impiegate
22

RIEPILOGO BONUS

12/10/2022 - 14:39

Nell’ormai eterna attesa della ripresa delle trattative, abbiamo pensato di fare ordine tra i vari bonus ancora in vigore contenuti nei diversi provvedimenti varati in questi ultimi mesi dal governo.

BONUS DI 150 EURO

Introdotto dal D.L.  144/2022 Aiuti Ter che, come per quello precedentemente concesso di euro 200,00 nella retribuzione del mese di luglio, non comporterà alcun aumento del reddito ai fini del calcolo dell’IRPEF.

I lavoratori dipendenti, anche in questo caso, riceveranno il bonus direttamente dal datore di lavoro con la retribuzione di competenza del mese di novembre 2022.

I requisiti per averne diritto sono:

  1. avere una retribuzione imponibile nel mese di novembre 2022 non superiore a 1.538,00 euro lordi;
  2. non essere titolari di alcun tipo di pensione né di ricevere il reddito di cittadinanza, sempre da autocertificare al datore di lavoro.

SMART WORKING

Smart Working agevolato fino a fine anno ed estensione sia ai lavoratori fragili che ai genitori di figli fino ai 14 anni.

DECONTRIBUZIONE INPS dallo 0,8% al 2%

Esonero sulla quota di alcuni contributi previdenziali per i lavoratori dipendenti.

ESONERO CONTRIBUTIVO DEL 50% PER LE MAMME LAVORATRICI NEL SETTORE PRIVATO

Tale agevolazione sarà applicata solamente per il 2022 alle lavoratrici che riprenderanno l’attività entro il 31.12.2022 a seguito dell’astensione per congedo obbligatorio e facoltativo di maternità, per un periodo di massimo 1 anno senza alcun effetto negativo dal punto di vista previdenziale.

BONUS TRASPORTI

Importo massimo erogabile: euro 60,00 con un limite di reddito lordo di euro 35.000,00. Può essere chiesto più volte sino alla concorrenza di euro 60,00 nel caso in cui l’abbonamento mensile sia di importo inferiore. Il bonus può essere richiesto per sé o per un minorenne a carico. Scadenza richiesta: 31.12.2022.

BONUS BENZINA

Euro 200,00 per i lavoratori privati. Vale, naturalmente, anche per gasolio, GPL, metano e auto elettriche.

Tale bonus viene erogato dai datori di lavoro privati (non vi è alcun obbligo). I buoni possono essere corrisposti da subito senza necessità di alcun accordo contrattuale e non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente.

BONUS BOLLETTE

Euro 600,00 euro. Il datore di lavoro ha la facoltà di rimborsare direttamente in busta paga le bollette di acqua, luce e gas ai propri dipendenti, richiedendone i giustificativi. Il bonus non può essere richiesto dal lavoratore, è il datore di lavoro che corrisponde il bonus a propria discrezione. Le somme erogate sono, anche in questo caso, escluse dalla formazione del reddito.

BONUS TV

Da euro 30,00 a euro 50,00 per l’acquisto di TV di nuova generazione

BONUS SOCIALI E SOSTEGNI ECONOMICI LEGATI ALL’ISEE

Bollette luce e gas: bonus che verrà scontato direttamente in bolletta nel caso si possieda un ISEE fino a euro 12.000,00.   

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE PER I FIGLI

Assegno per genitori con figli a carico dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni di età con importi variabili in base all’ISEE del nucleo famigliare.

CARTA ACQUISTI EURO 40,00

Carta acquisti di 40,00 euro mensili emessa dalla Poste Italiane per coloro che possiedono un ISEE non superiore ad euro 7.120,39 l’anno e con un’età superiore ai 65 anni oppure senza limiti d’età, ma con un figlio a carico di età inferiore ai 3 anni.

BONUS ASILO NIDO

Dedicato ai genitori con figli di età inferiore ai 3 anni che frequentano l’asilo nido che viene erogato sotto forma di rimborso spese in base all’ISEE.

Con ISEE inferiore a euro 25.000,00: bonus massimo euro 3.000,00 l’anno;

Con ISEE tra euro 25.001,00 e euro 40.000,00 bonus massimo euro 2.500,00 l’anno;

Con ISEE superiore a euro 40.000,00 bonus massimo di euro 1.500,00 l’anno.

BONUS PSICOLOGO

Per ottenere tale agevolazione bisogna possedere un ISEE inferiore a euro 50.000,00 e fare domanda all’Inps il 24 ottobre 2022. Anche qui, l’importo varia.

Con ISEE inferiore a euro 15.000,00; euro 600,00 annuo per ogni beneficiario;

Con ISEE da euro15.001,00 a euro 30.000,00: euro 400,00 annuo per ogni beneficiario;

Con ISEE da euro 30.001,00 a euro 50.000,00: euro 200,00 annuo per ogni beneficiario.

Altre misure, comprese quelle erogate dalle diverse Regioni e dai Comuni sul territorio in base all’ISEE 

  • Reddito e pensione di cittadinanza
  • Agevolazione prima casa per soggetti under 36
  • Agevolazioni per le tasse universitarie
  • Esenzione dal ticket sanitario
  • Assegno di maternità
  • Bonus auto elettriche e incentivi auto
  • Conti correnti

Questo articolo, che riassume i maggiori bonus attualmente disponibili in favore delle famiglie e dei lavoratori, ha solamente natura informativa, pertanto, per accedere ai vari sostegni o per avere informazioni più dettagliate sui medesimi Vi consigliamo di rivolgervi ad un Caaf CGIL o di consultare il relativo sito www.caafcgil.it.

Ricordiamo, inoltre, che vi sono anche altre misure di sostegno previste sia da EBIPRO che da CADIPROF: gli enti bilaterali previsti dal nostro contratto di categoria.

Con la speranza di avere fatto un po’ “d’ordine”, restiamo sempre pronte a rispondere alle vostre domande e ai vostri dubbi!

La redazione del blog

  • Patrizia

    09/11/2022 - 19:23

    Cara daniela, la festività del 4 novembre è regolamentata all'art. 80 del nostro contratto alla lettera D . E' una festività spostata alla prima domenica del mese , per questo motivo è trattata come "non goduta" e quindi pagata con un ulteriore importo in più pari alla retribuzione giornaliera. Secondo me non puoi compensarla con un riposo e spostare il pagamento. Senti il consulente anche perchè si parla di "imponibile previdenziale" che non necessariamente coincide con il lordo della retribuzione. Speriamo bene ciao patrizia cgil

  • emiliaschiavoni

    09/11/2022 - 16:20

    Ciao Laura, si hanno ragione le tue colleghe è interamente deducibile per l'azienda quindi diminuisce l'imponibile fiscale. Il beneficio per il datore di lavoro e per il dipendente è che, entro un determinato importo, non è soggetto a contribuzione e a imposte. Naturalmente ci deve essere già la volontà da parte del datore di lavoro di un aiuto economico, che attraverso questa modalità è meno oneroso per lui a parità di netto percepito dal dipendente.

  • Patrizia

    09/11/2022 - 15:39

    Cara Laura hai fatto bene. Io mi sono confrontata con la nostra Emilia. Faccio un un altro giro di verifiche e poi ti rispondo. Ciao patrizia cgil

  • Laura

    09/11/2022 - 14:24

    Cara Patrizia, mi sono confrontata con le mie colleghe, soprattutto con la collega che segue la parte amministrativa dello studio e di conseguenza anche i rapporti di lavoro, ed abbiamo controllato bene. I bonus Bollette e Benzina non sono detraibili (cioè dalle tasse e quindi al 100%), bensì deducibili dall'imponibile delle tasse. La differenza non è sostanziale: questo comporta che il datore di lavoro, nel concreto andrà a risparmiare circa un 30% del valore delle mie bollette, mentre la restante parte rimane a carico dello studio. In un clima come questo (tieni conto che dopo la cassa integrazione per Covid noi siamo state messe tutte a part-time) non penso proprio che lo studio ci erogherà mai questi importi. Scusa la precisazione ma mi sembrava giusto fare un attimo di chiarezza. Ciao e grazie

  • DANIELA

    09/11/2022 - 12:14

    Buongiorno, solo una domanda sul Bonus 150 Euro del mese di novembre . Il mio lordo si aggira sui 1510 Euro lordi, quindi teoricamente rientrerei nel bonus...peccato che però a novembre la festività del 4 venga pagata come "non goduta" .... Questa immagino vada a sommarsi al lordo, facendomi così perdere il bonus per poche decine di euro. E' possibile rinunciare alla festività? oppure ci può essere qualche trattenuta per riuscire a rientrare nel bonus? Grazie , Daniela

  • Patrizia

    09/11/2022 - 10:52

    Caro ario, ma no ! I.bonus sono leggi dello stato si applicano. In ogni caso gli accordi sindacali se rappresentativi vanno applicati a iscritti e non iscritti. L'iscrizione al sindacato serve per la rappresentanza , per essere più forti. Alcuni bonus hanno la forma del welfare aziendale ma vengono applicati liberamente dal datore di lavoro se vuole. Ciao patrizia cgil

  • ARIO

    09/11/2022 - 9:57

    Buongiorno, per accedere ai bonus benzina e bonus bollette, è necessario essere iscritti al sindacato e devono esserci degli accordi di welfare aziendali? GRAZIE

  • Patrizia

    08/11/2022 - 18:13

    caro Seba, si è totalmente detraibile dal datore di lavoro. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    08/11/2022 - 18:12

    Cara Laura, il bonus è su base volontaria, il datore di lavoro può decidere di darlo come no. Non concorre al reddito del lavoratore ed è detraibile totalmente dal datore di lavoro. Devi dare naturalmente le bollette per cui chiedi il bonus. Parla con il tuo datore di lavoro e con il consulente. E' sostanzialmente welfare aziendale . Cerchiamo di dare più informazioni possibile ! ciao patrizia cgil

  • Laura

    08/11/2022 - 15:24

    Scusate ma non ho capito bene come funziona il Bonus Benzina e il Bonus Bollette. Basta che porto al mio datore di lavoro le bollette e le ricevute del pagamento della benzina che lui mi rimborsa? Ho capito bene? Ma lui dopo da dove li recupera? Potreste darmi qualche indicazione in più, così poi mi attivo con il consulente delle paghe, visto che queste informazioni avrebbe dovuto darmele lui... Vi ringrazio tantissimo per le preziose informazioni che sempre ci mettete a disposizione.

  • Seba

    08/11/2022 - 9:16

    "BONUS BOLLETTE Euro 600,00 euro. Il datore di lavoro ha la facoltà di rimborsare direttamente in busta paga le bollette di acqua, luce e gas ai propri dipendenti, richiedendone i giustificativi. Il bonus non può essere richiesto dal lavoratore, è il datore di lavoro che corrisponde il bonus a propria discrezione. Le somme erogate sono, anche in questo caso, escluse dalla formazione del reddito." OK, lo sapevo che era a "discrezione del datore di lavoro" Ma per il datore di lavoro è un costo oppure può detrarre al 100% il bonus erogato dal vesamento dei contributi/tasse ?

  • Patrizia

    07/11/2022 - 20:44

    Per Seba, trovi qui il riepilogo dei bonus. I 600,00 euro non sono obbligatori ma dipende dalla volontà del datore di lavoro. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    27/10/2022 - 18:16

    Ciao Samanta , l'unico limite definito dalla legge è che dopo 6 ore ci sia una pausa, puoi chiedere un orario diverso dentro questi limiti. Patrizia cgil

  • Samantha Moretti

    27/10/2022 - 17:01

    Buongiorno, Volevo chiedere se per gli studi professionali è possibile richiedere al datore di lavoro di ridurre la pausa pranzo a 30 minuti invece di 1 ora e mezza. O c è un limite di legge? Grazie Samantha

  • Patrizia

    26/10/2022 - 16:40

    Cara Rita , ti confermo che ci sono le prestazioni per i non autosufficienti. Devi per prima cosa controllare se sei iscritta a cadiprof ed ebipro , lo puoi vedere dall'F 24 se vengono versati i contributi oppure telefonare a cadiprof e controllare la tua iscrizione. Se sei iscritta puoi accedere al sito di cadiprof per chiedere le prestazioni , c'è anche un numero verde a cui puoi telefonare. Sul sito cadiprof trovi anche tutto il piano sanitario e su ebipro le prestazioni,. Patrizia cgil

  • Rita

    26/10/2022 - 10:21

    Buongiorno, lavoro presso uno Studio Legale, da circa un anno mia madre ha un'invalidità dovuta ad una caduta con frattura di femore e demenza. Mi hanno detto che l'ente Cadiprof riconosce ai lavoratori dei rimborsi o contributi per l'assistenza e cura di un familiare con invalidità. Volevo sapere cortesemente se ne ho diritto, a chi mi devo rivolgere e cosa devo fare per ottenerlo. Vi ringrazio tanto Rita

  • maury76

    20/10/2022 - 10:16

    dimenticavo... SOLO PART TIME VERTICALI CICLICI.

  • maury76

    20/10/2022 - 10:11

    un full time con qualche anno di servizio ne resta fuori visto l imponibile inps che bisogna avere resta invece se non ho letto male il bonus da 550 da richiedere x solo I PART TIME entro il 30 novembre. a leggere non pare ci siano requisiti se non avere un solo part time dal 2021. auguri a chi lo riesce a prendere https://www.informazionefiscale.it/Bonus-550-part-time-domanda-scadenza-istruzioni-INPS

  • Patrizia

    19/10/2022 - 10:02

    Cara simona , lascia stare il tabellare, deve prendere in considerazione il lordo della tua busta paga. Patrizia cgil

  • Simona

    19/10/2022 - 8:50

    Ciao Patrizia, sì, il mio lordo della busta paga è di 1555,37, applicando la percentuale di part time al 90% il lordo diventa 1.399,83, quindi dovrei rispettare il parametro richiesto. Mi chiedevo se il mio ragionamento è corretto. Grazie mille! Simona

  • Patrizia

    18/10/2022 - 14:43

    Cara Simona, il tuo reddito è quello in busta paga al lordo non il tabellare. Ti ho risposto ? patrizia cgil

  • simona

    18/10/2022 - 8:16

    Buongiorno, mi scuso se potra' sembrare una domanda un po' stupida, ma il limite di reddito verrà rapportato alla percentuale di part time? Vado nel pratico: io ho un lordo di 1555,00 circa ed un part time del 90%, mi spetta questo bonus? Grazie a chi mi risponderà.

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓