impiegate
25

Il collegato al lavoro!? Spieghiamoci meglio

04/02/2011 - 20:01

COLLEGATO AL LAVOROlegge 183/2010 STATUTO DEI LAVORI bozza di disegno di legge inviata alle parti sociali 11 novembre 2010 Per il breve riassunto del collegato al lavoro entrato in vigore il 24 novembre partiamo da quanto questo governo non ha ancora fatto, ma vorrebbe fare, e probabilmente farà. Con l’apparente scusa di una riduzione nel numero delle leggi stesse, e di una loro semplificazione, vi è la ferma intenzione de Ministro del Lavoro di modificare lo Statuto dei lavoratori, riunendo in un unico blocco normativo tutte le leggi in materia di lavoro, per poi chiamarlo “Statuto dei lavori”. Il solo nome fa capire come l’attenzione si sposti dal lavoratore al “rapporto di lavoro”, ed è proprio il lavoratore, tradizionalmente il soggetto riconosciuto debole nel rapporto con l’azienda che viene volutamente dimenticato. In premessa, il Ministro del Lavoro, arriva addirittura ad affermare che si dovrà realizzare il motto “il contratto è il mio statuto”!, dove è evidente che per contratto intende il contratto individuale e non certamente il ccnl. L’intenzione del Ministro è che il nuovo complesso di norme, ed il collegato al lavoro ne è una prima parte, dovrà ridurre il contenzioso tra le parti, citando ed individuando un nucleo di diritti universali e indisponibili di rilevanza costituzionale e coerenti con la carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, integrandolo poi con le norme del rapporto contrattuale, le quali vengono demandate sempre più alla contrattazione di secondo livello, territoriale ed aziendale. Con questa impostazione si comprende il grande favore dimostrato dal Ministro del Lavoro alla vicenda Pomigliano, e FIAT in generale, ed alla possibilità di derogare al ccnl. Nella bozza vi è inoltre la volontà di estendere gli ammortizzatori sociali alle aziende su base volontaria purchè a costo zero per lo stato….la CGIL da anni chiede e si batte affinchè tutti possano godere degli stessi ammortizzatori sociali; non si capisce come la volontarietà, con aggravio di costo per le aziende, possa aumentare la platea delle aziende a cui verrebbero applicati nuovi ammortizzatori sociali migliorando così la situazione dei lavoratori. E’ con questa visione, riduzione delle tutele al lavoratore con favore per l’azienda, rimozione alla radice dei motivi di probabili contenziosi futuri, diverse condizioni normative azienda per azienda e territorio per territorio, che nasce il collegato al lavoro. Le materie sono riconducibili ai seguenti blocchi: – modifiche in materia di permessi per l’assistenza portatori di handicap – certificati di malattia – clausole generali e certificazione dei contratti di lavoro – conciliazione ed arbitrato – decadenze e disposizioni in materia dei contratti a termine – apprendistato – disposizioni in materia di co.co.pro ASPETTIAMO I VOSTRI COMMENTI

  • patrizia

    17/05/2011 - 20:45

    cara silvia, guarda siamo alla stretta finale se viene trovato l'accordo sul recepimento del collegato al lavoro il resto è in discesa , è una trattativa strana l'entrata in vigore di questa legge che peggiora in moltissime cose il rapporto di lavoro (qui sopra trovi un sunto e sul sito filcams dei commenti di esperti) ha messo in gran difficolt? tutti i contratti e costretto a trattative in commissione ristretta , insomma è un momento delicatissimo e difficle e non è scontata la firma del contratto. Il 12.5 era una riunione della filcams nazionale a cui ho partecipato proprio sulla situazione delle trattative. Dovremmo fare si attivit? sindacale per difendere la nostra dignit? di lavoratori .. non siamo mica nè diversi nè pi? brutti dagli altri lavoratori cacchio, quando lo faremo in massa allora si comincer? a ragionare. per NAncy.. appunto, come mi piacciono questi messaggi precisi e decisi ! vai alla filcams cgil di Bologna chiedi del funzionario che si occupa degli studi professionali e gli dici che vuoi fare attivit? sindacale per gli studi gli mostri il sito e se vuoi puoi anche dargli i miei riferimenti o dirgli di parlare con Lelli della filcams nazionale, per il resto sono a tua disposizione, tieni conto che è in cantiere un coordinamento nazionale , ci saranno le occasioni per fare tutta l'attivit? sindacale che vuoi ciao ! patrizia cgil

  • Nancy

    17/05/2011 - 10:23

    A proposito di attivit? sindacale,cortesemente mi dai delle delucidazioni di come fare attivit? sindacale?(Io abito a Bologna) Grazie!

  • Silvia

    16/05/2011 - 17:42

    Cara Patrizia, grazie della risposta. Sono d'accordo con te. Dobbiamo fare pi? attivit? sindacale ed unirci perchè siamo veramente in tanti in queste condizioni misere e precarie. La nostra forza lavoro merita pi? riconoscimenti! C'è qualche novit? sil contratto? ho letto che c'è stato un incontro il 12.05.2011. Grazie ancora.

  • patrizia

    08/04/2011 - 17:51

    caro luca , è una situazione ben strana , scusa mi hai detto che sei in prova? finita la prova non ti assumono e la cosa finisce cos?. Non capisco. Se ti assumeranno finita la prova per loro diventa un bel problema licenziarti. Senti, luca dovresti andare in sindacato per farti seguire meglio. In ogni caso se ti assumono e continuano a malatrattarti non licenziarti tu fai intervenire il sindacato per una composizione della vicenda non mi pare ci sia altra soluzione. Se stai male vai dal medico e vedi di farti dare qualche giorno per tirare il fiato. Fammi sapere patrizia cgil

  • LUCA

    08/04/2011 - 8:15

    PER PATRIZIA: Il problema è che loro non vogliono mandarmi via?..mi vogliono mettere nella condizione di andare via trattandomi male e prendendomi a ?calci??..cosa dovrei fare?

  • patrizia

    07/04/2011 - 20:34

    per silvia, scusa ti ho visto ora ? dal 14.3. Prendi di meno perchè le trattenute sono pi? alte che da apprendista. Ci proviamo a chiedere i tabellari del commercio ma è veramente difficile , noi abbiamo saltato due rinnovi contrattuali per mancanza di organizzazione della categoria e no per colpa del sindacato da qui gli stipendi pi? bassi di 200,00 euro rispetto al commercio, certo che se noi facessimo un p? di attivit? sindacale avremmo pi? speranze ! patrizia cgil

  • patrizia

    07/04/2011 - 19:48

    cara vilna, per la mobilit? in deroga deve esserci il licenziamento , per la cassa integrazione invece no è una sospensione del lavoro sono cose diverse e di conseguenza non cumulabili. Per l'applicazione di questi ammortizzatori in deroga deve esserci un accordo sindacale con le regioni di appartenenza, per esempio in veneto c'è. Se non c'è rimane, in caso di licenziamento, la disoccupazione. Ma attenzione se ti licenzi tu è a requisiti ridotti se ti licenzia il datore di lavoro a requisiti pieni. Va in sindacato non fare da sola. cara nancy questo non è il mio blog ma è del sindacato e a me fa piacere che ci sia scambio di opionioni e aiuto reciproco e che le risposte le dia chiunque , ti dir? di pi? questo è anche lo scopo del sito, quindi va benissimo che tu abbia risposto. Bisogna fare attenzione a non generalizzare , dipende dai danni che si subiscono e dalle situazioni è quindi importante valutare caso per caso per questo ho consigliato luca di andare in sindacato ,che di solito si rapportano anche con dei penalisti , e di prospettargli anche questa possibilit?, sar? lui a poi a decidere. Non è un problema di leggi o di diritti ma dei ricatti che si subiscono se si reclama l'applicazione della legge. ciao patrizia cgil

  • vina

    06/04/2011 - 11:12

    Per Luca.Non mi sono permessa di risponderti prima di Patrizia ma adesso voglio condividere con te la mia esperienza.Avevo gi? segnalato su questo blog di avere ricevuto uno schiaffo dalla mia collega,per sapere come comportarmi.Sono andata al Sindacato il quale mi ha consigliato vivamente di non fare querela penale(la quale va fatta con un Avvocato e non con il Sidacato).Seconto la loro esperienza infatti difficilmente si vince la causa,in quanto cercano tutti i cavilli per mettere a tacere la cosa e mettere l'accordo!La Legge è dalla parte dei colpevoli.. ed io,anche se lavoro in questo studio da 15 anni,avrei rischiato il licenziamento? insomma oltre al danno la beffa!Ho pertanto desistito dallo sporgere denuncia..E sai che ti dico?La prossima volta ?ricambiamo con la stessa moneta?.. è quello che ci resta da fare!

  • patrizia

    05/04/2011 - 18:07

    caro luca, devi andare in sindacato e tutelarti. Purtroppo se sei in periodo di prova possono dirti semplicemente che non sei andato bene e la prova si chiude senza l'assunzione non occorre licenziare. Puoi valutare insieme al sindacato se sia il caso di fare una denuncia , non so se hai avuto danni dall'aggressione e comunque è un'aggressione.Hai 90 giorni di tempo dal fatto pensaci ciao e auguri patrizia cgil

  • Luca

    04/04/2011 - 9:43

    PER PATRIZIA: Buongiorno avrei un quesito abbastanza delicato da chiederti: lavoro da circa 1 mese e mezzo presso uno studio ( ho esperienza da circa 15 anni)e con un collega che è il capo non vado per niente d'accordo ed è arrivato l'ultima volta che abbiamo litigato a tirarmi una cartellina piena di documenti sul muso. Parlando con il mio titolare mi ha detto che non mi licenzia e fanno passare il periodo di prova ma dopo se non vado bene mi costringono ad andarmene via. cosa devo fare?

  • Annalisa

    23/03/2011 - 20:47

    Ok perfetto passer? di sicuro! grazie ancora per tutto

  • Silvia

    14/03/2011 - 11:29

    Ciao a tutte! Mi chiamo Silvia e anch'io come voi lavoro in uno Studio legale ormai da quattro anni e?. ultimamente sono un po' delusa? dopo aver fatto i miei tre anni di apprendistato sono passata ad un contratto a tenpo indeterminato e, dopo ovviamente la felicit? iniziale, ho avuto la brutta sorpresa di accorgermi che il mio stipendio è diminuito! Percepisco meno netto in busta adesso rispetto a quando ero apprendista? Ma com'è possibile? Gi? il nostro stipendio è basso? è proprio un'offesa alla nostra dignit? considerando che svolgiamo molti pi? compiti rispetto a quelli che competono? Ma c'è per caso una piccola possibilit? che il nostro contratto venga equiparato a quello del commercio? Una mia amica che lavora in un negozio prende 1300 euro!!!

  • patrizia

    13/03/2011 - 19:55

    cara annalisa, va benissimo è gi? molto. Sei di Firenze , guarda un p? angela che gestisce questo blog è di Firenze, e pensa c'è gi? un gruppo organizzato che fa sportello sindacale .. se vuoi hai gi? con chi parlare ! ciao patrizia cgil

  • Annalisa

    11/03/2011 - 22:09

    Grazie mille a tutte, in particolar modo a Patrizia sempre molto disponibile a chiarire i nostri dubbi. Quello che posso fare nel mio piccolo ? parlare del sito alle colleghe che incontro, c'? chi ancora non lo conosce a Firenze e questo la dice lunga! Grazie ancora

  • patrizia cgil

    10/03/2011 - 19:11

    cara nancy lo immagino che hai fatto quel che potevi so bene come funziona .. volevo solo sollecitare tutte a cercare di evitare i fuori busta. per Roberta : certo tutto pu? succedere non questa volta perchè il sistema delle relazioni sindacali per fortuna è stato ben coltivato e sostenuto ma 15 anni fa non avevamo nemmeno la controparte con cui trattare non esisteva pensa un p? la difficolt? pi? grande è stata questa avere con chi trattare e per questo sono saltati due rinnovi contrattuali che ci portiamo appresso sob. Noi possiamo fare molto iscriverci al sindacato e fare attivit? sindacale anche attreverso il sito senza partecipazione è veramente tutto complicato ciao patrizia cgil

  • Roberta

    10/03/2011 - 13:21

    Patrizia hai detto che abbiamo saltato due rinnovi contrattuali ed è per questo che abbiamo gli stipendi cosi bassi. Potrebbe accadere anche stavolta? Cosa possiamo fare perchè non accada? Grazie.

  • Nancy

    10/03/2011 - 12:14

    Patrizia, condivido pienamente il tuo disaccordo con il mio ?fuori busta?.Cosa pensi che allora io non abbia lottato per averlo in busta?Ma, come al solito, loro hanno il coltello dalla parte del manico: o fuori busta o niente? allora che facevo? Ho accettato le condizioni, pur di avere qualcosa in pi? in tasca. Per Annalisa:siamo in questo sito proprio per darci forza a vicenda ? è questa la nostra carta vincente! e se a questo, come giustamente dice Patrizia,aggiungessimo un'iscrizione al sindacato (che spero di fare presto), forse qualcosa comincerebbe a cambiare in questa categoria poco protetta.

  • patrizia cgil

    10/03/2011 - 10:16

    cara annalisa, i contratti non sono automatici e non sono leggi dello stato , la nostra categoria non è sindacalizzata, nella contrattazione libera tra le parti noi siamo praticamente inesistenti , al tavolo c'è il sindacato con la sua forza che gli deriva dalla rappresentanza di altre categorie di lavoratori e dal suo ruolo di parte sociale,e fa quello che pu?, per fortuna nostra! le bariste prendono uno stipendi pi? alto di te perchè sono dentro una categoria ?il commercio? che ha organizzazione sindacale, la nostra categoria per debolezza sindacale ha saltato due rinnovi contrattuali nazionali il motivo degli stipendi bassi è questo. Hai imparato tante cose imparane una in pi?,capire il perchè delle cose, io me lo sono chiesto e faccio attivit? sindacale questa è l'unica risposta alla tua domanda di giustizia, infatti non dobbiamo chiedere concessioni ma giustizia ma tutte insieme e per questo ci si iscrive al sindacato. ciao patrizia cgil

  • Annalisa

    09/03/2011 - 22:54

    Grazie mille, ho trovato quello che cercavo?chiarezza e incoraggiamento! Quello che non mi sembra giusto, ma vedo che condividete, ed ? qui che i nostri contratti fanno acqua ? che gli aumenti contrattuali dovrebbero andare avanti da s? e non con la speranza di suscitare compassione dai nostri capi, lavoriamo sodo e con seriet?, rientrando a casa (almeno io) alle 20 e non riesco a vivere decentemente, non ? giusto! I nostri stipendi dovrebbero essere almeno 1.300/1400 di partenza, io guadagno meno di una mia amica che fa la barista, con tutto il rispetto, ma mentre lavora lei pu? anche canticchiare e pensare agli affari suoi, io devo avere sempre la testa fissa e ben concentrata e faccio tutto in studio, atti a non finire che con due minuti di lettura sono pronti per essere notificati, mi fa piacere perch? ho imparato tante cose, ma le mie tasche non sorridono! Va be' continuo con i miei sfoghi, ma ho capito, devo trovare il modo di farli ragionare e di essere meno egoisti. Grazie infinite. Annalisa

  • patrizia cgil

    09/03/2011 - 18:52

    nancy dice bene , devi avere pazienza e insistere , ci vuole la pazienza del ragno l'ho avuta anch'io, portali dove vuoi tu un passetto alla volta. su una cosa sola non concordo con nancy gli aumenti devono essere in busta, sono pi? al sicuro 1 e due molto meglio aumentare la base imponibile a tutti gli effetti ! ce la puoi fare patrizia cgil

  • Nancy

    09/03/2011 - 16:28

    Devi essere brava nel "trattare", magari prendendo alcuni esempi di tue amiche che, impiegate come te, prendono di pi? e che, dopo tanti anni, ti sembra giusto che anche a te venga riconosciuto finalmente qualcosa, e non solo i miserabili aumenti contrattuali.Potresti puntare anche sul fatto che non ce la fai a vivere con il misero stipendio,con la speranza che siano comprensivi.So che non è facile,ma ci devi provare? Io ho fatto una vera lotta per ottenere 150 Euro in pi? al mese (.. e fuori busta!!)..non oso pensare quando vorr? chiedergli un ulteriore aumento! Auguri cara Annalisa

  • Annalisa

    09/03/2011 - 14:05

    Grazie mille per le risposte, per quanto riguarda il motorino non avevo tenuto conto di questo?? molto importante, lo far? senz'altro presente. Per discorso superminimo non assorbibile, dipende da un evenutuale accordo, che possono tranquillamente rifiutare, conoscendo i miei polli?.quindi come posso fare? Grazie mille in anticipo

  • patrizia cgil

    07/03/2011 - 19:02

    cara annalisa , capisco benissimo. Purtroppo non basta l'iscrizione individuale al sindacato senza una categoria sindacalizzata che si tuteli collettivamente, lo so benissimo anch'io sulla mia pelle. Nonostante la mia attitivit? sindacale ho fatto molta fatica a difendermi, ma l'attivit? sindacale mi ha aiutata a conoscere i miei diritti e a difendermi meglio anche perchè il sindacato un p? di paura fa. Ma è sempre trincea in questi posti di lavoro ? anche per i motivi che ben dice antonella. Nancy di da degli ottimi consigli devi far pesare le cose che fai senza paura. Chiedi in superminimo non assorbibile. Per il motorino invece fai attenzione non è intestato allo studio quindi se dovessi avere dei danni di qualsiasi genere durante una commissione non sei coperta inail e nemmeno coperta per i danni , quindi usa questo argomento con lo studio, niente uso del mio motorino per questo motivo ok? non sottovalutare questo problema, è serio non sei la prima che prende una fregatura per fare un piacere allo studio ? ciao e buona fortuna , fammi sapere come è andata Patrizia cgil

  • Antonella

    07/03/2011 - 18:18

    Ciao. Capisco bene il problema di Annalisa. Lavoro presso uno studio legale associato da 8 anni. Lo stipendio è uguale per tutte le impiegate senza tenere conto delle mansioni svolte da ciascuna, senza tenere conto di chi possiede un diploma e ha una particolare esperienza in un settore specifico che richiede competenze. Se non ci sar? pi? attenzione per i contratti nazionali, saremo in una situazione preoccupante, tutti quanti i lavoratori. Gi? il nostro contratto nazionale non è un gran che, figuriamoci se lasciamo tutto ai singoli datori di lavoro? Mi sa che dobbiamo alzare un p? la voce?

  • Annalisa

    05/03/2011 - 23:17

    Lavoro da 10 anni presso un Avv., ? un rapporto buono di fidicia ma udite udite, non mi ha mai accordato un aumento, quindi mi ritrovo sempre a percepire 1000 euro o poco pi?. I permessi per fortuna imponendomi ogni tanto li prendo anche se a volta sembra che chieda la grazia. Faccio tutto commissioni esterni, atti che lui corregge e basta, fatturazione, fornitori, rapporti con clienti, tutto. Volevo solo fare presente che io sono da sola ed ? veramente difficile farsi intendere tipo otterere un aumento, si s? che con 1000 euro ? difficile vivere. L'orario ? lungo 9-13 1530 1930, non ? stato mai possibile modificarlo, per le donne questo orario ? durissimo! Uso il mio motorino proprio, a parte la benzina che ogni tanto mi viene riconosciuto, ma cavolo, ? mio! L'assicurazione e il bollo me li pago io! Mi sembrano ingiustizie belle e buone ma pur essendo iscritta al Sindacato, non riesco ad ottenere niente! Help! COme posso fare per ottenere giustizia, che in questo caso si tratta anche di Dignit? personale. Grazie e scusate lo sfogo!

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓