impiegate
0

Decreto Legge n.73/2021 – Sostegni Bis

10/06/2021 - 10:30

DECRETO  LEGGE N. 73 DEL 25 MAGGIO 2021 – c.d.  “SOSTEGNI  BIS

Entra in vigore  anche l’ultimo decreto  “covid”  volto al sostegno  di tutte quelle attività economiche  che hanno risentito maggiormente del periodo di pandemia. Come è avvenuto anche per i precedenti, tale decreto dovrà comunque poi essere convertito  in legge dal Parlamento.

Di seguito  commenteremo brevemente le  misure che più interessano la nostra categoria e, come di consueto, ne potrete consultare il testo integrale nell’allegato in calce all’articolo.

LAVORO

Divieto di licenziamento  (art. 40)

A partire dal 1  luglio  2021  tutte le imprese  che non ricorreranno più  alla Cassa integrazione  con causale  “Covid 19” non saranno più soggette al divieto di licenziamento.

Dal 1 luglio 2021 al 31 dicembre  2021, le imprese che non licenzieranno usufruiranno di sgravi, la cosiddetta “cassa integrazione gratuita”.

Per la nostra categoria  la fine del blocco dei licenziamento  è  rimasta al 31 ottobre 2021.

MISURE DI SOSTEGNO

Bonus vacanze (art. 7)

L’utilizzo del bonus è stato  prorogato al 30 giugno 2022.

Per chi ne ha già fatto domanda e non ha ancora speso il buono destinato ai nuclei famigliari  con ISEE  fino a 40.000 euro, il bonus potrà essere speso direttamente nelle strutture ricettive turistiche, ma anche attraverso l’acquisto di  una vacanza presso le agenzie  di viaggio attraverso un tour operator.

REM  (art. 36)

Stanziamento di nuovi fondi  per il reddito di emergenza con l’erogazione di altre 4 rate Rem relative ai mesi di giugno, luglio, agosto e settembre.

La domanda  dovrà essere presentata all’INPS entro 31 luglio2021 .

NASPI  (art. 38)   

Riguardola NASPI in pagamento a partire dal 1 giugno 2021 e fino al 31 dicembre 2021  non verrà ridotta del 3% mensile.

Dal primo gennaio  del 2022 si ritornerà alla normalità.

CASA (art.64)

Istituito  il Fondo garanzia prima casa  gestito dalla Consap dedicato ai giovani under 36 che al momento della richiesta del mutuo prima casa sino ad un importo massimo di 250.000 euro non risultino  proprietari anche di altri immobili.

Questo fondo eroga una garanzia pubblica del 50%, nel caso di Isee  fino a  40.000 euro  la garanzia sale all’80%.

Inoltre per gli atti stipulati fino al 30.6.2022, riguardanti acquisto di prima casa non di lusso, da giovani che non hanno compiuto 36 anni nell’anno dell’atto e che hanno un ISEE inferiore ad € 40.000, è previsto l’esonero dell’imposta di registro e delle imposte ipotecaria e catastale. Se l’atto è assoggettato ad IVA, l’imposta pagata viene tramutata in credito d’imposta.

______________________________________________________________________________________

Decreto Legge n. 73/2021 – Sostegni Bis

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓