impiegate
44

Riflessioni sul sindacato – Dicci la tua!

03/05/2012 - 8:19

C’è chi pensa che il Sindacato sia una struttura ormai superata e preferisce fare da sé, senza sapere che, operando “in proprio”, la Categoria ne risente e si indebolisce. Ma se l’unione fa la forza, perché tutto questo individualismo? D’altronde nessuno mai si sognerebbe di far applicare il CCNL ai soli iscritti! Vi pare? Il Sindacato negli ultimi anni ha perso il suo “appeal”, ha poca attrattiva e, forse, ha accumulato qualche chiletto di troppo! Avrebbe bisogno di un restyling! Qualcosa è già successo. Il Vintage, un po’ rivisitato, è tornato di moda! E lo abbiamo notato dal fatto che, da qualche anno, anche la nostra Categoria ha un sito internet, seguito da un bellissimo, utilissimo ed attivissimo Blog. Il sito è una raccolta di tutta la vita contrattuale della nostra Categoria: dagli albori, ad oggi. Il Blog, diciamolo: è il cuore pulsante della Categoria, ma è un po’ sottovalutato. E’ fonte sì di informazioni, ma dovrebbe essere soprattutto il mezzo con il quale ci sia una maggiore partecipazione da parte nostra, e questo non vuol dire solo da dietro un monitor, ma organizzazione e partecipazione attiva. Diciamo che il primo passo lo ha fatto il Sindacato dandoci lo spazio web: è come se si fosse iscritto in palestra per mantenersi giovane e in forma; ma una palestra senza attrezzi non ha alcuna utilità. Quegli attrezzi siamo noi ed il Sindacato necessita del nostro contributo per rappresentare al meglio la nostra Categoria. Cosa ne pensate? Il dibattito è aperto e potete intervenire liberamente.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
  • Irene FI

    03/05/2012 - 11:19

    Rispondo volentieri: Indubbiamente essere tutti iscritti pu? aiutare la categoria e sicuramente il sindacato fa tanto per noi e altrettanto indubbiamente noi facciamo molto poco per la nostra stessa categoria. Siamo molto spesso pronti solo a dare cattivi giudizi ed imprecare contro chi, anche se un passetto per volta, sta creando qualcosa per noi mettendoci tanta passione e anima. Nonostante ci?, a volte, mi pare che il sindacato sia un po' invisibile e anche poco celere? Per esempio al rinnovo del CCNL le notizie le abbiamo viste prima su altri siti che qui.. e parlo da iscritta! Mi piacerebbe che ci fosse pi? ?botta e risposta?? Baci a tutte le collegheeeeeeeeeeee!!! W la categoria!!

  • patrizia

    07/05/2012 - 18:25

    vediamo se riesco a stuzzicarvi un p?! Il periodo è orribile per tutti , poca voglia di discutere ,di partecipare, pochissima fiducia in partiti e sindacati che in questi anni ci hanno rappresentato, capisco. Ma proviamo a ragionare lostesso anche in queto clima cos? asfittico. Dopo tanti anni di sito e di blog, e qui sul blog c'è un bell'archivio, sono arrivata alla convinzione che pochi pochissimi in realt? sanno cos'è il sindacato, come funziona, perchè esiste , quali sono i suoi meccanismi e sopratutto come funziona la contrattazione. A scadenze pi? o meno regolari ci troviamo con un contratto nazionale e sembra che nessuno sappia come ci si è arrivati , chi ha discusso e perchè ma tutti se ne lamentano. Allora prima di tutto capiamo questi meccanismi , domandatemi qualsiasi cosa non abbiate timore rispondo a qualsiasi domanda. Per la mia generazione tutto questo è assolutamente scontato ma vedo che non lo è pi? quindi cominciamo dall'abc. Io chiederei a voi perchè non vi sentite tutelate o rappresentate dal sindacate cosa vi aspettate come vi immaginate sia l'attivit? sindacale . Insomma partiamo da qui e poi facciamo una bella e sana discussione senza preclusioni ma senza pregiudizi e mi raccomando senza offese, perchè si pu? discutere anche animatamente ma rispettandosi. Ritengo questa discussione fondamentale la pi? importante di tutte perchè questo sito non esiste solo per dare informazioni, per questo c'è il motore di ricerca ?, il sindacato non è un motore di ricerca ma un motore di civilt?, di partecipazione e di giustizia sociale , per questo ha bisogno dei lavoratori. Sono a vostra disposizione.patrizia cgil

  • Lul?

    09/05/2012 - 23:06

    ciao a tutte, riporto qui alcuni pensieri che tempo f? scrissi per mail a Patrizia, in modo tale da portare avanti qui in questo utilissimo dibattito, il nostro confronto di idee? soprattutto in occasione del rinnovo, nella pagina di facebook ho recepito molta delusione nei confronti del sindacato, e delusione per gli aumenti ottenuti? la gente è scontenta di avere lavori di responsabilit?, ma essere pagata come mansioni che in altri contratti svolgono addetti alle pulizie, facchini, fattorini? siamo palesemente sottopagati, e questo non viene mai fuori. Quando c'è stato il rinnovo, tutti i sindacati erano soddisfatti per quello che si è ottenuto, in questi tempi di magra qualcosa si è ottenuto? ma si fosse posto un po' pi? l'accento sul fatto che comunque le nostre buste rimangono sproporsionate alle nostre mansioni, siamo praticamente tutti quantomeno diplomati, ma la maggior parte dei dipendenti con 3?media in altri contratti prendono pi? di noi! A questi sfoghi viene risposto che manca la sindacalizzazione, e che quindi non ci possono aiutare? personalmente per? queste risposte non mi soddisfano molto, secondo me invece di sbandierare sempre e solo soddisfazione, sarebbe dovuto essere rimarcato che questa categoria è ancora ben lontana dalle altre, forse cos? dicendo qualche iscritto in pi? ci sarebbe stato.

  • patrizia

    17/05/2012 - 8:43

    Oggi a Roma importantissima iniziativa della filcams cgil sui lavoratori atipici negli studi professionali siamo sulla home page della Filcams ! come vedete se viene chiesta rappresentanza al sindacato il sindacato si muove ! vorrei farvi riflettere .. forse praticanti e partite iva sono pi? bravi di noi dipendenti?? c'è da meditare patrizia cgil

  • patrizia.canovaro

    30/05/2012 - 21:29

    beh , lul? come promesso .. discutiamo io e te mentre in questo paese succede di tutto e si sono scatenati tutti gli elementi naturali e no e aspettando che il grosso delle nostre colleghe ci aiutino a fare una bella discussione invece di usare solo il pulsantino mi piace di fb che in sè non è un grande sforzo! Vediamo se riesco a rispondere ai tuoi solidi argomenti! quando si dice che manca sindalizzazione per essere forti nella contrattazione è una affermazione vera e decisiva, perchè è fondamentale che il sindacato abbia una richiesta di rappresentanza da parte dei lavoratori per pesare al tavolo delle trattative, se i lavoratori di quella categoria non chiedono rappresentanza attraverso la tessera sindacale inevitabilmente la contrattazione pu? anche non avere mai luogo oppure avvenire con anni di ritardo od ottenere un risultato non soddisfacente , senza soldati guerre non se ne fa. Il nostro contratto è stato sepre fatto, anche se con tanta fatica, perchè il sindacato è rappresentativo in altre categorie e perchè è una parte sociale riconosciuta , noi usufruiamo della forza che non è nostra ? non è molto bello , direi che è umilianate. La soddisfazione che è stata dichiarata dopo la firma è dovuta alla situazione qui sopra descritta e anche al grandissimo rischio di arrivare ad un accordo separato, inoltre nel contratto ci sono cose molto positive, la parte economica non lo è ma è il massimo ottenibile. Il sindacato sa bene che la nostra professionalit? è poco riconosciuta ma fa quello che pu? perchè noi non lo aiutiamo per nulla e poi per i motivi che ho indicato prima abbiamo saltato 2 o 3 rinnovi del contratto nazionale e questo ben si vede nelle nostre buste paga. Dipende da noi sempre e solo da noi. Nota a margine: sono molto perplessa su Fb, non aiuta a discutere, mai vedo uno scambio di idee ma solo una gran marmellata, non va bene cos? dobbiamo imparare a discutere non a condividere ma a discutere anche a non condividere , non c'è solo una grande opinione di massa che impone gli argomenti e le cose da fare in questo paese , dal confronto, ancor meglio se serrato ,nascono le cose migliori, quindi attenzione a lasciarvi cullare da un nuovo conformismo per non fare fatica a pensare. Discutere è bellissimo! carmen angela irene su dai cominciamo a dare un p? di pepe, patrizia cgil

  • carmen-vr

    04/06/2012 - 11:22

    E pepe sia! Io sono scontenta del sindacato sotto l'aspetto organizzativo. Un'organizzazione poco organizzata non è cosa! Si fa sentire poco visto il momento: sta partendo la contrattazione di secondo livello. Ho appreso della locandina da te e poi l'ho vista pubblicata su FB sempre da te, Patti. Mi è piaciuta tantissimo, ma devo dire che, secondo me, sarebbe stato il caso che fosse divulgata dalle varie segreterie a tutte le iscritte e poi pubblicizzata in tutti quei luoghi ritenuti pi? strategici! Ma sembra pi? compito del sindacato, no? Poi ho il sospetto che qui non si sappia di quella locandina? Da qui il sospetto che non ci sia comunicazione tra le segreterie delle varie citt? (nemmeno della stessa regione!). Pi? coesione non farebbe male, per di pi? se si pensa che siamo poche iscritte? almeno l'organizzazione interna dovrebbe essere sempre attiva e vigile. E a proposito di iscritti? Non si è mai vista una categoria cos? MENEFREGHISTA: come pu? non interessarvi la contrattazione di secondo livello? Vi fate sentire solo quando è ora di rinnovo e per fare dei calcoli!!! E pure dicono che siamo in tanto! Ma alla fine quando il sindacato chiama, si crea un misterioso silenzio, un fuggi fuggi generale: davvero non vi capisco. Di che avete paura? Perch? vi nascondete? Andiamo avanti solo perch? il sindacato è, come dice Patti, rappresentativo, MA IN ALTRE CATEGORIE. C'è davvero poco da lamentarsi sui risultati ottenuti dagli ultimi rinnovi, anzi dovremmo ringraziare gli iscritti delle altre categorie insieme al sindacato che fa di tutto per portare a casa qualcosa! Ci dobbiamo tesserare tutti, non c'è altro modo per dar forza al tavolo delle trattative. Dell'importanza del tesseramento, lo abbiamo sentito dire tante volte, ma ho l'impressione che, anche questa volta, quel misterioso silenzio si far? sentire.

  • Lul?

    07/06/2012 - 0:00

    proposta birichina?. sindacato e lavoratori della nostra categoria sono un po' distanti, lo dicono i numeri? da una parte viene detto "che mancano i numeri per poter rappresentare con pi? forza", dall'altra i lavoratori continuano a non associarsi, un po' per la frammentazione della categoria, che non agevola l'incontro ed il confronto dei lavoratori, un po' per la sfiducia nelle istituzioni sindacali e politiche in genere, i motivi sono vari? Anche io ho questa sfiducia generale? anche se penso che abbiamo bisogno del sindacato per potere migliorare le nostre paghe? Nonostante ci?, il sindacato lo sento distante, probabilmente ci sono trattative che vengono portate avanti, ma non c'è comunicazione, se non sporadica, insomma la sensazione che ho è che l'interesse per la nostra categoria sia dovuto, ma non voluto? Naturalmente è la mia personale opinione? Comunque? è vero che noi abbiam bisogno del sindacato, ma è anche vero che se un sindacato vuol compiere il proprio lavoro anche lui ha bisogno dei lavoratori, quindi ribaltiamo i ragionamenti?. la nostra categoria è ancora un terreno incolto sul quale un oligopolio ristretto di contadini-sindacati potrebbero piantare i propri semi? in questo preciso istante ci troviamo in un terreno FILCAMS, quindi il contadino-FILCAMS si trova in una posizione di vantaggio? il nostro terreno è incolto ma per diventare fertile bisogna un po' lavorarci? essendo un terreno da lavorare non pu? essere trattato come tutti i terreni delle altre categorie nel quale anni di lavoro garantiscono comunque degli alberi gi? pronti per essere colti? il contadino sul nostro terreno deve durare un po' di fatica, solo cos? dimostrer? che capisce le problematiche della nostra terra? bene io credo che un gesto che il sindacato potrebbe fare se vuole attecchire tra noi, e tornando a termini un po' pi? adeguati, se vuole ottenere pi? iscritti, potrebbe essere quello di mettere l'iscrizione ad un importo puramente simbolico, questo dal mio punto di vista da una parte non inciderebbe nelle nostre misere buste, dall'altro il trattamento diverso dimostrato nei nostri confronti potrebbe convincere del reale interesse per la nostra categoria, e potrebbe portare al sindacato i numeri per essere maggiormente rappresentativo.

  • carmen vr

    07/06/2012 - 14:59

    Anch'io sono convinta che FB non ci sia di aiuto: ulteriore dispersione in una categoria gi? frammentata di suo.

  • Lul?

    07/06/2012 - 23:13

    Visto che è stato tirato in ballo facebook, parliamone? non diamo alla pagina facebook un ruolo che non ha e non vuole avere? quella è semplicemente una pagina con la caratteristica che i suoi "fan" sono dei dipendenti di studi professionali. La maggior parte delle persone che fanno il nostro mestiere passano ore davanti al computer, e la maggior parte di quelle ha un proprio profilo facebook, alcuni di queste persone son fan della pagina, per il semplice fatto che sono dei dipendenti di uno studio professionale. Il loro interesse per la categoria potrebbe finire semplicemente con questo senso di appartenenza? funziona cos? su facebook, metti mi piace alle pagine, ai gruppi che ti interessano o che hanno qualcosa in comune con te, quello che succede poi è che nella tua bacheca compaiono le notizie della pagina. Spesso non vengono neanche lette, talvolta per? potrebbero destare interesse. L'unico "compito" che vuole avere la pagina facebook è quello di sfruttare la larga diffusione di questo social network, per dare notize della categoria? per destare interesse? ma c'è almeno un post alla settimana, col quale comunque rimando a questo blog, che credo sia il luogo pi? adatto in cui discutere. Sinceramente quindi non capisco come possa contribuire facebook a frammentare la categoria? la categoria è frammentata perchè apparteniamo ad uno dei tanti piccoli studi professionali? tuttalpi? facebook ti pu? avvicinare virtualmente! Mi chiedo poi chi dovrebbe disperdere? chi non c'è?? su questo blog è un mese che è iniziata questa discussione, ed in quanti abbiamo scritto? Boh? vediamo se con questo scambio eterogeneo di opinioni qualcun altro sia stimolato a dire la sua? saluti

  • carmen

    12/06/2012 - 18:03

    Anche qui siamo tutti dipendenti: l'unica differenza è che su facebook si perde tempo e ci si distrae, mentre qui (chiss? perch? poi) si viene solo per chiedere dei calcoli matematici. Perch? siamo sempre e solo noi a parlare: che fine hanno fatto gli altri? Siamo tutti impiegati in studi professionali! perch? allora tutto questo menefreghismo? Ma questo non lo dico io, basta leggere i vecchi commenti e gi? si capisce tutto. Facebook ha almeno tre pagine dedicate al nostro settore; c'è anche la Filcams su facebook. Secondo me, oltre che allontanarli da qui (se ci pensi Lul?, dove sono ora i fan?), si minimizza il problema di cui oggi si tenta di discutere: mancano i tesserati! Forse sbaglio a pensarla cos?, ma i fatti sono questi. Per quanto riguarda la proposta di diminuire la quota: tutte le categorie pagano quella quota, perch? per noi dovrebbe essere diversamente? Io la pago con trattenuta in busta: si tengono l'1% sul paga base (in pratica circa 10 euro al mese). In effetti non è pochissimo, ma il concetto è un altro. Un concetto di appartenenza ad un'associazione che, purtroppo, non viene percepito dai colleghi.

  • Lul?

    13/06/2012 - 22:20

    Vedi Carmen dove è il problema di chi guarda solo in una direzione? si cerca un capro espiatorio del fatto che i dipendenti non si associano alla CGIL? adesso c'è facebook che li fa distrarre? ma distrarre da cosa??? Il problema è che i dipendenti non hanno fiducia nel sindacato è solo questo il motivo!!! C'è da chiedersi perchè! E se si crede che il sindacato pu? fare qualcosa per i dipendenti della nostra categoria, allora bisogna cercare di convincerli di questo! Cosa centra facebook, tanto pi? che quella di facebook NON è una pagina sindacale, ma solo di appartenenti alla categoria, la Filcams ce ne ha diverse di pagine sindacali, una nazionale e varie territoriali, dove dei dipendenti degli studi professionali non si legge traccia? Secondo me si sta perdendo di vista l'oggetto di questa discussione?

  • patrizia.canovaro

    13/06/2012 - 22:23

    complimenti ragazze discussione stimolante , chiss? che discutendo noi tre facciamo venire voglia a tante altre di partecipare. Che bella immagine lul? il contadinofilcams e il campo da semina! che bei ragionamenti . Si credo che tu e carmen abbiate ragione , il sindacato ci è distante non comunica con noi ancora bene e penso che questo sia il problema non tanto la tessera che come bene ha spiegato carmen tutti pagano quell'importo anche categorie pi? malmesse di noi, la tessera è appartenenza ad una associazione non l'acquisto di un servizio , anche se io credo che sul costo della tessera si dovrebbe fare qualcosa di meglio. Certo che è verissimo carmen i territori non curano anche quelle poche di noi che sono iscritte e il blog rimane l'unico strumento per tenere il contatto tra noi ma non basta in una organizzazione degna di questo nome , sono i territori che devono coltivarci se non parte questo rimaniamo al palo, credo di averlo detto in filcams 1 milione di volte , anche al corso a firenze dove ho potuto sentire i funzionari che si chiedevano come contattarci , ma guarda un p?, qui no? credo anche che questo dipenda dalla poca o nulla frequentazione di internet da parte dei funzionari sindacali , c'è molto da lavorare.. certo che se noi fossimo tante tante tante a premere sui territoriali avremmo tanti ma tanti problemi in meno! il contadino filcams se trova un terreno sassoso e arido alla fine non butter? via le sementi ? Su fb hai ragione lul?, basta sapere che è quello che tu dici e vale la pena sempre esserci troppo mondo passa di la è irrunciabile, per? in generale è evidente che il rischio è quello di appiattire le opinioni a spot e al formarsi di un conformismo fastidiosissimo , la tua pagina è fatta benissimo è curata ed è sicuramente utile. grazie ragazze è molto bello patrizia cgil

  • Lul?

    13/06/2012 - 22:55

    CERCHER0? DI SPIEGARE MEGLIO QUELLE CHE RITENGO ALCUNE PECCHE DEL SINDACATO SUI MEZZI DI COMUNICAZIONE: QUESTO è UN BLOG DEL SINDACATO, COL QUALE ESSO POTREBBE ESSERE IN CONTATTO CON I DIPENDENTI CHE CI ACCEDONO, QUI PER? VEDO CHE CI SCRIVONO UNICAMENTE LE SOLITE 3, 4 DIPENDENTI ASSOCIATE. A LATO CI SONO DEI REFERENTI TERRITORIALI, TRANNE LA PATRIZIA, NON HO VISTO ALCUN CONTRIBUTO DA PARTE LORO? E' QUALCHE MESE CHE E' INIZIATA LA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO, SI SA NIENTE..? TUTTO TACE, MA CHI MAI DOVREBBE PARTECIPARE SE NON CI SONO NOTIZIE DA CONDIVIDERE? C'è STATO UN INCONTRO A GENOVA, PERCHè è STATA UNA DIPENDENTE A DARNE NOTIZIA QUI? PERCHè NON è STATA LA SEDE FILCAMS DI GENOVA? OPPURE NEANCHE SA DI QUESTO BLOG? ?COME VOGLIONO COMUNICARE AI DIPENDENTI, SE NON SFRUTTANO I MEZZI CHE HANNO? ? AH DIMENTICAVO, IO MI SONO ISCRITTA ALLA NEWSLETTER DELLA FILCAMS QUALCHE MESE FA, MA NON RICORDO CHE MI SIANO ARRIVATE MAIL?

  • Max

    13/06/2012 - 22:57

    Il tuo messaggio non era stato pubblicato perchè in attesa di approvazione. Blog Admin Signori del sindacato, vorrei una spiegazione logica. Sono un impiegato di studi professionali 1? livello, svolgo un'attivit? identica sia in mansioni di un impiegato del ccnl commercio, anzi forse con qualche responsabilit? in pi?. Come mai il mio collega ha un minimo tabellare maggiore del mio? Io una spiegazione me la sono data: non siamo bene rappresentati dai sindacati. A mio avviso mansioni amministrative uguali devono percepire lo stesso minimo tabellare, come mai siamo ancora legati al corporativismo fascista?

  • ario

    14/06/2012 - 8:29

    buongiorno ragazze/i, secondo me i sindacati sono importanti perchè alla fine sono l'unico organo che con forza e consapevolezza pu? contrattare a tutti i livelli e difendere se vuole la categoria, certo l'impressione è che in fondo inseguono sempre e solo le tessere, un vero segnale di forza sarebbe, premesso che, ogni lavoratore nel proprio campo è importante e fondamentale ingranaggio di un sistema, che i sindacati dovrebbero riconoscere ai lavoratori degli studi professionali un ruolo d'eccellenza, qui anche se non laureati tutti noi teniamo in piedi gli studi e mi spingerei a dire l'economia del paese andando sempre oltre le mansioni di contratto, invece tutti sapete del nostro contratto, le nostre retribuzioni e gli aumenti e tutto il resto, quando si tratta di lavorare ci viene chiesto e facciamo l'impossibile, quando si tratta di retribuzioni siamo ?i picciotti? dello studio, detassazioni, contratti di 2? liv, si sono anche importanti, ma la base di partenza è troppo bassa e iniqua per la professionalit? che ognuno di noi esprime nel proprio settore. grazie per lo spazio, Ario

  • patrizia.canovaro

    17/06/2012 - 21:31

    uanti argomenti? slurp! hai ragione lul? ho sollecitato molte volte i funzionari sindacali a partecipare al dibattito qui sul blog, è straconosciuto ormai ma questa modalit? come fb non è ancora considerata un normale strumento di comunicazione, per certi versi siamo pi? avanti noi, non è cattiva volont? ma io vedo i funzionari della mia citt? sono travolti dall'attivit? giornaliera, che ti assicuro è pesantissima , dobbiamo continuare ad insistere moltissimo.La pazienza è la miglior virt? del sindacalista! Genova conosce il blog nadia è brava l'ho conosciuta. ci siamo parlate a lungo sulla categoria ma sito blog e fb non sono ancora nelle corde dei funzionari sindacali e questo spero cambier?, è fondamentale. cari ario e max ci sarebbero molte cose da dire , aspettavo messaggi come i vostri so che in tantissimi pensate le stesse cose. Cercher? di fare un p? di ordine tra le cose che dite per metterle in fila, mi piacerebbe mi diceste se sono stata chiara o no e per provare a discutere un p?. Intanto max signori del sindacato??? ma questo è un blog gestito da lavoratori come te , basta seguirlo un p? per capirlo , io lavoro da pi? 30 anni negli studi e faccio attivit? sindacale nel mio poco tempo libero e cerco di essere utile alla mia categoria , ma in ogni caso in sindacato non ho visto signori ti assicuro. Non capisco francamente inoltre max come puoi dire che siamo rimasti all'epoca del fascismo riferendoti ai contratti di lavoro , le corporazioni erano ben altra cosa, i contratti erano una legge dello stato, la contrattazione colletttiva(si chiama collettiva proprio perchè non è corporativa) si basa sulla libera contrattazione tra le parti non sono leggi ma recepiscono le leggi dello stato, tanto che se non c'è accordo pu? anche non esserci un contratto.Sull'argomento Ti invito a leggere gli articoli della Costituzione specie l'art. 39. Corporativo significa chi sostiene l'interesse di una sola categoria di persone cioè il contrario di quello che avviene nella contrattazione collettiva. Il commercio ha una organizzazione sindacale ha fatto scioperi e iniziative per arrivare ai contratti che ha cos? i metalmeccanici cos? i bancari cos? i chimici gli edili e noi cosa abbiamo fatto?mi seguite? e ancora : nella contrattazione c'è un tavolodi trattativa da una parte i rappresentanti dei lavoratori e dall'altra i rappresentanti dei datori di lavoro, viene presentata una piattaforma rivendicativa ed inizia una trattativa che deve essere sostenuta dai rispettivi iscritti ecco se il sindacato non ha i lavoratori che chiedono rappresentanza, attraverso il tesseramento, come fa a sostenerne le richieste? il sindacato non è un ente pubblico che fa i contratti vorrei che questo vi fosse chiaro chiaro , chiarissimo è invece l'associazione dei lavoratori alla quale ci si iscrive per avere rappresentanza, caro ario , non c'è altro modo se non il tesseramento, a tutte le associazioni si aderisce con il tesseramento, altrimenti non esisti. E' vero noi facciamo un lavoro che molte volte è superiore per difficolt? e quantit? a tanti che nel commercio e non solo fanno pi? o meno le stesse cose ma apparteniamo a due categorie diverse con contratti diversi loro si sono fatti sentire noi no , sta tutta qui la questione. Non c'è nulla che pu? sostituire la partecipazione attiva dei lavoratori per difendere i propri interessi. Molte volte mi è capitato in questi anni di sentire la nostra controparte dire ma voi chi rappresentate? è cos? e quando sono arrivati i momenti difficili per il contratto non abbiamo saputo fare nemmeno una iniziativa uno sciopero nulla perchè abbiamo paura. per questa situazione abbiamo saltato 3 rinnovi nazionali nella totale indifferenza dei lavoratori della categoria! Ma appunto, come vedete, la responsabilit? è nostra, per questo io faccio attivit? sindacale e vorrei che la faceste anche voi ,altrimenti non ne usciremo mai Parliamone , questi argomenti sono troppo importanti e vanno approfonditi bene . Spero di essere stata abbastanza logica per te max ciao patrizia cgil

  • patrizia.canovaro

    17/06/2012 - 21:40

    Art. 39 della costituzione italiana l'organizzazione sindacale è libera. ai sindacati non pu? essere imposto altro obbligo se non la loro registrazione presso uffici locali o centrali , secondo le norme di legge. E' condizione per la registrazione che gli statuti dei sindacati sanciscano un ordinamento interno a base democratica. I sindacati registrati hanno personalit? giuridica. Possono rappresentare unitariamente in proporzione dei loro iscritti , stipulare contratti collettivi di lavoro con efficacia obbligatoria per tutti gli appartenenti alle categorie alle quali il contratto si riferisce. Ecco meglio riportarlo e scolpirlo nella memoria! ciao patrizia cgil

  • ario

    18/06/2012 - 8:39

    Cara Patrizia, anch'io (non iscritto), ritengo che il sindacato sia l'unico organismo che possa sedersi ad un tavolo di contrattazione, ma sappiamo bene che la ns categoria è altamente spezzettata, spalmata in in una miriade di piccoli e grandi studi nella quale in molti casi si sa appena che esiste un sindacato di categoria, io stesso ne son venuto a conoscenza per caso. Io non so se il sindacato abbia fatto un censimento dei lavoratori e non so quanti sono gli iscritti, ma credo che la base di partenza debba consistere nel contattare i lavoratori, chiedere loro di iscriversi al sindacato per dare forza alle contrattazioni, ma illustrare anche un piattaforma di richieste condivise che, e ribadisco, debbano sicuramente partire dal riconoscimento di una categoria di eccellenza per il ruolo che esercita nel mondo del lavoro, senza andare a chiedere i 15 euro, che lasciamelo dire sono stati davvero umilianti, vero è anche che si sono ottenute tante altre cose, di sicura importanza, ma è anche vero che l'organizzazione degli studi, escuso forse i grandi, ha un carattere spesso di natura domestica, nel senso che in molti casi ci si organizza un p? come in famiglia. grazie per lo spazio, Ario

  • patrizia

    22/06/2012 - 17:31

    caro ario, scusa il ritardo ma il lavoro non mi ha lasciato tregua. Vedi, io mi occupo della nostra categoria da pi? di 10 anni e diciamo che insieme alla Filcams cgil e a pochissime altre le abbiamo provate tutte per coinvolgere i nostri colleghi e colleghe. Il sindacato sa benissimo come è fatta la categoria , il valore che ha , come è composta quali problemi ha , ci ha contati anche : siamo circa 1.000.000 ! tesserati bah credo forse un centinaio nella migliore delle ipotesi ma è difficile saperlo perchè il tesseramento ha tante strade diverse ma sicuramente poche troppo poche . Attraverso cadiprof e la sua banca dati abbiamo anche una fotografia precisa di come è composta la categoria, quindi sappiamo tutto, forse siamo noi a non conoscerci abbastanza. Ho fatto innumerevoli assemblee riunioni per fare quello che tu dici cioè contattare i lavoratori, poi è arrivato anche questo sito messo a disposizione dalla filcams cgil che forse sta trovando la giusta strada, per comunicare tra di noi e con il sindacato. Ecco diciamo che sono stati messi in campo tutti i mezzi possibili immaginabili con risultato cos? cos? ! ancora, la piattaforma è stata messa qui sul sito e messa in discussione trovi traccia qui sul blog ora partiranno le piattaforme regionali, la filcams sta girando l'italia per aprire gli sportelli dedicati a noi abbiamo l'occasione di essere protagonisti delle trattative dipende da noi, ario, solo da noi credimi troppo spesso si cercano le responsabilit? nei partiti nei sindacati o altri organismi di rappresentanza invece dipende solo da noi, perchè per una ragione misteriosa ci aspettiamo il servizio invece che partecipare. Per le rivendicazioni economiche guarda : la piattaforma rivendicativa era molto pi? alta ma come ho spiegato giorni fa chiedere è una cosa ottenere è un'altra, sopratutto quando non hai nulla da mettere sul tavolo della trattativa! quel tipo di aumento salariale è purtroppo nella media dei rinnovi contrattuali di tutte le altre categorie, la differenza è che noi ci tiriamo dietro 3 mancati rinnovi contrattuali nazionali mancati per le nostra debolezza sindacale e sul nostro stipendio putroppo pesano come macigni, ma la colpa è sempre nostra impariamo a vedere i nostri difetti e i nostri limiti ed evitiamo di dare responsabilit? che non ha al sindacato. Il sindacato siamo noi, basta volerlo. Questo mi interessa capire perchè non capiamo questa semplice cosa? aiutatemi a capire patrizia cgil

  • patrizia.canovaro

    23/06/2012 - 13:16

    bis : mi spiego ancora meglio . se 15,00 euro ogni tre mesi sono umilianti perchè non scatta la molla naturale, logica del ?voglio dire anche la mia e migliorare il contratto? invece rimaniamo sulla soglia e ci lamentiamo dei risultati? ecco vorrei capire questo. ciao patrizia cgil

  • carmen vr

    26/06/2012 - 14:00

    Ciao Lul?, scusa se riprendo solo ora il discorso? Vedi, io non sto dicendo che FB è il problema (ci mancherebbe). Dico che FB non è l'aiuto di cui abbiamo bisogno. Mancavano i tesserati prima e mancano anche oggi. Credo sia pi? utile pubblicizzare il blog, piuttosto che acquisire consensi per aumentare su FB. Si capisce cosa voglio dire? ? Spero di s? 🙂 Per quanto riguarda la mancanza di fiducia, credo, invece, sia mancanza di conoscenza (ovvero ?ignoranza?, nel senso che si ignora il fatto che noi potremmo essere una forza, ed invece al tavolo delle trattative il sindacato fa quel che pu? con quel che ha. Di questo, davvero, non si pu? lamentare nessuno!). Poi sarebbe utile che, chi ha perso fiducia nel sindacato, scrivesse qui la sua motivazione. Il sindacato (credo che ci legga, vero Patti?) potrebbe prendere spunti. Caro Max, mi hai fatto un po' sorridere per quel ?signori del sindacato?. Ti spiego dove sei capitato: un d? una segretaria di uno studio milanese (Lucy) decise di aprire questo blog. Eh gi?, qui siamo tutti colleghi, quindi: tutti nella stessa situazione, tutti sulla stessa barca. Quindi quando postate qui, state interagendo con altri colleghi sparsi in ogni parte d'Italia. Caro Max, il tuo collega prende di pi? perch? è stato assunto con un altro contratto (CCNL COMMERCIO) che, ovviamente, conta un numero considerevole di iscritti. Iscritti che, se viene loro chiesto, si rendono disponibili ad aderire alle iniziative che il sindacato propone (tipo: uno sciopero!). Ecco la differenza. Noi siamo gli impiegati degli studi professionali. Per la nostra categoria (Patti, correggimi se sbaglio) non è mai stato indetto uno sciopero, ma d'altronde? che rumore farebbero pochi iscritti in sciopero? Nessuno li noterebbe. Il tuo stipendio è pi? basso perch? il sindacato ha poche chance di ottenere di pi? al tavolo delle trattative. Perch? agli occhi della controparte siamo piccoli ed insignificanti! Se ti venisse chiesto di scioperare, cosa faresti? Purtroppo è cos?: dovremmo in massa riprenderci il sindacato che, diciamolo, non ha avuto da parte nostra, la minima considerazione (per? siete buffi: avete anche le pretese). Collega Carmen-Vr

  • ario

    26/06/2012 - 14:19

    cara Patrizia, io non sono di sicuro la persona a cui piace fare inutili polemiche, il discorso dei 15 euro per me resta valido in quanto nella stragrande maggioranza dei casi i titolari degli studi non hanno nessun problema a pagarli cosi come se fossero 100, anzi aggiungerei che forse è anche un p? umiliante da parte loro riconoscere quest'aumento quasi insignificante quindi il problema sta secondo me un p? pi? a monte, alle contrattazioni, sulla base di quali richieste si fanno. Altrettanto penso della contrattazione di 2? livello che tra una cosa e l'altra e fatta solo per allungare i tempi e spostare il problema a dopo. Io invece vorrei capire come funziona il sindacato (anche per questo sono ancora qui cercando di spostarmi un p? dalla soglia), se hanno chiara la fotografia di come è composta la categoria perchè non si cerca di raggiungere e contattare tutti, illustrare le piattaforme rivendicative sulla base delle quali poi poter fare qualche osservazione e potersi iscrivere magari al sindacato con maggiore consapevolezza; vedi cara io non ho aspettato mai nessuno che si muovesse per me, non ho mai aspettato che le cose mi cadessero dal cielo, ma ho voluto sempre sapere quali sono gli argomenti che si mettono in campo che riguardano o possano riguardare la mia vita e il futuro, oggi c'è il blog che tu curi con molta attenzione, ma le notizie che si trovano sono solo di tipo esplicativo dei risultati raggiunti (che non è poco), anche se è vero che comunque c'è troppa poca partecipazione, scrivono sempre le stesse persone (forse molti non ne conoscono l'esistenza?). grazie per lo spazio, ario

  • Lul?

    26/06/2012 - 23:49

    mi ricollego a ci? che ha scritto Ario e che condivido: le notizie che si trovano sono sempre di tipo esplicativo, cioè a risultati raggiunti? la nostra categoria è frazionata e sparpagliata in tutta Italia, la maggior parte di noi ha si e no un collega con cui confrontarsi, non possiamo essere paragonati alle altre categorie, l'ho gi? scritto e lo ripeto, IL SINDACATO DEVE ATTUARE UN DIALOGO DIVERSO VERSO I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI, non esistono come nel commercio o in altri settori, delle grandi aziende che raccolgono migliaia di lavoratori e che fanno da tira fila per la categoria, qui ogni dipendente è praticamente solo, il sindacato per raggiungerlo deve attuare e utilizzare strumenti diversi? internet da la poosibilit? di avvicinare il sindacato al lavoratore e di conseguenza di avvinare pi? lavoratori al sindacato. Attualmente tutti i canali legati al sindacato sulla nostra categoria (il sito filcams ed il blog) sono comunque usati unicamente per informare di ci? che è avvenuto. Un utilizzo migliore secondo me potrebbe colmare le distanze, avvicinare i lavoratori, tra loro e verso il sindacato, ma per fare questo c'è bisogno che la filcams si ?modernizzi? un tantino? qualcosa di simile a ci? che avviene in questo dibattito dovrebbe essere proposto e fatto sul sito o sul blog filcams, non sarebbe male per esempio che ci? che il Lelli disse sulla contrattazione di 2? livello ai quattro gatti presenti alla riunione di Firenze, e a quelli di Genova, fosse espresso da loro sul blog ufficiale, al quale ogni dipendente anche se fisicamente lontano potrebbe dibattere. Certo è che per fare questo da parte del sindacato ci vuole un approccio un po' diverso?

  • Lul?

    27/06/2012 - 0:16

    cara Carmen, ho capito quello che vuoi dire? quello che ti aggiungo è che in pratica è solo MARKETING? la pagina facebook è semplicemente una canale per raggiungere pi? dipendenti? il problema non viene risolto con questo, per? tra i dipendenti raggiunti, ce ne pu? essere qualcuno che si pu? interessare della categoria a cui appartiene, al proprio contratto con tutte le sue problematiche e magari chiedersi cosa fare per migliorarlo? su quella stessa pagina tra gli altri, trover? numerosi link a questo blog? scrivi appunto che i tesserati mancavano prima e mancano ora, ma in qualche modo i potenziali tesserati devono essere raggiunti? anzi il parlare con te mi ha fatto venire in mente un'altra piccola strategia di marketing? la chiamer? una ciliegia tira l'altra? prossimamente sui nostri schermi? buonaotte! (PS:anche io sono ancora ad uno stato potenziale)?

  • patrizia

    29/06/2012 - 16:41

    saremmo pochi a dibattere, ma la discussione è interessantissimo,è un vero peccato per chi non partecipa. Si carmen la filcams ci legge , ma troppo poco secondo me, dovrebbero partecipare al dibattito sarebbe stimolante e istruttivo per tutti, ma non demordo! ah poi, lo sciopero negli studi professionali c'è stato eccome a treviso negli anni 70 anche a milano biella manifestazioni e presidi ma sono lontani nel tempo! Mah, io credo che esista un problema generale di sfiducia totale in partiti e sindacati che genera anche molta confusione e non aiuta a ragionare, io ci proverei comunque anche se il momento è di grande difficolt?. Ma no ario, non ci sono problemi di polemica personale, stiamo solo discutendo e la discussione è sacra! siamo d'accordissimo! noi meriteremmo anche 200,00 euro di aumento ma figurati ma il punto è un altro , quando la controparte ti dice di no e non hai nessuno dietro che sostiene le tue richieste che si fa? è a questo che vorrei una risposta , è questo il cuore del problema capisci ? non basta dire ce lo meritiamo dovete darceli. Naturalmente le cose che ci diciamo fanno riferimento al comportamento della categoria non tuo o mio personale quindi non stiamo parlando di te o di me ma della categoria nel suo insieme , non credi che prima di dire il sindacato dovrebbe fare cos? o cos? dovremmo anche guardare ai nostri comportamenti collettivi? se non chiediamo rappresentanza al sindacato, con chi dovrebbe discutere il sindacato la piattaforma? di sicuro il sindacato ha le sue responsabilit? e i suoi limiti non c'è dubbio ma il punto di partenza siamo noi, non credi anche tu? oltre la soglia ci sono segretari struttura alla quale possimao chiedere rappresentanza e partecipazione, dipende da noi è anche questo il punto , vorrei veramente una risposta, qual'è il motivo per cui non si varca quella porta, ancora non l'ho capito. Il blog ha circa 10 anni se apri tutte le pagine trovi discussioni di ogni tipo non ci sono solo informazioni se hai tempo fallo è estremamente interessante, in questi anni abbiamo sempre spinto alla partecizione e alla discussione e non solo a funzionare come sportello informativo non mi è mai piaciuto ho sempre cercato di accompagnare alle informazioni la discussione ma appunto la domanda che viene dalla nostra categoria è solo di questo tipo: informazioni come se fossimo un motore di ricerca , ecco vedi che la colpa è nostra? spero di essermi espressa con chiarezza altrimenti parliamone lo faccio molto volentieri , ho voluto fortemente questo dibattivo, proprio per capire . ciao e grazie a te patrizia ps brava lul? sei un'ottima pierre!

  • ario

    14/07/2012 - 7:44

    ciao Carmen, ciao a tutti, sono mancato per un p? per lavoro ma vedo che non c'è stata nessuna partecipazione alla discussione, sar? il troppo caldo e l'aria delle vacanze (chi ci andra?), spero che a settembre con il ritorno del fresco si potr? riaprendere la discussione, molto interessante, in maniera partecipativa e costruttiva. buone vacanze, grazie per lo spazio

  • patrizia.canovaro

    15/07/2012 - 14:26

    caro ario, secondo me c'è poca voglia di discutere. Lo spazio rimane sempre aperto quindi chi c'è pu? partecipare , quindi se ti viene voglia di discutere siamo qua, io ne ho sempre voglia nonostante l'et? ma anche carmen lul? angela irene spero bene si aggiunga molta pi? gente. ciao patrizia cgil

  • carmen

    19/07/2012 - 17:36

    S? Ario, diciamo pure che sia per il troppo caldo? è anche giusto parlare di ferie, visto il periodo e speriamo che a settembre ci sia pi? partecipazione. In ogni caso qui è sempre aperto, come dice Patrizia. Cara Patty, quanto mi piacerebbe leggere qualcuno del sindacato?? Cara Lul?, vedo che alla fine tutte e due conveniamo che FB non risolver? il nostro problema (quello della frammentazione), ma è comunque una forma di sponsorizzazione: il che è buona cosa. Ciao a tutti

  • patrizia

    19/07/2012 - 17:37

    cara carmen , sapessi a me!

  • patrizia

    21/09/2012 - 17:33

    magari ritorna la voglia di discutere?.patrizia

  • patrizia.canovaro

    23/09/2012 - 20:24

    novit? ci sono novit? ! vedere comunicato sul sito madre, finalmente partiamo, spero di girarmi e di vedere un p? di gente! patrizia cgil

  • Michele

    24/09/2012 - 12:53

    Buongiorno a tutti: è la prima volta che scrivo su questo blog. La discussione è molto interessante e ricca di notevoli spunti di riflessione. Se posso dire la mia credo che i problemi da voi evidenziati, soprattutto sulla difficile pubblicizzazione del sindacato verso i lavoratori e di conseguenza la quasi inesistente sindacalizzazione dei lavoratori stessi, siano dovuti alla struttura nazionale degli studi professionali. Per definizione una piccola azienda sotto i 15 dipendenti è difficilmente sindacalizzabile per ovvi timori reverenziali nei confronti del datore di lavoro nonchè per la facile evidenza che otterrebbe il lavoratore, qualora sindacalizzato. In studi con 6/7 dipendenti è tab? parlare di difesa del salario, a meno che i lavoratori non abbiano alle spalle un processo formativo politico importante. Ed ovviamente il rischio di essere considerato la pecora nera all'interno del luogo di lavoro è controproducente nel breve termine. Una conquista relativa potrebbe essere quella affiggere obbligatoriamente una bacheca con indirizzari dei sindacati all'interno degli studi, come prima fase di riconoscimento del diritto di tutela della dignit? del lavoro.

  • patrizia.canovaro

    26/09/2012 - 20:23

    caro michele , anche secondo me è molto interessante, tengo particolarmente a questo spazio di discussione , per me è importante capire cosa pensate e cosa non va nel rapporto con il sindacato e poi ti dir? che amo moltissimo discutere anche alla mia verde et? di 56 anni .Lo scambio libero di opinioni è l'essenza della democrazia, quindi grazie del tuo intervento. Ti rispondo aspettanto e sperando che altri di aggiungano. Io lavoro in uno studio legale da ormai pi? di 30 anni, anch'io pensavo fosse impossibile difendere i diritti contrattuali ma anche la semplice dignit? del lavoro in uno studio piccolo con tutte le difficolt? che conosciamo tutti. In realt? è solo paura a prescindere , quando mi sono iscritta al sindacato e fatto apertamente attivit? sindacale senza assolutamente danneggiare il mio lavoro e lo studio , ti dir? che sono stata rispettata di pi?, che anzi quando in studio arriva il sindacato stanno tutti molto attenti, è il contrario di quello che si pensa .. In ogni caso so che è difficile ma si possono fare mille cose in sindacato in piena sicurezza senza mettere in pericolo il posto di lavoro , basta volere. Sei giovane e pensare che nulla pu? cambiare perchè bisogna rassegnarsi è brutto , se fosse cos? saremmo ancora al lavoro minorile e alla giornata di 48 ore non credi? insomma un p? di voglia di difendere la propria dignit? di lavoratore ci vorrebbe. Patrizia cgil

  • Ire Fi

    27/09/2012 - 14:58

    Eccomi, son tornata.. giusto 3 secondi per dire che secondo me l'idea di Michele (la bacheca obbligatoria!) è validissima e da tenere in considerazione grande Patri!! Un abbraccio!! Ire

  • Angela Firenze

    28/09/2012 - 8:34

    La bacheca obbligatoria??? Forse non ricordate bene quanta fatica e lavoro abbiamo fatto ad affiggere, nella bacheca sindacale della Corte d'Appello un volantino proclamante una riunione su Firenze!!! Che dopo nemmeno 2 ore fu stracciato da ?ignoti????? Scusate il pessimismo ma la vedo davvero ardua! Angela

  • carmen.vr

    28/09/2012 - 11:04

    Penso che Michele intendesse in ogni singolo studio. In effetti, una volta era (o forse lo è ancora) obbligatorio affiggere in studio il ?codice disciplinare?, quindi perch? no per i recapiti? Secondo me si potrebbe prevedere un obbligo per il datore di lavoro di consegnare materialmente il CCNL ad ogni dipendente e che nel CCNL stesso ci siano indicati i principali recapiti delle parti firmatarie, suddivise per regione. Piccola analisi. Le non iscritte non si iscrivono, secondo me, per vari motivi: - ignoranza dell'esistenza di un sindacato (le pi? giovani) - paura di aver ritorsioni con il proprio datore di lavoro - svogliatezza (perch? pensano che tanto c'è sempre qualcuno che se ne occupa) - pregiudizi di carattere politico: chi si iscrive è di sinistra; chi non si scrive è di destra - le ?appagate? non si iscrivono perch? sono riuscite ad ottenere di tutto e di pi? ciao carmen

  • Michele

    28/09/2012 - 12:15

    @ patrizia il mio discorso era generale, pi? sulle paure che ho riscontrato tra i miei colleghi e nella mia attivit? politica pi? che per un fatto personale. Personalmente faccio della voglia di lottare una caratteristica politica, pertanto lontanissimo

  • patrizia

    02/10/2012 - 11:35

    va tutto bene pur di bucare questo muro! ma se quello che dice carmen è vero , e io credo che sia stravero, la bacheca pu? essere utile ma cambierebbe poco i comportamenti. L'obbligo di consegnare il contratto ai dipendenti è scritto sul contratto nazionale e come vedete da obbligo a obbligo scritti sui contratti se il lavoratore non si decide a far rispettare questi obblighi , nulla cambia. Il sindacato attraverso la contrattazione regionale pensa ad una figura di delegato di zona con il compito di andare di studio in studio , questa potrebbe essere invece un'idea interessante, ma i lavoratori devono essere meno conigli, altrimenti nemmeno con i miracoli si cambiano le cose. Caro michele sono contenta di avere capito male e che sei impegnato e non rassegnato , per fortuna!! sei giovane e la partecipazione è il solo strumento per migliorare la societ?. Sono d'accordo c'è bisogno di informazione tantissima informazione ma per esperienza il pregiudizio è durissimo a cadere nemmeno difronte all'evidenza nemmeno difronte alla perdita del posto di lavoro nemmeno davanti allo sfruttamento , la paura è pi? forte a costo della propria dignit? , spero davvero cambi ciao e grazie patrizia cgil

  • Anna

    03/10/2012 - 9:06

    Ciao a tutte. Sono Anna e vi scrivo da Bari, dove lavoro in uno studio legale da 19 anni. L'analisi che ha fatto Carmen è perfetta, specialmente da noi, qui al Sud, dove gli studi professionali sono tantissimi e dove, se sei fortunata/o, è gi? tanto che ti mettano in regola dopo un tot di anni di sudato lavoro. Riconoscimenti morali zero, non ne parliamo di riconoscimenti economici. Tempo fa avevo parlato con Patrizia perchè avevo una mezza intenzione di darmi da fare con il sindacato, ma poi ho avuto un grosso problema di salute e non ne ho potuto fare pi? niente. Ultimamente, dopo il rinnovo del contratto, avevo iniziato a parlare con qualche collega che incontro in tribunale della possibilit? di incontrarci per discutere della contrattazione di secondo livello, ma le risposte sono state varie: distaccate da parte di chi sta gi? bene cos? (molto poche, a dire il vero) oppure di indifferenza totale, perchè molte delle mie colleghe hanno paura di ritorsioni da parte del loro datore di lavoro. Il problema grosso, specialmente nella mia citt?, è che la maggior parte degli studi professionali sono piccoli e chi ci lavora come dipendente in generale è una persona sola, figuriamoci se ha il coraggio di mettere a rischio il proprio posto di lavoro per impegnarsi di pi?; se poi le parli di prendere la tessera sindacale ti guardano come se fossi un extraterrestre. Non è una questione di essere coraggiosi o conigli: purtroppo da noi la situazione lavorativa è ben peggiore che al centro o al nord, posti di lavoro si trovano con il lumicino e mettersi contro il proprio datore di lavoro, anche se per i propri diritti, significa trovarsi subito disoccupati. La frase ricorrente di tutti i nostri datori di lavoro è: dietro la porta c'è la fila di persone che vorrebbe lavorare al posto tuo, se non ti sta bene quella è la porta, altrimenti resti alle mie condizioni; per chi ha bisogno di lavorare cosa pensate sia la risposta?

  • carmen vr

    03/10/2012 - 13:31

    Secondo me la filcams dovrebbe organizzare una giornata tipo quella che si terr? a padova, con l'invito esteso anche ai dipendenti (oltre che ai praticanti, collaboratori,partite iva e ?affini?), in tutte le citt?, ma con particolare riguardo alle citt? dove si sentono racconti tipo quello di Anna. Quindi a Bari sarebbe bello che la filcams organizzasse questa campagna di informazione per tutta la Categoria Studi Professionali. Anna io ti consiglio di fare cos? (anche perch? è quello che far? io qui a Verona): - stamperei il manifesto che trovi pubblicato qui in prima pagina; - contatterei la filcams di Bari e glielo sottoporrei - direi loro di mettersi in contatto con Lelli per organizzare un incontro, simile a quello di padova, anche a Bari. Ti dir?, a Verona sono in contatto con la filcams e bisogna armarsi di tanta pazienza. Insomma, in poche parole, bisogna stargli sotto perch? non bisogna dimenticare che il sindacato è deputato proprio a ricevere le nostre richieste. Nelle more? siccome per organizzare una simile iniziativa ci vorranno mesi? e mesi, ti consiglio di richiedere contestualmente una riunione sindacale (anche per questa ci vorr? tanta pazienza). I datori di lavoro non sono onnipotenti. So che le minacce spaventano, ma è altrettanto difficile mandar via un dipendente su due piedi per futili motivi? Prima di tutto ci vuole reciproco rispetto, altrimenti continueremo a soccombere. Forza e coraggio carmen

  • patrizia

    09/10/2012 - 19:08

    ciao anna , scusa il ritardo il lavoro? abbiamo parlto lungamente io e te al telefono conosco la tua situazione so quanto è difficile. Ho usato la parola conigli per provocare un p? non certo perchè non capisco la difficolt? che incontriamo negli studi anzi. Quello che ti dice carmen è vangelo si fa cos? , è molto faticoso ma è l'unica strada per ottenere rispetto del proprio lavoro. Vi dir? che mi fate molto pensare .. forse avete l'idea di un sindacato che contesta sciopera va sui i tetti e non fa altro che contestare ogni cosa e ne avete paura è cos?? ma ci? non corrisponde al vero l'attivit? sindacale è trattativa nella grande maggioranza delle situazioni. L'attivit? sindacale di cui vi parlo è fuori dall'orario di lavoro , le assemblee si organizzano il sabato o durante la pausa pranzo . Nessuno mai chiederebbe di mettere in pericolo il posto di lavoro , come ho detto molte volte si possono fare mille cose in pina sicurezza anche il tesseramento. Poi altra cosa che mi stupisce un p? quando devo rispondere a qualche quesito ; non ci si domanda come mai c'è cadiprof o la cassa integrazione si prendono come diritti acquisiti ma come sono arrivati nessuno se lo chiede , se non ci fosse stato un accordo sindacale non ci sarebbe ne l'una nè l'altra questo non vi dice qualcosa ? patrizia cgil

  • patrizia

    27/05/2013 - 19:16

    cara elisa , eccola ! puoi leggere è interessante e cos? possiamo discutere è cos? bello discutere ! patrizia cgil

  • patrizia

    02/08/2016 - 20:53

    uso questa pagina per dei pensierini estivi , ma non troppo! titoleremo così: SEBBEN CHE SIAMO DONNE PAURA NON ABBIAMO .... E' un verso di una canzone delle mondine del primo novecento . Negli anni 70 la cantavamo durante le manifestazioni , ci dava forza , orgoglio del nostro essere donne e coraggio nel chiedere voce, spazio , non volevamo più essere figlie di , mogli di, madri di ... ma noi persone , donne e basta. Perché ricordo queste cose di un passano tutto sommato non così lontano? sto seguendo la campagna elettorale americana con grande partecipazione e passione , la corsa di Hilary Clinton è emozionante per la nostra generazione , tante cose sono cambiate in questi anni le conquiste tante e faticose e vedere una donna che ha partecipato a quella grande stagione .. che corre per il ponte di comando più importante al mondo è di una importanza straordinaria, non so se ci si rende conto davvero della portata storica della campagna elettorale americana. Non solo Hilary Clinton ma Michele Obama Meryl strep e tante altre , è un lungo fiume carsico che arriva al mare e io dico ERA ORA ! La nostra categoria è al 99% di donne mi piacerebbe sapere cosa ne pensante e soprattutto sapere se la condizione della donna è cambiata , se abbiamo davvero le occasioni che ci meritiamo , se siamo più intelligenti e più brave e se ci viene riconosciuto ? prendiamo gli stessi stipendi degli uomini? lo stesso ruolo e potere ? come siamo trattate nei nostri studi , come lavoratrici o come donne ? subiamo meno o più molestie al lavoro ? matrimonio o gravidanza sono ancora percepite come una disgrazia dai nostri datori di lavoro ? Discutere di questo è molto importante , dallo scambio di opinioni possono nascere anche delle idee per delle norme contrattuali che migliorino il nostro lavoro e la nostra vita. Non dimentichiamo che stiamo cercando di far partire la contrattazione regionale e si possono fare dei buoni accordi anche su queste materie e tutte noi sappiamo anche più importanti di quelli meramente economici ., si può fare! e non dimentichiamo : SEBBEN CHE SIAMO DONNE PAURA NON ABBIAMO !!! patrizia cgil

  • patrizia

    03/08/2016 - 14:06

    certo che sentendo le notizie di questa mattina .. altre due donne uccise con crudeltà dai propri compagni mi chiedo se ho fatto le domande giuste ! patrizia cgil

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓