impiegate
100

Dimissioni Volontarie del Lavoratore tutte le spiegazioni

07/03/2008 - 16:46

Sono state pubblicate sul sito del Ministero del Lavoro tutte le informazioni per poter presentare le dimissioni volontarie. Riassumenrdo: “La legge n. 188/2007 ha introdotto l’obbligo di comunicare la volontà di recessione del rapporto di lavoro attraverso l’utilizzo di un apposito modulo ministeriale con validità massima di 15 giorni, pena la nullità dell’atto di risoluzione, per le seguenti categorie di rapporti di lavoro: lavoro subordinato (articolo 2094 del codice civile, ivi compreso il rapporto di lavoro nella pubblica amministrazione nonché il lavoro domestico); collaborazione coordinata e continuativa, anche a progetto, intendendo con essa tutte le tipologie di rapporto di lavoro che la dottrina ha qualificato come parasubordinato; titolari di contratti di natura occasionale, (articolo 61, comma 2, d.lgs. n. 276/2003, nella quale pur mancando la continuità sussiste il coordinamento con il committente – le c.d. “mini co.co.co.”); associazione in partecipazione, (art. 2549 e ss. del codice civile, solo se caratterizzati dall’apporto di lavoro, anche non esclusivo, da parte degli associati, con la sola esclusione dei lavoratori già iscritti ad albi professionali); soci di cooperative, (articolo 1, comma 3 della legge n. 142/2001, così come modificata dall’articolo 9, comma 1, lett. a) della legge n. 30/2003 e successive integrazioni e modificazioni). La Procedura -Il lavoratore che intende presentare le dimissioni volontarie deve recarsi presso un soggetto intermediario: Comune, CPI, DPL, DRL) -Il soggetto intermediario si collega al Sistema Informativo MDV del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ed inserisce i dati relativi alla dimissione -Il Sistema Informativo MDV rilascia il documento delle Dimissioni Volontarie con un codice univoco ed una data certa di rilascio (il documento ha validità 15gg) -Il soggetto intermediario consegna al lavoratore il documento emesso dal sistema opportunamente vidimato -Il lavoratore consegna il documento di Dimissioni al datore di lavoro. Dove recarsi I soggetti intermediari a cui è possibile rivolgersi per ottenere gratuitamente il modulo validato, indipendentemente dal luogo dove il lavoratore è residente o presti la sua attività, sono: Direzioni Regionali del Lavoro Direzioni Provinciali del Lavoro Ispettorati del lavoro delle Province Autonome di Trento e Bolzano Ispettorato della Regione Siciliana Centri per l’Impiego Comuni Organizzazioni Sindacali dei lavoratori* Istituti di Patronato* * La legge n. 188/2007 (articolo 1, comma 6) prevede, inoltre, entro 6 mesi dall’entrata in vigore della legge, la possibilità di stipulare di convenzioni ad hoc (lo schema di convenzione sarà approvato con apposito decreto del Ministero del Lavoro) con le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori e con gli Istituti di Patronato, che consentiranno anche a questi soggetti di essere abilitati alla validazione dei moduli. Quando Le Dimissioni Volontarie si applicano a tutti i casi di recesso unilaterale del lavoratore previsti dall’articolo 2118 del codice civile, nel rispetto del preavviso, la cui obbligatorietà non viene meno, rendendo nulle le dimissioni rassegnate con modalità diverse da quelle fissate dal Decreto. Nessuna eccezione è contemplata, né riguardo alla natura giuridica, né in riferimento al settore economico di appartenenza del datore di lavoro. Parimenti, la norma si applica a tutti i lavoratori che prestano la loro attività con vincolo di subordinazione, nonché i prestatori d’opera che, ai sensi dell’art. 2222 del codice civile, si impegnano a compiere un’opera o un servizio, in cambio di un corrispettivo, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione (c.d. mini co.co.co). La disciplina NON SI APPLICA: nei confronti dei rapporti di lavoro marittimo, perché regolati da Legge speciale del Codice della Navigazione; agli accordi di risoluzione consensuale bilaterali che restano disciplinati dalle norme generali sui contratti, che prevedono la libera manifestazione del consenso; nei casi di recesso unilaterale dal lavoratore durante il periodo di prova, previsto dalla contrattazione collettiva che regola il rapporto di lavoro; nei casi di c.d. dimissioni per giusta causa ex art. 2119 c.c.”

  • Patrizia

    13/06/2022 - 11:46

    Cara Sara, le dimissioni per giusta causa si possono dare se per 3 mesi non è stato corrisposto lo stipendio. Per i ritardi potresti chiedere gli interessi. E ' bene che tu chieda un appuntamento in filcams cgil per essere tutelata! Ciao patrizia cgil

  • sara barabotti

    13/06/2022 - 10:41

    Salve, secondo voi è fattibile una dimissione per giusta causa per pagamento di stipendio in ritardo? Spiego meglio. A fine mese ricevo sempre un anticipo dello stipendio. Il saldo mi viene accreditato invece sempre ben oltre il 10 del mese.Grazie

  • Patrizia

    20/03/2022 - 14:49

    Cara elisa, si ti tratteranno solo 5 giorni di mancato preavviso, a meno che non trovi un accordo con il tuo datore di lavoro di rinuncia al preavviso senza oneri da entrambe le parti. Patrizia cgil

  • Elisa Repetto

    19/03/2022 - 19:45

    Buongiorno,sono impiegata studi professionali 3 livello con anzianità di 9 anni. Per le dimissioni dovrei dare 35 giorni di preavviso. Ne vorrei dare 30. Mi verranno fatti pagare come mancato preavviso solo i 5 giorni? Grazie

  • Patrizia

    21/07/2021 - 20:37

    cara Laura, grazie dei complimenti , questo è un blog sindacale e noi facciamo attività sindacale, diamo anche informazioni ma è diverso che dare un servizio Per risponderti : (art. 129 CCNL) il preavviso è di 30 giorni decorre o al 1 o al 16 del mese , le dimissioni vanno date on line, in part time o in full time non cambia. Ciao e auguri patrizia cgil

  • Laura Carrega

    21/07/2021 - 15:11

    Buongiorno e complimenti per il grande lavoro che fate ed il servizio che offrite. Vorrei chiedere se potete indicarmi quanti giorni di preavviso devo dare in caso di dimissioni,sono dipendente di uno studio legale associato dal marzo 2007 livello 4S part-time al 70%. Grazie per l'attenzione Laura

  • Patrizia

    05/03/2021 - 19:40

    Cara Roberta, questo è un blog dedicato agli studi professionali , tu hai un altro contratto nazionale. Ti rispondo solo in modo generico ma dovresti andare in Filcams cgil della tua città. Le ferie maturano mensilmente. Le dimissioni vanno date al 1 o al 16 del mese e da li parte il preavviso. Fai il conteggio dei due mesi di preavviso partendo da questo dato, tieni anche conto che le ferie non possono essere godute durante il preavviso , se ciò succede , sospende il preavviso e quindi lo allunga, quindi dovresti fare le ferie prima di dare le dimissioni. I rol invece puoi farli anche in preavviso Ferie e rol se non goduti andranno pagati. Se non dai il preavviso previsto dal contratto purtroppo ti sarà trattenuto in busta paga, fatti salvi eventuali accordi. Economicamente non cambia , dipende da te quando vuoi dare il preavviso tenendo conto di quanto sopra. ciao patrizia cgil

  • Roberta Pranda

    05/03/2021 - 10:04

    Buongiorno Patrizia, sono Roberta e lavoro in una scuola privata con contratto a tempo indeterminato dal 2009 (contratto scuole laiche Aninsei livello 2).Il 1 di settembre dovrei iniziare a lavorare in una nuova scuola (uso il condizionale perchè come dici tu bisogna prima firmare la lettera di assunzioni) e il preavviso nel mio caso è di 2 mesi ma mi hanno consigliato di non darlo a fine giugno ma all'inizio del mese poichè durante questo periodo si maturano comunque ferie e permessi io avrò da smaltire in tutto 8 settimane. Quali scenari mi si possono prospettare, considerando che il mio attuale datore di lavoro cercherà per sè il male minore, dal punto economico? Grazie dell'aiuto

  • Patrizia

    30/12/2020 - 20:43

    cara Elena, purtroppo negli studi lo stress è praticamente la regola , ne so anch'io qualcosa e quindi posso darti dei consigli a ragion veduta. Dare le dimissioni senza un altro lavoro è un atto disperato .. e purtroppo subisci solo danni. Il danno più grosso è la naspi, con le dimissioni volontarie perdi la disoccupazione. Ti consiglio: 1) se proprio è insopportabile vai dal medico e chiedi un certificato per stress da lavoro e stai un po' a casa a raffreddare e a ragionare, casomani prolunghi la malattia 2) se non ne esci va in Filcams cgil della tua città e chiedi un intervento sindacale per concordare l'uscita dallo studio che ti consenta di accedere alla naspi, non farlo da sola perché ci vuole un accordo sindacale da depositare in DPL. 3) ultimo spassionato consiglio: non fare gli errori che ho fatto io di prendere decisioni istintive , te ne pentiresti amaramente , molto spesso noi donne non controlliamo l'emotività e la frittata è fatta. Quindi calma e gesso . facci sapere patrizia cgil

  • EleNA

    30/12/2020 - 12:01

    Buongiorno a tutti. Ho una domanda ed un consiglio da chiedervi. Purtroppo sto vivendo un momento difficile sia dal punto di vista personale che lavorativo. Sono il capro espiatorio dello Studio e sinceramente, dopo l'ultima sfuriata, non ce la faccio più. Sto cercando un altro impiego da un po', ma è difficile, sia per il momento storico ma anche soprattutto perché sono già occupata, quindi ovviamente si preferisce un disoccupato. Ora, però, sto maturando l'idea di lasciare, lo stress in ufficio mi sta mettendo a dura prova. Il quesito dunque, è questo: come faccio ad andarmene? ovviamente, senza perdere nulla? Quali consigli potete darmi? Vi ringrazio in anticipo e Vi auguro il meglio per il futuro imminente.

  • Patrizia

    21/10/2020 - 21:21

    Ciao Gaia, eh no… mi spiace, fai attenzione del dubbio è meglio se contatti al filcams cgil della tua città. Auguri di cuore patrizia cgil

  • Gaia

    20/10/2020 - 19:52

    Si sono a zero ore sulla carta..poi a fine mese calcola le ore che ho lavorato e le comunica alla consulente...per la naspi mi informo bene prima di fare cose avventate..pensavo che che comunque il non superamento della prova fosse considerato una perdita involontaria del lavoro e che quindi la naspi venisse erogata sicuramente

  • Patrizia

    20/10/2020 - 12:42

    Cara Gaia, se sei in cassa a 0 ore non sei tenuta al preavviso. Ma trattasi di dimissioni e quindi non sei coperta dalla naspi, se non superi la prova non è licenziamento, fai attenzione …. E' meglio verificare con l'inps se in questa particolare situazione c'è copertura . Chiama il numero verde inps . ciao e auguri patrizia cgil

  • Gaia

    19/10/2020 - 21:14

    Buonasera Patrizia.. sono una delle ragazze che lavora nello studio dentistico in cui siamo in cassa integrazione da marzo. Sicuramente restiamo in cassa integrazione sino a fine dicembre con successivo licenziamento. Dato che mi sono già portata avanti,ho trovato un altro studio in cui cercano con "urgenza". Ho letto da qualche parte che essendo in CIGD a zero ore non sono tenuta a dare i 15 giorni di preavviso (dal 1° novembre posso darle giusto?) È corretto ciò o devo lavorare questi 15 giorni? Ripeto sono i cassa a zero ore tranne un giorno alla settimana in cui mi sgancia dalla cassa.. Altra domanda,se in questo nuovo posto di lavoro non dovessi superare la prova prenderei la disoccupazione referita a tutti gli anni di contributi? Nello studio attuale ci lavoro da 5 anni,quindi la mia disoccupazione risulterebbe essere di max 2 anni..grazie mille

  • Patrizia

    08/10/2020 - 19:55

    Caro mario, il tabellare del contratto nazionale lordo al 4 livello è 1.413,11 che parametrato al tuo part time risulta di 353,28 lordi, a questo tu aggiungi un superminimo. Non esiste una casistica sulle retribuzioni con superminimo , visto che sono lasciate alla libera contrattazione, impossibile. Posso dirti che per le tue mansioni il 4 livello è poco , dovresti avere almeno un terzo livello e visto il superminimo non converrebbe aumentare il part time ? ciao patrizia cgil

  • Mario Rossi

    08/10/2020 - 15:27

    Grazie per la risposta Patrizia, il numeri indicati sono il valore per la giornata di 8 ore, io lavorando 2 ore/giorno l'attuale superminimo di 550 euro è da calcolarsi diviso 4, così come l'aumento che ho chiesto 450 euro/mese è poi da calcolarsi diviso 4. Il mio attuale inquadramento contrattuale è al IV livello più superminimo 550 euro/mese e lo stipendio metto diventa 448 euro perché chiaramente tutti gli emolumenti in busta paga sono conteggiati al 25%. Mi è assolutamente chiaro che la trattativa per un superminimo individuale è riservata al lavoratore con il suo datore di lavoro ma volevo solamente comprendere se il mio attuale stipendio è nella media come importo, fatte le dovute proporzioni part-time. Grazie

  • Patrizia

    07/10/2020 - 21:06

    caro daniele , non c'è problema.. no i rol non interrompono il preavviso . ciao ! patrizia cgil

  • Patrizia

    07/10/2020 - 21:05

    Caro mario, il tabellare è fissato dal contratto , il superminimo è contrattato tra datore di lavoro e lavoratore , c'è libera contrattazione tra le parti , non ci sono riferimenti di minimi o massimi. Non mi tornano le cifre .. 550 di superminimo con stipendio netto di 480 e chiedi un superminimo di 550 , non capisco. Non so a che accordo si riferisca il tuo datore di lavoro , non ho mai sentito questa sigla, in ogni caso il contrattare un superminimo non può avere impedimenti. ciao ! patrizia cgil

  • Mario Rossi

    07/10/2020 - 16:57

    Cortesemente, un aiuto per comprendere meglio la mia posizione economica contrattuale. Lavoro presso uno studio medico di medicina generale part-time ( 2 ore giorno ) tempo indeterminato, svolgo mansioni di segreteria, appuntamenti, stampa ricette mediche (previa supervisione del medico), assistenza informatica. Sono inquadrato al 4 livello impiegato amministrativo, uno scatto di anzianità e 550 euro di superminimo. Ho un totale netto mensile di 448 euro, ho 61 anni (5 anni di anzianità lavorativa) e se tutto va per il verso giusto l'anno prossimo con quota 100 vado in pensione. 1^ Domanda: ho chiesto di integrare il superminimo di 450 euro ma il mio datore di lavoro mi dice che questo è impedito dagli accordi che ha con l'ATS che gli consentono non chiariti vantaggi . 2^ Domanda: per la mia posizione il mio attuale stipendio è nella media? Grazie Mario - Monza

  • Daniele

    07/10/2020 - 13:27

    Grazie Patrizia Ho sbagliato io l articolo... scrivevo con il cellulare e ho preso un articolo di un alrro contratto. Chiarissima la tua risposta. Approfitto della tua gentilezza per chiederti un ultimo chiarimento solo per scrupolo. Anche i ROL interrompono il preavviso come le ferie ? Saluti Daniele

  • Patrizia

    06/10/2020 - 21:45

    Caro Daniele , l'art. 92 del contratto nazionale parla di diritto allo studio, quello che disciplina la risoluzione del rapporto di lavoro è l'art. 127 e segg. , non vorrei che stessimo parlando di due contratti diversi. Controlla. Il riferimento legislativo generale è il codice civile n. 2118 , dove prevede che ci sia un preavviso congruo per il licenziamento e dimissioni per tutelare i diritti della parti , sia datore di lavoro che lavoratore. I contratti di lavoro non possono derogare da questo principio perché prevale la legge. I contratti possono solo stabilire i periodi di preavviso ma non il principio generale. Fare le ferie durante il preavviso lede questo diritto al giusto preavviso perché lo riduce , per questo se usi le ferie devi allungare dello stesso periodo il preavviso , se è previsto per un tot giorni dal contratto deve essere quello . A questo principio generale nulla osta ad accordi diversi tra le parti , meglio con accordi scritti sindacali, per rinunce al preavviso senza oneri da entrambe le parti. Mi sembra che dobbiate spiegarvi meglio … se il periodo di preavviso deve essere di 135 , devono essere di 135 effettivi anche se in mezzo ci metti 1 settimana di ferie. E' un principio assodato e normalmente applicato non ci sono problemi. Fai leggere questo messaggio al tuo consulente . Spero di essere stata chiara ! ciao patrizia cgil

  • Daniele

    06/10/2020 - 9:05

    Buongiorno Patrizia grazie della risposta. Posso avere un riferimento normativo o una circolare oppure altro materiale che sostiene questo ? Il consulente dello studio ribadisce quello quello che c è scritto nell articolo 92 del contratto. Vorrei oppormi con una documentazione. Grazie ancora Saluti Daniele

  • Daniele

    05/10/2020 - 21:47

    Ciao Patrizia grazie della risposta. Considerato che il consulente di riferimento dello studio sostiene che nel contratto c'è scritto che le ferie non si possono fare durante il preavviso, posso avere una normativa o circolare dalla quale si desume che il preavviso può essere interrotto dalle ferie ? Vorrei ribattere con una motivazione valida e non rimanere fregato. Grazie ancora Saluti

  • Patrizia

    05/10/2020 - 20:06

    Caro Daniele, sono vere entrambe le cose, nel senso che tu puoi fare le ferie durante il preavviso ma interrompono lo stesso e dovrai recuperare le ferie godute allungando il preavviso. Se fai 1 settimana di ferie durante il preavviso quella settimana allunga il preavviso. I rol invece li puoi usare anche durante il preavviso. ciao ! patrizia cgil

  • Daniele

    05/10/2020 - 14:14

    Buongiorno Lavoro in uno studio notarile. E vorrei dare le dimissioni per andare via a maggio Devo dare un preavviso per dimissioni e secondo il conto che ho fatto il preavviso è di 135 giorni. Ho inoltre circa 35 giorni di ferie e ore di permesso. Posso farli anche durante i giorni di preavviso ? Nel contratto c è scritto che le ferie durante il preavviso non si possono fare ma sul blog ho letto che si possono fare e interrompono il periodo di preavviso. C è un riferimento normativo ? Mi potete aiutare Grazie Saluti Daniele

  • Patrizia

    04/10/2020 - 23:26

    cara fiona, oltre 10 anni di anzianita al tuo livello sono 120 gg di preavviso a partire o dal 1 al 16 del mese come decorrenza. Malattia e ferie interrompono il preavviso quindi la risposta e no , non puoi compensare con le ferie, ti saranno pagati a fine rapporto. Puoi concordare le dimissioni anche senza oneri e con rinuncia al preavviso se ti riesce, meglio con un accordo sindacale per avere accesso aĺla naspi. Se non ti riesce invece il mancato preavvisovti costa esattamente per i giorni previsti , quindi 120. Auguri patrizia cgil

  • Patrizia

    04/10/2020 - 23:10

    Cara michela dipende da livello e anzianita . Guarda la busta paga, riscrivi e ti daremo la risposta. Ti confermo che le dimissioni anche nel nostro contratto prevedono il dimezzamento della durata del preavviso. Patrizia cgil

  • Michela

    03/10/2020 - 20:23

    Ciao, sono Michela e volevo chiedere conferma sui giorni di preavviso da dare in caso di dimissioni. Io ho un contratto a tempo indeterminato a 20 ore settimanali e lavoro da 5 anni. Ho letto nel sito dell'INPS che sarebbe di 2 settimane ma se le dimissioni le dà il dipendente è ridotto a metà. Vi risulta? Grazie mille.

  • Fiona

    03/10/2020 - 19:21

    Buona sera, sono impiegata in uno studio di commercialisti dal 2005 inquadrata come 2° livello, vorrei sapere se è posso proporre al mio studio una risoluzione consensuale o se tale modalità è prevista solo per i contratti a tempo determinato. Inoltre, nel mio caso credo di dover dare 30 giorni di calendario di preavviso (se non volessi rimanere) l'indennità di mancato preavviso ammonta al massimo ad una retribuzione menisle? e nel caso di 43 gg di ferie non godute è possibile fare una compensazione? Ringrazio cordialmente.

  • Patrizia

    13/03/2020 - 19:29

    Caro antonio, non sei obbligato a fare formazione a chi ti subentra. Se prendi le ferie si allunga il preavviso , altrimenti puoi decidere di fartele pagare. ciao ! patrizia cgil

  • Antonio

    13/03/2020 - 17:08

    Salve, ho rassegnato le dimissioni il 09/03/2020 e vado via i l31/03/2020, vorrei sapere se mi posso rifiutare di fare formazione a chi mi subentra ? Considerando di avere 8 giorni di ferie residue, se le prendo prolungo il preavviso ? grazie Antonio

  • Patrizia

    25/02/2020 - 16:10

    grazie cristian del tuo intervento , rileggendo vedo che ho fatto un errore di confusione anch'io su una cosa semplice .. dimissioni date il 24 febbraio , il preavviso inizia il 1 marzo ovviamente . ciao patrizia cgil

  • Cristian

    24/02/2020 - 12:29

    Ciao Confusa, provo a mettere un punto, il CCNL stabilisce che il preavviso deve essere di 15 gg di calendario e deve partire o dal 1 o dal 16 del mese (i giorni di preavviso li hai detti tu io non ho verificato). Tu puoi senza problemi dare anche più preavviso perchè si parla sempre di preavviso minimo. Quindi potresti tranquillamente dare il preavviso anche oggi con data ultimo giorno di lavoro il 23 aprile. Cosi non ti verrà trattenuto niente Buon lavoro

  • Patrizia

    22/02/2020 - 22:15

    cara arianna , ho riletto meglio quello che dice il consulente .. per essere ancora più precisa articolo 129 del contratto (lo trovi qui sul blog tra i documenti) " i termini di preavviso hanno inizio dal 1 o 16 del mese, i giorni di preavviso sono di calendario. Significa che i 15 giorni decorrono dal 1 o dal 16 , quindi , per esempio, puoi dare le dimissioni oggi 24 febbraio , però ll preavviso decorre dal 16 marzo e i 15 giorni finiranno il 30 marzo . Non basta rispettare il 15 giorni di preavviso. Non so , mi pare ci sia molta confusione . Dimmi quando vuoi dare le dimissioni e di che livello sei e ti conteggio i giorni., e magari concludiamo questa discussione, che dici? patrizia cgil

  • Patrizia

    22/02/2020 - 22:01

    si è vero , è così o il 1 o il 16 del mese ma puoi dare le dimissioni quando vuoi, la decorrenza inizia dal 16 o dal 1 del mese. Il conteggio lo avevi fatto tu e ho dato per scontato che fosse esatto , mi pareva di aver capito che tu avessi una data precisa di assunzione nell'altro posto di lavoro e per questo motivo avevi una data obbligata. ciao patrizia cgil

  • Confusa

    22/02/2020 - 10:20

    ho parlato con un consulente che mi ha detto che non perdo 11 gg di lavoro. Dice che io posso fare domanda di dimissioni anche il 16 marzo e mettere data decorrenza 23 aprile. Non è che il 16simo giorno sono obbligata ad andare via, l'importante è che da quando faccio domanda a quando me ne vado io tenga conto dei 15 gg di preavviso!

  • Patrizia

    19/02/2020 - 19:22

    cara arianna, il diritto al preavviso non si può evitare , se non riesci a fare un accordo per la rinuncia al preavviso senza oneri , nulla si può fare. Da una parte perdi 4 giorni e dall'altra 5 , poco cambia mi pare , devi scegliere tu , io non conosco le situazioni non posso consigliarti . Auguri ! patrizia cgil

  • Confusa

    19/02/2020 - 13:28

    A parte vedersi bruciare i 4 gg di preavviso, avrei la possibilità di licenziarmi il primo aprile e perdere 5 gg di lavoro effettivi. Cosa mi conviene di più secondo te cara?

  • Patrizia

    18/02/2020 - 19:22

    ciao arianna, non voglio farti ulteriore confusione , lasciamo stare , visto che il tuo datore di lavoro non sembra disponibile ad accordi , è inutile parlarne lascia così , si tratterranno 4 giorni di mancato preavviso . pazienza! ciao patrizia cgil

  • Confusa

    18/02/2020 - 12:45

    In che senso ci sarebbe continuità con quanto ho maturato? Perché se non faccio il passaggio da studio a studio non c'è continuità di contribuzione? Ho chiesto ma non fa l'accordo per la rinuncia ai 4 gg di preavviso. Continuo a non capire la storia di lavorare 11 giorni in più. Se mi dai il link del Messenger non ti creo problemi intasandoti il blog. Scusa il disturbo e grazie per la tua carineria, disponibilità e competenza.

  • Patrizia

    13/02/2020 - 19:45

    bis. scusa .. nel senso che il preavviso è minimo , se trovi l'accordo puoi anche lavorare 11 giorni in più , altrimenti ti attieni al termine del preavviso. patrizia cgil ps contattami su messenger di fb del blog

  • Patrizia

    13/02/2020 - 19:43

    arianna, devi chiedere al consulente del lavoro dello studio , a chi fa le paghe . smak ciao patrizia ps non possiamo occupare il blog io e te , casomai scrivi sul messeger fb sul blog che ci spieghiamo

  • Confusa

    13/02/2020 - 19:22

    Non ho capito cosa intendi con il lavorare 11 gg in più. Consulenti non ne conosco. Posso chiedere al patronato per il passaggio diretto da uno studio all'altro?

  • Patrizia

    13/02/2020 - 15:05

    cara arianna, se hai buoni rapporti troverai un accordo , puoi anche pensare di lavorare 11 giorni in più , dipende dal tuo datore di lavoro. Qualsiasi accordo fallo scritto . Il passaggio diretto è un passaggio tra uno studio e l'altro senza licenziamento o dimissioni , chiedi al tuo consulente se ci sono le condizioni , ti risparmierebbe il preavviso e ci sarebbe continuità con quello che hai maturato, non centrano nulla i livelli. ciao patrizia cgil

  • Confusa

    12/02/2020 - 22:46

    Grazie carissima per la precisa e tempestiva risposta.. . A occhio mi sembra più vantaggioso rinunciare a 4 gg di preavviso che a 11 giorni di lavoro però non me ne intendo. Seguirò il tuo consiglio chiederò al mio datore di lavoro se fa la rinuncia con data certa ai 4 gg di preavviso anche se forse ha poco da guadagnarci e tutto da perdere. Cos'è il passaggio diretto da studio a studio e come lo verifico? Si può fare anche con diversi livelli in uno ho il quarto e nell'altro il terzo? Ti saluto caramente Arianna

  • Patrizia

    12/02/2020 - 20:34

    ciao cara, prima di dare le dimissioni ti conviene avvisare a voce il tuo datore di lavoro e chiedergli se si può fare una rinuncia reciproca senza oneri di 4 giorni di preavviso . Altrimenti o rinunci ai 4 giorni e te li trattengono sulla busta paga , oppure decidi di stare a casa 11 giorni , devi scegliere te. Non devi fare nulla , un lavoro ce l'hai , quindi no problem., verifica se puoi fare il passaggio diretto da studio a studio, a volte si può. ciao ! patrizia cgil

  • Confusa

    12/02/2020 - 20:22

    Ciao Patrizia dovrei iniziare un nuovo lavoro in un altro studio il 27 aprile. Quando mi consigli di dare le dimissioni il primo o il 16 di aprile? Nel primo caso resterei disoccupata 11 gg nel secondo brucerei 4 giorni di preavviso. Cos'è l'accordo senza oneri che hai suggerito a corbualessia? Altra domanda: se mi licenzio devo iscrivermi all'ufficio di collocamento prima della nuova assunzione? Grazie di cuore.

  • Patrizia

    17/12/2019 - 12:23

    ciao silvia, chiedi di fare il passaggio diretto , si può fare da studio vecchio a nuovo mantenendo i propri diritti acquisiti e se vuoi il Tfr oppure puoi anche mantenerlo nel nuovo studio. E' la cosa migliore ,.. le dimissioni volontarie al buio anche no … patrizia cgil

  • Silvia

    17/12/2019 - 0:27

    Aiuto…. Lo studio per cui lavoro da anni viene ceduto ad un nuovo professionista che mantiene l'organico precedente. Il mio datore di lavoro mi ha presentato un foglio che dovrei firmare quale DIMISSIONI VOLONTARIE… non avendo ancora firmato il nuovo contratto con il professionista che acquista l'ufficio , quale iter corretto dovrei seguire? Grazie Silvia

  • Patrizia

    12/12/2019 - 21:55

    Cara alessia, se non dai il preavviso pagherai il mancato preavviso , a meno che tu non riesca a fare un accordo, scritto con data certa , con il tuo datore di lavoro di rinuncia reciproca al preavviso senza oneri. E' bene che tu abbia la lettera di assunzione in mano prima di dare le dimissioni .. la parola oggi non conta moltissimo.. auguri patrizia CGIL

  • corbualessia

    12/12/2019 - 11:37

    Devo cambiare lavoro e fare le dimissioni per lavorare in un nuovo studio. Se non faccio il preavviso di 15 gg quanto mi costa? Ho paura di dimettermi e poi non firmare il nuovo contratto dopo nel senso che se dovesse capitare qualcosa non ho nulla di scritto sull'accordo a voce di firmare un nuovo contratto. Cosa mi suggerite?

  • Patrizia

    22/09/2019 - 15:09

    ovviamente dimissioni per giusta causa..

  • Patrizia

    22/09/2019 - 15:08

    cara laura , il mancato pagamento dei contributi inps rientra tra le fattispecie delle dimissioni in bianco senza preavviso e che da il diritto alla naspi. Tuttavia è una procedura molto delicata perché l'inps potrebbe contestarle , quindi ti consiglio caldamente di andare in sindacato e fare la procedura on line attraverso i loro sportelli , non fare da sola ! inoltre potranno seguire la tua vertenza per i mancati versamenti e tutto quello che non è stato rispettato nei rapporto di lavoro , tenendo conto che non versare i contributi è reato penale. ciao e tantissimi auguri patrizia ps grazie per i complimenti , è davvero un lavorone che per fortuna facciamo in 5 !

  • Laura

    22/09/2019 - 12:09

    Buongiorno Patrizia, avrei bisogno di sapere se il mancato versamento degli oneri contributivi è giusta causa di dimissioni (avrei diritto alla Naspi?) Ho un contratto a tempo indeterminato da 11 mesi e i contributi non mi sono mai stati versati (nessuno degli 11 mesi). Nel caso potessi dare le dimissioni online per giusta causa e senza preavviso, devo fornire all'Inps l'onere della prova? Sarebbero dimissioni revocabili nei 7 giorni? Grazie per il lavorone che fai 🙂

  • Patrizia

    02/06/2019 - 22:03

    cari riccardo , questo è un blog dedicato agli studi professionali , non è il tuo contratto di categoria , Devi rivolgerti alla Filt cgil . In ogni caso ti rispondo , la busta paga c'è quindi il rapporto di lavoro , se ti licenzi senza preavviso , lo stesso ti sarà trattenuto . ciao auguri patrizia cgil

  • riccardo

    02/06/2019 - 18:14

    anche se sono assunto da quasi 3 anni con una ditta di trasporti non mi hanno mai dato il contratto di lavoro, anche se ricevo le buste paghe ogni mese, posso non dare preavviso di licenziamento dato che non ho mai visionato il contratto?

  • Patrizia

    07/04/2019 - 20:47

    caro fabio, il contratto non specifica un giorno preciso del pagamento dello stipendio , sarebbe meglio specificarlo nel contratto di assunzione . In ogni caso è d'uso comune pagare lo stipendio entro il 10 del mese successivo . I continui ritardi dovrebbero preoccupare sulla tenuta del tuo posto di lavoro , ti consiglio di andare in sindacato per cominciare a capire se è una crisi transitoria , negligenza o reale crisi. Dopo 3 mesi di mancato pagamento dello stipendio puoi dare le dimissioni per giusta causa. Auguri di cuore patrizia cgil

  • Fabio

    07/04/2019 - 17:33

    Buonasera, volevo sapere poichè nel contratto non è specificato, entro quale giorno il datore di lavoro deve accreditare lo stipendio? E se i ritardi ripetuti nell'accredito dello stipendio possono essere considerati giusta causa per le dimissioni.grazie

  • Patrizia

    13/02/2019 - 19:27

    cara maria, se dai le dimissioni devi dare il preavviso , altrimenti ti verrà trattenuto. Puoi fare un accordo SCRITTO CON DATA CERTA con il tuo datore di lavoro per rinunciare al preavviso senza oneri da entrambe le parti. Se non ti fidi prendi appuntamento in sindacato e fai l'accordo davanti al funzionario sindacale con la sua firma e deposito dell'atto in DPL! ciao e auguri patria CGIL

  • carini priscilla maria

    13/02/2019 - 12:11

    Sono sempre Priscilla (III livello - 11 anni di contratto a tempo indeterminato), impiegata studio Notarile Ancona: ancora non mi è stata data la lettera di licenziamento ma oggi vado a fare un colloquio presso altro Notaio; ammesso che questo Notaio abbia intenzione di iniziare un nuovo rapporto di lavoro con me, devo sempre rispettare i 50 giorni di preavviso e rimanere fino al 10 aprile oppure una volta firmata la lettera di licenziamento posso fare come mi pare ? Cioè andare a lavorare fin da subito altrove? Se fosse così perderei tutta l'indennità di preavviso ? Grazie

  • Patrizia

    14/01/2019 - 15:14

    cara Claudia, il tempo determinato è cambiato con l'ultima legge ."il decreto dignità". il rinnovo è fino a 24 mesi , e dopo 12 mesi deve esserci la causale del rinnovo . Spero tu avrai seguito le notizie a questo proposito. A me pare che i tuoi datori di lavoro stessero aspettanto che vento tirava e poi hanno cercato una scusa per non rinnovarti il tempo determinato. Purtroppo quando il tempo determinato scade non c'è nulla da fare finisce con la data di fine contratto. Mi pare molto grave la lesione della tua privacy, te lo hanno contestato solo a voce , ci sono testimoni ? va in sindacato alla filcams cgil della tua città per vedere se si può fare qualcosa per accertare se c'è stata lesione della privacy . Auguri e facci sapere patrizia cgil

  • Claudia Ruschi

    14/01/2019 - 10:37

    Buongiorno, vi contatto perchè vorrei chiedere un vostro parere. Sono stata assunta oltre un anno e mezzo fa (agosto 2017) in uno studio di geometri. Mi è stato proposto un contratto a termine, perchè mi era stato detto che avrebbero aspettato a farmi l'indeterminato perchè la legge di stabilità di cui si cominciava a parlare allora avrebbe dovuto contenere delle agevolazioni, quindi a loro conveniva farmi il contratto fisso nel 2018. Alla scadenza del contratto, per esigenze loro, mi è stato prorogato il contratto a termine, sempre prospettando la trasformazione a tempo indeterminato e scusandosi per non poterlo far partire fin da subito. Quindi l'intenzione è stata chiara fin da subito, a loro serviva una dipendente a tempo indeterminato e sono sempre stati convinti di volere me. Fatto sta che a scadenza di questo contratto, i titolari mi comunicano che hanno "scoperto" qualcosa di riservato della mia vita personale, di cui loro non sono d'accordo e dicono che questa cosa non gli sta bene e mina la fiducia che loro hanno dei miei confronti... Non credo di essere un'assassina nè una criminale, e non ho mai messo in cattiva luce lo studio o i geometri, ma lasciamo perdere. Il punto è che non solo non mi hanno proposto il contratto fisso come da tempo promesso, ma non hanno nemmeno prorogato il contratto a termine e mi hanno lasciata a casa! Essendo un contratto a tempo determinato, era nella loro facoltà tutto questo, o no? Grazie

  • Patrizia

    11/12/2018 - 18:01

    cara Roberta, il TFR deve essere pagato entro 30 giorni dalla data di licenziamento /dimissioni. ciao patrizia CGIL

  • ROBERTA

    11/12/2018 - 17:14

    Salve, mi sono dimessa in data 13/11, volevo sapere in quanto tempo mi verrà liquidato il TFR GRAZIE

  • Cristian

    03/12/2018 - 15:36

    Buon pomeriggio BARBARA, integro alla risposta di Patrizia che è possibile fare richiesta se durante la prova si danno le dimissioni per giusta causa. Ultimo se le dimissioni durante il periodo di prova intervengono durante una sospensione della disoccupazione NASpI, si potrà ricominciare a percepire l’indennità disoccupazione. Buon lavoro

  • Patrizia

    03/12/2018 - 14:55

    cara Barbara, se hai dato volontariamente le dimissioni no . Il requisito principale per la naspi è la perdita involontaria del lavoro, oppure per delle dimissioni per giusta causa. I requisiti contributivi sono: 30 giorni di lavoro negli ultimi dodici mesi e 13 settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti l'inizio della disoccupazione. Se hai dei dubbi vai all'Inca , patronato della cgil ! auguri patrizia CGIL

  • barbara

    03/12/2018 - 9:48

    Buongiorno, avrei bisogno di sapere se in caso di dimissioni nel periodo di prova mi spetta la disoccupazione. Grazie per la vostra cortese attenzione. barbara

  • Patrizia

    25/09/2018 - 20:55

    cara Lili, le sentenze del caso singolo fanno giurisprudenza , spesso è contradditoria . Noi dobbiamo attenerci alla legge e alle norme , in caso di vertenza si fa riferimento alla giurisprudenza, quindi lasciamo stare. Durante il primo anno del bimbo la mamma non può essere licenziata. In caso di dimissioni volontarie durante questo periodo non deve essere dato il preavviso , anzi viene pagato. le dimissioni on line devono essere convalidate dalla Direzione provinciale del lavoro , passaggio obbligatorio a protezione della donna, magari costretta a dare le dimissioni proprio perché in maternità. Visto il comportamento un po' minaccioso del tuo datore di lavoro è bene che tu vada in sindacato per essere sostenuta e tutelata ed evitare complicazioni., in sindacato verifica anche che le tue dimissioni ti consentano di accedere alla disoccupazione. Spero almeno tu sia stata iscritta a cadiprof e usufruito dei rimborsi relativi! faccio tantissimi auguri a te e al tuo bimbo e mi raccomando non perdere tempo va subito in sindacato ! patrizia cgil

  • Lili

    25/09/2018 - 19:14

    Ciao a tutte!ho bisogno di aiuto! Ho rassegnato le dimissioni nel periodo protetto della maternità e senza dare preavviso. Il mio capo dice che c'è una sentenza della cassazione che stabilisce che lei dovrebbe pagarmi comunque il mancato preavviso. Lei ritiene che non sia giusto e che non è disposta a pagare...anche perché c'è un'altra sentenza (precedente) che le da ragione. Vi risulta qualcosa in merito?

  • irefi

    03/08/2017 - 14:45

    Ciao Cristina, se leggi il CCNL, vedrai che dipende anche da quanto tempo ci lavori presso quello studio. C'è la tabella, molto chiara, sia per il caso di licenziamento che per il caso di dimissioni. Divisa per livello ed anzianità di servizio. Non puoi sbagliare. Guarda dunque l'articolo contrattuale di riferimento, mi pare sia intorno al 125. Il CCNL 2015-2018 lo trovi anche qui nel sito, fra i documenti appunto. E si, partono dal 1° o dal 16 del mese. Ciao Irene

  • Cristina Bizioli

    02/08/2017 - 22:42

    Buonasera, vi scrivo perché avrei bisogno di sapere ad oggi quanti giorni di preavviso devono essere fatti per delle dimissioni volontarie. Io sono impiegata parte time 4 livello studi professionali. So che poi decorrono o dal 1 o dal 16 del mese.. Grazie. Cristina

  • Debora

    06/07/2012 - 19:53

    Angela grazie mille!!

  • Angela Firenze

    01/07/2012 - 14:29

    ti riporto qui l'art. 130 del nostro contratto: Articolo 130 ? CORRESPONSIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Il trattamento di fine rapporto deve essere corrisposto all'atto della cessazione dal servizio, dedotto quanto eventualmente fosse dovuto dal dipendente, nei tempi tecnici necessari alla elaborazione del tasso di rivalutazione, di cui alla Legge 29 maggio 1982, n? 297 e comunque non oltre 30 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. In caso di ritardo dovuto a cause non imputabili al lavoratore, sar? corrisposto dalla scadenza di cui al precedente comma un interesse del 2% (due per cento) superiore al tasso ufficiale di sconto. L'importo cos? determinato si intende comprensivo della rivalutazione monetaria per crediti da lavoro, relativa al trattamento di fine rapporto. Il sistema di computo degli interessi di cui al presente articolo decorre dal 1? Gennaio 1978. Angela

  • Debora

    01/07/2012 - 11:46

    ciao patrizia! avrei un'altra domanda? quanto tempo ha il datore di lavoro per pagare il tfr? contratto degli studi professionali? il mio ultimo giorno lavorativo, compresi i giorni di preavviso, ? stato il 21 maggio 2012. Grazieee

  • patrizia.canovaro

    03/05/2012 - 20:03

    cara debora nel nuovo contratto sono stati modificati i giorni di preavviso per le dimissioni di un 4 livello i giorni sono 15 di calendario ciao patrizia cgil

  • Debora

    02/05/2012 - 14:48

    Grazie Patrizia! quindi ho capito bene che sono 20 gg!

  • patrizia

    02/05/2012 - 8:52

    cara debora, puoi dare le dimissioni dando il preavviso con decorrenza a partire dall'1 o dal 16 del mese, il preavviso ? quello del tuo livello. Se hai gi? mandato la raccomandata la decorrenza ? dal 1.5. Se dai il preavviso a norma di codice civile non ci sono problemi. ciao e auguri patrizia cgil

  • Debora

    30/04/2012 - 19:26

    Buonasera! ho bisogno di una info ugente! devo dare le dimissioni e ho gi? spedito la raccomandata allo studio dove lavoro come apprendista, le mie domande sono: tramite raccomandata e senza una motivazione il mio titolare pu? non accetare le dimissioni? come apprendista impiegata ? studi professionali per il conseguimento del III livello quanti giorni sono di preavviso, premesso che mi mancato ancora 28 mesi alla fine del mio contratto devo considedare il preavviso del IV livello e cio? 20 gg? grazie!!!

  • Nancy

    19/04/2012 - 10:54

    Grazie mille Patrizia per la rassicurazione. Andr? molto presto al sindacato!

  • patrizia

    18/04/2012 - 18:17

    cara nancy, deve esserci il tuo consenso e non ? giusta causa di licenziamento. Certo ? difficile resistere alle pressioni. Di al tuo datore di lavoro che se c'? una crisi di lavoro pu? accedere agli ammortizzatori sociali se la tua regione li ha attivati anche per gli studi, cassa integrazione in deroga. Vai immediatamente in sindacato per tutelarti ciao patrizia cgil

  • Nancy

    18/04/2012 - 16:17

    Ho dimenticato a dire: e questo nel caso sarebbe una giusta causa di licenziamento?

  • patrizia cgil

    25/02/2011 - 19:09

    cara luisa, i 30 giorni dall'ultimo giorno di lavoro. Passati i 30 giorni cominciano a maturare gli interessi legali. Se dovessi avere problemi, chiama sollecita scrivi, se dovesse passare troppo tempo vai in sindacato. Ciao! patrizia

  • LUISA

    25/02/2011 - 12:55

    Il 16 febbraio ho rassegnato le mie dimissioni e lavorer? nella studio fino al 6 marzo (data dell'ultimo giorno di permanenza nello studio scritta sulla lettera di dimissioni, in quanto gi? il 7 andr? nell'altro studio). Mi chiedo: i 30 giorni di tempo per liquidare il TFR da quando decorrono? Se il datore non mi dovesse pagare entro i 30 giorni cosa posso fare?

  • patrizia cgil

    10/02/2011 - 17:09

    devi fare una raccomandata rr o a mano, non chiamare il consulente, bastano due righe , la decorrenza ? dal 16.2 i 30 giorni sono fino al 17.3 malattia e ferie interrompono il preavviso. ciao patrizia cgil

  • LUISA

    10/02/2011 - 12:40

    Grazie mille Patrizia. La situazione si sta evolvendo velocemente, l'altro Notaio ? disponibile ad aspettarmi anche per 3/4 settimane, perch? non vuole creare problemi al mio attuale Notaio, quindi spero che non ci siano problemi per il preavviso. Come faccio a fare la lettera di dimissioni?chiamo il nostro consulente di studio?Il 16/02 do' le dimissioni, quindi devo lavorare fino al 17/03 compreso vero?

  • patrizia cgil

    10/02/2011 - 11:43

    cara Luisa ,non ti preoccupare ? presto detto: devi dare 30 giorni di preavviso con decorrenza all'1 o al 16 del mese se non lo fai ti verr? trattenuta la somma corrispondente al mancato preavviso, se l'altro notaio ti vuole subito fagli presente che avrai questo danno economico ma non ? tenuto a pagare lui. C'? sempre la possibilit? di un accordo di reciproca rinuncia al preavviso ma non so se il tuo attuale datore di lavoro sarebbe d'accordo. I tempi per la liquidazione del TFR ? di 1 mese. ciao e auguri patrizia cgil

  • LUISA

    09/02/2011 - 17:16

    Buonasera a tutte, mi trovo in questa situazione? ieri ho fatto un colloquio da un Notaio che mi assumerebbe anche subito, il problema ? che io gi? lavoro da un altro Notaio part-tima, IV livello, dal 2003. Mi chiedo: cosa devo fare per dare le dimissioni?quanto preavviso dovrei dare?30 giorni? se l'altro Notaio mi volesse prima, sono autorizzata a chiedergli di pagarmi il mancato preavviso?a quanto ammonta? Il TFR entro quanto mi deve essere pagato? mi scuso per tutte queste domande ma ? una situazione che ? arrivata all'improvviso?

  • patrizia cgil

    14/05/2008 - 15:09

    correggo un errore sulle ferie?. la fretta ? naturalmente sono 22 se non si conta il sabato, scusate patrizia cgil

  • france

    13/05/2008 - 19:54

    grazie patrizia ciao

  • patrizia cgil

    13/05/2008 - 19:45

    per france: le dimissioni vanno bene cos? c'? un numero progressivo del ministero del lavoro che attesta la data del licenziamento, ma perch? sei cos? sospettoso del centro dell'impiego ? mah! Devi avere tutte le tue competenze maturate naturalmente ci mancherebbe che licenziandoti non ti pagassero le competense ? non siamo ancora a questo punto! ciao auguri patrizia cgil

  • france

    11/05/2008 - 20:32

    scusate dimenticavo un'ultima questione, l'impiegato del centro per l'impiego che mi ha compilato il modulo mi ha dato solo un foglio , che devo consegnare al datore di lavoro dopo ovviamente averne fatto una fotocopia per me , quello che mi sembra strano ? che mi ha detto che non serve la firma o comunque una ricevuta di avvenuta consegna da parte del datore di lavoro, questo perch? le mie sono dimissioni unilaterali e che basta consegnare il modulo al datore e il gioco ? fatto ? voi cosa ne pensate ? e come vi siete comportati ? ri-ciao ri-grazie

  • france

    11/05/2008 - 20:23

    sono andato in un centro per l'impiego per redigere il modulo per le dimissini volontarie, io lavoro in un'ufficio tecnico , sono di 2? livello e con pi? di cinque anni di anzianit?, quindi devo dare 90 giorni di preavviso che dovrebbero partire dal 16 maggio e arrivare al 15 agosto (se consegno il modulo entro gioved?). volevo chiedere se ? giusto che sul modulo in questione sia indicato alla sezione ?dimissioni? data decorrenza dimissioni 16-08-2008 ? il primo giorno che sono libero ? il 16 agosto ? inoltre volevo sapere economicamente cosa mi spetta oltre al tfr ed ai giorni di lavoro fino al 15 agosto ? ho diritto ad avere le parti di tredicesima e quattordicesima accumulate , le ferie maturate ? oppure per il fatto che sono io ho che dato le dimissioni la parte economica ? diversa rispetto al caso in cui uno viene licenziato dal datore di lavoro ? grazie ciao

  • france

    21/04/2008 - 13:13

    grazie Lucy sei stata molto chiara Buon pomeriggio ciao

  • lucy

    21/04/2008 - 10:50

    il preavviso ? a solo beneficio del datore che in quel periodo pu? cercare una sostituzione e al limite fare affiancamento.infatti se si presta meno giorni di preavviso tali possono essere trattenuti dal datore come ?multa?. le dimissioni e quindi il preavviso decorrono dal 1? o dal 16 del mese quindi se presenti le dimissioni il 12 maggio i 90 giorni si contano dal 16 maggio! volendo puoi anche presentare le dimissioni il 12 maggio puoi anche andartene il giorno dopo solo che il datore ha la facolt? di tratterti il preavviso completo,90 giorni.

  • france

    19/04/2008 - 20:07

    io voglio dare le dimissioni dall'ufficio tecnico in cui lavoro, sono di 2? livello e con pi? di cinque anni di anzianit? e dovrei avere un preavviso di 90 giorni. esiste la possibilit? per me di restare in ufficio il meno possibile, ad esempio se io do le dimissioni il dodici maggio quando posso lasciare l'ufficio ? il 15 maggio ? o a fine mese ? ho letto il nostro contratto e non capisco se i 90 giorni di preavviso li posso richiedere solo io o se li pu? richiedere anche il datore di lavoro

  • Lella To

    10/04/2008 - 12:44

    Grazie Lucy! Ho seguito il tuo consiglio e ho chiesto chiarimenti, la risposta ? stata: il consulente si ? sbagliato. Ma non ? colpa sua ma di chi teneva le paghe prima!!??, lui quando le ha ?ereditate? ha solo fatto lo sbaglio di non controllare. Comunque adesso ci ricalcola i permessi spariti e li fa ricomparire in busta

  • lucy

    09/04/2008 - 11:35

    non ? che usufruisci di riduzione orario,cio? un giorno esci prima sempre? i rol sono 3.34 ex festivit?:2.67 se sono insieme devono essere 6.01,chiedi spiegazioni

  • Lella To

    09/04/2008 - 10:39

    Scusate ho bisogno di un chiarimento: secondo il contratto ci spettano 72 ore di permessi retribuiti (40+32 di festivit? da recuperare). Il nostro consulente ci calcola 5,33 ore al mese che moltiplicato per 12 fa 63,96. E' giusto cos??. PS avevo gi? posto il quesito sul sito madre ma non mi ? stato risposto (o pi? probabilmente mi sono persa la risposta). Grazie

  • lucy

    09/04/2008 - 9:30

    il preavviso sono giorni di calendario e decorre dal 1 o dal 16 necessariamente. quindi se hai presentato le dimissioni successivamente il 1 di aprile i 40 giorni si contano dal 16 aprile.

  • FRA

    08/04/2008 - 18:03

    Aiuto, volevo sapere se i giorni di preavviso del nostro contratto sono lavorativi o di calendario? ne devo dare 40,(per cui spererei di calendario)e se devono necassariamente iniziare dall'1 o dal 16 del mese come scritto nel contratto. Grazie!!!

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓