probabilmente nella sua carriera ha imparato a gestire anche il tempo lavorativo nel migliore dei modi, ma purtroppo a fronte di tutte le mie mansioni, se mi assento un giorno, devo recuperarlo quel lavoro ergo devo toglierlo alla mia vita privata, che come tutti penso che sia davvero limitata. Oltretutto non ho fatto la vittima, ho esposto realtà che, forse, non si conoscono. Se nel blog qualsiasi lavoratore vi indica che qualcosa non va' nella gestione mi permetto di dire che, forse, qualcosa non va' davvero. E' abbastanza ovvio che la controparte non abbia intenzione di interagire, che convenienza ne avrebbero? Io sinceramente non penso assolutamente che tutti i colleghi si nascondano dietro uno schermo. Penso però che tutti abbiamo un mutuo, le bollette, i figli e tutti abbiano paura di perdere il lavoro. Perchè la realtà dei fatti è che siamo tutti iperspecializzati in una sola cosa e se per esempio io perdessi il lavoro, considerando che sono presenti 95 notai in TUTTA la Sardegna, probabilmente starei a spasso. Infine, non mi pare di aver scusato la maleducazione. Ma di contro, nonostante i miei toni che credo siano assolutamente educati, mi ritrovo con una risposta piccata. Credo che tutti abbiano bisogno di un po' di umiltà. Detto questo mi scuso per la lungaggine, ma è stato sicuramente producente a capire i pareri. Buon lavoro.

  • Patrizia

    14/11/2023 - 18:51

    Cara Francesca, quelli sono accordi di categoria. Non mi pare che confprofessioni abbia intenzione di fare accordi di questo tipo . Vorremmo il contratto nazionale firmato sarebbe ora .. e sarebbe ora che noi ci agitassimo per rivendicarlo. Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/11/2023 - 18:49

    Cara Alice, leggi la risposta che ho dato ad Andrea. La tessera serve per essere rappresentati , l'ho spiegato mille volte , qui sul blog nessuno ve la chiede , vi abbiamo solo e sempre spiegato cosa serve la rappresentanza, non è questione di costi . Le associazioni possono rappresentare se hanno i rappresentati. In ogni caso si può partecipare all'attività sindacale anche da non tesserati. Non può essere una scusa. Noi insistiamo per il contratto nazionale perchè tutela tutti anche chi non può fare trattative personali sui superminimi. è una questione di giustizia. Noi siamo demoralizzati da quello che leggiamo sul blog mi piacerebbe vedere una categoria che combatte per i propri diritti invece che piangersi addosso. Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/11/2023 - 18:23

    Caro Andrea , ho sempre lavorato in piccoli studi 2 o 3 persone , eppure ho sempre fatto anche attività sindacale nel mio tempo libero o con i miei rol e le ferie. Si può fare. Se frequenti il blog da tanto tempo avrai notato che rispondiamo a tutti, non chiediamo la tessera , mai chiesta. Ho sempre spiegato a cosa serve il tesseramento : dare forza e rappresentanza alla categoria, il sindacato è una associazione e alle associazioni ci si iscrive, mai abbiamo chiesto il tesseramento . Il gruppo blog è formato da 3 iscritte e 3 no, quindi puoi fare attività sindacale anche da non tesserato. Il costo tessera è uguale per tutte le categorie , si iscrivono anche badanti e colf che prendono meno di noi. Cosa puoi fare ? io sono andata in cgil e ho chiesto che cosa posso fare per dare dignità al mio lavoro e migliorare le condizioni di lavoro della categoria ? mi pare l'unica cosa intelligente da fare proprio per dire le cose che scrivi, perchè vanno dette in sindacato per avere peso , valore e soluzione. Il vittimismo non serve a nulla e a nessuno. Il sindacato si è adeguato a noi da più di 20 anni ci ha messo a disposizione uno strumento: questo blog che nessuna categoria in cgil ha, usiamolo bene basta lamenti. Il problema è che non solo non vogliamo scioperare ma nemmeno fare delle assemblee , riunioni .. nulla di nulla e con il nulla di nulla non si ottiene nulla. Non è ammissibile offendere chi sta provando a tutelarci , non è scusabile trattare noi e il blog come capro espiatorio di rabbie e delusione. Ti dirò noi siamo molto deluse da quello che leggiamo dopo tutto il lavoro che facciamo in sindacato e sul blog e ci chiediamo spesso se ne vale la pena. Non scuso proprio nessuno. Patrizia cgil

  • Alice

    14/11/2023 - 18:00

    Rispondo ad Andrea, concordo ... noi siamo in 2 in ufficio il mio collega è part time percio' siamo 1 e 1/4 .... impossibile scioperare. Iscriversi al Sindacato ? un ulteriore costo .. l'unica cosa è la trattativa personale con il datore di lavoro. Siamo tutti demoralizzati, siamo una potenza ma piccolissime realtà ..

  • Francesca

    14/11/2023 - 17:51

    Buonasera, mi sono appena imbattuta in questo articolo https://www.msn.com/it-it/money/storie-principali/bonus-di-natale-oltre-alla-tredicesima-fino-a-2-mila-euro-in-pi%C3%B9-ma-non-%C3%A8-un-regalo/ar-AA1jUnpu?cvid=41b99e08135f411e8af9535c42a3169a&ocid=winp2fptaskbarhover&ei=4, dove viene comunicato l'accredito di un "bonus natale" ai dipendenti pubblici, causa ritardi nel rinnovo del contratto. Non sarebbe possibile valutare un discorso simile anche per noi degli studi professionali?

  • Andrea

    14/11/2023 - 13:06

    Gent.li tutti, seguo da tanto il blog e l'unica cosa che denoto da parte dei colleghi credo che sia sconforto e profonda delusione. La nostra piccola realtà individuale, purtroppo permette "poche alzate di testa". Parlando almeno per la mia piccolissima realtà siamo in tre, tre dipendenti che fanno molte cose (come immagino in tutti gli studi) . Il nostro notaio è assolutamente una brava persona, ma la realtà dei fatti è che sono ad un 3s con 1400 euro e so per certo che il mio lavoro non vale così poco. Ci chiedete la tessera e lo capisco, ma io per esempio a fronte del mio stipendio spendo 800 euro di mutuo ed il resto va via con bollette e spese. 70 Euro attualmente per me sono impensabili come spesa extra, ho letteralmente i soldi contanti al centesimo ogni mese. Cosa posso fare? Sciopero? Il rischio è di perdere il lavoro in una piccola città, e parlando a livello pratico la possibilità, nonostante le mie capacità, di trovare lavoro presso un altro notaio sono pari a zero, dato che tra loro parlano, ed il mutuo è da pagare. Credo che questa realtà sia comune a molti. Trovo che tutti i lavori siano importanti, ma trovo assurdo che tutti quanti noi, con tutte le responsabilità che abbiamo ( tra dipendenti di commercialisti, avvocati, notai, studi medici ecc) siamo considerati meno di una persona che lavora in supermercato, aggiungendo poi che siamo letteralmente a rischio esaurimento ogni giorno tra scadenze, clienti e l'assoluta pretesa di ZERO errori. Non ho una soluzione ovviamente, ma non credo che la risposta giusta sia tesseratevi, perchè (parlando almeno per me) avrei ulteriori 70 euro in meno e di contro nessun servizio che potrei "tangere con mano". Credo che i termini coloriti dei colleghi siano per questo e so per certo che purtroppo non sono parole che possono dire al proprio datore di lavoro, anche perchè le risposte sono "sto applicando il contratto", pertanto vengono rivolte a voi. Forse il sindacato potrebbe adeguarsi ai suoi lavoratori, il come? Non lo so, ma confido che delle persone che fanno questo da una vita, sappiamo consigliarci al meglio. Un buon lavoro a tutti.

  • Patrizia

    13/11/2023 - 18:51

    Caro Luca , la strategia particolare è il blog che ha migliaia di utenti e incrocia proprio i lavoratori dei piccoli studi difficili da raggiungere. Sta a noi usarlo in modo corretto per l'organizzazione e il rapporto con il sindacato , blog che cambierà nei prossimi mesi. Non si può assolutamente bypassare confprofessioni è la controparte! Ti pregherei infine di rapportati al blog in modo educato e civile , le parole sono importanti. Se hai idee e proposte e anche per aderire allo sciopero generale basta che contatti la filcams cgil della tua città . Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/11/2023 - 18:05

    Caro Walter , come vedi la situazione generale è difficile per tutte le categorie, i tavoli sono bloccati dalle controparti che sono in attesa di chissà che dal governo , tanto che venerdì incominciano gli scioperi generali ai quali possiamo aderire anche noi, non abbiamo altro mezzo di pressione. Capisco lo sconforto che è anche nostro, questo non giustifica le offese le provocazioni e le intromissioni. Il blog sarà ristrutturato credo entro l'anno nel senso indicato da te e alessandro ma anche da noi. Tempi veloci, le prime ad avere fretta siamo noi , il blog deve assolutamente cambiare. La filcams del veneto e di Padova da più di 20 anni mi appoggiano in ogni iniziativa, il blog è nato proprio dalla spinta della filcams di Padova ,purtroppo quelli che sono mancati in questi anni sono i lavoratori. Il problema è questo. Patrizia cgil

  • Walter

    13/11/2023 - 17:50

    Cara Patrizia, credo che sia pensiero comune che la nostra situazione siamo al limite. Questo stallo non aiuta ne la causa di rinnovo ne tanto meno la fiducia da parte dei lavoratori nel sindacato. Io come credo, alcuni che seguono il Blog da tempo abbiamo, aderito al sindacato senza ancora oggi avere un sostegno od iniziative concrete per dare forza alla categoria. Siamo solo in attesa di "non si sa cosa". Perché le cose non cambiano sia dalla parte dei nostri datori di lavoro sia da parte di chi ci rappresenta. Nel personale sto pensando seriamente di cambiare settore o cercare di trovare una contrattazione individuale migliore. La richiesta generale da parti di molti di quelli che seguono il Blog penso sia avere qualche input che stiamo aspettando qualcosa perché sappiamo che è colpa tutto di Confprofessioni ma chi ci rappresenta sta facendo qualcosa? Io sto cecando di fare la mia parte convincendo colleghi e conoscenti che hanno il nostro contratto di aderire al sindacato e fare attività sindacale. Ma vedo in prima persona che questo cambiamento ha bisogno di molto tempo e le iniziative da parte del sindacato sono poche rispetto al lavoro che effettivamente c'è bisogno per la nostra categoria. Nel vostro territorio funziona allo stesso modo? C'è bisogno di molte assemblee e credo che il blog ci può aiutare molto se diventa di rappresentanza come dicevamo. Tempistiche?

  • Patrizia

    13/11/2023 - 17:08

    AVVISO PER TUTTI Il blog non è uno sfogatoio nemmeno un capro espiatorio , non è una pagina fb e nemmeno un bar. D'ora in poi selezioneremo i messaggi , non pubblicheremo più post evidentemente provocatori e di dubbia provenienza che allontanano chi veramente vuole discutere o ha bisogno di informazioni. Usiamo bene uno spazio di informazione e discussione! Le regole sono sulla home page. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/11/2023 - 16:57

    Caro Luca, abbiamo deciso di non pubblicarti. Dopo tanti tuoi messaggi abbiamo seri dubbi che tu sia un lavoratore degli studi professionali. Non mi pare tu abbia interesse ai temi del lavoro ma solo di denigrare quello che facciamo con motivazioni politiche. Noi non siamo indrottinate e non siamo al soldo di nessuno. Puoi anche non frequentare il blog chiudiamo qui. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/11/2023 - 13:13

    Cara Vincenza, io non devio proprio nulla la risposta l'ho data decine di volte, non è fissato nessun incontro confprofessioni non da disponibilità. Dico anche a te che se pensate che il sindacato sia un'agenzia di servizi e noi degli agenti avete sbagliato strada. Pensate piuttosto a dare una mano, su questo argomento chi divaga siete voi. Patrizia cgil

  • Vincenza

    13/11/2023 - 12:56

    Cara Patrizia, ancora una volta però non hai dato una risposta, deviando il discorso.... Quando il prossimo incontro? Grazie.

  • Patrizia

    13/11/2023 - 9:35

    Cara jolanda , il sindacato non è un supermercato e il contratto non è un etto di prosciutto, la tessera non è una tessera sconti. Qui sei in filcams che ti da la possibilità di avere informazioni e di dire quello che pensi, rispetta chi ti dà questa possibilità, oltretutto stai parlando con delle tue colleghe. E' il contrario di quello che dici ad essere attivi devono essere i lavoratori insieme al sindacato, è una risposta sbrodolata per te? Pazienza ... Riserva le parole grosse senza costrutto su fb , nel blog si ragiona sport non praticato da molti purtroppo , te compresa. Patrizia cgil

  • Iolanda77

    13/11/2023 - 6:55

    Buongiorno, la tessera sindacale vale la pena pagarla se il sindacato è ATTIVO per il settore. Il sito Filcams sugli studi professionali è fermo all’ultima volta che l’ho visitato (maggio), il blog chiede ai dipendenti degli studi professionali di rimanere in allerta (ma per cosa) ad ottobre ma è sostanzialmente fermo da luglio. Nonostante moltissimi abbiano chiesto la prossima data di incontro con Confprofessioni la risposta non è stata data. Ma di che cosa stiamo parlando? Se dobbiamo difenderci da soli la tessera cosa la paghiamo fare? VOGLIAMO SAPERE LA PROSSIMA DATA DELL’INCONTRO CON CONFPROFESSIONI, LO VOLETE CAPIRE O NO, BASTA RISPOSTE SBRODOLATE. Grazie. Iolanda77

  • Patrizia

    11/11/2023 - 8:24

    Cara silvia , non posso pubblicarti questo blog è dedicato ai dipendenti degli studi professionali faremmo confusione. Posso risponderti che non è assolutamente regolare , i rol sono del lavoratore, rivolgiti alla filcams della tua città . Patrizia cgil

  • Patrizia

    10/11/2023 - 19:29

    Cara stefi, il sindacato non ha rifiutato la proposta di confprofessioni , non c'è stata nessuna occasione persa . Il tavolo è stato semplicemente rinviato incontro dopo incontro da confprofessioni e la proposta è rimasta li , non hai capito bene come sono andate le cose. La proposta c'è stata la discussione no. Gli scioperi si fanno per protestare e sostenere le proprie richieste non per recare danno non è questo lo scopo, uno sciopero negli studi professionali farebbe senz'altro clamore non credi? in ogni caso noi non vogliamo scioperare, non vogliamo fare assemblee, non vogliamo andare in sindacato , sostanzialmente non vogliamo fare nulla perchè tanto non serve , però vogliamo il contratto altrimenti ce la prendiamo con il sindacato, questo è il punto. La visibilità la si ottiene se si fa qualcosa per questo bisogna fare attività sindacale. Io sono iscritta al sindacato , mi arrabbio con confprofessioni non con il sindacato, è confprofessioni che non viene al tavolo . Io sono iscritta da 30 anni ho sempre fatto attività sindacale, ci si iscrive per fare la propria parte, per sostenere le proprie ragioni non per avere un prodotto , il sindacato non è un azienda, non produce articoli da vendere e men che meno contratti , è una associazione di rappresentanza , se ci sono i rappresentati ha forza altrimenti no. Noi dobbiamo dare forza al sindacato altrimenti sprofonderemo nel pessimismo e nella irrilevanza , 1 milioni di lavoratori inesistenti , muti e rancorosi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    10/11/2023 - 19:14

    Caro Luigi, tu sei entrato in un blog della Filcams gestito da lavoratrici degli studi professionali che ti da l'opportunità di dire quello che pensi e di avere informazioni sul contratto e sulle trattative , dovresti ringraziare! rispondiamo tutti i giorni a tutte le ore ottenendo in cambio questi bei messaggi .. Vorremmo tanto dichiarare sciopero, tu dici addirittura ad oltranza nientemeno, della categoria ma come puoi leggere da te non lo farebbe nessuno negli studi professionali. Quindi di cosa parliamo ? il sindacato rappresenta chi si fa rappresentare e anche chi non lo fa e poi pretende. Per fortuna ai tavoli di trattativa ci sediamo lostesso per portare a casa il contratto. Le tue sono solo parole grosse scritte su un blog e che non portano a nulla di nulla. Intanto comincia da te , noi , come vedi lo facciamo abbondantemente. patrizia cgil

  • Patrizia

    10/11/2023 - 19:00

    Caro Massimo, alle proposte bisogna dare gambe , noi vi chiediamo le gambe.. Noi puntiamo al rinnovo del contratto , il pessimismo non è del sindacalista invece pazienza , volontà e resistenza lo sono. Quello che descrivi tu è già possibile con i provvedimenti dei governi Conte , Draghi e Meloni e dagli accordi territoriali tra confprofessioni e sindacato sulla detassazione del welfare aziendale , basta fare una trattativa di studio, perchè non lo fai? . Ma attenzione queste misure devono essere di supporto e non sostitutive degli aumenti contrattuali perchè c'è un problema : pochi benefit fanno maturare TFR, e base imponibile inps , sono benefit e basta. In più impoveriscono il welfare pubblico . In quanto al tavolo non convochiamo noi la controparte ,vengono concordate le date a meno che non decidiamo di farci sentire come lavoratori e costringiamo confprofessioni alla trattativa. Per finire sui rappresentanti da eleggere: deduco allora che sei iscritto al sindacato ? se non è così ti informo che i rappresentanti sindacali vengono eletti dagli iscritti all'interno della struttura sindacale, come per tutte le associazioni di rappresentanza , quindi iscriviti , entra negli organismi e vota chi vuoi. Fattivi ? non siamo mica un'azienda che produce servizi ! io che sono una sindacalista, so bene quanta fatica si fa e per quanto mi riguarda la nostra categoria è seguita , il sindacato fa miracoli per sostenere una categoria che brontola e non fa nulla di nulla. Seguire questo blog rispondervi fare riunioni prende un sacco del nostro tempo libero e non pagato , credi sia abbastanza fattivo ? proponiti tu .. troppo facile chiacchierare Io spererei in lavoratori piu fattivi . patrizia cgil

  • stef

    10/11/2023 - 14:43

    buongiorno, vorrei sottolineare un fatto concreto. Come potremo noi far valere la nostra voce anche se iscritti al sindacato? Indiciamo uno sciopero, bene, lo sappiamo bene che li scioperi sono e devono essere atti che recano danni alle persone, quindi trasporti, sanità, scuola, metalmeccanici sono comparti che scioperando creano disagi. Noi studi professionali quando scioperiamo!! il 30 novembre ? le dichiarazioni le inviamo il gg prima o le invia il titolare, il 16 del mese ? Noi non siamo una categoria che crea disagi a scioperare. L'unico modo per vedere qualcosa era accettare la proposta di confprofessioni e successivamente iniziare a lavora per il rinnovo prossimo. Pensate davvero che i titolare di studi si frughino tasca??? Il mio studio si è unito con un altro per ottimizzare i costi e i professionisti piangono tutti i gg. Non siamo illusi, ci siamo fatti scappare una occasione di vedere un euro in busta paga perchè la nostra categoria non ha, purtroppo, grandi opportunità di darsi visibilità Mia considerazione che per altri sarà sicuramente sbagliata ma io se fossi iscritta al sindacato e avessi pagato la tessera per avere il nulla in mano sarei anche molto di più arrabbiata, la società oramai è cosi, il sindacato si muove ma non ci sono parametri per lavorare e noi non siamo una categoria che se anche va in piazza non reca nessun danno. scusate la lungaggine e buon lavoro a tutti.

  • Luigi

    10/11/2023 - 11:53

    Salve, visto il protrarsi dello stallo , della mancanza di volontà da parte di confoprofessioni ad un incontro serio e cercare di venire incontro ai lavoratori con un degno compenso, la pretesa dei datori che il lavoro venga comunque svolto e che tutto ciò avvenga senza alcun incentivo, e con stipendi da fame, si dovrebbe proclamare uno sciopero ad oltranza di tutte le categorie lavorative a poi vediamo se i signori si siederanno al tavolo per le trattative. Ma ciò non potrà mai avvenire in quanto i sindacati NON CI RAPPRESENTANO. La storia insegna che molte lotte per ottenere un salario decente si sono vinte grazie agli scioperi.

  • Massimo

    10/11/2023 - 9:36

    Buongiorno, spesso ci lamentiamo che non facciamo proposte.........eccola.....guardo in faccia la realtà........questi non ci daranno soldi per i prossimi anni......stop.....e inutile cercare di lamentarsi.........NO MONEY.......in considerazione di questo.........convocare un nuovo tavolo dove non chiediamo aumento salariale ma benefit........buoni pasto detassati......maggiori permessi retribuiti.......riduzione orario a parità di salario...........ecc..........e almeno ci proviamo dato che i signori soldi non ne vogliono dare......portiamo a casa qualcosa e puntiamo sul prossimo rinnovo sperando di eleggere rappresentanti sindacali che siano più fattivi.......

  • Patrizia

    09/11/2023 - 21:00

    Caro Simone, cosa risponderti ? mah .. le opinioni sono tutte rispettabili sempre che siano basate su un minimo di informazioni corrette e non su pregiudizi o notizie raccolte chissà dove e invariabilmente sbagliate Ti rispondo per punti 1) il percorso contrattuale e il ruolo del sindacato è stabilito dalla Costituzione Italiana art. 39. Le cose stanno cosi come? il governo non centra NULLA NULLA, non ha nessun ruolo interviene solo su richiesta delle parti , voi coltivate un'illusione irreale, fatevene una ragione. 2) Manifestazioni e scioperi servono a portare al tavolo delle trattative tutte le controparti che si tirano indietro o che vogliono fare contratti senza aumenti contrattuali, è durissimima per questo abbiamo bisogno del sostegno dei lavoratori , te compreso nel nostro interesse 3) il sindacato è l'associazione dei lavoratori , non è un partito, non è mai stato in parlamento , nella camera dei fasci c'erano le corporazioni forse ti ricorderai quelle. I sindacalisti che sono andati in parlamento lo hanno fatto da privati cittadini candidati da partiti da destra a sinistra 4) il sindacato fa da sempre le battaglie nell'interesse dei lavoratori le conquiste in 100 anni sono state moltissime e se lavoriamo meglio lo dobbiamo alle lotte dei nostri padri e nonni . Tante battaglie vinte e tante battaglie perse come succede a tutte le associazioni di interesse. Scorri un libro di storia. 5) la contrattazione così non va lo sappiamo bene , stabilire nuove regole con le controparti che non vogliono discutere è molto complicato bisogna lottare , insistere e non stancarsi mai. Non dipende dal sindacato .. se fosse per noi ia contrattazione funzionerebbe benissimo. 6) Mi sfugge il senso dell' affermazione i dipendenti di confprofessioni cosa vuol dire ? confprofessioni è l'associazione datoriale che rappresenta i professionisti. 7) Manifestazioni e scioperi riguardano la manovra economica che danneggia i lavoratori , se necessario si fa con qualsiasi governo come è sempre successo con le manovre, francamente non capisco il tuo ragionamento che potrebbe essere controproducente . Anche qui scorri un libro di storia. 8 ) infine la nostra controparte è confprofessioni non il sindacato. Tu non sei un sindacalista ma sei un lavoratore , facile criticare altra faccenda proporre e darsi da fare . L'associazione vive se ci sono gli associati gli spettatori non raggiungono mai nessun risultato , scrivono e si lamentano niente di più inutile. Se vuoi combattere le ingiustizie fai attivita sindacale con noi .. altrimenti sono solo parole sul web patrizia cgil

  • Simone W

    09/11/2023 - 14:26

    Se le cose tanno così e stanno così purtroppo, tecnicamente la controparte potrebbe non sedersi mai al tavolo, quindi questo sistema è fallace da tutti i punti di vista. Scendere in piazza in una manifestazione che si rivelerà all'80% di matrice politica con l'attacco al governo (l'unica entità che potrebbe riportare la controparte al tavolo, e che in una situazione di bilancio quasi drammatica va a destinare 10 miliardi di sgravi fiscali ai dipendenti a reddito basso, come gran parte lo sono quelli di confprofessioni) serve a poco ai lavoratori di confprofessioni, o potrebbe essere persino controproducente. Cosa propongo? io non faccio il sindacalista, come mai in settanta'anni di legislazione i sindacalisti che sono stati in parlamento non hanno saputo fare di meglio promuovendo azioni legislative atte a sanare situazioni drammaticamente sbilanciate come quelle delle quali stiamo parlando?

  • Patrizia

    09/11/2023 - 13:55

    Cara Vincenza, avrò spiegato mille volte il ruolo del governo nella contrattazione, spiego ancora volentieri.. il governo non va mobilitato .. il governo fa il governo. Nella contrattazione discutono SOLO le parti sindacali rappresentative dei datori di lavoro e lavoratori, percorso definito dalla costituzione . Se c'è rottura si chiede l'intervento del governo perché faccia una proposta di mediazione basta! Ho visto una mediazione di questo tipo lasciamo perdere... in quanto al resto ..ma ti pare? Il sindacato non è un'agenzia o un ente pubblico che fa un servizio scrive ai giornali ecc. Senza avere lavoratori iscritti, senza lavoratori non c'è rappresentanza c'è una difesa della categoria con la forza delle altre categorie, gli altri lavoratori scendono in piazza e invece noi chiediamo che altri facciano per noi, ha una logica per te? Le responsabilità sono tutte nostre. Se poi dici che dobbiamo capire.. forse tu non hai capito che questo blog è gestito da tue colleghe che invece si danno da fare anche per te. Patrizia cgil

  • Patrizia

    09/11/2023 - 13:44

    Caro Andrea, ripeto che quello che descrivi è un percorso che viene valutato dalle parti, puo essere che confprofessioni sia contraria. Continuate a pensare che il governo sia parte della trattativa NON E COSI. Sono solo illusioni . Si ricorre alla mediazione del governo nei casi di rottura , evidentemente le parti valutano che non sia così, vediamo cosa succede. Le decisioni non le prende il sindacato da solo in questo caso .. ma con la controparte , dimenticate sempre questo piccolo particolare. Caro Andrea nei decenni passati si rischiava anche di più eppure abbiamo rischiato, me compresa . Se invece di pensare di trovare una sponda che ci risolva il problema senza fare nulla cominciassimo noi a fare qualcosa ? Questo mai ? Escluso ..? In quanto alla trattativa non c'erano solo i tabellari ma altro , se non sei al tavolo non puoi sapere, se non abbiamo rappresentanza non puoi discutere e la tua opinione rimane qui sul blog e non peserà mai. Patrizia cgil

  • Andrea

    09/11/2023 - 11:32

    Visto lo stallo, come già scritto tempo fa, auspicherei un intervento della Commissione Nazionale di Indirizzo e Programmazione (com'è successo per il CCNL Panificatori) al fine non tanto di avere un "piccolo" anticipo economico sul rinnovo, quanto per stabiliere una linea certa e delle date ufficiali per gli incontri tra le parti. Alla fine, se vogliamo vederla con serietà, la trattativa non è saltata ma è come se lo fosse. Se una parte non si siede al tavolo e rimada in continuazione...che vuol dire? Vuol dire che è saltata e non vogliono firmare. Anche perchè nei comunicati e interveste dicono che vogliono chiudere, poi però non rispondono alle mail o telefonate del sindacato. Un ultimo appunto vorrei farlo per Patrizia: in risposta al commento di Massimo hai scritto <>. Noi ci fidiamo, ci mancherebbe...ma dovete mettervi anche nei panni di noi lavoratori. La proposta di € 140 sarà anche mortificante ma pensate davvero di strappare una proposta migliore? Di questi tempi, con la crisi inflattiva e con le scuse "taglio cuneo previdenziale" e "taglio cuneo fiscale" nessuno proporrà aumenti da € 200 o € 250. Pertanto noi resteremo sempre al palo, tanto confprofessioni non ha fretta. E' come il megadirettore del film di Fantozzi che si rivolge a lui sulla questione dell'equità sociale, quando Fantozzi dice che ci vorranno tantissimi anni, lui risponde "POSSO ASPETTARE...IO!". Forse sarebbe stato meglio firmare, prendere i € 140 lordi e poi pressare per una nuova trattativa verso la scadenza. E infine, non credo che ci sarà un blocco del paese. I tempi sono cambiati. Il consumismo ha annebbiato le menti delle persone, non si scende più in piazza come negli anni 70.

  • Vincenza

    09/11/2023 - 9:11

    Non capisco perchè non mobilitare il Governo. Noi lavoratori forse facciamo poco.... ma mettetevi nella ns. realtà...... nella gran parte siamo tutti lavoratori/lavoratrici di studi professionali -- piccole realtà con massimo 3 forse 4 dipendenti..... scioperiamo e poi..... torniamo in studio e come lavoriamo? Forse, cara Patrizia, un pò di mea culpa il sindacato dovrebbe farlo..... Forse mobilitare la carta stampata potrebbe essere utile.... Forse scrivere a qualche trasmissione televisiva potrebbe essere utile.... Boh.... a mese sembra tutto una barzelletta.... che però a noi lavoratrici fa veramente poco ridere.... Grazie. Ciao.

  • Alessandro

    08/11/2023 - 21:42

    Da come hanno detto in audizione, Confprofessioni vorrebbe la detassazione degli incrementi salariali del rinnovo contrattuale... ma attualmente non mi sembra che sia stata mai fatta una tale proposta dal governo in tal senso... gli "incentivi"... La cosa più tragicomica è che in ogni comunicato ufficiale dicano che vogliono rinnovare il prima possibile, e che c'è bisogno di un aumento di salari, e poi non si presentano neanche al tavolo delle trattative. Che roba assurda, ci vuole veramente tanto coraggio!

  • Patrizia

    08/11/2023 - 21:07

    Cara Alessandra, ho visto ..cosa dire ?hanno sempre detto che vogliono rinnovarlo. Ma a che condizioni? Una domandona ! Incredibili le affermazioni sul salario minimo, per non parlare dei misteriosi interventi promozionali Patrizia cgil

  • Alessandra

    08/11/2023 - 20:19

    Buonasera, leggete su Facebook il post di oggi 8 novembre di confprofessioni sul salario minimo e sul rinnovo del contratto. Da quello che scrivono, sembrerebbero intenzionati a rinnovarlo, poi tra il dire e il fare.. speriamo sia la volta buona...

  • Patrizia

    08/11/2023 - 19:53

    Caro Massimo, non manchi di rispetto assolutamente, capisco bene la delusione, la frustrazione e anche la noia che prende sentendo più o meno gli stessi argomenti, stanchezza che coglie anche noi non ti preoccupare. Questo succede perchè usare solo il blog alla lunga è come giocare all'oca , torni sempre al via. Quindi ha ragione Alessandro il blog deve cambiare e diventare anche uno strumento di rappresentanza, di questo siamo convinti tutti. Ci sentiremmo tutti meno impotenti. Dopo 20 anni capirai che anche noi .. facciamo fatica. Unica , l'associazione dei dipendenti degli studi notarili ci indica la strada: il loro sito funziona come uno strumento di comunicazione e rappresentanza ma fanno la loro assemblea generale a Napoli il 18 novembre in presenza. Lo sciopero generale è stato dichiarato per tutte le categorie e possiamo partecipare, è una buona occasione per farci sentire, abbiamo ottime ragioni no? ma ancora più efficace sarebbe l'organizzazione sindacale e per fare questo ci vuole solo la volontà. Per quanto riguarda la trattativa i 140,00 euro era una proposta insieme ad altro sul tavolo di poco accettabile , un contratto contiene circa un centinaio di norme non si tratta solo dei soldi. Fidati non c'erano i termini per concludere . Infine caro massimo , noi resistiamo da 20 anni e vorremmo che dal blog nascesse un coordinamento nazionale , rendendo inutili così tanti discussioni fine a se stesse che non trovano sbocco il blog ritornerebbe ad essere solo uno strumento. Il pessimismo come il lamento non costruiscono mai nulla Ma voi non avete voglia di discutere in tantissimi di persona di tutti i problemi della categoria? patrizia cgil

  • Patrizia

    08/11/2023 - 19:31

    Caro Alessandro, noi siamo già pronte e anche i tecnici , a grandi linee abbiamo già le idee chiare, il problema è riuscire a mettere insieme noi, tecnici e Filcams. Come vedi le categorie Filcams sono in mobilitazione , questo vuol dire che i dirigenti nazionale gireranno l'Italia. Il problema è solo l'Agenda della Filcams, non si tratta di anni non ti preoccupare .. molto molto meno, abbiamo fretta anche noi . patrizia cgil

  • Patrizia

    08/11/2023 - 19:26

    Cara Marina, il tesseramento on line si può gia fare sul sito della cgil e della filcams nazionale è sulla home page. Quando abbiamo costruito il blog abbiamo scelto di non dare questa possibilità agli utenti, per una serie di ragioni volevamo un blog solo collegato alla Filcams. Ora molte cose sono cambiate e stiamo pensando a dei cambiamenti, compreso il tesseramento. Ci sono altri strumenti oltre lo sciopero certo .. assemblee , presidi forse anche più efficaci proprio per le caratteristiche della nostra categoria. Lo sciopero generale è stato dichiarato e quindi chi vuole può aderire è una buona occasione per farsi vedere e sentire. La cosa più efficace in assoluto è l'organizzazione sindacale che si può fare in piena sicurezza senza fare per forza sciopero. Ma per fare questo dovremmo passare dal virtuale anche al fisico . Se sei stanca tu dello stallo figurati noi che lo seguiamo da anni e teniamo "su" il blog , avremmo bisogno di una mano e di qualche soddisfazione . ciao e grazie patrizia cgil

  • Alessandro

    08/11/2023 - 18:45

    Buonasera Patrizia, allo stato attuale si possono stimare delle tempistiche per il discorso di adeguamento del blog al potere di rappresentanza? Immagino che ci siano dei tempi tecnici ovviamente. Questi si traducono in settimane/mesi/anni o non è possibile saperlo in questo momento? Grazie mille

  • Massimo

    08/11/2023 - 16:47

    Buon pomeriggio. Senza mancare di rispetto a nessuno sinceramente penso che scriviamo sempre le stesse fesserie da sei anni. Noi dipendenti studi professionali possiamo scioperare soltanto il sabato o la domenica perchè non ci possiamo assentare per sciopero. E' inutile sognare perchè è così. Questo sciopero, a MIO parere non ci serve per nulla. I professionisti se ne sbattono se il sabato andiamo in piazza a protestare. La verità è che non abbiamo nessun potere sulla trattativa e prescindere dal numero degli iscritti al sindacato. Infatti sono passati sei anni e siamo qua a parlare di zona fuorigioco e modulo all'italiana. Per quanto mi riguarda faccio mea culpa perchè siamo una categoria poco belligerante ma nello stesso tempo rivendico la scarsa incisività dei rappresentanti sindacali che avrebbero dovuto vederci lungo l'anno scorso e accettare le 140 euro lorde che a quest'ora sarebbero state nelle nostre buste paga da un anno. Invece niente ieri, niente oggi e niente domani. Spero di non mancare di rispetto a nessuno ma io la vedo così.

  • Marina

    08/11/2023 - 15:56

    Buongiorno, domanda: oltre allo sciopero, che strumenti abbiamo per costringere Confprofessioni a riprendere la trattativa? Ritengo che lo sciopero di un dipendente di uno studio professionale non crea vero danno al titolare, in quanto spesso trattasi di studi con pochi dipendenti, pertanto il lavoro che non viene fatto oggi, dovrà essere fatto il giorno successivo dalla stessa persona che ha scioperato (l'unico danno potrebbe esserci solo nel caso di concomitanza tra sciopero e una scadenza importante). Tesseramenti a tappeto? Come già anticipato da altri, se il sindacato desse la possibilità di tesserarsi on line (non solo di richiedere informazioni), sicuramente si sarebbero nuovi iscritti. Come tutti sono stanca di questo stallo... il tempo passa e le prospettive sono tutt'altro che rosee.

  • Patrizia

    08/11/2023 - 15:42

    Cara Emma , c'è un pò di confusione. Lo sciopero generale è contro la manovra che il sindacato ritiene sbagliata e per sollecitate i rinnovi dei contratti pubblici e privati. I pubblici la parte datoriale è lo stato, per i privati le controparti sono le associazioni datoriali. I contratti nel privato vengono discussi e firmati in piena autonomia da parti sindacali rappresentative. Il governo non Interviene in questa dinamica , ma solo in caso venga chiesta la sua mediazione con l'accordo delle parti. Lo.sciopero di categoria non possiamo dichiararlo come fa il.commercio e il turismo e le altre categorie senza contratto, perché non abbiamo struttura sindacale, però possiamo partecipare allo sciopero generale regionale almeno a quello si , protesteremo per il mancato rinnovo del nostro contratto con le controparti e per la manovra. Se saremo tanti magari peserà non credi? In attesa di fare una bella protesta di categoria Se non sono stata chiara chiedi patrizia cgil

  • Patrizia

    08/11/2023 - 15:28

    Caro Giulio, ti rispondo dalla pagina generale del blog e meglio se scrivi qui. Abbiamo qualche delegato nell'area sanitaria nei grandi poliambulatori o nei laboratori di analisi ma alcuni grosse strutture stanno uscendo dal contratto studi professionali per entrare nel commercio. Non abbiamo altre notizie purtroppo. Lo sappiamo che i lavoratori non si informano minimamente del loro contratto di lavoro e questo ci porta alla situazione attuale senza rappresentanza con la richiesta al sindacato di supplire ,come se fosse un centro servizi che distribuisce contratti. Questo purtroppo è un comportamento talmente diffuso che sembra di raccogliere il mare con le mani. Lo dico spesso proprio per provocare domande come le tue . Grazie a te ! Patrizia cgil

  • Emma

    08/11/2023 - 15:25

    Forse mi sfugge qualcosa... è stato ribadito più e più volte in questo blog che il governo non c'entra nulla con il rinnovo del contratto e che non possiamo chiederne l'intervento che si chiede solo in caso di trattativa interrotta. Vorrei quindi capire il perchè dovremmo partecipare allo sciopero indetto dai sindacati che è dichiaratamente contro la manovra (e non a favore dei rinnovi dei contratti scaduti) e cosa ne verrebbe a noi in termini di rinnovo contrattuale visto che comunque il governo non può fare niente per noi.

  • Patrizia

    07/11/2023 - 18:56

    Caro Simone, certo che la questione è seria anzi drammatica. Il sindacato ha solo uno strumento : premere con le iniziative sindacali con i lavoratori e tra queste la principale è lo sciopero , non ci sono altri strumenti, non illudiamoci con scorciatoie di qualsiasi tipo. Nella nostra trattativa non ci sono "dettagli tecnici " .. magari! non vengono proprio al tavolo, non vogliono il rinnovo del contratto, non so se è chiaro. Secondo te cosa si dovrebbe fare ? quali altri strumenti suggerisci ? patrizia cgil

  • Patrizia

    07/11/2023 - 18:50

    Caro Lorenzo, intanto speriamo di firmare il prima possibile .. comunque non si parla mai di arretrati contabili ma di una tantum , cioè una cifra fortettaria per la vacanza contrattuale, è comunque una cifra che rientra nella trattativa . ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    07/11/2023 - 18:35

    Caro Fabio, hai perfettamente ragione , è quello che viene quotidianamente detto dal sindacato e per questo sono stati dichiarati degli scioperi. Il problema è che le controparti, comprese la nostra, non vogliono trattare perchè pensano che l'intervento sul cuneo sia sufficiente. Guarda le dichiarazioni di Confindustria hanno detto proprio questo un paio di giorni fa, inoltre l'affossamento del salario minimo da parte del Cnel e quindi del governo ci fa capire qual'è la direzione. Accordo ponte non credo sia fattibile., secondo me non vogliono proprio fare nulla. Se vuoi il mio parere sulla questione salariale e contrattuale bisognerebbe fermare il paese. patrizia cgil

  • lorenzo

    07/11/2023 - 16:35

    salve volevo chiedere quando verra' firmato magari tra 2 anni il nuovo contratto (scaduto nel 2018?) si percepiscono anche gli arretrati ?

  • Simone W

    07/11/2023 - 14:29

    Dopo 3 anni di inflazione cumulata al 20%, la gente è esasperata e non sà più come arrivare alla fine del mese, nel frattempo le spese che erano state rimandate tirando la cinghia magari non sono più indifferibili. Una soluzione va trovata quanto prima. Non si può nemmeno chiedere scioperi su scioperi ai lavoratori che non portano a niente. Buoni accordi non sono possibili, mentre l'inflazione continua ad essere latente, nell'ordine del 2-3%, meglio recuperare qualcosa, non può passare un altro anno senza rinnovo contratto. La questione è seria, il costo della vita non sta lì ad aspettare "i dettagli tecnici" di un accordo tra le parti.

  • Fabiog00

    07/11/2023 - 8:07

    Non ci può essere crescita senza un adeguato aumento dei salari e i nostri amministratori lo sanno... La situazione non è facile per nessuno, però non può essere il solo lavoratore a subire gli effetti devastanti dell'inflazione. Chiedo se fosse percorribile stipulare un accordo ponte, magari provvisorio e della durata di un anno con un minimo adeguamento contrattuale.. Sicuramente non è quello che nessuno di noi vorrebbe, però dobbiamo riuscire a riportare confprofessioni al tavolo delle trattative. La riduzione del Cuneo contributivo da solo non può bastare e l'aliquota IRPEF al 23% per i nostri livelli di stipendio incide quasi niente...

  • Patrizia

    06/11/2023 - 15:17

    Caro Luca, dispiace tu non voglia capire come stanno le cose. Il sindacato non fa da solo i contratti, c'è una controparte !! Gli assenti sono i lavoratori e il governo non centra nulla. patrizia cgil

  • luca

    06/11/2023 - 13:10

    vista l'incapacita' del sindacato a chiudere la trattativa sarebbe doveroso andare in ginocchio dal governo a chiedere un aiuto , l'unico problema e' che il sindacato si sentirebbe by-passato e chi ci rimette e' il disgraziato appartenente al mondo degli impiegati degli studi professionali

  • Silvia

    05/11/2023 - 16:36

    Sono una dipendente con ccnl Studi Professionali finalmente uno sciopero, spero ci siano tante adesioni e che sblocchi la situazione. Il nostro contratto ha veramente uno stipendio basso.

  • Patrizia

    03/11/2023 - 14:28

    Caro andrea, ogni trattativa fa storia a sé nel nostro caso probabilmente l'intervento del governo non è considerato utile in questo momento, non sappiamo molto nemmeno noi ma ci fidiamo delle valutazioni che vengono fatte dai 3 sindacati unitariamente, è probabile che puntino a risolvere lo stallo, l'intervento del governo è difensivo ed è l,'ultima spiaggia a cui si può arrivare proprio perché non ci sono le categorie che si mobilitano, noi come i panificatori. Non so dirti altro. Non occorre che metti le mani avanti sulla polemica, quelle che fai sono legittime domande sono io che ringrazio te per la tua voglia di capire Patrizia cgil

  • Andrea

    03/11/2023 - 9:55

    Buongiorno. Oggi ho letto una circolare (per chi volesse prot. 85/P/2023 del 11/10/23) per la trattativa del rinnovo CCNL Panificazione (come il nostro, ormai scaduto). A seguito dello stallo della trattativa le organizzazioni sindacali si sono incontrate al Ministero. La Commissione Nazionale di Indirizzo e Programmazione ha dato il via libero ad un aumento retributivo (€ 50 lordi, una miseria certamente) per tutti i livelli di inquadramento. Al di là della cifra simbolica, la trattativa è servita a smuovere la situazione con una richiesta scritta di incontri per arrivare in breve tempo al rinnovo (con ovviamente un adeguamento salariale maggiore di quella cifra simbolica). Non è possibile operare in tal senso per noi? Non mi sembra che i panificatori siano scesi in piazza... Non vuole essere una polemica la mia, ma molti di noi si domandano come mai i sindacati, visto lo stallo alla messicana che ormai c'è, non richiedano ufficialmente l'intervento della Commissione Nazionale di Indirizzo e Programmazione.

  • Patrizia

    02/11/2023 - 16:53

    Caro massimo, le richieste di incontro vanno sempre formalizzate per iscritto cosa che avviene con mail , poi ci sono i numerosi incontri per ragioni diverse : cadiprof, enti bilaterali , convegni e li le pressioni sono anche personali. Le richieste di nuove date sono continue anche i rinvii purtroppo. Patrizia cgil

  • Massimo

    02/11/2023 - 16:25

    Buon pomeriggio. Patrizia vorrei rivolgerti una domanda che mi attanaglia. In questo momento credo che il primo step per sbloccare la situazione sia quello di trovare un nuovo appuntamento al tavolo con confprofessioni. Sarei curioso di sapere come avviene in questi casi la richiesta di appuntamento per un nuovo tavolo. MI spiego meglio......vorrei sapere se il nostro sindacato telefona, scrive.........quotidianamente o settimanalmente.......confprofessioni non risponde.......risponde che sarà fatto al più presto.........ecco, in sintesi vorrei sapere come avviene la cosa. Grazie mille

  • Patrizia

    02/11/2023 - 13:07

    Caro Luca, se permetti è il contrario .. è una categoria di 1 milione di lavoratori che non ha idea di come muoversi , gli strumenti ci sono basta usarli come li stiamo usando noi, ma devono essere legali e sindacali. Tu proponi cose che non hanno un senso non con il sindacato perlomeno. Tu scusa dove lavori? Studi professionali ? Sono curiosa. La cosa che proponi su confprofessioni è semplicemente irrealizzabile. Le tessere non si comprano non siamo al supermercato, ci si associa per fare attività sindacale , è faticoso sai, tanto , non si vincono premi e nemmeno si prendono medaglie. Le sole parole grosse affidate ad un blog invece non costano fatica . Infine ti chiedo rispetto per il nostro lavoro. Patrizia cgil

  • luca l

    02/11/2023 - 11:12

    buongiorno quindi se siamo 1 milione e non scendiamo in piazza e' perche' gli strumenti che richiedete voi del sindacato sono inadeguati per la nostra categoria cosi' frammentata siccome non siete stati in grado di trovare strumenti adatti a difenderci dovete ammettere voi i vostri limiti, noi a volte proviamo a proporre qualcosa ma sistematicamente veniamo trattati da non competenti o che la buttiamo in politica la tessera sindacale la comprano le categorie che mediamente ottengono qualche risultato una categoria come confprofessioni che non si mette al tavolo delle trattative alla luce dal sole dovrebbe essere aggirata anche con nuove proposte politiche da sbandierare quanto prima (abolire i contratti non rinnovati e avvalersi di quello migliore in essere come quello del commercio )

  • Patrizia

    31/10/2023 - 19:48

    Caro Renato, per capire dovresti cercare di uscire da un ragionamento errato. Cerca di entrare nei meccanismi di una trattativa privata. Di questo si tratta .. non di un atto amministrativo, burocratico una delibera o altro, la P.A. non è l'esempio giusto. I contratti di lavoro sono regolati dal diritto privato , si confrontano due parti che rappresentano degli interessi contrapposti. Questo significa che la parte che rappresenta i lavoratori presenta delle richieste , vi si contrappone una diversa piattaforma datoriale, è chiaro ? bene , le richieste del sindacato devono essere sostenute dalla pressione di lavoratori, non basta chiedere.. non funziona così. Se la pressione non c'è la piattaforma sarà sostenuta dalla sola struttura sindacale con risultati molto incerti. I contratti e i contenuti che citi sono stati conquisati dalla pressione dei lavoratori, chiedi come hanno fatto i sindacati .. avevano i lavoratori a sostegno, semplice. Quindi riassumendo tutto quello che viene discusso sul blog viene letto anche dai funzionari della Filcams e comunque riportato da noi ma non c'è un automatismo richiesta fatta - risultato ottenuto .. non so come dire in altro modo. Nel blog si discute e ci si confronta , non si fanno delle richieste a me . Io faccio parte di un gruppo di gestione di un blog sindacale Filcams punto. Le trattative non si svolgono per temi o singoli argomenti ma su tutta la materia contrattuale. Se si aprirà uno spiraglio sulla riduzione dell'orario lo coglieremo non lo possiamo sapere ora ma francamente mi pare difficile. La trattativa è stata voluta riservata anzi imposta da Confprofessioni , noi chiedevamo una trattativa aperta con delegazione trattante ma come dicevo poche righe sopra, non abbiamo la forza per imporre un modo diverso di trattare e nemmeno per portarli al tavolo .. i lavoratori degli studi non si muovono e quindi dobbiamo affidarci alla forza del sindacato e delle altre categorie .. purtroppo , è quello che dico sempre: 1 milione di lavoratori che non alza un dito per difendere i propri interessi, è umiliante, oltretutto continuiamo a non voler capire. Spero di essere stata chiara , non so più come spiegare questi concetti, ti prego fai uno sforzo per capire Patrizia cgil

  • Renato

    31/10/2023 - 18:17

    Ciao Patrizia, anche la richiesta delle 38 ore che ti hanno fatto in molti non è applicabile? Se sì puoi dirci cortesemente se è stata avanzata in trattativa e con quali esiti al momento? Negli altri CCNL che l’hanno ottenuta come hanno fatto i sindacalisti ad ottenerla? In cambio di questo Confprofessioni cosa offre? La riservatezza della trattativa in questi anni purtroppo non ha prodotto risultati. Nella PA vige l’obbligo della trasparenza e della pubblicità con l’accesso civico agli atti ed è strano che invece in questa casistica una trattativa che riguarda 1 milione di persone sia così riservata che manco i segreti del governo americano.

  • Patrizia

    31/10/2023 - 15:11

    Caro Luca, non si scrive in maiuscolo grazie. Poi , se permetti, è mio dovere dire quello che si puo fare e quello che non è possibile fare. Le proposte che ogni tanto fai tu sono improponibili e non perché lo dico io, se tu facessi attività sindacale lo capiresti. Fai molta confusione su cosa fa il sindacato e Landini , cosa centrano i.contratti con la politica? I contratti si fanno con le controparti datoriali che nel nostro caso si oppongono ad entrare nel contratto del commercio , qualche suggerimento che sia realizzabile? Ti prego di non usare la definizione " la sindacalista" in quel modo. Io sono.una lavoratrice degli studi che fa attivita sindacale Patrizia cgil

  • LUCA L

    31/10/2023 - 10:25

    CAPISCO CHE IL SINDACALISTA DEBBA USARE GLI STRUMENTI IN ESSERE MA PUO' FARE ANCHE POLITICA LANDINI QUANDO SALE SU DI UN PALCO E PROPONE FA POLITICA QUINDI LA PROPOSTA DI CONFLUIRE NEL CONTRATTO DEL COMMERCIO E' GIUSTA AUSPICABILE DA CALDEGGIARE PERSEGUIRE E NON DA RIMANDARE AL MITTENTE COSI' COME TANTE ALTRE PROPOSTE CHE SI LEGGONO NEL BLOG

  • Patrizia

    30/10/2023 - 20:59

    Caro Giuseppe, purtroppo a questa soluzione i professionisti si oppongono nettamente non abbiamo alternative. Patrizia cgil

  • Giuseppe

    30/10/2023 - 18:46

    L'unica alternativa per gli studi professionali è far confluire il ccnl in quello del commercio e terziario. Questa è l'unica proposta per garantire uno stipendio dignitoso alle categorie più piccole come gli studi. Caso vuole che i ccnl più bistrattati sono quelli più piccoli o dove in prevalenza ci sono donne. Non vedo altre possibilità, almeno quelli del commercio qualcosa ogni tanto ottengono, vedi l'una tantum di 350 euro degli scorsi mesi e il piccolo aumento dei minimi (solo provvisorio dato che faranno gli scioperi sia per la parte normativa che per la parte economica del loro ccnl).

  • Patrizia

    29/10/2023 - 20:10

    Caro Alessandro , questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali, non posso pubblicarti , farei confusione nel blog. Rivolgiti alla fiom cgil della tua città. Diciamo che se nell'accordo sull'identità di mansione fosse scritto non assorbibile sarebbe molto meglio! Patrizia chil

  • Patrizia

    27/10/2023 - 18:30

    Caro Andrea, ma anche se sei un po polemico va bene sai... io reagisco solo quando c'è mancanza di rispetto o maleducazione , la polemica è bellissima, sono mezza toscana ...la faccio anch'io molto volentieri anche con la cgil, fa solo che bene. Lo sciopero generale che è stato dichiarato ieri per regione possiamo farlo anche noi. Dicevo a Matteo che metteremo qui sul blog calendario e modalità di partecipazione. Quello che consiglio a tutti è di contattare la filcams della vostra città per chiedere di partecipare come studi professionali e decidere con il funzionario come. Piacerebbe anche a noi poter organizzare una protesta di categoria in modo da uscire dall'ombra, sarebbe molto importante, ma è complicato senza delegati . Potete fare molto nelle vostre città contattando la filcams. Settimana prossima facciamo l'articolo. Vediamo se il nazionale filcams lancerà qualcosa per noi, speriamo di sì. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/10/2023 - 18:19

    Caro Matteo, certo che sono d'accordo! Il 2 novembre ci sarà la conferenza stampa . Lo sciopero generale per tutte le categorie, quindi noi compresi, sarà articolato per categorie e regionj, vedremo le date e sul blog pubblicheremo tutto calendario e modalità! Alla lotta si diceva un tempo! Gli scioperi del terziario sono di categoria patrizia cgil

  • Patrizia

    27/10/2023 - 18:15

    Caro alessandro per il blog i tecnici stanno già lavorando sulla base di alcune indicazioni partite dal blog e che noi abbiamo trasmesso. Abbiamo fornito del materiale, stiamo aspettando una riunione sindacale con i tecnici per mettere a punto le modifiche. I temi sono tutti sviluppati, ne stiamo discutendo da un po. Ci vuole pazienza come sempre ma la decisione è presa. Confprofessioni e sparita ovvero fa altro come tutte le controparti di questi tempi bui .. dove tutti osannato il contratto nazionale ma nessuno li vuol firmare. Patrizia cgil

  • Andrea

    27/10/2023 - 17:00

    Buonasera Patrizia, una domanda che non vuole assolutamente essere polemica. E' solo per capire. Considerato che FILCAMS conosce bene la situazione riferita al nostro contratto così come sa che abbiamo forza pari a zero come dipendenti di studi professionali per i motivi già ripetuti mille volte (situazione che non può certo essere risolta dall'oggi al domani), perché non fare uno sciopero unitario di Terziario e Studi Professionali (e altri che mi pare siano in situazioni analoghe) dando così anche a noi la possibilità di farci vedere/sentire? Ho anche letto nel comunicato che hai postato di tenerci pronti ma non ho ben capito vista appunto questa nostra scarsa "forza" come ci si possa organizzare come singola categoria con qualcosa di concreto. Grazie mille e buona serata

  • Patrizia

    27/10/2023 - 16:43

    Caro Paolo, non ti pubblichiamo abbiamo già esaurito l'argomento . Sono basita io... rispondo a tono, non sono risposte piccate. Patrizia cgil

  • Matteo

    27/10/2023 - 16:07

    buongiorno, leggo che la CGIL ha indetto un mese di scioperi suddivisi per zone d'Italia. Giusto? E' uno sciopero contro il governo che però potrebbe essere un segnale verso tutte le controparti. Partecipiamo il più possibile e spargiamo la voce. Patrizia sei d'accordo? Riesci a spiegare meglio per cosa è e come partecipare (specialmente per i più giovani)? Grazie, all'attacco!

  • Alessandro

    27/10/2023 - 13:15

    Buongiorno, qualche novità per il processo di trasformazione del blog a organo rappresentativo? Per la trattativa, la controparte continua a dichiarare di non voler proseguire ad incontrarsi con i sindacati, oppure c'è qualche apertura? Grazie mille

  • Patrizia

    25/10/2023 - 18:37

    Caro Massimo, ti ringrazio di cuore per la fiducia davvero. In realtà sono stata in tutti gli organismi dirigenti della Filcams, direttivi provinciali, regionali e nazionali e ho fatto anche un passaggio di alcuni anni in consiglio di amministrazione di cadiprof. Diciamo che ora mi occupo del blog ma di fatto lavoro, insieme al gruppo di gestione , direttamente con la Filcams , è un incarico nazionale sostanzialmente di rappresentanza. ma noi 6 non bastiamo. Il problema è che nella nostra categoria non si riesce a fare assemblee provinciali per eleggere dei rappresentanti , così i rappresentanti sono per "volontariato" non per elezione , come noi siamo. Sarebbe bello eleggere i propri rappresentanti , il ruolo darebbe tutta un'altra forza e autorevolezza. Comunque diciamo che non è un problema del sindacato ma nostro, io ringrazio sempre la Filcams che non ha badato ai ruoli e al tesseramento visto che di noi solo 3 lo sono, , ci ha accolte e ci ha dato in mano questa bella macchina che mi piacerebbe condividere con tanti di voi. La rappresentanza bene o male c'è., solo che dovrebbe essere molto più numerosa e organizzata. patrizia cgil

  • Massimo

    25/10/2023 - 16:17

    Buon pomeriggio Patrizia, ma mi domando se tu hai mai avuto ruoli sindacali o nel caso negativo perché non provi a diventare rappresentante sindacale o entrare nel direttivo filcams. Da parte nostra avresti sicuramente l'appoggio che meriti.

  • Patrizia

    25/10/2023 - 16:08

    Caro bob, se non hai pazienza non fai il sindacalista. Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/10/2023 - 16:06

    Caro Maurizio, spero tu non mi prenda in giro, sarebbe sgradevole. Ho sempre detto che il blog è gestito autonomamente da noi ma che è della filcams e quindi sei virtualmente in sindacato l'ho detto 1 milione di volte . Basta cosi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/10/2023 - 16:03

    Cara Alessandra, non lo sappiamo diciamo che è impossibile saperlo, sul blog lo saprete subito. Uno sciopero di tutte le categorie con il.contratto scaduto ci vorrebbe, ma quanti di noi aderiranno ? Patrizia cgil

  • alessandra

    25/10/2023 - 14:32

    Buongiorno, speriamo allora che l'"agitazione" del terziario, includa anche noi degli studi professionali, fare uno sciopero unitariamente, sarebbe perfetto, visto ci lega lo stesso problema. Quando potremo sapere qualcosa anche per il nostro settore? Grazie

  • Bob Arms

    25/10/2023 - 14:01

    Cara Patrizia, dove trovi la pazienza non lo so, io l'avrei persa da un pezzo. Anzi l'ho proprio persa. Permettimi uno sfogo verso tutti quelli che aspettano la manna dal cielo e non fanno niente. A questi dico: Volete dei risultati? andate ad inscrivervia la sindacato! oppure andate a zappare i campi! Se avessimo più iscritti magari avremmo una base forte da cui trattare. Volete un esempio? I bancari hanno ottenuto un rinnoco da 435€ al mese. Quindi smettete di klamentarvi ed agite! In primis iscrivetevi al sindacato! Bob

  • maury76

    25/10/2023 - 12:28

    ahhhhhhhhhhh allora mi ero perso un pezzo visto che hai sempre ribadito che il BLOG e' gestito da voi sei colleghe volontarie nel tempo libero mentre ora precisi che il blog e' sindacato pagato dalla filcams. allora rettifico scusami. il blog in effetti ha sempre espresso idee, volantini ed altro ma credendo le due cose separate ecco come mai avevo scritto che il sindacato con noi poveri studi professionali non c avesse mai messo la faccia come ha fatto x il terziario. sindacato quindi = blog. capito.

  • Patrizia

    25/10/2023 - 9:22

    Cara jolanda, sul sito filcams cgil trovi i contatti di tutta Italia, mail , telefoni, inoltre puoi usare le pagine fb. In ogni caso qui sei in filcams, le notizie sono quelle che leggi. Cosa c'è da commentare? Spiace che tu non voglia capire cos'è una trattativa e cos'è il sindacato. Patrizia cgil

  • Iolanda77

    25/10/2023 - 6:52

    Buongiorno, sono andata per curiosità sul sito Filcams per vedere cosa si dice del contratto degli studi professionali. Il link al diario dei contatti che riporta la seguente descrizione: “Consulta gli aggiornamenti sui rinnovi e lo stato dei contratti nazionali che regolamentano i lavori del settore dei Servizi”, accedendo agli studi professionali si trova un aggiornamento che risale ad un giorno compreso tra il 13 aprile e il 16 maggio 2023. Sei mesi fa. Non commento. Chiedo gentilmente i riferimenti (mail e telefono) del delegato agli studi professionali all’interno del sindacato affinché chi lo desidera possa contattarlo e chiedere informazioni. Ringrazio e saluto cordialmente. Iolanda77

  • Patrizia

    24/10/2023 - 17:39

    Caro Maurizio, siamo stati molte volte nella home page della filcams cgil che ha convocato anche 3 assemblee nazionali via web. Inoltre abbiamo fatto due feste del blog a Firenze con ripresa fb in diretta sul blog. Al direttivo filcams a Roma sono stati presentati il blog e gli studi professionali alla presenza della segretaria generale cgil, in tutte le comunicazioni ci siamo sempre , compresi articoli ecc se parli dei toni , ogni cosa al momento gjusto. Il blog è sindacato non è cosa diversa inoltre è un caso unico in cgil, seguito e pagato dalla filcams, rutto per una categoria che non partecipa ., Cosa vuoi di più ? Non sarebbe ora che ci decidessimo noi a fare la nostra parte? Perché dare sempre la colpa ad altri e non guardarci allo specchio? Patrizia cgil

  • Patrizia

    24/10/2023 - 17:12

    Caro Marco, vedremo cosa deciderà la filcams per noi. La difficoltà sta nella partecipazione dei lavoratori degli studi professionali, come vedi nel terziario ci sono delegati e delegate e possono organizzare un attivo con decine se non centinaia di persone. Noi non abbiamo queste strutture sindacali ,vedremo come il sindacato deciderà di muoversi per noi. Se si arrivasse allo sciopero generale, cosa che mi auguro, potremo partecipare liberamente, noi speriamo in qualche iniziativa di categoria per vedere se riusciamo a farci vedere. Patrizia cgil

  • Patrizia

    24/10/2023 - 17:05

    Cara Anna, le difficoltà aumentano di giorno in giorno lo sappiamo bene. Le risposte ai tavoli di trattativa delle organizzazioni datoriali sono sconfortanti e tutta la retorica sui contratti nazionali insopportabile, visto che i contratti nazionali non si firmano! Patrizia cgil

  • anna

    24/10/2023 - 12:08

    E' UNA VERGOGNA.... non si puo' piu andare avanti cosi... scrivo per la prima volta perche' sono proprio in difficolta' finanziarie... tutto fermo ma la spese e' aumentata vertiginosamente.. e' una tragedia non ho piu' lacrime..

  • Marco

    24/10/2023 - 9:20

    Ciao Patrizia, vuol dire che presto sarà dichiarata anche per noi? O che magari possiamo "unirci" alla loro e manifestare e scioperare con loro? Grazie.

  • maury76

    24/10/2023 - 8:57

    https://www.filcams.cgil.it/article/homepage/verso_lo_sciopero_il_terziario_si_mobilita bel messaggio forte e chiaro da parte del sindacato. Categoria che merita ogni rispetto visto il lavoro che fanno x tutti noi e che ora iniziano i loro mesi "caldi" lavorativamente parlando. Per noi il sindacato ha mai speso parole simili? il blog... voi ma il sindacato? non ricordo che in prima pagia sia mai comparso qualcosa sugli studi. Cavalchiamo la loro onda... unico modo x farci notare e sentire. Pure noi dovremmo limitare gli straordinari(se mai qualcuno li fa), ore extra e limitarci al minimo sindacale ma lo farebbe magari uno studio su 10 e non avrebbe valore. sigh.

  • Patrizia

    23/10/2023 - 21:07

    Caro marco, notizia dell'ultimo minuto, è stata dichiarata la mobilitazione unitaria nazionale del commercio. Le trattative vanno malissimo anche per loro. Il comunicato lo potete leggere sul sito della filcams nazionale o sulla nostra pagina fb. Pubblicheremo il comunicato anche qui sul blog . La situazione è molto difficile per tutti, le richieste delle controparti lunari. Prepariamoci. Patrizia cgil

  • Marco

    23/10/2023 - 11:31

    Buongiorno, ho letto quanto scritto da Federico e quanto hai risposto tu Patrizia. Io sono completamente d'accordo con Federico e spero davvero che le sigle sindacali siano all'opera per organizzare uno sciopero (o magari anche due o tre) entro la fine dell'anno. "Non abbiamo il contratto allora non lavoriamo", lo sciopero di tutti i contratti scaduti. Qualche sondaggio, una bella pubblicità, passaparola...e come è stato un successo la manifestazione sono convinto che sarebbe un successo anche lo sciopero. Io ci credo.

  • Patrizia

    23/10/2023 - 10:02

    Cara jolanda , la comunicazione via web è cosa difficile le parole vanno usate con attenzione , parlo anche per me. Non metto in dubbio la tua buonafede ma io ho percepito altro e la tua risposta me lo conferma. Il blog non è un servizio è attività sindacale , spero che tu colga la differenza , non so a cosa ti riferisci quando dici che non vale la pena leggere ma l'attività sindacale è un esercizio di democrazia e libertà non è appunto un servizio. La trattativa non è stata abbandonata dal sindacato anzi , teniamo aperto il tavolo con tutta la forza di cui siamo capaci senza una mobilitazione dei lavoratori ..purtroppo. E ' la nostra controparte che rinvia .. noi siamo pronti. Infine il blog da puntualmente notizie e informazioni che abbiamo ad una categoria che non ha altre fonti di informazione , spazio alla discussione e rispondiamo a tutti dispiace tu non ne capisca l'importanza e il valore Patrizia cgil

  • Iolanda77

    23/10/2023 - 5:28

    Chiedevo gentilmente di sapere a quando è stata fissata la prossima riunione. È possibile che dal 5/6 luglio non ci sia una data fissata con un ordine del giorno ? “Confprofessioni continua a rinviare”: a quando? Ci saranno degli scambi di corrispondenza? Letta così come emerge dal blog, la trattativa sembra abbandonata anche dal sindacato, ma magari non è così! Perdonatemi ,ma leggo troppe risposte vaghe e troppe sulla difensiva adducendo la motivazione che il blog è gestito gratuitamente da impiegate. Il punto è che o si fa informazione reale e concreta o non vale la pena, per me, nemmeno stare leggere. Il tono mi sembra corretto ed educato. Saluti. Iolanda

  • Patrizia

    21/10/2023 - 19:27

    ciao iolanda, ho riletto 10 volte il tuo messaggio e francamente non capisco il tuo modo di rivolgerti a noi e le parole che usi. Puntualmente ? tempestivo ? concreto ? auspicabile ... cosa significa ? . Forse pensi di essere in qualche sito commerciale , non so darmi altra spiegazione. Questo è un blog sindacale della Filcams cgil gestito gratuitamente da lavoratrici degli studi professionali. Il sindacato non è un ente o un centro servizi , è una associazione , non trattiamo prodotti intesi come contratti.La contrattazione è libera, abbiamo delle controparti con cui discutere che possono decidere di non presentarsi ai tavoli, come sta facendo confprofessioni. Per protestare ti prego di rivolgerti a confprofessioni. Per quanto riguarda quello che chiedi , bastava che tu leggessi l'ultimo aggiornamento e le varie risposte che abbiamo dato, è tutto chiaro. Le trattative sono ferme a luglio non ci sono stati altri incontri perchè confprofessioni ha sempre rinviato , non si sa quando riprenderanno le trattative, il coordinamento di conseguenza non è stato convocato, anche questo è scritto chiaro. Ho spiegato Barbara come funziona l'Indennità di vacanza , puoi leggere la mia risposta. Francamente non ho altro da dirti se non che se pensi che questo sia il modo di chiedere informazioni hai sbagliato parole e modi . Patrizia cgil

  • Iolanda77

    21/10/2023 - 4:39

    Buongiorno, cosa è successo puntualmente dopo l’incontro del 5/6 luglio scorso? Per quando è fissata la prossima riunione? Quali sono gli argomenti all’ordine del giorno? Il coordinamento nazionale Filcams c’è stato?Che cosa ha deciso puntualmente in merito al rinnovo contrattuale? Ci spetta l’ indennità di vacanza contrattuale come chiedeva Barbara? Se no, è stata inserita nel testo di rinnovo per impedire che alla prossima scadenza si ripeta una vergogna del genere? La cronologia di quanto accaduto sembra ferma a 4 mesi fa. Sarebbe auspicabile un aggiornamento tempestivo, puntuale e concreto sugli argomenti in discussione al tavolo delle trattative e sui tempi di avanzamento delle stesse. Grazie.

  • Patrizia

    20/10/2023 - 18:17

    Caro Federico, le persone non hanno fiducia più in nulla, sindacati , partiti .. il 50% non vota, non parliamo poi del rancore sociale e non solo, che è a mille , quindi dobbiamo lavorare tanto per ottenere la fiducia e anche la voglia di chiedere giustizia sociale. Non devi dimenticare che abbiamo avuto due anni di pandemia .. era ben altra l'emergenza. Nonostante ciò, se ben ti ricordi, è stata fatta una battaglia sindacale durissima sulle misure di sicurezza anticovid nei luoghi di lavoro e la cassa integrazione . Ci sono stati molti scioperi di categoria anche l'anno scorso, non quello generale. Lo sciopero generale, quello per intenderci che ferma il paese, è un atto di rottura molto forte, in passato ha provocato crisi di governo, ma il nostro obiettivo è far cambiare politica al governo e mandare un messaggio chiaro e forte alle nostre controparti: che vengano ai tavoli e firmino contratti nazionali fermi da anni. Per essere efficace deve essere unitario cgil cisl e uil , come potrai vedere sui siti sindacali è già in corso la discussione tra le sigle sindacali. Per come la vedo io lo sciopero generale è dovuto ma so che non si dichiara a cuor leggero. La manifestazione unitaria a Bologna di tutte le categorie Filcams senza contratto è stata una prima iniziativa. Anch'io credo fermamente alla solidarietà tra i lavoratori e che unire le categorie è fondamentale, aiuterebbe molto anche noi. Può essere che il sindacato sia lento ma ti assicuro che non è facile. Quando il sindacato deciderà di muoversi unitariamente e compatto farà un gran chiasso e spero che anche noi parteciperemo in massa perchè ne abbiamo tutti i motivi. Per quanto riguarda il blog ... ne stiamo discutendo da quest'estate perchè solo ora dopo l'assemblea web è arrivato da voi l'imput per cambiarlo quindi non anni e non ci metteremo anni.. ogni cosa ha il suo tempo giusto. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    20/10/2023 - 18:03

    Caro Walter, gli stessi che oggi decantazione i contratti nazionali ieri ne chiedevano l'abolizione.. La conciliazione vita - lavoro è uno splendido argomento di grande civiltà, sono stati firmati protocolli di intesa , è dentro i contratti, ci sono leggi ma purtroppo quello che si vede è ben altro. Purtroppo continuo a sentire storie di mancato rispetto persino dei congedi parentali o dell'allattamento , mi pare che siano saltati i fondamentali nel mondo del lavoro. Mi pare dura intervenire sull'orario di lavoro. patrizia cgil

  • Federico

    20/10/2023 - 14:30

    Buongiorno, non capisco una cosa. Perchè ancora dopo tutto questo tempo si parla/pensa/ragiona e non si agisce? Ok noi siamo in pochi, ma ci sono 7 milioni di lavoratori con i contratti scaduti, contratti che si continua a ripetere sono scaduti da 3,4,5,6 anni, perchè già quattro anni fa non si è fatto uno sciopero generale? Perchè l'anno scorso no? Non riusciamo a farlo da soli, facciamolo tutti insieme! Si organizza lo sciopero di tutti i lavoratori con il contratto scaduto, qualunque esso sia. Un venerdì qualsiasi, giorno in cui in tutti i settori si lavora, tutti a casa e in piazza. Però dopo tutto questo tempo leggere "si sta parlando" "si minaccia" "si pensa"...non basta più. La manifestazione unitaria è stata un successo, ma perchè non è stata fatta nel 2019? o nel 2021? o nel 2022? E' questo che chi è iscritto e attivo chiede, è per questo che la gente si arrabbia ANCHE con il sindacato. Le controparti sono imbarazzanti è vero e probabilmente durerà ancora mesi questa situazione, ma il malcontento verso il sindacato secondo me è tutto qui. Non serve far passare anni per ristrutturare il blog, non serve far passare anni per tutto il resto. Grazie mille Patrizia, buon pomeriggio.

  • Walter

    20/10/2023 - 0:27

    Cara Patrizia, ha ragione si nascondo dietro alla contrattazione collettiva per non accettare il salario minimo. Più volte sono intervenuti disapprovando il salario minimo. Comunque la conciliazione vita-lavoro è stata presentata da docenti universitari che fanno ricerca. Chiedere questa riduzione dell'orario lavorativo è un via così dura da percorrere? Se non avremmo un adeguato salario credo sia minimo e pensiero che nei vari messaggi nel blog è stato poi volte condiviso.

  • Patrizia

    19/10/2023 - 19:24

    Cara Alice, sappiamo di questa fuga dagli studi .. i professionisti dovranno chiedersi perchè, è un mondo antico che crede in un mondo del lavoro paternalistico e che fatica a rinnovarsi , questo è un serio problema per gli studi professionali. So anche che il sindacato deve rinnovarsi ma è molto meglio di quello che si crede da fuori. Meglio entrarci e cambiarlo no? è un patrimonio ma come dice la nostra Carmen un po "vintage". Non credere conosco bene pregi e difetti del sindacato, ne difendo la funzione questo si , senza sindacato è peggio molto meglio rinnovarlo. A questo proposito stiamo lavorando con la filcams per ristrutturare il blog per renderlo più attuale e magari farlo diventare uno strumento vero per la rappresentanza, sentiamo l'urgenza di questo passaggio che ci viene da voi e di questo vi ringraziamo. Non bisogna mai cedere alla sfiducia, la migliore dote di un sindacalista è la pazienza quindi insistere sempre senza stancarsi mai e i risultati arriveranno, passin passetto. Coraggio Patrizia cgil ps non abbiate problemi a fare critiche ... quando c'è il rispetto il confronto anche aspro va benissimo

  • Patrizia

    19/10/2023 - 19:11

    Cara Giulia, purtroppo siamo fermi in una fase "zen" diciamo. Non abbiamo idea di quando si sbloccherà, ma ti assicuro che c'è la pressione ai più alti livelli sindacali. Il dibattito sul salario minimo è surreale e strumentale , sanno benissimo che i contratti nazionali sono fermi per 7 milioni di lavoratori la maggior parte sotto il salario minimo di 9 euro, quindi contratti poveri come il nostro, usano l'argomento del contratto nazionale per dire no al salario minimo, ma la conseguenza è che non avremo il salario minimo e nemmeno i contratti nazionali firmati .. una beffa. Il sindacato risponde a tono te lo assicuro, tanto che si sta parlando di sciopero generale. Le tue riflessioni sono sacrosante e non fanno una piega. Sono io che ringrazio te. Intanto qui sei virtualmente in sindacato , poi puoi contattare la sede Filcams della tua città . Stai con noi e discuterai seriamente sempre . Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/10/2023 - 19:04

    Cara Nadia, anch'io nella mia esperienza sindacale ho incontrato funzionari straordinari e alcuni molto meno bravi. Il sindacato è una grande organizzazione e ci sta. Ho imparato molto da sindacalisti che si muovevano da Roma anche per 1 lavoratrice. Però concordo con te, parte da noi . Non bisogna mai rinunciare non c'è niente di impossibile. La Filcams ha voluto questo blog proprio per darci la possibilità di organizzarci. Mi pare che ci siano buoni segnali di consapevolezza, quello che non succede per anni magari succede in un giorno , io sono sempre fiduciosa. grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    19/10/2023 - 18:57

    Caro Walter, ah certo se dessimo tutto quello che chiede confprofessioni ... come no! come dico sempre gli interessi sono contrapposti e nel nostro caso molto contrapposti. Bel coraggio dare colpa al sindacato , davvero. Li ho visti all'opera, nei discorsi belli e teorici sono insuperabili, purtroppo poi quando si tratta di scrivere le norme contrattuali vanno in America. Caro Walter vedo che chi dice no al salario minimo si nasconde dietro alla contrattazione collettiva che nessuno pratica questa è la verità. La cruda verità che non c'è salario minimo e nemmeno i contratti !! patrizia cgil

  • Alice

    19/10/2023 - 16:51

    sono completamente d'accordo con Sergio. Quello che ho ottenuto negli anni lo devo alle mie richieste, al buon rapporto con il mio datore di lavoro. La realtà è che siamo tantissimi studi piccoli, 1 o 2 impiegati per studio in media ?? ! impossibile praticare scioperi o manifestazioni , permessi sindacali ?? ma se molti di noi non possono prendere neanche un permesso personale .... inutile paragonarci ai metalmeccanici non possiamo avere la forza contrattuale loro .. Tanti di noi hanno timore ad iscriversi al sindacato e tanti non ne conoscono i costi ... Credo ci sia molta rassegnazione. Forse varrebbe anche la pena cercare di "aggiornare " il sindacato ahimè visto ormai come "un vecchio dinosauro" . Non vuole essere una critica la mia anzi vi ringrazio per il lavoro gratuito che fate dato che non mi sono mai iscritta a nessun sindacato ... Non so nei vostri studi ma i giovani faticano persino a presentarsi ai colloqui di lavoro ... la categoria non attrae più anzi i più scappano verso aziende ..resta chi ha già alle spalle anni di esperienza....

  • Patrizia

    19/10/2023 - 14:05

    Cara barbara, l'indennità di vacanza e prevista , ma è una cifra molto bassa si aggira a qualche euro. L'accordo può essere di studio perché non c'è un protocollo nazionale. In ogni caso la cifra va poi detratta dall'aumento contrattuale alla firma del contratto nazionale. Non so se vale la pena. Patrizia cgil

  • Giulia

    19/10/2023 - 12:49

    Buongiorno, intanto grazie per il lavoro nelle trattative e nell'informazione che fate.. io sono un' impiegata di studio professionale da poco più di un anno, in apprendistato part-time, quindi potete immaginare la bassa retribuzione e quanto mi stia "a cuore" l'iter di rinnovo contrattuale .. vorrei chiedere due cose: 1. Ci sono novità o c'è un'idea di quando potrebbero esserci almeno degli aggiornamenti concreti sulla trattativa? 2. In questi giorni si sta parlando molto del salario minimo, e nel dibattito chi è contrario fa leva sul potenziamento dei CCNL. Al di là del fatto che il salario minimo rappresenterebbe solo la base di partenza quindi il CCNL avrebbe comunque il suo senso e la sua forza, ma queste persone sanno che la maggior parte dei contratti è scaduto e che le trattative di rinnovo durano anni, come nel nostro caso, risicando dei miseri aumenti che comunque non vanno a migliorare la situazione economica vista l'inflazione? I sindacati hanno modo di rispondere "a tono" o comunque di far arrivare queste riflessioni a questi politici che vantano i CCNL come se non sapessero cosa c'è dietro? Non è una domanda polemica, è davvero una curiosità su come noi lavoratori, tramite il sindacato, possiamo arrivare a esprimere le nostre idee. Grazie

  • Nadia

    19/10/2023 - 12:38

    Buongiorno. Ho intravisto la "sciocca" richiesta di togliere la quattordiciesima... meglio non commentare le scemenze che escono durante una trattativa perché altrimenti viene l'orticaria. Bisognerebbe attenersi al fatto che possiamo chiacchierare fino all'infinito, ma noi, popolo italico degli studi non aliziamo un dito per i nostri interessi. Ho avuto esperienza, vie traverse, di rappresentanti sindacali che non si comportavano in modo ortodosso e di altri che invece hanno fatto molto, per esempio nel campo della logistica e trasporto merci dove lavora mio marito. Ragion per cui non farei sempre di un erba un fascio. Vero è che se siamo a questo punto è perché in genere il sindacato ha accettato troppi compromessi al ribasso negli anni. E questa è realtà! Ora però da parte dei lavoratori è maturata la malsana idea che il sindacato da solo faccia i miracoli. I miracoli li fa se li aiutiamo noi e ci inca***amo un pò. Ma non da dietro una scrivania. Dobbiamo rasentare il fondo? Dobbiamo arrivare ad una situazione di non ritorno? Ci siamo quasi! I giovani ahimé, lo vedo nello studio dove lavoro, sono inconsapevoli e paurosi.

  • Sergio

    19/10/2023 - 11:13

    Buongiorno Ho questo contratto da circa 20 anni, fortunatamente sono riuscito ad ottenere autonomamente superminimo e qualche benefit altrimenti sarebbe critica. Per mia esperienza chi lavora con questo contratto e completamente scollegato dalle attività sindacali. A me farebbe piacere ricevere direttamente un volantino o una comunicazione di un sindacato con la quale mi avvisa che sto lavorando con un contratto scaduto da 5 anni, che sto perdendo potere d’acquisto per l’inflazione, che mi spieghi le sue proposte di rinnovo ma che ha bisogno del mio contributo per avere i numeri per sedersi al tavolo, che mi dica che numeri ha oggi e che numeri deve raggiungere, che mi chiarisca la modalità e i costi di tesseramento… Deve a convincere che ce la può fare e che il costi di iscrizione sono ben spesi, altrimenti meglio arrangiarsi o cambiare.

  • Walter

    19/10/2023 - 7:47

    Ieri il consigliere del ANCL al convegno di “Un viaggio attraverso la cultura del lavoro - Le sfide odierne e le soluzioni per il domani” tenutosi all'ospedale di Bergamo, ha dichiarato che lo strumento più idoneo per contrastare il mismatch è la contrattazione collettiva e ha dichiarato che nostro CCNL è fermo dal 2018. Alla domanda della conduttrice riguardo a quando sarà rinnovato ha detto che non dipendete da lui ma dalla contro parte (ossia il sindacato). Sono rimasto un po' allibito dalle parole e dall'atteggiamento che non prende in considerazione la nostra sofferenza. Sembra che ognuno non si assuma la propria responsabilità. In tutto questo ho ascoltato anche degli interventi interessanti di altri invitati riguardo la necessità di conciliazione vita-lavoro e, come me, molti nostri datori di lavoro. Quindi se non avremmo un degno aumento retributivo chiedere di diminuire le ore settimanali o lo smartworking.

  • Daniela

    18/10/2023 - 16:14

    Sono d'accordissimo con Patrizia, in questi ultimi giorni leggendo i commenti mi sono chiesta se c'era qualche "infiltrato" di Confprofessioni che cercava di mettere zizzania...non vogliamo arrivare alla guerra fra i poveri, dobbiamo fare gruppo e non darci addosso fra di noi o il sindacato...che fa i nostri interessi, siamo tutti stanchi di aspettare ma non e' sicuro facendocj la guerra che si fara' prima

  • Patrizia

    18/10/2023 - 15:12

    Caro Walter, vogliamo solo evitare un eccesso tutto qui. Il confronto noi lo cerchiamo ma se la chat viene monopolizzata da 4 o 5 persone togliamo spazio a chi vuol scrivere. Vogliamo evitare un effetto f.b. ci è capitato altre volte . E' bene che ci sia voglia di discutere ma dandoci un po di regole per il bene di tutti chiediamo collaborazione e discuteremo meglio Patrizia cgil

  • Walter

    18/10/2023 - 12:09

    Cara Patrizia, se togli lo spazio alle persone che voglio partecipare e che seguono i blog magari con argomenti magari già menzionati. Togli a queste stesse persone la possibilità di partecipare più attivamente in sindacato. Non è questione di monopolizzazione ma di chiarimenti. Se questi dibattiti non ci sono in sindacato dove si possono fare e poi cosi non c'è da soprendersi se non c'è forza lavoro da rappresentare. Io sono con te per molte tuo commenti ritengo ci sia un muro ma apprezzo il tuo impegno e ti rispetto per tutto quello che fai.

  • Patrizia

    18/10/2023 - 9:20

    ATTENZIONE PER TUTTI Il blog è di tutti non va monopolizzato da 4 o 5 persone , bloccare la chat con dialoghi con le stesse persone è una mancanza di rispetto per chi vuole usare la chat. Ritengo che abbiamo discusso abbastanza sullo stesso argomento , lasciamo spazio a tutti ed evitiamo di usare il blog come fb. Vi ringrazio patrizia cgil

  • Patrizia

    18/10/2023 - 9:14

    Caro Fabio sono dichiarazioni di mesi fa, le situazioni cambiano di giorno in giorno, nessuno di noi può dare risposte precise. La trattativa è veramente complicata. Ci auguriamo di arrivare alla firma prima possibile. Patrizia cgil

  • Fabio00

    18/10/2023 - 8:19

    Buongiorno a tutti.... Quanto c'è di vero in queste dichiarazioni rilasciate ormai diversi mesi fa? Tra i primi la parola l’ha presa Paolo Andreani, segretario generale della Uiltucs, che dopo essersi soffermato sulla condizione dei lavoratori del terziario e sulle proposte della controparte, ha riservato qualche minuto anche ai lavoratori degli studi professionali: “Non siamo distanti da una soluzione contrattuale, siamo vicini a un’ipotesi che prevede 200 euro di aumento contrattuale con una massa salariale significativa. Starà a noi fare una valutazione, poi starà a noi decidere.”

  • Patrizia

    18/10/2023 - 0:11

    Caro Renato, ho già detto che io rispondo ai toni che vengono usati con noi, non siamo su fb ma in sindacato , mi prendo la responsabilità delle mie risposte e dei miei toni perché questo blog ha un gruppo di gestione che ha questa linea. Chiuso l'argomento. Per quanto riguarda quello che dici: sei su una strada sbagliata, le azioni individuali non costruiscono nulla , abbiamo mille esempi le azioni collettive si. Se ne sei convinto fallo tu o deve farlo il sindacalista perché pagato? Ripeto che questi ragionamenti fanno solo comodo a chi si aspetta un servizio La vira del sindacalista? Come vedi ti sto rispondendo a quest'ora , non sai proprio nulla di quello che fa un sindacalista quindi non dare giudizi su cose che non sai. Io non agito proprio nulla , a proposito dei toni che vengono usati, la richiesta è su un tavolo di trattativa che è stata tespinta ma è il sintomo di quello che hanno in testa le parti datoriali in generale. Chiuso l"argomento Vedi se c'è un tavolo di trattativa per il nostro contratto è grazie alla forza degli iscritti alle altre categorie perché grazie a loro il sindacato ha forza rappresentativa anche per noi che non contiamo nulla. Se tutti pensassero come te i.contratti collettivi non esisterebbero men che meno il nostro. . Spiace tu non.capisca la.potenzialita del collettivo.. l'individualismo non porta mai a nulla Infine perché mai frequenti un blog sindacale se pensi che non serve e siamo nullafacenti e imbucati? Qui spingiamo all'azione collettiva tu credi ad azioni individuali non si sa bene di chi , non abbiamo molto.in comune puoi continuare a scrivere ma sappi che qui sei in sindacato e trisponderò sempre così con i toni che riterrò opportuni Cordialmente patrizia cgil Patrizia cgil

  • Renato

    17/10/2023 - 23:04

    Ciao Patrizia, per quanto riguarda alcuni toni che hai usato magari senza accorgerti se qui più persone te lo fanno notare non credo siano tutti in preda ad un abbaglio collettivo, evidentemente è opinione condivisa. Poi la questione di togliere la quattordicesima non evocarla come spettro perché sai anche tu che non possono essere prese condizioni peggiorative nei CCNL, quindi possono chiedere anche di mandarci sulla Luna ma non si può fare e la questione è chiusa. Poi che i CCNL sono tutti fermi a molti di noi sinceramente non interessa, a noi interessa del nostro, e se dovessi cominciare con un elenco dei contratti rinnovati dal 2018 ad un mese fa l’elenco sarebbe molto lungo. Non è nemmeno corretto dire che una singola persona non cambia nulla ma che servono tante persone che protestano ecc, forse negli anni ‘80, adesso basta anche solo una persona che sappia veicolare bene il messaggio sui social e si ottengono più risultati di 20000 che manifestano. Bastano anche 10 persone fuori dalla sede di Confprofessioni, l’abbiamo visto qualche mese fa con quelli con le tende fuori dalle università per il caro affitti, hanno ottenuto quello che volevano ed erano forse in 20, non 20000, certo serve capacità di attirare l’attenzione. Concludo dicendo che nella prossima vita voglio fare il sindacalista delegato, sarei ben retribuito e potrei partecipare a tutte le trattative per i rinnovi contrattuali e anche se non ottengo il rinnovo non è colpa mia perché è colpa dei lavoratori e della controparte, vinco in ogni caso. Quegli stessi lavoratori che se non ottengono risultati o lavorano male il datore di lavoro non ci mette più di due secondi a metterli alla porta.

  • Patrizia

    17/10/2023 - 19:42

    Caro Massimo, nessuno ti ha impedito di esprimerti , sul blog pubblichiamo tutti , offese a parte. Premetto che non ci sono questioni personali , il blog è della Filcams che io qui rappresento, le critiche vanno benissimo ma si devono valutare anche le risposte , altrimenti il confronto è monco. Conosco bene quello che hai riportato .. ma attenzione questo ruolo del sindacato deriva dall'articolo 39 della costituzione " l'organizzazione sindacale è libera... i sindacati registrati hanno personalità giuridica. Possono, rappresentati unitariamente in proporzione dei loro iscritti, stipulare contratti collettivi di lavoro con efficacia obbligatoria per tutti gli appartenenti alle categorie alle quali il contratto si riferisce" quindi direi che non hai considerato nel tuo ragionamento 2 parole fondamentali che compaiono nel testo : organizzazione e rappresentanza . Organizzazione quindi .. non un ente e/o agenzia ma una associazione e rappresentanza : quindi iscritti. Queste due parole danno il senso al ruolo del sindacato che ho cercato di spiegare mille volte. non ci sono automatismi nella contrattazione questa è illusione, non c'è obbligo di stipulare contratti collettivi , è un rapporto di forza che in questo momento è totalmente a sfavore del sindacato e dei lavoratori stop e le nostre controparti dettano l'agenda Trai tu le conseguenze e il che fare. Patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 19:24

    Cara Giorgia, cosa sarebbe allora un grande imbroglio del sindacato per fare tessere e guadagnare soldi ? idea suggestiva ma falsa . Te lo dico da collega non da sindacalista: tutti i tavoli sono fermi , 7 milioni di lavoratori senza contratti nazionali .. basta guardare un po' di notizie, la situazione è drammatica, dipende da un comportamento generalizzato delle controparti non dai funzionari che sono ai tavoli. Che interesse avrebbe il sindacato di tenere fermi i contratti ? dimmi sono curiosa. Il tesseramento serve per costruire una rappresentanza sindacale che non abbiamo: delegati che affianchino i nostri funzionari, agli scioperi e alle assemblee possono partecipare i non iscritti quello non è un problema anzi...magari, il problema sta tutto qua non partecipiamo per nulla e pretendiamo però che il sindacato organizzi .. ma con chi ? Cara Giorgia sono costretta a rispondere sempre con gli stessi argomenti perchè in tanti anni non abbiamo fatto 1 passo in avanti, ne farei volentieri a meno e parlerei di organizzazione con gioia. Patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 19:00

    Caro Lorenzo, sul blog io rappresento la Filcams cgil non ci sono questioni personali , ergo parlando con me parlate con il sindacato. Rispondo a tono, è vero , è una scelta perchè non vogliamo essere un capro espiatorio, non abbiamo code di paglia, è tutto trasparente. Il rapporto deve essere alla pari , quindi io do rispetto ed esigo rispetto per noi e la Filcams, offese e rispetto sono cose diverse. Le mie risposte ? beh .. alle volte direi che c'è bisogno di risposte decise e io non mi tiro indietro, discuto non faccio zuffe. Io credo invece che abbiamo grande pazienza e che rispondiamo quasi in tempo reale ad uno ad uno dei vostri commenti e alle richieste di informazioni. Tu credi sia semplice e scontato che sia dovuto ? Ma dopo 40 anni di lavoro e 30 di sindacato non credi che conosca a fondo gli studi professionali , soprattutto i lavoratori e non mi sia fatta le domande che tu mi poni ? ma mille volte al giorno. Sarei una cattiva sindacalista non lo facessi. In ogni caso ben vengano i tuoi pareri come quelli di tutti ma anche i miei, visto che siamo colleghi. Non ho ben capito cosa suggerisci ma se pensi a cause , lavorando in uno studio legale .. per andare in tribunale o all'Ispettorato del lavoro o in Agenzia delle Entrate devono esserci le denunce dei lavoratori con nome e cognome e con prove. Non credere conosciamo bene le situazioni irregolari, evasione compresa ma ci vogliono le denunce , tu sei disposto? perchè poi le querele arrivano, o altrimenti spiegati meglio, non c'è nessuna preclusione per altre idee, siamo apertissimi non sfuggiamo a nessuna peste , basta che siano idee praticabili. Patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 18:36

    Caro Alessandro, grazie hai dato una lettura esatta della difficilissima situazione dei rinnovi contrattuali. Sul tavolo ci sono anche richieste di eliminare la quattordicesima .. non si ha idea di cosa chiedono i nostri datori di lavoro .. altro che responsabilità del sindacato. Credo che lo sciopero si avvicini sempre di più. Nel terziario ci sono molti iscritti ma soprattutto organismi di rappresentanza , RSA , RSU delegati ecc. che consentono di organizzare riunioni , assemblee e soprattutto scioperi , è tutto quello che a noi manca purtroppo. Pensa che ci sono più tesserati nelle colf .. rapportate poi al numero totale fa ancora più scalpore. Il problema sta tutto qui. Lo capiremo un giorno ? mahPatrizia cgil ps abbiamo dato al nazionale filcams le tue interessantissime osservazioni sul blog grazie

  • Patrizia

    17/10/2023 - 18:29

    Caro Riccardo, magari guarda entrassero in sindacato i ragazzi di 20 e 30 anni stapperei una bottiglia di spumante! ne abbiamo bisogno come l'aria! ma in massa ! ... se fosse per me lascerei 1 minuto dopo. Detto ciò .. nell'attesa di essere giustamente cacciata, stiamo lavorando per adeguare il blog alle richieste di rappresentanza che viene da voi. Ci vuole un po di pazienza ma la Filcams nazionale ha recepito e stiamo lavorando con la comunicazione Filcams, l'imput è arrivato forte e chiaro . Quando saremo pronti lanceremo una pagina qui sul blog per i suggerimenti e consigli così la ristrutturazione sarà davvero frutto di un lavoro collettivo e quindi di tutti noi. Lo abbiamo sempre fatto lo faremo anche questa volta. Intanto stiamo già girando i messaggi che arrivano qui sul blog ai tecnici così da guadagnare tempo. Grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 18:20

    Caro Maurizio, mi pare che avevamo già fatto questa discussione..... avevamo chiuso dicendo che ci sono errori dei lavoratori e del sindacato, chi non li fa ? ma immensamente più grande è la responsabilità della nostra controparte che non vuole firmare un contratto per le ragioni che elenchi tu , vogliono l'abbassamento del cuneo e con questo ci pagano , allora rispetto a ciò chiedo a te noi lavoratori che facciamo ? perchè è facile alzare il ditino più complicato fare. Guarda lo stato di tutte le trattative aperte e fai due riflessioni. La risposta a Massimo : lui dice di essere deluso , anch'io lo sono di ripetere le stesse cose senza un passetto avanti nella discussione . Lo sono da sindacalista non da Patrizia qui non c'è nulla di personale. Vogliamo Bypassare la fase del lamento ? per la giovane cristina sarebbe meglio conoscere i propri diritti e come funziona il mondo del lavoro. grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 18:13

    Caro Tam, non dici una cavolata , certo sul blog possiamo lanciare iniziative , lo abbiamo già fatto. Ha un senso, prima c'è la fase organizzativa che non dipende dal Blog ma dalle rappresentanze sindacali , lo sciopero è cosa delicata da fare e abbiamo bisogno della copertura sindacale. Noi siamo pronti , francamente spero di poterlo fare. Patrizia cgil

  • Patrizia

    17/10/2023 - 18:09

    Caro Walter, rileggi con attenzione , io ho detto che il blog ha 20 anni ma che è molto cambiato in questi anni , lo abbiamo rifatto già 2 o 3 volte, era nato con una chat di 2 o 3 righe.. è evidente che non può rimanere uguale, ci mancherebbe. Stiamo discutendo con il nazionale Filcams proprio di questo ma ci vuole un pò di tempo , il blog così come è strutturato non è più sufficiente lo sappiamo bene, leggiamo la richiesta di rappresentanza che arriva non temere, concordiamo tutti con il tuo ragionamento. Gli strumenti vanno adeguati ai bisogni. Patrizia cgil

  • Giorgia

    17/10/2023 - 17:17

    Cari colleghi è da molto tempo che non scrivo, ma per tutto questo tempo ho continuato a leggere i vostri messaggi. Sono contenta di leggere tanti di voi che fanno presente il loro malessere nei confronti della Filcams che non sta organizzando nulla per portare alla conclusione di questo benedetto rinnovo. A distanza di molti tempo vedo che la risposta di Patrizia è rimasta sempre la stessa per tutti quelli che si lamentano e cioè senza numerosi iscritti al sindacato o senza persone che si rivolgono al sindacato di zona non è possibile andare a trattare al tavolo con Confprofessioni. Allora chiedo a tutti voi cari colleghi, ma se ci tesseriamo tutti e raggiungiamo finalmente questo numero enorme di iscritti, al tavolo delle trattative continuano ad andare le stesse persone che ci hanno rappresentato fino ad oggi e che non hanno ottenuto niente. Alla controparte che ti presenti al tavolo con 100 tesserati o con un milione non gliene importa un fico secco perché tanto sanno che non riusciremo mai ad organizzare uno sciopero serio dal momento che siamo spalmati in tanti studi piccolissimi sparsi in tutta Italia. Quindi se si ferma qualche studio qua e là non gli fai nessun danno a differenza di una grande azienda che perde milioni di euro. Quindi chi ci guadagna è solo il sindacato. Dopo tutto questo tempo a leggere sempre le stesse risposte comincio a pensare che queste perdite di tempo hanno uno scopo ben preciso. e non sono causate solo da Confprofessioni.

  • Alessandro

    17/10/2023 - 14:29

    Buongiorno, ho potuto constatare sul web quanto sia difficile per le delegazioni sindacali trattare in questo periodo con le Controparti, soprattutto per la mancanza di volontà da parte delle Controparti datoriali di poter scendere a compromessi sulle questioni di tipo salariale e dei diritti sociali. Ad esempio Confcommercio e Confesercenti anche negli ultimi incontri di trattativa svolti negli scorsi giorni hanno manifestato particolare ostilità al procedere con avanzamenti di tipo retributivo, oppure, di fronte a possibili aumenti salariali, richiedono declassamenti di diritti e/o sugli scatti di anzianità. Visto che il 75% dei contratti del Terziario sono scaduti ormai da anni, o ci si trova a trattare con associazioni datoriali particolarmente "illuminate", oppure credo che a breve le sigle sindacali più rappresentative dovrebbero convocare uno sciopero generale di tutta la categoria Terziario... È una situazione davvero complicata... Domanda: ci sono molti iscritti ai sindacati per quanto riguarda gli altri lavoratori del Terziario (ad esempio quelli con contratto di Confcommercio), o in generale la situazione è molto simile alla nostra?

  • Riccardo

    17/10/2023 - 11:54

    Buongiorno, se posso permettermi una riflessione leggendo qua e là commenti e articoli. Dal mio umilissimo punto di vista: il problema principale è che sindacati e professionisti sono rimasti ancorati agli anni 80. Il sindacato non si è evoluto digitalmente nell'era social, pochissima comunicazione, pochissima attrattiva per le nuove generazioni, per riunire le persone attraverso la rete esiste solo questo blog (e per fortuna che esiste), strumento comunque degli anni 90/2000. Io non so chi lavori nell'ufficio stampa dei sindacati, ma servirebbe una bella svecchiata, facce idee e modi di fare nuovi, ragazzi e ragazze di 20/30 anni, basta capelli grigi. D'altro canto i professionisti sono rimasti convinti di essere gli unici "portatori di verità" del mondo, perchè loro sono pluri-laureati, sono iscritti all'albo, quello che dicono loro è oro, lavorano dalle 6 di mattina alle 21 e si credono degli esseri superiori, spocchiosi e pretenziosi. L'unica cosa che hanno in comune è che sono vecchi. E come due vecchi si ritroveranno tra dieci anni sulle panchine del parco a ricordare i bei tempi. I sindacati a lamentarsi che non ci saranno più iscritti e i professionisti a lamentarsi che non troveranno più dipendenti. Qua sul blog si leggono idee molto interessanti, però bisogna attuarle velocemente per riportare interesse, che comunque c'è perchè qua scrive tanta gente e la manifestazione di dieci giorni fa è andata bene, passiamo agli step successivi. I professionisti lasciamo invece che piangano, perchè è l'unica cosa che si meritano, vanno sui giornali e in tv a fare i fenomeni poi non si siedono ai tavoli. Fine della riflessione/sfogo, buona giornata e grazie a voi che ci credete davvero senza niente in cambio.

  • Lorenzo

    17/10/2023 - 11:38

    Cara Patrizia, mi dispiace doverlo ribadire. Ma evidentemente le nostre posizioni sono troppo distanti. Mi hai mai sentito dire che il sindacato non serve a nulla? mi hai mai sentito dire che la colpa è tua? Mi hai mai sentito pronunciare offese? Evidentemente il solo cercare di cambiare o dare suggerimenti che vanno al di la delle solite mosse sindacali (manifestazioni, scioperi, cortei, volantini) viene respinto come la peste. E' questo che non capisco. La soluzione pronta non la ho io, e sicuramente non la hai tu, ne il sindacato. Però fare dei tentativi differenti non credo sia un male. E ci vuole veramente poco. Ti ho già detto più volte che nel mio piccolo faccio qualcosa per tutelarmi. Ma la mia è una situazione molto particolare. E non posso fare altro rispetto a quello che già faccio. Fatti una domanda. Ti sei mai chiesta perchè ci sono così pochi iscritti tra i dipendenti degli studi professionali? E' molto facile puntare il dito su di noi. Quando ti dico che siamo dalla stessa parte, lo dico per ricordarti che non c'è bisogno di inacidire il discorso (e te lo dicono molti qui). Io so perfettamente quanto lavori e quanta dedizione metti in quello che fai. Ma il confronto vira spesso in uno sterile battibecco. Tu conoscerai la tua realtà. Ma fidati io conosco ben altre realtà. Per far cambiare le cose una volta per tutte, occorre per me colpire dove "loro" hanno qualcosa da perdere. Ossia nelle prassi di illegalità consolidate. E potrei farti 1000 esempi. Denunciare il mancato godimento delle ferie (nonostante mi vengano sottratte), porterebbe solo ad un'escalation legale dove ci andrei a perdere alla fine io...Non siamo Stellantis. Qui è molto facile arrivare ad un licenziamento giustificato... Cerchiamo, quindi, di unire le forze per migliorare la situazione, invece di azzuffarci tra di noi. Buon lavoro.

  • Massimo

    17/10/2023 - 10:08

    Buongiorno, la libertà di esprimersi è ancora un elemento distintivo del nostro paese Italia. Quindi procedo esprimendomi........dal sito filcams cigl... "La FILCAMS CGIL è la Federazione Italiana Lavoratori Commercio, Alberghi, Mense e Servizi, aderente alla Cgil, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro. È un’organizzazione sindacale, di natura programmatica, unitaria e democratica, plurietnica di donne e uomini. La FILCAMS Cgil organizza e rappresenta tutte le lavoratrici e i lavoratori dipendenti (operai, quadri, tecnici e impiegati) parasubordinati e eterodiretti suoi iscritti, occupati nei settori del Terziario, Turismo e Servizi. La FILCAMS è presente in tutte le regioni e in tutte le province d’Italia e svolge un’attività di tutela dei lavoratori a livello sindacale mediante stipula dei contratti nazionali di lavoro, assemblee sindacali, contrattazione territoriale e aziendale, gestione dei fondi previdenziali e iniziative varie. Inoltre, offre ai lavoratori supporto per altri tipi di servizi, anche attraverso il sistema dei servizi Cgil per: informazioni contrattuali e legislative, controllo dei prospetti paga, impugnazione del licenziamento, domanda per indennità di disoccupazione, vertenza di lavoro o assistenza legale di diverso genere." Quindi riassumendo il sindacato deve occuparsi di tutelare i lavoratori MEDIANTE stipula dei contratti nazionali di lavoro. Ad oggi credo che l'obiettivo non sia stato raggiunto.....non sarà colpa del sindacato, non sarà colpa di nessuno se non della controparte, ma i rappresentanti sindacali che rappresentano la nostra categoria, dopo 5 anni, ritengo di poter dire che non hanno svolto bene il loro lavoro. Non è una critica personale a te o a tutte le persone che gratuitamente e per passione danno il loro contributo. E' una constatazione prettamente personale e come tale deve essere presa. Grazie

  • maury76

    17/10/2023 - 9:55

    ...pero' scusami Patry se come rispondi a Massimo sei delusa di dover spiegare sempre banali e semplici concetti...o la tua platea e' tonta o forse forse.... qualche errorino c'è da parte del sindacato? il dubbio viene... come in una classe a scuola se prendono tutti 2 ok gli alunni asini ma pure il professore evidentemente sbaglia. In piu' se mille altri contratti son scaduti e non rinnovati...tutti con scarsa adesione di iscritti come il nostro? o semplicemente non ci son soldi... la crisi e' alle stelle e sta bene lasciare i contratti in soffitta tanto il governo l aiutino lo mette negli stipendi con quel 100 euro che dovrebbero tirare fuori i datori di lavori. meglio di così... x loro e' na manna. QUANTO ALLA GIOVANE CRISTINA... ma scappa, molla subito, fatti le ossa un paio di anni che negli studi impari bene il mestiere ma poi vai di concorsi, colloqui in ditte e scappa a gambe levate che negli studi non hai futuro e crescita in quanto non e' prevista.

  • TAMI

    17/10/2023 - 9:30

    Ciao a tutti, Ciao Patrizia. Magari dico una grande cavolata ... ma non sarebbe possibile organizzare uno sciopero qui sul blog? Visto che ha moltissimi lettori? Fissiamo una data , prepariamo un volantino da far girare sulle varie pagine social del sindacato , lo condividiamo in massa in modo da farlo arrivare a più persone possibili e poi ognuno si impegna e cerca di convincere almeno i propri colleghi di studio a partecipare! La vedete una cosa proprio impossibile o senza senso? Se abbiamo paura di essere 4 gatti possiamo preventivamente mettere una pagina sul blog con un sondaggio : parteciperesti? SI/NO e vediamo quanti "si" possiamo provare ad ottenere. Io poi purtroppo non ho esperienza e non me ne intendo molto, però mi sembra un piccolo punto di partenza.....

  • Walter

    17/10/2023 - 9:20

    Cara Patrizia, voglio fare una riflessione con te... Se continuiamo a ripettere che per 20 anni di esperienza ha funziona solo una procedura che è attuata da altri 100 anni... Per noi che siamo giovani e che vogliamo un cambiamento perchè da 5 anni non si smuove niente. Non pensi anche tu, che noi giovani che abbiamo bisogno di certezze e che ricechiamo l'innovazione ci sentiamo molto limitati e scorraggiati? Mi ricordo bene il tuo esempio della collega di Bologna che ci ha provato e non ha ottenuto nulla ed invece di incoraggiare nuove iniziative mi sembra sempre che si torni sulla stessa procedura con più convinzione... Cosi con i tempi che corrorono non credo si vada avanti ma si torni indietro e nulla cambia... Il blog come è stato detto è un strumento che può fare la differenza per la rappresenza digitale e se non otteniamo questo CCNL, spero almeno si possa creare e ottenre un strumento migliore per noi e per la nostra rappresentanza. Solo cosi in futuro la controparte non potrà più avere il potere che ha.

  • Patrizia

    16/10/2023 - 21:13

    Cara giovane Cristina, mi fa molto piacere il tuo post. E' bello leggere messaggi come il tuo con la richiesta di capire evitando giudizi a priori. Prima capire e poi esprimere giudizi , Non è facile spiegarsi in un blog ma cercherò di essere chiara per farti capire un po' di cose e poi se hai ulteriori domande fammele pure senza problemi, risponderò volentieri . - il sindacato è una libera associazione di rappresentanza dei lavoratori contemplata dalla Costituzione all'art.39. Non è un ente pubblico non è un'agenzia. Si aderisce tramite il tesseramento per essere rappresentati ma soprattutto per partecipare, come per ogni altra associazione. Più tesserati si ha più si rappresenta e più si ha forza contrattuale. Senza tesserati il sindacato non conta.. - la contrattazione è libera tra parte datoriale e parte sindacale dei lavoratori ma non è obbligatoria , quindi può anche non esserci un contratto collettivo , cosa non inusuale purtroppo, visto che ci sono categorie senza contratto anche da 10 anni, cosa che è capitata anche a noi qualche anno fa. - Gli interessi sono diversi tra datori di lavoro /lavoratori , al tavolo si discute di due piattaforme contrapposte e la trattativa che si svolge mira a firmare un accordo frutto di una mediazione soddisfacente per entrambe le parti , sostanzialmente un "win ,win". - per sostenere la piattaforma i il sindacato deve mobilitare i lavoratori di quella categoria per dare forza alle richieste. - se la parte datoriale non si presenta al tavolo o fa richieste inaccettabili è di fondamentale importanza la pressione dei lavoratori, altrimenti i nostri rappresentanti non avrebbero la forza per dire di no o di fare proposte alternative . Eviteremmo anche la domanda imbarazzante che ci viene fatta ogni volta "ma voi chi rappresentate?" Si c'è bisogno delle assemblee e di organizzazione sindacale, c'è bisogno della massa , è l'unico strumento che abbiamo per far sentire le nostre ragioni , altrimenti la parte datoriale avrebbe una prateria davanti a se , come succede a noi in questo momento. Scrivi qui , è come tu fossi in assemblea e dici che il nostro contratto fa schifo, non ti piacerebbe dirlo davanti a centinaia di colleghi e magari con in ns. datori di lavoro che ascoltano ? io l'ho fatto e ti assicuro che non è affatto salire sul palchetto a dire frasi fatte.. posso discutere con te e con altri ma siamo tutti dalla stessa parte , in 20 anni ne ho sentite tante di storie e opinioni qui sul blog , ho litigato e confortato e aiutato alle volte mi sono scoraggiata ma mai ho pensato che sia inutile ascoltare le vostre opinioni. I professionisti non vanno in ansia per le nostre iniziative ma una nostra maggiore pressione peserebbe molto al tavolo , e potremmo ottenere di più, finalmente saremmo ad armi pari e potremmo evitare di giocare a nascondino.. Anni fa per sbloccare una trattativa ferma da 10 anni con delle assemblee molto partecipate abbiamo ottenuto il risultato di portarli al tavolo al quale abbiamo partecipato con una delegazione , questo serve , da 100 anni serve sempre e solo questo. Azioni collettive non individuali. Se non sono stata chiara chiedi Patrizia cgil

  • Patrizia

    16/10/2023 - 20:02

    Caro Massimo, il tuo ragionamento come quello di tanti altri è alla rovescia, se tante persone affermano una cosa non per questo diventa vera non credi ? Il malcontento dovrebbe essere rivolto alla controparte, è confprofessioni che tiene ferma la trattativa non il sindacato , è paradossale che pensiate che la colpa sia di chi cerca di rappresentarvi al meglio .. e non del vero responsabile, la protesta dovrebbe essere diretta li forte e chiara, allora sarebbe sacrosanta e servirebbe. Il ragionamento rovescio ha origine dalla convinzione che il sindacato sia un ente o una agenzia che fa i contratti obbligatori. e che quindi se ritardano è colpa sua. Tutto questo è sbagliato o forse fa comodo crederlo. Il sindacato ha interesse a rappresentare bene i lavoratori che chiedono rappresentanza e anche quelli che non lo fanno e firmare buoni contratti , il tesseramento serve per rappresentare non è una "tessera da supermercato" serve sopratutto per partecipare non per avere un servizio. Ti dirò che io sono molto delusa dal dover spiegare sempre semplici concetti . Patrizia cgil

  • Massimo

    16/10/2023 - 16:25

    Buongiorno, vedo che più passa il tempo e più aumenta il malcontento generale e soprattutto si mette sempre più in discussione l'operato del sindacato. Non entro personalmente nel merito ma volevo fare una piccola considerazione.....se il sindacato si prefigge come obiettivo anche quello di attrarre nuovi iscritti, anche al fine di aumentare la forza contrattuale, credo sia doveroso dire che in questo momento sta ottenendo l'effetto contrario. Siamo oltre che furenti anche delusi e questo nel futuro sindacale non credo possa portare a nuove iscrizioni. Questa è la mia considerazione.

  • Cristina

    16/10/2023 - 9:41

    Buongiorno Patrizia, io sono giovane e nessuno mi ha mai “insegnato” il sindacato e le sue opere. Quindi ho dei dubbi. Riesco benissimo a percepire quanto uno sciopero sia forte (non mi dai nulla e allora non lavoro, messaggio fortissimo), e anche la manifestazione comunque è un messaggio forte, 10.000 persone in piazza a protestare fanno scalpore. Però non riesco a capire come la controparte possa aver “paura” di un’assemblea di 50 persone? Forse perché la paura è che un quell’assemblea si stiano organizzando manifestazioni e scioperi? Perché io non credo si mettano ansia solo perché delle persone si riuniscano a lamentarsi di quanto fa schifo il nostro contratto nel 2023 salendo a turno sul palchetto a dire frasi fatte. È corretto quello che dico? Aiutami a capire, grazie mille.

  • Patrizia

    15/10/2023 - 21:08

    Caro Lorenzo, questo è un blog sindacale e ha lo scopo di aiutare una categoria "fantasma" ad emergere dal buio, è uno spazio aperto al confronto,e alle informazioni . Il blog ha 20 anni lo abbiamo via via adattato al cambiamento che ci chiedevano gli utenti e alle condizioni che mutavano abbiamo anche sperimentato molto con l'aiuto dei tecnici della comunicazione Filcams nazionale, ne stiamo discutendo anche ora. Il fatto che sia gestito direttamente da dipendenti degli studi professionali e non da funzionari è la sua marcia in più. Lo ricordo spesso perchè è importante sapere come e da chi è gestito il blog , soprattutto che chi risponde è una tua collega e non un funzionario sindacale. Spiace tu non lo capisca , a me pare semplice. Se poi ci ricordi che siamo dalla stessa parte e che il sindacato ti fa venire un embolo .. porta pazienza ma questa è mancanza di rispetto , sei in casa Filcams. Se frequenti il blog per sfogarti beh.. può capitare ma non è lo scopo di questo spazio. Il nostro obiettivo è costruire non lamentarci. I diritti contenuti nei contratti sono esigibili dai lavoratori: ferie, permessi orario di lavoro ecc. quindi dobbiamo farci rispettare , altrimenti siamo degli schiavi e accettiamo di esserlo. In studio da me è quello che ho cercato di fare . Caro Lorenzo, se non viene rispettato il contratto ci sono gli strumenti per chiederne l'applicazione , bisogna avere un po' di coraggio, rispetto di se stessi e magari pensare che il sindacato serve e non fa venire emboli. Perchè non uscire dalla palude della frustrazione e della solitudine e fare delle proposte serie ? manifestazioni, assemblee scioperi servono eccome. Non tutto può essere virtuale anche se aiuta e porta pazienza anche qui .. a me pare che insistere su questo aspetto sia un modo per non metterci la faccia . Invece la faccia bisogna metterla e anche tutto il resto . Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/10/2023 - 19:06

    Caro Simone, e quello che stiamo provando a fare, non c'è nessuna impuntatura da parte sindacale vogliamo portare a casa un buon accordo, non facciamo richieste impossibili credimi Patrizia cgil

  • Simone W

    15/10/2023 - 13:22

    Comunque ottenere miglioramenti marginali al contratto aspettando ulteriori anni non ha alcun senso, anzi è una sconfitta per i lavoratori. Ad un certo punto si chiuda a metà strada tra le proposte delle due parti senza ulteriori indugi. Se è durissima e alcune delle richieste sono utopia inutile per tutti continuare a trascinare questa situazione. Anche per confprofessioni ha un senso chiudere la trattativa con una firma al nuovo contratto, vista la continua emorragia di professionalità sostituita con maturandi e ulteriore scontento di chi rimane. Si chiuda.

  • Lorenzo

    15/10/2023 - 11:39

    Cara Patrizia, 71,56 era un esempio, ovviamente. Chi ha mancato di rispetto? Quello che dico io, è più o meno quello che dicono molto altri qui. Le ferie vengono gestite dai datori di lavoro. Io non ho mai potuto fare una settimana di ferie se non in agosto o natale, in 20 anni. I contratti non vengono mai rispettati, perché non sono previste delle tutele e dei controlli seri. Tutto il resto è semplice fuffa. Nessuno se la prende ne con te ne con i sindacati. Il continuo ribadire che lavori in uno studio non capisco cosa voglia dire. I soli 140 euro lordi sono una miseria inaccettabile, soprattutto senza una tantum. Il lavoro agile in uno studio con 1/2 dipendenti è un'illusione portata a casa che serve solo a mitigare ideologicamente i mancati aumenti congrui. Ti ripeto che in aziende strutturate è molto facile essere tutelati. Negli studi è pressoché impossibile. Non per colpa dei sindacati, ma per norme del lavoro folli. Siamo degli invisibili, è inutile girarci intorno. Scrivere qui è un modo per tentare di mettere insieme idee e forze per arrivare a obiettivi. E poi si anche uno sfogo rispetto alla solitudine. Se volete che qualcosa cambi, buttate/buttiamo giù proposte serie e al passo con i tempi. La manifestazione e gli scioperi rompono le palle solo a chi deve andare a lavoro e trova strade bloccate. Siamo nel 2023. Con gli strumenti che ci sono oggi si può fare molto di più spendendo (quasi) zero. Buon lavoro

  • Patrizia

    14/10/2023 - 21:31

    Caro Lorenzo, secondo te gestiamo questo blog e non sappiamo che siamo dalla stessa parte ? perchè mai lo facciamo ? interesse personale ? Lo facciamo semplicemente perchè la nostra categoria ne ha bisogno. Mi pare che invece troppe volte veniamo trattate da controparte o da capo espiatorio. Qui siamo tutti lavoratrici e lavoratori degli studi professionali, rispondiamo su tutto e a tutti ad ogni ora, di sabato e di domenica di festa e in ferie .. non so cosa dovremmo fare di più per essere dalla stessa parte e invece no importa la battuta a Maurizio e solo a lui , visto che lui le fa a me e io a lui. Ma questo mi viene imputato come disinteresse o addirittura come sarcasmo , francamente mi prende lo sconforto vale la pena tenere aperto questo blo Per risponderti a punti : 1) Il tuo ragionamento è corretto la rappresentanza e quindi la forza, si misura con la tessera non ci sono altri modi. Se noi chiediamo tot e confprofessioni ci risponde picche dobbiamo sostenere le nostre richieste con manifestazioni , assemblee e chi ha la forza lo sciopero per fare questo bisogna avere una organizzazione con strutture di rappresentanza come fanno le altre categorie. Si puo' partecipare anche da non tesserati ovviamente, il gruppo blog è formato da 3 tesserate e 3 non tesserate . La cosa importante è partecipare. La partecipazione sostiene e accompagna la contrattazione fino alla firma. 2) Passati due anni e mezzo e 5 e mezzo dalla scadenza siamo arrivati alla proposta di 140,00 euro partendo da 70,00 l' ho già scritto. Ma sul tavolo c'è altro come la formazione obbligatoria, l'agibilità sindacale e altre cose pesanti di normativa. Non so dove hai preso 71,56 euro. 3) I contratti si fanno partendo dall'ipca non su cifre a caso e poi sulla trattativa. E' evidente che la perdita di potere d'acquisto in questi anni è stata enorme ma in trattativa non basta questo, bisogna trovare un accordo e la controparte deve firmare. E se non firma ???? Che si fa? Confermo quanto scrivevo: è irreale parlare di 250,00 o 2.000 di una tantum , sarei una incosciente se vi dicessi che è possibile . Scusa di che ricorsi parli ? non capisco 4) tu fai l'elenco della spesa : giusto ma io chiedo a te come sosteniamo queste richieste ? ti pare possibile che solo il funzionario al tavolo porti a casa tutto questo ? con che strumenti scusa ? 5) non capisco questo passaggio delle ferie , le ferie sono irrinunciabili , c'è una normativa europea non si discute 6) Al ns. tavolo ci sono sempre posizioni unitarie cgil cisl e uil non ci sono differenze politiche casomai sindacali 7) non ci capiamo su questo : c'è una trattativa e devi stare dentro alla trattativa per portare a casa il massimo che si può , non centra nulla quello che è folle o meno, forse non hai mai visto una trattativa , io si e ti assicuro che è una sfida al sistema nervoso. 8) Visto che leggi tutti i miei messaggi e me ne chiedi conto , avrai letto quante volte ho spiegato che il governo non centra nulla nelle contrattazioni , sono libere tra parti rappresentative , il massimo che può fare il ministro è sollecitare e invitare o provare una mediazione in caso di rottura .. ecco cerchiamo invece di non rompere le trattative altrimenti ci tocca aspettare altri 5 anni prima di riprendere 9) Contattare tv, giornali .. e tutto quello che serve lo si fa se si ha una organizzazione sindacale , torniamo sempre al via. Magari fare qualche passo in più sarebbe utile 10) Tutto quello che scrivi su inflazione , mutui tutto vero e allora non sarebbe meglio dirlo e sostenerlo pubblicamente in assemblea ? cosa serve dirlo da soli qui e prendersela con me e con il sindacato ? Non mi importa se ti viene un embolo , dirò sempre andate in sindacato perchè è l'unica strada per farsi sentire come categoria o pensi che bastino i post individuali sul blog ? Infine ti pregherei di rispettare il nostro lavoro sul blog che facciamo gratuitamente da oltre 20 anni proprio perchè siamo tutti dalla stessa parte, non siamo e non vogliamo essere un capro espiatorio e come dico spesso un pò di modestia farebbe tanto bene. Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/10/2023 - 20:37

    Caro Nicholas, da un pò di tempo ormai vediamo la sfiducia verso tutto e tutti , è un sentimento generale che non riguarda solo il sindacato ma la politica, le istituzioni insomma tutto quello che è democrazia. Non a caso il 50 % non va a votare , non partecipa a nulla. Questo secondo me è il dato vero negativo. Il sindacato non può essere estraneo a tutto ciò al di là dei suoi meriti e demeriti. In ogni caso io rimango personalmente convinta che invece la partecipazione consapevole e informata sia l'unico modo per tenere in piedi le nostre democrazie che sono un bene prezioso , basta guardare cosa sta succedendo nel mondo in questi giorni. Il sindacato è parte della democrazia e subisce i colpi della sfiducia generale ,non è questione di studi professionali o meno riguarda tutta la nostra società che è in pericolo. Ho già spiegato ma ripeto volentieri, che questa trattativa purtroppo siamo costretti a condurla in questo modo per la delicatezza dei rapporti con confprofessioni sempre sul filo della rottura. Meno parole scorrono e meglio è . E' vero qui molti commentano, i numeri sono alti ma sono cose che hanno un peso relativo visto che non riusciamo a mobilitare i lavoratori. Quindi quando dico che non sappiamo nulla di preciso è vero, diciamo che c'è un silenzio operoso per arrivare al risultato. Quando invito ad andare in sindacato intendo che ci vuole organizzazione, per il dopo contratto, non basta la tessera, se non vi ascoltano imponetevi, come abbiamo fatto noi. So che è difficile ma è l'unica strada , l'ho provata di persona, altrimenti questo blog non esisterebbe. Quindi forza e fiducia patrizia cgil

  • Lorenzo

    13/10/2023 - 19:14

    Cara Patrizia, il 31.10 saranno passati 5 anni e 7 mesi. Oltre 2.000 giorni. Il 26.02.2021 domandavi, giustamente, "NOI cosa possiamo fare per il nostro contratto di lavoro ?" Patrizia, chiedo (io a te): cosa possiamo fare per il nostro contratto di lavoro? Il mio pensiero (rimane) molto semplice. Se c'è una contrattazione, vuol dire il Sindacato chiede 100 e Confprofessioni offre 5. (da ignorante) Quello che mi sfugge è: quando parli genericamente di forza, di rappresentanza, di tesseramento, etc, a cosa ti riferisci? Perchè oltre al tesseramento non capisco. Non credo che io mi siedo ad un tavolo con qualcuno, non dico per contrattare una birra, ma semplicemente per parlare, giusto? Rimane la vera e propria attività sindacale, ossia un lavoro. Ma se il lavoro lo faccio io, gratuitamente, io non mangio, e Filcams? Quindi, oltre al tesseramento, cosa dovrei fare? Posso anche partecipare ad una manifestazione, ma poi? A febbraio 21 scrivevi "bisogna fare molta attenzione a coltivare illusioni da 2/300 euro mensili, mi fanno sempre paura le aspettative che si scontrano con le difficoltà di un tavolo di trattativa .[...] Porteremo a casa il massimo che si può, oltretutto senza esercito". Potresti spiegarmi, passati 2 anni e mezzo, dove siamo arrivati? Perchè se Filcams accetta 71,56 euro lordi senza una tantum, sai bene che ci saranno migliaia di ricorsi? Una proposta di almeno 250,00 euro lordi (netti, forse, 150), una tantum di 2.000 euro lordi, buoni pasto e una "disposizione" dei periodi di ferie ben diversa. Forse si potrebbe ragionare. Le ferie. Beh si. E' alquanto inspiegabile come sia "obbligatorio" prendere le ferie nei periodi dell'anno maggiormente onerosi. Ossia, io lavoro e ho diritto alle ferie non a dei permessi premio (!). Poi, un attimo, al tavolo vediamo sia Filcams (CGIL), sia FISASCAT (CISL), sia UILTuCS (UIL), con tutte le "differenze" politiche del caso. C'è chi tira da una parte e chi da un'altra. Se poi si pensa che la richiesta economica è folle, va considerato che gli studi professionali hanno una redditività enorme. Detto ciò, dopo 2000 giorni di attesa non si sa nemmeno cosa si sta chiedendo e quanto distanti siano le parti. Mistero. Anzi, a questo punto, Ministero. Forse tocca bypassare questo "tavolo" e contattare direttamente il Governo, TV, Giornali etc. Poi l'inflazione. E l'aumento del costo del denaro che danneggia chi ha dei prestiti/mutui, e avvantaggia gli investitori, i nostri datori di lavoro. Oggi il prestito costa 10 volte quello che costava 1 anno fa. Mentre oggi 1000 euro buttati in meno fruttano 10 volte quello che fruttavano 1 anno fa. Ah no, dimenticavo. C'è stato il COVID. Studi chiusi? No, assolutamente. Smart working in CIG. Un'altra bella porcata. Questo è il quadro generale. Ti prego di non rispondere con "ti sei sfogato?" / "contattata la Filcams della tua città" etc che mi viene un embolo (!). Ricordati (sempre) che siamo (tutti) dalla stessa parte. Buon lavoro

  • Nicholas

    13/10/2023 - 18:17

    Sicuramente è come dici Patri, ma sarà possibile che quasi tutti i lavoratori degli studi professionali abbiano sensazioni negative sul modo di operare del sindacato? A parte i nostri tantissimi commenti c'è un silenzio assordante da mesi qui nel blog, nessuna novità sulla trattativa. E' deprimente, perchè questi funzionari che tanto si sbattono non ci rendono più partecipi ci ciò che stanno facendo visto che siamo molto interessati? Aiuterebbe a sentirsi tutti meglio, a capire. Invece siamo sempre lì, "andate in sindacato". E poi? E poi tutto uguale anche se ci siamo andati.

  • Patrizia

    13/10/2023 - 15:13

    Caro Luca, quello che descrivi è una cosa nota a noi e al sindacato , anche noi lavoriamo a fianco del nostro datore di lavoro , eppure abbiamo trovato il modo di fare la nostra parte, non è semplice ma si può perché non lo fai anche tu? La mia impressione è che ogni scusa sia buona per fuggire dalla responsabilità personali dandosi solo la croce addosso. Francamente è un atteggiamento che produce solo frustrazione.Per quanto riguarda l'impegno del sindacato per categorie deboli: l'impegno anche economico c'è eccome, questo blog costa , se ci spostiamo siamo rimborsate , i funzionari filcams lavorano anche per noi . Il problema non c'è da parte sindacale il problema siamo noi. Mon esistono gli impiegati come categoria trasversale i contratti si fanno di categoria. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/10/2023 - 10:09

    Caro angelo, il sindacato è cosa seria. Capisco l'esasperazione che è anche nostra ma davvero pensi che il ruolo di un funzionario sindacale sia questo? Si può lavorare di fantasia , fare cose eclatanti per far parlare ma dobbiamo farlo noi! Il sindacato organizza I lavoratori non li sostituisce. Se tutti avessero ragionato come te nessuna delle conquiste del mondo del lavoro sarebbe stata possibile , i lavoratori si sono mobilitati organizzati dal sindacato. Mi pare chiaro no? Il silenzio dei lavoratori e assurdo è se ragioniamo.cosi sarà eterno patrizia cgil

  • LUCA L

    13/10/2023 - 10:05

    La verita' che non vuole ammettere il sindacato e' che e' in grado di operare con successo solo per le aziende con molti dipendenti dove in gruppo diventa facile fare pressioni; Nelle piccole realta' dove spesso il rapporto e' al limite di un titolare e un impiegato il sindacato non ha forza se segue le strade adatte per le aziende piu' strutturate. Se usasse nuove strategie piu' mirate e clamorose allora avrebbe anche piu' iscritti tra le piccole realta'. In questa fase dove il sindacato non ha ancora capito come muoversi dovrebbe usare i fondi raccolti tramite i tesserati di altri settori. Nel vostro statuto dovreste scrivere che per dafault dovreste difendere le categorie zombie come la nostra e tante altre dove lo sfruttamento e' evidente anche senza iscritti al sindacato. Altra soluzione: fare una campagna per abolire la miriade dei contratti in essere (impiegati=un solo contratto); un impiegato che sia in una fabbrica in un ufficio dovrebbe avere il contratto da impiegato, non che c'e' l'impiegato edile quello metalmeccanico quello statale e quello di un ufficio privato, poi all'interno del contratto ci sarebbero i vari livelli. Credo che in questo caso se gli impiegati fanno sciopero bloccano il paese e ottengono quello che vogliono come succede con i medici per esempio.

  • Angelo

    13/10/2023 - 9:42

    Ciao Patrizia, io non lo faccio perchè non è il mio lavoro, la mia fonte di reddito è lavorare in uno studio professionale. Se fossi disoccupato e la Cgil mi assumesse per farlo lo farei volentieri. Sono passati 5 anni e mezzo senza risultati, tanto vale provare con idee più assurde. Magari qualcuno ne ha migliori delle mie ovvio. Spesso si dice "va bene tutto, purchè se ne parli" e allora facciamo anche ridere, diventiamo patetici e ridicoli, ma magari parlerebbero di noi più di quanto se n'è parlato in 5 anni e mezzo. Quelli che si sdraiano sulle autostrade non sono ridicoli? Non fanno ridere? Però adesso tutti sanno che esistono. Con i volantini o le assemblee web, pur quanto condivisibili e giusti siano i messaggi, di noi non parla nessuno. Lo so che sto lanciando lì un messaggio strano e forse troppo forte, però trovo assurdo questo immobilismo. Grazie mille Patrizia. Buona giornata

  • Patrizia

    12/10/2023 - 21:48

    Caro Angelo, è molto divertente ma faremmo solo ridere. Quello che conta è la massa non l'individuo. In ogni caso molto comodo mandare avanti il funzionario perchè noi ci nascondiamo dietro un pc. Scusa perchè non lo fai tu ? non ci siamo credimi patrizia cgil

  • Patrizia

    12/10/2023 - 21:46

    Caro Walter, ora è più chiaro il tuo pensiero. Non so se hai letto i messaggi di Alessandro e le mie risposte. Abbiamo parlato con il nazionale filcams e stiamo lavorando per un blog che diventi uno strumento di rappresentanza in linea con quello che diceva Alessandro. L'interesse della Filcams per la nostra categoria è molto alto , tanto è vero che da 20 anni lavora e investe su questo blog che ha raggiunto numeri e livelli di consapevolezza molto alti, dopo tanti anni è arrivato il momento di fare un salto di qualità , sono d'accordo con te con Alessandro e con chi lo ha scritto prima di voi. Per come è strutturato il blog ora non possiamo fare rappresentanza vera e propria anche se nei fatti lo abbiamo fatto anche al tavolo delle trattative. Ma non è sufficiente, tutti ne siamo consapevoli . Dobbiamo pensare al domani dopo la firma di questo contratto per rendere la struttura organizzativa solida e duratura per non correre dietro passivamente a rinnovi contrattuali che non arrivano mai . Le strutture territoriali se hanno solo qualche lavoratore iscritto non riescono ad organizzare nulla, la nostra Irene a Reggio Emilia ha convocato assemblee scritto mail e telefonato con 0 partecipanti , capisci poi che è difficile per il funzionario insistere ? ti racconto come abbiamo fatto noi : siamo andate in sindacato e abbiamo organizzato da noi , ci si impone. Si fa così'. Altra cosa: se volete potete collaborare con il blog , il gruppo è aperto, scriveteci! Lo dico sempre ma abbiamo avuto solo alcune timide disponibilità. Dal blog sono arrivate Emilia, Elena e Daniela , molto prima Irene Angela e Carmen contattateci , è la cosa migliore . Aspettiamo Patrizia cgil

  • Patrizia

    12/10/2023 - 21:30

    Cara Francesca, per il momento è tutto molto interlocutorio speriamo che sfoci in uno sblocco della trattativa a breve . Le prossime mosse dipendono da questo , siamo in contatto con il nazionale ogni giorno. E' difficile spiegare una trattativa che sembra diventata "fantasma" ma non lo è. Pochi o tanti si combatte sono d'accordo con te è questione di dignità. Oggi il cnel ha scritto che i contratti nazionali superano il salario minimo di 9 euro .. quindi puoi immaginare quale sia la discussione. Confprofessioni è membro del cnel. Patrizia cgil

  • Luigi

    12/10/2023 - 20:39

    L'ho scritto parecchie volte e lo riscrivo ancora. La nostra controparte ha perso ogni occasione possibile per rinnovare il nostro contratto con aumenti da fame. Ora però con l'inflazione degli ultimi due anni hanno perso il controllo della situazione. Ma seriamente pensateci un attimo. Come fanno sti poveretti a sedersi ad un tavolo e sentirsi snocciolare dati a doppia cifra che vanno dal 20% di inflazione dall'ultimo rinnovo...... L'ultima volta con 70 euro lordi se la sono cavata. Ora dovrebbero sborsare 4 o 5 volte tante per stare al passo con l'inflazione. Ripeto si sono resi conto che sono andati oltre e francamente ogni proposta che dovessero fare sarebbe vista come ridicola da parte dei lavoratori. Questo credo sia chiaro a tutti, vero Patrizia. Io a questo punto punterei ad accettare un misero aumento lordo di circa 200 euro che netti sono molto meno. Alla fine noi viviamo con il netto e non con il lordo vero Patrizia. Ahh dimenticavo ma la Tantum a quanti potrebbe e dovrebbe essere.. ???? Si parla credo di migliaia di euro. Altro grattacapo per la controparte. Insomma un bel casino hanno combinato i nostri padroni. Alla prossima.

  • Walter

    12/10/2023 - 19:05

    Cara Patrizia questo l'avevo molto chiaro in quanto seguo il Blog da ormai da anni. Quello che volevo dire è che dobbiamo trovare un modo nel breve termine per mezzo del Blog di unirci e poter fare qualcosa di concreto per velocizzare la trattativa. Siamo un bel po' di persone che ormai chiediamo la stessa cosa. Avere la possibilità di essere rappresentati e questo lo dico anche dopo essermi già iscritto e contatto con la mia sede di riferimento. C'è troppo poco interesse da parte del sede del sindacato mentre qua dal Blog trovo commenti di persone che davvero hanno bisogno e voglio fare qualcosa. Tu hai tanta passione e esperienza a livello di attività sindacale e come te credo anche le altre colleghe che seguono i Blog. Perché non puoi rappresentarci e riunirci per fare attività sindacale? Ormai da anni ripeti andate nelle vostri sedi e chiedete ma in realtà la stessa passione e cura per la causa che hai tu non sembra l'abbiamo le sedi sindacali perché ormai sono davvero troppi anni.

  • Angelo

    12/10/2023 - 17:54

    Lancio un'idea molto molto strana. Abbiamo un funzionario del sindacato che si occupa del nostro contratto? Abbiamo il nostro rappresentante al tavolo? E' pagato per rappresentarci? Inizi una protesta singola. Apre un canale social "la mia protesta" e ogni volta che Confprofessioni o il sig. Stella o chi per loro organizzano un evento lui si presenta e con un cartellone protesta per noi. Riunione a Napoli e lui si presenta a Napoli, festa a Torino e lui si presenta a Torino, dopo un po' si rompono di vederlo. Poi condivide foto e video e le fa girare. Magari le prime volte sarà da solo ma poi si spargerà la voce e la decima volta ci saranno 10 persone, poi 30, poi 100. E' utopia? Non lo so, ma quello vorrebbe dire rappresentare alla grande i tesserati. Forse i più giovani hanno presente l'uomo con il cartello e le frasi simpatiche su Instagram, ha avuto mega risalto, perchè non può succedere la stessa cosa? Basta una persona, anche l'ultimo degli stagisti della CGIL se non vogliamo scomodare i capi. Pensateci, buona serata.

  • Francesca

    12/10/2023 - 17:42

    Buonasera, quali sono le prossime mosse? Tra due mesi è Natale, serve un calendario molto fitto per mettere pressioni ai professionisti. Sarà dura ma ogni generale combatte la guerra con i soldati che ha, il sindacato ha questi soldati, sono pochissimi è vero, ma combattiamo questa guerra!

  • Patrizia

    12/10/2023 - 14:13

    Caro Walter, il sindacato organizza i lavoratori, questo non è un blog autonomo ma collegato alla filcams cgil che ci ha messo a disposizione questo straordinario strumento. Quindi ..il blog non organizza nulla di indipendente ma con la filcams cgil che ci sta aspettando. Se non è chiaro chiedimi pure ulteriori spiegazioni . Ciao! Patrizia cgil

  • Patrizia

    12/10/2023 - 14:10

    Cara silvia non è un commento sarcastico... io e Maurizio discutiamo da un paio d'anni, lui sa come rispondo ai suoi argomenti , ho evitato di dilungarmi mettendo un sunto. Lui sa cosa intendo. Tranquilla non si offende lui e non mi offendo io. Per quanto riguarda l'invito ad andare in sindacato: certo è l'unica strada per pesare davvero al tavolo delle trattative , è una questione semplicemente di numeri e di peso ! A me sembra una cosa semplice,se la nostra controparte ha i cannoni rispondere a freccette e dura non credi? L'iscrizione è libera si può partecipare anche da non iscritti sul blog non chiediamo tessere , te ne sei accorta? Patrizia cgil

  • Walter

    12/10/2023 - 13:15

    Concordo con Maurizio qualcosa deve cambiare. Se passivamente subiamo il silenzio della controparte dobbiamo innovarci per riunirci e poter scioperare o farci sentire. L'unica via non può essere solo quella di sentire sedi sindacali del territorio perché dal 2018 non è cambiato nulla e dal Blog si può notare che non siamo cosi pochi.

  • Silvia B

    12/10/2023 - 12:23

    Patrizia trovo fuori luogo che tu faccia commenti sarcastici sul commento di Maury , io sono pienamente d'accordo con quanto ha espresso, compreso il fatto che l'unica risposta che viene data è 'iscrivetevi al sindacato'!

  • Patrizia

    11/10/2023 - 17:39

    Caro Maurizio, ti sei sfogato? Cambiato qualcosa? Patrizia cgil

  • maury76

    11/10/2023 - 16:00

    X LA CONTROPARTE: LA TIM operatore telefonico che fa ora per i suoi clienti? " Oltre all’aumento del costo mensile dal 1° Settembre 2023, i già clienti di rete fissa TIM coinvolti dalla rimodulazione avranno anche la variazione contrattuale con cui viene introdotta la clausola sull’adeguamento del costo mensile in base all’inflazione" E NOI??? fermi al 31.03.2018 GIA' CON STIPENDI da fame ed umilianti per quel che svolgiamo ogni giorno in studio ma alla proposta della clausola dell inflazione si storce pure il naso? idem di mettere una voce rimborso mensa visto che i ticket non si possono mettere? MA BASTAAAA qui aumenta tutto e con 1300euro grazie alla meloni o sarebbero meno manco al 15 del mese si arriva. DATEVI NA SVEGLIA od affondate con noi cari commercialisti che l auto di lusso, la barca e la casa figa che avete grazie a noi. E negli studi piccoli manco e' presa in considerazione l aumento stipendi... l abbiamo va aumentato? il mio capo quando gli dico scaduto dal 2018 mi guarda pure da ebete come dire EH BEH? qui unica cosa che puo' salvarci tra tutti e' l intervento del ministro del lavoro per tutti quei contratti scaduti da un bel po di anni e che stan subendo fortemente la crisi del costo della vita. saremo i nuovi poveri un domani con le pensioni che maturiamo lo sappiamo tutti, vero? ad oggi, dopo 28anni circa il mio importo è pari a circa 680euro lordi che ho chiesto per curiosita'... ps: si Patry lo so andate al sindacato... e cambia na mazza x i discorsi gia' fatti lo sai pure te. Bologna insegna ma bisogna anche insistere e trovare nuove vie x attirare la gente

  • Simone W

    10/10/2023 - 16:04

    Giusto per rimarcare, non mi sembra che i professionisti guadagnino meno del 2009 o che la situazione economica generale sia lontanamente orribile come allora. Si sta perpetrando un vero e proprio furto ai danni dei collaboratori e sottoposti. https://www.quotidiano.net/economia/stipendi-reali-potere-d-acquisto-d08c1ad4 Nel settore dei servizi privati, invece, "per effetto di una minore tempestività dei rinnovi contrattuali, la quota dei dipendenti in attesa di rinnovo ad agosto 2023 è pari al 73,6% (era il 75,7% a inizio anno), per un totale di circa 3,7 milioni di dipendenti”.

  • Patrizia

    09/10/2023 - 14:58

    Caro marco, la manifestazione è andata molto bene ma è la prima di tante credimi. Non ci sono tempi in questo tipo di trattative , dipende molto dalla capacità di mediazione visto che non riusciamo a schierare i lavoratori degli studi. Aspettiamo, vi informeremo subito di eventuali movimenti . Ciao patrizia cgil

  • Marco

    09/10/2023 - 10:16

    Buongiorno, la manifestazione direi che è andata molto bene, grande partecipazione. Ora quali sono i prossimi passi? Quanto tempo si dà il sindacato per capire se Confprofessioni è pronta a sedersi al tavolo? Grazie, buona giornata

  • Patrizia

    08/10/2023 - 20:41

    Caro Alessandro, la strada è questa. Grazie patrizia cgil

  • Alessandro

    08/10/2023 - 18:33

    Sì infatti intendo dire che ovviamente per la parte informativa, porre quesiti ed esprimere le proprie opinioni, la strada è sempre quella di essere aperti e inclusivi al maggior numero di persone e di idee. Ma credo che chi voglia scegliere di farsi rappresentare da questo organo per fare qualcosa nell'ambito del nostro settore lavorativo, lo farebbe molto volentieri, partecipando attivamente, e solo con un'iscrizione "certificata" il blog potrebbe assumere davvero rappresentatività al tavolo delle trattative come organo ufficiale e presentare i numeri degli aderenti che rappresenta e le proposte migliori per rendere gli studi professionali al passo coi tempi, sia nell'ambito retributivo che dei diritti sociali. Peseremmo più di qualsiasi altra forma di organizzazione sindacale degli studi, di questo ne sono fortemente convinto. Abbiamo i numeri potenziali e abbiamo persone come voi che si sono impegnate e continuano a farlo per battersi per i diritti di tutti.

  • Patrizia

    08/10/2023 - 16:42

    Caro Alessandro il blog è sempre stato aperto a tutti è questo il suo pregio , l'iscrizione è una scelta , per il resto sono perfettamente d'accordo con te . Stiamo lavorando con il nazionale filcams sul blog seguendo molti vostri ragionamenti , i tuoi sono quelli più completi. D'altra parte se in 6 riusciamo a gestire a distanza un blog così impegnativo direi che possiamo fare qualsiasi cosa. Infine è vero noi siamo un caso unico in cgil e ti assicuro che ci studiano. Continua a seguirci e a darci idee patrizia cgil

  • Alessandro

    08/10/2023 - 10:58

    Buongiorno, a mio avviso l'unica possibilità per la nostra categoria di riuscire ad organizzarci sindacalmente e poter contare qualcosa a livello rappresentativo, sarebbe la trasformazione del blog in organo di rappresentanza, con quota annua di iscrizione tramite pagamento online con i vari mezzi di pagamento che utilizziamo quotidianamente per acquisti online (carte di credito, paypal ecc). Creazione di un gruppo whatsapp e mailing list di tutti gli iscritti e da lì in poi tentare di organizzarci con iniziative, assemblee, e così avere una delegazione trattante al tavolo con la controparte. Con i numeri assurdi che ha il blog, che a livello sindacale in Italia non ha nessun'altra categoria, se anche una minima parte dei visitatori e delle persone che frequentano questa stanza virtuale del sindacato, si iscrivessero attivamente al gruppo blog con valenza sindacale, almeno 100-200 persone riusciremmo a trovarle. Credo che tanti di noi sarebbero disposti a partecipare, visto che il dibattito è sempre molto seguito. Sfruttare l'esperimento del blog che è un unicum nel nostro paese, per riuscire a creare rappresentanza sindacale, penso che potrebbe essere una bellissima realizzazione di ammodernamento dei sistemi sindacali e magari fungere da apripista per la CGIL anche per altre categorie.

  • Patrizia

    06/10/2023 - 18:27

    Caro angelo per fare tutte le cose giuste che descrivi , bisogna avere una categoria organizzata prima, altrimenti si fa un salto nel buio uno sciopero non viene proclamato dai funzionari sindacali ma dai lavoratori , si comincia dalle basi. Bisogna iniziare con assemblee provinciali , perché mai non cominciamo dall"abc? Che ne pensi? Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/10/2023 - 18:17

    Caro Maurizio magari ti prendevo in giro, peccato tu non abbia colto! Non la prendo mai sul personale credimi, rispondo a tono questo si, non ho code di paglia e non devo giustificarmi, richiamo alle responsabilità personali di ciascuno di noi e su questo non si scherza. Vedo che mi leggi male , ti ho risposto qualche giorno fa, è vero ci sono responsabilità dei territori ma proprio per questo, perché non ti fai vivo tu? Io ho fatto così sono andata in cgil se non vedono mai nessuno iscritto o no cosa vuoi che pensino? L"esempio di Reggio Emilia con la nostra irene che ha convocato assemblee , mandate mail e telefonato con partecipazione 0, non ti dice nulla? E' capitato anche a me tante troppe volte . Comunque non ho problemi a dirti che il sindacato potrebbe fare meglio nei territori. Contento? Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/10/2023 - 18:04

    Caro Andrea, si possono fare tante cose in altetnativa allo sciopero : assemblee presidi sono altrettanto efficaci , dipende da noi ! come ho detto altre volte le contrattazioni individuali riguardano il singolo e chi può ha ragione a farlo ma non può essere la soluzione collettiva, altrimenti i forti ce la fanno e la gran parte no, noi vogliano la tutela collettiva della categoria economica e normativa , sono cose diametralmente opposte. Il sindacato è questo. Patrizia cgil

  • maury76

    06/10/2023 - 14:22

    cmq, cosi' tanto x sorridere (diciamo sorridere) ero al bar a mangiare con i non ticket che abbiamo e la titolare sapendo dove lavoro mi chiedeva per la ragazza che la fa penare alla quale gia' fatto avere dei richiami ed ora si e' messa in mutua. premetto non conosco il contratto di chi lavora in un bar ma la titolare mi guarda e dice onestamente che fa tutto il consulente praticamente primo lavoro ha 20anni mi pare, si prende x 6ore circa 1230euro al mese. Son scoppiato a ridere e le dico AH PIU' DI ME IN PRATICA se non considero l incentivo statale sull inps ed il rimborso a rate del 730 che son solo 25anni che lavoro con mansioni quasi da titolare. Il gelo... non ci voleva credere.... Cara controparte...vergognatevi da solo che la vostra considerazione per noi e' meno di servire un panino al tavolo ( con tutto il rispetto x chi fa quel lavoro che trotta tutto il tempo avanti ed indietro con clienti pure maleducati).

  • maury76

    06/10/2023 - 11:25

    ...pero' Patry la prendi sempre sul personale che non e'. Intanto l aggiornamento di settembre fino a qualche giorno scorso non c'era...o non scrivevo di aggiornarlo. non fare come il mio capo che deve sempre aver ragione. era fermo a luglio. Poi sul tesseramento on line...c'è la richiesta non l iscrizione. dopo vieni contattato dalla sede di appartenenza via mail e ti accordi sulla cifra, fai bonifico e via posta ti mandano l agendina e la tessera. io lo sai faccio quella da 70euro l anno e da anni e' così. ci fosse il metedo di pagare online come amazon sarebbe anche piu' pratico ed economico per le varie segreterie. boh sara' che ormai tutto e' virtuale, corre veloce su internet e gia' e' una lotta negli studi che pure i sindacati mi sembrano ancorati a modi di agire vecchi non dinamici. quanto al punto 6... la filcams e' il collante... se non organizza lei l assemblea chi la deve fare io da genova e renato da roma o dove vive? ovvio che e' la filcams che avendo i dati dei tesserati manda un wapp, crea un gruppo, manda mail a tutti e dice tal sera riunione... o con chi mi metto d accordo? la vicina di casa? cerca di capire pure te... in un condominio fai l assemblea alla convocazione non quando gira ad ogni singolo o se ne viene mai a capo. poi....se la gente non aderisce e' un altro paio di maniche ma io saranno 10anni che son iscritto mai ricevuto un iniziativa, una convocazione x parlare tra colleghi... zero. ripeto noi brutti e cattivi ma le colpe son sempre al 50%. e scrivo questo x migliorarci, non viverla sempre come na critica al tuo sindacato che difendi piu' della tua vita. nessuno critica ma si cresce e si migliora, nessuno nasce imparato.... o no?

  • Andrea

    06/10/2023 - 9:12

    Il problema è che un sciopero di un giorno nella nostra categoria non servirebbe a nulla. Se scioperano i commessi della GDO provocano un grave danno alle aziende, lo stesso per gli autisti e macchinisti. Non parliamo nemmeno del danno che provocherebbe uno sciopero di medici e personale sanitario. Ma nel nostro settore il danno sarebbe irrisorio, se non del tutto assente. Tanto il lavoro non svolto oggi occorre farlo domani, e lo studio non perderebbe un centesimo. Per me non se ne esce, l'unica soluzione è la contrattazione individuale, quindi prendete coraggio e parlate con i datori di lavoro. Io lavoro in uno studio professionale (architetti e geometri) dal 1996 e nel tempo ho ottenuto il secondo livello più un superminimo non assorbibile. Ho ottenuto questo inquadramento minacciando di andarmene in tre occasioni. Lo so che minacciare le dimissioni per passare alla concorrenza non è il massimo come strategia, ma qui da me è l'unica strada percorribile. Se aspettiamo gli aumenti di confprofessioni possiamo metterci belli comodi, tanto saranno sempre inferiori alla perdita di potere di acquisto dell'inflazione.

  • Angelo

    05/10/2023 - 23:46

    Buonasera. Io sono d’accordo quando si dice “proclamare sciopero e poi farlo in 10 è una figuraccia controproducente”. Però oggi è il 5 ottobre, se i sindacati riuniti proclamassero uno sciopero dei dipendenti degli studi professionali per i primi di dicembre, ci sarebbero due mesi per spargere la voce. Due mesi in cui riempire le pagine dei giornali, articoli sul web, passaparola, interviste, volantini, mail, post sui social... In due mesi pensate davvero che non si arriverebbe a conquistare un numero cospicuo di partecipanti? Secondo il mio modesto parere, se informati adeguatamente, almeno il 50% della categoria aderirebbe. Cosa ne pensate?

  • Patrizia

    05/10/2023 - 22:12

    Caro Roberto, tutto giusto , concordo manca però "il che fare" , stare zitti e sopportare e brontolare in beata solitudine o dire con dignità le proprie ragioni, quelle che hai esposto tu, in tantissimi alla nostra controparte al tavolo delle trattative ? per farlo ci vuole organizzazione sindacale , torniamo sempre al via . Quindi si hai ragione ma le ragioni bisogna sostenerle. Ci sono già cause ai sensi art. 36 con sentenze favorevoli al lavoratore e fanno giurisprudenza, avere coraggio è anche questo . Patrizia cgil

  • Patrizia

    05/10/2023 - 22:02

    Caro Luca, il tesseramento è il 2% paga base +13 e 14 in busta paga. Si può fare anche brevi mano e il costo lo decide ogni territoriale, quindi puoi parlarne con il funzionario filcams della tua città. Mi rendo conto che sono momenti duri ma proprio per questo abbiamo bisogno di essere rappresentati e di tutela, meglio una pizza in meno e una tutela in più. ciao Patrizia cgil

  • Patrizia

    05/10/2023 - 21:58

    Caro Maurizio... non siamo brutti e cattivi siamo solo cerchiobottisti, come girate intorno agli ostacoli voi non c'è nessuno. 1) il tesseramento è on line già da mo! il problema non è questo, il problema è farsi vedere non tesserarsi, non si può fare tutto on line, tanto si , tutto no. 2) il blog va rimodernato lo sappiamo e ci stiamo lavorando , possiamo renderlo un vero strumento di rappresentanza , vediamo con la filcams , non elimina il problema della presenza che non è questione di modernità ma noi rappresentiamo delle persone non dei profili. 3) basterebbero 50 persone sindacalizzate su 1 milione per costruire una organizzazione di rappresentanza, non mi pare un traguardo lunare, se fossimo meno pigri e con un pò di dignità lo potremmo fare. 4) la pagina è aggiornata a luglio , ti è sfuggito 5) La filcams non può fare causa per mancato rinnovo non c'è obbligo di legge... lo può fare il singolo lavoratore a norma art.36 della costituzione , stanno già vincendo delle cause. 6) per la riuscita di assemblee e iniziative l'imput deve partire da noi , se lo fa la filcams non ci conosce, siamo sparsi in mille studi non siamo un magazzino dove puoi convocare un'assemblea. Spero tu capisca la differenza. 7) non sai come si svolgono le trattative .. il problema non sono le mail o le telefonate che ci sono in continuazione, ma quello che chiede confprofessioni , il lavoro di mediazione è costante, puoi non crederci ma è così. Un'impresa impossibile sul filo della rottura e non potendo mettere in campo i lavoratori questo bisogna fare, è un lavoro ingrato. Infine io non dico bugie e dico sempre la verità anche sgradevole e non mi cresce il naso mai. patrizia cgil

  • LUCA L

    05/10/2023 - 13:09

    buongiorno l'iscrizione al sindacato quanto costa? ma se non si inscrive quasi nessun impiegato di studio professionale non potrebbe essere una buona idea abbassare il costo di iscrizione, magari nei primi anni di iscrizione? cordiali saluti

  • ROBERTO D.

    05/10/2023 - 12:48

    Buongiorno, faccio seguito al commento di Mario, nel quale viene detto che gli studi professionali sono i "collanti" tra il contribuente ed i vari istituti: a mio parere è proprio così e se penso alla proposta economica di Confprofessioni che sa benissimo come abbiamo lavorato, soprattutto nel periodo di emergenza covid (casse integrazioni ad hoc con tutte le operazioni annesse per far arrivare quanto prima i soldi ai lavoratori fermi, ecc...) sembra quasi un'elemosina: non è per niente gratificante per noi addetti del settore. L'art 36 della costituzione prevede il principio costituzionale della giusta retribuzione in due punti: 1- quello ad una retribuzione «sufficiente» che dà diritto ad «una retribuzione non inferiore agli standard minimi necessari per vivere una vita a misura d'uomo», ovvero ad «una ricompensa complessiva che non ricada sotto il livello minimo, ritenuto, in un determinato momento storico e nelle concrete condizioni di vita esistenti, necessario ad assicurare al lavoratore ed alla sua famiglia un'esistenza libera e dignitosa». 2- e quello ad una retribuzione «proporzionata» che garantisce ai lavoratori «una ragionevole commisurazione della propria ricompensa alla quantità e alla qualità dell'attività prestata». Tali concetti di sufficienza e di proporzionalità mirano a garantire al lavoratore una vita non solo non povera ma persino dignitosa. Detto questo non mi pare che possiamo campare con uno stipendio dai minimi tabellari ridicoli che, in molti casi, a mio avviso, oltre che non vedere neanche col cannocchiale la vita "dignitosa", è al limite di uno stipendio a garantire la non povertà. Penso che ad ogni rinnovo debba anche essere messa la clausola di salvaguardia perchè veramente non è possibile aspettare così tanto per un rinnovo e rischiare di rimanere sempre col sedere per terra anche in caso di rinnovo stesso, alle condizioni proposte dalla controparte che, come sopra detto, sembrano un'elemosina e nulla più.

  • maury76

    05/10/2023 - 10:44

    ... Patry si e' vero siamo brutti e cattivi ed aspettiamo comodi che il sindacato faccia la sua parte. Il concetto ormai e' chiaro a tutti ma se aspettiamo di avere numeri importanti gli studi saranno estinti. Bisogna pensare ad un piano B....e l unico fattibile e' rendere il blog qualcosa di piu' concreto e decisivo. Aggiornare i sindacati con la possibilita' di iscriversi online. daiiiiiii facciamo tutto telematico ed ancora bisogna andare nel sindacato x la tessera e l agenda? nel mio caso fatto via posta ma lo trovo antiquato come sistema...oggi tutto viaggia veloce su internet e bisogna adeguarsi o si resta tagliati fuori. Poi inutile far paragoni con i grossi numeri della scuola che il 6 gia' scioperano x chissa' cosa che han appena ripreso dopo 3mesi di ferie pagate da noi o dei trasporti il 9 altra bella categoria. Noi siamo gli sfigati di turno ma che da luglio ad oggi la controparte non abbia mai risposto.... scusami ma ci credo zero. fosse vero non so come funga ma vai giu' pesante.... tutte le sigle dei vari sindacati che firmano sul CNL son di bellezza? fate un azione legale, non so... ma che in tre mesi non rispondano vien da ridere. x forza poi passa pure il sindacato x menefreghista. Aggiornate il calendario degli incontri dicendo tal data la controparte muto. sicuramente attenderanno l approvazione reddito minimo almeno ne escono bene e devono tirar fuori poco o niente. un piano pure loro l avranno.... e pure organizzarsi, vedersi... il sindacato ha le mail, i telefoni degli iscritti...TAL GIORNO ORE 18 CI SI VEDE X DISCUTERE IL RINNOVO... come mai mai successo? se aspetti che ognuno vada e dica la sua cosi' a caso serve a zero. il sindacato deve organizzare...un po come l amministratore di condominio. no? baci...:)

  • Patrizia

    05/10/2023 - 9:29

    Caro luigi, non pubblichiamo il tuo post. Pubblichiamo tutto, comprese le critiche ma non gli insulti. L'insulto non è un' opinione , ci sforziamo di ragionare , fallo anche tu, fa bene alla salute. Patrizia cgil

  • Patrizia

    04/10/2023 - 15:39

    Caro Mario, l'iscrizione al sindacato non è un obbligo è una scelta. Tanto è vero che noi rispondiamo a tutti tesserati o meno, questa è l'attività sindacale. Dico a te quello che ho detto a Roberta : la rappresentanza non è individuale ma collettiva , non firmi un mandato individuale, non sei dall'avvocato. Rappresentare 1 ,10, 100 ,1000 ha una forza ben diversa mi segui? Se si è in pochi chi ci rappresenta ha la forza di 10 , mi pare un ragionamento lineare no? Nella nostra trattativa nulla è fermo anche se non appare, ne siamo testimoni. Se ci fosse una categoria organizzata e pronta a difendere i propri interessi la dinamica sarebbe diversa. La manifestazione di sabato è anche per i contratti fermi lo facciamo insieme a tutte le altre categorie che hanno il contratto scaduto perché la massa fa più presa, noi da soli non siamo in grado di organizzare nemmeno un'assemblea o un presidio.. figurarsi una manifestazione "dedicata",abbiamo bisogno di chi lo fa e per fortuna che ci sono i lavoratori delle altre categorie. Se le nostre assemblee vanno a vuoto mi sai dire che potere contrattuale abbiamo? Infine le contrattazioni individuali si possono fare sempre ma lo possono fare i lavoratori forti e quelli.che non possono? Chi se frega dici tu.. ah bene! invece la contrattazione collettiva serve proprio a difendere tutti i lavoratori e per quanto ci riguarda la difenderemo sempre. Secondo te l'individualismo è la strada? Spero tu rifletta. Noi siamo lavoratrici degli studi e facciamo attività sindacale proprio perché sappiamo il valore del nostro lavoro che in trattativa viene sempre messo sul tavolo , se lo dicessero in tanti e non solo in 6 non credi sarebbe molto meglio ? Patrizia cgil

  • Patrizia

    04/10/2023 - 15:07

    Cara Roberta, essere sindacalizzati in così pochi ti da l'idea della debolezza di una categoria..e di conseguenza di chi tratta . La sindacalizzazione non è questione individuale ma collettiva, l'efficacia della rappresentanza per 10 o 20 o 1000 è cosa ben diversa , a me pare semplice da capire. Certo che ti so rispondere: sentiamo quasi tutti i giorni il nazionale filcams che ci segue e conosciamo le grandi difficoltà di questa trattativa non è vero che non si sta facendo nulla o girando i pollici. L'impegno è massimo anche se non pubblico. Non so davvero perché mai dare colpa al sindacato se una controparte non vuole trattare ..per costringerla al tavolo ci vorrebbero i lavoratori no? Dove sono ? Bastano i pochissimi sindacalizzati come me e te? No ! Infine la mia tessera l'ho interpretata come impegno personale quindi faccio attività sindacale e seguo il blog , la tessera non serve se non c'è questo. Lo faccio da 30 anni e di vantaggi personali non ne ho mai avuti anzi tutte e 6 abbiamo usato i ns. permessi per spostarci. Bene che vai alla manifestazione del 7 ma perché non usi la tua tessera per organizzare qualche assemblea ? So che è difficile per esperienza ma la rassegnazione non è mai buona cosa, dal blog possiamo darti una mano. Patrizia cgil

  • Roberta

    04/10/2023 - 9:48

    Cara Patrizia, io sono "sindacalizzata" se vogliamo dirla così. Nello Studio dove lavoro ci sono altre 5 colleghe. A parte me solo un'altra è iscritta al sindacato. Dunque cosa possiamo fare? Se gli altri lavoratori non vogliono partecipare dobbiamo subire questa situazione passivamente? Quello che scrivi è corretto, ma al tempo stesso il sindacato non può "giustificarsi" dietro questa minore rappresentatività. Ci sono lavoratori/trici che partecipano e si organizzano. Io stessa sarò a Roma sabato pomeriggio per lo sciopero generale. Non per questo dobbiamo subire passivamente la maggioranza silenziosa. Il sindacato cosa sta facendo di concreto in questo periodo? Non mi sai rispondere neanche tu perchè lo sai che non sta facendo nulla. Siamo al 4 di ottobre e la trattativa è arenata completamente. Chissà quando riprenderà e se riprenderà. E magari quando verrà fissato un incontro ricomincerà il teatrino fatto di colloqui e "poi vediamo, poi discutiamo". Ma alla conclusione quando si arriverà? Io penso che il sindacato, anche per i pochi che rappresenta (come me) deve fare pressione. E se neanche tu sai rispondere alla domanda "cosa sta facendo/cosa sta organizzando il sindacato?" allora vuol dire che c'è totale immobilismo. Scusa lo sfogo.

  • Mario

    04/10/2023 - 9:43

    ma la manifestazione organizzata per il 7 Ottobre non riguarda il rinnovo del nostro contratto, ma vari temi. Non c'è alcuna manifestazione organizzata dedicata. Condivido quanto affermato da Roberta, si parla di aderire al sindacato, ma non è ben chiaro cosa il sindacato stia facendo in tutti questi anni per rappresentare i seppur pochi lavoratori attualmente iscritti. Personalmente credo che in questo settore la contrattazione collettiva sia morta già da tempo, e credere che ci siano margini per ottenere qualcosa di positivo sia solo una povera illusione. L'unico aspetto da considerare, se proprio non si vuol cambiare settore, è spendere il proprio sapere per una contrattazione individuale punto su punto. Personalmente ho avuto pessime esperienze con il sindacato in passato. Noi siamo il collante tra Agenzia delle Entrate, CCIAA, INPS, INAIL etc. ed il contribuente, se il collante viene a mancare, crolla tutto. Consiglio, oltre a valutare nel caso l'iscrizione al sindacato (cosa che non deve rappresentare un obbligo), di farvi valere per quello che sapere e prendere consapevolezza che senza di noi, ogni studio è destinato a chiudere!

  • Patrizia

    03/10/2023 - 18:11

    Cara Roberta, il mio è un invito certamente non un obbligo ci mancherebbe. Ragioniamo vuoi? La rappresentanza è fatta di numeri , più alti i numeri più rappresento e più sono forte. Il sindacato è i lavoratori che rappresenta . Se non ci sono non conta. Per trattare con la controparte servirebbe la forza dei numeri , per esempio difronte a questo silenzio bisognerebbe dichiarare sciopero non credi? Sarebbe giusto secondo te? O no? E come si fa se non ci facciamo vedere i sindacato? Con chi organizziamo qualsiasi cosa? Purtroppo si crede che i funzionari sindacali debbano fare da soli chissà che, francamente mi sembra un idea stravagante , irreale e anche di comodo. Ma lo guardate il telegiornale? non so la protesta dei lavoratori della magneti marelli di queste giorni ? Farete due pensieri di come va il mondo ? Per il nostro contratto , senza i lavoratori, il sindacato si muove e insiste usando la forza che ha come organizzazione ma non nella nostra categoria,cioè zero. E umiliante ma abbiamo bisogno purtroppo della forza degli altri lavoratori e quindi la cgil ha organizzato la manifestazione del 7 ottobre tu ci vai a protestare per il contratto scaduto? Se pensi che il sindacato sia un centro servizi o un ente statale sbagli strada, se pensi che i lavoratori non debbano fare nulla sbagli altrettanto strada , farai fare solo tanta fatica a chi prova a portare a casa il contratto. Continuerò ad invitarvi ad andare in sindacato perché è l'unica strada possibile e ho l'illusione che prima o poi lo capiate, altrimenti saremo condannati all'irrilevanza è una scelta anche questa, ma non diamo colpa al sindacato. Patrizia cgil

  • Roberta

    03/10/2023 - 15:03

    Mi permetto di intervenire e "polemizzare" un pochino. Patrizia scrive sempre "andate in sindacato", benissimo chi vorrà lo farà. Ma a chi non andrà si punterà una pistola contro? No di certo. Dunque come risolviamo lo stallo della trattativa? Mi pare molto superficiale da parte del sindacato "sperare" che tutti in massa si rechino al sindacato per avere maggiore rappresentanza. E dunque quale sono le soluzioni nell'immediato? Il sindacato non sa rispondere. Va bene che è colpa della classe lavorativa se siamo in questa situazione, ma il sindacato cosa fa??? Altrimenti questo dire in continuazione "dovete andare al sindacato", "è facile scrivere sul blog", etc... lascia il tempo che trova. Il sindacato a questo punto cosa fa? Spera in una chiamata di Confprofessioni??? Ha sollecitato incontri? Prova a interloquire? O ANCHE il sindacato dorme come i lavoratori? Mi sa tanto che siamo sulla stessa barca. Se mi sbaglio, cara Patrizia, dimmi come si sta organizzando il sindacato in questo periodo. Perchè se si sta aspettando Confprofessioni...campa cavallo. Aspetteremo altri 6 anni.

  • Patrizia

    02/10/2023 - 20:11

    Cara Nadia, descrivi purtroppo un mondo del lavoro che è diventato una trincea dove sopravvive chi può e dove la parola diritto è sconosciuta ai più, "favore" invece è usatissima . E' molto triste hai ragione .. lo sappiamo ma proprio per questo cerchiamo soprattutto di fare "cultura" , è una lotta impari ma vale la pena farla , continua anche tu fa bene soprattutto a te difendere la tua dignità., prima o poi qualcuno si sveglierà dal torpore. Grazie Patrizia cgil

  • Nadia

    02/10/2023 - 12:28

    Buongiorno, leggo da tempo il blog e vorrei dare la mia testimonianza di realtà lavorativa e fare qualche osservazione agli interventi che leggo. Faccio parte di un grosso studio di progettazione, che nasce da una realtà familiare che è rimasta ferma per quasi un 25 ennio, poi per motivi di prosecuzione della società si è leggermente aperta al mondo fuori, quindi ci sono nuove assunzioni a frotte. Detto questo, non c'è mai stato interesse nei lavoratori di vecchia data ad una richiesta e confronto con i datori in termini di rappresentanza sindacale, tanto che oggi alcuni "veterani" ancora credono che certi aspetti lavorativi siano un elargizione del datore e sono ignari che sia previsto dal contratto. Nessuno o quasi conosce il contratto con cui sono stati assunti i vecchi e men che meno quelli nuovi. Ci barcameniamo nell'ottenimento delle numerose certificazioni tra parità di genere e quant'altro, ovvero collezione di pezzi di carta, al mero fine di ottenere maggiori punteggi nelle gare di progettazione. Da quando sono qui, parlo e tento di stimolare all'interessamento contrattuale a chiedere parere ad un sindacato, a capire e leggere il proprio contratto. Ho stimolato sul fatto che siamo fermi da 5 anni. Beh! Niente! Aria fritta! Purtroppo l'Italia ha un grande e brutto difetto che non si scardinerà mai, quello dell'assunzione che passa per l'amicizia, per il parentato, per l'interesse e come tale qui ci sono individui che hanno stipendi " ad personam", chi più e chi meno ormai si è fatto una posizione e quelli che non ce l'hanno si lamentano verso il nulla. Lo dico a malincuore perché vedo da me che è una partita persa. Questo perché se la politica non ha voce in capitolo nelle scelte contrattuali che sono in capo alle parti datoriali e sindacali, è pur vero che la politica disincentiva atteggiamento virtuosi e anzi mette il bastone tra le ruote, vedasi anche questo ultimo governo. E' diventato un espediente dire non aumentiamo niente ma rafforziamo la contrattazione, tanto la politica sa perfettamente che è un motto per dire " rimane tutto così"! La verità è che o si fa come i Francesi e ci si mette la faccia nelle cose o rimarremo sempre al palo.

  • Patrizia

    29/09/2023 - 19:58

    Caro Renato, solo qualche precisazionie 1. Il sindacato ha interesse a firmare i contratti, è il suo ruolo Chiediamo da tempo una legislazione che - rafforzi la contrattazione collettiva , unico strumento che tutela tutti anche le categorie deboli, - che combatta i contratti pirata che distruggono i contratti, infine - una legge sulla rappresentanza per eliminare i sindacati di comodo . Questo ci aspettiamo dal Parlamento e dal governo non che intervenga nelle libere trattative contrattuali, visto che i contratti non sono leggi dello stato. Tu insisti nell'intervento del governo, se dovesse avvenire sarebbe solo di mediazione significherebbe che c'è rottura del tavolo, cosa che non vogliamo perché l'unico interesse è portare a casa il contratto, se sarà inevitabile l'intervento del ministero si farà ma non mi farei illusioni sul risultato. La trattativa è ferma non saltata. 2) Le iniziative sindacali si possono fare se ci sono i lavoratori, intanto la manifestazione del 7 ottobre a Roma è anche nostra , fare massa servirà a tutti e molto, anche a noi. Non credi che dovremmo fare qualcosa ? Il 7 ottobre ci saranno i lavoratori delle altre categorie senza contratto, noi perchè no? non si capisce. il funzionario sindacale cosa pensi che sia una specie di impiegato che protesta da solo ? 3) Chi ti fa scrivere qui è la Filcams cgil , ti pare poco questo spazio, visto che dici che il sindacato non fa nulla ? non diamo servizi facciamo attività sindacale e il lavoro di sistemazione del blog è attività sindacale. 4) I sindacati non sono interessati ad altri settori.. i lavoratori degli altri settori si iscrivono al sindacato e fanno attività sindacale , siamo noi che non siamo interessati al sindacato, guardala da questa prospettiva che è meglio. L'interesse del sindacato per la nostra categoria è alto, tanto è vero che la Filcams ha voluto 20 anni fa questo blog, 20 anni di pazienza e di insistenza .. ma tu ci pensi ? allora non sarebbe giunta l'ora che ci facessimo vivi ???? 5) Dimentichi che questa categoria è di donne , parli solo di uomini ! negli studi rimangono le donne purtroppo non gli over 50 . Gli uomini se ne vanno. Vedi la differenza tra noi e te e che tu ragioni individualmente , trovi la soluzione te ne vai .. giusto fai bene, invece il sindacato rimane sempre nelle categorie deboli per difenderle collettivamente , quindi tu te ne andrai ma noi rimarremo. Infine magari un po meno vittimismo e un pò più di coraggio. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/09/2023 - 19:24

    Caro Lorenzo, per fortuna ci sei tu che ci dai lezioni ! peccato che sbagli bersaglio sai .. parlamento e governo non centrano nulla con la contrattazione, confprofessioni come tutte le parti datoriali per 7 milioni di lavoratori , semplicemente aspettano che l'abbassamento del cuneo fiscale riduca le richieste economiche ai tavoli . Io non ho nessun marchio politico faccio la sindacalista , sto ai fatti di questo governo che dai primi atti ha peggiorato la legislazione del lavoro e ha già detto di no al salario minimo. Il sindacato è scomparso dalla lista degli interlocutori. Resta pure convinto delle tue idee puoi anche ripetermele all'infinito ma la mia esperienza sindacale mi dice altro, dovresti imparare invece il confronto delle idee e ascoltare con rispetto chi la pensa diversamente da te magari impari qualcosa, per esempio che tesseramento significa rappresentanza non soldi. Sei iscritto a qualche associazione ? ecco funziona così. Se fosse questione di soldi qui sul blog entrerebbero solo i tesserati , cosa che non è. Il blog è di tutti. L'iscrizione al sindacato è tutelata dalla Costituzione , siamo un paese libero, non siamo in cina , allora ammettiamolo il problema è la paura e la vigliaccheria diciamolo allora! Se i lavoratori avessero avuto paura la giornata di lavoro sarebbe ancora di 48 ore e non avremmo nessun diritto. Chi dovrebbe portare sotto gli occhi del "pubblico" ?? i funzionari del sindacato ? e tu nascosto nel tuo ufficio davanti al pc pronto a dare lezioni ? scusa ma non ci siamo sai ... tanta aggressività e rabbia dovresti usarla meglio. patrizia cgil

  • Patrizia

    29/09/2023 - 19:09

    Caro Nicholas , è un'idea certo , se fissano un incontro ci pensiamo. Ti dirò che il blog è molto conosciuto e letto da confprofessioni , in sede di trattativa spesso vengono ricordate le nostre iniziative, molte proposte che sono nate qui sono finite sul tavolo , nel contratto nazionale ancora vigente c'è una piccola norma proposta qui sul blog . Il nostro nazionale già riporta quello che scriviamo nel blog che , ricordo, è della filcams cgil. Quindi quello che viene detto e scritto qui non è scritto sull'acqua. Infondo si, esercitiamo una rappresentanza questo lo sappiamo .. senza essere elette da nessuno ma non per questo ci tiriamo indietro, vorremmo essere di più e più forti, ce ne sarebbe tanto bisogno. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/09/2023 - 19:01

    Cara Grace,, i contratti di lavoro vengono firmati tra parti sindacali rappresentative dei datori di lavoro e lavoratori. Governo e partiti non centrano nulla , La pressione dobbiamo farla su Confprofessioni nostra controparte. Noi dobbiamo imparare che dobbiamo sostenere le nostre ragioni e non aspettare alla finestra. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/09/2023 - 18:56

    Cara Francesca, i contratti nazionali sono quasi tutti fermi , la vigilanza addirittura ha firmato dopo 10 anni , non so a quali contratti ti riferisci che si rinnovano dopo 5 o 6 mesi non mi pare ci siano. Comunque alcuni contratti vengono firmati in tempi ragionevoli perchè ci sono controparti che accettano il confronto o una categoria che si mobilita e fa sciopero. Confprofessioni evidentemente pensa che gli studi professionali siano tutta una famiglia e quindi un contratto di lavoro non sia necessario ma che basta abbassare il cuneo fiscale Un mondo antico. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/09/2023 - 18:50

    Per Mirella, sei in preavviso di licenziamento , quindi no. Se trovi lavoro prima concordi con il tuo datore di lavoro l'interruzione del periodo di preavviso. Non credo si possa parlare di mancato preavviso . patrizia cgil

  • Lorenzo

    29/09/2023 - 17:06

    ARIDAJE si dice a Roma. Ma lo volete capire che il problema non è il Governo ma i membri del Parlamento da destra a sinistra. Non hanno alcun interesse a tutelare il settore dove loro stessi hanno interessi diretti e, soprattutto, è composto da micro aziende ossia ditte individuali o studi associati con 3 dipendenti al massimo. I grandi studi contano molti dipendenti ma fanno capo a network internazionali. Patrizia, continui a dire che con questo Governo non cambierà mai nulla. Ma perchè con quello precedente? Tu hai un "marchio" politico, io me ne sto alla larga. Io sono convinto (e te lo ripeto) che avere 1 milione di iscritti o 10 non conta nulla in questo settore. Altrimenti avremmo avuto ancora il contratto del 1326 AC. La risonanza mediatica (per come l'ho posta l'ultima volta) ha effetti sicuramente migliori di una manifestazione con 300 persone. Per quanto tutti qui apprezziamo il lavoro fatto con questo blog, io (o alcuni, o molti, o tutti), credo, sentiamo troppo spesso la parola "tessere". Ti ho già detto (e ridetto) che nelle realtà in cui ci troviamo, l'iscrizione al Sindacato potrebbe essere vista male, molto male, dallo Studio. E non c'è modo di nasconderlo. Che tu l'abbia fatto, vuol dire zero rispetto agli altri. L'unico modo è portare questo mondo sotto gli occhi del grande pubblico, facendo emergere tutte le porcate che accadono a tutti i livelli (e su questo posso scrivere un paio di tomi). Ma, evidentemente, non conviene a nessuno...Sindacato compreso.

  • Francesca B.

    29/09/2023 - 15:48

    Buongiorno. Siamo tutti in attesa di questo benedetto aumento, che chissà quando arriverà! E poi ci sono certi CCNL che ogni 5/6 mesi, hanno il loro bel rinnovo. Speriamo di arrivare anche noi a qualcosa di positivo.... Che poi, una mano sulla coscienza non se la mette nessuno? Dovrebbero pensare in questi 5 anni com'è aumentato il costo della vita....noi siamo fermi con i nostri stipendi ad allora.......e durante il periodo del Covid quanto abbiamo dovuto studiare fra decreti e decretini a star dietro a tutto quello che hanno tirato fuori fra casse integrazioni, proroghe di scadenze contributive con annesse domande da fare all'Inps per usufruirne che se ti scordavi di farla e pagando i contributi prima della proroga concessa ma dopo la scadenza originaria ti calcolavano pure gli interessi per ritardato pagamento....purtroppo ci è successo.... Scusate lo sfogo, ma qui andiamo sempre peggio....

  • Grace

    29/09/2023 - 9:58

    Buongiorno a tutti, caro Renato potresti postare qui sul blog, tutti gli indirizzi email a cui hai mandato comunicazioni a televisioni, politici etc?? Proverò anche io a scrivere e vediamo quello che succede, se si vuol aggiungere qualcun'altro, tanto meglio... Ti è possibile farlo? grazie e buona giornata a tutti

  • Nicholas

    28/09/2023 - 22:44

    Buonasera, sono Nicholas ma un altro Nicholas rispetto a quello che ha scritto gli ultimi post. Sarebbe un'idea carina se in vista del prossimo incontro, quando ci sarà, venga letta da parte dei sindacalisti al tavolo delle trattative una lettera congiunta firmata da questo blog a nome "delegazione dei lavoratori degli studi professionali" in cui si ribadisca a Confprofessioni cosa sia al giorno d'oggi lavorare per uno studio professionale, facendo loro presente il crescente svuotamento degli studi con dimissioni sempre più frequenti, i notevoli carichi di lavoro non bilanciati da una retribuzione all'altezza, i quasi inesistenti benefit, anche i più basilari, come i ticket che oramai vengono erogati quasi ovunque, l'orario ridotto e l'orario flessibile, già in vigore in alcune realtà aziendali già dagli anni '90, per non parlare dello smart working e del lavoro per obiettivi, questo sconosciuto nel settore e visto come Satana da debellare. Cose sicuramente già dette dal sindacato, ma farebbero più effetto dette da noi visto che in trattativa, guarda caso, non ci vogliono, ma noi in questo modo ci entreremmo comunque.

  • Renato

    28/09/2023 - 22:33

    Alcune risposte agli ultimi post: attenzione MAURY e altri, l'aumento di 140 euro mensili è il massimo a cui è arrivata ora Confprofessioni, ma è puramente teorico, nulla vieta a loro di ripresentarsi in trattativa fra un anno e offrirne 100 lordi. E purtroppo escludo ci diano le 38 ore, per il professionista medio ancorato agli anni '80 più ore si fanno più si rende, in barba ad ogni studio in materia, ma loro sono fatti così, talmente antichi che a breve si estingueranno come i dinosauri. Per SIMONE nel nostro settore ci sono già lavoratori demotivati che rendono di meno rispetto a quelli incentivati dalle aziende moderne, Confprofessioni ferma agli '80 non lo capisce e si becca una bassa produttività, le grandi aziende invece attraggono eccellenze, con benefit, obiettivi e gratificazioni. Per PATRIZIA, avrò mandato circa una 50 ina di mail a trasmissioni, politici ecc.. con criterio utilizzando l'intelligenza artificiale per trovare quei politici che negli ultimi anni si sono battuti per il gender gap, le uniche risposte sono state quelle della segreteria di un politico del PD e da quella della presidenza della Repubblica, insomma a quasi nessuno interessa la cosa, ma se qualcuno vuole darmi una mano lo invito a farlo, io ora non ho più molto tempo per continuare. Per CARMINE, la cosa che mi lascia più perplesso non è tanto lo sciopero, ma che stando alle dichiarazioni su questo blog il sindacato aveva in mente altre azioni possibili da proporre e invece c'è un silenzio assordante... Per NICHOLAS, è chiaro che questo blog potrebbe essere fatto meglio e reso più moderno, spero che venga implementato in futuro e ringrazio comunque chi mi fa scrivere qui oggi. Per FEDERICA è chiaro che ora che la trattativa è ferma e quindi quasi saltata sarebbe auspicabile ricorrere all'intervento del governo/ministero del lavoro, cosa prevista espressamente per legge, ma è chiaro anche che il sindacato per motivi di immagine o altri che non saprei non ci tiene a percorrere questa soluzione. Per FABIO questa tua frase: "la produttività è veramente bassa in rapporto al lavoro svolto, quindi non si può pretendere molto di più" sinceramente non l'ho capita, mentre quella dei "140 e il monumento" è il simbolo della vittoria di Confprofessioni che ci ha resi tutti più mediocri e inclini all'accontentarsi. Per MASSIMO l'ho scritto subito a Maggio che si andava all'anno prossimo ad andar bene, finora è così purtroppo, non sarei contento di azzeccarci.

  • Renato

    28/09/2023 - 22:32

    Buonasera, faccio una pausa dallo studio del d.lgs. 31 marzo 2023 sui contratti pubblici, una parte di quello che sto preparando per i concorsi, in cui attenzione, inizialmente eventualmente prenderei meno soldi rispetto ad ora, e questo fa capire due cose 1) non contano solo i soldi 2) chi può deve scappare dal nostro contratto degli studi professionali. Chi è intelligente ha già capito che in questo comparto le cose non cambieranno mai, e anzi potranno solo peggiorare e il gap con gli altri settori ampliarsi ulteriormente, questo perché la differenza economica non verrà mai recuperata e il nostro settore viene sempre più visto come un lavoro di passaggio in vista di impieghi più edificanti, assimilato ai call center, alle pulizie, in parte alla logistica, alla sicurezza ecc... ecc... porti di mare in cui si approda, si fa un po' di esperienza e poi si cerca di scappare il più in fretta possibile. Rimangono solo gli over 50 che oramai attendono una (misera) pensione e quelli che, nonostante il carico di lavoro elevato, riescono a contrattare un buon contratto al pari degli amministrativi di commercio e metalmeccanica . Tutti gli altri, giustamente direi, trovano più facile provare a cambiare lavoro rispetto al cambiare le cose in un settore in cui le cose non cambieranno mai, con sindacati deboli e più interessati ad altri settori e proteste pari a 0.

  • Patrizia

    28/09/2023 - 19:46

    Cara Sonia, è tutto fermo. Nell'articolo sono riportate tutte le notizie fino all'ultima trattativa di luglio. Aspettiamo Patrizia cgil

  • Sonia

    28/09/2023 - 18:58

    Buongiorno Vorrei avere notizie sul rinnovo del CCNL. Grazie Sonia

  • Patrizia

    28/09/2023 - 12:54

    Caro Maurizio, io giocavo a pallavolo, al massimo posso schiacciare ! Certo che dopo tanto pessimismo cosmico sentirti ottimista è una gioia Patrizia cgil

  • Patrizia

    28/09/2023 - 11:33

    Caro nicholas esteso a tutti ho girato le osservazioni di nicholas alla comunicazione nazionale filcams e a lelli. Stanno già lavorando alle modifiche del blog quindi grazie. Chi ha osservazioni e suggerimenti li faccia ci saranno molto utili per gli incontri che faremo insieme alla filcams . Sappiamo , massimo ,che le pagine territoriali non funzionano è il nostro obiettivo principale. Patrizia cgil

  • maury76

    28/09/2023 - 10:39

    ... ma se non ho capito male i 140 lordi son l ultima proposta della controparte ed e' gia' sul piatto non e' in discussione. giustamente il sindacato dopo 5anni e tutto quel che e' successo (la pandemia, lo smart, l evoluzione del lavoro con la fatturazione elettronica, ecc ecc mai riconosciuto dal 18 ad oggi) punta a ben altro che non saranno chissa' che cifre ma considerando che ogni rinnovi ci dan 70euro lordi... qui siamo proprio al minimo sindacale e zero rispetto x noi. Ora Patrizia con l hachimaki in testa (la fascia giapponese banzai) scende in campo lei e li mette tutti in riga... son ottimista 🙂 oddio accettassimo i 140lordi (3°livello quindi io gia' meno) ribadisco puntare sulla riduzione orario ed inserimento ticket nel cnl od indennita' mensa basta che compaia nel cnl o ciccia. sarebbe gia' qualcosa.

  • Massimo

    28/09/2023 - 9:41

    Buongiorno, concordo sul fatto che il rinnovo sarà chiaramente rimandato al dopo finanziaria....i datori di lavoro hanno capito che il taglio del cuneo fiscale ci farà avere qualche mollichina che ci terrà a bada per un pò......faccio notare una cosa....io sono catanese e ho scritto qui sul blog nella pagina regionale per presentarmi e conoscere altri colleghi della Sicilia.....era marzo 2023....ad oggi sapete in quanti hanno risposto? nessuno......dove dobbiamo andare....altro che coordinamento.....

  • Fabio00

    28/09/2023 - 8:14

    Buongiorno, onestamente la trattativa è difficilissima. Se davvero si arrivasse ai 140 € di aumento mensili sarebbe da fare un monumento a chi con pazienza e dedizione ci ospita su questo blog... Purtroppo, parlo per esperienza diretta di studi commerciali, la produttività è veramente bassa in rapporto al lavoro svolto, quindi non si può pretendere molto di più. La controparte spera palesemente che l'eventuale conferma del taglio al cuneo contributivo unito a un rallentamento dell'inflazione calmi un po' le acque per poter rinnovare a condizioni più favorevoli...

  • Patrizia

    27/09/2023 - 20:12

    caro Nicholas, dici bene , il blog è sottoutilizzato lo sappiamo , ne stiamo discutendo con il nazionale filcams cgil. Tempo fa avevamo fatto una scelta : il blog doveva rimanere autonomo, pur collegato al sindacato, come vedi non ci sono i loghi della filcams o della cgil , l'autonomia è sempre stata la sua cifra. Può essere che serva invece altro, dobbiamo ragionarci . Per impostare questa versione del blog ci abbiamo messo 1 anno intero di lavoro con la struttura di comunicazione della Filcams. Quello che dici tu si può fare ma la cosa più importante per noi è collegare le strutture territoriali sindacali al blog , ci abbiamo provato con la parte del blog dedicato ai territori , vorremmo che funzionasse , perchè la vera attività sindacale si fa nei territori. L'ideale sarebbe una buona sinergia tra fisico e digitale perchè con il solo digitale non si riesce ad organizzare una categoria anche se si possono fare tante cose, per esempio noi gestiamo il blog da città diverse . Per questo invito ad andare nelle sedi territoriali del sindacato, perchè solo così si può riuscire a creare una relazione tra blog territori e lavoratori. Hai ragione, mancano quelle persone che facciano da ponte, noi non bastiamo, l'ideale sarebbe avere anche un piccolo gruppo di lavoratori in ogni regione che si occupino del territorio della propria regione anche nel blog , sarebbe tutto più facile, anche la rappresentanza e potremmo avere una struttura nazionale che affianca la filcams sugli studi. Sono d'accordo con te anch'io vedo voglia di partecipazione e di discutere , dobbiamo trovare la chiave per incanalarla bene . Insomma le idee ci sono , sappiamo dove vorremmo arrivare ., non è semplice. Grazie infinite per i tuoi ragionamenti che ti assicuro si avvicinano ai nostri, se vuoi continua a darci delle idee. patrizia cgil

  • Patrizia

    27/09/2023 - 19:50

    Caro Giuseppe , si è proprio così. per questo puntano all'abbassamento del cuneo fiscale o alla decontribuzione o a defiscalizzare la tredicesima ecc. . Se sommi i 10 anni saltati tra 2000 al 2011 e questi cinque fanno un totale di 15 : 4 rinnovi e mezzo , altro che sciopero. Se poi pensi al "giusto compenso" il principio sarebbe lostesso del salario minimo non credi ? patrizia cgil

  • Patrizia

    27/09/2023 - 15:15

    Cara Federica, l'intervento del governo e richiesto dalle parti solo in caso di rottura delle trattative ma è solo un intervento per favorire la ripresa delle trattative che rimangono in mano alle parti. Valuteranno ma a me pare una perdita di tempo. Da questo governo non arriverà nulla di buono. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/09/2023 - 15:10

    Cara daniela confprofessioni è parte sociale riconosciuta dal CNEL e presente a tutti i tavoli governativi o meno, hanno abbastanza iscritti per esercitare il loro ruolo anche nelle trattative, è vero sono anche loro deboli ma la differenza è che i ruoli e le ricadute sono diversi, noi dobbiamo esercitare pressione per sostenere le nostre richieste , loro devono far accettare gli accordi alla loro base e a chi non aderisce a confprofessioni ..sono problemoni, ma per noi molto più importante la rappresentanza forte. Patrizia cgil

  • Daniela

    27/09/2023 - 14:27

    Ciao Patrizia, se confprofessioni chiede ai funzionari sindacali: "ma voi quanti lavoratori rappresentate?" perché i funzionari sindacali non chiedono a confprofessioni "quanti professionisti sono iscritti a confprofessioni?" credo che come i lavoratori degli studi professionali non sono iscritti al sindacato anche i professionisti non sono iscritti a confprofessioni..... sono inoltre convinta che la stragrande maggioranza dei ns. datori di lavoro non sappia neppure che il nostro contratto è scaduto da oltre 5 anni!

  • Giuseppe

    27/09/2023 - 13:26

    Io lavoro in uno studio di consulenza di lavoro e quindi vedo diversi ccnl e ne studio i contenuti. Nella parte economica il nostro è uno dei peggiori perché se il ccnl rimane fermo per 10 anni succede che per 10 anni non ci sono gli adeguamenti salariali necessari. Se la metalmeccanica ha ricevuto 100 euro circa lordi subito a giugno 2023 (e non spalmati per 3 anni come invece accade per gli studi), noi per 10 anni non riceviamo nulla con un risparmio per i datori di lavoro pari a 100 € * 12 mesi * 10 anni (senza contare i contributi previdenziali), tanto per fare un esempio. E ogni volta la storia si ripete... e poi Confprofessioni dice che bisogna rafforzare i CCNL e non fissare dei minimi per legge... certo, perché sanno che nella realtà ci sono tanti lavoratori sotto le soglie minime di dignità e hanno paura del salario minimo, in qualsiasi modo venga proposto. Saluti

  • Federica

    27/09/2023 - 10:53

    Buongiorno, più volte si è invocato l’intervento del Governo, ma non mi è chiara una cosa. Si dice che l’intervento arriva se salta la trattativa. Posto che il Governo di destra difficilmente si metterà contro i loro amici, ma dopo 5 ANNI E MEZZO di “trattativa” inutile e dopo questa presa per i fondelli continua, cosa dovrebbe succedere per far sì che il sindacato richieda l’intervento del Ministro? Devono prendersi a pugni in faccia? Qual è la linea per cui si oltrepassa il confine? A me sembra oltrepassato già da mesi. Grazie

  • Nicholas

    27/09/2023 - 10:51

    Una riflessione.. Premessa, andando a stringere questo blog è tutto ciò che abbiamo, ha buoni numeri di visite e buona partecipazione giusto? Se è così, mi chiedo perché tutto quello che facciamo qui non può valere il "chiedere rappresentanza" allo stesso modo del presentarsi fisicamente in sindacato. E' anche più efficiente. Perché non dare la possibilità di identificarsi e tesserarsi digitalmente qui, chat social per chi volesse partecipare ai confronti, donazioni.. per esempio.. Penso che il blog abbia potenziale inespresso e debba diventare qualcosa di più moderno ed efficace, per l'organizzazione e per le trattative. Possibile? Sembra che tutto si riduca a "basta lamentarsi dalle tastiere dei pc, andate in sindacato", beh ma questo blog è il sindacato!! Siamo nel 2023, dopo la pandemia i medici non visitano più come prima, tutto si compra online senza essere visto, le assistenze su qualsiasi cosa sono via chat/social. Perché in sindacato per combinare qualcosa bisogna andarci per forza fisicamente?! A leggere queste pagine, disinteresse non ne vedo da parte della categoria, piuttosto a leggere Patrizia è chiaro che mancano volontari e persone in prima linea che svolgano attività sindacale e che organizzino un minimo di struttura.. Un blog più moderno può essere la chiave per reperire ed imbastire una struttura sindacale digitale efficiente e rappresentativa. I dipendenti degli studi professionali ci sono, numerosi, e vogliono/meritano più attenzione!

  • Patrizia

    26/09/2023 - 21:53

    Caro Marco, si hai ragione non ho riletto il mio commento , scusami, ero troppo arrabbiata. Non ci sono insulti nel tuo post. Diciamo che è difficile comunicare via web , non ci sono i toni, le sfumature i visi quindi alle volte si fraintendono le frasi e le parole. Non è facile nemmeno per noi trovare una giusta linea di comunicazione. Detto ciò : 2. ok bene noi 6 : io, daniela, irene, emilia, elena, carmen siamo tutte lavoratrici degli studi professionali e gestiamo questo blog nel nostro tempo libero gratuitamente. Sembra strano ma è così. Il blog è stato costruito insieme alla filcamss cgil che lo ha voluto e pagato e poi ce lo ha affidato senza interferire mai. 3. Il sindacato insiste tutti i giorni per la ripresa delle trattative di tutti i contratti scaduti e ha indetto la manifestazione del 7 ottobre proprio per mettere il peso dei lavoratori, che speriamo aderiscano in tantissimi , è l'unica arma che abbiamo , la pressione si fa così da sempre. Le sole insistenze dei funzionari sindacali non bastano. Come ho detto prima siamo in contatto giornaliero con il nostro funzionario nazionale Filcams , segue il blog e noi con puntualità e sappiamo come è difficile la situazione, credimi. i compiti sono svolti al massimo delle capacità dei singoli funzionari ne siamo testimoni. 4. il motivo è che le trattative sono in "ristretta" per richiesta di confprofessioni , noi abbiamo chiesto una delegazione trattante ma c'è stato un rifiuto e purtroppo .. e siamo sempre li , non abbiamo la forza per imporre una trattativa "aperta". Nel primo contratto di categoria avevamo la forza , eravamo al tavolo con una delegazione di 100 lavoratori che poi si riunivano in assemblea .. ecco ora non abbiamo quella forza, questo è il motivo. 5. Non sbagli i sindacalisti sono in distacco sindacale e sono pagati naturalmente e lo fanno per lavoro ma se non ci fossero i tesserati non potrebbero farlo e non ci sarebbe organizzazione sindacale , gli attori principali che pesano sono sempre i lavoratori guidati dai funzionari , il funzionario da solo fa il suo lavoro ma senza sostegno fa molta fatica. 6. Caro Marco, il sindacato non decide nulla sulla contrattazione , tratta con delle controparti. Ogni categoria ha il suo contratto nazionale e i professionisti non vogliono aderire al commercio semplice! i contratti nazionali sono circa 900 e 700 sono "pirata" firmati da sindacati non rappresentativi, è una metastasi sulla quale si deve intervenire. Sono d'accordo con te i contratti nazionali sono troppi bisogna riunirli ma poi bisogna discutere con le nostre controparti e torniamo sempre al "via". Pensa che i contratti degli studi una ventina di anni fa erano divisi in 4 .. e con fatica siamo riusciti a riunire tutto in un unico contratto. Io mi occupo di studi professionali da due decenni e ti posso garantire che la fatica in questo settore e le difficoltà sono gigantesche e come pollicino ci tocca portare a casa sassolino dopo sassolino. 7. Si infatti lo dice .. il 7 ottobre la manifestazione ha proprio queste motivazioni, bisognerebbe fermare il paese per come la vedo io. Spero di essere stata chiara , altrimenti chiedimi non ci sono problemi . Io discuto volentieri di questi argomenti e se c'è da spiegare mille volte lo stesso concetto lo faccio e come dice Carmine non se ne può più ! Mi basta che tra noi ci sia rispetto reciproco. Peace and love Patrizia cgil

  • Patrizia

    26/09/2023 - 21:22

    bis maurizio, ma si lo sai che mi incazzo e poi mi passa. Quante discussioni io e te eh! prima o poi le faremo dal vivo. chi lo sa. Beh a dire la verità io sono una sindacalista vera , diciamo che funziona che le trattative di tanti contratti nazionali sono ferme , per questo c'è la manifestazione del 7 ottobre a Roma . Sentiamo tutti i giorni Danilo Lelli del nazionale Filcams e purtroppo è tutto fermo, certo che il sindacato insiste ma la pressione più grande sarebbe la protesta vera e non virtuale dei lavoratori degli studi, questa ci vorrebbe. Ad oggi zero date e zero armi di pressione. So che pare incredibile ridicolo e anche insopportabile ma purtroppo il pallino lo ha in mano la nostra controparte perchè noi abbiamo le frecce e loro i cannoni. Sono d'accordo con te noi saremo pigri e paurosi ma nelle sedi sindacali territoriali dovrebbero seguirci di più . Però ricorda sempre che la Filcams ha voluto questo blog che è un grande strumento che la categoria dovrebbe usare meglio. Come ti dicevo prima, a Reggio Emilia abbiamo Irene che è del gruppo blog eppure... deserto! noi ci prendiamo le nostre colpe volentieri basta che ci MUOVIAMO patrizia cgil

  • Patrizia

    26/09/2023 - 21:07

    Caro Luigi, MAGARI !! il problema è quello che ho esposto a carmine e maurizio, ci vuole una organizzazione dei lavoratori per promuovere iniziative sindacali altrimenti rischi di essere in 4 gatti e ottenere una brutta figura. Cominciamo dalle assemblee sindacali provinciali e magari da qualche presidio e poi possiamo salire fino allo sciopero. Ma dovete andare in tanti in sindacato altrimenti è inutile. patrizia cgil

  • Patrizia

    26/09/2023 - 21:03

    Caro Maurizio , si bravo è questa la strada. Di sicuro ci sono responsabilità del sindacato ma proprio per questo diamogli una svegliata non credi? se vedono arrivare anche una ventina di lavoratori degli studi tutti insieme a chiedere iniziative vedrai che qualcosa succede. Vedi, la nostra Irene è funzionaria a Reggio Emilia è bravissima, è cresciuta qui sul blog , lei è in distacco da uno studio, ha convocato assemblee, mandato mail ha fatto tutto quello che elenchi tu, bene al massimo ha visto arrivare 2 o 3 persone , il sindacato in questo caso ha lavorato alla grande eppure .. ci vuole volontà e consapevolezza, dipende da noi , se non chiediamo rappresentanza il sindacato cosa deve fare? patrizia cgil

  • Patrizia

    26/09/2023 - 20:56

    Caro Carmine , il blog ha più di vent'anni quindi direi che sono milioni le volte che ho cercato di spiegare questi concetti e francamente non so più che parole usare. Maurizio nel post dopo il tuo spiega esattamente qual'è il problema. Certo che il sindacato deve dichiarare sciopero ma deve esserci una categoria che risponde con il rischio di un buco, potrebbe essere un flop, quindi è bene cominciare dalle cose semplici , assemblee provinciali , presidi per poi salire di livello e arrivare allo sciopero. Per portare al tavolo confprofessioni 15 anni fa queste cose le abbiamo fatte. Bisogna rifarle. Per darti un'idea confprofessioni al tavolo chiede ai funzionari sindacali : ma voi quanti lavoratori rappresentate ? " capisci ? questo è il problema . . ciao e grazie patrizia cgil

  • Carmine

    26/09/2023 - 18:51

    Se contassimo le volte in cui Patrizia ha detto che i lavoratori dovrebbero scioperare, raggiungeremmo le centinaia. Peccato che sono centinaia anche i suoi commenti in cui dice che i sindacati non vogliono/possono organizzare uno sciopero di categoria. Io sarei ben felice di scioperare, ma se i sindacati non indicono lo sciopero, come posso fare? Cosa aspetta il sindacato per indire lo sciopero di categoria? La normativa in materia è chiara e il sindacato la conosce, non credo ci siano grandi paletti per impedire la dichiarazione dello sciopero... Eppure si continua a dire che dobbiamo scioperare senza indire scioperi

  • maury76

    26/09/2023 - 16:21

    ...Luigi ma siamo onesti... il problema sciopero e' gia' stato affrontato e spiegato da Patrizia. in quanti andremmo? noi del blog? e chi altro? su quel lato non siamo organizzati minimamente. le azioni che ci restano secondo me son personali e di massa con i social pubblicizzando l assenza di considerazione presso tutti i tg nazionali, programmi, ecc ecc in attesa che i vari sindacati evidenziati da te facciano pressioni costanti. ci vorrebbe che ogni sede dei sindacati avesse una rete dei propri iscritti e mandare comunicazioni, inviti a partecipare ma almeno qui a genova....zero. come ho scritto prima tanta colpa nostra ma pure loro....in qualcosa sbagliano e nell era tecnologica creare gruppi regionali di wapp, telegram non e' difficile. prima di aver forza e potere...saremo tutti in pensione

  • LUIGI60

    26/09/2023 - 11:34

    Salve, il contratto scaduto a marzo 2018 è stato firmato da CONFPROFESSIONI e dai seguenti sindacati nostri rappresentanti: - FILCAMS - CGIL - FISASCAT - CISL - UILTuCS - UIL, quindi siamo ben rappresentati. A questo punto mi chiedo perchè si deve continuare a sottostare alle perdite di tempo di CONFPROFESSIONI e non si agisce organizzando uno sciopero del settore ?

  • maury76

    26/09/2023 - 9:43

    ...resta cara Patry che nessuno mette in discussione il tuo operato gratuito x il quale tutti te ne siamo debitori MA... i veri sindacalisti che han in mano i fili con la controparte che sta facendo? che da luglio ad oggi zero date di incontro scusami.... è ridicolo. come funziona? aspettano passivamente? sospirano e sperano che aprendo google arrivi una mail? ok che noi altri siamo brutti e cattivi e non andiamo in massa nelle sedi dei sindacati e speriamo nel miracolo ma pure il sindacato qualcosa in cui sbaglia lo avra' o no? non siamo tutti perfetti a parte i nostri "capi" e chi lavora si sa... puo' far errori. A maggior ragione dopo sto lungo silenzio non si puo' certo calar le braghe ed accettare quell elemosina di 140euro lordi x il 3°livello il che significa che noi sfigati al 4°(seppur di fatto dei 2°) da oltre 20anni e' ancor meno. LE SEDI dei sindacati attirare gente no? organizzare riunioni in merito? noi avremo pure tante colpe ma io non e' che vedo che il sindacato coinvolga, organizzi delle riunioni. come nei matrimoni...la colpa e' sempre al 50% se le cose non funzionano.... no?

  • Marco

    26/09/2023 - 8:54

    Cara Patrizia. Io non so se sono io che mi spiego male o se sei tu che vuoi continuamente girare a tuo piacimento quello che dico ma cercherò di essere chiaro al massimo e poi non scrivo più nulla perchè tanto è inutile. 1. Nel tuo precedente commento hai scritto testualmente: "Perché non chiedi a noi cosa prendiamo per gestire questo blog è per prendere insulti da te e altri?" Quindi l'hai detto eccome che io ti avrei insultato anche se in realtà non l'ho mai fatto. 2. Io non stavo insinuando un bel nulla sulla tua attività. Ho solo detto che non lo so se vieni pagata o se lo fai come volontaria siccome non ti conosco. Dici che sei volontaria? Bene, mi fa piacere. Ora lo so. 3. Nessuno sta paragonando le telefonate all'inps con le telefonate a confprofessioni. Semplicemente sto dicendo che io, se ho un compito da svolgere, e vedo resistenze dall'altra parte mi attivo telefonando anche tutti i giorni. Il sindacato fa la stessa cosa o si limita passivamente ad accogliere le richieste di rinvio per mesi? 4. Sarebbe interessante capire per quale motivo non mettono una bella telecamera e mandano questi incontri in streaming. Io, e credo anche altri, saremmo davvero curiosi di sentire cosa si dicono in questi incontri. 5. Tu parli di associazionismo che non è confrontabile col lavoro? Mi pare tu abbia detto una cosa simile ma onestamente questo discorso mi sembra alquanto discutibile visto che i sindacalisti che sono adibiti a fare queste trattative (NON STO PARLANDO DI TE) non credo lo facciano per carità cristiana ma perchè sono lautamente retribuiti. Per loro è un lavoro. Poi se sbaglio correggimi ma non credo di sbagliare. 6. Il discorso che noi dipendenti degli studi professionali siamo solo un milione l'ho sentito un mare di volte e anche questo, scusami, mi fa abbastanza ridere/piangere. Se i sindacati sanno da principio che un settore sarà poco rappresentato, allora per quale motivo firmano ccnl a palate che escono fuori come funghi? Perchè non ci hanno inquadrato tutti sotto al ccnl commercio e buona notte? 7. Se il sindacato non è nemmeno in grado di rinnovare ccnl scaduti da 6 anni (per non parlare di settori che stanno anche peggio di noi visto che ci sono ccnl scaduti pure da più di 10 anni), per come la vedo io farebbe bene a dirlo a chiare lettere sia ai lavoratori che al Governo per come la vedo io. Ciao e buone cose.

  • Patrizia

    25/09/2023 - 21:40

    Caro Renato, questo è un blog sindacale e io sono una sindacalista volontaria, come tutte noi. Sono le 21 e 15 e ti sto rispondendo dopo cena e ti domandi perchè difendo la mia organizzazione ? ma non so vedi tu. Qui sei ospite di uno spazio voluto e pagato dalla filcams per discutere e avere informazioni, non ti pare sia una cosa di valore ? Noi rispondiamo a tutti tesserati e no e non facciamo sondaggi a caso sulle opinioni, non siamo un servizio, facciamo attività sindacale anche anche per te . Io rispondo a tono con chi e' aggressivo e da colpe al sindacato che non ha, non con chi esprime dubbi , discuto volentieri con chi si pone in maniera rispettosa, cosa che non succede sempre, mi spiace ma io non subisco e non ho code di paglia, so quanto lavoriamo per una categoria che brontola, giudica e pretende il servizio, alle volte mi chiedo se ne valga la pena, messaggi come i tuoi mi fanno pensare di no. Le iniziative si fanno con i lavoratori, se non ci sono si fa quello che si riesce. Nelle sedi sindacali non sono arrivate le masse e all'assemblea web solo un centinaio di lavoratori..spariti subito dopo. Ieri la Fiom ha fatto una assemblea in piazza tra la cittadinanza , erano centinaia di lavoratori.. piacerebbe anche a noi ma la categoria ragiona come ragioni tu: deve fare il funzionario ,. scuse solo scuse. Scusami ... la banalità , il contratto degli studi professionali lo si discute con i professionisti .. come quello dei dipendenti pubblici con lo stato, cosa centra la busta paga dei sindacalisti ? e poi chissà cosa hai guardato.. In ogni caso sul sito della cgil ci sono tutte le busta paga potete guardarle liberamente, ma in ogni caso non centra nulla con la nostra trattativa perchè noi stiamo discutendo il nostro contratto con la nostra controparte. Il tema è dove sono i lavoratori ???? e infine caro Renato per rappresentare ci vogliono i rappresentati .. tu hai chiesto rappresentanza ? pensa che lavoriamo anche per te che non vuoi sentir parlare di sindacato e non chiedi di essere rappresentato nonostante ciò chiedi risultati.. Invito anche te ad andare oltre i luoghi comuni e a confrontarti sul serio mettendo in discussione le tue convinzioni, potremmo discutere allora alla pari rispettandoci. Ti ha risposto il ministero ? c'è qualche novità? Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 21:14

    Caro marco, non mi hai insultato infatti ti ho pubblicato .. altrimenti non lo farei, le regole del blog sono scritte e le facciamo rispettare. Abbiamo già fatto questa discussione e vedo che ritorni sempre sui soliti argomenti. Non puoi confrontare il lavoro con l'associazionismo prova a comprenderne la differenza. I contratti vanno discussi con la controparte e se questa non si presenta ai tavoli c'è solo un modo per sbloccare la situazione : lo sciopero, che deve essere fatto dai lavoratori .. siamo 1 milione , dove siamo ? tutti a brontolare con un mouse o il telefono in mano a dare giudizi a caso? non puoi confrontare una trattativa per il contratto nazionale con una parte datoriale con i rapporti con Inps inail agenzie delle entrate.. ma scusa ma come ti viene in mente? non sono problemi sono TRATTATIVE il funzionario è al tavolo ma devono esserci i LAVORATORI . Non voglio rispondere all'insinuazione che non lavoriamo gratis perchè si commenta da se, questo sì che è offensivo per noi tutte. Sono le 21 e ti sto rispondendo gratis . Certo che è indecente che non sia stato rinnovato il contratto ma la responsabilità è solo di Confprofessioni, non sei abbastanza arrabbiato per fare sciopero ? non so me lo domando. Noi si ma siamo 6 . Il sindacato sono i lavoratori che devono fare massa, i contratti non sono un servizio che si comprano con la tessera , la tessera serve per dare forza al sindacato , se avessimo 100 iscritti e non 5 milioni come cgil non ci sarebbe nessun tavolo per nessuna categoria e dovrebbero applicare l'art. 36 della costituzione amen . Anche per te: fai uno sforzo per capire e uscire da luoghi comuni e banalità e notizie false che girano . Sempre disponibile a discutere ma facciamo un passo avanti e non trattiamo il sindacato come un capro espiatorio per sfogare le nostre frustrazioni , è la cosa più sbagliata che c'è. patrizia cgil Scusa la franchezza ma per metodo non subisco mai e rispondo a tono, questo è un blog sindacale e io sono una sindacalista anche se volontaria , la Filcams cgil mette a disposizione uno spazio tutto per noi , noi rispondiamo a tutti diamo informazioni che altrimenti non avreste e per tutta risposta ci vengono tirati pomodori , tu che faresti ? patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 20:57

    Cara stefania, questo è un blog sindacale e io sono una sindacalista quindi i complimentoni , se permetti , li hai fatto anche a me. Ti ho spiegato come si svolge una giornata di un funzionario sindacale che non finisce mai .. ti ha chiesto di anticipare la questione per telefono , cosa che faccio anch'io, qual'è il problema ? ti ha risposto male ? no, sono le nove di sera e ti sto rispondendo .. merito i complimentoni ? Il sindacato rappresenta i tesserati ma risponde anche ai non tesserati a centinaia al giorno. Vorrei che provassi tu. Qui sul blog rispondiamo a decine di domande oltre che dare informazioni su tutto , abbiamo risposto anche a te sempre no? il risultato sono i complimentoni? scusa ma non ci siamo. Il contratto è fermo per colpa di confprofessioni e non del sindacato perchè i contratti non sono un prodotto che si compra al supermercato , c'è una controparte con cui discutere e se questa non vuole e non si presenta ai tavoli c'è un' unica risposta : sciopero e iniziative dei lavoratori , delle telefonate e delle pressioni dei funzionari se ne fregano . 7 milioni di lavoratori senza contratto nazionale perchè le controparti non si presentano ai tavoli o chiedono cose assurde tipo l'eliminazione della quattordicesima. La pressione la fanno i lavoratori anche tu , se non c'è subiamo anche se facciamo 1 milione di telefonate. No non ti do il beneficio del dubbio perchè so quanto abbiamo lavorato in beata solitudine. e credo che ci meritiamo rispetto. Se vuoi capire.. altrimenti pazienza patrizia cgil

  • Renato

    25/09/2023 - 19:53

    Buonasera Patrizia, il tuo difendere ad ogni costo i sindacati ti fa vedere che siamo tutti presuntuosi o offensivi nei tuoi confronti anche quando poniamo solo dei semplici dubbi. Qui dentro penso che almeno l'80% degli utenti del sito pensa che i sindacati non stiano facendo abbastanza, anche perché effettivamente andrebbe preso in mano il telefono ogni mattina per sollecitare Confprofessioni. Dove sono le iniziative che avevate in mente prima "di essere in una fase delicata e potenzialmente vicini alla chiusura"? Se non sono i sindacalisti a proporre iniziative, chi dovrebbe farlo? Troppo facile nascondersi dietro la frase "eh non proclamiamo scioperi perché tanto non li fa nessuno". Siccome esiste un CCNL "Dipendenti Organizzazioni Sindacali" non dobbiamo mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi e nasconderci. Questi sono i loro livelli, ovviamente più alti dei nostri 1 2.746,80 2 2.297,29 3 2.065,40 4 1.835,90 5 1.709,40 6 1.565,30 Se esiste questo CCNL qualche sindacalista dovrà pur prendere questi stipendi, e se tu dici che noi dovremmo fare di più e non rimanere delle ombre che scrivono sul forum, perché io o altri utenti, con rispetto, non dovremmo poter dire che vorremmo che venga fatto di più da parte dei nostri sindacalisti che ci rappresentano? Specialmente per quei lavoratori che pagano anche l'iscrizione.

  • Simone W

    25/09/2023 - 17:14

    Se non credete che iscriversi al sindacato possa avere un qualsiasi ritorno non rimane che: - risparmiare il più possibile, anche non avendo figli (non che vi fate le vacanze e poi vi lamentate, quelle appartengono a un passato che non tornerà); - fare il meno possibile, se vi viene sollevata questione rispondere: guadagnare il 15% in meno (due anni di inflazione) presuppone lavorare almeno il 10% in meno. Non è che ne deve risentire solo il lavoratore; se vi licenziano vedere punto successivo: - cercare altro, laddove possibile non esitare a cambiare lavoro/contratto fuori da studi professionali, i lavoratori con competenze andranno a diminuire di numero, non li sostituiscono con gli immigrati.

  • Marco

    25/09/2023 - 17:14

    Cara Patrizia, partiamo dal presupposto che io non ti ho insultato. Sarò presuntuoso? Può darsi ma io per 1500 euro al mese, per conto dei clienti che gestisco, sollecito giornalmente inps, inail, agenzia delle entrate e compagnia bella per avere soluzioni a problemi che spesso provengono da casini che hanno fatto loro stessi e, fidati, i problemi li ho sempre risolti. Penso che un sindacalista adibito a gestire queste trattative e che quindi prenderà ben più di me dovrebbe fare altrettanto perchè è il suo mestiere. Tu magari farai la volontaria gratis, non lo so, ma io sto parlando di chi queste trattative le gestisce. Secondo te non è indecente che ancora il ccnl non sia stato rinnovato? Per me invece lo è ed è anche piuttosto comodo scaricare tutta la colpa su confprofessioni. L'ultimo aggiornamento di questo blog è datato 29 giugno e c'è scritto: "Fissate le date della trattativa 5 e 6 luglio , seguirà il coordinamento nazionale filcams di settore per valutare il risultato degli incontri." Dal 6 luglio sono passati quasi tre mesi. Che hanno fatto in tre mesi? Quando le aziende si dimenticano di versare le trattenute sindacali, per esperienza personale lo dico, i sindacati si ricordano di sollecitarle. Per rinnovare i ccnl scaduti invece?

  • stef

    25/09/2023 - 17:02

    I complimentoni erano rivolti al sindacalista. Comunque, dopo periodo di lavoro allucinate in studio per dimissioni di ben tre colleghe, un titolare d'una arretratezza assurda, chiedo un appuntamento perchè in orario di lavoro non posso sicuramente telefonare al sindacato, la risposta è stata: " non abbiamo tempo, anticipaci telefonicamente il tuo problema. Secondo te è una risposta consona per sentirsi rappresentate? Secondo me No. E i complimentoni sono rivolti al sindacato. Scusa se mi permetto di dire che 5 anni e mezzo sono lunghi e non ci sono scuse per non aver pressato in tutti i modi possibili il rinnovo. Me lo puoi dare il beneficio del dubbio?

  • Patrizia

    25/09/2023 - 15:23

    Cara mary, hai ragione il contratto metalmeccanico artigiano e ben peggiore. Purtroppo non possiamo impedire ai vari imprenditori o professionisti di applicare contratti diversi.. e peggiori. L'aumento di cui si parla è 140,00 lordi mensili parametrati al terzo livello. Normalmente gli aumenti tabellari sono spalmati per la vigenza del contratto. Ciao e grazie dei tuoi modi educati! Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 15:15

    Caro marco, i presuntuosi non vedono più in là del loro naso ed è il tuo caso. Perché non chiedi a noi cosa prendiamo per gestire questo blog è per prendere insulti da te e altri? Visto che sei così bravo perché non vai in sindacato e prendi in mano la situazione? Avvisaci mi raccomando! patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 15:10

    Cara Sonia, purtroppo no. Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 15:09

    Cara stefi, difficile dare giudizi per 1 risposta non ti pare? Guarda la vita del sindacalista e molto complicata e non ha orari. Come vedi io rispondo di sera di sabato e domenica sono volontaria e non sono pagata. Rispondiamo a tesserati e no. Risolvo tante cose per mail e per telefono w.app. aiuta molto . Non so che cosa cosa vuoi di più da una associazione che risponde a tutti nel limite del possibile. Confermo il mio giudizio qui vedo molti presuntuosi, mi pare che siate tutti bravi a giudicare ma molto poco a fare, non vi viene in mente che dovreste fare anche voi qualcosa? Il sindacato non è un azienda , non è un servizio non è un ente pubblico. I complimentoni li giro io a te. Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/09/2023 - 14:59

    Caro Simone non ti pubblichiamo , un post pieno di offese e parolacce non merita nemmeno una risposta. Le regole del blog sono chiare: pubblichiamo tutto ma non le offese , ripassa quando avrai imparato l'educazione. Patrizia cgil

  • stef

    25/09/2023 - 11:31

    Sarà anche presuntuoso ma a me il sindacato ha risposto che non aveva tempo e che avrei dovuto sottoporgli il problema per telefono. Io non mi sento per niente rappresentata e se vi offendete a sentirlo dire mi dispiace per voi. Abbiamo già stipendi da fame, un lavoro stressante e logorante, chiedo un appuntamento e dopo giorni mi viene risposto per mail di chiamare per illustrare il problema. Complimentoni.

  • Sonia

    25/09/2023 - 10:48

    Buongiorno Abbiamo novità su questo benedetto rinnovo CCNL?

  • Marco

    25/09/2023 - 10:32

    Cara Patrizia, quanto prendono al mese di stipendio i sindacalisti deputati a trattare per i rinnovi dei ccnl?

  • Mari81

    25/09/2023 - 9:25

    Buongiorno, sto seguendo la discussione sul rinnovo di questo contratto a cui sono approdata dopo anni di insistenze dal ben peggiore ccnl metalmeccanici artigiani (scelto dal mio titolare in quanto risultava essere il più economico per lui anche se trattasi di studio professionale, quindi detto tutto!), ma avrei necessità di un chiarimento: i 140 euro lordi di cui si parla, sarebbero un aumento mensile o annuale? Grazie

  • Patrizia

    24/09/2023 - 20:30

    Caro marco, sei un presuntuoso e non sai di cosa parli. Un bel bagno di umiltà ti sarebbe molto utile. Patrizia cgil

  • Marco

    24/09/2023 - 20:10

    Se mi assumete al sindacato ve la chiamo io confprofessioni e nell'arco di un mese vi trovate il CCNL rinnovato. Ormai sono quasi sei anni col contratto scaduto. Una roba indecente. Un sindacalista serio chiamerebbe confprofessioni tutti i giorni se non altro per rompere le p...e e invece appena chiedono un rinvio subito accordato. Poi fosse un rinvio di due giorni. Rinviate di mesi.

  • Patrizia

    23/09/2023 - 14:22

    Caro Alessandro incredibile vero? Eppure hanno questo coraggio e questa ipocrisia meriterebbero uno sciopero , giusto per raccontare la verità. Patrizia cgil

  • Alessandro

    22/09/2023 - 22:13

    Buonasera, colgo l'occasione di pubblicare le dichiarazioni del presidente della nostra Controparte, che è stato riconfermato nel CNEL (che discuterà a breve sul salario minimo) nella consiliatura 2023-2028... La cosa assurda è che afferma che bisogna potenziare la contrattazione collettiva, ma continua a rinviare la trattativa per un contratto scaduto da quasi 6 anni... penso che da queste poche dichiarazioni si riesca a capire davanti a chi si trova a dover trattare il sindacato... «La riconferma di Confprofessioni nella nuova Consiliatura rappresenta la rilevanza che ha assunto il settore delle libere professioni nel dialogo sociale, nelle dinamiche del mercato del lavoro e, più in generale, nell’economia del Paese. Il nostro obiettivo è quello di proseguire e implementare ulteriormente il percorso svolto negli ultimi quattro anni a favore del lavoro autonomo, ma anche di rafforzare la nostra rappresentanza per un maggior equilibrio tra i soggetti economici e produttivi che saranno chiamati a individuare nuove soluzioni per allineare il mercato del lavoro al processo di transizione che sta attraversando la nostra società e la nostra economia. Stiamo infatti attraversando una fase economica e sociale delicatissima, dove la questione salariale è al centro di un annoso dibattito politico e sindacale che non riesce a trovare una sintesi condivisa e sostenibile. In questo contesto la nuova Consiliatura, presieduta dal presidente Renato Brunetta, dovrà affrontare sfide decisive che si possono vincere solo attraverso un sistema di relazioni industriali forte, moderno e innovativo, teso a coniugare i salari con la produttività, l’innovazione tecnologica, la formazione, il welfare e le politiche attive del lavoro ma anche e soprattutto attraverso il potenziamento della contrattazione collettiva. In questo percorso virtuoso il contributo di idee e progetti che nascono nell’alveo delle libere professioni e che si coagulano in Confprofessioni si inserisce, dunque, in una visione partecipativa e condivisa del dialogo sociale che trova nella sede istituzionale del Cnel la sua massima espressione».

  • GINA

    22/09/2023 - 17:42

    cara Patrizia, mi sono espressa male lo so, ma alla fine di questo si tratta! settimana prossima cerchero' di trovare il tempo di andare in sindacato, sperando che il sindacato mi venga incontro. Se davvero siamo convinti di dover andare avanti e non accontentarci ci dobbiamo tesserare!

  • Luca

    22/09/2023 - 15:14

    la proposta della SCHLEIN di 4 giorni lavorativi a settimana e' ottima per gli studi professionali; proporre di applicarla per le realta' che fanno fatica a rinnovare i contratti

  • Patrizia

    22/09/2023 - 14:55

    Caro Maurizio, non abbiamo mai distinto tra lavoratori tesserati e no e mai lo faremo. Nello stesso gruppo blog non tutte sono tesserate. Abbiamo l'ambizione di far capire che tesserarsi e una scelta di rappresentanza non l'acquisto di un servizio. Si può fare attività sindacale anche da non tesserati ma da tesserati è meglio! Sul tavolo c'è la formazione obbligatoria a cui teniamo tantissimo, agibilità sindacale e lavoro agile più altre cose. Mica poco! Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    22/09/2023 - 14:49

    Caro Fabio, questo è un blog dedicato agli studi professionali non posso pubblicarti altrimenti faremmo confusione. Devi contattare la filcams cgil della tua città e farti controllare la busta paga. A distanza senza vedere non si può dare un parere. Le ferie si possono pagare solo in caso della fine del rapporto di lavoro. Sei sicuro che non siano rol? Ciao patrizia cgil

  • maury76

    22/09/2023 - 10:09

    ...io davo scontato che qui fossimo tutti tesserati. poi oddio l 1% lo trovo esoso sui nostri stipendi da portinai circa 12euro al mese che fan 144euro l anno. piu' dell ipotetico aumento...lordo. io faccio l opzione da povero da 70euro ma lo stipendio e' quello... per il resto condivido WALTER e proseguire x renderci un minimo credibili nel non accettare l elemosina ma forzare la mano. ma noi venire a litigare con la controparte al tavolo no? magari sentire le nostre ragioni che il sindacalista ok lotta x noi ma non soffre visto che ha altri stipendi. capire l umiliazione di svendere la nostra professionalita' riconosciuta solo nelle aziende dove tra l altro uno entra e fa solo una cosa non mille come noi. dirgli chiaramente che o ci adeguano i livelli dove si sa che il 4° fa il lavoro del 1° o riduciamo le ore... da 40 si scende a 37 come gli statali. avere i ticket che non esiste la contrattazione di 2°livello e manco il dialogo con li capo che si limita nei piu' degli studi al minimo sindacale a vita, la clausola di salvaguardia, ecc ecc tutto quello che Patry dici non si fa così in fase di contrattazione. in un post Patry scrivevi che non c'è solo la parte economica in discussione... e scusami di che altro si deve parlare che e' tutto uguale da anni. ferie e permessi sempre gli stessi. smart ? almeno un giorno a settimana? magari x chi come me fa 20km ogni giorno andata e 20 ritorno... ma deve essere obbligatorio o si ruba lo stipendio x il datore.

  • Walter

    22/09/2023 - 9:56

    Non è possibile accettare e firmare subito questo CCNL senza almeno la clausola di salvaguardia che permette il rinnovo automatico. Altrimenti ci ritroviamo ancora tra 8 anni ad accettare la miseria da parte di Confprofessioni. Se non è ora che almeno abbiamo motivo giustificato per prettendere questa clausola. C'è molto malcontento da parte di alcuni di noi che però non ci permette avere la forza contrattuale sufficiente per intimorire la controparte quindi dobbiamo fare quel passo in avanti per essere incisivi. Se aspettiamo ancora quelli che sono indifferenti all'ingiustizia del nostro contratto continueranno a fregarsene. Uniamoci ed andiamo in sindacato per avere almeno un minimo di rappresentanza.

  • Massimo

    22/09/2023 - 9:34

    Buongiorno, vorrei far presente che l'adesione al sindacato è la strada più giusta, ovviamente. Ma sono sincero e penso di parlare a nome di tanti.........anche l'uno per cento mensile che su base annua fa circa il 12 ..pesa...pesa in un momento in cui siamo con il potere di acquisto non adeguato per mancato rinnovo. Però faccio presente ai colleghi che la trattenuta mensile in busta paga evidenzia l'adesione al sindacato che verrà palesata al datore di lavoro....e uno strumento per far capire che non siamo soli....pensiamoci...magari al prossimo rinnovo investiamo 15 euro al mese per il nostro futuro.

  • Patrizia

    21/09/2023 - 19:57

    Cara Gina attenzione ! Non è una tassa ma l'adesione al sindacato. Ci si tessera per dare forza ai nostri rappresentanti e per fare attività sindacale. Si è l'1 per cento se in busta paga. Ogni territorio ha possibilità di intervenire sul tesseramento, quindi contatta la filcams cgil della tua città. Facci sapere patrizia cgil

  • Patrizia

    21/09/2023 - 19:54

    Caro Andrea, si lo so, ero sola anch'io e il lavoro e" lungo. Concordo con te ma il messaggio deve comunque passare, ci prendiamo avanti! Anch'io spero che firmino figurati. Se vuoi collaborare con noi dimmelo che ti scrivo, facciamo gruppo! E poi finalmente un uomo!!! Patrizia cgil

  • Andrea

    21/09/2023 - 18:15

    Cara Patrizia, io sono un iscritto al sindacato. Ma suo mio territorio pochi lo sono. Non posso però certo aspettare che tutti si iscrivino al sindacato. E' come pretendere che tutti vadano a votare...e puntualmente la percentuale di votanti è sempre più bassa. Purtroppo la c.d. spinta dal basso è un processo lungo e articolato che va coltivato nel tempo. Oggi non abbiamo tutto questo tempo, ecco perchè vorrei che questa benedetta trattativa si con concluda al più presto e poi (spero!!!) iniziare un percorso in tre anni di attivismo collettivo che smuova la situazione per il successivo rinnovo.

  • GINA

    21/09/2023 - 15:58

    penso anch'io che la strada piu' giusta sia l'iscrizione al sindacato.... come gia' detto pero' e' una piccola tassa in piu' tutti i mesi, se non erro l'1% dello stipendio lordo. Patrizia per favore correggimi se sbaglio. Sarebbe possibile ridurre la percentuale, venirci ncontro ? grazie

  • Patrizia

    21/09/2023 - 15:52

    Caro Andrea, abbiamo fatto innumerevoli volte queste azioni. Possiamo anche farlo va tutto bene ... purtroppo hanno efficacia molto.limitata. La via è quella indicata da Tamara semplice , diritta efficace. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    21/09/2023 - 15:49

    Cara Tamara semplici e sante parole. Grazie ! Patrizia cgil

  • Patrizia

    21/09/2023 - 15:41

    Caro Walter, la validità del contratto parte da quando si firma che potrebbe essere da due a tre anni. La lunga vacanza contrattuale verrà per così dire 'sanata" con l'una tantum forfettaria che andrà trattata insieme a tutto il resto. Patrizia cgil

  • Valter

    21/09/2023 - 12:15

    Buongiorno, vorrei un chiarimento circa il periodo di validità del rinnovo del nostro CCNL di cui faticosamente si sta portando avanti la trattativa. Mi spiego meglio: quello attuale (scaduto) aveva un periodo di validità triennale dal 01 aprile 2015 al 31 marzo 2018. Se mai si dovesse giungere al rinnovo, che periodo coprirebbe? Ancora triennale? Quindi dal 01 aprile 2018 al??? Non è che nonostante tutti i sacrifici che stiamo facendo per andare avanti e l'"umiliazione" di vederci riconosciuto da Confprofessioni un aumento di pochi Euro (a fronte di migliaia....), senza arretrati, accettiamo l'accordo e ci ritroviamo punto a capo con un contratto di fatto già scaduto o scadente il prossimo 31 marzo 2024??? Che senso avrebbe?? Se queste sono le condizioni, è il sindacato che dovrebbe alzarsi dal tavolo e andarsene.... E credetemi lo dico senza fare polemiche. Lo dico perchè per noi dipendenti degli studi professionali, vedere il rinnovo del CCNL a cifre irrisorie, potrebbe essere il "contentino" che ci farà stingere i denti e andare avanti ancora anni senza risolvere il malessere di fondo e che ci porta a scrivere il nostro disappunto su questo blog. Confprofessioni ci tratta in questo modo: bene, prendiamone atto! Non arriviamo a fine mese? Sicuro, ma almeno conserviamo la dignità! Andare avanti con il contratto fermo alle retribuzioni di 6 anni fa ed avere coscienza del fatto che non verrà rinnovato potrebbe essere la molla che ci farà spingere (mi ci metto anche io) alla ricerca di un lavoro migliore!!! Valter.

  • Tamara

    21/09/2023 - 10:15

    Ma perchè invece non proviamo a iscriverci tutti insieme al sindacato? Mi sembra sinceramente la cosa più logica! Di modo che al prossimo rinnovo magari abbiamo qualche possibilità in più di far sentire anche le nostre ragioni!

  • Andrea

    20/09/2023 - 16:42

    Grazie del chiarimento Patrizia. Allora io proporrei a tutti gli utenti che seguono questo forum, che leggono e commentano, che fanno proposte di trovare una strada comune. Vogliamo tutti scrivere a confprofessioni, sui giornali, sul web o altri canali il nostro malessere? Bene, facciamolo. Ma facciamolo sul serio. Prepariamo un testo insieme, di comune accordo, che rappresenti la nostra categoria ed evidenzi il nostro "malessere" e procediamo. Altrimenti qui non concluderemo nulla, visto che Confprofessioni rinvia sempre per una virgola o un punto. DAI!!!!

  • Patrizia

    20/09/2023 - 15:22

    Cara Anthea ,non scrivere sulle pagine regionali, quelle servono per contattarci Scrivi qui sul blog e non in maiuscolo grazie. I contratti sono frutto di una trattativa tra parti sindacali rappresentative,.abbiamo quindi una controparte: confprofessioni con la quale si tratta. I.contratti non sono automatici, ne leggi dello stato e non li fa il sindacato insieme a confprofessioni ma sono invece contrapposti. Non c'è obbligo a firmare un.contratto può anche non esserci, dipende molto anche dalla forza che ci mettono i lavoratori. Chiarito quanto sopra: non si sa speriamo presto, se i lavoratori degli studi protestassero avremmo già firmato. In quanto all'assurdo devi rivolgerti a confprofessioni che rinvia in continuazione le trattative. Lavorando da un consulente del lavoro dovresti saperlo! Patrizia cgil

  • Patrizia

    20/09/2023 - 15:12

    Caro Andrea, noi vorremmo chiudere... ieri. Il problema è che confprofessioni invece rinvia rinvia rinvia .. e pone sempre problemi nuovi, non c'è sul tavolo una proposta di confprofessioni a cui dire di si o di no, questo è il problema! Concordo con te portiamo a casa il Contratto per poi dedicarci subito al prossimo ma appunto .. avere qualcosa da firmare.. patrizia cgil

  • Andrea

    20/09/2023 - 12:58

    Ciao Patrizia, in risposta al commento di Alessandro hai giustamente scritto "ll contratto era fermo da 10 anni, motivo anche dei bassi salari di oggi". Non sarebbe meglio, proprio perchè giò scaduto da 5 anni, procedere subito con il rinnovo (con le condizioni attuali, seppur deficitarie) e poi iniziare a organizzarsi per il futuro rinnovo in tempi celeri e con una maggiore organizzazione dal basso? Perchè ormai temo che questa trattativa è naufragata e bisogna salvare il salvabile...

  • Patrizia

    19/09/2023 - 19:00

    Cara Sara, hai fatto bene a scrivere , tutto aiuta. Il contratto degli studi è unitario e raccoglie tutte le tipologie di professioni anche quelle non ordinovistiche. Sul blog puoi tranquillamente porre tutti i quesiti e i problemi degli studi tecnici , anzi sarebbero preziosi. Scrivere ai giornali va bene ma abbiamo bisogno di qualcosa di più: organizzazione sindacale, altrimenti rimarremo sempre deboli. Vai alla sede sindacale della tua città e rimani collegata con noi. grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 18:53

    Caro Pippo, "rappresentanza" significa rappresentare degli associati , il sindacato è forte se i lavoratori chiedono rappresentanza attraverso l'attività sindacale e la tessera. La cgil ha 5 milioni di iscritti per questo è forte ma i lavoratori degli studi professionali sono pochissimi, di conseguenza non possiamo avere una organizzazione per fare assemblee, scioperi e tutto quello che serve per difendere i nostri interessi. Il sindacato non può dichiarare lo sciopero al buio non sapendo chi lo fa, se lo fa quanti e chi con che organizzazione ti pare ? rischieremmo un buco pauroso. Dipende da noi, quindi vai nella sede sindacale della tua città per fare attività sindacale, solo così si ottengono risultati. Il 7 ottobre c'è sciopero di tutte le categorie , puoi aderire e andare a Roma alla manifestazione ma per uno sciopero degli studi professionali bisogna lavorare parecchio ! patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 18:47

    Cara Gina, il blog ha più di 20 anni ad oggi , come si vede sul contatore, ci sono quasi 4 milioni di visitatori. Nella nostra m.l. abbiamo 860 indirizzi mail. naturalmente non chiediamo tessere sindacali , il blog è libero. A questi dobbiamo aggiungere la pagina fb che conta mediamente 300 visitatori al giorno alle volte anche mille , dipende dall'argomento. Sono numeri altissimi , credo i più alti in cgil , siamo un caso "unico" che viene studiato. Se anche solo 400 persone fossero iscritte e fossero attive potremmo organizzare grandi cose: assemblee, riunioni e coordinamenti provinciali, regionali e nazionali. Ecco perchè insisto sull'organizzazione , è questione di volontà e basta: la nostra. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 18:40

    Caro Alessandro, ci sono stati due momenti di grande organizzazione degli studi. Anni 74 /75 primo contratto di categoria , coordinamenti in tutta italia , assemblee scioperi. Anni 90 : il contratto era fermo da 10 anni, motivo anche dei bassi salari di oggi, assemblee con centinaia di persone coordinamenti provinciali e nazionali, da quella esperienza nacque il blog odierno. Le esperienze finiscono per vari motivi , negli studi c'è molta mobilità , inoltre il personale è al 90 per cento femminile che notoriamente ad un certo punto smettono di lavorare . Non siamo un azienda con centinaia di dipendenti facile da organizzare.. la dispersione purtroppo non favorisce l'organizzazione stabile. E' vero è passato molto tempo ma credimi molte cose sono rimaste uguali e dal passato possiamo imparare tanto , per questo lo cito sempre . Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 18:32

    ciao Chiara, hai fatto un bel ragionamento brava. Confprofessioni è rappresentativa e riconosciuta come parte sociale dal Cnel ed è in tutti i tavoli che contano governativi e no., oltre che negli enti bilaterali di settore. Il presidente è un commercialista Gaetano Stella. Non ha adesioni altissime ma abbastanza per essere rappresentativa, ha strutture regionali, non moltissime a dire la verità. Subisce la concorrenza sleale degli ordini professionali che avrebbero la pretesa di essere parte sociale , di fatto i professionisti hanno una doppia rappresentanza , questo ci complica molto le cose . L'argomento della fuga dagli studi l'abbiamo già riportato al nostro nazionale , è un tema decisivo hai ragione. Non so se i professionisti si rendano conto chiusi nel loro mondo ma al tavolo è stato detto. Ti dirò... io ho la sensazione che si sentano protetti da questo governo che ha esaudito tutte le loro richieste. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 18:22

    Per Mariani: non posso pubblicarti questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali deve essere ordinato altrimenti si fa confusione. Devi rivolgerti alla categoria di appartenenza del tuo contratto collettivo, trovi l'indicazione del contratto di assunzione. ciao ! patrizia cgil

  • Sara

    19/09/2023 - 12:47

    Propongo di scrivere alla redazione del fatto quotidiano di mettere in evidenza anche il comparto servizi. Si parla sempre e solo di terziario ed altri comparti, mandiamo tutti la nostra realtà, io l'ho fatto ma sono una. Scriviamo tutti e tanti e loro pubblicheranno il nostro appello, almeno gli daranno visibilità. Sono l'unico quotidiano non di parte che ascolta molti appelli. Putroppo il nostro è un comparto troppo familistico in certi casi e anche un pò massonico. Qui leggo solo di coloro che fanno parte degli studi commerciali e notarili, anche noi tecnici degli studi di ingegneria abbiamo un contratto da fame come il vostro, il ccnl è lo stesso. Ma siccome ci sono contratti ad personam nessuno di sveglia nonostante abbia più volte sensibilizzato la questione. Siamo lontani!

  • Pippo

    19/09/2023 - 12:44

    Salve, secondo il mio parere il nostro problema nasce dal fatto che non siamo rappresentati da sindacati forti e che sanno far valere le nostre richieste (legittime visto il tempo trascorso dal 2018 e col costo della vita che aumenta vertiginosamente). Perchè non si organizza uno sciopero generale ad oltranza e vediamo se i signori professionisti, senza la nostra prestazione, possono portare aventi i propri studi.

  • Alessandro

    19/09/2023 - 11:04

    Ciao Patrizia, ma quando parli di un passato in cui la categoria si era organizzata a quando ti riferisci? Non conosco la storia sindacale della nostra area lavorativa, mi chiedo perché si è ritornati ad essere insignificanti se in passato c'erano molti più aderenti? Cosa è cambiato poi? Le persone sono andate via dal nostro sindacato? Grazie mille

  • Chiara

    19/09/2023 - 11:00

    Buongiorno, io avrei una domanda: come è strutturata Confprofessioni? Perché lo chiedo, perché se è un’associazione a cui i professionisti sono obbligati a iscriversi, vengono eletti due/tre rappresentanti amici dei “potenti” e serve solo per farsi belli è un discorso. E se così fosse sarebbe veramente durissima la contrattazione allo stato attuale. Mentre invece, se fosse veramente un’associazione in cui tutti i professionisti partecipassero attivamente e avessero diritto di parola e funzionasse davvero la rappresentanza allora sarebbe diverso. Mi spiego: se i piccoli professionisti riportassero ai loro rappresentanti che oggi fanno una fatica immane a trovare personale (fatto noto a tutti, lo vediamo tutti i giorni) e fanno fatica anche per le condizioni del CCNL in vigore, allora i rappresentanti lo riporterebbero a chi siede in trattativa e magari spinti da loro stessi sarebbero più propensi a “cedere”. Per loro è un grosso grosso problema non trovare chi fa il lavoro al posto loro. E secondo me nel gioco “se non mi dai allora…” conta tanto. “Se non mi dai, tra cinque anni non hai più dipendenti” ha un peso enorme in trattativa. Avranno sotto mano i numeri della fuga dagli studi. Grazie per l’attenzione.

  • Patrizia

    19/09/2023 - 10:13

    Caro nicholas concordo con te rassegnazione e pessimismo non hanno mai prodotto nulla anzi. Molte battaglie che sembravano impossibili sono state vinte. Della clausola di salvaguardia ne abbiamo parlato, c'è anche nel contratto delle badanti. Può essere materia di contrattazione certo ma non so se avremo la forza per portarla a casa. E bello che usiate il plurale vuol dire che sentite la necessità di relazionarvi tra colleghi e colleghe ora bisogna mettere in pratica questo plurale. Come dove e con chi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    19/09/2023 - 10:05

    Caro Renato, mi spiace tu non capisca la differenza tra lavoro e associazionismo. Qui sta il problema.. i muratori lavorano e sono pagati per quel lavoro che deve essere fatto a regola d'arte. Il sindacato è una associazione , ci sono I funzionari pagati in distacco ma senza gli associati, cioè lavoratori, non esisterebbe. Il sindacato poi si regge anche molto sui volontari come noi. Il tuo paragone non regge. Certo chiedo rispetto perché il nostro contratto nazionale è il migliore possibile che in quel momento si poteva ottenere , quindi un ottimo risultato. E' il nostro rapporto di lavoro che è feudale, concordo con te, non il contratto, se vogliamo cambiarlo dobbiamo darci da fare , il sindacato non produce contratti , sforzati di capirlo , i contratti si conquistano . Continuerò a chiedere rispetto per me per il gruppo blog e il sindacato. Le critiche vanno bene per migliorare non per gettare la croce addosso a chi lavora gratuitamente anche per te. Patrizia cgil

  • GINA

    19/09/2023 - 9:57

    Cara Patrizia, grazie per l'esaustiva risposta. Mi chiedo in quanti siamo a frequentare questo blog tra attivi e non, ne hai una stima? Se anche solo la meta di noi si iscrivesse al sindacato potremmo avere piuì voce in capitolo? sai ognuno di noi pensa "io mi iscrivo, ma poi gli altri non lo fanno........" bene dacci per favore dei numeri reali sui quali ragionare.

  • Renato

    19/09/2023 - 9:33

    Patrizia però anche basta chiedere rispetto per ogni cosa che diciamo. Se scrivo che è un contratto da discount o feudale è una cosa fattuale perché è nettamente inferiore ad altri contratti. Se dei muratori costruiscono male una casa e dopo una settimana crolla non è che fanno una conferenza stampa per chiedere rispetto. Se una cosa è fatta male, è fatta male, indipendentemente dall’impegno o dalla fatica che è stata richiesta o costata.

  • Nicholas

    19/09/2023 - 9:25

    Ciao a tutti, mettiamo da parte rassegnazione e rinuncia. Sia chiaro, è dura e sono stanco come tutti voi. Però vedo un'occasione in questo rinnovo! Dobbiamo lottare per introdurre la clausola di salvaguardia come nel contratto metalmeccanico (rivalutazione automatica all'inflazione), nessuno ne parla nei commenti. L'ho già detto in precedenza ma ho la sensazione che non ne venga compresa l'importanza. In prospettiva, per chi è lontano dalla pensione, è fondamentale e credo più importante dell'aumento di 140 euro. Una bella tutela in un contratto che presenta grosse difficoltà di rinnovo come il nostro. Che ne pensate? Patrizia ci può essere margine di trattativa in questo senso? Grazie

  • Patrizia

    18/09/2023 - 19:55

    risposte a TUTTI leggiamo le vostre opinioni , le rabbie, i suggerimenti e pensiamo che è un vero peccato che questa discussione non avvenga in una assemblea sindacale fisica Dite tutte cose interessanti , alcune fattibili altre no ma è il sintomo chiaro che c'è bisogno di avere luoghi per il confronto tra noi. Il blog è utilissimo ma più di informare , registrare e comunicare le vostre opinioni non può fare , non è nemmeno un soggetto di rappresentanza, questo per dirvi che state facendo una discussione sindacale importante che sarebbe bello fare nel posto giusto: in sindacato, allora si potrebbe discutere votare e decidere. L'invito è sempre lostesso: andate in sindacato ! quando dite "facciamo" " blocchiamo" ecc. usando il plurale, è evidente che ci vuole organizzazione per "fare" , fate questo passo e allora sarà un "facciamo" concreto. Abbiamo già perso due rinnovi contrattuali cosa aspettiamo ? veramente non so. Sul blog possiamo fare solo dei sondaggi non votare, lo capite da soli che un voto nel blog non sarebbe democratico. Caro SIMONE 1 anno fa proponevano 70 euro ora 140 c'è una certa differenza, in ogni caso non è solo il tabellare che blocca la trattativa c'è tanto altro, il contratto si firma tutto intero normativa e tabellare. cara GINA, il pessimismo non deve prevalere mai, dopo 40 anni di studio professionale so bene cosa intendi ma questa categoria era riuscita ad organizzarsi tempo fa , perchè ora no ? invece che affrontare i problemi ognuno nel suo buco di studio non sarebbe meglio affrontarli insieme ? se non si prova mai ci sentiremo sempre frustrati e nella palude della tristezza. Io ho deciso che preferisco agire anche per rispetto di me stessa e del mio lavoro. PER LUCA non scrivere in maiuscolo ti prego te lo avevo già chiesto. Ti avevo già spiegato che la tua proposta è inattuabile senza una organizzazione sindacale, il sindacato non può solo comunicare , proponi cose fattibili, queste sono fantasie. Caro MAURIZIO non possiamo fregarcene delle modalità concordate si romperebbero le trattative e così dovremmo ricominciare tutto come nel gioco dell'oca. Perchè i sindacati dovrebbero uscirne male ? stanno facendo i salti mortali per ottenere un contratto nazionale senza che i lavoratori di questa categoria sentano il bisogno di fare la loro parte ? secondo te con l'arco e le frecce si possono combattere i cannoni ? gli articoli di giornale e i programmi Tv non li decide il sindacato e se avrai notato nelle nuove Tv e radio il sindacato e i lavoratori sono scomparsi e sono rimasti solo i morti sul lavoro qualcosa vorrà dire non credi? per farsi sentire c'è solo una strada e sempre quella, coraggio! Oggi gli autoferrotranvieri hanno bloccato le città , ma con un sciopero organizzato e non con le parole o i post. Il sindacato c'è noi no. Caro MASSIMO come vedi è impossibile fare un voto qui sul blog , un sondaggio magari si . In ogni caso credimi, teniamo conto di quello che viene discusso. E' il massimo che possiamo fare dal blog , con una organizzazione sindacale invece potremmo votare sul serio. Caro RENATO, il contratto che tu definisci "feudale" ci è costato tanto lavoro e sacrificio, tu non hai idea quanto lavoro è costato a pochissimi di noi, me compresa. Se non avessimo questo contratto andremmo ancora in tribunale con l'art. 36 della costituzione. Ti richiedo rispetto per noi e per il sindacato. Non possiamo non seguire le modalità concordate per la trattativa pena far saltare anche quel piccolo filo che la tiene ancora viva. Intanto vediamo se riprende il confronto. Certo che la fai facile ... se non mi dai allora mi dai quell'altro .. non funziona cosi sai .. bisogna avere i lavoratori che protestano sul serio per forzare la mano, altrimenti "se non mi dai" cosa succede ? se non succede nulla è un bluff.. Belle idee ma in una trattativa così' difficile dove noi siamo debolissimi non c'è spazio per ricatti ma solo per un accordo migliore possibile nelle condizioni date. Ti ho già spiegato che i ticket possono essere contrattati anche a livello di studio o nei contratti integrativi , lo puoi ottenere anche tu nel tuo studio, basta trovare un accordo. Se lo chiediamo nel contratto nazionale va contrattato e non semplicemente "inserito", a me pare che tu non conosca il funzionamento della contrattazione. In sostanza e in conclusione care colleghe e colleghi ... le azioni devono essere precedute dall'organizzazione , altrimenti il "facciamo" chi lo fa e come ? grazie per la discussione che spero continuerà. Patrizia cgil

  • Andrea

    18/09/2023 - 17:54

    Abbiamo già perso potenzialemente due rinnovi...a queste condizioni è denigrante accettare ma non abbiamo forza contrattuale al momento. Acettiamo e pressiamo subito l'anno prossimo per un nuovo accordo, magari coordinando dal basso i c.d "scioperi binachi" riducendo la produttività in determinate giornate.

  • Massimo

    18/09/2023 - 16:17

    vorrei che rifletteste su un altro aspetto importante a favore di accettare il rinnovo alle condizioni proposte........il contratto si dovrebbe rinnovare ogni tre anni.... 2018, 2021, 2024............abbiamo perso la possibilità di due rinnovi contrattuali...........accettiamo e blocchiamo i termini per il 2027 per il prossimo rinnovo............tanto se tiriamo la corda andiamo al 2027 con quasi 10 anni di blocco e senza un euro di aumento....

  • patrizia

    18/09/2023 - 15:18

    Io sono sono d'accordo ad accettare la proposta, fra poco meno di due anni andrò in pensione quindi non vorrei aspettare troppo ... per non prendere niente! (parlo per me naturalmente) grazie!!

  • Simone W

    18/09/2023 - 14:44

    Rimandare ulteriormente non ha molto senso, visto che la categoria non ha forza contrattuale. Allo stesso tempo accettare il minimo del minimo è inaccettabile dopo 5,5 anni di attesa, tanto valeva chiudere un anno fa. Puntiamo ad un accordo portando a casa qualcosina, è una trattativa no? altrimenti è una barzelletta

  • Renato

    18/09/2023 - 13:02

    Buongiorno, secondo me non bisogna assolutamente cedere alla loro proposta al ribasso, fare come Lino Banfi nel film di Checco Zalone sul posto fisso: non cedere! A parte che visto lo stallo si potrebbe anche fregarsene dei termini “riservata” e “ristretta” e dire palesemente le carte in tavola della trattativa, cosa offriamo noi e cosa rispondono loro, tanto peggio di così come può andare? Non conoscendo le altre loro proposte ma solo quella dei 140 uno lordi dico che andrebbe accettata solo in cambio delle 38 ore, di un aumento degli scatti, dell’orario flessibile espressamente indicato nel contratto collettivo in entrata e uscita, e dei ticket, che abbiamo visto possono essere inseriti nei CCNL come ad esempio quelli del pubblico impiego. Non accettano? Allora la parte economica deve essere di almeno 200 lordi, altrimenti si rimane così, manteniamo la dignità e magari usciamo dalla confort zone che tenere il sedere sulla scrivania nello stesso posto troppo a lungo lo fa solo ingrassare. Tanto abbiamo capito che i lavori amministrativi sono meno pagati rispetto a quelli tecnici, a quelli commerciali o a quelli da operai, è stato sbagliato tutto a monte, e nella nostra categoria ancora peggio. Quindi o recuperiamo ora questi ritardi nel nostro contratto feudale oppure rimaniamo così ad oltranza e nel frattempo cerchiamo altro in tutti i modi.

  • GINA

    18/09/2023 - 12:40

    trovo davvero incomprensibile oltre che vile questo attegiamento di chiusura. Come gia' detto in altro post ci vorra' molto tempo prima che diventiamo una categoria organizzata e nutro comunque molti dubbi sul fatto che prima o poi si riesca. Porto la mia testimonianza: da 23 anni impiegata in studio notarile. Per quanto il mio capo sia una persona che lavora con serierieta' e giudizio e' prima di tutto un imprenditore. Prima non era così. Siamo subissati di responsabilita e sottopagati. Dietro cio' c'e' sempre lo spettro di una crisi. Il mio superminimo e' assorbibile e difficilmente vengono elargiti aumenti di stipendio, l'ultimo dato ad una collegato tenace e' stato di 50 euro lordi........... Ad un'altra e' stato accordato il passaggio di livello con assorbimento di parte del superminimo. Se domani dovessi scioperare sarei messa con le spalle al muro. Mi guardo intorno e sono tutti così, non c'e' speranza. Siamo in pochi e timorosi. Timorosi di perdere il posto di lavoro? NO Timorosi di ricevere vessazioni? SI Siamo troppo pochi con stipendi da fame, personalmente mi peserebbe anche la quota del sindacato! Potrei continuare a scrivere fiumi di parole sul disagio che soffro tutti i giorni, ma sono sicura di avere la comprensione di tutti. TRA 10 ANNI LA CATEGORIA DEGLI STUDI PROFESSIONALI NON ESISTERA' PIU' PERCHE NON CI SARANNO PIU' PROFESSIONISTI IN GRADO DI PORTARE AVANTI GLI STUDI, MA FORSE SARA' TROPPO TARDI

  • LUCA L

    18/09/2023 - 11:21

    ACCETTARE SUBITO L'OFFERTA DI CONFPROFESSIONI, MA RIPARTIRE SUBITO DOPO ALLA CARICA CON RIDUZIONE DELLA PRODUTTIVITA' PERSONALE SU BASE VOLONTARIA IN BASE AL PROPRIO CONTESTO LAVORATIVO (IL SINDACATO DOVREBBE SOLO COMUNICARE QUESTA TIPOLOGIA DI EVENTO E LA DATA IN CUI ESEGUIRLO, DA RIPETERSI SEMPRE PIU' FREQUENTEMENTE FINO AD UN RINNOVO PIU' CONGRUO PER LA NOSTRA CATEGORIA ORMAI SCHIAVIZZATA)

  • Massimo

    18/09/2023 - 11:16

    ma sai alla fine del film oramai secondo me a battagliare non ci concludiamo nulla....stiamo così a scrivere e lamentarci altri due anni....prendiamoci sti due soldi e facciamo ripartire il cronometro per il prossimo rinnovo.....non dimentichiamo che dal 2018 non sono solo cinque anni persi ma anche altri due rinnovi....il contratto sarebbe dovuto essere rinnovato nel 2018, 2021 e 2024!!! ricordiamoci che non abbiamo soltanto perso cinque anni ma anche due rinnovi...............pensiamoci

  • Franca

    18/09/2023 - 10:52

    concordo con chi propone di accettare quanto concesso da Confprofessioni. Purtroppo non riusciremmo ad ottenere di più a breve tempo ed il tempo trascorso ci ha fatto perdere introiti che avrebbero potuto aumentare i ns stipendi. Confprofessioni sa che siamo deboli e gioca su questo, a loro non interessa concludere e rinviano. C'è pure la realtà di diversi piccoli studi che non hanno segretarie e lavorano in autonomia. Nel mio studio sono da sola e se non vado a lavorare perchè sciopero, non si preoccupano più di tanto, il lavoro lo svolgo quando rientro. Un saluto a tutte/i e grazie a Patrizia e company per il lavoro svolto

  • Walter

    18/09/2023 - 10:20

    Sono d'accordo con Maurizio. La nostra categoria deve fare quel passo in avanti per avere più considerazione anche nel futuro. Da parte della controparte c'è solo indifferenza ma gli Studi Professionali si stanno svuotando. Dobbiamo fare in modo che se ne rendano conto che siamo importanti quanto loro.

  • maury76

    18/09/2023 - 9:52

    ....vabbè che la controparte voglia una trattativa "ristretta" e "riservata" è tipica di chi ha la coda di paglia o che problema avrebbe a rende pubblico la loro elemosina e considerazione per chi gli produce reddito e gli consente lo stile di vita che hanno? 5anni di non rinnovo e' chiaro che gliene frega zero di noi che siamo solo i loro schiavi. Per questo io son di parere opposto sull accettare quanto abbiano proposto. E' vero... siamo messi male, stipendi ridicoli al pari di un portinaio ma senza l uso dell alloggio condominiale MA accettare significherebbe proprio piegarsi totalmente a loro senza un briciolo di reazione da parte nostra. Pure i sindacati non ne uscirebbero bene. FORTUNATAMENTE il non rinnovo viene coperto in parte dagli aiuti statali di questi 6mesi. poi preghiamo che rinnovino il cuneo fiscale ma tanto scusate i 120euro lordi proposti in 125rate netti son +/- quanto ci sta danto la meloni. Io son x inasprire la situazione sbandierando il piu' possibile sui social dell indifferenza usata nei nostri confronti, i sindacati partecipare piu' attivamente alla TV, IG... io mai visto un appello od articolo dei sindacati sui principale mezzi di comunicazione specifico del nostro settore... e pure noi bombardare la controparte dimostrando almeno che siamo vivi... poi magari prenderemo 121 euro ma c abbiamo provato...

  • Massimo

    18/09/2023 - 9:43

    Buongiorno, concordo con la votazione qui sul blog sul quesito se convenga accettare o meno la proposta economica fatta e chiudere così. Invito tutti gli utenti che sono d'accordo con l'accettare la proposta economica fatta dalla controparte a scriverlo. Grazie

  • Patrizia

    16/09/2023 - 19:50

    Caro Alessandro, capisco credimi. Il contratto è un insieme di norme tra le quali c'è anche il tabellare. Il contratto si firma tutto intero quando si trova l'accordo, che noi vogliamo prima possibile Non ci stiamo impuntando noi sul tabellare ti assicuro . La tattica dilatoria è di confprofessioni. Patrizia cgil

  • Alessandro

    16/09/2023 - 17:33

    Buonasera, io credo che a malincuore, dovrebbe essere accettata l'offerta di Confprofessioni, per quanto ridicola e anacronistica sia rispetto al costo della vita odierno. Purtroppo non capisco cosa si pensi di ottenere, lasciando che il tempo continui a passare e loro, a causa della nostra inconsistente organizzazione sindacale, trascorrano le settimane a procrastinare la trattativa. Ogni mese di aumento, per quanto irrisorio possa essere, è un mese di riduzione di potere di acquisto in più. Molta gente non ce la fa più in generale in Italia a campare fino alla fine del mese, e si ritrovano a dover rinunciare alle cure essenziali e ai beni di prima necessità... questa non è vita, è mera sopravvivenza. Non si può organizzare una votazione sul blog per poter esprimere ognuno la propria opinione sull'accettazione o meno della ultima ridicola proposta economica fatta dalla Controparte? Mi sembrerebbe un metodo di quasi rappresentanza, seppur sul mezzo online. Grazie mille

  • Patrizia

    15/09/2023 - 23:11

    Cari Andrea, Gina e Renato, volentieri ... ma confprofessioni ha chiesto una trattiva in ristretta , nel senso che non ha voluto delegazioni dei lavoratori e dei territori, nonostante le nostre insistenze per una delegazione trattante. Quindi la trattativa viene condotta così, non abbiamo la forza come categoria di imporre una trattativa diversa. Siamo sempre lì, voi non volete capire che c'è bisogno di attività sindacale organizzata per avere delegati, assemblee aperte a tutti i lavoratori tesserati o no, dove discutere , votare, decidere e così conoscere ogni aspetto della trattativa. Voi giustamente dite: è nostro diritto sapere..vero, esprimete un bisogno di partecipazione.. la risposta a questo bisogno la trovate in sindacato per fare quanto dicevo prima. Il blog è solo uno strumento non può e non deve sostituire l'organizzazione sindacale, che si fa con le persone non con post sul blog. Diversamente dobbiamo subire la volontà di confprofessioni questa è la verità mi spiace davvero , forse non riesco ad essere chiara. Patrizia cgil

  • Andrea

    15/09/2023 - 17:47

    A questo mi unisco alla richiesta di Gina di conoscere quali sono sono le proposte di Confprofessioni e le richieste fatta dal sindacato. E sollevo una questione di fondo: se abbiamo così poca rappresentanza sindacale (e lo noto anch'io sul mio territorio, in base al numero degli iscritti) come può il sindacato ottenere maggiori risultati di quelli già discussi nei precedenti incontri? Confprofessioni vuole chiudere alle sue condizioni e rimanda ogni incontro o trattativa perchè: 1) non ha esigenze di firmare; 2) sa benissimo che il nostro settore non ha forza contrattuale e pertanto non si sente minimamente impaurita. A questo punto, non sarebbe il caso di firmare comunque quello che siamo riusciti ad ottenere? E lo dico veramente con grande rammarico e delusione (vedo anche immobilismo tra miei colleghi di altri Studi...). Tanto andando avanti così temo che avremo 0...perchè non si firmerà. A questo punto meglio prendere 10 piuttosto che 0...anche se vorremmo 50.

  • Renato

    15/09/2023 - 17:33

    Buonasera, mi accodo a Gina, rendete pubblici i verbali degli ultimi incontri fra sindacati e Confprofessioni, con le varie proposte, controproposte e interventi, basta con questa scusa che non si può per riservatezza, è un momento delicato e decisivo della trattativa ecc ecc che è due anni che si dice così, abbiamo il diritto di sapere chi dice cosa in ogni riunione e lo stato attuale dettagliato della trattativa visto che riguarda noi.

  • GINA

    15/09/2023 - 11:58

    Per favore potete rendere pubbliche le proposte di rinnovo di Confprofessioni? questa cosa riguarda tutti. Vorrei davvero sapere cosa bolle in pentola. E' diventato davvero estenuante, sono passati piu' di 5 anni, meritiamo di sapere quali sono le proposte e dare anche noi, nel nostro piccolo, su questo blog, un parere. Grazie

  • Patrizia

    15/09/2023 - 9:39

    Caro olaf , cosa dovremmo intendere? Leggi bene .... i sindacati sono associazioni di rappresentanza , senza iscritti non rappresenterebbero nessuno e non potrebbero discutere i contratti con le controparti. Se volevi dimostrare che i sindacati sono una specie di ministero o ente pubblico o centro servizi che devono fare i contratti senza discutere con delle controparti hai sbagliato a leggere o ancor peggio dai una interpretazione di comodo. I sindacati sono i lavoratori tutto il resto sono alibi Patrizia cgil

  • Massimo

    15/09/2023 - 9:35

    Buongiorno, il fulcro del discorso è più semplice a mio avviso.....ci sono stati fin'ora dei timidi tentativi del governo di aumentare gli stipendi con una piccola riduzione del cuneo fiscale e che probabilmente diverrà strutturale a partire da gennaio (sperando che reperiscano le risorse senza nuove tasse). Nel mio modo di vedere la cosa questi piccoli aumenti (circa 40/50 euro a seconda della busta paga) sono visti dalla controparte come un aumento delle buste paga sufficiente a rimandare rinnovi contrattuali. Molti dei professionisti sono ignoranti in materia e pensano che le buste paga dei dipendenti siano aumentate e l'aumento pensano che lo stiano pagando loro e non lo anticipano soltanto (come realmente è). Questo è il mio modo di vedere la cosa.....aspetteremo ancora tanto....

  • Patrizia

    15/09/2023 - 9:32

    Caro Luciano, confprofessioni dice che vuol fare il.contratto ma alle sue condizioni , vuole discutere ma poi rinvia con varie scuse... e noi a inseguire . funziona così. Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/09/2023 - 9:29

    Caro Nicola, questo è un blog dedicato agli studi professionali. Tu parli di azienda. Devi rivolgerti alla tua categoria , in ogni caso non si può dare un parere senza vedere il contratto è capire bene la situazione e decidere se fare vertenza. Dalla cose che scrivi mi pare ci sia molta materia per una causa. Ciao e auguri patrizia cgil

  • Olaf

    15/09/2023 - 9:12

    I sindacati svolgono tuttora un ruolo fondamentale nel promuovere e tutelare gli interessi dei lavoratori, compito che realizzano attraverso la stipula dei contratti collettivi e con servizi di assistenza individuale ai lavoratori. Il ruolo fondamentale giocato dal sindacato trova riconoscimento anche nella Costituzione che stabilisce come in Italia l'organizzazione sindacale sia libera; questo significa che chiunque può aderire o meno a un'organizzazione sindacale e che qualsiasi organizzazione sindacale può agire per la tutela degli interessi dei lavoratori che l'hanno costituita. QUESTO E' IL PROBLEMA ????????? A buon intenditore poche parole.

  • Luciano

    14/09/2023 - 16:35

    Buonasera, ma quindi dal 6 luglio ad oggi Confprofessioni ha sempre rifiutato qualsiasi tipo di incontro? Ha sempre rifiutato di sedersi al tavolo delle trattative che si era detta “intenzionata a chiudere”? Oltre a con quale coraggio i sedicenti professionisti si guardano allo specchio, si può sapere quale scusa usano? Grazie, siete mitiche.

  • Patrizia

    13/09/2023 - 16:15

    Caro Lorenzo, dopo piu di 40 anni di studio professionale e 30 di sindacato vorresti spiegarmi cosa sono gli studi? Via .. quello che leggo nel tuo post è solo un lungo elenco di scuse per dare colpa a questo e a quello e definire ridicolo qualsiasi cosa , solo per non fare nulla tu, perché non ci provi? Così magari ti rendi conto di quanto diverso sia agire dallo scrivere cose a caso. Io sono andata dal mio capo e l'ho informato della mia iscrizione al sindacato, ci vuole testa ,cuore un po di coraggio e anche rispetto di se stessi. A brontolare sono capaci tutti, il braccino corto è un must di questi tempi, il mouse invece imperversa Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/09/2023 - 16:06

    Cata giorgia come dicevo lo sciopero è generale la maggior parte dei lavoratori lavora di sabato, quindi si è scelta una data per facilitare la partecipazione. Per fare uno sciopero degli studi devono esserci i lavoratori, iscritti e no, che vanno in sindacato, cosa che non è! Tu ci vai? Facciamo uno sciopero con i post del blog??? Lo sciopero dipende da noi non dal sindacato, mi pare che facciate tutti orecchie da mercante! Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/09/2023 - 15:56

    Caro andrea, gli iscritti al sindacato si contano per territorio, sono aumentati anche se non credo superino il centinaio. ma non sono attivi, Il punto è questo. Gli iscritti pochi o tanti servono per essere organizzati con coordinamenti rsa o rsu, se sono silenti non servono! Per fare attività sindacale non serve essere iscritti, l'iscrizione è una scelta, ma naturalmente il gran numero di deleghe pesa al tavolo delle trattative. Chiedi in categoria che ti dicano quanti iscritti degli studi ci sono, falli contattare e poi fai organizzare un'assemblea a cui parteciperanno iscritti e no e poi si puo eleggere un.coordinamento provinciale Si fa così! Patrizia cgil

  • Andrea

    12/09/2023 - 18:56

    Ciao Patrizia, senza provocazione ma è possibile conoscere il numero degli iscritti al sindacato della nostra categoria? Voglio capire com'è possibile che non si riesca a fare noi da soli uno sciopero, senza stare nel "calderone" delle altre categorie del 7 ottobre. Personalmente nella mia provincia non conosco molte persone iscritte al sindacato (io da pochi mesi circa ne faccio parte). Il sindacato ha bisogno dei soli iscritti per indire uno sciopero? Non è possibile prendere adesioni al di fuori dei tesserati?

  • Lorenzo

    12/09/2023 - 16:39

    Cara Patrizia, il rinnovo (quando avverrà) è su presupposti non accettabili. Renato ti ha portato l'esempio del pubblico impiego. Tu ne porti altri 20. Un altro utente ha portato la situazione in USA. Se il problema è solo "iscriversi al Sindacato", facciamolo tutti. Ma ti posso assicurare che nulla cambierà. E non solo perchè non sono le quote associative a cambiare la contrattazione. Il settore degli studi professionali (tolti i grandi studi, il 2%?) è fatto di 1 - 3 dipendenti al massimo. E le norme non sono affatto come quelle degli altri settori. I contratti firmati sino ad oggi sono irricevibili. Come sarà anche il prossimo. I 200 euro lordi sono solo ed esclusivamente una marchetta. Tutto il resto di questo contratto è una buffonata senza fine, soprattutto quando si fa finta di non capire che il nostro referente non è il cd direttore del personale (o chi per lui) ma il titolare o i titolari dello studio stesso. Come fai a far applicare delle regole (seppur ridicole) quando il tuo referente è il titolare? E' come dire che il dipendente della Tesla si siede al tavolo con Elon Musk e gli dice "Caro Elon, qui non ci siamo proprio...domani c'è lo sciopero per farti il mazzo"...siamo realisti

  • Giorgia

    12/09/2023 - 15:18

    Purtroppo però come si diceva in un altro commento lo sciopero sarà di sabato, cosa facciamo per darci risalto? Mandiamo una mail al nostro capo con scritto “ti va bene che lo sciopero è al sabato, altrimenti avrei aderito e non sarei venuta al lavoro” ??

  • Patrizia

    12/09/2023 - 14:51

    Cara Federica, lo sciopero riguarderà tutte le categorie con il contratto scaduto, sciopero al quale noi parteciperemo, spero in tanti . Lo sciopero negli studi professionali lo avremmo fatto molto volentieri 5 anni fa... ma purtroppo non essendo organizzati con il sindacato non sappiamo quanti e chi parteciperà, in queste condizioni lo sciopero non è praticabile sarebbe un salto nel buio. Quindi: prima organizzazione e poi sciopero. Patrizia cgil

  • Federica

    12/09/2023 - 9:40

    Buongiorno, si può dire “finalmente”? Nessuno dice che sia facile però 5 anni e mezzo sono troppi per arrivare a uno sciopero, la situazione è sfuggita di mano a tutti. Anche se in ogni caso è assurdo, capisco che chi ha avuto il contratto scaduto nel 2020 possa essere arrivato ad oggi tra covid e guerra. Ma il nostro è scaduto nel 2018 e a questo sciopero si doveva arrivare a fine 2019 quando era già passato un anno e mezzo. Perdonate lo sfogo, so che è colpa di Confprofessioni in primis e nostra in secondo luogo, però chi di noi si impegna e lotta non si merita un tale trattamento e questo stallo infinito.

  • Luigi

    12/09/2023 - 8:35

    Qui viaggiano ad altre velocità. Aumenti di stipendio del 40%. https://www.bnnbloomberg.ca/united-auto-workers-offers-slightly-lower-raise-demand-to-detroit-s-automakers-1.1969979

  • Patrizia

    11/09/2023 - 19:26

    Caro massimo, lo sciopero generale per i contratti scaduti è molto vicino , credimi! Patrizia cgil

  • Massimo

    11/09/2023 - 17:18

    io sinceramente vorrei che proclamassimo uno sciopero nazionale indistinto di tutti i lavoratori del settore privato affinché il governo fissi come priorità della imminente prossima finanziaria la detassazione contributiva degli stipendi o un'altra mensilità aggiuntiva o qualsiasi altra diavoleria che possa ammortizzare l'inflazione e farci arrivare qualche soldino in busta paga. Patrizia pensi che il nostro sindacato possa farsi portavoce con le altre categorie di lavoratori del settore privato? Ci vorrebbe una giornata nazionale di sciopero magari nel periodo pre natalizio....sciopero nazionale di tutte le sigle sindacali e di tutti i lavoratori privati contro il carovita ed il governo del bla - bla - bla....ovviamente sogno ad occhi aperti!

  • Patrizia

    11/09/2023 - 16:54

    Caro Andrea, stiamo attendendo .. Lo stop non dipende dal sindacato e nkn aspettiamo il 7 ottobre. Purtroppo tutto dipende dall'atteggiamento di confprofessioni, fossimo in grado domani mattina di dichiarare sciopero della categoria sarebbe tutto diverso! Patrizia cgil

  • Andrea

    11/09/2023 - 16:46

    Al di là di sterili polemiche, cerchiamo di trovare una quadra. Il sindacato ha contattato Confprofessioni per fissare un incontro o non ci sono stati proprio contatti? il sindacato sta attendendo lo sciopero generale del 7 ottobre? E' possibile avere tali chiarimenti e iniziare a capire come muoversi? Grazie

  • Patrizia

    09/09/2023 - 16:50

    Cara Anna scrivi sul blog non sulle pagine regionali , quelle servono per contattarci ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    09/09/2023 - 10:29

    Caro Renato, se vuoi ti illustro almeno 20 contratti migliori del nostro, cosa significa? Di contro posso elencarti numero di tesserati al sindacato dei dipendenti pubblici rsa , rsu, rappresentanti sindacali a tutti i livelli , noi: 0, solo il blog. E questo il confronto vero che devi fare. I contratti, lo dice la parola, si contrattano! Attenzione anche i buoni pasto si contrattano quindi si inseriscono se si riesce a ottenerli, il godimento di ferie e permessi è un obbligo di legge vale anche per noi ed è nel contratto , siamo noi che non lo facciamo valere, come tutto il resto. Il nostro contratto nazionale "discount" è costato lacrime e sangue a pochissimi di noi mentre circa 1 milione da seduti si lamentavano.. altrimenti non avremmo nemmeno questo, quindi un po di rispetto per cortesia. Ripeto per l'ennesima volta i contratti si ottengono con l'iniziativa sindacale non vengono concessi, non sono obbligatori, non sono un prodotto, non sono leggi, non li fa lo stato. Bisogna lottare e fare fatica. Spero di essere stata chiara. Auguri per il concorso Patrizia cgil

  • Renato

    09/09/2023 - 0:16

    Buonasera, per farci un po' del "male" vi illustro i punti salienti del CCNL dei dipendenti pubblici che sto studiando in vista dei concorsi per abbandonare per sempre questa categoria: - rinnovato lo scorso anno - 36 ore - anticipo sul rinnovo dei contratti successivi pari al 30% dell'indice IPCA, dopo 6 mesi di vacanza contrattuale diventa del 50% -contrattazione integrativa obbligatoria in cui ogni anno vengono disposte risorse e quindi aumenti di stipendio da distribuire fra i dipendenti meritevoli per progressioni orizzontali, premi, comprese le indennità es (maneggio denaro) - 12 ore annue di permessi sindacali - reintegro entro 5 anni dalle dimissioni - indennità per turni -Le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a fronteggiare situazioni di lavoro ECCEZIONALI e pertanto non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell’orario di lavoro - pausa di almeno 30 minuti per consumare il pasto, il nostro CCNL "discount" invece ci concede 10 minuti -Art. 35 Servizio Mensa e buono pasto 1. Gli enti, in relazione al proprio assetto organizzativo e compatibilmente con le risorse disponibili, possono istituire un servizio di mensa o, in alternativa, attribuire al personale buoni pasto sostitutivi, previo confronto con le organizzazioni sindacali. Quindi si possono mettere nel CCNL... - Nel quadro delle modalità dirette a conseguire una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare, l’orario flessibile giornaliero consiste nell’individuazione di fasce temporali di flessibilità in entrata ed in uscita. Il dipendente può avvalersi di entrambe le facoltà nell’ambito della medesima giornata. Nel nostro CCNL non pervenuta... -In caso di indifferibili esigenze di servizio che non abbiano reso possibile il godimento delle ferie nel corso dell'anno di maturazione, le ferie dovranno essere fruite entro il primo semestre dell'anno successivo. 15. In caso di motivate esigenze di carattere personale e compatibilmente con le esigenze di servizio, il dipendente dovrà fruire delle ferie residue al 31 dicembre entro primo semestre dell'anno successivo a quello di maturazione. Per garantire il recupero psico-fisico del dipendente, devono comunque essere fruiti nell’anno almeno 20 giorni interi.Nel nostro CCNL oltre alle due settimane di Agosto esistono le ferie? - Permessi: 8 giorni per concorsi, 18 ore per visite mediche - 18 mesi conservazione posto per malattia - aspettativa di 2 anni - incentivo al lavoro agile - retribuzione "entry level" per il profilo classico ex cat. C Istruttore Amministrativo 21.392,87 + la tredicesima, son 36 ore ricordo... Altro mondo...

  • Patrizia

    08/09/2023 - 19:18

    Tutto fermo purtroppo patrizia cgil

  • Paola

    08/09/2023 - 16:48

    Novità in merito agli incontri dello scorso luglio?

  • Patrizia

    07/09/2023 - 14:28

    Caro Daniele, assolutamente no . Fissa un appuntamento in filcams cgil della tua città! Non aspettare e non tacere ! Patrizia cgil

  • daniele

    07/09/2023 - 9:56

    Salve, il mio datore di lavoro nel mese di agosto mi ha tolto 49 ore di ferie che ero arretrate, ma al posto di farmi fare i 16 giorni di ferie (pagate) che mi spettavano mi ha fatto rimanere a casa (anche se l'azienda e' stata aperta) altri 7 giorni. arrivata la busta di Agosto mi sono accorto che quei 7 giorni mi sono stati contati come "permessi non retribuiti" senza dirmi niente (poiche' senno sarei andato a lavoro). E' legale una situazione del genere?

  • Patrizia

    06/09/2023 - 16:17

    Si è vero, mi era sfuggito essendo una riunione interna non uno sciopero. Si è per fare il punto nelle categorie. Le manifestazioni si fanno di sabato per favorire la partecipazione , in realtà nei settori del commercio e turismo servizi il sabato si lavora. Ciao patrizia cgil

  • Francesco

    06/09/2023 - 12:10

    Ciao Patrizia, in realtà mi sono risposto da solo trovando sulla pagina facebook. Credo parlasse dell’assemblea dei segretari filcams 7-8 settembre a Torino. È quindi una “riunione” tra i segretari per fare il punto della situazione ciascuno nel proprio ambito? Mentre scusa l’ignoranza, ma perché lo sciopero si fa di sabato? Se io non riuscissi ad andare a Roma nessuno si accorgerebbe del mio gesto, il sabato siamo già a casa…grazie mille per tutto.

  • Patrizia

    06/09/2023 - 12:04

    Caro Leonardo non ti pubblico perché questo è un blog dedicato agli studi professionali e tu sei un metalmeccanico, farebbe confusione. Comunque si l'azienda può chiederti di fare i permessi scaduti lo impone la normativa entro i 18 mesibdalla maturazione, come può pagarli a fine anno. Puoi fare un accordo sindacale con l'azienda. La tassazione è uguale. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    06/09/2023 - 12:00

    Caro Francesco, credo si riferisca allo sciopero per le morti in ferrovia. Lo sciopero cgil e fissato il 7 ottobre a Roma. Sciopero a cui possiamo e dobbiamo aderire. Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/09/2023 - 11:57

    Caro Gesualdo, è presto detto: no patrizia cgil

  • Patrizia

    06/09/2023 - 11:51

    Caro Luca, è esattamente così, chi non vuole capire e causa del suo mal. Patrizia cgil

  • Luca

    06/09/2023 - 11:19

    Alla fine di Luglio, vista la totale stagnazione della trattativa, l'impegno lavorativo crescente, la conciliazione vita/lavoro inesistente uniti ai miseri stipendi rapportati a professionalità e impegno, mi sono trovato costretto (mio malgrado) a cercare altre opportunità lavorative stavolta però in ambito industriale. In questi mesi ho avuto modo di vagliare più di un offerta e ho constatato che una figura come la mia (con anni di esperienza e abilitazioni specifiche) che negli studi professionali era rilegata ad un misero 3° livello (RAL 21k), in ambito industriale svolgendo le medesime mansioni viene retribuita tra i 30 e i 35k. Non capisco come Confprofessioni possa permettersi di fare la "preziosa" con questo divario.. Non ho il dono di prevedere il futuro, ma di questo passo credo che, prima o poi, tanti come me si sposteranno verso il settore industriale e gli studi tecnici, come li conosciamo oggi, diventeranno misere stanzette di liberi professionisti, soli, e sommersi da lavoro arretrato.

  • GESUALDO

    06/09/2023 - 8:54

    Buongiorno, chiedo qui sperando non sia la sezione errata del sito. Il contratto scaduto da così tanti anni può rappresentare un modivo per rassegnare dimissioni per giusta causa?

  • Francesco

    05/09/2023 - 16:33

    Ciao Patrizia, cosa è la manifestazione a Torino di cui parla Martina? Grazie.

  • Patrizia

    05/09/2023 - 12:00

    PER TUTTI non ci sono novità. Appena ne avremo le pubblicheremo subito. Cara Martina dovremmo alzare i toni noi lavoratrici e lavoratori degli studi ! Patrizia cgil

  • Martina

    05/09/2023 - 10:42

    Buongiorno. Confprofessioni sta rispondendo alle nostre sollecitazioni oppure sono ancora in ferie? Ho visto che ci sarà una manifestazione a Torino, si possono alzare un po’ di più i toni in quell’occasione o sarà ancora il festival delle frasi ripetute a memoria? Grazie mille per il lavoro che fate, non fatevi abbattere da commenti spiacevoli, già adesso non abbiamo sto gran risalto senza di voi saremmo più che nel dimenticatoio.

  • Alessandro

    04/09/2023 - 11:56

    Buongiorno, c'è qualche movimento col rientro dalle ferie oppure la trattativa è definitivamente ferma con la controparte non intenzionata a chiudere?

  • Andrea

    04/09/2023 - 11:43

    Buongiorno a tutti/e. Ci sono novità in merito alla trattativa e alle prossime mosse? Orma il periodo feriale è finito, siamo a settembre ed è ora di capire che margini ci sono da parte di confprofessioni. Mi auguro che entro la fine del 2023 si possa raggiungere un accordo, perchè arrivare al 2024 senza contratto sarebbe veramente ignobile. Detto questo, cosa bolle in pentola per settembre? Sono previsti ulteriori incontri o dobbiamo attendere lo sciopero generale del 7 ottobre? A parer mio, ben venga lo sciopero anche se riguarda tutti i settori del terziario. Temo, con grande lucidità, che la nostra partecipazione sarà purtroppo irrisoria e con impatto mediato quasi nullo. A quel punto, dati alla mano, confprofessioni continuerà a rimandare.

  • Patrizia

    02/09/2023 - 11:25

    Caro Simone, le critiche costruttive vanno benissimo, non il dileggio o.la mancanza di rispetto o peggio le offese. Posso capire lo sconforto che alle volte prende anche noi. Ci occupiamo del nostro settore da oltre 20 anni, io dagli anni 80 .. dovrei essere io rinunciataria non credi? La rinuncia non fa parte della mentalità del sindacalista, le battaglie possono essere vinte o perse , queste ultime sono sicuramente di più, ma vanno combattute per la nostra dignità, 100 anni di storia del movimento dei lavoratori ce lo ricordano. Tanti piccoli o grandi passi costanti fatti con determinazione, pronti agli accordi. Il blog è uno strumento non l'organizzazione, è una scommessa vinta solo perché esiste credimi, una grandissima vittoria e noi ne siamo orgogliose. Dipende dai lavoratori degli studi decidersi a suonare il campanello delle organizzazioni sindacali non dal blog Patrizia cgil

  • Simone W

    02/09/2023 - 10:40

    Scrivo questo commento non perché venga pubblicato, ma per constatare che l'impegno del blog non riesce secondo me a raggiungere una platea di lavoratori sufficiente. L'idea di utilizzare anche i social per l'impegno sindacale è sicuramente giusta, ma manca la necessaria penetrazione. 1500 likes o followers alla pagina impiegate.org su Facebook corrispondono sì e no all' 1 per mille dei soggetti interessati (circa 1.4 milioni), dovrebbero essere minimo 50 volte tanto... forse effettivamente la nostra categoria non ha speranza di avere forza contrattuale per avanzare richieste che abbiano un impatto significativo e che l'unica strada rimanga l'accettazione di un compromesso al ribasso, cercando di migliorare quel poco che si può la proposta di confprofessioni. Forse hanno quasi ragione chi disperato chiede si chiuda il miserabile contratto offerto. Forse qualche spicciolo in più può essere quanto di meglio possiamo chiedere come categoria. Ribadisco, non è una critica, solo un'amara constatazione al di là dell'apprezzamento del lavoro svolto. Cordiali saluti

  • Patrizia

    01/09/2023 - 12:30

    Caro Antonio non sai cosa sono i contratti pirata. E uno sport molto praticato: criticare in un modo maleducato , questo si è da bambini di 5 anni. Non ti sfiora il dubbio che il.blog sia così semplice per scelta? Patrizia cgil

  • Patrizia

    01/09/2023 - 12:27

    Cata Rita i buoni pasto non sono previsti dal nostro contratto non sono obbligatori ma li puoi comunque contrattare in studio Patrizia cgil

  • RITA

    01/09/2023 - 11:01

    Buongiorno, sono assunta con qualifica primo livello in uno studio commerciale che non elabora paghe, ci stanno chiamando vari clienti che acquistano i buoni basto per i loro dipendenti, ad alcuni il consulente del lavoro ha detto che sono obbligatori. Mi chiedevo il ns contratto li prevedono, sono obbligatori o facoltativi?

  • Simone W

    31/08/2023 - 17:18

    Non è vero che i dipendenti non hanno alcuna via d'uscita avendo poca forza contrattuale. Dimissioni continue, un'emorragia senza fine di professionalità difficilmente compensabili. Tra l'altro chi rimane spesso è sottoposto a ulteriore stress di dover sopperire alle defezioni. Confprofessioni si faccia due domande se è il caso di continuare a tirare la corda sul rinnovo contrattuale all'infinito. Non possono sostituirci con gli africani, ci spiace.

  • Antonio

    31/08/2023 - 10:16

    Patrizia, Patrizia, Patrizia, il vero contratto pirata è il nostro. Contratto da fame e per di più scaduto da 5 anni e mezzo. E poi sistemate questo blog che sembra essere stato pensato da bambini di 5 anni

  • Patrizia

    30/08/2023 - 18:02

    Cara Cristina, quelli sono contratti pirata firmati da sindacati di comodo non rappresentativi che non vanno applicati. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    30/08/2023 - 17:53

    Cosa intendi olaf? Le trattative? Non c'è nulla da dire perché le posizioni sono rimaste le stesse. A quali chat ti riferisci? Patrizia cgil

  • cristina

    30/08/2023 - 11:36

    Buongiorno Patrizia, scusa l'ignoranza, ma che differenza c'è tra il nostro contratto e quello per gli studi professionali e assicurazioni che, al contrario del nostro, è stato rinnovato fino al 2025? Grazie Cristina

  • Olaf

    30/08/2023 - 8:49

    Non sono Pubblicati gli aggiornamenti dei risultati del 5-6 Luglio!!!! Gli utenti non leggono le chat...

  • Gianni

    28/08/2023 - 12:54

    Buongiorno, confprofessioni è rientrata dalle ferie? Si riuscirà a brevissimo a fissare una benedetta data per continuare e concludere la trattativa? Marzo 2018 è davvero troppo troppo troppo lontano…va bene tirare l’acqua al proprio mulino, ma non so come facciano a non vergognarsi di loro stessi

  • Patrizia

    26/08/2023 - 11:14

    Cara Anna, si certo questa questione è stata fatta presente durante l'assemblea web filcams cgil. Non è di facile soluzione ma le sentenze fanno giurisprudenza e aiutano, comunque è materia di contrattazione aziendale potreste promuoverla, contatta la filcams cgil della tua città. patrizia cgil

  • Anna_

    23/08/2023 - 16:01

    Buongiorno, Ho appena letto che è stata emanata una sentenza in cui venivano riconosciuti gli arretrati per il tempo perso e non retribuito dovuto alla vestizione e svestizione nel posto di lavoro. Siccome negli studi dentistici si deve obbligatoriamente indossare una divisa e tutti gli altri dpi che richiedono tempo di vestizione/svestizione e bisogna cambiarsi al di fuori dell’orario di lavoro retribuito (si richiede di arrivare 15 minuti prima dell’inizio di lavoro e anche dopo) contando il fatto che noi facciamo turno spezzato, si regala all’incirca un’ora del proprio tempo ogni giorno! È possibile fare presente questa cosa in fase di trattativa? Allego il link del testo.. https://www.businessonline.it/lavoro-diritti/orario-di-lavoro-nuova-importante-sentenza-riconosce-stipendio-piu-alto-ed-e-valida-anche-retroattivamente_n71852.html

  • Patrizia

    23/08/2023 - 11:25

    Cari Alessandro e Matteo, e tutto fermo , siamo in periodo feriale dobbiamo aspettare settembre. Non ci sono mosse propagandistiche ma solo un lavoro costante e serio con una controparte che sfugge. Ciao patrizia cgil

  • Alessandro

    22/08/2023 - 11:37

    Buongiorno, c'è qualche movimento di Trattativa dopo la pausa agostana, o ancora tutto è in stallo? Il segretario di Uiltucs Paolo Andreani, in apertura dall'assemblea intersettoriale del 21 luglio, ha detto: "Non siamo distanti da una soluzione contrattuale, siamo vicini a un’ipotesi che prevede 200 euro di aumento contrattuale con una massa salariale significativa. Starà a noi fare una valutazione, poi starà a noi decidere." Si desume che non ci fosse una distanza colossale tra le parti, osservando queste dichiarazioni. A meno che, ovviamente non siano state fatte solamente a scopo propagandistico... Ottobre non è lontano, ci sono margini per chiudere prima dello sciopero generale programmato a Roma il 7 ottobre? Grazie mille

  • Matteo

    21/08/2023 - 21:14

    Buonasera Sono un impiegato con CCNL studi professionali 4S in apprendistato. Vorrei sapere a che punto è il rinnovo del CCNL e quali cambiamenti ci saranno. Scusate per il disturbo, ho trovato per caso il sito cercando informazioni per vedere se il mio contratto si potesse adeguare alle spese sempre maggiori che ci sono. Grazie a chi saprà darmi qualche informazione in più

  • Patrizia

    21/08/2023 - 15:54

    Caro patrizio, ti ho già risposto nella pagina giusta dei permessi Comunque non ci sono permessi specifici devi usare i rol. La testimonianza è dovere civico quindi non puoi rifiutare ne te ne il tuo datore di lavoro. Se hai delle spese puoi chiedere il rimborso alla cancelleria del tribunale a norma di legge. Ciao.patrizia cgil

  • Patrizio

    21/08/2023 - 11:36

    Scusate la domanda che non c'entra nulla ma avrei bisogno di sapere se ci sono dei permessi retribuiti per le assenze per andare a testimoniare in tribunale. Nel CCNL mi pare di non aver trovato nulla ma sono obbligato ad andare e mi sembrerebbe paradossale non venire nemmeno pagato. Grazie.

  • Patrizia

    20/08/2023 - 15:24

    Caro Simone, questi dati spaventosi sono commentati giornalmente sui siti sindacali, in particolare nella pagina fb del caaf cgil. Patrizia cgil

  • Simone W

    19/08/2023 - 14:04

    Mentre gli/le impiegati/e spendono i loro giorni di ferie e di vacanze grazie ai lauti stipendi da 1250 euro (pari a 1000 euro di 4-5 anni fa come potere d'acquisto) , visto che nessuno neppure commenta, questo è il quadro reale e drammatico della situazione italiana , si vede che ormai tutti tirano avanti consapevoli di estinguersi : https://twitter.com/CGzibordi/status/1692826148151955571

  • Patrizia

    14/08/2023 - 11:58

    Caro Alessandro cerco di essere breve nel risponderti, l'argomento non è semplice. L' emergenza salari bassi è evidente a tutti, è in clamoroso contrasto con l'articolo 36 della ns costituzione ed è aggravata dalla piaga dei contratti pirata: su 900 contratti nazionali 700 sono "pirata" e infine dalla mancanza di una legge sulla rappresentanza sindacale. La cgil è favorevole ma nel quadro della contrattazione collettiva, la cisl non è favorevole dice che basta la contrattazione collettiva , la uil ha una posizione interlocutoria. I tuoi ragionamenti sono giusti , nessun contratto di lavoro potrebbe scendere al di sotto di una soglia stabilita per legge, nella maggior parte dei paesi occidentali c'è una legge di questo tipo. Poi dipende da come verranno composti i 9 euro ci sono varie versioni e proposte. Non confonderei contrattazione e salario minimo , quest'ultimo dovrebbe diventare un limite sotto il quale è anticostituzionale andare anche nella contrattazione collettiva, la quale non è solo tabellare. Vedremo come si svilupperà il dibattito anche se il governo è contrario, non può ignorare che gli stipendi bassi non sono più sostenibili anche in funzione della crescita. Se posso fare un commento: è paradossale sentire decantare da parte datoriale e dal governo la contrattazione collettiva e non farla! Ci sono contratti mai rinnovati da anni non solo il nostro si conoscono bene tutte le forme di sfruttamento e precarietà il salario minimo per legge aiuterebbe non poco. Non mi farei illusioni finché c'è questo governo anche se una proposta dovranno farla. Noi dobbiamo proseguire a chiedere il nostro contratto nazionale questo è sicuro. Ciao patrizia cgil

  • Alessandro

    14/08/2023 - 10:42

    Buongiorno, il sindacato che posizione ha preso nei confronti della proposta di salario minimo di 9 euro orari avanzata dai partiti di Opposizione? Ieri è stata pubblicata la piattaforma per la petizione online per la firma da parte dei cittadini. Per quanto riguarda il nostro contratto, che parte dal livello più basso con un lordo sicuramente inferiore a 9 euro lordi, se entrasse in vigore la legge, dovrebbe essere modificato, riparametrando poi tutti i livelli prendendo come ultimo livello i 9 euro orari? Il livello 5 del nostro CCNL ha una paga oraria di 7,73 euro circa. Applicando la conversione dei 9 euro orari al posto dei 7,73, un livello 3 ad esempio rispetto agli 8,89 euro circa di ora, prenderebbe una paga decisamente superiore e cosi via per tutti i livelli? Ho capito bene? In questo caso, un livello 3 avrebbe un tabellare con almeno 250 euro in più rispetto a ora. Mi sembra di capire che il salario minimo nel nostro caso riuscirebbe a far aumentare la retribuzione molto di più rispetto ai 140 euro proposti da Controparte come rinnovo contrattuale. O sbaglio? Grazie mille anticipatamente.

  • Patrizia

    11/08/2023 - 14:56

    Caro Alessandro seguiamo come si muovono confprofessioni e tutte le parti datoriali. Fanno i loro interessi alla grande. Quello che dici è vero, noi non ci siamo avvilite ne depresse , è stata la molla per fare attività sindacale e dare un senso alla rabbia, te lo consiglio, ti sentirai meglio. Patrizia cgil

  • Alessandro

    10/08/2023 - 18:36

    Buonasera, ho letto sul sito di Confprofessioni questo articolo: https://confprofessioni.eu/primo-piano/ddl-incentivi-cade-il-muro-che-separa-imprese-e-professionisti/ Da come si evince, oltre all'Equo Compenso, alla Delega Fiscale, con il nuovo DDL, i liberi professionisti potranno anche accedere ad incentivi statali al pari delle aziende. Con questo governo, loro stanno ottenendo tutte le cose che chiedono, e nonostante questo, si rifiutano di rinnovare il loro contratto che hanno voluto per gli Studi a condizioni dignitose per i lavoratori che ogni giorno portano avanti i loro interessi. Tutto questo capovolge davvero qualsiasi tipo di paradigma di equità sociale, e francamente rende ridicolo che nel 2023 ancora non ci sia una legge che tuteli dopo un tot di anni il rinnovo dei CCNL, almeno dal punto di vista dell'adeguamento salariale nei confronti dei costi della vita. Non parlo del nostro contratto, ma in generale di qualsiasi contratto collettivo. Se le parti sociali non trovano accordi per abuso di potere delle associazioni datoriali, con i continui rinvii, in un mondo utopico ed equo ci vorrebbe l'intervento dello Stato, che dovrebbe garantire con la propria autorità, il rispetto verso il monso dei lavoratori. Ci troviamo a vivere in uno Stato che non garantisce i diritti dei cittadini onesti e ne tuteli la dignità. E' tutto davvero così senza senso e porta, almeno i per quanto mi riguarda, a depressione e avvilimento...

  • Patrizia

    09/08/2023 - 16:33

    Cara barbara, ti posso rispondere sulla base della mia esperienza. E' vero bisogna fare quello che dici ma un funzionario sindacale non può entrare negli studi senza che ci siano iscritti. Mi segui? Se in ogni città ci fosse un coordinamento o dei lavoratori attivi si potrebbero fare le cose che dici tu e che io personalmente ho fatto mandando mail ,telefonando e organizzando assemblee, facendo volantini ecc. con l'aiuto naturalmente del sindacato. Questa è una categoria fatta di tanti piccoli studi, impossibile raggiungere tutti. In conclusione ci vuole il nostro impegno diretto per cambiare le cose, purtroppo invece pensiamo sempre a quello che devono fare gli altri e mai a quello che dovremmo fare noi. Questo blog è stato costruito ancora 20 anni fa dalla filcams proprio per raggiungere questa categoria così parcellizata, e l'obiettivo non è solo dare informazioni ma cercare di stimolare questa categoria all'organizzazione sindacale. Se vai sulla pagina fb della filcams nazionale trovi tutto su Bologna anche gli interventi. Patrizia cgil

  • barbara santarelli

    09/08/2023 - 14:59

    Grazie per la risposta, ora mi è più chiaro il quadro generale. E' vero però anche che molti dipendenti non sanno nemmeno cosa sia il CCNL e che magari se gli spiegassimo la gravità di quanto sta accadendo si darebbero una svegliata. Per esempio non ci sono dei rappresentanti sindacali di zona che possono passare per le aziende del settore studi professionali e lasciare dei volantini che riassumano brevemente la situazione?spiegando magari che in assenza di coesione e mobilitazione dei lavoratori non si ottiene niente?Tu mi dici di una manifestazione a Bologna ma io non ne sapevo nulla e come me sicuramente molti altri....non è un'accusa ma se magari anche il sindacato riuscisse ad avvicinarsi di più ai lavoratori tramite le reti territoriali avremmo anche più informazioni per poterci coordinare.

  • Patrizia

    09/08/2023 - 14:55

    Caro Luca, non proporre cose senza un minimo senso logico ti prego. Ti ho già risposto. Meloni e landini stanno su due mondi diversi e opposti. Patrizia cgil

  • Patrizia

    09/08/2023 - 14:53

    Caro Luca, non scrivere in maiuscolo per cortesia. Capisco la rabbia che è anche nostra ma questo non giustifica proporre cose senza capo né coda. Il sindacato è una associazione non fa le leggi, rappresenta degli interessi. I lavoratori devono rafforzare il sindacato, cioè la loro organizzazione, per ottenere I risultati. Senza I lavoratori non si fa nemmeno un piccolo presidio o una semplice assemblea. Quindi facciamo qualsiasi cosa basta che ci sia la partecipazione e questa che non c'è Luca dovresti capirlo ormai , sii conseguente e vai in sindacato I 7 milioni sono i lavoratori senza contratto ,noi siamo 1 milione . Patrizia cgil

  • LUCA L.

    09/08/2023 - 13:50

    SE DOPO SVARIATI ANNI LA NOSTRA CATEGORIA NON E' IN GRADO DI UTILIZZARE GLI STRUMENTI IN ESSERE OSSIA "LO SCIOPERO GENERALE", E' DOVEROSO DA PARTE DEL SINDACATO INDICARE ALTRI STRUMENTI O PROPORRE NELLE SEDI OPPORTUNE UNA LEGGE CHE CONSENTA AD UNA PLATEA DI 7000000 DI LAVORATORI DI POTER PROTESTARE CON DIGNITA' E UNA RAGIONEVOLE CERTEZZA DI OTTENERE UN MINIMO DI RISULTATO

  • Patrizia

    09/08/2023 - 13:46

    Caro Renato, bene sono contenta che ti rispondano almeno hai un riscontro. Tieni sempre conto che comunque la trattativa è in mano alle parti sociali e non al ministero del lavoro che se interviene fa solo un sollecito alle parti. Comunque bravo. patrizia cgil

  • LUCA L.

    09/08/2023 - 13:43

    gli extraprofitti, dei titolari di studio professionale, da mancato rinnovo contrattuale andrebbero tassati pesantemente ed il ricavato impiegato per detassare le buste degli impiegati del settore in oggetto; bisogna coinvolgere Landini e la Meloni nel frattempo abbassare la produttivita' ,su base volontaria, il piu' possibile; consumare permessi e ferie con maggior frequenza

  • Patrizia

    09/08/2023 - 13:43

    Cara Barbara.. magari guarda, fossimo in grado di dichiarare sciopero domani mattina certi che questa categoria lo faccia, è il nostro sogno! Non è una questione burocratica o normativa è solo questione di rappresentanza. Per dichiarare uno sciopero dobbiamo essere sicuri che ci : 1) l'adesione di gran parte della categoria.. se fanno sciopero in 20 è un buco 2) per essere sicuri che riesca bisogna avere la categoria con una organizzazione non solo iscritti, rappresentanti RSU o RSA a livello locale, regionale, nazionale. Solo così si è sicuri di fare iniziative e anche lo sciopero con adesioni. 3) non abbiamo nessuna di queste condizioni per il momento, dobbiamo lavorare su questo creare le condizioni che le altre categorie hanno da molti anni. Alla manifestazione unitaria di Bologna per il mancato rinnovo dei contratti nazionali scaduti per 7 milioni di lavoratori , compreso anche il nostro, chi c'era di noi ? che io abbia notizia forse un paio, non da questo blog. Capisci che così è difficile? a chi ci rivolgiamo per organizzare uno sciopero ? agli utenti del blog che sono solo nomi collegati a dei post? Queste sono le ragioni. Ci sarà sicuramente uno sciopero generale a cui noi possiamo aderire e partecipare, quella sarà l'occasione per capire quanti di noi sono disposti a fare uno sciopero. Patrizia cgil

  • Patrizia

    09/08/2023 - 13:08

    Caro Tony il tempo passato è solo responsabilità di confprofessioni che fino a due mesi fa proponeva 70,00 euro .. anche noi abbiamo assoluta fretta di chiudere un contratto scaduto da 5 anni ma la trattativa non è solo sul tabellare ma anche sui diritti , ti assicuro che faremo l'impossibile per chiudere al meglio delle condizioni date. Patrizia cgil

  • barbara santarelli

    09/08/2023 - 9:13

    buongiorno, vi seguo da un pò quando per puro caso ho trovato questo blog cercando notizie sul rinnovo del ccnl studi professionali. Ho letto un pò di discussioni ma mi sono persa molte cose quindi cara Patry ripropongo una domanda sicuramente già fatta. Mi chiedo a livello normativo/burocratico perchè non è possibile fare uno sciopero? E comunque anche laddove non fosse possibile indirlo a livello sindacale perchè come ho letto siamo pochi e non c'è la forza, se noi tutti lavoratori del settore incrociassimo le braccia ad oltranza proprio come si dovrebbe fare per ottenere i l rispetto dei propri diritti?cosa succederebbe?credo che un milione di dipendenti studi professionali fermi ad oltranza fino a che confprofessioni non accetta qualcosa di concreto un pò di scompiglio lo porterebbe!!i cari Professionisti si dovrebbero mettere a lavorare da soli invece di fare l'aperitivo o la vacanza in barca. Guardi credo che basterebbero un paio di giorni per far muovere le chiappe a confprofessioni, sento del malcontento anche tra i professionisti perchè non trovano più personale quindi un incrociare le braccia ad oltranza fino ad ottenere un rinnovo serio ( e non 140 € spalmati in 4 anni...manco i semi per gli uccelli) potrebbe funzionare...

  • Tony

    09/08/2023 - 8:03

    È passato troppo tempo, è inaccettabile. Ogni mese che passa per noi sono soldi persi e per la controparte guadagnati. Direi di accettare, magari mettendo indennità di vacanza contrattuale e prepariamoci ed organizziamoci per il prossimo rinnovo.

  • stefania88

    08/08/2023 - 22:02

    Caro Walter, condivido il tuo pensiero è così ho fatto. Averlo fatto prima … son passata ad azienda con contratto metalmeccanica industria e son passata da 1400 euro al mese a 2100 euro al mese per 13 mensilità piu buoni carburanti da 400 al mese e premio di produzione . Penso che sia importante lottare, ma io devo pensare al mio futuro e migliorare la qualità della mia vita .

  • Renato

    08/08/2023 - 17:46

    Buongiorno, vi aggiorno sulle letterine che sto mandando in questo Agosto stranamente non troppo caldo finora. Ricevo oggi una mail all'apparenza strana, ho pensato subito a spam o pishing, poi leggo "Quirinale" e allora penso: cos'avrò mai combinato stavolta? Invece leggendo il pdf allegato mi accorgo che gentilmente la segreteria del Quirinale - e dunque del Presidente della Repubblica - mi ha risposto con tanto di protocollo alla mail di protesta e sollecitazione per lo scandalo del nostro rinnovo contrattuale. In poche parole mi dice che non è di competenza del Presidente della Repubblica ma che hanno tempestivamente sottoposto la mia missiva al ministero del Lavoro.

  • Walter

    07/08/2023 - 16:45

    Maurizio come sempre molto puntuale e prenderò molto seriamente il tuo consiglio riguardo abbandonare gli Studi Professionali.

  • GINA

    07/08/2023 - 12:50

    anche per me va bene accettare i 140 euro a fronte della riduzione oraria, per favore non perdiamo piu' tenpo, non si vive piu' .......... per avere la forza sindacale necessaria ci voglio anni e non possiamo piu aspettare, quindi accettate e prepariamoci bene per il prossimo rinnovo. GRAZIE

  • Patrizia

    07/08/2023 - 12:27

    Caro Maurizio, i lavoratori devono difendere i loro interessi tutti insieme con i mezzi a loro disposizione fisici e web, e' sempre stato così e così sarà anche per il futuro. Essere passivi purtroppo non ci porta da nessuna parte. Si ho girato al nazionale filcams le proposte che abbiamo discusso qui. Come ho detto tante volte la trattativa poi si forma al tavolo e lo spazio di manovra non possiamo sapere in anticipo quale sia. In ogni caso la filcams ha in mano le ns. proposte ma deve discutere con la controparte senza sostegno dei lavoratori, salvo il blog, In ogni caso grazie a te e a tutti per le indicazioni preziosissime. Patrizia cgil

  • maury76

    07/08/2023 - 9:07

    ...riassumendo cara Patry: ministero no, confronto tra le parti tutto fermo che non ci filano manco x striscio, scioperi e manifestazioni no perche' non abbiamo la forza sindacale con numero di lavoratori tali da essere presi in considerazione e la controparte felice ed arrogante come sempre si gode il sole in barca o nel villone fregandosene che i propri dipendenti siano insoddisfatti economicamente e moralmente. che nelle ditte sia tutto diverso lo sappiamo...purtroppo fessi noi 50enni a non esserci mossi prima MA VOI GIOVANI.... scappate, mollate finche' potete sta categoria e godetevi la vita come giusto che sia. INVECE Patry la proposta uscita qui da diversi di accettare l elemosina concessa dalla controparte, no a rate e relativo diminuire le ore da 40 a ...boh 36 che poi magari diventano 38 contrattando è stata fatta? minimamente e' stata presa in considerazione o scartata da subito? minimo di credibilita' dobbiamo averla pure noi, non siamo zerbini. il sindacato questo l ha messo sul tavolo? riduzioni ore x lo stipendio concesso e si firma il contratto o fuori il grano... o manco questo si puo' fare....

  • Patrizia

    06/08/2023 - 14:17

    No marco non è così. Al ministero viene chiesta la mediazione dalle parti se c'è rottura delle trattative. Non c'è nessun obbligo e sopratutto è solo una mediazione per riprendere il confronto. Infatti non succede praticamente mai perché solitamente inutile, meglio insistere nella trattativa direttamente. Quindi non vale la pena tenerne conto. Patrizia cgil

  • Marco

    06/08/2023 - 12:06

    Chiedo per capire meglio. Il ministero ha obbligo di mediazione a semplice richiesta di una delle due parti? Esiste un tempo minimo entro il quale non si può chiedere? In media il ministero quale accordo al ribasso raggiunge? Questo per arrivare al ragionamento che sono passati 5 anni e l'offerta di Confprofessioni non è nulla di più dell'aumento Ipca-nei. Se con l'intervento del ministero si arriva all'aumento ipca-nei allora conviene chiamare in causa subito il ministero senza aspettare 5 anni.

  • Patrizia

    05/08/2023 - 18:39

    Caro Alessandro, quel tavolo con il ministero è uno di quelli previsti da dall'accordo contrattuale e riguarda gli appalti pubblici al massimo ribasso per questo è al ministero. Quindi a contratto chiuso. Il nostro contratto è ancora aperto e se non se ne esce potrebbe essere che si chieda la mediazione del ministero del lavoro. Il ministero può SOLO mediare. Non sarebbe una buona notizia perché significherebbe cercare una soluzione al ribasso, l'accordo tra le parti invece cerca il migliore accordo possibile.. quindi speriamo di uscirne! Patrizia cgil

  • Alessandro

    05/08/2023 - 15:43

    Buongiorno, condivido il link di un articolo riguardante la convocazione di un tavolo ministeriale per il ccnl vigilanza privata, DOPO la firma del rinnovo contrattuale di qualche mese fa. https://www.fisascat.it/news/sicurezza-tavolo-mdl?fbclid=IwAR2ZuAjiHxtVs6eDdFM57hruWGWIBFx24B0Tf6Odh0QyJiKu4NB1NT-yy6U Potrebbe fare anche al caso nostro una situazione del genere per sbloccare la trattativa? Questo tavolo è stato convocato a settembre da come ho capito

  • Patrizia

    04/08/2023 - 19:29

    Cara luisa, . non sei obbligata a frequentare il blog se non ti piace semplicemente non entrarci Qui sei in casa Filcams cgil e in casa d'altri si entra chiedendo permesso e con educazione. Critiche e opinioni sono tutte le benvenute , l'offesa non è un'opinione. Guarda io gestico il blog insieme ad altre 6 colleghe . Lo faccio nel mio tempo libero e gratis , quindi potrei smettere in questo momento esatto ma non certo perchè in modo maleducato me lo chiedi tu, il blog è della filcams cgil che quindi decide sulla sua esistenza e gestione. Secondo me avresti proprio bisogno di un bel sermone e di un corso di buona educazione che evidentemente in famiglia hanno dimenticato di fare Patrizia cgil

  • Patrizia

    04/08/2023 - 19:18

    Caro renato , il coordinamento nazionale è stato rinviato perchè purtroppo non c'è nulla da discutere visto che non si è fatto 1 centimetro di passo avanti e finora non è stato deciso nulla visto la "fluidità" dei contatti. Vedremo. L'assemblea di Bologna è stata molto importante invece, come vedi dalla Tv è scomparso il sindacato e il mondo del lavoro , ovviamente non è una nostra scelta. Abbiamo fatto già questa discussione, il sindacato si è modernizzato ha canali social you tube ecc. tutto quello che serve ma senza la mobilitazione dei lavoratori non serve... ci vogliono i lavoratori, scioperi e manifestazioni abbinati ai social. Demandare tutto al web è un modo per scaricare le proprie responsabilità personali delegando alla rete. Semplicemente da sola non funziona. Il sindacato è confederale cioè riunisce tutte le categorie in modo solidale , i lavoratori fanno massa e possono contare solo se uniti , coltivare l'orticello fare del corporativismo ? è l'errore più grande che si possa fare è come pretendere che l'italia da sola conti nel mondo. Noi siamo una categoria debole non abbiamo rappresentanza, se abbiamo un tavolo di trattativa è grazie al sindacato confederale , perchè abbiamo categorie organizzate che non hanno coltivato l'orticello facendo forte il sindacato che può difendere anche noi .. è così difficile da capire? usiamo la forza degli altri che c'è .. per fortuna. A Bologna a rappresentare 7 milioni di lavoratori senza contratto tutti insieme c'erano 1000 lavoratori cgil cisl e uil e noi dove eravamo secondo te ? stavamo coltivando quale orticello? Vedremo come evolverà la trattativa le varie indicazioni che sono uscite dal blog le ho girato al nazionale Filcams possono essere sicuramente utili. La nostra controparte, come dici tu e molti altri, non si rende conto che sta buttando dalla finestra personale preparato e gli studi professionali si svuoteranno ma sembra davvero non vogliano capire, si stanno condannando alla marginalità economica. Patrizia cgil

  • Patrizia

    04/08/2023 - 18:52

    Caro Francesco, hai ragione , il tesseramento è libero, deve essere una scelta. Tutti i canali e le sedi sindacali sono aperti a tesserati e non tesserati, non solo possono votare piattaforme e ipotesi di accordo tutti i lavoratori iscritti e no. ciao patrizia cgil

  • GIANCARLO

    04/08/2023 - 17:08

    Buongiorno a tutti, io non so come sia la situazione nei vostri studi e nelle vostre zone. Io lavoro in Lombardia in uno studio professionale che conta più di 50 dipendenti. Specialmente post pandemia ogni mese qualcuno si dimette e ogni mese è sempre più difficile trovare nuove leve. “Non troviamo nessuno” dicono i professionisti…chissà perché? Forse perché lo stipendio è ridicolo? Forse perché devo farmi i chilometri senza rimborso? Forse perché devo mangiare alla scrivania senza rimborso? Forse perché se vado in un’azienda ho molte meno responsabilità, prendo di più e ho la mensa? Quando entreranno in ufficio la mattina e non troveranno più i dipendenti si renderanno conto del trattamento imbarazzante che ci hanno riservato. Mi sembra davvero davvero vergognoso che non vogliano aprire gli occhi e non si riesca a farglieli aprire, si renderanno conto della situazione? Basta girare un po’ sul territorio…

  • Francesco

    04/08/2023 - 8:45

    Dovrebbe, ma evidentemente non lo è. Lo abbiamo visto con i messaggi e le richieste delle scorse settimane di parte dei frequentatori non iscritti. Il fatto che sia aperto a tutti lo trovo un significativo elemento di democrazia, affatto scontato

  • Luisa

    04/08/2023 - 8:38

    Mai visto un blog più inutile di questo. Tante chiacchere e zero risultati. Patrizia scrivi pure la tua solita risposta al mio messaggio. Secondo me invece dovresti lasciare il posto a qualcuno altro non credi......

  • Renato

    04/08/2023 - 1:34

    Buonasera, c'è stato poi il coordinamento nazionale filcams dopo gli incontri del 5 e del 6 Luglio? Hanno deciso come comportarsi ora visto lo stallo delle trattative? L'assemblea/manifestazione di Bologna sinceramente non so quanto possa sollecitare le cose, non ha ricevuto nemmeno molto risalto mediatico, penso che queste iniziative purtroppo nel 2023 non smuovono le masse e le coscienze, e in un'epoca dominata dai social passano quasi in sordina, i sindacati dovrebbero un po' modernizzarsi su questo lato. Anche il discorso che 7 milioni di lavoratori sono con il contratto scaduto ci deve interessare relativamente, ogni settore ha le sue peculiarità e non si possono confrontare contratti scaduti da 6 mesi con contratti scaduti da 10 anni, quindi concentriamoci sul nostro orticello. Sono d'accordo con chi dice di abbinare le 140 euro (però date in massimo due tranche e non spalmate a 15 euro di volta in volta in 3 anni) con una riduzione dell'orario di lavoro, 36 ore mi sembra dura, ma 38 ore mi sembra possibile e francamente sacrosanto vista la miseria del nostro contratto. Quindi secondo il mio umile parere o 140 euro date in tempi brevi con 38 ore, o 200 euro con le 40 ore, viceversa non si firma, nè ora nè fra 3 anni, nè mai a queste condizioni, rimarremo poveri, ma con dignità. Tanto ha da perdere anche Confprofessioni, anche loro hanno degli interessi al rinnovo per regolamentare alcune figure professionali all'interno del contratto, e poi non manca molto ai tempi in cui ogni Lunedì farà la conta di chi rimane e di chi invece se n'è andato come nel settore delle pulizie, della vigilanza, e dei call center.

  • Walter

    03/08/2023 - 14:50

    Compleamente d'accordo con Maurizio. Potessi elegerti come rappresentate lo farei subito.

  • maury76

    03/08/2023 - 9:01

    L ISCRIZIONE al sindacato dovrebbe essere scontato almeno per chi frequenta il blog, seppur scelta libera sulla quale nessuno puo' sindacare. io personalmente sempre fatto quella a gennaio da 70euro che se poi uno ci pensa... è più degli aumenti presi eh eh eh Cmq son il primo a pensare sia cosa e giusta x dar forza alla nostra triste realta'. Vedremo in autunno se la controparte trova un post it sotto a qualche scrivania che gli ricorda di noi, che esistiamo e che siamo quelli che gli consentono di avere il tenore di vita che hanno o sarebbero NELLA BRATTA (melma)...come si dice a genova. alla prima riunione fissata andrei giu' pesante decisi come un treno 1) RIDUZIONE ORARIA A PARITA' DI STIPENDIO visto che se non voglio adeguarlo manco possono pensare che la gente regali la propria esperienza a gratis 2) ADEGUAMENTO ISTAT annuale 3) INSERIMENTO INDENNITA' MENSA visto che i ticket son utopia in seconda contrattazione ma a quasi tutti viene riconosciuto il pranzo e noi sempre gli unici sfigati? ....si 🙁

  • Patrizia

    02/08/2023 - 15:11

    Carissimo Francesco, che bel messaggio! Ottimo. Se in tanti facessero la tua scelta potremmo fare un bel coordinamento nazionale , eleggere i nostri rappresentanti e finalmente poter partecipare attivamente , discutere ,fare proposte e votare in assemblea. Il nostro sogno! Contiamoci sul serio allora! Se vuoi possiamo metterci in.contatto direttamente con te. Grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    02/08/2023 - 15:06

    Caro Alessandro, ho avvisato il nazionale certo. La filcams legge il blog. D'agosto non si muove nulla.. anche se rimangono i contatti ma nulla di ufficiale. Patrizia cgil

  • Patrizia

    02/08/2023 - 15:03

    Caro sauro, i contratti nazionali di 7 milioni di lavoratori sono fermi,compreso il nostro. Per questo è stata fatta la.manifestazione a Bologna nei giorni scorsi l'hai seguita? Così avrai potuto sentire le ragioni della protesta dei tanti lavoratori presenti. I mancati rinnovi sono da imputare alle controparti datoriali con le quali si deve discutere, i contratti non sono né automatici, né scontati . Ci vuole la forza dei lavoratori , se pensi che 5 anni di attesa siano un'ingiustizia hai pensato di dare una mano? Patrizia cgil

  • sauro luciani

    02/08/2023 - 13:11

    Buongiorno, volevo sapere se ci sono novità/aggiornamenti sul rinnovo del nostro contratto? Io credo che 5 lunghi anni di trattative "serrate" siano più che sufficienti... Grazie per l'attenzione.

  • Alessandro

    02/08/2023 - 10:58

    Buongiorno Patrizia, le nostre "proposte" sono state prese in considerazione dal Nazionale per il proseguimento della Trattativa? O sono considerate prive di fondamento e poco attuabili? I contatti tra le parti sociali continuano, oppure è tutto rimandato all'autunno? Grazie mille!

  • Francesco

    02/08/2023 - 9:55

    Buongiorno a tutt* Tessera FILMCAMS fatta, contiamoci! Buon lavoro e buona lotta

  • Patrizia

    01/08/2023 - 21:58

    Caro angelo, sono totalmente d'accordo con te. Come vedi qui sul blog continuo a spiegare cos'è il sindacato. Conosco bene le cose che dici, i ragazzi non sanno nemmeno cos'è lo stato pazienza il sindacato! Ti assicuro che siamo coscienti della necessità inderogabile di parlare alle nuove generazioni. In questi ultimi anni infatti abbiamo consolidato un rapporto costante con l"udu medi e universitari, facciamo tante iniziative insieme , non è mai abbastanza ma la strada è questa. Grazie, nel tuo post sento l'urgenza che sento anch'io. Patrizia cgil

  • Angelo

    01/08/2023 - 15:22

    Buongiorno, in attesa del rinnovo lascio una proposta per il futuro del sindacato. Andate a parlare nelle scuole, organizzate corsi e incontri pomeridiani nelle scuole. I ragazzi di oggi escono dalle superiori e non hanno idea di cosa sia il mondo del lavoro, non sanno leggere una busta paga, non sanno cosa sia un CCNL, nessuno ne parla su internet, si sentono queste sigle ma i giovanissimi non sanno cosa fa il sindacato e un sindacalista. Il sindacato parla agli "anziani", in TV si vedono solamente attempati signori dai capelli bianchi fare bei discorsi con parole incomprensibili, i giovani non si rispecchiano nei volantini e nei blog, il sindacalista nell'immaginario collettivo è uno che per non lavorare fa le assemblee. Ribaltiamo queste idee partendo dalle nuove generazioni, partendo dalle scuole, altrimenti il sindacato probabilmente avrà un futuro solo nelle fabbriche. I ragazzi e le ragazze che escono da scuola devono sapere perchè è importante tesserarsi e perchè è importante conoscere i propri diritti e doveri in qualsiasi settore vadano a finire. Siete d'accordo o secondo voi non è fattibile? Quali altri modi si possono trovare per far conoscere il sindacato a un 18enne? Il futuro è lì. Grazie, Angelo.

  • maury76

    01/08/2023 - 9:58

    ...piccola divagazione ma x far capire "l andazzo" nei piccoli studi gestiti da titolari meschini busta paga: EH... PURE L AUMENTO AVETE RICEVUTO e noi non possiamo aumentare le parcelle. Gli ho fatto notare che l aumento e' l ulteriore detassazione inps x lo stipendio da fame che abbiamo oltre al rimborso a rate del 730 x la scarsa capienza qui dentro. e come lui quanti convinti che abbiamo gli aumenti e viviamo nell oro... capitato solo a me? immagino e spero di si. SINDACATO lavorate x l aumento o per l elemosina concessa riduzione a 36ore è l unica arma x farli svegliare. come direbbe la D urso PROPONETE LA BUSTA CHOC 🙂

  • Marco

    01/08/2023 - 8:06

    Buongorno, 140 sembrano in linea con l indice ipca nei ma non con l'inflazione. Più di questo non penso che otterremo. Io accetterei ma da subito e con rivalutazione in base al 100% dell ISTAT (e non ipca nei).

  • Patrizia

    31/07/2023 - 18:51

    Caro Maurizio, certo si parla di politica sindacale ..tutto è politica perché si sceglie! Ma è ben diversa dalla politica rappresentata dai partiti... il sindacato deve avere la libertà di rappresentanza degli interessi dei lavoratori. Ci sono stati anche scioperi generali contro governi di sinistra. Il job acts ha generato scontri epici tra renzi e cgil. La famosa cinghia di trasmissione non c'è più senza contare che gli iscritti votano in tanti a destra. Poi le varie sigle sono più o meno vicine a a alle aree che dici tu ma l'autonomia del mondo sindacale e imperativa. Hai dimenticato l'ugl che è legato a fratelli d'italia. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    31/07/2023 - 18:44

    Cara linda, questo scambio lo vedo difficile ma chissà! Patrizia cgil

  • Patrizia

    31/07/2023 - 18:43

    Caro Luca, non facciamo confusione qui di colpevole c'è soltanto uno .. confprofessioni e tutte le controparti che non vigliano i contratti nazionali. Patrizia cgil

  • Patrizia

    31/07/2023 - 18:42

    Caro Luca, no facciamo confusione qui di colpevole c'è soltanto uno .. confprofessioni e tutte le controparti che non vigliano i contratti nazionali. Patrizia cgil

  • Luca

    31/07/2023 - 15:18

    Non si fanno vedere e sentire durante l’anno, figuriamoci che si fanno vedere e sentire ad agosto. Pura utopia. Ci si rivede a settembre (forse) e lì ripartirà il solito teatrino “le parti si dicono pronte ad arrivare a un rinnovo in tempi brevi” “riparte la trattativa sul welfare” e altre solite stucchevoli parole al vento…di chi è la colpa? Di tutti chiaro…però intanto i professionisti vanno al Twiga e noi a casa con il ventilatore aspettiamo lo sciopero generale per dare un bel segnale. Che situazione…

  • Linda

    31/07/2023 - 15:16

    Buongiorno, anche io mi aggrego a quanto già detto da alcuni: accettare i 140 € lordi (massimo in due anni, non in tre) ma solamente a fronte di una riduzione di orario a 36 ore. Mi sembra un buon compromesso! Il lavoro è sempre più stressante, non mi dispiacerebbe avere più tempo libero a beneficio della salute mentale... dal momento che non si riescono mai a fare le ferie.. Grazie Patrizia per aggiornarci sempre in questa pagina! Un saluto

  • Patrizia

    31/07/2023 - 15:07

    Caro Andrea noi siamo qui ! Ci fosse qualsiasi movimento sarebbe subito sul blog! Ciao patrizia cgil

  • Andrea

    31/07/2023 - 14:53

    Buongiorno. Immagino che interventi o iniziative di qualsiasi genere siano rimandate a settembre? Tutto tace

  • Alessandro

    27/07/2023 - 10:26

    Buongiorno, grazie mille di cuore Patrizia per tutto quello che fate e per la disponibilità verso la considerazione delle idee espresse. Spero davvero che si riesca ad avere qualche margine di miglioramento per chiudere a breve. Incrociamo le dita!

  • Antonello

    27/07/2023 - 10:07

    Io ho deciso di fare il più possibile "l'impiegato da ufficio pubblico " e nel frattempo cercare un altro lavoro fuori da questa categoria. Lavorassero da soli i signori di confprofessioni.

  • Patrizia

    26/07/2023 - 20:01

    RISPOSTA COLLETTIVA AD ALESSANDRO, SIMONE, NICHOLAS, MASSIMO, MAURIZIO, GIORGIA, NIK EMANUELA Abbiamo letto con grandissimo interesse i vostri post, vi ringraziamo moltissimo ! finalmente leggiamo proposte e non solo lamenti , state facendo attività sindacale .. non so se ve ne siete resi conto. Mi spiace molto non fare questa discussione di persona sarebbe bellissimo! il sindacato è una cosa semplice: discutere degli interessi comuni dei lavoratori e farli diventare una piattaforma rivendicativa perché converrete con me ..i nostri interessi non sono gli stessi dei nostri datori di lavori. Bene.. visto che abbiamo solo un rapporto mediato dal blog usiamolo in attesa di tempi migliori. Caro Simone , i dati dell'inflazione li sappiamo e il quadro è esatto ma le trattative partono dal l'IPCA e poi da li si tratta. I dati fanno spavento lo so anche perchè poi si materializzano nel portafoglio. Caro Nicholas, non sappiamo i particolari della trattativa perchè si basa proprio su quello che dici tu io ti do e cedo su quello .. quindi una questione di equilibri e di tattica, nelle trattative delicate, come forse immaginerai, le carte non sono mai scoperte e i jolly bisogna saperli giocare. Il welfare è quello che vogliono darci in sostituzione del tabellare , attenzione perchè non tutto il welfare è imponibile previdenziale ne matura TFR 13 e 14. Quindi welfare si ma non solo. La clausola di salvaguardia spero riusciremo a inserirla a prescindere. L'accordo non è stato raggiunto su nulla perchè tutto si tiene insieme per via appunto del tu mi dai io ti do. Certo su alcuni argomenti va meglio di altri. Caro Massimo, l'ipotesi dei due anni è sul tavolo. Il tempo passato purtroppo è responsabilità del Covid e poi dei rinvii di confprofessioni, i 140 euro sono la proposta di 2 mesi fa .. prima erano partiti da 70 euro , quindi i 140 sono frutto delle pressioni sindacali. Caro Maurizio, in ballo ci sono altre cose : la formazione obbligatoria i permessi sindacali la classificazione e altro . Nelle domande poste all'assemblea web a cui ho risposto il tema della formazione era presente in modo pressante e noi ci teniamo tantissimo. Si abbiamo altre strade maurizio , noi le abbiamo percorse .. Ti rispondo con le parole del maestro Joda in guerre stellari " sempre tu dici che non si può fare.." Cara Giorgia, sentiamo tutta l'urgenza di portare a casa un contratto che ci dia un pò di respiro credimi ! facciamo l'impossibile per arrivarci ma ti assicuro che è durissima , i 140 euro sono saltati fuori un paio di mesi fa grazie alle insistenze sindacali . Le trattative si chiudono quando si arriva al massimo punto di mediazione possibile e lo può valutare chi è al tavolo. Il nostro contratto è anche legato a tutti gli altri contratti aperti per 7 milioni di lavoratori , molte materie sono comuni e non puoi dire di si da una parte e no dall'altra. Non vi dico cosa chiede il commercio perchè vi farebbe passare la voglia di chiedere il contratto del commercio.. Caro Alessandro , si lo so hai ragione , la sentiamo tutti questa urgenza , lavoriamo tutte negli studi lo sappiamo. Quella che indichi è una linea di trattativa possibile ma non sono al tavolo e non so i particolari e gli spazi di manovra , trattare è complicatissimo soprattutto con queste controparti e con implicazioni sui tavoli di altri contratti. Ti assicuro che si sta facendo il massimo possibile con cuore. caro Nik: grazie anche a te ! sono linee di trattative possibili e come dicevo prima non so di preciso quali siano gli spazi di manovra per la mediazione , nelle trattative così delicate è meglio tenersi delle carte coperte. Francamente trovo difficile lo scambio orario /tabellari Cara Emanuela, grazie anche a te è una possibile linea ma trovo difficile lo scambio orario /tabellari ma si può sempre provare. Sarà folle ma è reale e noi dobbiamo misurarci con quello che ci troviamo sul tavolo. e batterci con le nostre armi GRAZIE A TUTTI ci avete scaldato il cuore, continuate a proporre mi piace questo dialogo fruttuoso ! riferirò al nazionale Filcams le vostre proposte ... senza impegno però è importante avere la vostra opinione davvero importante , vi dirò ci tranquillizza e ci supporta per gli incontri che verranno. patrizia cgil

  • Patrizia

    26/07/2023 - 19:13

    Caro Luca, ti ho risposto molte volte sul tema .. quello che indichi è lo sciopero. Lo sciopero non si dichiara a caso .. una categoria organizzata lo organizza. Altro discorso se arriverà lo sciopero generale come sembra. Allora potremo aderire tutti liberamente e mi auguro in tanti. Patrizia cgil

  • Patrizia

    26/07/2023 - 19:10

    Caro Mauro, come vedi il blog è diviso in pagine e per argomenti . E' importante tenere il blog ordinato , la prossima volta scegli la pagina giusta. L'applicazione del contratto nazionale nelle strutture sanitarie è piuttosto variegata , alcune applicano il commercio e molte gli studi professionali , diciamo perchè conviene. Molti anni fa c'era il contratto ANISAP che contrattualizzava queste strutture poi alterne vicende hanno portato alla situazione attuale. Hai ragione nel merito , ti consiglio la strada seguita da SYLAB : elezione di RSA o RSU e avvio di una contrattazione aziendale che regoli tutte le criticità che elenchi e che ne comprenda anche di nuove comprese quelle economiche e di formazione a misura di azienda. La strada è solo questa. In Filcams c'è il coordinamento nazionale delle strutture sanitarie private se vuoi ti metto in contatto e naturalmente anche con la rappresentante di Sylab. che può consigliarti. Non aspettarti soluzioni dal contratto nazionale queste sono vertenze aziendali. le aziende se ne fregano finchè non le costringi a contrattare. ciao e grazie patrizia cgil

  • Emanuela

    26/07/2023 - 16:33

    L'idea di accettare 140 euro LORDE (ovvero un importo netto RIDICOLO!!) è accettabile solo a fronte di una riduzione di orario a 36 ore! Continuerei di certo a farne 40 ma almeno con gli straordinari compenserei il misero aumento. Accettare 140 euro e continuare con le 40 ore è folle.

  • Mauro

    26/07/2023 - 16:29

    Buongiorno, scusate l'off topic, lavoro per un'azienda del nord est italia che si occupa di analisi cliniche con contratto CCNL studi professionali (terzo livello), sono un'analista di laboratorio...tale azienda non rilascia alcun tipo di indennizzo per il pranzo (ne buoni pasto e ne servizio mensa), siamo costretti a fare pausa pranzo negli spogliatoi in quanto non vi è una sala dedicata a questo scopo (l'azienda conta più di cinquantina di dipendenti, solo nella nostra sede). Com'è possibile che un'azienda di tali dimensioni non dia questo tipo di agevolazione? Come posso muovermi per richiedere almeno i buoni pasto? Grazie in anticipo per la risposta e complimenti per il blog, fate veramente un ottimo lavoro di divulgazione!

  • Nik

    26/07/2023 - 13:12

    Quoto Simone e Nicholas. Credo che accettare e vincolarsi per tre anni ad un semplice aumento di 140 euro spalmati, senza l'integrazione di altri "paletti", ci porti in prospettiva ad allargare ancora di più la forbice con i CCNL più rappresentativi (a maggior ragione pensando alla nostra enorme difficoltà, ogni volta, nel rinnovare il contratto scaduto). Personalmente, accetterei una cifra simile solo se si ottenesse l'adeguamento automatico all'inflazione. In secondo luogo, metterei un focus su questi punti: - meno ore di lavoro a parità di tabellare - aumento importi scatto anzianità - preavviso dimissioni notevolmente diminuito Loro vogliono schiavi, impotenti e bloccati. Proviamo a creare le condizioni per andare via facilmente e cambiare lavoro. In ogni caso, un grande grazie a Patrizia e tutta la squadra

  • Alessandro

    26/07/2023 - 12:53

    Secondo me una contropartita potrebbe essere accettare i 140, ma con una diminuzione delle ore di lavoro (38 o 36 meglio ancora). Oppure 140 ma con buoni pasto magari, o con premio di produzione da contratto a fine anno. Oppure chiedere un aumento del tabellare rispetto ai 140 proposti, ma rinunciando alla una tantum di 250. L'una tantum, obiettivamente di 250 o 500 euro non fa così tanta differenza, essendo appunto una volta sola. L'importante sarebbe farlo nel più breve tempo possibile e con meno tranches possibili per arrivare all'aumento finale del tabellare. Queste sono alcune delle cose che ho pensato, idea personale. Arrivare ad autunno senza ancora una ipotesi di accordo sarebbe davvero una tragedia purtroppo. Il sindacato fa tutto quello che può e anche di più in assenza di organizzazione di lavoratori alle spalle, e bisogna essere grati per qualunque cosa riusciranno ad ottenere. Unica cosa, io penso che davvero non ci sia più tempo per aspettare, perché ogni mese che passa è un ulteriore perdita di potere d'acquisto 🙁

  • Giorgia

    26/07/2023 - 10:54

    Sottoscrivo quanto commentato da Alessandro e Massimo: meglio pochi ma subito! Lo avevo già scritto il mese scorso, ogni mese che passa, sono 140 euro persi, che non rivedremo mai più. Accettate la loro proposta, e in cambio fate inserire un aumento automatico ISTAT allo scadere del contratto, di anno in anno, fino al prossimo rinnovo. Capisco che per morti sembri un'arresa, ma mi hanno insegnato che chi troppo vuole nulla stringe. Meglio poco aumento, ma costante... se perdiamo ogni volta 5 anni per magari spuntare 10 euro in più, è matematica, fate voi il conto di quanto alla fine ci viene a costare. Purtroppo la nostra controparte è così, per loro potrebbero non firmare mai, quindi meglio accontentarsi. Chi si accontenta gode. Buon lavoro a tutti 🙂

  • luca l.

    26/07/2023 - 10:52

    il sindacato inviti pubblicamente i lavoratori ad un abbassamento della produttivita' fino alla firma del contratto

  • maury76

    26/07/2023 - 10:31

    ...Patry che significa "...non c'è in ballo solo la parte economica?" il resto mi sembra il solito...non si e' parlato di aumento ferie o permessi od avere sta benedetta voce come altri cnl di rimborso mensa/bar visto che i full time ahime' mangiano pure, lusso ormai nei bar a genova e penso altrove. x Ale: poco ma subito... i famosi 140euro lordi dopo 5anni? sarebbe secondo me un calarsi le braghe alla controparte che se ne frega altamente di noi ma.... gli serviamo o non saprebbero fare una pratica. io sarei piu' OK I 140 LORDI ma...da 40ore si scende a 36 e vedere come reagiscono offendendosi. del resto gli stipendi che ci danno son quasi da part time in una ditta. dopo piu' di 20anni grazie allo stato arrivo a poco piu' di 1300 x fare bilanci, 730, unico, imu, ecc ecc E DAIIII... parametrizziamo le ore allo stipendio e magari si svegliano (lo so Patry che impossibile ma altre armi abbiamo? nessuna)

  • Massimo

    26/07/2023 - 10:01

    Buongiorno a tutti, secondo me, come avevo scritto mesi fa, ha ragione Alessandro. Accettiamo 140 euro lorde proposte dai simpaticoni e magari come contropartita scadenza contrattuale a due invece che a tre anni (non sò se sia fattibile, è più che altro una provocazione). Se avessimo accettato fin da due anni fa avremmo preso un paio di migliaia di euro di aumento in questi due anni invece di nulla. Grazie

  • Nicholas

    25/07/2023 - 19:17

    Buonasera, se lo stallo mi par di capire sia più che altro sulla parte economica, con la nostra controparte ferma a 140 euro, non si può ragionare su due differenti proposte: per dire 200 euro parametrati al terzo livello oppure 150 ma ottenendo qualcosa sulla riduzione oraria, esempio 38 ore come oramai molti altri contratti, un aumento dell'importo sugli scatti d'anzianità, un maggior welfare ecc, cioè provare anche questa carta visto che il work life balance sta assumendo in questi ultimi anni un'importanza alla pari con la parte economica. In tal senso, su questi altri argomenti che non siano l'aumento del minimo tabellare, è stato già raggiunto un accordo o sono ancora argomento di discussione? I 250 di una tantum non cambiano più che altro la vita quindi direi di non focalizzarsi eccessivamente su quelli. Oppure puntare sulla famosa clausola di garanzia per l'adeguamento all'inflazione, inserita recentemente nell'inarrivabile CCNL metalmeccanici, e anche in altri a quanto sembra.

  • Simone W

    25/07/2023 - 19:01

    L'inflazione cumulata dal 2018 al 2025 sarà stata del 25%. Con la proposta di Confprofessioni di 140 euro in 4 anni (pari a circa il 10%) perdiamo più del 15% secco dello stipendio al 2025, più tutto quello che abbiamo perso dal 2018 ad oggi. Partendo da stipendi bassi. Questo è più o meno il quadro. 2025: 2,5%, 2024: 3,5%, 2023 : 8,2% , 2022 : 8,1%, 2021: 1,9%, 2020: -0,2% , 2019: 0,6%

  • Patrizia

    25/07/2023 - 17:48

    Caro Alessandro, nelle categorie organizzate con delegati ai vari livelli territoriali regionali e nazionali si fa così, si mette in votazione l'ipotesi di accordo. Noi potremmo fare al massimo un sondaggio come abbiamo fatto per la piattaforma 5 anni fa. Non c'è solo la questione economica in ballo. Comunque appena c'è un'ipotesi di accordo vera lo faremo qui sul blog , tenendo conto che non è un organismo di rappresentanza però ci assomiglia. Hai ragione tu non c'è più tempo e domani è tardi questa cosa ci angoscia non credere ma è veramente dura. Ciao patrizia cgil

  • Alessandro

    25/07/2023 - 16:29

    Buonasera, non si potrebbe fare una votazione online per chiedere ai lavoratori se accetterebbero o meno la proposta di confprofessioni per il rinnovo contrattuale, o se al pari della delegazione trattante, preferiscono andare avanti senza rinnovo del contratto perché la ritengono insufficiente? Ogni mese che passa senza rinnovo è comunque una perdita di potere di acquisto, e malgrado l'offerta sia bassa e ovviamente non riesce minimamente a recuperare l'inflazione, forse alcune persone preferirebbero il poco oggi che il nulla domani. Non so, mi sono posto questa riflessione perché il contesto generale dei rinnovi contrattuali mi pare essere in stasi totale in Italia e senza avere forza lavoratori, non riesco a capire quanto e soprattutto quando il sindacato possa ottenere ancora rispetto alla proposta ricevuta

  • Patrizia

    25/07/2023 - 13:29

    Cara Antonella, siamo fermi lì, niente date niente cambiamenti di posizione di confprofessioni. Patrizia cgil

  • Patrizia

    25/07/2023 - 13:24

    Caro Vincenzo, la manifestazione a Bologna, che mi auguro tu abbia visto, e stata convocata proprio perché siamo fermi e con noi molti altri contratti. Patrizia cgil

  • Vincenzo

    25/07/2023 - 13:15

    Sono già passati 20 giorni dall’ultimo incontro e ad oggi non si sa ancora nulla, molto bene! 🙂

  • Patrizia

    19/07/2023 - 10:29

    Cara Michela , è esattamente il contrario ! Questa manifestazione serve proprio per portare attenzione al tavolo delle trattative, non solo il nostro. Come puoi leggere dal volantino lo stato della nostra trattativa è quella descritta! Patrizia cgil

  • Michela

    19/07/2023 - 8:37

    Cara Patrizia, mi sembra che tutta l'attenzione negli ultimi giorni si sia spostata alla manifestazione del 21.07 a Bologna... Ma quindi le novità degli incontri dei primi di luglio? Si è bloccata la trattativa? Ci sono stati dei passi avanti? Ci sono dei spiragli per una chiusura a stretto giro?

  • Patrizia

    16/07/2023 - 4:46

    Scusa Tamara , capisco l'esasperazione che è anche nostra, ma non è possibile che tu non sappia che il sindacato non è un ministero dei contratti ne un centro servizi ma una associazione di rappresentanza ! Il che significa che dobbiamo confrontarci con la controparte, non c'è nulla di scontato ne di automatico, molto dipende dalla forza che si mette in campo come categoria. Confprofessioni non vuole fare il contratto o vuole un contratto che va bene solo a loro ? Si è possibile, possono farlo. In risposta Il sindacato puo mobilitare i lavoratori e noi dove siamo? Spiegami ti prego come fa essere colpa del sindacato? Le solite lamentele "noi non possiamo fare sciopero!" Sono scuse. Non facciamo niente eppure pretendiamo risultati ti sembra logico? Ci sono categorie più deboli di noi che si mobilitano noi perché no? Scusa lo sfogo ma almeno due concetti base cerchiamo di acquisirli. A Bologna il 21 c'è la protesta dei settori dei servizi senza contratto. E ' organizzata anche per noi ci andremo? parteciperemo? Oppure come sempre ci limitiamo al lamento? E vergognoso questo si, che una categoria di 1 milione di lavoratori non si organizzi e non si mobiliti e non rafforzi la risposta sindacale. Patrizia cgil

  • Tamara Turganti

    15/07/2023 - 20:50

    Buonasera, è vergognoso però che i sindacati non intervengano attivamente con i professionisti "datori di lavoro", non è possibile lavorare da oltre 5 anni senza adeguamento di stipendio, e che nei rinnovi passati era una presa in giro, qualche decina di euro, io lavoro da 40 anni in studi professionali, i rinnovi sono sempre stati lunghi, sofferti e addirittura senza una tantum di adeguamento per tutti gli anni di carenza. Aumenti spontanei in questa categoria non esistono ed essendo pochi se non unici dipendenti in ogni studio non abbiamo voce per farci sentire con scioperi come avviene per i servizi pubblici. Scusate lo sfogo ma siamo davvero stanche! Saluti cordiali

  • Patrizia

    14/07/2023 - 11:49

    Caro Andrea, la risposta c'è solo che non è tra le anteprime. Le trattative proseguono in modo informale non si sono mai interrotte per cercare di spingere per un accordo. Per noi non è pensabile non avere un contratto dopo 5 anni. Purtroppo confprofessioni ha altre idee non solo sulla parte economica. Stiamo spingendo ma ci vuole pazienza, e molto dura . Patrizia cgil

  • Andrea

    13/07/2023 - 20:10

    Ciao Patrizia, forse la prima tua risposta non è caricata sul blog. Presumo tu abbia risposto alla mia domanda della trattativa "sotto traccia", in quanto poi hai scritto Andrea bis. Grazie

  • Silvia

    13/07/2023 - 12:58

    Striscioni e cartelloni sono da fare assolutamente. Sicuramente ci sarà qualche servizio in tv e basta un’inquadratura per far parlare di noi. Striscioni semplici non con mille parole. “Rinnoviamo il contratto studi professionali” “studi professionali senza contratto dal 2018” “confprofessioni basta rinvii” “confprofessioni alza i salari”. E poi serve che sul palco, perché presumo ci sarà un palco, ci vada un funzionario e dica le cose come stanno. Senza mille giri di parole. Enunciando i numeri. Enunciando chiaramente quanto è lo stipendio nostro e quanto è quello delle altre categorie. Che si facciano nomi e cognomi di coloro i quali rinviano la trattativa e da cinque anni ci fanno vivere così. Parlando alla gente, senza riempirsi la bocca di frasi fatte. Grazie.

  • Patrizia

    13/07/2023 - 11:38

    Bis per andrea : questa è la prima iniziativa, ne seguiranno altre se sarà necessario. I.contrattibl fermi come vedi riguardano 7 milioni di lavoratori. Al di là delle belle parole in tv , la situazione è drammatica patrizia cgil

  • Andrea

    13/07/2023 - 0:33

    Patrizia quando scrivi che la trattativa prosegue "sotto traccia", cosa intendi? Non sono previsti incontri (considerando che ormai siamo a metà luglio...se ne riparla a settembre minimo) ma "sotto traccia" vuol dire che le parti sociali stanno dialogando cercando una quadra? O hanno lasciato tutto in stand by? Ti chiedo delucidazioni. Inoltre, circa lo sciopero del 21 luglio, è possibile estenderlo in altre città?

  • Patrizia

    12/07/2023 - 18:57

    Caro Luigi, siamo sempre li sai .. questi sono accordi raggiunti con aziende che al loro interno hanno una rappresentanza dei lavoratori organizzata che propone, fa una piattaforma e discute e sostiene quelle richieste. Ti risulta che noi abbiamo nulla del genere? il sindacato non fa i contratti da solo li fa con i lavoratori per la sua parte e discute con la controparte. Se noi vogliano essere rappresentati dobbiamo farci vedere e sentire possibilmente non solo qui o sul web perchè non serve ! patrizia cgil

  • luigi

    12/07/2023 - 18:51

    https://www.ilsole24ore.com/art/coca-cola-nell-integrativo-7-giorni-liberi-e-7730-euro-premio-triennio-AF4irHC?fbclid=IwAR3QCTIAif6K-6s6bG9VaSiywRYwPz7fe2sJEGBl7ROaRP6aUk5xmepJhTE&refresh_ce=1. Leggete c'è solo da imparare

  • Patrizia

    12/07/2023 - 17:54

    Cara Alessandra, certo! Se organizziamo un gruppo qui sul blog avverto le strutture filcams di Bologna per procedere. Possiamo anche fare un volantino qui sul blog da distribuire . Fateci delle proposte patrizia cgil

  • Alessandra

    12/07/2023 - 16:12

    Buongiorno, ma visto che il 21 luglio a Bologna si "scende in piazza", non si può portare un bello striscione con scritto "RINNOVO CONTRATTO STUDI PROFESSIONALI", di modo che Confprofessioni veda che anche noi protestiamo? E sulla base di questo, dimostrare in trattativa che anche i dipendenti degli studi professionali si fanno sentire?

  • Patrizia

    12/07/2023 - 14:40

    Caro Luca, anni di attività sindacale mi hanno insegnato che prima si individuano gli obiettivi e poi gli strumenti per raggiungerli. Ora, possiamo elaborare mille idee meravigliose io stessa sono stata in grado di produrne di molto fantasiose ma poi subito dopo va individuato "con chi" e "come" Puoi avere un'idea , però bisogna avere persone CERTE che aderiscano. E' indispensabile perché un'iniziativa riesca altrimenti è un buco. Altro che confprofessioni accetta subito. Prima costruiamo la rete che ci garantisca partecipazione certa e poi tutte le iniziative che vuoi. Senza lavoratori no party! Patrizia cgil

  • LUCA

    12/07/2023 - 14:17

    accettare la proposta economica di confprofessioni e tutto quello che manca monetizzarlo attraverso un monte ore di ferie/permessi in piu', ossia una riduzione di ore/giorni di lavoro (da spendere magari come libera professione?) oppure, visto che siamo professionisti e ci sappiamo gestire, abbassiamo la produttivita' fino a raccordarci con quanto ci pagano; se questo lo propone e lo pubblicizza il sindacato, confprofessioni accetta subito . un'altra battaglia da sindacato potrebbe essere quella dello sfruttamento della prostituzione intellettuale, perche' di questo si tratta quando il lavoro e' altamente specializzato e le paghe non proporzionate. tutti noi possiamo fare di piu', ma anche il sindacato deve ritagliarsi piu' visibilita'

  • Patrizia

    12/07/2023 - 13:18

    Caro Maurizio, è così , se si sta zitti saremo sempre trattati a pesci in faccia e per paradosso ce la prenderemo con il sindacato e non con la nostra controparte .... che è il massimo! Descrivi i tuoi colleghi .. ecco questa è la situazione. I metalmeccanici numericamente sono meno di noi . Cosa ci mettono a fare sciopero? due minuti .. io li vedo qui a Padova , sono lavoratori non funzionari. Hai ragione l'edilizia ha un bel contratto e un sistema bilaterale con la cassa edile molto efficiente anche qui hanno una lunga storia di organizzazione dei lavoratori , strutture tutte cose che a noi mancano. Si sono guadagnati tutto sul campo. Eppure anche loro sono minacciati dai contratti pirata. C'è molto da fare nel mondo del lavoro e temo arriveranno tempi tanto duri., ci sarà bisogno di riscoprire la difesa collettiva. Patrizia cgil

  • Patrizia

    12/07/2023 - 13:09

    Cara Michela, non dirlo a noi che siaamo in prima linea.. non sappiamo nulla. La trattativa continua ma non c'è nulla di deciso, immaginati due eserciti che si fronteggiano in attesa della battaglia. Aspettiamo noi, aspettiamo tutti. Appena abbiamo notizie un nano secondo dopo vi informeremo. Patrizia cgil

  • Patrizia

    12/07/2023 - 13:06

    Cara Giulia, grazie per l'articolo. Come vedi praticamente non dice nulla, non entra nel merito, come si direbbe nella ciccia. La trattativa è congelata e sta continuando sotto traccia, questa intervista fa parte di questa fase. Potessimo dichiarare sciopero in massa li costringeremmo all'accordo. Cara Giulia , di squadre scarse ce ne sono tante in sindacato e vanno difese tutte al massimo delle nostre possibilità. io ho fatto una scelta di campo tanti anni fa , mi sono iscritta alla cgil per fare la mia parte nella cattiva e nella buona sorte, è questo lo spirito . La tessera serve a questo per fare lavoro sindacale senza certezza del risultato . E' il mio interesse è il vostro, altrimenti controparte avrà una prateria dove pascolare e continuare a fare queste dichiarazioni senza senso. Quindi l'allenatore va stimolato ma la squadra deve fare di più non basta 1 tesserato ma tanti tesserati che possono fare rete e costruire una orgaNizzazione dei lavoratori che sappia stare al passo della nostra controparte senza complessi di inferiorità. Questa è la nostra sfida , non ci sono altre strade. Ma non siete stanchi di essere umiliati? patrizia cgil

  • Giulia

    12/07/2023 - 11:36

    https://www.economymagazine.it/studi-professionali-un-ccnl-senza-piu-tabu/ Articolo di ieri, firma confprofessioni. In pratica è una supercazzola per dire che i soldi non ce li danno, però ci danno sostegno per i nostri familiari. Praticamente ti dicono “se fai un figlio c’è il bonus asilo nido” il famoso Welfare, e grazie ma se prendo una miseria con cosa lo mantengo il figlio? Se una persona è sana e in forma, non ha figli i genitori stanno bene ecc non ha diritto ad avere più liquidità per godersi la vita? Anticipo la risposta di Patrizia “e non ti sembra un buon motivo per andare in sindacato?” Sì l’ho già fatto, spero ora che anche altri lo facciano e il sindacato come il più grande degli allenatori vinca la partita anche con una squadra scarsa. Altrimenti si può anche pensare di cambiare allenatore dopo 5 anni…grazie buona giornata

  • Michela

    12/07/2023 - 11:18

    Cara Patrizia, è ormai passata una settimana dal (l'ennesimo!) primo incontro, come mai non potete ancora dirci niente? Ci sono davvero delle novità o è come sempre tutto fumo negli occhi?

  • maury76

    12/07/2023 - 10:40

    beh... Ale un ral di 26mila negli studi gia' buono... tanti come me da oltre 30anni con mansioni da fiscalista manco arrivano a 21mila e x forze di cose si fa poi altri lavori o si muore. Non sapevo Simo ci fosse un contratto peggiore del nostro...immaginavo i portinai ma almeno loro han l alloggio a noi manco ci riconoscono l indennita' mensa che chi e' full time ogni giorno il pranzo se lo porta da casa x risparmiare od al bar meno di 10euro t attacchi. i metalmeccanici han na grande storia alle spalle, normale che appena dicano BOH gli rinnovano il contratto...son na marea. direi pero' che il contratto migliore oggi e' quello dell edilizia. gli impiegati/geometri dopo tot anni han il premio fedelta' ossia la 15°. a noi come premio fedelta' che danno? manco gli scatti di anzianita' che finiscono dopo tot anni ed erano ben da 7euro lordi. AHIME' se si sta zitti avremo sempre nulla... e come categoria siamo con tanti che tengono la testa sotto la sabbia e non ne vogliono sapere di blog e sindacati (vedo i miei due colleghi che x paura di ripercussioni evitano l argomento).

  • Patrizia

    12/07/2023 - 4:43

    Caro Simone, scusa avevo capito un'altra cosa I.contratti sono il risultato di una trattativa con una controparte. Non basta esporre le proprie ragioni chiedere e ci sarà dato! Si tratta e si porta a casa il massimo che si può. Ora se tu pensi che si possa ottenere di più devi anche essere disposto a sostenerlo con la controparte.,non basta il funzionario non basta un portavoce I lavoratori degli studi devono imparare dalle altre categorie : organizzarsi! Patrizia cgil

  • Patrizia

    12/07/2023 - 4:23

    Caro Alessandro, dovresti spiegarmi per quale strana ragione i salari bassi dovrebbero essere colpa del sindacato ? E davvero curioso che crediate a questa cosa! Chi ti paga? Mica il sindacato. Sono i professionisti che ci pagano lo stipendio e che non vogliono spendere , il sindacato cerca di ottenere il possibile. Pet il mestiere che fai dovresti saperlo! I metalmeccanici hanno una lunga e solida organizzazione sindacale al contrario di noi, fanno sciopero e sanno benissimo chi è la loro controparte, rafforzano l'organizzazione dei lavoratori per poter trattare da una posizione di forza. Noi siamo 6 lavoratrici degli studi conosciamo il settore e tutti i suoi problemi ma in 6 ti risulta che si ottengano risultati? Patrizia cgil

  • Alessandro

    11/07/2023 - 23:14

    Salve a tutti , sono dipendente di studio di consulenza del lavoro , sono laureato, ho finito da 5 mesi la pratica, successivamente sono stato inquadrato come 2 livello con superminimo. Sono rimasto scioccato dalla pochezza della paga base ,rispetto alla responsabilità che ho ogni mese su 350 persone. Mi sto chiedendo se continuare abbia senso, troppa differenza rispetto alle aziende come ral e tutto il contorno.. poi sicuramente le parti sindacali sono inutili, visto cosa non hanno ottenuto fino ad oggi. La scusa degli iscritti rappresenta la pochezza della categoria. Bisogna anche considerare che la maggior parte degli studi sono di piccola dimensione, pertanto anche la coesione non può essere la stessa di altri comparti. Non è possibile che il CCNL metalmeccanico in un mese abbi avuto aumenti da 90 a 160 , elementi perequativi, welfare e noi mai nulla. Anche l'ultimo arrivato, il semplice operaio guadagna meglio. Purtroppo farò la scelta di molti e me ne andrò .. il rapporto responsabilità e paga è vergognoso. Non posso pensare che l'unica alternativa sia prendere l'abilitazione. Probabilmente se andassi in azienda per la stessa mansione passerei da una ral da 26000 a 33.000..

  • Simone W

    11/07/2023 - 20:06

    Salve Patrizia, anche io come voi sono un dipendente di uno studio professionale. Mi premeva sottolineare che la proposta fatta da Confprofessioni è attualmente simile al peggior rinnovo contrattuale tra quelli chiusi (la metà circa) nell'ultimo anno, ovvero quello dei 100.000 del settore vigilanza. Credo si possa chiedere qualcosa di più, anche perché Confprofessioni impiega molti laureati (persone che hanno speso soldi per dar loro competenze), una via di mezzo tra il peggiore (vigilanza appunto) e i migliori (metalmeccanici, bancari ecc...)

  • Patrizia

    11/07/2023 - 19:51

    Caro Simone w. Ti ringrazio del tuo messaggio ma questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali e collegato al circuito filcams cgil. Conosciamo bene l'accordo sulla vigilanza. Patrizia cgil

  • Patrizia

    11/07/2023 - 19:51

    Caro Simone w. Ti ringrazio del tuo messaggio ma questo è un blog dedicato ai dipendenti degli studi professionali e collegato al circuito filcams cgil. Conosciamo bene l'accordo sulla vigilanza. Patrizia cgil

  • Simone W

    11/07/2023 - 17:56

    Salve, leggo il blog da qualche settimana ed ho ben compreso tutte le difficoltà che purtroppo esistono per il rinnovo contrattuale data la scarsa forza che la categoria può portare al tavole delle trattative, per le ragioni note. Voglio sottolineare che i termini del rinnovo che vengono proposti, ovvero 140 euro lordi, sono più o meno pari al PIU' MISERABILE contratto collettivo finora stipulato, ovvero quello della vigilanza privata. Lascio a voi ogni commento. " solo pochi spiccioli di aumento (140 euro lordi spalmati in 4 anni), e solo per il livello più diffuso, partendo da una base di 650 euro netti mensili. E 400 euro una tantum per le guardie giurate (la vigilanza, se armata, è pagata meglio nel contratto)."..Quì i dettagli. https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2023/06/02/vigilanza-privata-dopo-7-anni-contratto-con-elemosina-da-028-centesimi-lora-0161003

  • Patrizia

    11/07/2023 - 14:29

    Caro Andrea, la trattativa è no stop. Continua in questi giorni. Non esce un comunicato per questo, vorremmo chiudere ma bisogna vedere se ci sono I margini, questo non lo sappiamo. Aspettiamo come tutti. Patrizia cgil

  • Patrizia

    11/07/2023 - 14:26

    Caro Maurizio, abbiamo a che fare con un mondo antico .. Pensa solo alla battaglia che i professionisti hanno fatto sul giusto compenso ma il giusto salario? Il salario minimo? Mistero patrizia cgil

  • maury76

    11/07/2023 - 9:34

    indubbio che è durissima. Come hai sempre spiegato Patry e' una guerra persa dall inizio contro un muro di gomma tipica della categoria dove vige il principio OFFRO IL MINIMO x AVERE IL MASSIMO. tra le condizioni in base all aumento concesso dovrebbe esserci l adeguamento orario. se offrono na miseria si riproporziona il monte ore mensile e da 40 si scende a 38/36 o quel che sara' . Lo so utopia... ma sarebbe solo correttezza nei nostri confronti. Magari si svegliano... Attendiamo eventi... grazie Patry

  • Andrea

    10/07/2023 - 23:46

    Quando uscirà il comunicato ufficiale circa l'esito della due giorni di incontri? È possibile conoscere le prossime mosse? Incontri successivi sono previsti a settembre? Grazie

  • SILVIA

    10/07/2023 - 22:31

    Buonasera, grazie mille per l'ultimo aggiornamento. Spero che si riesca ad ottenere un buon contratto grazie a tutti per il vostro lavoro.

  • Patrizia

    10/07/2023 - 20:09

    Caro luigi, vorremmo dirvi di più ma veramente non è possibile fare previsioni o ipotesi . So solo che è durissima patrizia cgil

  • Patrizia

    10/07/2023 - 20:05

    Caro Alessandro, capisco ..ma non posso davvero fare nessuna previsione. Teniamo le dita incrociate .patrizia cgil

  • Alessandro

    10/07/2023 - 20:00

    Buonasera, è possibile interpretare il protrarsi della trattativa oltre le 2 giornate previste, come un segnale che qualcosa di serio finalmente si stia muovendo e che non siamo così lontani da un possibile accordo? Grazie mille per tutto ciò che fate ogni giorno!

  • Luigi

    10/07/2023 - 17:27

    Buonasera, la trattativa non è conclusa è ancora aperta no stop, significa “sono stati incontri molto positivi manca poco per chiudere quindi il colloquio è giornaliero e molto fitto, potremmo chiudere a breve” ? Oppure “gli incontri ci sono stati, sono andati bene ma non abbiamo ancora chiuso, ci aggiorniamo ai prossimi incontri” ?

  • Patrizia

    10/07/2023 - 14:40

    Caro Enrico, detta così pare logico... dovreste partecipare ai tavoli di trattativa.. la logica scompare! Patrizia cgil

  • Enrico

    10/07/2023 - 14:25

    L' obbiettivo è un adeguamento alla normalità dei minimi contrattuali, sino ad oggi importi ridicoli, da fame....

  • Patrizia

    08/07/2023 - 15:44

    Caro Enrico la trattativa non è conclusa , dopo la due giorni e rimasta aperta. Aspettiamo notizie. Pubblicheremo immediatamente qui sul blog il comunicato sindacale appena sarà ufficiale. Patrizia cgil

  • Patrizia

    08/07/2023 - 15:42

    Caro Ivano, la trattativa non è conclusa aspettiamo notizie. Patrizia cgil

  • Ivano

    08/07/2023 - 13:49

    Buongiorno, nessuna novità dalle giornate del 5/6 scorse? Grazie mille

  • Enrico Burchietti

    08/07/2023 - 12:16

    buongiorno,quando si potranno avere notizie sulla trattativa?uscira un comunicato ufficiale ?..grazie per il vostro impegno

  • stef

    07/07/2023 - 16:39

    IO comunque non capisco, avevamo detto di inondare i social di confprofessioni, e niente, possiamo organizzare uno sciopero, non si muove nulla. Oggi intanto c'era uno sciopero di 4 ore dei metalmeccanici. Perchè non ci muoviamo in qualche modo ? grazie e buon lavoro

  • Patrizia

    07/07/2023 - 14:49

    Non abbiamo ancora notizie , appena le avremo le comunicheremo subito patrizia cgil

  • Vincenza

    07/07/2023 - 12:46

    Si può avere un aggiornamento sugli ultimi incontri? Grazie.

  • Elvana

    07/07/2023 - 12:44

    Buongiorno. Ci sono novità sul rinnovo? Come sono andati gli incontri ?

  • Patrizia

    06/07/2023 - 19:21

    Cara Viviana il contratto non è stato rinnovato, siamo in piena trattativa. Quando, spero, si firmerà lo troverai qui sul blog. Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/07/2023 - 19:19

    Ciao marina , il tuo tono mi rassicura! Gli incontri si sono tenuti, forse è ancora in corso quello di oggi. Non sappiamo nulla di come sia andata. Stavo cercando il tuo indirizzo mail per scriverti. Ciao patrizia cgil

  • Marina

    06/07/2023 - 18:32

    Buonasera a tutti, Patrizia cara una sola domanda ma effettivamente questi incontri si sono tenuti oppure non si sa nulla in generale? Ad ogni buon conto come sempre resto a disposizione per qualsiasi cosa ti abbraccio. Mi rendo conto che siamo a luglio, che siamo lavoratrici siamo piene di atti, di clienti, siamo mamme, casalinghe e tanto tanto altro....SI SIAMO DONNE vorrei dire meno male. Patrizia quando vuoi per organizzare assemblee ricordati che ci sono, se posso davvero essere utile a disposizione. Auguro Buon lavoro a tutti

  • viviana

    06/07/2023 - 18:24

    Buonasera, se il contratto per gli studi professionali è stato rinnovato dove lo trovo, per leggerlo e scaricarlo in pdf? Forse questo messaggio è ripetuto perchè non ho capito se, il mio precedente messaggio è andato a buon fine. Grazie e buon lavoro

  • Patrizia

    06/07/2023 - 15:01

    Ciao, le trattative sono in corso non sappiamo nulla. Patrizia cgil

  • Patrizia

    06/07/2023 - 15:00

    Caro olaf, la battuta non è spiritosa. Patrizia cgil

  • Giorgia

    06/07/2023 - 10:34

    Per Ivano: pagare entro il 30 giugno cosa? Ahah, io ad oggi non ho ancora preso lo stipendio di maggio, figuriamo quando mi pagherà quello “doppio” di giugno…. Però l’F24 dei contributi sulla mia paga quello sì, non tarda un giorno, altrimenti poi ci son sanzioni ed interessi…. invece lo stipendio pagato con più di un mese di ritardo si risolve con un “grazie per la pazienza”…. Traete voi le conlusioni…. La colpa è anche dei clienti, che prendono il commercialista come l’ultima ruota del carro, chiedono e pretendono, ma poi è l’ultimo che pagano, e se il cliente non paga, lo stipendio non si prende…. Siamo proprio una categoria snobbata e non capisco il perché, noi lavoriamo in anticipo e poi speriamo di essere pagati…. Invece no, dal Notaio, se non lo paghi, l’atto mica te lo registra, e l’avvocato che chiede 100€ per scrivere due righe che ti potresti scrivere tu, ma senza carta intestata non valgono nulla? Non lamentiamoci della controparte nella trattativa, è la mentalità di fondo che andrebbe cambiata…. speriamo si smuova qualcosa in questi 2 giorni, qua la situazione è sempre più drammatica 🙁

  • maury76

    06/07/2023 - 9:18

    Articolo 126 Quattordicesima mensilità In coincidenza con il periodo delle ferie e non oltre il 30 giugno di ogni anno verrà corrisposto a tutti i lavoratori una quattordicesima mensilità di importo pari a una mensilità della retribuzione globale mensile di fatto in atto allo stesso 30 giugno. Il pagamento della quattordicesima mensilità avverrà comunque anche nel rispetto dei tempi tecnici necessari per l'elaborazione del libro unico del lavoro

  • Olaf

    06/07/2023 - 9:13

    E quindi ??? 90% Donne??? Si possono avere degli aggiornamenti? Grazie.

  • Daniela

    05/07/2023 - 15:50

    #StudiProfessionali - Riprendono le trattative di rinnovo del #Contratto nazionale scaduto il 31 marzo 2018. Un contesto ampio e frammentato con oltre 1 mln di lavoratori subordinati, per il 90% donne, e 400mila praticanti e partite IVA

  • Alessandro

    05/07/2023 - 13:59

    Buongiorno, ci sono novità sull'incontro odierno? È stato effettuato?

  • Ivano

    05/07/2023 - 9:52

    Buongiorno a tutti, incrociamo le dita x oggi e domani.Ho letto un'articolo nel quale si dice chi il nostro contratto prevede il pagamento della 14° entro fine Giugno, è vero? Oppure è legittimato anche il pagamento entro il 10Luglio, con la busta paga di Giugno? A voi come viene pagata? Grazie mille.

  • Patrizia

    04/07/2023 - 16:22

    Cara Alessia, purtroppo non si va a sensazioni ma a volontà..noi abbiamo la ferma volontà di arrivare all'accordo , rinviare per dei mesi è improponibile per una categoria con stipendi bassi e che non ha un.contratto da 5 anni senza contare il pregresso. Certo un accordo il migliore possibile e non a tutti i costi. Il pressing ti assicuro e forte , se facessimo uno sciopero o qualche protesta sarei più ottimista. Quindi... in conclusione non so! Patrizia cgil

  • Alessia

    04/07/2023 - 12:49

    Buongiorno, a prescindere dal fatto che con la spinta dei lavoratori tutto sarebbe più facile, che che si cercherà di chiudere al meglio, da un giorno all’altro può cambiare tutto ecc…Ma ora nel momento in cui scriviamo qual è la sensazione del sindacato? Sicuramente ne ha una in base ai precedenti incontri e allo scambio di mail/telefonate/documenti. C’è nell’aria una chiusura nelle prossime settimane? Pensano di farcela per fine anno? Oppure è talmente distante l’accordo che se ne parlerà l’anno prossimo? Grazie.

  • maury76

    04/07/2023 - 8:38

    ... l adeguamento istat come l indannita' mensa andrebbero messe in ogni caso che siamo gli unici a non avere uno straccio di ticket a pranzo. son cose che nel 2023 manco si dovrebbero chiedere ma sappiamo la grande considerazione della controparte per i suoi dipendenti. domani tutto pronto? vediamo se scappano nuovamente da codardi che dopo tutte ste riflessioni e pause avranno na mega proposta da fare ai sindacati 🙂

  • Marco

    03/07/2023 - 7:53

    Proposta. Accettare il misero aumento proposto da Confprofessioni ma con clausola di salvaguardia aumento tabelle in base al 100% ISTAT. Mi sembra una proposta equa.

  • Patrizia

    02/07/2023 - 10:45

    Caro olaf, tutto è meritorio. Ma ci sono strade chiuse. Quella del parlamento è della politica e una di quelle strade. I contratti riguardano i lavoratori I datori di lavoro e le loro rappresentanze. Sono ruoli definiti dalla costituzione , codice civile e accordi vari. La politica può essere solo un interlocutore ma non fa i contratti, crederlo significa cercare solo una protezione che non può esserci. Il sindacato non è un ministero è parte sociale di rappresentanza dei lavoratori, i lavoratori devono essere parte attiva altrimenti non si riesce ad essere efficaci. E così difficile da capire o fa comodo pensare ad un capro espiatorio? Patrizia cgil

  • Patrizia

    02/07/2023 - 10:38

    Caro Alessandro ci metteremo tutto l'impegno e il cuore possibile. Ci piacerebbe avere tanti colleghe e colleghi con noi a darci una mano avremmo molte più possibilità. Patrizia cgil

  • Patrizia

    02/07/2023 - 10:32

    Caro Walter, le assemblee e le riunioni web si fanno da due anni con l'inizio del covid. Stiamo già vedendo i vantaggi ma anche i grandi limiti di questa modalità. Stiamo cercando di tornare al fisico ogni volta che si può. In questi 20 anni abbiamo fatto molte cose partendo dal blog ,tutto quello che era possibile e anche di piu. Dalla mia esperienza passata e presente ti dico che l'aggregazione solida e duratura da virtuale, che e solo uno strumento, deve arrivare al fisico e questo dipende esclusivamente dai lavoratori e dalla loro volontà e non dal mezzo, quindi se hai delle proposte e idee portale alla sede filcams cgil della tua città e lavoriamo insieme . E' semplice patrizia cgil

  • Walter

    30/06/2023 - 15:18

    Cara Patrizia, spero che in questi 20 anni di blog non corrispondano le sole 3 assemble web perchè in rapporto sono davvero poche per avere effettivamente un cambiamento dal virtuale al fisico. Il mio suggerimento infatti era assemble più frequente non per forza settimanali ma neanche annuali o semestrali. Sono davvero poche per ritenersi attivi nel web e poter creare aggregazione. Come può essere andare al sindacato iscriversi ed aspettarsi che il CCNL venga rinnovato subito.

  • Alessandro

    30/06/2023 - 15:08

    Buonasera, c'è qualche minima probabilità di chiudere la trattativa per il rinnovo con la 2 giorni di settimana prossima? Oppure la strada è ancora lunga? Grazie mille per tutto ciò che fate e aggiornare i lavoratori costantemente!

  • maury76

    30/06/2023 - 14:34

    beh... pure 4°livello e 4°S è un po na presa x i fondelli. oddio lo son tutti i livelli che chi e' fortunato almeno ad un terzo arriva o secondo ma nei casi peggiori muori a 4° o 4°S facendo x una vita fiscale & co.

  • Olaf

    30/06/2023 - 14:31

    Patrizia, l'iniziativa di Renato e' lodevole. Da 20 anni a questa parte, i sindacati che avrebbero dovuto tutelare i nostri interessi hanno fallito e lo continuano a fare!!! Considero inoltre le richeste che hanno avanzato i sindacati pressochè ridicole, inadeguate, e umilianti. Grazie comunque.....

  • Patrizia

    30/06/2023 - 11:57

    Cara Marianna gli aumenti tabellari minimi vanno con i livelli. Il problema del 3 livello e 3 super lo abbiamo presente , speriamo di risolverlo. L'ho subito anch'io. Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/06/2023 - 11:53

    Caro Walter, leggi bene... il "non coltivare illusioni " era in riferimento alle risposte della politica alle lettere di Renato , perché penso che la strada sia un'altra appunto nell'organizzazione collettiva e sindacale della categoria. Il blog ha più di 20 anni e abbiamo fatto solo piccoli passi dal virtuale al fisico. Abbiamo fatto 3 assemblee web e non siamo cresciuti granché.. 900 mail e 160 partecipanti .. il virtuale serve ma non basta. Il blog è nato proprio per dare una risposta su misura alla nostra categoria è coinvolgere lavoratrici e lavoratori , i numeri ci danno ragione però dobbiamo diventare reali è il momento di farlo. Recatevi nelle sedi sindacali della vostra città dobbiamo farci vedere e sentire. Questa è solo questa è la strada. Patrizia cgil

  • Patrizia

    30/06/2023 - 11:37

    Caro Renato, il blog è autogestito da lavoratrici , non è un servizio e nemmeno un organismo di rappresentanza. E 'una specie di assemblea virtuale permanente Facciamo il possibile per essere puntuali e rispondere a tutto ma per le risposte all'assemblea per una serie di motivi posso farlo la settimana prossima. Vorrei che tu capissi davvero ,non è mai semplice come credi tu. La rappresentanza delle professioni nei governi, in parlamento e nel sottogoverno e abbastanza per fare lobby,credimi. Per esperienza pluriennale ti dico che non è quella la strada, i partiti possono solo essere degli interlocutori ma la trattativa contrattuale non sta nelle loro competenze. Questo governo non vuole il salario minimo che a noi servirebbe non poco. Patrizia cgil

  • Renato

    29/06/2023 - 14:55

    Ciao Patrizia, in realtà su questa pagina https://www.camera.it/leg18/564?tiposezione=C&sezione=1&tabella=C_1_4 della camera ci sono le professioni dei parlamentari nel 2022 quando ancora il numero non era ridotto e i professionisti erano poco più di 100 su 600 e passa, quindi una % che non può determinare molto, fai anche che ora siano di più con Fratelli d’Italia ma non si supera comunque il 25%, il resto sono imprenditori, dirigenti, insegnanti ecc ecc. Io chiedevo delle risposte all’assemblea perché erano utili per un dialogo costruttivo nel blog prima dell’incontro di inizio luglio, solo questo.

  • Walter

    29/06/2023 - 13:33

    Cara Patrizia, per avere rappresentati veri bisogna coinvolgere la gente. L'idea di fare più assemble online ha proposito di creare network e di conseguenza aggregazione che da virtuale diventa fisica. Inoltre, il commento "ma non coltivare illusioni" è un messaggio negativo sia per chi ci legge, sia che per chi, come me, delle esperanze nel tuo lavoro e nell'iniziative volontarie e gratuite di qualcun'altro ci crede.

  • Patrizia

    29/06/2023 - 12:55

    Bis Renato naturalmente ti ringrazio dell'iniziativa ma non coltivare illusioni. Il blog è autonomo è gestito da 6 lavoratrici, i funzionari non intervengono qui, ci hanno fornito di uno strumento . Il sindacato ci lascia libertà e io sono fuori città e torno domenica Un po di pazienza ci vorrebbe no? Patrizia cgil

  • marianna

    29/06/2023 - 12:48

    Ciao Patrizia, è vero l'importante sono gli aumenti tabellari e come ho già detto secondo me è fondamentale slegarli dal livello di assegnazione che abbiamo in busta paga perchè per molti di noi è penalizzante. Io per esempio sono riuscita ad ottenere un superminimo non assorbibile ma con un livello 3 che mi penalizzerebbe in caso di aumenti che per il terzo livello sono sempre molto minimi... Secondo te questa cosa è fattibile? Grazie

  • Patrizia

    29/06/2023 - 12:07

    Caro Andrea, e semplice ,nei contratti ci sono gli aumenti tabellari Senza le iniziative dei lavoratori degli studi professionali di anni fa non sarebbe stato firmato mai un contratto negli anni 70, e in seguito dopo 10 anni di attesa . Quindi ha contato e molto. Ora ci vorrebbe non credi? Cosa è cambiato? Nulla patrizia cgil

  • Patrizia

    29/06/2023 - 12:03

    Caro marco quella norma e stata inserita come clausola di salvaguardia. Nel nostro contratto ancora non c'è. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/06/2023 - 12:01

    Caro Walter, tutto giusto ma non si può fare tutto in rete ci vuole anche l'organizzazione fisica potremmo avere i.nostri delegati al tavolo delle trattative. il sindacato è una associazione di rappresentanza ci vogliono rappresentati veri. Il blog serve anche a questo noi siamo aperti a tutte i cambiamenti. Le parole sul blog sono di tutti naturalmente non solo tue ,bisogna passare ai fatti. Patrizia cgil

  • Patrizia

    29/06/2023 - 11:56

    Caro Renato le risposte devo darle io. La settimana prossima sarò in grado di farlo. Come vedi le trattative riprendono il 5 e 6 luglio.in parlamento sono tutti avvocati commercialisti e consulenti. Sanno benissimo che il contratto è scaduto e inoltri stipendi credimi. Patrizia cgil

  • Renato

    29/06/2023 - 11:48

    Buonasera, Vi ragguaglio sull’invio delle mail, ne ho già inviate più di 20 a trasmissioni, politici ecc e ho già ottenuto un riscontro. La segreteria di un onorevole mi ha risposto che il tema è interessante e meritevole di intervento e mi ha promesso che girerà la richiesta a chi se ne occupa direttamente nel partito e nel parlamento per vedere cosa fare. Mi ha anche detto in ogni caso di tenerlo aggiornato sullo stato della trattativa. Non aggiungerò altri dettagli perché qui ci legge chiunque. Patrizia senza polemica davvero, hai detto che il sindacato è pronto ad aiutarci per ogni iniziativa, potrebbe iniziare a farlo ritagliandosi un attimo di tempo per rispondere alle tante richieste e domande pervenute in assemblea oramai risalente a quasi un mese fa? Grazie.

  • Patrizia

    29/06/2023 - 11:41

    Le trattative riprendono il 5 6 luglio patrizia cgil

  • Walter

    29/06/2023 - 0:10

    Cara Patrizia, sono completamente d'accordo con te ma sono anche propositivo vero cercare consensi con gli strumenti telematici. Noi meglio di chiunque altro sappiamo che ormai le procedure burocratiche o di comunicazione le effettuiamo dietro a nostri schermi. Dato che continui a ripete da anni "sono contratti che si discutono e si stipulano tra libere parti rappresentative che hanno il sostegno dei propri iscritti" sarebbe anche positivo pensare che si possono avere più iscritti se si discute. Come possiamo discutere facendo delle assemblee online. Cercare di farle più frequenti con cadenze settimanali. Questo è un lavoro che richiede sforzo e coinvolge tutti noi. Se davvero pensassi che sono parole che rimangono nel blog non avrei perso tempo a scriverle.

  • MARCO

    28/06/2023 - 17:48

    L'adeguamento all'inflazione è sacrosanto, e nel contratto dei metalmeccanici è una clausola di salvaguardia, quindi con inflazione zero non ci sarebbe nessun aumento istat ma solo l'aumento stabilito dal rinnovo, quindi un aumento ci sarebbe. Dovrebbe essere inserito in ogni rinnovo. Inoltre l'indice ipca-nei è obsoleto l'inflazione è ben più alta di quanto indicato nell'indice ipca-nei. Bene lo sanno le colf che senza alzare un dito, grazie alla clausola dell'innalzamento in base all'indice FOI e non ipca-nei hanno ottenuto un bell'aumento. l'inflazione tenderà ad essere, nei prossimi anni, almeno al 2%.

  • Andrea

    28/06/2023 - 16:47

    Patrizia, non credo che le assemblee a padova e firenze siano avvenute né nel 1974 né negli anni 80, altrimenti parleremmo di fatti di 40-50 anni fa. Quali risultati hanno avuto sul trattamento economico del nostro contratto, visto che testualmente dici che "anni fa hanno funzionato"? Risultati concreti, oggettivi e misurabili, altrimenti non riesco a capire a cosa ti riferisci, grazie

  • Patrizia

    28/06/2023 - 11:51

    Caro Walter certo! Infatti il blog segue l'evoluzione dei tempi come tutti i nuovi strumenti.. ma una cosa è l'organizzazione e un'altra le iniziative... ci piacerebbe tanto fare un flash mob figurati! ma con chi? Siete solo dei nomi sul blog. Ci vuole organizzazione fisica per dare continuità ad un'azione sindacale, ci vogliono delegati eletti per dare rappresentanza alla categoria e inoltre per fare cose nuove , dare idee nuove , noi siamo pronti ma voi dove siete? L'organizzazione serve l'organizzazione per dare gambe alle idee ! Altrimenti rimangono parole qui sul blog , ne abbiamo spese anche troppe no? Patrizia cgil

  • Patrizia

    28/06/2023 - 11:45

    Caro Andrea, il primo contratto di categoria è del 1974, prima non c'era nulla. Solo con il movimento sindacale si è ottenuto un contratto. Io ne sono testimone. Negli anni 80 senza organizzazione sindacale abbiamo saltato 10 anni di rinnovo contrattuale e solo grazie alla pressione dei lavoratori abbiamo costretto controparte al tavolo, ne sono testimone anche di questo. Si è perso memoria ma io ricordo bene. A padova si è tenuta un'assemblea regionale con coordinamenti provinciali in tutte le città del Veneto. A Firenze una assemblea nazionale con rappresentanze da tutta Italia. Io ho organizzato e partecipato. Non sono unicum, fa comodo crederlo. In realtà non c'è nulla di anacronistico nell'organizzazione, costa fatica e tempo e nessuno di voi vuole farlo, volete il prodotto finito come in un supermercato senza alzare un dito ma non funziona così , te lo posso assicurare. Senza organizzazione sindacale dei lavoratori degli studi non avremmo nemmeno un contratto sarebbe ora lo capissimo. Patrizia cgil

  • Patrizia

    28/06/2023 - 11:34

    Cara Marianna, ci si prova, può essere uno strumento importante ma teniamo conto che l'inflazione alta e un danno anche per i lavoratori , se e bassa o 0 non scatta nessun aumento, quindi non prendiamo abbagli. Il tema vero sono gli aumenti tabellari vero. Patrizia cgil

  • marianna

    28/06/2023 - 10:20

    Buongiorno, si potrebbe prendere a riferimento il contratto dei metalmeccanici. Rinnovato nel 2021 per il periodo 2021-2024 dove hanno inserito una clausola di garanzia che adegua ogni anno a giugno le retribuzioni all'aumentare del costo della vita. A giugno di ogni anno il contratto prevede la verifica dell'andamento inflattivo dell'anno precedente e scatto l'aumento. Visto che quando i santi in paradiso vorranno il rinnovo e chissà poi quando sarà il prossimo rinnovo, si potrebbe proporre. E' fattibile secondo voi? Sono assolutamente consapevole del potere dei contratti dei metalmeccanici...

  • Andrea

    27/06/2023 - 15:24

    Scusa Patrizia, in merito al tuo messaggio del 27/06/2023 - 12:36, in che senso "anni fa ha funzionato"? In quali anni il trattamento economico del nostro contratto era in linea con quello di altri settori? A me non risulta, a te si? Siamo sicuri che questa organizzazione anacronistica possa davvero rappresentare noi iscritti? Parli spesso di qualche evento organizzato su Padova. A parte essere un unicum, nel concreto che effetti ha avuto sulla parte economica della contrattazione collettiva nazionale o regionale?

  • Walter

    27/06/2023 - 14:45

    Cara Patrizia, L'esperienza maturata si evolve e cambia sia nella forma che nel messaggio. Ho menzionato nuovamente organizzazione sindacale perchè non sta funzionando. Com'è possibile che sia più agevole organizzare un flash mob che una protesta di lavoratori?. Non si potrebbero fare più assemble online per discutterne e confrontarci.

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:36

    Caro Walter, completo la risposta. I tesserati servono per organizzare delle iniziative sindacali credibili. Ho detto.molte volte quale è il nostro modello organizzativo sulla base della nostra esperienza. Coordinamenti provinciali regionali e nazionali collegati al blog. Ha funzionato anni fa e funzionerebbe anche ora. Dipende da tutti noi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:31

    Caro Maurizio, l"ipca misura l'aumento del costo della vita e un dato oggettivo . La proposta iniziale sindacale è stata superata da covid e inflazione siamo in piena trattativa è puoi capire da te che di trattativa si tratta .. Puntiamo a superare i 140 eal massimo che si può ottenere. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:26

    Caro marco l"ipca è un dato oggettivo neutro ,misura l'aumento dei costo della vita europeo. E un dato che serve a tutte e due le parti pet discutere. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:22

    Caro.luca, non funziona così, non c'è nessun automatismo ,tutto si conquista e bisogna tanto lottare e fare fatica. Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:20

    Cara Nada, conosciamo tutte queste situazioni siamo tutte lavoratrici degli studi. Non è vero che non si può fare nulla Io ne sono testimone. In realtà non si vuole fare nulla perché vogliamo il servizio. Non funziona così. Attenzione: il sindacato è una associazione di rappresentanza non fa le leggi! Quelle le fai il parlamento o il governo,.non fare confusione Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:12

    Caro Roberto, capisco il tuo ragionamento Noi puntiamo al massimo risultato possibile l, chi è al tavolo sa quando e il momento di chiudere. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:09

    Cara Gina le novità ci sono stiamo aspettando le conferme ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:04

    Ciao stef, chiama! Di che città sei ? Sono cose che si risolvono via! Patrizia cgil

  • Patrizia

    27/06/2023 - 12:03

    Caro Walterla parte economica i rinnovi contrattuali vengono discussi sulla base dell"ipca che è un parametro europeo concordato sulla base di un paniere. Attenzione che quando l'inflazione era a 0 non si riusciva a rinnovare i contratti. Si discute ovviamente. Patrizia cgil

  • Nada

    27/06/2023 - 11:30

    Buongiorno, da tempo leggo il blog e sono sintonizzata sulle fasi della trattativa di rinnovo del CCnl. Sono una geometra che lavora in uno studio di ingegneria e sono dipendente da 3 anni dopo 20 anni di partita iva subita. Direte perché hai preferito sottostare a questa vergogna? Perché non c'era realtà lavorativa che teneva il confronto. Battevo quando possibile il pugno sul tavolo del datore di lavoro, ho avuto anche scontri. Il mio è un ambiente tossico fatto di una realtà piuttosto clientelare, dove i lavoratori in origine hanno stipulato patti personali con i soci. Io non ero: figlia di..., nipote di... amica di... Ho rischiato di essere mandata più volte a casa perché chiedevo quello che davano a tutti e a me no. Oggi sono ancora qui perché non ero così "accia" nel mio lavoro. Perché sono dipendente? Per un caso fortuito, la società sta cambiando, sono subentrati soci nuovi e loro stanno invecchiando e per non chiudere la società la stanno vendendo. Arrivando al dunque: il contratto qui è una parvenza per i veterani, ma una realtà per i nuovi assunti che vedono stipendi ridicoli non paragonabili alla professionalità richiesta per architetti, ingegneri e geometri. Stiamo parlando di uno studio che fattura 10 milioni di euro l'anno. In poco tempo sono arrivata al II livello dopo l'assunzione sempre li a chiedere e prendo 1450€ e come me o poco più, li prendono anche architetti e ingegneri non apprendisti nuovi assunti che hanno già esperienza. Questo è un contratto vergognoso e non dignitoso della professionalità acquisita in anni di dura gavetta. Un quadro qui prende 1800 euro. Non abbiamo rappresentanza sindacale e l'argomento è ostico nonostante se ne parli. I giovani vengono tenuti lontano dalla problematica, nessuno vuole rischiare di esporsi e poi ci sono favoritisimi, troppi. Per cui sarà sempre impossibile per questo comparto esporsi in scioperi e manifestazioni, perché la maggior parte fanno parte di piccole e piccolissime realtà e quelle grandi hanno accordi ad personam e Confprofessioni questo lo sà! Solo a livello mediatico e sindacale si può smuovere la situazione. Io nel mio piccolo cerco di sensibilizzare ma non trovo appeals. I lavoratori non si espongono e i sindacati adducono scuse, mi spiace dirlo ma molto spesso di sono fatti complici di scelte vergognose nel deperimento dei diritti dei lavoratori, basti vedere l'abbattimento dell'art. 18, la diminuzione delle tutele dei lavoratori e l'avvento di tutti quei ridicoli contratti a termine che hanno massacrato e deprezzato il lavoro e la dignità delle persone. Noi siamo colpevoli altrettanto di ignoranza, di non informarci adeguatamente e di prendere per oro colato tutto quello che i media ci propongono. La visione clienterale e di raccomandazione e poco meritocratica in Italia è genetica, se non viene eradicata questa visione la società non cambierà e penserà che tanto troveranno modo di farla franca a dispetto dei mancati diritti.

  • Roberto

    27/06/2023 - 11:13

    Buongiorno, io personalmente dell'una tantum risponderei a confprofessioni di lasciar perdere 250€ è ridicolo ma tanto le cifre giuste sarebbero migliaia di euro, quindi impossibili. puntiamo tutto sull'adeguamento dello stipendio: il concetto dovrebbe però essere che una cosa è l'aumento per il prossimo contratto di 3 anni con la solita spalmatura una cifra di 150-200 euro può anche andar bene (sperando in una inflazione che si stabilizzi) però ci vuole anche l'adeguamento immediato per recuperare il potere d'acquisto (e non sarebbe un aumento ma appunto adeguamento. uno stipendio di 1300 netti ad aprile 2018 a dicembre corrispondeva a 1510. quindi 210 € di adeguamento immediato. al posto dell'una tantum ci vorrebbe la retroattività del contratto dal 1/1/2023 e si recupererebbe qualcosa.

  • gina

    27/06/2023 - 10:51

    Patrizia il tuo messaggio del 13/06/2023 - 19:55 diceva che "Stiamo aspettando solo di vedere se a brevissimo si muove qualcosa.", sono passati un po' di giorni, ci sono novita'? non vi sembra il caso di promuovere qualche iniziativa? Grazie gina

  • Marco

    27/06/2023 - 7:59

    Buongiorno Patrizia, non ho capito bene. La proposta di Confprofessioni è quella legata all'indice ipca? In caso contrario quale è la proposta fatta dal sindacato in base all'indice ipca (indice aggiornati a giugno 2023)? Nella riunione on line non è stato riferito. Grazie

  • stef

    26/06/2023 - 17:01

    " Salve mi può scrivere il suo numero di telefono e la chiamiamo io o il mio collega perchè questa settimana siamo molto oberati. Guardiamo come fare magari per la prossima oppure ci sentiamo telefonicamente. " Ecco qua il sindacato della mia città. IO, come ho già detto, sono stremata con due titolari sessisti, loro o pigiano un tasto o stanno al telefono. Due cose insieme non riescono. E devo interloquire con il sindacato per telefono perchè oberato?? Io non sono oberata. Ma per favore !!!!!!!!!! L'unica soluzione per i più giovani è lasciare quanto prima questa professione.

  • Walter

    26/06/2023 - 14:36

    Credo sia vitale contrattare con l'adeguamento Istat per il prossimo rinnovo in modo tale da essere tutelati da possibili ritardi futuri. Avrei una domanda riguardo l'organizzazione sindacale di cui tanto si parla. Se tutti quelli che segueno il blog (dato reperibile dalle statiche del blog) partecipassero o si iscrivessero al sindato in tempi brevi circa un mese. Entro quanto tempo effettivamente da parte dell'organizzazione sindcale si potrebbe avere questa forza contrattuale di cui tanto si parla? Chiedo questo perchè si scrive ripetutamente che siamo noi lavoratori quelli che possiamo fare la differenza ma il concetto di organizzazione sindacale di cui si parla è un tema che viene trattato troppo vagamente. Chiedo a tutti i colleghi cosa pensano effettivamente dell'organizzazione sindacale? Perchè leggendo il blog ogni giorno si leggono commenti dispersivi e poco attuativi. Con questo criterio anche il sindacato stesso dovrebbe cercare di parlare di dati e necessità anche a livello di numero. Ad esempio in lombardi quanti siamo e quanti servono e cosi con le altre regioni. Facciamo un lavoro intelletuale e abbastanza concreto e leggendo il blog sembra che il nostro lavoro sia filosofico ed idealista. Il mio è un commento riflessivo e non vuole essere una critica a nessuno. Attendo una vostra risposta alla mia domanda sopratutto perchè "solo con i numeri" (come ripete Pratizia) possiamo davvero fare la differenza.

  • LUCA

    26/06/2023 - 13:15

    DOVREBBE ESSERE UNA REGOLA SACROSANTA QUELLA DELL'INDIZZAZIONE ALL'ISTAT, UN DOVERE MORALE DELLA SOCIETA' NEI CONFRONTI DEL LAVORATORE; IL TITOLARE DOVREBBE SEMPLICEMENTE ADEGUARSI A TALE REGOLA SE VUOLE ESSERE AIUTATO NEL PROPRIO LAVORO DA ALTRI, ALTRIMENTI DOVREBBE SBRIGARSELO DA SOLO IL LAVORO; NON CHE GLI VIENE DATA LA POSSIBILITA' DI ASSUMERE IN NERO CON UN ISPETTORATO DEL LAVORO SOTTODIMENSIONATO CHE NON RIESCE A FARE I CONTROLLI DEL CASO;

  • maury76

    26/06/2023 - 12:07

    grazie Patry... ed in base all ipca di che cifre stiamo parlando? insomma il sindacato avra' messo su carta una cifra sotto la quale non andare. di che cifre stiamo parlando se avete rifiutato i 250 e 140... giusto x un idea... penso un pensiero comune a tanti che non vogliamo sogni ma valide realta' 🙂

  • Patrizia

    26/06/2023 - 11:53

    Caro Maurizio, le richieste non sono libere ma vanno fatte applicando l'ipca e poi si tratta , si porta a casa quello che si puo e si riesce. La fillea è una categoria organizzata sindavalments , altro mondo. La domanda /offerta e il mercato non si applicano. Il recupero automatico ell'istat in caso di mancato accordo non c'è nel nostro contratto in altri si. Patrizia cgil

  • Patrizia

    26/06/2023 - 11:49

    Cara stefi aspettiamo in questi giorni notizie sulle nuove date e poi decidiamo. Ciao patrizia cgil

  • Andrea

    26/06/2023 - 11:38

    Buongiorno, siamo pronti con le iniziative? A qausi un mese dal rinvio non abbiamo ancora una data per i nuoivi incontri. Credo sia ora di avviare un'iniziativa concreta.

  • maury76

    26/06/2023 - 9:44

    w il settore legno e sughero: 600euro buono e felice per loro. Noi... che richiesta ha preteso il sindacato come una tantum? 250euro e 140 di aumento non accettati, fortunatamente dal sindacato, a monte di che richiesta minima pretesa? magari l avete detto ma me lo son perso... il sindacato ha un minimo sotto il quale non accettera' il rinnovo o .... cosa? in effetti visto il ritardo da escludere di rateizzare in tre anni... diano subito. +adeguamento istat quello sicuramente vitale oggi come oggi

  • Patrizia

    23/06/2023 - 11:59

    Caro Gianluca, grazie, hai fatto.un quadro esatto di come funziona una trattativa: una controparte diversa per categoria e l'accordo a seguito degli scioperi. La fillea è una categoria organizzata seguiamo l'esempio anche e sopratutto dopo la firma del ccnl per non ricominciare sempre da capo. Patrizia cgil

  • Gianluca

    23/06/2023 - 10:11

    Una tamtum da 600 euro per un anno di contratto scaduto.... C'è solo da imparare, altro che 250 euro per 5 anni di contratto scauto Gli oltre 200mila lavoratori dei settori legno, sughero, mobile, arredamento e boschivi e forestali hanno il contratto rinnovato. È stato infatto siglato l’accordo tra FederlegnoArredo e i sindacati (Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil) per rinnovare il contratto collettivo nazionale di lavoro, scaduto a fine 2022. L’intesa è stata raggiunta dopo che all’inizio di giugno è ripresa in maniera molto spedita la trattativa che era stata interrotta all’inizio dell’anno per divergenze sulla parte economica che sono sfociate in stato di agitazione e sciopero. L’intesa raggiunta consentirà ai lavoratori di poter contare da subito, dal 1° luglio 2022, su un incremento delle retribuzioni di 102,20 euro al livello base e di 136,95 euro al livello medio (parametro 134). Al quinto livello, parametro 140, l’aumento è invece di 143,08 euro. Viene inoltre erogata una somma una tantum uguale per tutti di 600 euro: 300 euro sempre nel mesi di luglio e altri 300 euro a marzo 2024.

  • Marina

    22/06/2023 - 14:25

    Attenzione potrei urtare la sensibilità di molti. anzitutto buongiorno Patrizia e Buongiorno a voi collaboratori.... perdonatemi sto leggendo cose direi assurde... sbaglio ma vi lamentate della vostra busta paga? la mia porta 1400 secondo livello da 20 anni. Ma veramente state a dire che vi accontentare di 140 euro ma veramente state a fare così? poi però tra due anni non ci lamentiamo che sono basse le paghe perché staremo sempre nella stessa mer@@ ma vogliamo uscire le palle unire le nostre forze vogliamo far vedere quanti ne siamo con un Assemblea e provare a spaventarli io non ci credo che vi state arrendendo allo schiavismo non ci voglio credere.... se l'Italia va a rotoli continuo a ripetere la colpa è nostra in Francia hanno fatto il delirio per l'aumento dell'età pensionistica e noi qua a dire ma si accettiamo 4 euro al giorno dei cinque anni scaduti di contratto. Ma che accettare Santa pazienza prendete le accette e combattiamo. ciao a tutti e scusate le parole ma riflettiamo

  • Jacopo

    22/06/2023 - 13:02

    Perfetto Patrizia, grazie per il chiarimento. Comunque il nostro caso e anche quello di altri mancati rinnovi che ci sono stati e ci saranno, a mio avviso sono esattamente lo specchio dei tempi che viviamo. Ci si lamenta di noi giovani che ancora fino a 30 anni vivono in casa e mi viene da sorridere ogni volta. Io a 28 dopo aver conseguito una laurea mi ritrovo a guadagnare appena €1.100 per un lavoro che come tutti immagino sappiate comporta con se tante responsabilità e l'idea che, con tutto il rispetto di chi lo fà, uno scaffalista di un supermercato guadagni almeno € 200 di più al mese giuro mi manda fuori di testa. Il tutto perchè la nostra controparte ovviamente pensa esclusivamente a quanto poco margine gli rimarrebbe se dovessero pagare le persone effettivamente per quello che fanno. Grazie ancora e speriamo in qualcosa nel corso delle settimane

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:26

    Caro Jacopo, la tua è una sacrosanta domanda. I contratti di lavoro sono regolati dal diritto privato, non c'è obbligo e non sono leggi dello stato. Quindi si possono creare queste situazioni che si resta senza contratto nazionale. A noi è capitato per lunghi 10 anno negli anno 90. Ma capita in tutte le categorie. C'è un problema evidentemente legislativo perché la libera contrattazione è diventata libertà di non rinnovare i contratti, e evidente. Grazie a te patrizia cgil

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:19

    Cara Giorgia scusami tra mille commenti mi sei scappata! Cerchiamo di portare a casa il massimo, vogliamo firmare il contratto prima possibile al meglio do quello che può portare la trattativa, e il mestiere del sindacato. Certo ci fossero le proteste dei lavoratori sarebbe di grande aiuto. Patrizia cgil

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:16

    Caro Ivano stessa risposta ad Alessandro. Siamo pronti dipende dal risultato delle pressioni del sindacato , qualche segnale c'è. Patrizia cgil

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:14

    Caro Alessandro, i contatto ci sono ma ancora non abbiamo una data... l'iniziativa è pronta ma aspettiamo notizie certe dal nazionale. Bisogna avere la freddezza di ragionare e di fare le cose giuste al momento giusto. Patrizia cgil

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:05

    Caro Claudio , esatto , stiamo aspettando una data delle tante proposte. Pensa a noi che siamo in prima linea e a quanta pazienza ci tocca esercitare! Si è snervante e sopratutto irrispettoso verso il sindacato è I lavoratori. Patrizia cgil

  • Patrizia

    22/06/2023 - 11:01

    Caro olaf, i lavoratori sono il sindacato, bene che ti sei iscritto. L'iscrizione serve per organizzare attività sindacale non per avere un servizio. Quindi chiedi di organizzare assemblee e dai una mano, il solo funzionario non basta , servono si i lavoratori in piazza ma organizzati. Patrizia cgil

  • Olaf

    22/06/2023 - 8:57

    Novità riguardo l’ennesimo rinvio? Mi sono iscritto al SINDACATO!!!!! @@àà Manco fissare una "riunione" riescono ??? O lo dobbiamo fare noi andando in piazza?

  • Claudio L.V.

    21/06/2023 - 15:11

    Buonasera, ma dopo 15 giorni (nulla a confronto dei 5 anni di attesa) non abbiamo ancora una data? E' veramente snervante.

  • IVANO

    21/06/2023 - 15:08

    Ciao Patrizia, avevi ventilato che forse a brevissimo avremo avuto qualche notizia, per valutare nuove strategie. ci sono novità? Grazie mille.

  • Alessandro

    21/06/2023 - 13:32

    Buongiorno, c'è qualche movimento per un possibile incontro di trattativa in questo periodo estivo? Oppure dalla controparte non ci sono i minimi segnali?

  • Jacopo

    21/06/2023 - 13:06

    Quello che io mi domando è, aldilà di tutti i discorsi giustissimo che Patrizia ci ha fatto e ci fa, ma davvero basta non presentarsi agli incontri per raggiungere lo scopo di non voler firmare un contratto collettivo ? Se così fosse a mio modo di vedere sarebbe una situazione davvero imbarazzante. E' come se io per evitare le conseguenza di una sentenza sfavorevole continuassi all'infinito a non presentarmi alle udienze. Questa non vuol essere assolutamente oggetto di critica nei confronti del lavoro di nessuno, è solo una riflessione che faccio e che vi propongo per capire in che sistema si muove il tutto.

  • Giorgia

    21/06/2023 - 11:54

    Ci riprovo, visto che il mio precedente commento non è stato pubblicato: a sto punto accetterei i 140 euro di aumento + 250 di vacanza contrattuale, basta che arrivino da subito (No 3 rate come l'ultima volta), ogni mese che passa sono 140euro persi, che non verranno mai più recuperati. Salviamo il salvabile, ed inseriamo l'aumento automatico ISTAT in caso di mancato rinnovo, di anno in anno, in modo che possano anche rinviare e riviare, ma almeno noi ci guadagnamo qualcosa. Oltre all'aspetto economico, ci sono altre questioni in sospeso, che non trovano accordo? Grazie per tenerci informati sull'andamento della trattativa. Buon lavoro a tutti 🙂

  • luigi

    20/06/2023 - 19:11

    Cioè ci vogliono liquidare con una tantum da 250 euro per 63 mesi di contratto scaduto. Cioè 4 euro per ogni mese. È uno scherzo vero.....

  • Patrizia

    20/06/2023 - 18:29

    Caro Maurizio, la proposta finale è di 140,00 euro e 250,00 di una tantum che il sindacato ha giudicato insoddisfacenti. Ma come sempre ho detto non basta respingere, bisogna trattare e ci vorrebbero i lavoratori a spingere. Caro Maurizio vedo che le mille discussioni che abbiamo fatto qui sul blog non sono servite, ricominciamo sempre daccapo . Come il gioco dell'oca. Le badanti sono molto meno di noi ma ci sono molte più iscritte. Hanno un'altra controparte. Il sindacato fa tutto quello che è in suo potere , quando ne ha l'occasione in tv parla dei 7 milioni di lavoratori senza contratto, io lo sento non so tu che guardi. La forza del sindacato sono i lavoratori. Senza lavoratori i contratti si fa fatica a firmarli. Per 10 anni non si e fatto un contratto nazionale per questo siamo sotto di 200 euro. In quell'occasione la categoria si è mossa con assemblee e partecipazione ,così si fa perché ora no? Il sindacato è un'associazione di rappresentanza non fa contratti come servizio. Infine a proposito di pessimismo cosmico se fosse per te saremmo ancora allo schiavismo o al cottimo o alla settimana da 50 ore. Davvero pensi di non dovere fare nulla e di accettare tutto? Patrizia cgil

  • Patrizia

    20/06/2023 - 18:12

    Cara simona in qualche contratto nazionale è stata inserita una clausola di salvaguardia con adeguamento istat per esempio il lavoro domestico, che con l'inflazione attuale e stato un botto. Sono d'accordo con te questi comportamenti dilatori sono insopportabili. Ciao patrizia cgil

  • simona

    20/06/2023 - 13:06

    Se Confprofessioini continua a far saltare i rinnovi contrattuali ci ritroveremo con stipendi sempre più bassi.. Questo della scadenza non è un aspetto che si può regolamentare? Ad esempio garantendo almeno un adeguamento istat in caso di mancato rinnovo entro un mese dalla scadenza? Grazie

  • maury76

    19/06/2023 - 9:46

    ... che poi si scrive e discute ma... ammetto essermi perso nel tempo. alla fine il sindacato da quanto vuole partire COME 4° LIVELLO, il piu' gettonato negli studi x pagar meno le persone... di che cifra stiamo parlando? se non ricordo prima battuta erano 120 lordi il sindacato e 70 la controparte. sbaglio? dopo 5 anni direi 200minimo netti in busta nei soliti 3anni + ritardo rinnovo come minimo o son sempre i 120euro lordi?

  • Patrizia

    19/06/2023 - 9:35

    Cara marina, tu dai una gioia a me. scriverò a te e Andrea appena torno. Chi fa fatto sport sa che senza il gruppo non si raggiunge nessun risultato. Grazie patrizia cgil

  • maury76

    19/06/2023 - 9:33

    ...perche' pessimista RENATO? scrive cose logiche. capisco Patrizia che al sindacato possono dar fastidio ma e' la verità e lo pensiamo tutti. del resto se dal 31.03.2018 non e' stato fatto un rinnovo vuoi concludere con l estate? la scusa delle scadenze? il ferragosto e la grigliata che la controparte stara' organizzando o qualsiasi cosa piu' importante rispetto al rispetto dei loro dipendenti? non e' pessimismo ma prendere atto della situazione. VENIAMO PROFESSIONALMENTE MENO DELLE BADANTI che han ottenuto piu' di noi e non ho mai sentito di scioperi della categoria. SII sincera....sei in sindacato: il peggior contratto attualmente qual e'? non siamo gli ultimi della lista? poi beati voi al secondo livello e con superminimo. qui quel livello meritato visto che faccio fiscale da anni non mi e' mai stato concesso. giusto un fuori busta ma guai spostare dal 4°livello, costa! e tutti abbiamo ricevuto la 14°. importi avete avuto? io con oltre 20anni ben 1100euro. e grazie ancora che da luglio arriva il contentino statale... assorbita dal costo della vita e costi x i figli. I SINDACATI devono possono sbloccare la situazione... come mai mai andati in qualche trasmissione tv a parlarne? il potere lo tenete voi mica noi iscritti. poi sognare che tutti si iscrivano e' utopia. con sti stipendi 70euro l anno fanno x molti. siamo sotto almeno di 200euro netti rispetto altre categorie... e questo la controparte deve capirlo.

  • marina

    18/06/2023 - 8:17

    Buongiorno Renato, Buongiorno Patrizia, io vi parlo del mio bel secondo livello con uno stipendio senza superminimi ma io ho lottato minacciato pur di ottenere il contentino che a me fa la differenza cioè i buoni pasto. Io continuo ad asserire con assoluta fermezza che il gruppo crea caos lo vedo nel mio piccolo mondo dove non appena abbiamo alzato la testa qualcosa l'abbiamo ottenuta e pensa se lo facessimo tutti assieme. Patrizia per me il tuo invito al rientro dalle tue ferie sarà un grande regalo voglio conoscerti e ripeto partecipare anche in maniera più attiva io ci sono, come penso anche Andrea. Ovvio che il mio stipendio non mi appaghi ma ho un titolare che è una bravissima persona ho dei colleghi meravigliosi e il lavoro che svolgo lo amo lo faccio per passione. Personalmente mi reputo fortunata a lavorare in un ambiente sano, anche se sulla sfera economica si potrebbe dare di più ma ripeto il gruppo crea il caos il singolo NO.

  • Patrizia

    17/06/2023 - 12:04

    Caro Renato , siamo molto lontani. Anch'io sto bene e ho il superminimo ma proprio per questo sento il dovere di dare una mano. Lo faccio da più di 20 anni non me ne sono mai pentita anzi, ho imparato tanto, conosciuto tante persone brutte e belle, ho incontrato anche tanti ostacoli ma è stata l'esperienza più entusiasmante della mia vita. Tu descrivi azioni individuali ..non costruiscono nulla credimi. Ti danno l'illusione di fare qualcosa ma ti stancherai presto e non rimarra 'nulla. Io vengo dallo sport e so che solo la squadra può vincere o perdere e ricominciare sempre. Infine ... sei di un pessimismo cosmico. In tanti anni sono sempre stata ottimista io credo nelle persone farà bene anche a te. Patrizia cgil

  • Renato

    16/06/2023 - 22:38

    Ciao Marina,non sono d’accordo con te per un po’ di motivi,è il bello della democrazia,provo ad elencarli: 1)non credo che la massa in questo settore riuscirà ad ottenere granché con presidi o scioperi,non li ha mai fatti in passato e se li ha fatti solo in forma ridotta,e questo ha portato ad uno dei peggiori CCNL sul mercato.I giovani evitano il settore e non vedo chi o cosa possa smuovere le cose con iniziative comuni che probabilmente continueranno a non esserci. 2) Ringrazio i sindacati per quello che fanno,per lo spazio che mi danno sul blog,ma quando dico che potrebbero fare qualcosa di più è perché hanno strumenti che io non ho,conoscenze che io non ho,e che anche iscrivendomi in sindacato non potrei avere da qui a 10 anni.Per questo reputo molto più importante una loro mossa rispetto alla nostra. 3)Il blog è uno strumento utile, così come assemblee ecc però io avevo un blog mio nel 2000,adesso fanno più presa strumenti come Instagram, YouTube,un gruppo Telegram dove potremmo parlare direttamente ecc luoghi dove il messaggio veicolato possa diventare “virale” 4) temo che Confprofessioni abbia già in testa cosa fare nei prox mesi.È chiaro come l’ultimo e gli altri rinvii siano stati voluti,visto che da tempo sapevano dell’impegno europeo. Ora a Luglio ci sarà il contributo statale,il contentino,e la gente fra quei soldi in più e l’estate si dimenticherà di fare anche quel poco di protesta che fa ora e se ne riparlerà a ottobre,poi da lì bastano 2 rinvii tattici per arrivare al 2024. Questa è gente che non si fa scrupoli a farlo,se potesse ci sostituirebbe domani con impiegate dell’est Europa a basso costo, mi meraviglio che gli studi stessi,quelli che trattano bene i loro dipendenti, non facciano pressioni sui loro rappresentanti che danneggiano anche loro. 5) perché ho scritto che non andrò in sindacato?Perché per fortuna ho un livello 2, con un po’ di superminimo,fra scatti, straordinari e premi questo mese arriverò a 1700 o anche 1800 netti,che attenzione da altre parti sarebbe uno stipendio normale,ed è anche per questo che sto cercando un altro posto con altro CCNL dove lo stesso stipendio è la base senza extra. In sindacato dovrebbe correre chi prende 1200 o l’equivalente da 10, 20 o 30 anni. Io nonostante lo stipendio dignitoso qualcosa sto facendo, perché so che da altre parti si sta molto meglio anche come benefit 6) cosa farò nei prossimi giorni? Forse come dice Patrizia non servirà a niente,ma la mia coscienza e dignità impone di provarci.Manderò mail a tappeto a ministeri,giornali,radio,redazioni tv, programmi tv,politici ecc esponendo la nostra situazione,ponendo l’accento su temi che devono essere trattati come la vergognosa disparità di trattamento economico che le donne hanno in questo settore, una discriminazione non più accettabile,e i continui rinvii che sono delle prese in giro.Non servirà a niente?Amen,almeno ci avrò provato e sarò in pace con me stesso,e invito più persone possibile a fare lo stesso.Tanto vi dovevo.

  • Patrizia

    16/06/2023 - 19:30

    Cari marina , Andrea e grace, grazie dei vostri messaggi finalmente positivi! Come sapete il gruppo di gestione del blog è aperto. Se volete potete collaborare con noi. Non occorre essere iscritti al sindacato . Tutte noi veniamo dal blog, potremmo rinforzare il gruppo . Quando torno ,se vi va , vi scrivo e ci sentiamo. Per Bari sento il nazionale. A questo serve il blog a creare una rete. Sara' anche sorpassato per alcuni, invece secondo noi fa un ottimo lavoro. Tanti anni fa Padova siamo andate in filcams in due, dopo 1 anno abbiamo fatto un'assemblea in veneto con 300 persone. Basta volere. Grazie di cuore da tutte noi! Patrizia cgil

  • Olaf

    16/06/2023 - 16:16

    RENATO, completamente d'accordo con te...(15/06/2023 - 7:41)

  • Andrea

    16/06/2023 - 9:29

    Mi rivolgo in risposta a Marina: ti scrivo nel post dedicato alla Puglia. Per Patrizia: organizziamo un'assemblea web regionale, anche se auspico qualcosa di più dai miei colleghi pugliesi (anche assemblee in città).

  • Marina

    16/06/2023 - 9:09

    Buongiorno, ringrazio Patrizia per la cordialità nel rispondere sempre con attenzione alle nostre domande. Volevo rivolgermi un po' a tutti questa volta, invitandoVi a non additare, la colpa non è di Filcams CGIL, non è di Patrizia, la colpa è NOSTRA, ebbene si state leggendo bene. La colpa è di ognuno di noi che si nasconde dietro questa tastiera cercando di risolvere il problema così in modo nefasto e blando. Qualche giorno fà si è tenuta l'assemblea Nazionale eravamo circa un 160 collegati, mi chiedo il resto dove sia finito? Non mi dite io stavo lavorando io così io ...io...., Io ho preso il permesso e se neanche voi chiedete un permesso come sarebbe possibile organizzare un'eventuale manifestazione? Io sono andata in sindacato come forse 100 dipendenti su non so quanti siamo degli studi professionali, mandare lettere non serve a nulla, le lettere vengono cestinate. E' il collettivo che vince vi prego prestate attenzione andate al sindacato partecipate alle assemblee perchè le vittorie si hanno con un numero cospicuo. Mi chiedo come sia possibile che non freghi tanto...la questione non è solo meramente salariale, ma qui parliamo di diritti e di doveri. Il nostro dovere è lavorare creare gruppo e fare forza unita non limitarsi solo a dire e ma quelli lo sapevano. Certo che lo sapevano lo sapevano benissimo, ma se non dimostriamo loro che siamo tanti e siamo incazzati a Conf@@@....da un orecchio entra e dall'altro esce. Fate finta che sia una partita di calcio se portiamo l'azione in porta da soli rischiamo di non fare goal ma se provassimo a correre tutti assieme forse il goal potremmo farlo. Chiedo scusa se le mie parole possono risultare infuocate ma sinceramente ho 39 anni lavoro da quando ne avevo 19 in questo settore e vedere affrante le persone senza manco impugnare la spada attribuendo colpe a chi non le ha lo trovo abbastanza sciocco. Auguro una buona giornata a tutti.

  • Patrizia

    15/06/2023 - 20:14

    Caro Renato rispondo schematicamente: 1. Quello che tu chiami lodo non è mai una buona notizia credimi..significa che si sono rotte le trattative ed è un atto disperato. Può anche non portare a nulla o ad un accordo peggiorativo, molto meglio proseguire nella trattativa. Te lo dico per la mia lunga esperienza sindacale. 2. Il blog e stato costruito apposta dalla filcams per supportare il nazionale proprio negli studi professionali dentro al sito filcams nel magazine ci sono tutte le notizie sempre. Gestiamo autonomamente il blog siamo tutte tue colleghe che gestiscono il blog nel loro poco tempo libero, Io sono in ferie e ti sto rispondendo, ieri sera fino alle 21 con le ragazze ci siamo sentite per ultimare l'articolo pubblicato oggi .. io in ferie, Reggio Emilia, Roma, Verona, Milano. Dobbiamo rispondere noi alle domande ma , abbiamo avvisato, un po di pazienza , lavoriamo come voi e abbiamo famiglia. Non siamo un servizio e nemmeno il sindacato lo è. Quindi ti chiedo un po di rispetto. 3. I consulenti del lavoro non sono dalla parte del lavoratore, sono professionisti e quindi di chi li paga. Non contarci, anzi 4. I lavoratori senza contratti nazionali sono 7 milioni senza contare tutto il precariato.. e una emergenza nazionale che viene ricordata ogni giorno dal sindacato ad ogni incontro con il governo. 5. Non serve quirinale palazzo chigi o altro. I contratti sono di diritto privato noi dobbiamo fare pressione sulla nostra controparte, quindi serve organizzazione sindacale. 6. Errori il sindacato ne ha fatti e ne farà sempre ..chi non fa non falla! Magari proprio per questo sarebbe importante che tu andassi in sindacato per essere ascoltato e per migliorare l'azione sindacale. Dire dovresti fare questo o quello è poi non essere conseguente cosa serve? Patrizia cgil

  • Patrizia

    15/06/2023 - 19:58

    Cara marina, ti sono infinitamente grata per il tuo post. Invito tutti i miei ultimi interlocutori a leggerlo con attenzione. Non occorrono altri commenti. Si può fare una assemblea web regionale stiamo parlando con le strutture regionali filcams seguici. Abbiamo anche altre iniziative in cantiere sul blog. Ciao e grazie ancora di cuore patrizia cgil

  • Patrizia

    15/06/2023 - 19:54

    Cara silvia, le iscrizioni sindacali non portano automaticamente alla firma del contratto ma servono per avere una organizzazione sindacale assolutamente necessaria per sostenere con una azione collettiva una trattativa con controparte. Ogni categoria ha la sua controparte e il suo contratto con la sua storia. La nostra controparte è particolarmente complicata ,riunisce più di 30 sigle professionali che non sempre vanno d'accordo lascio a te le considerazioni finali. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    15/06/2023 - 19:39

    Caro Luca, ok scusato ma fai attenzione non siamo su fb e non usare il maiuscolo. Grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    15/06/2023 - 19:32

    Caro Daniele, per fare pressione ci vogliono I lavoratori anche nelle iniziative mediatiche, ne abbiamo fatte molte , il blog ha più di 20 anni in archivio le trovi. Parlo di volantini per fare una iniziativa mediatoca dal blog usando anche tutti i contatti cumulati in questi anni. E una illusione quella di sostituire con la sola comunicazione il lavoro fisico sindacale. Credimi non è così, e solo un modo per lavarsene le mani, il lavoro sindacale vero fisico va comunicato bene ...manca un pezzo ,cosa comunichiamo se siete solo firme dei post? Il sindacato è fatto di lavoratori patrizia cgil

  • Daniele Fratti

    15/06/2023 - 18:30

    Buonasera, ribadisco in primis il ringraziamento per l'impegno e l'aiuto. Credo che, di fronte a questi continui rinvii, occorra un tipo di mobilitazione mediatica maggiore. Magari è già stato fatto, ma sulla scia dell'esposizione del rinnovo dei bancari penso si debba provare a innestare anche il tema del rinnovo degli studi. Immagino che a livello di ufficio stampa il sindacato sia forte di molteplici contatti e possibilità, sia online che su carta. Penso che in questo momento potrebbe avere più peso un approccio del genere piuttosto che altre strade, tipo scioperi difficilmente realizzabili. Un saluto, Daniele

  • LUCA L.

    15/06/2023 - 15:46

    BUONASERA, CHIEDO SCUSO SE L'ULTIMO MIO POST E' RISULTATO TROPPO PESANTE E GIUSTAMENTE NON E' STATO PUBBLICATO (MA NON ERA MIA INTENZIONE OFFENDERE) SE POSSIBILE VORREI SOLO PORTARE LA MIA SOLIDARIETA' AL PENSIERO DI RENATO GRAZIE A TUTTI GLI INTERVENTI CHE VANNO VERSO UN PROGRESSO E NON VERSO LO STATUS QUO

  • Silvia B

    15/06/2023 - 12:38

    Io sono pienamente d'accordo con Denis. Qui si continua a giustificare questa situazione con la mancanza di rappresentanza collettiva. Peró Io vedo continuamente contratti rinnovati con molta meno gente coinvolta (es dirigenti commercio, saranno meno di noi impiegati degli studi o no? O studi tributaristi, i dipendenti coinvolti saranno meno di quelli degli studi professionali ex Consip o no? Lavoro domestico non ne parliamo, quante domestiche sono iscritte al sindacato?)

  • Marina

    15/06/2023 - 12:22

    Buongiorno a tutti, questo post vorrei rivolgerlo ad Andrea e Patrizia che saluto e ringrazio. Andrea tu come me sei di Bari e pare che questa cosa interessi solo a due miseri dipendenti, tu come me ti sei recato al sindacato ma sappiamo molto bene che l'azione del singolo non smuove nessuna montagna. Pertanto frutto di questo nostro interessamento, chiederei a Patrizia se è possibile organizzare un assemblea web stile quella di qualche giorno fa ma a livello regionale. Ovviamente è solo una domanda di fattibilità dell'operazione stessa. Io comunque mi metto a disposizione per qualsiasi cosa possa servire per la risoluzione dei problemi, perchè reputo il gruppo più forte del singolo.

  • Giorgia

    15/06/2023 - 11:14

    Buongiorno, per quel che mi riguarda, a sto punto, forse è meglio accettare la loro proposta (140 euro di aumento, e 250 di vacanza contrattuale), perchè ogni mese che passa, sono 140euro persi, che non recupereremo mai più... meglio salvare il salvabile. E ovviamente iniziare fin da subito con l'organizzazione del prossimo rinnovo, in modo da concluderlo in fretta, senza che passino altri 5 anni di vacanza, partendo immediatamente con volantini, assemblee, e proteste... penso che in 3 anni ci sia tutto il tempo per organizzarci al meglio. Grazie per quello che fate.

  • Renato

    15/06/2023 - 7:41

    Ciao Patrizia, ti ribalto la domanda, quindi per te ora vista la situazione di stallo da 5 anni, dei continui rinvii, non credi che anche l’intervento del ministero nel ruolo di mediatore potrebbe risultare utile? La Calderone era presidente del consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, ora però è ministro del lavoro e dovrebbe in linea teorica rappresentare anche i nostri interessi, poi voglio dire, c’è stato anche Di Maio come ministro del lavoro! Se necessario scriveremo anche a palazzo Chigi e Quirinale, ma tutti devono sapere cos’è successo, non è una cosa normale questa, gli estremi per il lodo se non ci sono ora quando? Sul sito della Filcams Cgil c’è stato un articolo a febbraio, due pochi giorni fa per l’assemblea ma nessuno sui continui rinvii, che reputo la cosa più importante da informare, poi sempre venendo all’assemblea restano molte domande poste qui ancora senza risposta. E capisco anche il discorso di Denis che rimarca il fatto che i volantini sono molto anni ‘80, nel 2023 noi dobbiamo usare i social e il web a nostro vantaggio e anche in questo chiediamo ancora uno sforzo in più ai sindacati per quelle persone che sono iscritte e sono rappresentate in trattativa. Davvero, magari fanno davvero il massimo, però abbiamo capito che non c’è la partecipazione attiva di noi lavoratori, e il ripeterlo da parte dei sindacati forse non basta più, dovrebbero provare a cambiare strategia anche loro se davvero hanno a cuore questo rinnovo. Ti faccio un esempio, se io faccio ripetizioni di matematica ad un bimbo e poi nella verifica mi prende 3 io non dico “ah è tutta colpa sua che non ha capito”, anzi, mi chiedo se forse ho sbagliato anche io e la prossima volta provo a fare ancora di più del mio meglio per fargli prendere un bel voto, ecco, questo è quello che dovrebbero fare i sindacati con i lavoratori.

  • Renato

    14/06/2023 - 21:37

    Ciao Patrizia, ti ribalto la domanda, quindi per te ora vista la situazione di stallo da 5 anni, dei continui rinvii, non credi che anche l’intervento del ministero nel ruolo di mediatore potrebbe risultare utile? La Calderone era presidente del consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, ora però è ministro del lavoro e dovrebbe in linea teorica rappresentare anche i nostri interessi, poi voglio dire, c’è stato anche Di Maio come ministro del lavoro! Se necessario scriveremo anche a palazzo Chigi e Quirinale, ma tutti devono sapere cos’è successo, non è una cosa normale questa, gli estremi per il lodo se non ci sono ora quando? E capisco anche il discorso di Denis che rimarca il fatto che i volantini sono molto anni ‘80, nel 2023 noi dobbiamo usare i social e il web a nostro vantaggio e anche in questo chiediamo ancora uno sforzo in più ai sindacati per quelle persone che sono iscritte e sono rappresentate in trattativa. Davvero, magari fanno davvero il massimo, però abbiamo capito che non c’è la partecipazione attiva di noi lavoratori, e il ripeterlo da parte dei sindacati forse non basta più, dovrebbero provare a cambiare strategia anche loro se davvero hanno a cuore questo rinnovo. Ti faccio un esempio, se io faccio ripetizioni di matematica ad un bimbo e poi nella verifica mi prende 3 io non dico “ah è tutta colpa sua che non ha capito”, anzi, mi chiedo se forse ho sbagliato anche io e la prossima volta provo a fare ancora di più del mio meglio per fargli prendere un bel voto, ecco, questo è quello che dovrebbero fare i sindacati con i lavoratori.

  • Patrizia

    14/06/2023 - 20:05

    Caro Renato sul sito della filcams cgil siamo stati più volte per giorni , anche la settimana scorsa . Vuol dire che non guardi. Tu parli di cisl , noi siamo cgil, non te sei accorto? L'intervento del ministero può essere solo da mediatore te lo ripeto, non siamo noi a non volere l'accordo ma controparte ! Perché sai... abbiamo una controparte che non vuole discutere. Può essere che si chieda un intervento ma la ministra è una consulente del lavoro. L'articolo 36 si usa nelle vertenze individuali . Ti ripeto per la mia esperienza non sono queste le strade. Ti chiederei di non rappresentare il sindacato come tua controparte , la nostra controparte si chiama confprofessioni. Se non vuoi andare in sindacato pazienza... buona fortuna. Non so più che parole usare per farvi capire pochi semplici concetti. Evidentemente non volete capire. Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/06/2023 - 19:55

    Caro denis, cosa vorresti che 1 sindacalista facesse come Greta scusa ma cosa ha ottenuto? Puoi farlo tu no ? Oppure pensi di non fare assolutamente nulla? Guarda sei fuori strada . La rappresentanza che ci manca è quella collettiva di categoria. Quella individuale anche di 1 solo lavoratore anche non tesserato c'è sempre. Voi volete essere solo serviti e riveriti senza alzare 1 dito, questa è la sola verità. Almeno siate sinceri così non perdo tempo a cercare di fare un ragionamento e confprofessioni può stare tranquilla . Io sono Greta a dirla tutta e non sto ottenendo nulla da voi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    14/06/2023 - 19:36

    Cara Tania, abbiamo usato questo metodo tantissime volte , a un certo punto confprofessioni ci ha bannato e non è cambiato nulla. Ci vuole altro. Si può sempre riprovare. Grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    14/06/2023 - 19:30

    Caro Francesco si tratterà il meglio possibile, il contratto nazionale è irrinunciabile. Patrizia cgil

  • Francesco

    14/06/2023 - 17:15

    La situazione è andata talmente fuori controllo che diventa difficile anche per la controparte fare/accettare proposte. Con un'inflazione cumulata che si avvicinerà al 20% come può la controparate proporre aumento lordo di 100 euro al mese....???? Credo ormai se ne siano resi conto pure loro. Era meglio chiudere l'anno scorso ora diventa oggettivamente difficile visto il gap inflazionistico accumulato. Insomma più si rimanda il problema più esso diventa grande. Non so come la controporte possa uscirne tra aumento e tantum, tantum che fosse anche ipoteticamente in 50 euro per ogni mese di mancato rinnovo si avvicinerebbe a 3.000 euro. Tale cifra risulta anch'essa in difetto perchè solo per adeguare lo stipendio all'inflazione dei 5 anni passati e dei 3 che verranno si parla di 200 euro netti al mese ogni 1.000 euro. Ciao tutti, alla prossima.

  • Tania

    14/06/2023 - 11:40

    Sono andata a visitare il sito di confprofessioni e ci sono i contatti: Viale Pasteur, 65 00144 Roma 06/54220278 info@confprofessioni.eu confprofessioni@pec.confprofessioni.eu Non possiamo provare a fare un invio massimo di email o PEC di protesta? Questi ci stanno prendendo per i fondelli e secondo me continueranno a farlo ancora per molto tempo. Sicuramente non se ne riparlerà prima di settembre...guarda caso la sessione di tre giorni doveva essere dedicata al trattamento economico. Che vergogna!

  • Denis

    14/06/2023 - 9:19

    Patrizia io capisco il tuo disappunto perché si vede che metti anima e cuore in questa battaglia (e ti ringrazio molto) e capisco ti giuro che senza la spinta dei lavoratori sia difficile portare a termine la trattativa. Però qui non parlo di trattativa ma di adeguata rappresentanza di quei 2, 10, 100 iscritti. Se fossi un tesserato (e magari lo sono) mi sentirei davvero poco rappresentato se il mio sindacato facesse dei volantini nel 2023. Siamo tutti d’accordo sul fatto che ci vorrebbero migliaia di migliaia di lavoratori a protestare, però torno a ripetere che non mi sembra giusto che il sindacato usi questa come “scusa” e dopo cinque anni il massimo che possa offrire ai tesserati, oltre a un blog, che per quanto utile è uno strumento dei primi anni duemila, sono un volantino e un’assemblea. Greta thunberg era da sola eppure mi sembra si sia fatta sentire.

  • Renato

    13/06/2023 - 21:21

    Ciao Patrizia, no, non andrò in sindacato, anche perché tu dici che qui siamo già in sindacato e quindi mi sto già dando da fare con proposte. Tu dici che sono irrealizzabili? Beh tu ripeti ad ogni post che l’unica cosa da fare è andare in sindacato e finora non mi sembra che la tua proposta sia stata quella risolutiva, quindi tanto vale tentare anche con le mie, non trovi? Capisco che per il sindacato non sarebbe il massimo farsi risolvere la trattativa dallo stato o dal ministero, ma non per questo devi scartare tutte le ipotesi che non siano “andate in sindacato”. Quanto al fatto che sul sito del vostro sindacato non si possa fare un articolo in prima pagina sulla situazione che sta vivendo la trattativa ne prendo atto e lascio agli altri fare le proprie valutazioni del caso.

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:35

    In ultima Renato! Le tue proposte sono irrealizzabili. Il lodo è una proposta .. il ministero cioè può proporsi come mediatore in una trattativa che non si sblocca, si può fare ma non è certamente decisiva, i contratti sono di diritto privato e il governo può solo appunto proporre invitare sollecitare e basta L'articolo. 36 può servire nelle vertenze individuali, quindi se qualcuno vuol fare causa può farlo non può farlo il sindacato come organizzazione. Quindi torniamo a palla .. direi che potresti andare in sindacato non credi? Non basta fare lettere ti assicuro. Qui siamo in filcams cgil per la cisl rivolgiti a loro. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:30

    Caro ario , la forza del sindacato c'è e per questo che c'è una trattativa .. usiamo la forza degli altri.. ma ogni categoria ha la sua controparte la nostra è questa cosa quo ..non tratta come vedi., avrebbe bisogno di una sveglia e quanto al buon cuore non contarci, per la nostra dignità meglio protestare che aspettare elemosine patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:26

    Caro Sebastiano, i contratti nazionali sono regolati dal diritto privato non c'è obbligo a sottoscriverli, non sono leggi dello stato. Quindi quello che dici non si può fare. Ci vuole contrattazione abbiamo una controparte e qui di ci vogliono i lavoratori che spingano anche tu. Il tribunale non c'entra nulla ne termini perentori ne lodi ne altro, non basta il sindacato senza i lavoratori non si porta a casa nulla. Toglietevi queste illusioni dalla testa e cominciate a pensare a cosa fare voi. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:21

    Caro Gesualdo, la tua idea è ottima ! Magari si riuscisse ma ci sono I lavoratori disposti a farlo? Finché si fanno commenti qui sul blog pico serve. Si potrebbe organizzare di sicuro ma dovete andare nelle sedi sindacali. Noi vi stiamo aspettando per ora siete solo dei nomi sul blog patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:16

    Caro Andrea bis, scusate ma i commenti sono molti. Certo sentiamo confprofessioni 24 ore al giorno... ma scappa , d'altra parte francamente se legge i vostri commenti sul blog che aspettate il funzionario sindacale che protesti da solo.. e che pensate che il sindacato sia vostra controparte può stare tranquilla e rinviare all'infinito, non credi? Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:11

    Caro marco, le iniziative fisiche che si possono fare sono presidi e assemblee provinciali. Bisogna andare nelle sedi sindacali della vostra città e chiedere di organizzarle, non possiamo farlo dal blog patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 20:08

    Caro denis per fare casino ci vogliono I lavoratori ,voi continuate a pensare che il sindacato possa fare chi sa che senza i lavoratori ma non è così. Il tuo invito lo rivolgo a colleghi e colleghe , cosa aspettate ad andare nelle sedi sindacali per organizzare un po di casino? Troppa fatica? Per l'iniziativa con un volantino e on line come abbiamo fatto altre volte, e tutto quello che possiamo fare attraverso il blog , ci vuole ben altro che si muova questa categoria imbelle di 1 milione di persone o credete che bastamo noi 6??? Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 19:55

    Caro andrea certo volentieri, ma dal blog possiamo organizzare delle proteste on line , cosa che è già pronta. Stiamo aspettando solo di vedere se a brevissimo si muove qualcosa. Quando ti ho parlato di iniziative che possono essere anche non di sciopero parlavo di assemblee provinciali e presidi si possono tranquillamente fare e sono efficaci ma dovete andare nelle sedi sindacali dal blog tutto l'aiuto possibile. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 19:50

    Caro Alessandro hai fatto bene. Purtroppo ci portano a questo la contrattazione individuale, non mancano i soldi ma la volontà di fare un contratto collettivo che contenga anche dei diritti. Patrizia cgil

  • Patrizia

    13/06/2023 - 19:43

    Mi spiace rispondere in ritardo ma sono fuori città e non ho campo, devo spostarmi per poter accedere ad internet. Per Luca non ti pubblico basta insulti e offese. Abbiamo portato anche troppa pazienza. Qui sei in sindacato ,rispetta la casa che ti ospita. Altrimenti no frequentarci. Patrizia cgil

  • Alessandro

    13/06/2023 - 17:27

    Buonasera, porto la mia isolata testimonianza. Essendo un professionista sanitario laureato inquadrato al livello 2 e allo stato attuale la mia categoria professionale è molto richiesta sia nel privato che nel pubblico, fortunatamente con il mio datore di lavoro ci siamo messi d'accordo per aumentare il superminimo non assorbibile che già mi era corrisposto, di altri €300, in modo da poter contrastare il caro vita e riportare lo stipendio a una soglia rispettabile. Purtroppo, è brutto da dire, ma penso che l'unico modo per i dipendenti gli studi professionali di farsi adeguare gli stipendi al costo della vita sia quello della contrattazione privata. Triste realtà, ma qualsiasi trattativa portata a termine anche in altri contratti collettivi, difficilmente riesce a contrastare l'inflazione e l'aumento delle materie prime. So benissimo che non tutti i lavoratori possono permettersi di contrattare con i propri datori e trovare persone disponibili e comprensive dall'altra parte, e che il contratto collettivo dovrebbe tutelare proprio questi ultimi. Pertanto mi ritengo un privilegiato. Auguro a tutte le persone che possono, di iniziare a contrattare privatamente con i propri datori e di farsi riconoscere la professionalità che ogni giorno impiegano per lavorare, e per chi non può, che il prima possibile venga firmato il rinnovo del contratto collettivo.

  • Andrea

    13/06/2023 - 16:32

    Buonasera. Possiamo iniziare a organizzare qualcosa di serio e costruttivo? È inutile aspettare giorni in attesa di una qualche "manifestazione" da parte di Confprofessioni....perchè tanto al 100% non si faranno vivi prima di settembre (anche ottobre conoscendoli). Cerchiamo di non perdere tempo...

  • Denis

    13/06/2023 - 12:47

    Purtroppo viviamo in un mondo in cui si ascolta solo chi fa casino, chi diventa virale, chi urla e si fa sentire. Il mondo dei social insomma. Il mondo dei volantini è finito nel 1990. Ecco, secondo me sarebbe ora che il sindacato si facesse sentire in un modo adeguato al 2023. In televisione e sui social. Con video di denuncia, attraverso servizi televisivi e “urlando” nelle varie trasmissioni la loro indignazione. Perché anche se ci fosse un solo iscritto, costui ha diritto a essere rappresentato adeguatamente. Magari non si firmerà il contratto, però tutto il paese deve conoscere la situazione. E invece nessuno sa nulla. Per avere forza nel trattativa servono iscritti è vero, per farsi sentire basta avere voglia.

  • Francesco

    13/06/2023 - 8:09

    Noi qua da cinque anni a discutere di elemosine mentre i bancari stanno discutendo per un aumento medio di 435 euro al mese e 35 ore alla settimana. Altro mondo ma alla fin fine è un lavoro simile a quello di uno studio professionale. Come al solito solo chiacchere. Ciao.

  • IVANO

    12/06/2023 - 19:54

    Buonasera, leggendo quanto scritto da Renato, trovo molto interessante il discorso della nota di legge sul discorso del LODO, che mi sembra una strada interessante da attivare assieme a quella di protesta , personalmente non lavoro in uno studio legale o commerciale , pertanto chiederei, se possibile, a tutti i colleghi/colleghe del settore, se sono informate in tal senso e sull'attivazione di questa richiesta / domanda /segnalazione.

  • MARCO

    12/06/2023 - 16:33

    Ciao patrizia voglio dire che mi avevi detto che nell’assemblea si sarebbe parlato anche di iniziative di protesta ma poi nell’assemblea, per più validi motivi, non se ne è più parlato. Sono curioso di sapere (senza ironia) quali sono "le tante possibilità senza fare sciopero per forza, tutte assolutamente legali". vedrò i prossimi giorni che iniziative lancia il blog. come sempre grazie.

  • Renato

    12/06/2023 - 16:28

    Buongiorno, 1) il diritto dice: in sede di rinnovo, se ci sono evidenti difficoltà delle parti sociali a pervenire a un accordo, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali può decidere di passare ai cosiddetti lodi governativi, nei quali le condizioni del contratto sono dettate dalla pubblica autorità, che vincola le parti sociali a sottoscriverlo, oppure le impone per decreto. Direi che è la nostra casistica, scriviamo al ministero chiedendo un lodo, e anche alla presidenza del consiglio e anche al Quirinale per metterli al corrente, i sindacati, parlo di chi siede al tavolo delle trattative, possono aiutarci in tal senso? 2) Art. 36. della Costituzione: il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantita' e qualita' del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a se' e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa. Direi che nel nostro contratto palesemente la retribuzione non è proporzionale alla quantità e qualità del lavoro svolto. La cosa è facilmente documentabile vedendo i nostri “cugini” di elaborazione dati con contratto del Commercio. Potrebbe intervenire qualche studio legale per violazione di questo articolo della Costituzione? 3) Altra cosa, a questo punto sulla pagina internet del sindacato cisl e fisascat- credo di parlare a nome di tutti - sarebbe opportuno scrivere un bell’articolo in homepage su tutti i ritardi, l’ostruzionismo e la condotta di Confprofessioni. Sarebbe un gesto forte e di vicinanza nei confronti dei lavoratori, viceversa darebbe l’impressione di “immobilismo” che tanti stanno evidenziando nei loro post. Il sindacato siamo noi, è Landini, e’ Renato, è Lelli, è Patrizia, è la dipendente che troviamo se ci rechiamo in una sede Cisl, ma ognuno di noi ha un peso specifico diverso. 4) È chiaro che se qualcuno il 26 giugno si presentasse a Bergamo alle ore 16.00 per protestare contro Confprofessioni sarebbe fantastico, quasi decisivo oserei dire. 5) Lasciate ancora recensioni Google negative sule pagine di Confprofessioni di Roma Milano ecc 6) continuate con le mail a giornali, tv, programmi, radio ecc facendo presente quel testo di qualche giorno fa e i continui rinvii dopo aver fissato delle date, i giornalisti sono sempre in cerca di argomenti interessanti, e questo per qualcuno di loro lo può diventare.

  • Patrizia

    12/06/2023 - 14:52

    Caro marco, non capisco francamente cosa vuoi dire. Le trattative sono sempre una cosa imprevedibile e quindi difficile che da aprile a ad oggi la situazione sia la stessa. Fino a qualche giorno fa eravamo convinti di chiudere invece confprofessioni ancora una volta rinvia. Io capisco che ci sia rabbia ma per organizzare qualsiasi cosa bdovete andare nelle sedi sindacali della vostra città. Il blog può aiutare a rilanciare e organizzare. Vediamo nei prossimi giorni se lanciare dal blog un'iniziativa. Si si possono mandare mail, ne abbiamo mandare 900. Ciao patrizia cgil

  • MARCO

    12/06/2023 - 14:01

    Mi accodo all’idea di GRACE richiedendo quanto chiesto il 30/03/2023 - 9:18 “Buongiorno, è legale prelevare gli indirizzi degli studi professionali e mettere nella loro buca delle lettere un volantino per far conoscere ai dipendenti le iniziative del blog ? Mi sembra che sia illegale mandare mail o pec ma non so nulla sulla corrispondenza cartacea. Un saluto. Marco”. PER PATRIZIA in merito alla tua riposta del 08/06/2023 - 19:39” punto 6) in cui chiedi “ ma con chi” voglio specificare che la mia domanda del 08/06/2023 - 7:54 si riferiva ad una tua precedente risposta del 18/04/2023 - 15:44 in cui scrivevi “prima delle prossime trattative faremo l'assemblea web sul blog e discuteremo anche di questo: forme organizzative, iniziative di protesta. Ci sono tante possibilità senza fare sciopero per forza, tutte assolutamente legali” . In assemblea non se ne è parlato, quindi mi è parso giusto fare presente che “Dall'assemblea di ieri non sono emerse forme di mobilitazione collettiva”. Non avevo citato la tua riposta del 18/04/2023 per non appesantire la lettura del commento ma ora mi sembrato opportuno inquadrarti correttamente la mia domanda dell’08/06/2023 - 7:54. Un saluto. MARCO

  • Andrea

    12/06/2023 - 14:00

    Cortesemente è possibile che il sindacato scriva alla controparte di dare immediato riscontro delle nuove date per gli incontri?? Io e presumo anche i miei colleghi qui sul blog abbiamo scritto a chi di dovere e alla mail di Confprofessioni. Possiamo organizzare qualcosa di concreto (anche con firme) prossimamente? Però, vi prego, senza aspettare comunicati che mai arriveranno. Tanto è palese che Confprofessioni si interfaccerà minimo a settembre ormai. Grazie

  • Sebastiano

    12/06/2023 - 12:38

    Buongiorno, lavoro presso uno studio Notarile da più di 36 anni e lo stipendio è sempre stato ridicolo rispetto alle mansioni svolte (Livello 2) ed alla preparazione ed esperienza accumulati anno dopo anno. Mi chiedo come mai non si è mai riusciti ad ottenere un minimo tabellare commisurato al ruolo e alle mansioni svolte, in linea al costo della vita ed equiparato agli stipendi del settore pubblico. Al fine di far velere le NS ragioni e visto le continue richieste di rinvio da parte di Confprofessioni all’incontro per cercare di concludere i lavori relativi alla trattativa per il rinnovo contrattuale non si potrebbe, da parte del NS sindacato, fissare una data come termine perentorio per l’incontro e, se del caso, proseguire in TRIBUNALE ? Almeno possiamo sperare in una sentenza in NS favore ed obbligare questi Signori al rinnovo contrattuale ed adeguare gli stipendi ?.

  • GESUALDO

    12/06/2023 - 12:32

    Il 26 giugno Confprofessioni parteciperà ad un evento a Bergamo:"Liberi professionisti, tutta la verità" Se non si riuscisse proprio ad organizzarsi per uno sciopero, si potrebbe pensare a presidiare eventi come questo con una protesta pacifica, cartelli ecc ecc: https://confprofessioni.eu/dalle-delegazioni/lombardia/liberi-professionisti-tutta-la-verita-levento-di-confprofessioni-lombardia/ fattibile?

  • ARIO

    12/06/2023 - 12:18

    Cara signora Patrizia, sicuramente ho capito male, perchè ingenuamente avevo capito che la forza del sindacato dipendesse anche dalla sua autorevolezza, dai valori fondanti, dallo scopo e dalla lotta a prescindere per i diritti di "tutti" i lavoratori, ovviamente non come agenzia di servizi, ma come Sindacato (ma lei dice è associazione di rappresentanza), quindi pensavo si sarebbe schierato a prescindere a favore dei lavoratori ma, come lei chiarisce, la sua forza contrattuale è tutta proporzionata al numero degli iscritti per cui, essendo associazione di rappresentanza, non può considerare i rinnovi tutti uguali....in poche parole speriamo nella "buona coscienza" della controparte. Grazie

  • Patrizia

    12/06/2023 - 11:16

    Caro ario, le cose sono due o tu hai capito male o io mi sono spiegata male. E il contrario di quello che scrivi. Qui sei in filcams cgil il blog è gestito da 3 tesserate e 3 non iscritte. Il tesseramento serve per dare forza a chi tratta per noi con controparte. Il sindacato ha tutto l'interessato a firmare contratti e una associazione di rappresentanza e non un'agenzia di servizi. Chi non ha interesse invece è la nostra controparte. Se non è chiaro te lo spiego altre mille volte Patrizia cgil .

  • Patrizia

    12/06/2023 - 10:50

    Ciao grace, vediamo se nei prossimi giorni cosa succede e poi lanceremo un'iniziativa dal blog. E evidente che la responsabilità è della nostra contropsrte, non vuole fare il contratto. Non mettiamo tutti insieme perché non è così Patrizia cgil

  • Grace

    12/06/2023 - 10:28

    Buongiorno, è evidente che ormai nessuno prende seriamente il rinnovo del nostro contratto. A questo punto dobbiamo scendere in piazza senza indugio. Bisognerebbe creare un volantino con una data in cui scioperare ed andare presso gli studi professionali ad imbucarlo nella posta delle lettere o anche su facebook. Io sono disponibile a farlo nella mia zona (Como). Dobbiamo provarci altrimenti non succederà mai nulla. Ora spetta a noi! Buona giornata Grace

  • ARIO

    12/06/2023 - 9:07

    buongiorno signora Patrizia, ho letto tanti suoi messaggi in questi anni e, mi creda l'ammiro davvero per la tenacità con cui continua ripetere lo stesso ragionamento, ovvero che buona parte della "causa" dell'incapacità di rinnovare il contratto degli studi è da imputare agli stessi dipendenti perchè non iscritti al sindacato. Il contratto è scaduto nel 2018 e la prima notizia di trattativa è del febbraio 2021 e da rinvio a rinvio siamo ad oggi e a non si sa quando/se si riprende. Detto questo, quindi mi viene da pensare che il sindacato non ha alcun interesse a portare avanti la causa degli studi, non avendo nessun ritorno in termini di "iscritti", infatti non ho mai sentito parlare il sindacato, in alcuna sede pubblica, di studi professionali (lavoratori degli studi professionali), o ventilare alcuna forma di protesta (perchè non ci sono iscritti), ed è incredibile in quanto credo proprio che rappresentiamo una parte importante che muove il motore dell'economia del paese...non voglio entrare in merito ad altre questioni, tipo CDA e gettoni di presenza perchè entreremmo in altri ragionamenti che non mi interessano. Grazie e buon lavori

  • Patrizia

    09/06/2023 - 21:34

    Ho letto tutti messaggi , ho aspettato a rispondere questa sera con un messaggio cumulativo: 1) luca tu proponi uno sciopero, se vogliamo fare sciopero bisogna dichiararlo e organizzarlo , ci sono delle regole non siamo in anarchia. Il sindacato è pronto a dichiarare sciopero ma non può essere solo Luca e qualche altro a farlo .. sono stata chiara? per cortesia proposte credibili , sensate e legali. 2) Renato ti ringrazio della tua iniziativa significa che c'è voglia di reagire e di protestare. Abbiamo fatto lettere a nastro e proteste via web di tutti i tipi in questi anni e quindi nutro poche speranze. Ho imparato che quello che conta è l'iniziativa sindacale seria collettiva e duratura. Comunque non si sa mai 3) Caro Enrico tutte le cose che elenchi si possono fare in sindacato senza fare collette, organizzate ed efficaci basta avere i LAVORATORI . L'appoggio del sindacato c'è basta andare in sindacato ! come devo dirlo ? questo è un blog della Filcams cgil e qui sul blog solo iniziative sindacali perchè sono quelle che contano davvero ma ripeto ci vogliono i lavoratori. 4) Cara Emma le iniziative sindacali sono cose molto serie non è spettacolo. . Andare sui giornali tv va benissimo ma va fatto organizzati con il sindacato altrimenti non ha peso. Iene per cortesia no , c'è un limite alla dignità.Noi vi aspettiamo 5) Caro Daniele, capisco l'intento ma questa scelta è sbagliata, alimenta i contratti pirata che sono una piaga in tutti i settori , 100 contratti confederali e 700 "pirata" e sopratutto , cosa gravissima indebolisce il sistema bilaterale perchè quel contratto pirata non potrà usare ebipro e cadiprof e per i lavoratori è un danno grave. Ti chiederei di non farlo , i danneggiati sono solo i lavoratori. 6) Cara Giulia, non dirlo a noi che lavoriamo come matte per seguire questa categoria! a Genova , dalle nostre notizie ci sono circa 30 iscritti, puoi chiamare in Filcams e chiedere di Mascia che segue il settore, digli pure che ti mandiamo noi. 7) Caro Donato, chiama la Filcams di Palermo oppure scrivi su messenger della loro pagina Fb, conosco i funzionari di Palermo sono bravi. 8) Caro Massimo , lo so che è difficile , dopo 40 anni di studio legale so bene come è il lavoro nello studio professionale, sono andata al lavoro anche con il gesso.. e proprio per questo faccio attività sindacale, c'è bisogno di una categoria organizzata per farla finita con queste situazioni, e simili ,alle volte sembra quasi una condanna. Eppure ho trovato il tempo in questi 30 anni di attività sindacale, non sono mai stata in distacco e ho usato le mie ferie e rol per le riunioni. Così le mie colleghe con cui gestisco il blog , hanno figli e famiglia tutte e 6 ( 3 tesserate e 3 no) eppure riusciamo a gestire questo blog così impegnativo, ti dirò che ci divertiamo pure alle volte, di sicuro abbiamo imparato molto. Ci vuole passione e determinazione, sarà che siamo donne. Quindi se si vuole si può. perchè noi si e voi no? poi però pretendete il contratto . 9) Caro Donato, capisco l'esasperazione che per noi è moltiplicata per 1 milione visto la nostra attività sindacale ma facciamo un pò di ordine vuoi ? Landini è il segretario della cgil, la nostra categoria è la Filcams cgil che segue 33 contratti commercio servizi e turismo. Quando intervengono i segretari Nazionali di categoria e della cgil parlano di tutti i contratti nazionali scaduti , ci sono 7 milioni di lavoratori senza contratto da anni non solo noi. Le controparti scappano da tutti i tavoli non vogliono firmare contratti nazionali, spero tu te ne sia accorto ! giornali e Tv non vogliono seguire le vicende dei lavoratori e sindacali anche questo spero tu te ne sia accorto,. Non è facile nemmeno per dei sindacati così tanto rappresentativi ti assicuro. Vuoi che non sappiamo cosa fa Stella e che La Calderone era nostra controparte fino all'altro giorno ? vuoi che non sappiamo che questo governo ha dato tutto quello che hanno chiesto i professionisti in campagna elettorale? sappiamo tutto ma noi rappresentiamo i lavoratori e c'è una controparte con cui trattare non dimentichiamolo mai mai ma mai .I contratti non sono legge dello stato , non sono obbligatori, possono anche non esserci. I delegati sindacali degli studi professionali sono pochissimi praticamente la struttura organizzativa non esiste. Senza il supporto della categoria organizzata che urla e protesta il funzionario sindacale fa l'impossibile ma non ha esercito dietro di se , si dimettano ? e perchè ? una trattativa è come un braccio di ferro se non hai muscolo vince quello più forte. Il sindacato non è una agenzia di contratti, massimo, è una associazione di rappresentanza e la rappresentanza si misura con l'adesione dei lavoratori. Di azioni ne sono state fatte tante , guarda solo questo blog sindacale , quanta attività, ma i lavoratori ? dove sono i lavoratori ? il blog è stato costruito per questo dalla Filcams cgil per arrivare a far partecipare i lavoratori degli studi professionali non per dare un servizio, se hai questa idea è errata . Ti sbagli le assemblee web sono state 3 , .. sono state pubblicizzate fuori dal blog abbondantemente anche con 900 mail , e non ti dico le assemblee convocate localmente anche da me vuoi l'elenco? Partecipanti ? pochi e allora riparliamo delle responsabilità per cortesia?. Le iniziative sindacali sono cose serie dure non si fa spettacolo. Vorrei sperare che in questo lungo elenco di presunte inadempienze ci siano anche le inadempienze dei lavoratori e quindi anche tue o pensi che non devi fare nulla? si devi gridare anche tu e i tuoi colleghi come facciamo noi. Cosa centrano Cadiprof ed ebipro? i posti in cda non sono pagati, al massimo dei gettoni,ci sono stata anch'io qualche anno , sono miti. Il sindacato lo stiamo facendo ora in questo momento che ti rispondo alle 9 di sera , fallo anche tu proprio per il rispetto di te stesso, nessuno regala rispetto sai , te lo devi conquistare e io l'ho deciso tanti anni fa che non delegavo a nessuno il rispetto di me stessa. Fallo anche tu e ti sentirai meglio e sopratutto darai un senso alla tua rabbia che in questo momento si ritorce contro di te. Con sinceta comprensione .. patrizia cgil

  • Luca

    09/06/2023 - 17:15

    Luca L. dalla provincia di Pistoia: fissiamo un giorno ben preciso, rendiamolo pubblico con idonei mezzi di informazione, e dichiariamo ( grazie al supporto dell'organizzazione sindacale) in quel giorno di abbassare la produttivita' personale su base volontaria, ripetiamo l'evento sempre piu' frequentemente sino al rinnovo del contratto; saluti a tutti

  • Renato

    09/06/2023 - 15:52

    18/03/21 Rinvio 12/04/21 Rinvio 30/04/21 Rinvio 18/01/22 Rinvio 25/01/22 Rinvio 30/03/22 Rinvio 05/07/22 Rinvio 25/11/22 Rinvio 06/06/23 Rinvio. Questi i rinvii di incontri già programmati da parte di Confprofessioni solo negli ultimi 2 anni, tutti documentabili, senza contare tutti quelli precedenti. Quando mandate la mail/lettera a quotidiani, radio, giornali, redazioni programmi tv, striscia, report, iene ecc ecc includete anche questi dati. Qui non si tratta di una trattativa che va per le lunghe, è chiaro ci sia ben altro, qualcuno che ha più influenza sui media rispetto a noi deve intervenire, e il primo modo per farlo è portarlo a conoscenza del maggior numero di persone possibili.

  • Enrico

    09/06/2023 - 15:48

    Spero vivamente che coloro alle quali è stata inviata la mail non lascino cadere nel vuoto gli appelli. Pensavo inoltre a questo, ovvero se ci informassimo sul quanto costa pubblicare a pagamento in una pagina di uno (o eventualmente più) quotidiani a maggior tiratura vedi Corriere, Il Sole, una testo condiviso o anche quello proposto ad oggi. Una volta saputa la cifra raccogliere i fondi necessari e poi inviare le nostre richieste alle testate scelte (sperando con l'appoggio delle sigle sindacali), in questo caso, pagando non possono rifiutarsi. D'altronde c'è chi le adopera per fare gli auguri alla moglie, penso possiamo usarle anche noi per la nostra causa.

  • EMMA

    09/06/2023 - 15:23

    Buonasera, se qualcuno può mettere una lista di mail alla quale inviare la lettera di Renato, potremmo cercare di muovere qualcosa, tramite testate giornalistiche e/o trasmissioni televisive che possono dare risalto alla nostra situazione. Diverso tempo fa avevo suggerito di contattare le Iene, ma la proposta era stata scartata. Grazie

  • DANIELE LOIACONO

    09/06/2023 - 14:41

    Buongiorno a tutti/e colleghi/e, Volevo, innanzitutto, ringraziare Patrizia e tutti i ns portavoci sindacali per l'egregio lavoro e la tenacia con cui stanno affrontando questo annosissimo rinnovo contrattuale del ns settore lavorativo. anche io sono dipendente di uno studio professionale di commercialisti ed avvocati presso il quale svolgo la mansione di payroll specialist, da circa 10 anni, e di consulente del lavoro "de facto" pur non essendo laureato ed abilitato, inquadrato al 2 livello da solo un anno. Non trovo aggettivi per qualificare il comportamento vergognoso della controparte, la quale si sta rivelando capziosa ed ipocrita nella trattiva per il rinnovo; pertanto, abbiamo deciso, insieme ad un'altra decina di colleghi (al momento) che svolgono la mia stessa mansione, ed avendo un "potere di autonomia molto forte" (non retribuito in maniera adeguata) nella scelta del CCNL da applicare alle aziende/studi professionali clienti degli studi presso cui lavoriamo, di disapplicare per le nuove assunzioni e di valutare un cambio di CCNL studi professionali da confprofessioni a CIFA-CONFSAL (retributivamente molto più conveniente per noi lavoratori) e anche per quelle che già adottano il ns CCNL in vigore. Pensiamo che questa iniziativa, possa in qualche modo mettere pressione alla controparte e "svuotarla" di rappresentatività. Mi rendo conto che non sia la soluzione ottimale, ma non ne se ne può più! a mali estremi...

  • Elvana

    09/06/2023 - 13:18

    La lettera che è stata mandata al ministro, lo possiamo mandare anche a segnalazioni@valeriostaffelli.it Non ricordo chi lo ha inviato....l'avevo letto qui sul blog .

  • giulia.dealb

    09/06/2023 - 12:21

    Buongiorno a tutti sinceramente non mi aspettavo che saltasse l'ennesiva volta l'incontro, tra l'altro su tre giorni in nessuno di questi la controparte non si è presentata: sono molto delusa e adirata per il comportamento di controparte: proprio una mancanza di rispetto verso tutti noi dipendenti. Io sono iscritta alla FILCAMS a Genova da tanti anni, lo avevo fatto con la mia collega di studio perchè avevamo avuto un problema sulla liquidazione del TFR con il passaggio da studio singolo a studio associato, siamo andate in sindacato e ci hanno detto come procedere: tutto è andato a posto. Quindi da allora ho continuato ad essere iscritta con delega a brevi manu. Non so su Genova quanto siano gli iscritti al sincato FILCAMS o ad altri sindacati. Mi farebbe piacere mettermi in contatto con colleghe/colleghi di Genova per confrontarci. Ho inviato la lettera che ha scritto Renato per il Ministero a Confeprofessioni.

  • DONATO GIALLOMBARDO

    09/06/2023 - 12:01

    Solo per la Cronaca: De Luca, presidente dell'OCL (associato Confprofessioni) giorno 16 sarà a Palermo per inaugurare la nuova sede dei CDL.... Si è chiesto un incontro, un faccia a faccia, un qualcosa, si sono informati i giornali (anche locali) sul merito che mentre il presidente inaugura locali, i lavoratori che lo hanno messo dov'è attendono il rinnovo del CCNL? E' davvero finita per questo paese? Io nel mio piccolo ho informato un blog locale, ma penso che la Confederazione possa muoversi meglio....

  • PAOLA ROSARIA NICOLI

    09/06/2023 - 11:21

    Ciao a tutti, ho inviato le mie lamentele personali anche a nome delle colleghe/colleghi del mio Studio e di tutt'Italia sia alle Jene, che a Striscia, che a Confprofessioni, nonchè la lettera che ha condiviso il buon Renato. Non ho capito però se è stata inviata al Ministero del Lavoro. Grazie

  • Massimo

    09/06/2023 - 9:39

    Buongiorno, rivolgo un commento a Patrizia. Ho notato che spesso consigli, giustamente, di recarci in sindacato. Personalmente (Catania) ci sono stato due anni fa (perché volevo un consiglio procedurale su argomento ferie sottratte indebitamente...) durante le mie ferie estive. Ebbene si....andare in sindacato....ma mi dici come è possibile fisicamente andare in sindacato se siamo sempre in studio dalla mattina alla sera e tutti i santi giorni dell'anno e quei due minuti liberi nel fine settimana ci dobbiamo pure ricordare della famiglia e magare di vivere quei cinque minuti che ci è concesso? Ripeto la mia non è una critica sulla giusta osservazione di collaborare fisicamente con il sindacato con la presenza.....ma molti di noi non sono sdoppiabili....

  • DONATO GIALLOMBARDO

    09/06/2023 - 9:15

    Buongiorno. Ennesimo rinvio, ennesima truffa, ennesimo pane duro da ingoiare.... Non ci sentono i media, non ci sente la Calderone (cara Patrizia, oggi è ministro, ma ieri era la nostra referente in Confprofessioni...) e nel frattempo il dottor Stella è il presidente del Consiglio Europeo delle professioni!!! Sulle spalle di noi lavoratori!!! Tutto questo chi lo deve gridare? Io? I miei colleghi? Andando alla sede sindacale? Perchè, il sindacato queste cose non le sa? Finitela.... e siamo seri. La più grossa confederazione sindacale del paese non riesce nemmeno a sedersi al tavolo delle trattative? Cosa serve? Se i delegati attuali non riescono nemmeno a farli sedere, che si dimettano, abbiano il coraggio delle loro (in)azioni!!! Non ho visto nessuno di loro rilasciare interviste su quotidiani, telegiornali, servizio pubblico, Striscia la Notizia, Iene, Report o dove lo ritengano opportuno. E' stata convocata solo un'assemblea on line, cosa corretta, giusta, inclusiva, ma unica e solitaria. E' stata pubblicizzata dove, fuori da questo Blog? Sembrerò polemico, e probabilmente lo sono, e mi risponderete che tutti cercano di dare il meglio, che dobbiamo unirci, ecc. ecc. Ma cosa vuoi unire, se solo il rispetto del minimale è l'unica cosa che rispetta il tuo datore di lavoro? Se anche in studio sono l'unico dipendente? E poi, quando mi licenzierà, gli facciamo vertenza, così ci mangia pure l'avvocato e il sindacato... Nelle grandi città, dove gli studi dovrebbero essere più grandi (in media) cosa avete proposto? Landini quante volte ha parlato di noi, nelle sedi opportune o nelle interviste? Mettiamoli seriamente in imbarazzo, e freghiamocene dei posti in CDA di Cadiprof e Ebipro o negli altri organismi paritetici e bilaterali, e si pensi a fare il sindacato. Grazie sempre per il vostro volontario impegno, che non è dovuto ma sentito, e scusatemi ancora, però con il caro mutui e l'inflazione galoppante davvero non se ne può più di chiacchere...

  • Patrizia

    09/06/2023 - 0:04

    Caro Andrea, hai fatto tutto benissimo, hai sperimentato che da soli si fa poco. Il problema sta tutto qui. Chiedi in sindacato se ci sono altri iscritti, mettiti in contatto con loro, puoi lanciare l'idea di un'assemblea in città, potresti avere delle sorprese. Noi dal blog ti aiuteremo con idee e consigli. Patrizia cgil

  • Andrea

    08/06/2023 - 20:13

    Ho letto tutte le tue risposte Patrizia. Io ho mandato la lettera di Renato alla Gazzetta del Mezzogiorno e alla mail di Conprofessioni. Che altro posso fare? Tu mi dici di andare in sindacato ma l'ho già fatto. Se altri colleghi come me, della mia città (Bari), non vanno cosa posso fare io da solo? Su Bari protesto solo io in piazza? Non è una provocazione la mia, è un dato di fatto.

  • Patrizia

    08/06/2023 - 19:39

    Ciao , abbiamo letto con attenzione tutti i vostri messaggi, tra ieri e oggi, rispondo io in modo cumulativo: 1) nei prossimi giorni risponderemo a tutte le domande che avete posto in assemblea e qui sul blog, le domande sono davvero tante ci vorrà un pò di tempo e noi lavoriamo come voi negli studi, abbiamo famiglia e impegni, siamo volontarie , tutto questo lavoro sindacale lo facciamo da tanti anni nel nostro tempo libero, dopo cena, sabato e domenica , non so se riuscite a capirlo ma ve lo ridico non si sa mai che vi sia sfuggito.. così almeno evitate di credere che siamo un servizio. Ora rispondo ai post in modo diretto senza preamboli, avete imparato a conoscermi, sapete che sono diretta. 2) per questo motivo ARTURO è inaccettabile quello che scrivi.. noi siamo ben svegli , piuttosto tu non hai le idee chiare sai. il sindacato non è una agenzia che stipula contratti è l'organizzazione dei lavoratori cioè me te tutti noi. 3) quando vi dico andate in sindacato , non dico di iscriversi ma di ANDARE per organizzarci, possibile che non capiate che senza organizzazione non si fa nulla ? nessuna protesta collettiva ma solo azioni individuali? Vedo dai post che cercate i colleghi per fare insieme delle proteste .. bene è l'inizio, finalmente capite che bisogna fare insieme delle iniziative ma ci vuole un passo in più per essere incisivi : l'organizzazione sindacale FISICA. 4) in tanti anni con l'appoggio della Filcams, abbiamo scritto lettere a tutti , mail bombing , su fb di confprofessioni, se scorrete il blog li troverete tutti. Benissimo la lettera di Renato, magari qualche giornale la pubblicherà o Report risponderà , la Calderone che è una consulente del lavoro, non ha competenza sui contratti risponderà che solleciterà confprofessioni, va benissimo. Ma non capite che sono azioni sporadiche e non di massa ? cosa pesa ? la massa . Noi come facciamo a creare massa ? con l'organizzazione sindacale che si fa anche se non si è iscritti . MA CI VUOLE TANTO A CAPIRE QUESTO SEMPLICE CONCETTO ? 5) Cosa pesa al tavolo delle trattative ? le proteste vere e organizzate dai lavoratori , le altre categorie cosa fanno ? questo, vogliamo imparare che con il mouse non basta? 6) caro MARCO all'assemblea del 6 di giugno sembravano confermati il 7 e l'8 giugno , del rinvio lo abbiamo saputo ieri. Le iniziative di mobilitazione collettiva le faremmo tanto volentieri sai non sai quanto .. i professionisti meriterebbero una risposta forte e chiara, ma con chi ? se siete solo dei post sul blog? 7) Caro ANDREA il pugno di ferro lo useremmo volentieri se ci fosse una categoria organizzata, il funzionario da solo al tavolo fa del suo meglio. Siamo noi lavoratori che dobbiamo farci sentire. 8) Caro MARCO, scrivi cose inaccettabili e incomprensibili, Landini incatenato .. ma come ti viene in mente una sciocchezza simile? i lavoratori non sono pecore , collettivamente hanno ottenuto tanto e non c'è un cane pastore. La tua è solo vigliaccheria: non fare nulla e trovare qualcuno che faccia per te. 9) vedo che almeno ENRICO ha capito come stanno le cose per fortuna. La delega brevi manu c'è già da sempre , quindi lo potete fare senza che il datore di lavoro lo sappia, nonostante ciò le iscrizioni non sono mai magicamente aumentate. Finisco rinnovandovi l'invito ad ANDARE NELLE SEDI SINDACALI DELLE VOSTRE CITTA' solo così si possono organizzare delle proteste vere e sopratutto avere una organizzazione che da subito sostenga già il prossimo rinnovo, altrimenti siamo sempre da capo a 15. Domandatevi cosa potete fare davvero perchè dipende da voi e da noi non dal funzionario sindacale che in questo caso è Danilo Lelli che è straordinario per capacità competenza e pazienza. PER CORTESIA FACCIAMO QUALCOSA DI CONCRETO DI FISICO Patrizia cgil

  • GIULIO

    08/06/2023 - 18:44

    Buonasera, prendendo spunto dalla lettere di Renato ho colto l'occasione di inviarla sia a Confprofessioni che al ministero del lavoro tramite mail........la leggeranno??forse si, forse no, se però siamo in centinaia ad inviare la stessa lettera ad entrambi con lo stesso oggetto forse qualcuno preso dalla curiosita' leggerebbe il contenuto della stessa e magari qualcosa potremmo ottenere. Forse sì o forse no, meglio di stare affacciati alla finestra e vedere Confprofessioni che ci saluta col sorriso sicuramente è.....!!!! Fatelo in tanti

  • Alessandro

    08/06/2023 - 18:33

    La mail di Renato obiettivamente è perfetta, esprime concetti in maniera pacata e oggettiva. Molto istituzionale! Potrebbe essere forse l'unica occasione per smuovere le cose, mandarla in massa a tutti i contatti del ministero del Lavoro e a giornalisti e testate che si occupano di problemi di natura sociale e lavorativa! Bravissimo Renato!

  • ARTURO

    08/06/2023 - 16:21

    A questo punto penso che anche il sindacato si d'accordo con l'altra parte. E' impossibile che non si faccia nulla. E' facile dire iscrivetevi al sindacato. Ma se già guadagnamo quattro spiccioli, vi pare che ci priviamo di un'altra quota (anche se piccola) del nostro stipendio? Poi lavorando in studi con 2 o 3 dipendenti ma chi si mette a scioperare? SVEGLIA SINDACATO!!!!

  • Giuliano Checcacci

    08/06/2023 - 16:03

    sono sempre più schifato, avvilito e demoralizzato dall'inerzia e dalla non volontà di chiudere una trattativa, per il quale era "ripresa" (se così si può dire) la trattativa nel lontano 25 febbraio 2021.. cioè 2 anni e mezzo fa... cosa c'è da capire che non c'è assolutamente la voglia di portare tutto a una conclusione?..

  • Laura

    08/06/2023 - 15:17

    Renato la tua lettera è perfetta, concordo nell’inviarla a chiunque. E in cuor mio spero che il sindacato abbia già provato a contattare più e più volte le varie testate giornalistiche e televisive. Sicuramente loro hanno agganci con qualche giornalista e la nostra presa in giro merita di essere raccontata con articoli di giornale e servizi in tv. Ci fosse anche solo un tesserato quel tesserato ha diritto a far conoscere a tutti la situazione irrisoria che sta vivendo. Ci sono possibilità? Questa strada è già stata battuta? Grazie mille. Buon pomeriggio

  • mimma

    08/06/2023 - 14:37

    Tutto già previsto, abbiamo capito di che pasta sono fatti! ... e La Calderone? per carità è stata fino ieri Presidente Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, oggi c'è il marito, secondo voi? ora è necessario non farsi fregare sulla "vacanza" perché già prevedo che faranno i furbi elargendo importi irrisori e soprattutto, non farsi abbindolare con il welfare aziendale ... Chiamiamola pure trattativa .... in realtà trattasi di presa per i fondelli!

  • Marco

    08/06/2023 - 14:16

    Buongiorno a tutti Sono contentissimo per il rinnovo. URA URA ...... Non ho capito bene cosa dici??? Mi sono sbagliato non c'è il rinnovo ???? .... ..... va bene ma sicuramente il sindacato si sarà battuto e avrà fatto sentire le nostre motivazioni e pretese ...... Non ho capito bene cosa dici??? .... confprofessioni non si è proprio presentata ? ..... sono sopraggiunti altri impegni ....ma è giusto così cosa vogliamo che le persone siano a nostra disposizione con un preavviso così ristretto ..... appena 2 mesi .... Ripeto quello che ho detto qualche settimana fa qui sul blog. Ci vuole qualcosa di eclatante .... qualcosa che smuova i lavoratori e l'opinione pubblica. Ripeto ...LANDINI INCATENATO DAVANTI A CONFPROFESSIONI A ROMA. ..... Tempo 5 giorni e vengono al tavolo e vengono a firmare il contratto. Bisogna trovare una strada alternativa e innovativa per portarli a trattare Rassegnamoci siamo delle pecore e abbiamo il cane pastore che non sa difenderci

  • Enrico

    08/06/2023 - 14:09

    E' umiliante per i lavoratori del settore essere ostaggio di una parte datoriale composta da un manipolo di persone non serie che amano definirsi professionisti (solo per etichetta). Penso inoltre che alla luce di questa ulteriore presa per il naso sia l'ora di svegliarsi anche per i lavoratori stessi, troppi nodi non affrontati per paura o per convenienza, questi sono i risultati e non possiamo sperare ora di risolverli solamente incazzandoci sul blog sperando che la Patrizia o l'Irene o Lelli vadano in trattativa senza un solido appoggio e mandato alle spalle. Son convinto che se la quota sindacale e l'iscrizione alle categorie non passassero dal cedolino ma potessero essere versate direttamente al sindacato, magicamente gli iscritti decuplicherebbero.

  • Martina

    08/06/2023 - 13:42

    Vorrei sottolineare che nel corso degli ultimi mesi sono stati rinnovati i contratti più strani (sacristi, fiori recisi, colf e badanti, lavanderie, vigilanza privata…) e tra cui il ccnl gomma-plastica in tempi record (a nemmeno 1 mese dalla scadenza)… quindi evidentemente la presa di posizione di Confprofessioni è eloquente! Non hanno la minima intenzione di rinnovarcelo!!! Proporrei di scrivere tutti quanti una mail di protesta: info@confprofessioni.eu ed ogni singola persona di questo settore lo deve fare! È un nostro sacrosanto diritto!!!

  • Rebecca

    08/06/2023 - 11:07

    CHE SCHIFO! E quindi adesso che si fa? Aspettiamo i loro comodi e basta o facciamo un po' di confusione noi?

  • Romina

    08/06/2023 - 11:03

    Ma la cifra della tantum che circola mi sembra di capire si aggirava sui 250 euro per 5 anni di contratto scaduto. Son 4,16 euro mensili riconosciuti. Siete ancora disposti ad essere presi per il ....??? Non vi porto l'articolo del sole 24 ore ma vi riporto che nel trienno 2021/2023 l'inflazione cumulata sarà pari per un italiano al 20%. Lascio a voi i conti sulle cifre di un ipotetico aumento solo per tornare in pari con il potere di acquisto di 5 anni. Un saluti a tutti i lettori

  • ROMINA

    08/06/2023 - 10:45

    Credo che a questo punto l'unico modo sia uscire allo scoperto, e sono d'accordo con Renato.. fare la voce grossa con il ministro, e le TV di denuncia. E' davvero una situazione insostenibile e i professionisti sguazzano nella nostra pazienza, i sindacati effettivamente potrebbero fare di più e noi dovremmo essere più uniti e decisi. Come scrissi in altra sede siamo noi che portiamo avanti il carrozzone, senza gli impiegati molti studi andrebbero in rovina. Come possiamo organizzarci?

  • roberto

    08/06/2023 - 10:34

    E' ridicolo, cambiamo/cambiate lavoro!! io sono alla ricerca... spero nel giro di un paio di anni di lavorare con contratto decente e più vicino a casa! un abbraccio

  • Massimo

    08/06/2023 - 9:39

    Buongiorno, ritengo che le lamentele siano inutili. Da tempo seguo Charlotte Matteini, è una giornalista che scrive anche per il Fatto Quotidiano, che si occupa di vicende legate al mondo del lavoro ed è spesso ospite in tv dove vengono mostrati i suoi servizi che riguardano le proposte di lavoro assurde e sottopagate all'inverosimile che si trovano su tutto il territorio italiano. Il suo indirizzo mail è questo: charlotte@charlottematteini.it Ha un profilo instagram e penso anche sugli altri social. Per cortesia la lettera indirizzata al ministero se potete girarla a lei o eventualmente posso farlo anche io ma mi dovreste fare la cortesia di girarla alla mia mail.

  • Claf

    08/06/2023 - 9:30

    Grazie Renato per la tua lettera per Iene, Report, Striscia, Indignato Speciale, redazioni di giornali, tv, radio ecc... Ottima Inziativa.

  • alessandra

    08/06/2023 - 8:45

    Bravo Renato! Si può procedere con l'invio della lettera a chi di competenza?

  • Marco

    08/06/2023 - 7:54

    Paura dell'assemblea che si è svolta ? Non ci credo. Ieri 7 giugno Sono usciti gli indici IPCA-NEI. Il contratti dei metalmeccanici già dal 2018 viene aggiornato il base a tale indice. (che è comunque più basso della rivalutazione ISTAT). Quindi una sorta di scale mobile già esiste oltre che al ccnl Colf anche nei metalmeccanici, spero possa trovare spazio anche nel nostro ccnl. Dall'assemblea di ieri non sono emerse forme di mobilitazione collettiva che possono aiutare a smuovere la controparte. Si possono avere comunque suggerimenti in merito nei prossimi giorni?

  • Stefania

    08/06/2023 - 7:18

    Lo so che è brutto da dire, ma un domani quando è se vedrete la pensione piangerete…. Scappate se potete da questo contratto, andate a lavorare in un azienda… Io son passata ad un azienda metalmeccanica industria con contratto interno… vi dico che di 5 ore prendo 1600 euro …. E adesso c è L aumento del contratto a giugno quindi prendo ancora di più ….. scappate…. I titolari se le fanno le cose voglio vedere quando non troveranno più nessuno che faranno

  • Andrea

    08/06/2023 - 0:22

    Cortesemente possiamo organizzarci per qualcosa di serio?? Anche tempestare la mail di Confprofessioni delle nostre proteste per l'ennesimo rinvio??? Io questa sera l'ho fatto e se volete ve ne do prova. Fatelo pure voi!!! Scriviamo in massa che siamo stanchi di questi soprusi.

  • Andrea

    08/06/2023 - 0:06

    È una vergogna!!! Ma il sindacato non può usare il pugno di ferro minacciando uno sciopero qualora facciano un altro rinvio?? È inaudito tutto questo! Ed era anche plausibile...adesso il prossimo incontro sarà minimo ad ottobre, perchè si sa che luglio e agosto sono out e settembre è un mese per "decidere la data". Ora basta!!! Tiriamo tutti fuori un po' le palle con i nostri datori di lavoro e partecipiamo ad uno sciopero!!! Tanto non ci sono persone che vogliono fare questo lavoro di....non fatemi essere volgare.

  • Renato

    07/06/2023 - 23:57

    Ho preparato una lettera per il ministero del lavoro, ma leggermente modificata può andar bene anche per Iene, Report, Striscia, Indignato Speciale, redazioni di giornali, tv, radio ecc... se qualcuno si fa carico di inviarla sarebbe cosa gradita. Egregio Ministro, mi rivolgo a lei per esprimere la nostra profonda preoccupazione e frustrazione riguardo al mancato rinnovo del contratto collettivo degli studi professionali, che è oramai scaduto da più di 5 anni. La situazione attuale è diventata insostenibile per noi lavoratori, e vorrei sollecitare il ministero a intervenire per tutelare i nostri interessi. È con grande disappunto che constato come la controparte Confprofessioni, ogni volta, trovi una scusa per rimandare gli incontri con i sindacati. Questo atteggiamento è stucchevole e, oserei dire, al limite dell'offensivo. Non possiamo accettare ulteriori ritardi e giustificazioni che ignorino le nostre legittime richieste di un contratto collettivo adeguato. Uno dei motivi principali della nostra protesta riguarda gli stipendi, non parametrati ai recenti aumenti del costo della vita, fra i più bassi tra tutti i contratti collettivi e in netto svantaggio rispetto a mansioni paragonabili in altri settori. Questa disparità è ingiusta e svaluta il nostro lavoro. Non possiamo accettare di essere penalizzati economicamente semplicemente perché siamo impiegati negli studi professionali e in maggioranza donne. Inoltre, la situazione è ulteriormente aggravata dal fatto che molti lavoratori al quarto livello sono costretti a svolgere mansioni che corrispondono a quelle del secondo o primo livello. Questa situazione è scoraggiante e demotivante per noi lavoratori, e mina la nostra professionalità e crescita all'interno del settore, senza un adeguato corrispettivo economico. La nostra richiesta è chiara: chiediamo al ministero di intervenire immediatamente per sollecitare il rinnovo del contratto collettivo degli studi professionali. Questo rinnovo deve prevedere adeguati aumenti salariali, in modo da allineare i nostri stipendi a quelli degli altri contratti collettivi per mansioni simili. Inoltre, è necessario che le mansioni e i livelli siano adeguatamente riclassificati e retribuiti, in modo da porre fine alla disparità attuale. Siamo stanchi di essere trascurati e sfruttati. Vogliamo un contratto collettivo equo e dignitoso, che riconosca il valore del nostro lavoro e ci offra prospettive di crescita e miglioramento professionale. Confido nella sensibilità e nell'attenzione che il ministero riserverà a questa problematica urgente. Restiamo a disposizione per fornire ulteriori informazioni e collaborare attivamente per trovare una soluzione adeguata. Ringraziandola per l'attenzione e l'impegno che dedicherà alla nostra causa, porgo i miei più distinti saluti.

  • Giulio Savino

    07/06/2023 - 22:58

    Che vergogna non ci sono parole

  • Alessandra

    07/06/2023 - 21:19

    Ma tutte e tre le date? Cioè lo sanno da quasi 2 mesi che ci sono gli incontri, e chiedono di nuovo il rinvio? Senza dare altra disponibilità?

  • Marika

    07/06/2023 - 21:05

    Buonasera Patrizia, ho letto almeno 20 volte il suo post perché speravo di aver capito male... Impegni internazionali?! È dal 13.04 che queste 3 giornate erano state concordate tra le parti e rincresce davvero tanto (per non essere volgari) che Confprofessioni non riesca a rispettare un impegno preso. A questi fantomatici "impegni internazionali" ci dovevano andare proprio quelli che siedono al tavolo delle trattative?! Comunque, teniamo duro e dimostriamoci migliori di loro continuando a cercare e pretendere un momento di incontro.

  • Katia

    07/06/2023 - 20:44

    Non arrabbiatevi per l'ennesimo rinvio. Più attendono più consistente sarà sia l'aumento sia gli arretrati. E' inflazione su inflazione che si somma mensilmente.

  • Marcello

    07/06/2023 - 20:21

    Non è normale avere un minimo tabellare come il nostro (soprattutto dopo la recente inflazione), non è possibile che un impiegato tecnico percepisca da ccnl 1511€ lordi (che addirittura scendono a 1050 lordi il primo anno di apprendistato) per svolgere una mansione per la quale ha studiato e che richiede competenze di diversa natura. Le date degli incontri di questi giorni si sapevano da più di un mese, arrivati a questo punto direi che si potrebbe anche smetterla con queste scuse assurde.

  • Alessandro

    07/06/2023 - 19:58

    A una certa viene il dubbio che forse sarebbe meglio accettare l'elemosina dei 140 euro e dei 250 di una tantum, ma firmare il contratto, che rifiutare (seppur con ragione), rischiando di non firmare mai più o in tempi biblici per colpa della controparte che dà picche in continuazione... se potessi scegliere da lavoratore, avrei preso l'aumento che hanno proposto, che seppur non copra l'inflazione e l'aumento del costo della vita, è in linea con quello che tanti altri contratti firmati in quest'anno, hanno dato ai lavoratori. Meglio qualcosa che il nulla e per chissà quanto tempo. Opinione personale

  • Patrizia

    07/06/2023 - 19:23

    Care colleghe e colleghi, fino a ieri sera il sindacato ha cercato di salvare almeno la data di oggi e invece .. confprofessioni ha chiesto un rinvio per impegni internazionali .. che dire? patrizia cgil

  • Alessandra

    07/06/2023 - 18:34

    In che senso non si sa nulla? Si stanno facendo gli incontri in questi giorni oppure no? Effettivamente se Danilo Nelli ieri sera era a Bologna, forse a Roma non c'è... ci date notizie? Grazie

  • Patrizia

    07/06/2023 - 17:06

    Caro Andrea, nel senso che non si sa nulla Patrizia cgil

  • Andrea

    07/06/2023 - 16:57

    Scusa Patrizia che vuol dire "La trattativa non è stata ne rinviata ne si può dire che si sia tenuta diciamo che è in un momento delicato". In che senso non si è tenuta??? Stava facendo muro?

  • Patrizia

    07/06/2023 - 14:37

    Caro marco, siamo contenti che l'assemblea sia riuscita nonostante i limiti evidenti di un collegamento on line senza possibilità di un confronto diretto. La trattativa non è stata ne rinviata ne si può dire che si sia tenuta diciamo che è in un momento delicato. Vi sapremo dire di più nei prossimi giorni. Grazie! Patrizia cgil

  • Marco

    07/06/2023 - 14:26

    Buongiorno, ieri sera ho seguito la prima ora dell’assemblea e vi ringrazio perché è stato molto utile, sono stati toccati molti punti. Ho però una domanda: non ho mai sentito dire “alla trattativa di questa mattina” oppure “all’incontro di domani” o frasi simili. Vuol dire che le trattative sono state rinviate oppure me lo sono perso io? Grazie mille.

  • Lory

    05/06/2023 - 14:23

    Buongiorno, non so se è il posto giusto per porre tale quesito, in caso mi scuso e prego di ignorare il commento. Sapevo che, la posizione di Quadro, essendo assimilabile ad una funzione dirigenziale, non ha l'obbligo di rispettare un orario di lavoro e non rilevando puntualmente le presenze, non vi è neanche il pagamento delle ore straordinarie, quindi eccedenti le 40 settimanali. A fronte di ciò, però, viene di norma erogata l'indennità di funzione. Nel CCNL Studi professionali non vi è alcun riferimento all'indennità di funzione, neanche come elemento già ricompreso nella retribuzione base. Quindi, è dovuto il pagamento degli straordinari? Ringrazio per l'attenzione.

  • Alessandro

    05/06/2023 - 10:37

    Buongiorno, la 3 giorni di trattative per la parte economica è confermata per domani? O è stato comunicato qualche genere di rinvio?

  • silvia

    31/05/2023 - 21:21

    buonasera, come posso partecipare all'assemblea?

  • Patrizia

    31/05/2023 - 15:24

    Cara Emanuela, l'assemblea è la sera non coincide con l'ora delle trattative, se è nello stesso giorno; meglio!! Non abbiamo notizie di rinvii ma con confprofessioni non si sa mai! Ciao patrizia cgil

  • Emanuela

    31/05/2023 - 9:42

    Scusate, non avevo visto che è stata aperta una sezione apposita per l'assemblea, a questo punto visto che è stata fissata per il 6 giugno, chiedo se è stata spostato l'incontro di 3 giorni con Confprofessioni, visto le date coincidono.

  • Patrizia

    24/05/2023 - 15:09

    Caro Alessandro, stavo giusto facendo un post per aggiornare ,così rispondo a te e a tutte colleghe e colleghi! Data pronta, volantino pronto, programma pronto, l'unica cosa da sistemare entro stasera è la sala, visto che faremo l'assemblea in modalità mista e che ci è saltata quella che volevamo. Credo in settimana dovremmo pubblicare l'articolo. So che l'attesa è tanta ma ci vuole un po di pazienza non sono cose semplici da organizzare.. manca poco! Vi anticipo che potrete postare le domande sotto l'articolo che pubblicheremo. L'unica cosa che vi chiediamo è una partecipazione massiccia per dare un bel segnale a controparte Patrizia cgil

  • Alessandro

    24/05/2023 - 12:36

    Buongiorno, si ha qualche notizia riguardo l'assemblea web da fare prima della 3 giorni di trattativa economica? Grazie mille

  • Patrizia

    18/05/2023 - 16:14

    Per Giacomo Stucchi rivolgiti a unica associazione dei dipendenti notarile cerca la loro pagina fb. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    18/05/2023 - 16:14

    Per Giacomo Stucchi rivolgiti a unica associazione dei dipendenti notarile cerca la loro pagina fb. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    17/05/2023 - 18:16

    Caro marco i canali per organizzare uno sciopero sono sindacali, perché lo sciopero deve essere dichiarato da organizzazioni sindacali . Il canale quindi è anche il blog ma non solo. Come vedi il contatore segna quasi 4 milioni ma abbiamo analisi che entrano piu nel dettaglio, il blog ha numeri altissimi ma le persone evidentemente non hanno coraggio di esporsi . Le pagine regionali serviranno vedrai , sono collegate alle strutture filcams .Di tutto questo parleremo in assemblea . Ciao patrizia cgil

  • MARCO

    17/05/2023 - 17:40

    non saprei sei è una buona idea ma la butto lì. per far girare la notizia della proposta dello sciopero si potrebbe creare un gruppo Telegram. Purtroppo non mi sembra che le pagine regionali del web abbiamo avuto successo. Se effettivamente siamo in tanti a leggere non capisco perché chi legge non scrive almeno che esiste. patrizia esistono statistiche sulla frequentazione del blog ? grazie.

  • Patrizia

    17/05/2023 - 16:50

    Risposta unica: il.coordinamento nazionale filcams era riservato alle strutture e funzionari filcams, abbiamo partecipato anche noi come gruppo blog. Sono riunioni organizzative per fare il punto sulla trattativa e per organizzare l'assemblea web. Non ci sono particolari novità. Non ci sono verbali. La prossima mossa è fare bene l'assemblea web sul blog per premere su una controparte che sfugge...diciamo cosi Assemblea web: abbiamo qualche problema sulla data che stiamo cercando di risolvere, entro un paio di giorni speriamo di riuscire. Vorremmo darne più visibilità possibile e questo comporta tanto lavoro. So che l'assemblea è molto attesa e questo ci fa molto piacere! Sciopero: non chiediamo altro! Organizzarlo e proclamarlo non è problema ma la partecipazione? Ve lo domando perché questo è il problema. Patrizia cgil

  • marco angeloni

    17/05/2023 - 12:17

    Buongiorno, dal blog risulta chel il 16 maggio 2023 la FILCAMS CGIL ha riunito il Coordinamento Nazionale studi professionali. Viene redatto un verbale a seguito di questa tipologia di inocntri? Ci sono degli spazi in cui sono pubblicati dei resoconti? Grazie

  • Alessandro

    17/05/2023 - 11:01

    Io sono d'accordo con Luca, un giorno di sciopero qualora non si raggiungesse l'accordo nella 3 giorni del 6-8 giugno, che sinceramente è quello che credo accadrà, aumentando la frequenza dei giorni di sciopero fino al raggiungimento di un accordo per un nuovo contratto. Vanno dichiarati e organizzati, bene...dichiariamoli e organizziamoli, non mi sembra che altre categorie si facciano tanti problemi a dichiarare sciopero. Lavoro in studi professionali da circa 25 anni e, potrò sbagliarmi, ma non ricordo uno sciopero, credo che sarebbe un segnale forte.

  • Andrea

    17/05/2023 - 10:29

    Ci sono aggiornamenti in merito al Coordinamento Nazionale studi professionali FILCAMS CGIL? Quali sono le prossime strade da percorrere in attesa della 3 giorni di inizio giugno? E sull'incontro online novità?

  • Alessandro

    16/05/2023 - 22:12

    Buonasera, ci sono novità sulla riunione di oggi del Coordinamento Nazionale FILCAMS studi professionali? Grazie mille!

  • Patrizia

    15/05/2023 - 16:36

    Caro Luca, tu proponi uno sciopero , va dichiarato e organizzato ! Non si può improvvisare. Invece il Presidio davanti alla sede di confprofessioni si può fare e organizzare. Patrizia cgil

  • Renato

    15/05/2023 - 13:31

    Maury76 prossima vita in ditte? Guarda che hai 47 anni, non 90! Puoi benissimo andarci anche ora con tutte le competenze che gli studi ti hanno dato, puoi fare anche concorsi pubblici volendo, lì non c’è limite d’età, il resto sono solo scuse per non mettersi in gioco e questa mentalità fa del male a tutta la categoria! Per il resto sono d’accordo con chi dice che servirebbe di più un singolo fatto eclatante, come ad esempio dieci o venti persone per ore e ore fuori dalla sede di Confprofessioni che 10000 iscrizioni al sindacato, che attenzione, sono d’accordo che servono sicuramente e andrebbero fatte, ma nel breve periodo avrebbe più effetto un’azione eclatante, perché l’Italia è così, più si fa casino e più si viene ascoltati, come gli studenti in tenda, e non diciamo che loro non hanno nulla da perdere dai, in Italia per fortuna chi ha voglia di lavorare un altro lavoro anche diversissimo lo trova ancora anche se ha una famiglia da mantenere, il resto sono solo scuse.

  • luca

    15/05/2023 - 13:05

    Luca dalla provincia di Pistoia: fissiamo un giorno ben preciso per le nostre rivendicazioni, rendiamolo pubblico e comunichiamo che abbasseremo la produttivita' personale su base volontaria in quel giorno; ripetiamo l'evento sempre piu' frequentemente sino al rinnovo del contratto saluti a tutti

  • Patrizia

    15/05/2023 - 11:20

    Caro Maurizio, attenzione il sindacato non è controparte... la questione dei livelli è sempre stata messa sul tavolo come il passaggio di livello, di questo come altri argomenti si può discutere in assemblea liberamente. Il punto vero è che poi devi discutere con la controparte siamo sempre lì... non volete capire che bisogna sostenere le richieste. Se non fosse così lavoreremmo ancora 48 ore , non ci sarebbero contratti , lavoro minorile ,niente diritti ecc ecc. E così difficile da capire? Nulla cambia se non c'è chi si spende per i propri diritti, la nostra categoria ne è l'esempio lampante, fare nulla e subire porta a questo. Patrizia cgil

  • maury76

    15/05/2023 - 10:23

    ...RENATO... quindi? da sempre negli studi la filosofia e' livello piu' basso al minor costo con la pretesa di svolgere mansioni alte. non e' nulla di nuovo. ma da quando ci lavoro ad ogni rinnovo si parla di rivedere i livelli e non e' mai stato fatto. PURE TE svolgi mansioni alte con livello basso? vediamo se l argomento verra' toccato nell assemblea ma dubito. i passaggi di livello dovrebbero avvenire con la fedelta' ma a noi manco i 7euro ci danno piu' dopo un tot di anni. prossima vita tutti in ditte dove si viene valorizzati tranquillo 🙂 ormai x chi non di primo "pelo" non sei piu' appetibile I GIOVANI invece stiano alla larga dagli studi anche se con giovani datori la musica e' diversa. è la vecchia classe che resta ancorata allo studio stile scrooge

  • Patrizia

    13/05/2023 - 16:28

    Cara Alessandra Gesualdo e tutti, lunedì decidiamo la data dell'assemblea che sarà entro maggio. L'articolo è già pronto manca solo la conferma di data e ora. L'avevamo detto è questo sarà, perché polemica, non capisco . Organizzare , mettere insieme persone tecnici e il programma vi pare semplice? Volete provare? Non siamo un centro servizi ma il sindacato è noi sei volontarie. Cerchiamo invece di partecipare in massa , il numero sarà importantissimo. Patrizia cgil

  • Renato

    12/05/2023 - 19:50

    Purtroppo chi fa del male a tutta la categoria, oltre a Confprofessioni, alcuni datori di lavoro ecc.. sono proprio i dipendenti, per colpa di alcuni che recano danno a tutta la categoria. A chi mi riferisco? A chi rimane per 5, 10, 20 anni al 4 livello o al 3 a fare magari bilanci, dichiarativi, IVA, consulenza al cliente e chi più ne ha ne metta! Mi rivolgo a loro, non avete un po' di orgoglio e considerazione personale? Come vi sentite a lavorare come muli con lavori complicati e in continuo aggiornamento spesso a far la parte del commercialista di turno o del consulente del lavoro e essere pagati come in un call center? Allora a quel punto non sarebbe meglio andare a lavorare in un call center e avere molte molte meno responsabilità e stress? Come ci si sente a prendere 1200 euro al mese quando chi fa lo stesso vostro lavoro e forse anche meno con il contratto del commercio, assicurativo, bancario, chimico, farmaceutico ne porta a casa 1600, 1700, 1800 uscendo dal lavoro alle tre del pomeriggio del venerdì, con ticket, orario flessibile e smart working? Ricordatevi di questo quando vi caricheranno di lavoro eccessivo, quando farete 10 ore al giorno (alcuni nemmeno pagati). Visto che nessuno protesta o dice nulla, imparate almeno a dire di NO a queste cose, ad avere finalmente un po' di amor proprio e fare qualunque cosa per migliorare la vostra situazione, perché ripeto, con il vostro comportamento ne va di mezzo tutta la categoria, Wanna Marchi vendeva il sale alla gente e sicuramente era colpevole, ma un pezzo di colpa ce l'aveva anche chi la comprava!

  • GESUALDO

    12/05/2023 - 18:33

    A proposito di cose che si possono fare, ma che fine ha fatto la proposta di Assemblea del Blog che...sta per arrivare ,stiamo per farla, qualche giorno e ci siamo, aspettiamo gli incontri con la controparte ecc ecc...? Senza polemica, ma la facciamo o non la facciamo? PS io tifo per gli studenti, ma faccio notare che loro non hanno nulla da perdere, noi che siamo magari i genitori di quegli studenti ne abbiamo eccome da perdere.

  • Patrizia

    12/05/2023 - 16:45

    Caro Stefano, questo è un blog dedicato agli studi professionali, non posso pubblicare il tuo post, altrimenti si creerebbe confusione. Contatta la filcams della tua città. Grazie patrizia cgil

  • Patrizia

    12/05/2023 - 16:39

    Caro marco scioperi sono stati fatti 30 anni fa a Treviso, a Milano e in tante altre città, sono stati fatti presidi e assemblee fino a una decina di anni fa, si può fare. E stato pubblicato un libro su quell'esperienza "scioperina" che abbiamo recensito qui sul blog, leggi l'articolo. Personalmente amo le cose originali come lo è stato aprire questo blog più di 20 anni fa, quindi sono apertissima alle novità anche eclatanti solo che dobbiamo farlo noi non il funzionario perché semplicemente non funzionerebbe! Andiamo Davanti alla sede di confprofessioni: Cercasi donne e uomini coraggiosi e fantasiosi Pensaci patrizia cgil

  • marco

    12/05/2023 - 16:28

    Buonasera Patrizia Mi può dire gentilmente quanti scioperi sono stati fatti dei lavoratori dei studi professionali negli ultimi 20 anni???? Io credo 0 - 0 - 0 - 0. quindi è chiaro che questa situazione è cristallizzata e quindi è inutile continuare a ripeterlo in questa situazione non ci sarà mai uno sciopero. La mia provocazione IRONICA di vedere Landini incatenato era per far capire che forse continuare sulla stessa strategia e inutile e, in teoria, potrebbe continuare all'infinito o fino a quando loro non si decideranno a farci l'elemosina che io personalmente preferisco non avere. Arrivato a questo punto ci vuole un colpo da teatro per mescolare le carte e provare altre strade e forse con un po di casino mediatico anche i lavoratori degli studi FORSE troveranno il coraggio di protestare. Forse la nostra categoria ha bisogno di una scossa di una guida DIROMPENTE. Mettiamola cosi ..... immaginiamo LANDINI INCATENATO fuori Confprofessioni ROMA, forse insieme a lui qualche dirigente della FIMCAMS e contemporaneamente questo accadesse anche in altre citta credo che si alzerebbe un bel polverone e, forse, sarebbe da detonatore e a qual punto potreste ritrovarvi molte persone in piazza. Almeno si fa un tentativo anche perchè è inutile continuare a sbattere la testa sul muro ... perche ci rompiamo solo la testa ... e il muro resta in piedi. PROVIAMO QUALCOSA DI INNOVATIVO

  • Patrizia

    12/05/2023 - 15:33

    Cari Marco Andrea e tutti, capisco i vostri ragionamenti ma sono nella direzione sbagliata. L'azione sindacale è collettiva non individuale.. nessun funzionario sindacale nemmeno Landini da solo può sbloccare i contratti fermi , è una suggestione quella che il solo funzionario sindacale incatenato possa ottenere qualcosa , è sbagliato e fuorviante, gli operai lo hanno fatto. La cgil ha 5 milioni di iscritti, categorie forti e organizzate per questo firma contratti non perchè Landini va in televisione.. senza i lavoratori Landini sarebbe ancora in fabbrica e contratti collettivi non esisterebbero , basta aprire un libro di storia. Voi volete qualcuno che agisca per voi in modo da non fare nulla , purtroppo questa è la verità: L'azione sindacale COLLETTIVA devono farla i lavoratori , il funzionario agisce se ci sono i lavoratori, il sindacato senza lavoratori non esisterebbe Si possono fare tante cose senza rischiare il posto di lavoro, basta volere.. ecco appunto voi volete ? non è vero che non si può fare nulla , noi l'abbiamo fatto . Personalmente nel passato ho organizzato coordinamenti , assemblee , presidi ecc. pur lavorando in uno studio, senza permessi e senza distacco sindacale , non ho rischiato assolutamente il posto di lavoro , perchè io si e voi no ? Lamentarsi non serve a nulla e da soli non si fa nulla nemmeno se Landini fosse Dio. L'iscrizione al sindacato serve per FARE attività sindacale non per ricevere un servizio. Dispiace leggere parole di disprezzo per gli studenti che protestano .. perchè? hanno tutte le ragioni per farlo magari lo facessimo noi invece di nasconderci . Gli studenti lo fanno in prima persona collettivamente non chiedono al rettore di incatenarsi .. la forza della loro protesta è questo la massa. A me pare facile da capire. Non so se sono stata chiara ma spero di farvi riflettere e ragionare nel modo giusto. Il blog serve anche a confrontarsi ma qualche passetto avanti dovremmo farlo non credete ? patrizia cgil

  • Andrea

    12/05/2023 - 12:25

    Concordo con il pensiero di Marco. Effettivamente per la nostra categoria, oltre che andare in sindacato (cosa già da me fatta), servirebbe un'azione d'impatto mediatico. Personalmente la vedo difficile scendere in piazza per la nostra categoria, siamo tanti ma frammentati a causa della dimensione aziendale. Inoltre in piccoli studi finiremmo per inimicarci il datore di lavoro (già non molto incline a elargire maggiori retribuzioni o ad assecondare la nostra battaglia). Io personalmente ho lasciato messaggi nella sezione Puglia per sentire qualche collega, ma non ho avuto riscontro di iniziative o altro. Condivido, pertanto, quanto detto da Marco: ci vorrebbe una maggiore visibilità magari davanti alla sede nazionale di Confprofessioni o fuori il parlamento. Il segretario della FILMCAMS che ne pensa?

  • simona

    12/05/2023 - 11:41

    Leggo con dispiacere molti colleghi lamentarsi per le loro inadeguate condizioni di lavoro e mescolare questo malcontento con la problematica relativa al rinnovo del contratto. Se pretendessimo che i nostri datori di lavoro ci dicessero bravi, concedendoci spontaneamente un aumento di stipendio, saremmo folli.. però trovo inaccettabile sapere di situazioni di impiegati che concedono straordinari non retribuiti, anzianità ultra ventennali fermi ad un quarto livello, contratti full time mascherati da part time.. Tutto questo non deve essere accettato! Pretendete (almeno) quello che è giusto

  • Massimo

    12/05/2023 - 9:36

    Buongiorno, credo che tutto quello che hai scritto non corrisponda al vero. I "ragazzini" sono un pilastro importante della società perchè un domani saranno i nuovi lavoratori (sperando non vadano all'estero). Noi non "siamo cosa" siamo un branco di quaquaraqua'. Gli studenti si sono dati una mossa e hanno protestato dormendo in tenda in varie parti d'Italia....se aspettiamo che LAndini si incateni per noi la Meloni sarà pensionata e Salvini avrà costruito il ponte sullo stretto. Ovviamente è il mio modo di vedere la cosa.....ma il blog esiste per questo....confronto...

  • marco

    11/05/2023 - 19:14

    Buonasera a tutti Volevo mettere in risalto una mia personale osservazione quindi in quanto personale può anche non essere condivisa. Io ritengo che per farci sentire dalla controparte, considerando la nostra difficolta a scendere in piazza per protestare per svariati motivi che evito di elencare, basterebbe mettere in risalto sui media la situazione del rinnovo contrattuale ormai scaduto da +5anni (confrontare la crescita dei nostri stipendi negli ultimi 20anni con le altre categorie di lavoratori Bancari, Metalmeccanici, Chimici,, Commercio, ect... e chi piu ne ha piu ne metta) ...... forse anche con un pò di "COLORE". Mi spiego meglio; Avete visto che il governo ha subito stanziato e ripeto subito stanziato 660 milioni per alloggi popolari ....... semplicemente perchè un paio di ragazzi/universitari hanno fatto vedere e messo in risalto sui media di vivere nelle tende per gli affitti troppo cari. Quindi per esempio, anche un pò in maniera scherzosa, domani il segretario LANDINI con il segretario della FILMCAMS si incatenano davanti a confprofessioni a Roma magari minacciando di dormire in tenda fino a quando non si risolve il problema ....... ne parlerebbero tutti i giornali e telegiornali ..... e sicuramente ci sarebbe un dibattito pubblico sugli stipendi da fame che ci riconoscono e nel giro di max 30giorni ...... tutto risolto. Questo ritengo debba essere il sindacato che può esporsi senza rischiare di perdere il posto di lavoro. Mentre se lo faccio io ........ il giorno dopo sono disoccupato. Io personalmente non ho mai visto il segretario LANDINI in Tv (è molto presente) affrontare CON FORZA l'argomento. parla sempre e solo dei sindacati forti (metalmeccanici, commercio, bancari, chimici , ect) ..... e quelli non ne hanno bisogno Spero che sia passato il messaggio Volevo alla fine ringraziare le ns colleghe del BLOG per l'impegno e il tempo che ci dedicano ogni giorno SALUTI

  • DANIELE

    11/05/2023 - 18:55

    Buonasera, il nostro uno dei peggiori settori.......tante responsabilità, tante ore di lavoro e in cambio cosa??? Niente! E' tutto scontato e dovuto!! straordinari non pagati..... Gli stipendi da fame, nessun aumento o premio in cambio!! Non consiglierei a NESSUNO il nostro lavoro con paghe da miseria

  • Ivano

    11/05/2023 - 7:25

    Trovo veramente vergognoso che dopo gli 8 scatti di anzianità si fernino io lavoro in uno studio da 26 anni .... e a questo punto non posso nemmeno sperare che la mia fedeltà ed esperienza futura vengano riconosciute ...

  • maury76

    10/05/2023 - 9:58

    eh si... licenziamenti ne sento tanti di gente che molla gli studi x andare in aziende dove si viene valorizzati e premiati senza essere fossili x tutta la carriera al minimo previsto con mansioni da titolare. la controparte se ne frega... tanto qualche schiavetto lo trova e noi non piu' giovani ormai non siamo piu' appetibili nel mercato del lavoro. pure qui abbiamo cercato mesi fa dei giovani ma presentato nessuno che a questi stipendi meglio star a casa. E...tipo ieri ho scoperto che gli impiegati degli edili han la 15° dopo 20anni di servizio. come noi.... che la fedelta' non viene premiata dato che manco piu' gli scatti da 7euro lordo riceviamo raggiunto il massimo... CONTROPARTE vergognati. non avremmo forza sindacale e gli aumenti saranno i soliti che i capi piangono miseria che han da mantenere la colf, la villa, le auto di lusso, la barca e la casa al mare....

  • GESUALDO

    09/05/2023 - 11:14

    Ennesimo licenziamento volontario di un collega qui in azienda, ovviamente nessuna sostituzione all'orizzonte, a queste condizioni economiche non si trovano risorse umane che vogliano lavorare, giustamente. Chissà se la nostra controparte si renderà conto che ci stanno rimettendo loro in questa situazione paradossale.

  • Massimo

    09/05/2023 - 9:27

    Buongiorno, ringrazio tutti per avermi instradato.

  • GABRIELE ROSSETTI

    08/05/2023 - 13:16

    Per MASSIMO dipendente di uno studio notarile da vent'anni. Ciao, sono Gabriele di Unic@ (www.associazioneunica.org) e Filcams, anche io lavoratore notarile ventennale. Oltre ai canali istituzionali, quali il Consiglio Notarile distrettuale cui presentare il proprio curriculum e il tipico passa parola (che però mi sembra non ti arrivi), la nostra associazione offre in maniera del tutto gratuita e volontaria un'attività di incontro di domanda e offerta tra studi notarili e dipendenti in cerca di impiego o cambiamento per i più diversi motivi. Manda una mail a impiegati@associazioneunica.eu con curriculum, competenze, area di appartenenza, se vi sono combinazioni sarai messo in contatto con lo studio notarile che cerca un profilo come il tuo

  • Patrizia

    08/05/2023 - 11:39

    Caro massimo, rivolgiti a unica associazione dei dipendenti studi notarili. Ciao patrizia cgil

  • Massimo

    08/05/2023 - 10:01

    Buongiorno a tutti. Vorrei chiedere un'informazione a tutti voi. Sono dipendente di uno studio notarile da vent'anni e per varie vicissitudini (fondamentalmente la crisi economica) mi ritrovo da qualche anno ad essere monodipendente. L'ambiente di lavoro è diventato poco stimolante ed anche a livello psicologico molto pesante (immaginate di non aver colleghi con cui scambiare neanche i saluti mattutini). Vorrei valutare un'alternativa in un altro studio. In questi casi come si fa a contattare altri studi della zona e a rimettersi in gioco nel mercato del lavoro? che consigli potete darmi? grazie anticipatamente

  • Patrizia

    07/05/2023 - 15:15

    Caro Alessandro, i riferimenti sono riferimenti non automatismi , tutto si tratta e i più forti non siamo noi...purtroppo ! Patrizia cgil

  • Alessandro

    07/05/2023 - 14:38

    Grazie mille Patrizia. Vedendo sul web software che simulano la variazione di un importo in base a ipca, ho visto che mettendo come data di inizio la scadenza del contratto del marzo 2018 a oggi, 1644 euro del secondo livello, sarebbero 1932 circa, quindi obiettivamente l'inflazione ha "mangiato" tantissimi soldi dai salari. (E ho visto che ipca non contempla i rincari energetici) Secondo la tua esperienza, potrebbe essere recuperata una cifra vicina a quello che ipca ci fa vedere (in questo caso 280 euro per il secondo livello), oppure il rinnovo sarà su cifre molto lontane da questa? Ovviamente so che la sfida al ribasso dipende dalla controparte. Un caro saluto!

  • Patrizia

    06/05/2023 - 15:17

    Caro Alessandro, la discussione sull' parte economica si farà in quei 3 giorni, il nostro riferimento è l'inflazione e l'ipca che la misura. Come puoi immaginare è un braccio di ferro! Patrizia cgil

  • Alessandro

    06/05/2023 - 13:37

    Buongiorno, per quanto riguarda la parte economica, per ora è stata fatto qualche accenno di proposta negli ultimi mesi, o verrà solamente formulata nella 3 giorni di incontri di giugno? Nel senso, il sindacato sa già un punto di partenza dal quale iniziare a trattare, oppure su svolgerà tutto in quei giorni? Grazie mille!

  • Grace

    05/05/2023 - 9:33

    Buongiorno a tutti, io invece sto rischiando il posto di lavoro per il solo fatto di aver chiesto in questi giorni di parlare del mio salario (tenete conto che ora lavoro 6 ore al giorno, tenendomi impegnata però tutto il giorno, 3 ore al mattino e 3 ore il pomeriggio. Mi hanno pure tolto il superminimo anni fa. Per tutta risposta la mia datrice di lavoro ha iniziato a inveire come non mai, dicendomi che le avevo fatto venire la tachicardia, etc..... Non vi nascondo che è stato davvero frustante a 51 anni ricevere un trattamento del genere. Dai nostri datori non ci si può aspettare nulla, siamo noi che dobbiamo scendere in campo. Grazie a Patrizia e al gruppo per tutto quello che state cercando di fare.

  • maury76

    03/05/2023 - 15:06

    Cara Patry, la mia era una constatazione... concreta di quel che un datore tra mile ha subito rinfacciato al dipendente che si lamenta. DA LUGLIO A DICEMBRE ho l aumento quindi di che lamentarsi? questo e' il succo. e di regola il mugugno non e' mai attivo x definizione o non sarebbe un mugugno Qual è il sinonimo di mugugno? - [manifestazione di malcontento espresso a mezzavoce] ≈ borbottamento, brontolamento, [continuo e prolungato] bofonchio, [continuo e prolungato] borbottìo, [continuo e prolungato] brontolìo. mugugno s. m. [voce genov. i camalli ben altra storia e situazione

  • Patrizia

    02/05/2023 - 21:23

    Caro Maurizio il mugugno dei camalli era attivo non passivo! Patrizia cgil

  • maury76

    02/05/2023 - 9:53

    ...w il mugugno che x noi genovesi e' libero e tipico... come la focaccia ed il pesto. Stefania da vederci in sindacato e parlarne ma a genova risponde mai nessuno, saran morti. Comunque....prima frase del mattino e' stata dal mio capo: HA VISTO? AVRA' L AUMENTO RICHIESTO con il cuneo fiscale. siamo a posto quindi. ECCO IL RAGIONAMENTO dei nostri datori. quindi figurati la controparte....lo stato c ha pensato e son a posto così. se poi diventa strutturale, cosa ardua, siamo fregati. buona ripresa di lavoro a tutti...

  • Patrizia

    28/04/2023 - 19:34

    cara Stefania, perchè dovrei bannarti ? confermo siamo un paese libero. Noi non pubblichiamo solo le offese. C'è anche il diritto di replica al mugugno dei camalli genovesi previsto dal contratto di lavoro.: Il sindacato sono i lavoratori e forse non ci sono più lavoratori di una volta che dici? alle volte qualche dubbio ce l'ho. quello che descrivi sono provvedimenti governativi non sindacali e le azioni che suggerisci farebbero rischiare delle cause di risarcimento dei danni ai lavoratori, ci sono molti altri modi . Capisco però l'esasperazione che è di tutti. ciao Patrizia cgil

  • Patrizia

    28/04/2023 - 19:27

    Caro Alessandro, per le visite devi usare i rol. Solo nel caso di day hospital con un certificato di ricovero e dimissioni è da considerare malattia. ciao ! patrizia cgil

  • Alessandro

    28/04/2023 - 18:09

    Buonasera, avrei una domanda. Se devo fare una visita medica presso una struttura sanitaria pubblica o privata, esibendo eventuale giustificativo della mia presenza presso tale struttura in una determinata fascia oraria, esiste un modo per farsi considerare la durata oraria della visita come malattia o permesso retribuito aggiuntivo dal lavoro? (Intendo senza dover decurtare ore di permesso o ferie maturati ) Sono stipendiato con contratto indeterminato CCNL studi professionali. Grazie mille per la disponibilità!

  • stefania

    27/04/2023 - 16:53

    un buon modo per farsi notare sarebbe non presentarsi al lavoro e lasciare tutto in mano ai nostri titolari... ma dovremmo farlo tutti però... ahahahah... ci saranno sicuramente titolari che andranno avanti, ma altri che non saprebbero da che parte iniziare, a cominciare dalle telefonate dei clienti... sai che risate? Ferme le registrazioni e le redazioni delle fatture, ferme le dichiarazioni, ferme le assunzioni e le buste paga... utopia, certo... ma sicuramente sarebbe d'effetto... comunque, il primo gap è sicuramente quello all'origine, ovvero, stipendio politico vs. ccnl nazionali (tutti, nessuno escluso) e qui tutte le categorie dovrebbero fermarsi, fermare l'Italia intera... esempio: ci restituiscono (i nostri governanti, con mega titoloni sui giornali e articoli web) fino al 3% dell'IVS (trattenuta inps a carico del dipendente), ma attenzione... non è netta, no... andiamo a versarci ancora tasse... da € 24 che mi sarebbero dovute essere restituite e sulle quali già a suo tempo avevo versato le tasse, me ne danno 18€... capito...??? ma non è per tutti il famoso "esonero contributi ivs", no, perchè ti spetta solo: "2% per importi lordi mensili fino a 2.692,00 euro (maggiorato, per la competenza di dicembre, del rateo di tredicesima), 3% per importi lordi mensili fino a 1.923,00 euro (maggiorato, per la competenza di dicembre, del rateo di tredicesima)".. è solo un esempio.. e ce ne sarebbero tanti altri.. e perdonate questa mia ultima affermazione, viviamo in paese libero (più o meno, sicuramente verrò linciata/bannata/come vi pare), non esistono più i sindacati di una volta... vogliamo parlare delle casse integrazioni??? delle telefonate disperate dei dipendenti che non ricevevano l'assegno? delle istituzioni principali che "lavoravano da casa" e tu che non sapevi a chi rivolgerti per chiedere informazioni? va bene, è stata un'emergenza, ok... ma ci ha fatto capire che non siamo per niente preparati a niente... vogliamo parlare della riduzione delle aliquote irpef??? le hanno toccate tutte... tranne... il 23% ...ahahah, piango... perchè è dove si colloca la maggior parte degli italiani... alla prima tassazione ci arrivano tutti, lasciamola così com'è, certo! solo rabbia, e lamento , certo... ma non cambierà nulla resisteremo per avere quanto? 40/50€ nette in busta in più al mese? resistiamo! Meglio che un pugno in un occhio... E dal mugugno (lamento) ligure è tutto... bye bye

  • Patrizia

    27/04/2023 - 16:11

    Cara Gianna, devi contattare la sede della filcams della tua città parlare con il funzionario che si occupa degli studi professionali e chiedergli se ci sono iscritte/i e se si possono organizzare delle assemblee cittadine. Io ho cominciato così tanti anni fa. Su fb c'e sicuramente la pagina, puoi contattarli anche li con messenger. Fagli vedere il blog poi noi ti aiuteremo. Grazie patrizia cgil

  • Gianna

    27/04/2023 - 11:26

    Buongiorno, nel caso dello studio dove lavoro il gender gap a sfavore delle donne c'è anche se ben mascherato, in linea generale esulando dal CCNL Studi professionali e come conferma Patrizia, le donne guadagnano molto meno. Confprofessioni sa benissimo che il nostro lavoro è pieno di responsabilità, di rogne, tante ore e vita lavorativa poco sana, basti pensare che è necessario aspettare il 16 per incastrare qualasiasi tipo di impegno, che sia di salute o altro. Non hanno purtroppo nessun interesse a aumentare stipendi che loro stessi poi dovrebbero pagare, pertanto si, sarebbe interessante promuovere iniziative a carico dei lavoratori. Io andrei tranquillamente alla sede Filcams CGIL, esattamente cosa dovrei fare? Grazie infinite

  • Patrizia

    26/04/2023 - 22:21

    Caro Luca capisco cosa vuoi dire ma la programmazione TV non dipende da noi. Questi argomenti sono tipicamente sindacali se vai sulle pagine congressuali filcams e cgil si discute molto proprio di questo. Dimmi che ne pensi. Ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    26/04/2023 - 22:11

    Caro Renato, dobbiamo intenderci; stiamo parlando di due categorie sindacalmente forti con una organizzazione consolidata da decenni con forte potere contrattuale. Noi siamo inesistenti. Non basta chiedere al tavolo delle trattative , bisogna sostenere le richiese con l'iniziativa sindacale proprio come fanno edili bancari,metalmeccanici ecc. Non capisco perche partite sempre dalla fine e non dalle premesse : per andare a risultato bisogna creare le condizioni perché la nostra controparte sia costretta a fare una vera discussione, in caso contrario saremo sempre in difesa e sarà un miracolo se porteremo a casa un contratto. Pace e bene patrizia cgil

  • Patrizia

    26/04/2023 - 21:56

    Caro marco il gender gap non centra con il rinnovo del contratto ma centra con le retribuzioni basse e la inesistente sindacalizzazione. Le donne sono lavoratricivl deboli per il ruolo sociale e la maternita e i dipendenti degli studi professionali sono al 90 per cento donne. E un dato oggettivo che dovremmo invertire. La vigilanza ha un contratto scaduto da 7 anni e infatti non dipende certo dal gender gap così come per noi. Ciao patrizia cgil

  • marco

    26/04/2023 - 20:22

    Non condivido l'idea che il nostro ccnl non riesca a trovare un rinnovo perchè una questione di gender gap. allora il contratto vigilanza che hanno stipendi miseri come i nostri? Vogliamo dire che anche lì sono a maggioranza femmine ? il nostro ccnl non ha forza per altri motivi. saluti.

  • Renato

    26/04/2023 - 19:37

    Buonasera, sono rimasto colpito da un articolo che ho letto oggi sul sito del sole24ore, non posso mettere il link perché non è consentito, ma chiunque voglia leggerlo lo dovrebbe trovare ancora il homepage per oggi. Si intitola "lavoro, meno ore e più soldi: ecco come cambiano le richieste nei contratti". Brevemente, alcuni sindacati del legno arredo chiedono una riduzione dell'orario pari a 12 gg l'anno, i bancari 10 ore al mese, cioè 16 gg all'anno, abbinati, udite udite ad una richiesta di aumento di 435 euro sul triennio, altro mondo! Il settore alimentare richiede 24 giorni di lavoro in meno e 300 euro di aumento spalmati in 4 anni. Attenzione che qui si rischia di perdere il treno, negli altri settori stanno chiedendo riduzione dell'orario di lavoro abbinate ad un massiccio aumento economico, sarebbe interessante sapere quale sia la richiesta dei nostri sindacati sulla questione, se non è vincolata da riservatezza visto lo stato delle trattative, grazie.

  • Patrizia

    25/04/2023 - 19:14

    Caro Roberto capisco il tuo ragionamento, ma pensaci.. e un gender gap collettivo rispetto ad altre categorie il che è peggio tutta una categoria pagata poco perché donne , tanto che i maschi se ne vanno ! Patrizia cgil

  • Roberto

    25/04/2023 - 15:15

    Buongiorno Patrizia non sono d'accordo sul gender gap (almeno nel nostro settore) e cerco di spiegarmi: nel nostro settore il 90% sono donne, perchè? perchè gli uomini non possono/accettano uno stipendio così basso e possono/vogliono cercare un altro lavoro meglio retribuito anche in settori dove le donne non vogliono/possono lavorare (ad esempio nell'edilizia). il gender gap ci sarebbe se gli uomini fossero pagati di più nel nostro settore delle donne ma giustamente non è cosi. io nel mio ufficio sono pagato allo stesso identico modo della mia collega donna.

  • Patrizia

    21/04/2023 - 18:56

    Si mi ricordo Marco, hai ragione mica solo l'irap equo compenso e flat tax... i professionisti non si possono certo lamentare! Eppure non basta mai. Per questo dico che ci vorrebbe una organizzazione sindacale dei lavoratori che facesse sentire fortissimo la ns. voce , e solo questa la strada. Patrizia cgil

  • Patrizia

    21/04/2023 - 18:37

    Care colleghe e colleghi, leggiamo con molto interesse e anche un po di emozione i vostri messaggi, c'è molta voglia di dire la propria opinione e di partecipare, questo è già sindacato. Sarebbe bello discutere di persona idee e proposte che riguardano il nostro lavoro e la nostra vita. Ha ragione Francesca il lavoro delle donne e pagato molto meno di quello maschile è provato dai tanti studi fatti in questi anni non è un opinione è un fatto si chiama gender gap: media stipendi uomini 26.238 stipendi medi donne 22.199! E la nostra è una categoria al 90 per cento di donne! Caro Gesualdo un po può servire fare pressione sui nostri datori di lavoro ma determinante è la ns. pressione collettiva , siamo 1 milione non so se mi spiego , molti di più dei metalmeccanici . Niente è impossibile , serve l'organizzazione sindacale lamento e rassegnazione, tempo perso. Caro Giulio confprofessioni conosce benissimo gli altri contratti e il sindacato pure, il problema è che la contrattazione deve essere sostenuta da una pressione dei lavoratori..i.bancari hanno una storica e solida organizzazione sindacale, noi no. torniamo sempre al "via" come vedi ..non basta che una cosa sia giusta per ottenerla ci vuole forza contrattuale. Andate tutti nelle sedi filcams cgil delle vostre città. Grazie davvero patrizia cgil

  • Marco

    21/04/2023 - 18:35

    Ps avevo già fatto l'esempio dell'Irap nel commento del 23/05/2022 - 8:42

  • Marco

    21/04/2023 - 18:33

    Non penso che il nostro ccnl sia debole perché a maggioranza femminile. Allora il ccnl insegnanti? Siamo deboli perché siamo piccole attività e la nostra assenza dal lavoro non fa danno a nessuno. Abbiamo poche armi. se dico al mio capo che se non mi aumenta lo stipendio faccio il minimo sindacale e non faccio qualsiasi altro lavoro che esula dalle mie competenze mi dà il ben servito. Tocca avere un coraggio da leoni e sapere di essere insostituibili ma non siamo insostituibili. C'è tanta gente senza lavoro. i nostri datori di lavoro non possono neanche alzare i compensi perché è pieno di altri professionisti in cerca di clienti. Comunque la sola abolizione dell'Irap ha comportato un risparmio che copre aumenti salariali anche del 15%. Sarebbe da far presente a Confprofessioni. La testardaggine di Confprofessioni è odiosa.

  • Matteo

    21/04/2023 - 17:15

    Secondo me più che una questione di genere maschile o femminile la differenza sta nella controparte. La verità è che i professionisti si sentono superiori a noi dipendenti, loro sono pluri laureati, hanno studiato, hanno il titolo e quindi si sentono migliori di un povero dipendente da 1.300 euro, sono convinti di essere una categoria superiore e di trattarci come inferiori. Di trovarne mille come noi, mentre loro sono una perla. Mentre invece l’imprenditore, specie quello più oculato, sa che senza l’operaio/la segretaria/il magazziniere, la sua ditta non andrebbe avanti e quindi è più propenso a “premiare” le persone.

  • GIULIO

    21/04/2023 - 16:46

    Vorrei riportare quella che è la La proposta per il rinnovo di contratto dei bancari da parte di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Unisin e Uilca che riguarda soprattutto l’orario del lavoro e l’organizzazione. Tra le richieste dei sindacati, che riguarderanno circa 270 mila lavoratori, ci sono l’aumento di 435 euro da spalmare in 3 anni, il ripristino del calcolo pieno del tfr, l’orario ridotto a 35 ore (riducendo l’orario di mezz’ora tutti i giorni) e la flessibilità sullo smart working concesso fino a 120 giorno all’anno. Ora che noi non abbiamo lo stesso potere contrattuale dei bancari è abbastanza chiaro, pero' sinceramente non capisco cosa facciano piu di noi a livello di qualità e competenza lavorativa sinceramente non la comprendo!!!magari portare al tavolo delle trattative esempi di questo genere non porterebbe allo stesso risultato ma quantomeno farebbe capire alla controparte quanto veniamo sottopagati e sfruttati per un lavoro alla fin fine di eguale capacità intellettuali e strumentali. Sia chiaro che non è un voler colpevolizzare Voi che a fatica portate a casa comunque il massimo del risultato e per questo Vi siamo tutti grati.

  • Francesca

    21/04/2023 - 11:21

    Non capisco come sia possibile che i settori prettamente maschili, ex. metalmeccanici, riescano a fare maggiore pressione, riescano ad organizzarsi in modo tale da ottenere i risultati, mentre i settori come il nostro no. Vorrei poter credere che basta scrivere sul blog per farci sentire, ma ho ragione di crederà che non serva. Vedo quotidianamente il livello delle persone assunte nello studio professionale dove lavoro, mi duole dirlo ma è sempre più basso, questo perchè i datori non sono disposti a pagare, guardano alla quantità e mai alla qualità e questo dice tanto di questo settore. La cosa che più mi spaventa e che in un governo che sta puntando al femminile non capiscano quanto ancora noi donne siamo penalizzate, mi auguro vivamente che gli incontri di giugno siano confermati e si ottenga almeno un piccolo risultato, perchè in 5 anni si sono sentite solo tante parole! Questa situazione deve cambiare, gli stipendi vanno adeguati al caro vita, altrimenti continueranno a rendere le donne dipendenti dagli uomini ed anzi che andare avanti si torna in dietro.

  • GESUALDO

    21/04/2023 - 9:31

    Sempre più CCNL vengono rinnovati in questo periodo, mi chiedo se questo possa influenzare la nostra controparte nell'adeguarsi al resto d'Italia, soprattutto sugli adeguamentio economici di cui riporto un esempio: Ccnl dei lavoratori bancari, alimentari, metalmeccanici e impiegati nelle imprese di produzione pelli, ombrelli e occhialeria: gli incrementi in busta paga partono da 200 euro fino a 435 euro e considerano anche produttività e redditività. Gli aumenti degli altri CCNL sembrano essere cospicui, se il nostro aumento fosse minimo, il divario con gli altri contratti continuerebbe ad aumentare con le conseguenze che tutti noi possiamo facilmente immaginare. Speriamo che le date di giugno portino a qualcosa. Ho una domanda: fare pressione sui propri datori di lavoro affinchè a loro volta facciano pressione su confprofessioni può essere una possibile strada, magari parallela a quella sindacale?

  • Patrizia

    20/04/2023 - 15:04

    Cara Emanuela, ho letto anch'io .. ecco confprofessini è questo, dobbiamo discuterci ! sarebbe meglio avere una categoria che si mobilita non credi ? patrizia cgil

  • Emanuela

    20/04/2023 - 14:54

    Articolo di ieri su Ipsoa.. https://www.ipsoa.it/documents/quotidiano/2023/04/20/salario-minimo-confprofessioni-serve-potenziare-contrattazione-collettiva No comment