impiegate
0

Legge di Bilancio 2021 – il lavoro e la famiglia

20/01/2021 - 11:08

LEGGE DI BILANCIO 2021

 

Lo scorso 30 dicembre  è stata licenziata dal Parlamento la legge di bilancio 2021.

La sua formulazione ha risentito fortemente della situazione che si è creata e che tuttora vive il Nostro Paese a causa dell’emergenza Covid.

Le misure di sostegno per le famiglie e all’economia sono molte, certamente  non saranno sufficienti ad attraversare il lungo tunnel  della pandemia e le tante  emergenze sanitarie ed economiche, tanto che è già in preparazione il nuovo scostamento di bilancio .

Abbiamo scelto di commentare brevemente solo gli articoli che ci riguardano  più da vicino: il lavoro e la famiglia.

Attenzione! Come per tutte le leggi, per essere effettivamente applicate, molte misure previste hanno bisogno dei relativi “decreti attuativi” da parte dei Ministeri competenti  o dell’Agenzia Delle Entrate; sostanzialmente nella legge c’è la norma generale che determina lo stanziamento dei fondi, ma per l’applicazione in pratica mancano ancora le  “istruzioni per l’uso…” .

Tutto il gruppo del blog è a disposizione per approfondire e chiarire ogni dubbio e rispondere ad ogni domanda.

Come sempre: forza e coraggio, siamo guerriere !

emilia, elena, angela, patrizia, carmen  e mamma irene

 

FAMIGLIA

Fondo Assegno Unico e servizi alla Famiglia

L’assegno unico è il nuovo strumento di sostegno alle famiglie. E’ un contributo  economico che sarà corrisposto alle famiglie con figli fino al 21 anno di età.

L’assegno unico entrerà in vigore dal 1 luglio 2021 e assorbirà le altre misure di sostegno già in vigore (detrazione figli a carico, assegni nucleo familiare ecc…). L’importo sarà quantificato in base a fasce di reddito ISEE.

Rientro al lavoro delle madri lavoratrici

Al fine di sostenere il rientro al lavoro delle lavoratrici madri e di favorire la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura,  per il 2021  è previsto un aumento  di 50 milioni di euro da destinare al sostegno e alla valorizzazione delle misure organizzative adottate  dalle imprese per favorire il rientro al lavoro delle lavoratrici madri dopo  il parto.

Bonus Bebé

Bonus bebè  per ogni figlio nato o adottato dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021.

Congedo di  Paternità

Il congedo  obbligatorio del padre aumenta a 10 giorni per i figli  nati o adottati nel 2021.

Mantenuta  anche la possibilità di astenersi  per un ulteriore giorno  in accordo con la madre e in sua sostituzione in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima. Inoltre viene esteso  il congedo  di paternità  obbligatorio e facoltativo  ai casi di morte perinatale.

Bonus per madri sole con figli disabili

Contributo  mensile  nella misura  massima di 500 euro  netti  per  ciascun anno 2021/22/23 alle madri disoccupate  o monoreddito di nuclei familiari monoparentali con  figli disabili  a carico.

Altre misure  di interesse  per  titoli:

acquisto  smartphone,  bonus occhiali,  caregiver,  affitto fuori sede, detrazioni per interventi edilizi, bonus idrico, superbonus 110%, bonus elettrodomestici e mobili, ecobonus, sismabonus,  bonus facciate,  bonus tv e riviste digitali,  bonus verde, veicoli elettrici, incentivi auto, lotteria degli scontrini.

 

LAVORO

Detrazione per redditi di lavoro dipendente

Stabilizza l’ulteriore detrazione per i lavoratori dipendenti e assimilati con reddito complessivo tra i 28 mila e i 40 mila euro, già in vigore del secondo semestre 2020.

Fondo  per la parità salariale

Lavoratori Fragili

Tutela dei lavoratori fragili fino a febbraio che non possono  lavorare in smart working

Smart working

Proroga fino alla cessazione dello stato di emergenza, e, in ogni caso, non oltre il prossimo 31 marzo,  lo svolgimento  in  deroga  dello smart working in assenza di accordi individuali.

Cassa integrazione covid

Previste  12 settimane, relative al periodo  1 gennaio 2021 – 31 marzo 2021  per la cassa integrazione ordinaria e altre 12 settimane dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno  2021 per la cassa in deroga e il Fis.

Licenziamenti

Esteso fino al 31 marzo  2021 il  divieto di licenziamento.

Pensioni

Rifinanziate  Ape social, quota 100, opzione donna,  nona salvaguardia esodati.

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓