impiegate
15

Licenziamenti post maternità: lettera della Redazione di impiegate.org e risposta della Filcams-Cgil Nazionale

16/06/2017 - 20:47

Licenziamenti post maternità: lettera della Redazione di impiegate.org e risposta della Filcams-Cgil Nazionale

Dopo la nostra iniziativa del cambio immagine, abbiamo inviato come “Redazione Impiegate.org” questa Lettera.

Non ce lo aspettavamo ed invece è pervenuta prontamente la risposta della Filcams Cgil Nazionale che vogliamo divulgare.

Che dire! Ci sembra che la prossima tornata contrattuale sia già iniziata!

Sarà un rinnovo complesso?

Non lo possiamo sapere ma sicuramente possiamo fin d’ora sapere che discuteranno anche del problema sollevato dei tanti licenziamenti post maternità.

Siamo sempre più convinte che informare le parti firmatarie dei contratti sia la strada giusta.

Certo sarebbe meglio farlo attraverso gli strumenti a loro noti ovvero le assemblee!

Intanto partiamo così!!

Ci piacerebbe vedervi tutte dal vivo e, come dice Patry in Veneto, uno “strucòn” per ogni presente (Strucon = abbraccio!)

Carmen Ire Angi Patri Emilia

  • Patrizia

    16/06/2022 - 21:34

    Cara Silvia, infatti ascolta la Filcams ,l' unica cosa da prendere in considerazione è la rinuncia reciproca al preavviso senza oneri, ma fallo con l'assistenza della Filcams con un accordo sindacale , meglio non fidarsi. Ferie e rol non goduti in busta paga! è la via maestra. ciao e ancora auguri patrizia cgil

  • Silvia

    16/06/2022 - 16:06

    Piccolo aggiornamento. Mi sono rivolta oggi al Filcam della mia città in merito all’accordo scritto tra le due parti relativamente all’utilizzo delle Ferie in periodo di preavviso. Non mi hanno saputo dare una risposta precisa se non che la legge non lo permette e che potrei andare incontro - Io - ad una sanzione pari ai giorni di ferire usufruiti e non il datore di lavoro , come lo stesso mi ha detto.

  • Silvia

    16/06/2022 - 10:51

    Grazie Patrizia, già dici bene, mai fidarsi ho dovuto rinunciare all'ultimo mese e mezzo che mi spettava per evitare ripercussioni .. che poi ci sono state lo stesso! Con il senno di poi.. La mia bimba ha 18 mesi. Ha atteso il blocco dei licenziamenti e.. poi un accenno verbale poche settimane fa, con la consegna definitiva - oggi - della lettera. La "legge" non scritta di questo ambiente e che se vuoi continuare a lavorare in questo settore non ti puoi permettere di "trattare per un risarcimento del danno". Provo comunque a vedere se riesco a fissare a breve un appuntamento in Filcams cgil. Ho chiesto di usufruire delle ferie nell'ultimo periodo di preavviso per poter accorciare la mia permanenza in studio. Presenterò una richiesta scritta in cui chiedo di usufruire delle ferie negli ultimi 22 giorni di preavviso. Visto che mi parli di "addebito del mancato preavviso", se sottoscrivo la rinuncia reciproca al preavviso senza oneri tra le parti vuol dire che dovrei stare a casa già da domani? Se l'accordo alla fruizione delle ferie per un periodo parziale del preavviso è accettato da entrambe le parti non dovrebbero esserci problemi in merito alla natura del preavviso. Nonostante il trattamento, non ho mai lasciato a piedi nessuno, nemmeno nelle mie esperienze lavorative passate, anche se non ci ho guadagnato nulla... . Grazie di cuore per i tuoi auguri, contraccambio di cuore e ti ringrazio ancora per la tua disponibilità e per quello che fai per noi "colleghe" . Si, dopo aver lasciato dormiente per anni la polizza (lavoro da oltre 20 anni nel settore), negli ultimi anni ho imparato ad usare cadiprof ed ebipro per rimborsi e per la maternità! Sto giusto facendo le ultime richieste di rimborso visite in questi giorni. Un abbraccio. Silvia

  • Patrizia

    15/06/2022 - 21:00

    cara Silvia, mai fidarsi .. rinunciare all'allattamento che errore , oltre che un abuso. Fino al compimento dell'anno del bimbo c'è il divieto di licenziamento, il tuo bimbo quanto ha ? se ha meno di 1 anno il licenziamento è nullo. Puoi comunque impugnare il licenziamento se non lo ritieni fondato , in ogni caso si può trattare per un risarcimento del danno , vai subito in Filcams cgil della tua città per farti consigliare sul da farsi. Le ferie allungano il preavviso , se fai le ferie significa che rinunci al preavviso . Consiglio spassionato : fai un accordo scritto di rinuncia reciproco al preavviso senza oneri tra le parti . Visto il modo in cui si sono comportati carta canta, non vorrei ti trovassi con l'addebito del mancato preavviso. In ferie o preavviso matura tutto. La lettera di licenziamento per accedere alla naspi deve contenere la frase " giustificato motivo oggettivo" . Infine ti faccio mille auguri e condivido con te l'amarezza per questi comportamenti che sono inqualificabili. Spero che tu abbia usato cadiprof ed ebipro per la maternità! Auguri di cuore patrizia cgil

  • Silvia

    15/06/2022 - 11:30

    Buongiorno Blog! Gentilissma Patrizia, mi rivolgo ancora a te perchè ho necessità del tuo preziosissimo aiuto. A rientro dalla mia maternità, ho chiesto la riduzione di orario a part time 6 ore, ottenendo risposta favorevole (sono stati invertiti i contratti con la collega di studio che si è resa disponibile ad allungare il suo part time a full) nonostante mi siano stati negati gli ultimi 40 gg di allattamento (6 ore piene senza le due per allattamento). Ho accettato per necessità. Mai avrei pensato che tutto fosse stato studiato per giungere - ad oggi - con la comunicazione verbale (domani mi verrà consegnata la lettera)al mio licenziamento per "ridimensionamento del reparto segreteria dovuto ad un calo di lavoro". I miei dubbi: - il preavviso è di 40 gg. Ho chiesto di poter usufruire delle ferie arretrate, circa 21 gg, per il periodo finale del preavviso (dal 27/06/22 al 25/07/22), considerato il fatto che se me le facessi pagare finirebbero in buona parte in tasse. L'ufficio buste paga dice che, se concordato tra le parti, è possibile usufruire delle ferie nel periodo di preavviso. Mi confermate che l'informazione è corretta? Ho letto in una tua risposta ad una mia omonima che la lettera di licenziamento deve contenere la dicitura "giustificato motivo oggettivo" per accedere alla Naspi. (per la pratica mi rivolgerò al patronato della mia città). Non vorrei rimanere esclusa da tale possibilità per l'indicazione di una motivazione errata. La fine del preavviso (in cui io sarei in ferie) termina il 25.07.22. In questo mese mi maturano ancora ferie e permessi? Non nascono la mia amarezza e la mia delusione, ma accetto quanto sta accadendo, augurandomi che arrivi di meglio. Ti ringrazio in anticipo se vorrai aiutarmi a dissipare i miei dubbi. Buona giornata! S.

  • Patrizia

    27/05/2022 - 14:47

    Cara silvia, tantissimi auguri! Patrizia cgil

  • Silvia Soderi

    27/05/2022 - 11:31

    Cara Patrizia, buongiorno, grazie per i Tuoi preziosi consigli. Ho già controllato la situazione contributiva ed in effetti c'erano incongruenze nel periodo della maternità. Dovrebbe essere tutto risolto. Grazie ancora e speriamo bene! Buon lavoro. Un caro saluto, Silvia

  • Patrizia

    26/05/2022 - 17:04

    bis per Silvia, vedi se hai maternità da recuperare , periodi di malattia , periodi di lavoro con la cassa separata inps , contributi che L'inps non ha conteggiato, controlla l'estratto conto alle volte ci sono degli errori, tutto fa brodo per arrivare al traguardo. Durante la naspi puoi lavorare con un tetto di 3000,00 euro chiedi all'inca. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    26/05/2022 - 16:43

    Cara Silvia, è successo anche a me ad 1 anno dalla pensione, lo studio è saltato per aria e io ho dovuto trovare una soluzione , per fortuna faccio attività sindacale e mi sono difesa bene. La lettera deve contenere "giustificato motivo oggettivo" per accedere alla Naspi. Dovresti essere coperta fino alla pensione , la Naspi arriva anche fino a due anni e maturano contributi Inps per la pensione, quindi non dovresti avere problemi per agganciarti. Fissa un appuntamento all'Inca della tua città e porta con te la lettera di licenziamento e affidati a loro. Tantissimi auguri e grazie per le tue parole. patrizia cgil

  • Silvia Soderi

    26/05/2022 - 10:49

    Buongiorno a tutti! Gentile Patrizia, grazie infinite per l'ottimo lavoro che fate e per il tempo che dedicate a noi tutti Sono impiegata in uno studio da quasi 40 anni (il 6.9.2022 sarebbero stati 40 anni). Parlo al condizionale perchè il mio titolare 80enne ha deciso di licenziarmi. In effetti il lavoro è molto diminuito e, sinceramente, comprendo la situazione. Ho dato tutto a questo lavoro, l'unico in tutta la mia vita. Senza mai risparmiarmi e, spesso, ho sacrificato la mia vita personale (marito e figlia) ma ormai quel che fatto è fatto. Ti disturbo per un chiarimento. Ho letto, un pò di tempo fa, di fare attenzione al tipo di causa di licenziamento al fine di non pregiudicare la possibilità di chiedere la Naspi alla quale non vorrei assolutamente rinunciare. A 58 anni, a un anno e mezzo dalla pensione, non sarà certo facile rimettersi in gioco. Ti ringrazio se potrai chiarirmi questo aspetto. Non smettete mai di lottare, mi raccomando! Silvia

  • Patrizia

    21/07/2021 - 20:32

    bis per rosella: attenzione il preavviso decorre dal 1 o dal 16 del mese e le dimissioni vanno date on line. ciao patrizia cgil

  • Patrizia

    21/07/2021 - 20:30

    Cara Rosella, sei in una pagina errata . ti rispondo egualmente non c'è problema ma i post devono andare neile pagine giuste altrimenti il blog diventa ingestibile, grazie. per risponderti: se tu fossi a zero ore non dovresti dare il preavviso , lavorando 1 settimana al mese il preavviso devi darlo , i giorni sono 42 (art. 129 del contratto) se non dai il preavviso ti sarà addebitato il mancato preavviso di 42 giorni. C'è un'altra strada : puoi trovare un accordo con il datore di lavoro per una rinuncia reciproca al preavviso senza oneri. L' accordo deve essere scritto e depositato in dpl e quindi è meglio farlo con l'assistenza del sindacato. Provaci Attenzione le dimissioni in cassa integrazione è materia delicata la giurisprudenza non e costante, quindi è molto meglio se ti fai assistere dal sindacato. ciao e auguri patrizia cgil

  • rosella muzi

    21/07/2021 - 15:51

    Buongiorno Patrizia, vorrei chiedere una informazione, io lavoro come impiegata terzo livello presso uno studio legale da 20 anni e purtroppo da un anno e mezzo sono in cassa integrazione (lavoro una settimana al mese). se dovessi trovare un altro posto di lavoro, debbo dare il periodo di preavviso (e se si di quanto tempo) visto che sono in cassa integrazione? se dovessi andare via senza rispettare il periodo di preavviso, quale sarebbe l'indennità che mi verrebbe imputata? Grazie

  • Patrizia

    23/06/2021 - 19:48

    ciao franca, il preavviso che devi dare sono 15 giorni , il preavviso parte dal 1 o dal 15 del mese . Le dimissioni vanno date on line. Il tuo datore di lavoro non può opporsi ad una tua decisione.. ci mancherebbe! siamo un paese libero ! patrizia cgil

  • Franca

    23/06/2021 - 12:16

    Buongiorno, volevo avere un'informazione in merito alle dimissioni. Lavoro in uno studio legale da meno di 3 anni come impiegata con livello 4S. Volevo sapere il preavviso che devo dare al mio datore di lavoro e se quest'ultimo può opporsi alle mie dimissioni o chiedere di posticiparle. Vi ringrazio e Vi saluto Franca

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓