impiegate
78

INCONTRO marzo/aprile 2014 tra le parti

18/03/2014 - 15:16

Tra marzo ed aprile 2014 si incontreranno di nuovo le parti per accordarsi sul rinnovo del contratto scaduto a settembre 2013. Attendiamo fiduciosi buone notizie.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
  • Elisa

    28/05/2014 - 13:34

    Arriva dall'albo del mio datore di lavoro, io sono di Milano.

  • patrizia

    27/05/2014 - 19:00

    grazie elisa , giro al nazionale , scusa da chi arriva questa mail ? riguarda la lombardia credo ciao patrizia

  • Elisa

    27/05/2014 - 9:27

    Info per EEG almeno per la lombardia non so se è nazionale: ?Abbiamo appreso che il prossimo 27 Maggio 2014 si terr? un nuovo incontro con i sindacati avente ad oggetto il pagamento dell'Elemento economico di garanzia. In attesa di un comunicato ufficiale si consiglia di non procedere all'erogazione.?

  • patrizia

    21/05/2014 - 12:10

    cara simona , no assolutamente . patrizia cgil

  • simona

    21/05/2014 - 11:57

    scusate..io a novembre 2013 ho percepito gli 80 euro di EEG?li dovr? restituire?

  • patrizia

    04/05/2014 - 14:02

    luned? pubblichiamo il tutto qui sul blog e naturalmente contiamo in una adesione di massa ! patrizia cgil

  • roberta

    02/05/2014 - 14:42

    ciao fate sapere qualcosa anche a me per la petizione??? grazie cosi spargo voce anche qui

  • patrizia

    29/04/2014 - 18:36

    no ! patrizia

  • Debora

    29/04/2014 - 17:21

    Ma la data del prossimo incontro tra le parti e' gia' stata fissata ?

  • patrizia

    29/04/2014 - 16:49

    ok Elisabetta ti lascio la mia patrizia.canovaro@virgilio.it scrivimi , cos? ti mando la lettera per la petizione. Lascio a te ampia libert? di organizzare la petizione dove e come vuoi se c'è necessit? di riassumere e tagliare grazie patrizia cgil

  • Elisabetta

    29/04/2014 - 14:00

    Buongiorno Patrizia, si conosco anche Change.org come sito, l'ho usato di meno per firmare petizioni, ma direi di non lasciare intentate possibilit?. come posso lasciarti la mia mail cos? da poter ricevere in tempo utile la comunicazione? Controllo spesso il blog ma ho paura di perdermi i pezzi!

  • patrizia

    29/04/2014 - 13:39

    per Elisabetta : ho visto un altro sito di petizioni Change.org lo conosci ? che ne dici? patrizia

  • patrizia

    29/04/2014 - 13:39

    abbiamo deciso di pubblicarla luned? con tutte le istruzioni . Con questi ponti si rischiava di sprecarne l'effetto. ciao patrizia cgil

  • Debora

    29/04/2014 - 12:17

    Patrizia dacci istruzioni!

  • matteo

    29/04/2014 - 9:24

    Quindi? lettera? news?

  • patrizia

    18/04/2014 - 19:45

    va bene Elisabetta ok la settimana prossima procediamo ciao patrizia cgil

  • Elisabetta

    18/04/2014 - 14:38

    Buongiorno a tutte, Quando volete io ci sono! Almeno avremo la possibilit? di sottoscrivere una petizione da qualsiasi parte d'italia e non solo in qualche citt?. Attendo vostre indicazioni. Elisabetta

  • Giorgia

    18/04/2014 - 10:11

    La proposta di Patrizia mi sembra buona. Io ci sto! Ci starei anche per la raccolata di firme in sindacato ma dove se posso chiedere? Grazie a tutti ciao Giorgiasperanzosa??.

  • patrizia

    18/04/2014 - 10:08

    ciao irene, mi pongo solo il problema dell'efficacia. Possiamo pubblicarla la settimana prossima e poi concordare la data e quando sappiamo la data fare un reinvio della stessa lettera , cosa dite ? ciao patrizia

  • irefi

    17/04/2014 - 23:34

    Allora poich? mi pare che sia stato di fatto rinviato ad altra data soprattutto x volonta' di confprofessioni io direi di far pubblicare sta benedetta lettera e di inviarla in un giorno concordato. Direi anche che se elisabetta sa usare avaaz potrebbe trasfonderne il testo x farne una petizione che pubblicizzeremo in tutti i modi possibili: qui,facebook? poi mi piace molto anche l'idea della raccolta firme in sindacato?anche se temo che i ns colleghi non alzino le terga neppure per mettere un firma. Cmq partire con lettera magari in prossimit? del prossimo incontro,ancora non si sa quando, ne potremmo inviare un'altra. Cos? la cosa sar? anche fresca. Domani chiamo l'amministratrice del blog. Ciao

  • simona

    16/04/2014 - 15:18

    Ciao a tutti, ma dell'incontro di ieri si sa nulla? mi pareva di aver capito che ci fosse un incontro il 15 aprile? Grazie Simona

  • Giorgia

    15/04/2014 - 11:42

    OK! Grazie mille!!

  • patrizia

    15/04/2014 - 10:21

    cara giorgia, non l'abbiamo ancora pubblicata perchè aspettiamo domani a vedere come va patrizia cgil

  • Giorgia

    15/04/2014 - 9:24

    Salve! Volevo sapere dove trovare la lettera da inviare?..grazie!!!

  • patrizia

    09/04/2014 - 18:43

    ok elisabetta grazie , stiamo definendo il testo patrizia

  • Elisabetta

    09/04/2014 - 15:17

    Buongiorno Patrizia, ho controllato e non ci sono restrizioni su lunghezza del testo o altro!

  • patrizia

    08/04/2014 - 17:42

    bis , ire la sto rileggendo è lunga cerco di accorciarla lasciando il senso intatto ok ? ve la rimando questa sera

  • patrizia

    08/04/2014 - 17:34

    si irene direi di si , angy puo andare .. per la petizione che dice elisabetta credo ci voglia un testo breve vero elisabetta? ciao patrizia cgil

  • IreFi

    08/04/2014 - 13:55

    Direi che potremmo inviarla ?sta lettera no Patri? La facciamo pubblicare? Ciaooo

  • patrizia

    03/04/2014 - 14:57

    molto bene Elisabetta e tutti quelli che propongono , la settimana prossima mettiamo a punto la strategia e prima del 15 partiamo. grazie a tutti davvero patrizia cgil

  • Elisabetta

    03/04/2014 - 13:49

    Buongiorno a tutte, io spesso e volentieri do un'occhiata al sito http://www.avaaz.org/it/ è un sito su cui si possono inserire petizioni online, pubblicizzarle tramite twitter ecc. Ormai viviamo nell'era informatica, e abbiamo mille canali per farci sentire in qualche modo. Io nel mio piccolo posso darvi una mano. Elisabetta

  • STEFY

    03/04/2014 - 11:49

    d'accordo con Patrizia e eva pubblichiamola

  • Eva

    02/04/2014 - 14:01

    Buongiorno! direi che una bella lettera da mandare sarebbe una buona partenza!!!pubblicatela grazie!!!!!!!!

  • patrizia

    01/04/2014 - 20:51

    per marco, ti dir? che la lettera di protesta l'hanno gi? preparata irene e carmen . Se volete la lanciamo qualche giorno prima del 15 , volete che la pubblichiamo? possiamo fare anche pi? cose ma ripeto deve essere ?massiccia? dobbiamo darci un po' da fare! ciao patrizia cgil

  • patrizia

    01/04/2014 - 20:48

    per matteo, tu poni una questione vera . La sfiducia nel sindacato è un vero problema. Non tutti in sindacato si comportano bene non ho problemi ad ammetterlo, ci sono bravi e cattivi sindacalisti. Io non sono una sindacalista di professione , lavoro in uno studio e ho sempre pensato al sindacato come ad una associazione , un luogo libero di organizzazione dei lavoratori , mi piacerebbe che i lavoratori degli studi avessero una loro struttura organizzativa dentro al sindacato mi segui? questo è sempre stato il mio sogno , un po' come qui nel blog sarebbe bello non credi? Non temere dicci cosa non va del sindacato quali sono i suoi errori non pu? farci che bene ! grazie a tutti patrizia cgil

  • patrizia

    01/04/2014 - 20:38

    caro Paolo, potevi intervenire prima ! questo blog è fatto apposta per l'intervento dei lavoratori degli studi ne abbiamo bisogno! noi siamo 1.000.000, gli otto sono i lavoratori senza contratto di tutte le categorie. Si è difficile trovare un modo per farsi sentire senza entrare in un conflitto in studio che perderemmo senz'altro. Ma i modi ci sono .. la petizione da far girare in sindacato è un'idea mi piace , ci pensiamo? altre idee o elaboriamo la petizione? dobbiamo essere in tanti a lavorarci per?! ps il prossimo 15 aprile ci sar? il prossimo incontro di trattativa riusciamo qualche giorno prima mettere sul tavolo qualche nostra iniziativa che parta dal blog?

  • patrizia

    31/03/2014 - 17:59

    l'incontro del 27 marzo ha affrontato ancora temi generali legati al mercato del lavoro , rinvio al 15 aprile a giorni il comunicato sindacale ciao patrizia cgil

  • PaoloTO

    31/03/2014 - 12:35

    Buongiorno a tutte/i, è da tempo che seguo con interesse il blog ed è la prima volta che mi permetto di fare un commento. Sono un Addetto Paghe e Contributi, 3? livello, da ormai 13 anni. Vedo che purtroppo quello che angustia un p? tutti/e è la questione del rinnovo del CCNL per quanto riguarda la parte retributiva. Vedo anche che allo stato attuale i ns datori di lavoro, sfruttando la crisi, tentano pi? che mai di salvaguardare il loro tenore di vita, ben sapendo che lo fanno sulle ns spalle. Sono sposato e padre di tre figli e so bene i sacrifici che ogni giorno bisogna fare di questi tempi. Bisognerebbe farsi sentire, sono d'accordo con Patrizia e Barbara, ma come vediamo tutti noi che lavoriamo in piccoli studi siamo troppo a contatto con il ns datore di lavoro e non vogliamo rischiare di farci mettere alla porta o di guastare quel buon rapporto fin'ora creatosi. Cosa fare allora? Siamo 8 milioni, facciamoci sentire in altro modo?perchè non con una petizione da sottoscrivere nelle varie sedi sindacali, da raccogliere e dimostrare che anche noi esistiamo e abbiamo voce in capitolo? I ns padri in passato hanno combattuto a loro modo per conquistare dei diritti?vogliamo farceli scippare sotto il naso senza nulla lasciare ai ns figli? Perchè se nessuno, civilmente parlando, è in grado e ha il coraggio di farsi sentire, faccio le valige e porto la mia famiglia in un altro paese? Spero di essermi fatto capire?teniamo duro, non molliamo.

  • patrizia

    29/03/2014 - 13:43

    rimando a tutti voi frequentatori del blog il post sconsolato di barbara .. non credere barbara alle volte prende anche me ma ti assicuro che la strada non è l'avvocato ma la contrattazione , alle volte possono aiutare anche le sentenze , vedi cadiprof o il fondo pensione o altro ma sono solo giurisprudenza e in ogni caso bisognerebbe organizzare qualcosa di collettivo e siamo sempre li come si fa organizzare nel nostro settore frammentato e femminile qualcosa di collettivo adatto a noi che possa pesare? tante idee sono gradite non l'avvocato barbara francamente ti assicuro non porta a nulla e poi te lo immagini l'avvocato contro la sua stessa categoria e se stesso? ciao grazie della discussione ne avevo bisogno continuiamo pure patrizia cgil

  • matteo

    29/03/2014 - 10:14

    Nel massimo rispetto per il lavoro di Patrizia, credo che sia anche arrivata l'ora di porsi un problema. La questione, credo, è anche la credibilit? delle rappresentanze sindacali, con le quali, magari, ci troviamo a lavorare ogni giorno, e che, spesso, vediamo operare non proprio nella massima trasparenza e linearit?. Da parte mia, ad esempio, la questione non è la ?paura? di iscriversi ad un sindacato, quanto piuttosto l'aver maturato la convinzione che sia, di fatto, inutile.

  • Barbara

    28/03/2014 - 19:38

    hai ragione Patrizia, purtroppo per i motivi che ho spiegato qualche post fa, nel nostro settore la presenza non c'e' e non ci sar? mai, perche' siamo 4 gatti che lavorano gomito contro gomito con il datore di lavoro, motivo per cui non siamo sufficientemente "forti" per ottenere le cose che ci spettano. E' una battaglia persa..lo dimostra cio' che abbiamo ottenuto finora. Non vedi che la gente non e' nemmeno disposta a restare assente per partecipare a uno sciopero? Come possiamo pensare di ottenere qualcosa in questo modo? Cosi' e' da sempre e cosi' sara' sempre. Quindi la soluzione, secondo me, sarebbe di unirsi a qualche settore un po' piu' forte in modo da superare il problema del numero. Oppure, anziche' contrattare senza portare a casa niente (tra poco dovremo pagare per andare a lavorare), si potrebbe sfruttare in maniera diversa il numero.. quanti siamo? 8000000? Potremmo dare mandato a qualche Signor avvocato offrendo un compenso di 10 euro mensili a testa x i 3 anni di durata del contratto se ci fa ottenere una retibuzione adeguata pari a minimo quella del commercio anziche' i ridicoli 1400 euro lordi per il 3 livello che stiamo guadagnando attualmente lavorando come scimmie? Tutto e' possibile, basta cercare..

  • Marco

    28/03/2014 - 16:05

    Qualche anno f? durante un rinnovo, che non ricordo bene l'anno, sbaglio o mandammo un fax di protesta alla Confprofessioni? Facciamo una lettera di protesta indicando fax/email a chi indirizzarla e facciamola girare tra colleghi conoscenti di altri studi e tramite facebook, mettiamoci d'accordo ed organizziamoci! Patrizia che ne pensi?

  • patrizia

    28/03/2014 - 11:41

    ok mattia va benissimo , non è necessario fare sciopero e le cose che hai detto vanno bene , dobbiamo per? essere tanti , ci sono anche i cosidetti flash mob , assemblee fuori dall'orario di ufficio si possono fare tante cose per farci sentire non è assolutemente necessario rischiare il posto di lavoro . Va bene idee pratiche il sindacato ne sar? felicissimo patrizia cgil

  • Mattia

    28/03/2014 - 10:28

    Gli scioperi, come gia sappiamo, per il nostro settore sono una cosa impensabile di conseguenza dobbiamo trovare metodi alternativi. Anche se sono meno efficaci dobbiamo provarci. Io ne sparo alcuni anche se non sono molto esperto do come funziona: - raccolte di firme. - invio collettivo di lettere. - proteste su internet Insomma, qualcosa che non ci obbliga ad abbandonare anche solo per un giorno il nostro posto di lavoro anche perchè scioperando, noi dipendenti di piccoli studi professionali, creiamo piu disagio a noi stessi che al datore di lavoro, rischiando di rovinare i rapporti in ufficio. Dobbiamo trovare il modo di farci sentire da dietro la scrivania.

  • patrizia

    28/03/2014 - 10:13

    cara Antonella, purtroppo non ci sono automatismi pensa dopo 20 anni ho lo stesso problema ? ma perlomeno sono al 3 al quinto non è sopportabile , puoi fargli vertenza ma .. insisti insisti insisti come me patrizia cgil

  • patrizia

    28/03/2014 - 10:11

    car4o mattia, sono d'accordo mi dai anche qualche idea sul come? bisogna farsi sentire ciao patrizia cgil

  • patrizia

    28/03/2014 - 10:08

    cara barbara, figurati se non sono d'accordo dopo quarant'anni di studio professionale ,ma certo ma dove non ci capiamo è sugli strumenti per far valere le nostre ragioni io dico organizzazione e iniziativa sindacale collettiva dei lavoratori te non so cosa pensi sia meglio fare ce lo diciamo tra di noi e che risultato abbiamo ottenuto? ci vuole una iniziativa sindacale collettiva per dire di no ad una firma di un contratto collettivo credimi ?ci vogliono i rapporti di forza , è inutile girarci intorno. L'articolo 36 della costituzione è un articolo di principio generale, la costituzione detta i principi generali a cui si devono attenere leggi contratti e tutto il nostro vivere civile e nel caso dell'art. 36 serve nelle vertenze , infatti tu parli di sentenze, le sentenze fanno giurisprudenza e servono nelle cause , dovremmo fare un milione di cause individuali per il rispetto dell'art. 36 potrebbe essere un'idea? ma mi sembra velleitario pensare che ci diano ragione in presenza di una trattativa avviata o ferma comunque delle parti che trattano insomma barbara non è questa la strada perch? non porta a nulla, la strada è contrattazione e quella regionale sarebbe la pi? importante! che poi i nostri stipendi siano ingiusti e anticostituzionali .. ma ci vorrebbe altro sono la prima per questo faccio attivit? sindacale da molti anni ci vuole pazienza e fatica non ci sono alternative che far valere le proprie ragioni in una trattativa e se noi aiutassimo il sindacato con la nostra presenza attiva tutto sarebbe molto pi? semplice. La rabbia è meglio indirizzarla bene dove serve, naturalmente a disposizione ciao patrizia cgil

  • Mattia

    28/03/2014 - 8:49

    Condivido in pieno. Non dobbiamo accettare il rinnovo del contratto senza almeno un aumento della retribuzione. Veramente in nostro ccnl prevede stipendi da fame!!

  • Barbara

    27/03/2014 - 20:15

    Cara Patrizia, se ora rinnoviamo il contratto e accettiamo di continuare a lavorare con la stessa retribuzione per altri 3 anni, al prossimo rinnovo ci chiederanno di abbassarci gli stipendi!!!!!! Se ci "pieghiamo" sar? sempre peggio. Non ho avuto nessun sindacalista in famiglia ma mi hanno insegnato che per ottenere le cose non bisogna mollare!! Firmare una mostruosit? simile sarebbe come darsi la zappa sui piedi da soli! A 90 no grazie.. abbiamo una dignit?!!!! Ma poi mi chiedo, ci sono state in passato diverse sentenze che affermavano che, all'interno di un'azienda, un lavoratore che svolge le stesse mansioni di un altro puo' pretendere lo stesso inquadramento e la stessa retribuzione. Come e' possibile che nello Stato in cui e' sita questa azienda siano ammesse simili disparit? tra un'azienda e l'altra? Chi decide quanto "vale" il lavoro e la professionalit? di una persona? Facciamo valere questo benedetto articolo 36 della costituzione? Oppure dovremo ringraziarli perche' sono disposti a rinnovarci il contratto senza aumentarci lo stipendio? Ma per cortesia!!!!! Sarei curiosa di sentire il parere di un avvocato di quelli bravi?.Teniamo presente che il motivo sostanziale per cui ognuno di noi si alza alla mattina per andare al lavoro e' perche' i soldi gli servono per vivere. A chi lo dico? Lo dico a te, lo dico a tutti quelli che leggono, lo dico alla controparte.. siamo stufi di essere presi per il naso!!

  • patrizia

    27/03/2014 - 18:22

    cara irene grazie, sono con la gamba alta e un po' depressa? grazie del guru mi ha fatto ridere.. mia nipote ha la tua et? cara bimba! precisazione: se qualcuno delle parti non firma si ha un accordo separato se questo è rappresentativo come è successo per i metalmeccanici e commercio e viene applicato. ps sono stata chiara irene?

  • Antonella

    27/03/2014 - 17:33

    Ciao ragazzi, io sono una dipendente in uno studio di commercialisti da 10 anni? e sono ancora inquadrata come dipendente di 5? livello (naturalmente le mie competenze, come sapete gi? tutti, non sono da 5? livello)?. non si pu? far niente per migliorare la situazione visto che i datori di lavoro non ne vogliono sapere di aumentare il livello???Fra 20 anni prender? ancora uno stipendio paragonato a quello di una segretaria alle prime armi?. Saluti

  • irefi

    27/03/2014 - 17:22

    Ciao Debora, dici se non firma nessuno e quindi non si arriva al rinnovo? In questo caso ripeto, per la parte retributiva, si applica sempre e comunque il contratto scaduto. mi pare di averlo gi? detto pi? sopra. In pratica, si perde un rinnovo.. com'è gi? successo in passato. O forse dicevi se a non firmare è solo il sindacato che ti rappresenta (solo CGIL o CISL o UIL ecc..??) e tutti gli altri si (quindi i sindacati rimanenti e controparte si accordano)? Scusami, ma sono un po' fusa in questo periodo.. fra il lavoro e i problemi familiare un finisco pi? e la concentrazione ne risente. Ire PS bentrovata patri!!!

  • patrizia

    27/03/2014 - 17:00

    ok chiaro debora messa a quel modo ?signore? aveva un significato poco simpatico . Scusami di nonno parlava Barbara vi ho invertite .. A trattare va un rappresentante della segreteria nazionale del commercio cgil ? cisl ? uil , noi siamo in contatto con la filcams cgil ciao patrizia

  • Debora

    27/03/2014 - 15:10

    ?per patrizia: Mio nonno?? scusa cosa c'entra? altra cosa: ho parlato di signori dei sindacati intentendo i signori o le signore o chiamali come vuoi uomini donne persone?.. non c'era alcuna accezione sarcastica insomma quelli che ci rappresentano e che si incontrano materialmente con la controparte e che materialmente appongono la firma per conto del sindacato. pernso che ci sara' qualcuno dei ?nostri? che va la' no???? allora la mia domanda era semplicemente per capire: se questa ?persona rappresentante del sindacato? che concretamente va a discutere il rinnovo e che rappresenta il sindacato e noi si rifiuta di firmare ?.che succede???? La risposta l'hai gia' data? volevo solo spiegarti il senso del mio post forse poco chiaro

  • patrizia

    27/03/2014 - 12:56

    per marco. vedo ora il tuo messaggio. No fino ad ora non avevo visto contratti senza aumenti , contratti non rinnovati questo si. Per? segui la cronaca politica e sindacale anche attraverso il sito della cgil , nelle altre categorie ci sono proposte di controparte di questo tipo: nel commercio, per esempio. Si sta discutendo da un po' di una proposta di un gruppo di giuslavoristi/economisti ecc. nessun aumento pi? welfeare contrattuale per gli ammortizzatori sociali e casse sanitarie. Insomma tutti i contratti in questo momento di crisi sono attraversati dallo stesso argomento: gli aumenti contrattuali e tutti i contratti sono fermi. Dir? di pi? nel commercio tanto mitizzato la controparte si è spaccata e ha minacciato di non applicare il fondo est la cassa sanitaria integrativa purtroppo lo possono fare, almeno da noi questo non lo rischiamo cadiprof è salva. Cari colleghi e colleghe nulla è per sempre , nessuna conquista contratuale o di diritto sono ?per sempre? ogni conquista minima bisogna difenderla è sempre stato cos? e sempre sar? cos?. patrizia cgil

  • patrizia

    27/03/2014 - 12:36

    bis: vedo l'articolo che hai riportato debora : ti sei risposta da sola vedi ?non c'è obbligo di contrattazione ? ?volont? delle parti? e l'art.36 del contratto individuale .. tutto chiaro mi sembra di averti risposto ma puoi chiedermi fino alla noia ? appunto patrizia cgil

  • patrizia

    27/03/2014 - 12:28

    scusate ma ho avuto un problema di salute e non ho potuto rispondere. Mi pare che la confusione sia massima . Debora non dire signori dei sindacati ? perch? lo dici? io faccio attivit? sindacale e lavoro in uno studio e in sindacato non vedo signori ma solo gente che prova a rappresentare gli interessi dei lavoratori al meglio. Cercher? di fare chiarezza, d'altra parte ha gi? detto Irene a sufficienza: 1) Non ci si pu? inventare delle regole che non ci sono al di fuori della legislazione e dei contratti perch? si perde tempo e sono illusorie come l'indipendenza del veneto?quindi discutiamo di soluzioni dentro la legge e non che sono nei nostri desideri , non basta che una cosa sia giusta per trovare applicazione se fosse cos? saremmo a posto? allora: 2) se scade il contratto si applica quello scaduto di categoria come sta succedendo a otto milioni di lavoratori 3) l'erga omnes art. 36 sulla giusta retribuzione di applica in caso di vertenza non centra nulla con le nostre situazioni quindi non abbiate questa illusione dell'automatismo: assenza di contratto contratto commercio non sar? mai, la strada è rinnovare il nostro 4) non sar? anche e soprattutto perch? il contratto collettivo come dice l'articolo che ha riportato Irene è demandato alla volont? delle parti e la nostra controparte: i professionisti non vogliono applicare il contratto del commercio , quindi questa cosa non avverr? mai 5) Fonte è il fondo pensione del commercio che ha assorbito i vari fondi che la covip ha chiuso perch? non ce la facevano e per fortuna che lo ha fatto, e al di l? del contratto di appartenenza . In fine , mi spiace, nonostante le illusioni di vario tipo come il gioco dell'oca si torna sempre al "via" la contrattazione funziona cos? e l'unico modo per ottenere il risultato di un buon contratto è l'iniziativa sindacale , cara debora, tuo nonno aveva ragione , io sono cresciuta in una famiglia di sindacalisti ed è sempre stato cos?: ribadisco non c'è obbligo di arrivare ad un contratto te lo assicuro , si tratta, si sostiene la piattaforma ,le proprie ragioni e le proprie rivendicazioni: si protesta si tratta e si firma se si raggiunge un accordo soddisfacente con la controparte ma tutto questo lo si pu? fare se si ha rappresentanza sindacale , interviene il governo e quindi lo stato solo per le mediazioni non pu? fare e non deve fare altro. Pensare che ci siano scorciatoie, automatismi modi per evitare di fare fatica ragazze mi dispiace non esiste, anzi proprio perch? in tutti questi anni non ci siamo organizzati con il sindacato ci troviamo con questi stipendi la ragione è solo questa. Vorrei darvi notizie migliori che c'è qualche automatismo ma vi assicuro che non è cos?. Una cosa possiamo fare da subito : il contratto nazionale da la possibilit? di aprire le trattative regionali e ci stiamo provando da molto tempo ma appunto senza lavoratori è molto complicato ve lo assicuro, come convincere le confprofessioni regionali a trattare? Alcuni tavoli sono aperti , li potremmo migliorare la parte economica e sbloccare alcuni strumenti per migliorare le nostre condizioni di lavoro. Dobbiamo mirare alle contrattazione regionali ma non possiamo farlo io irene angela e carmen .. ma ci vogliono debora rosy barbara e tutte le altre che sono scontente, mi sembra persino banale dirlo, ma per dio a qualcuno bisogna pur dirlo o no? vogliamo dirlo ai nostri datori di lavoro tutte insieme ad un tavolo di trattative o no? barbara le proposte che stai facendo qui secondo te a chi bisogna dirle a che interlocutore , con chi le discuti per ottenere un risultato? per sostenerle secondo te cosa bisogna fare? quando dici bisogna fare? ecco quella è un inizio di pensiero sindacale(forse tuo nonno?) mi segui? si allora dimmi come pensi si sostenere quello che dici e sempre li si arriva vedi? spero di avere risposto e soprattutto di aver eliminato illusioni e idee sbagliate che purtroppo vedo molto diffuse e spero voi abbiate orecchie per sentire e facciate uno sforzo di uscire da pregiudizi e luoghi comuni. Sono sempre qui naturalmente a proseguire la discussione. patrizia cgil

  • Debora

    27/03/2014 - 10:35

    Allora forse io non ho capito, scusate se ri-chiedo: Se i signori dei nostri sindacati si rifiutassero di firmare il rinnovo in assenza di aumenti salariali significativi..cosa succede?????????? a quel punto si puo' chiedere l'intervento dello stato o no? si puo' chiedere di essere assorbiti in un altro contratto o no? perche' bisogna firmare un rinnovo se le condizioni non ci soddisfano?

  • ROSY

    27/03/2014 - 10:05

    Scusate, ma se per il fondo pensionistico ci siamo riversati su Fonte che mi sembra sia il fondo pensionistico per il commercio, perchè non possiamo far inglobare il nostro contratto collettivo in quello del commercio?

  • irefi

    26/03/2014 - 23:32

    scusa riflettevo? guarda che se anche non viene rinnovato gli stipendi restano quelli di ora.. forse non mi sono spiegata nel mio post n. 15.

  • irefi

    26/03/2014 - 23:25

    Cara Barbara, l'unica arma che abbiamo noi è FARSI SENTIRE che poi equivale a FARSI VEDERE.. come dire ?oh noi ci siamo, vi seguiamo?. Non potendo scendere in piazza in quanto a rischio FLOP per le poche persone che realmente si interessano, possiamo tentare la via dell'invio di una lettera per fax o mail ai sindacati e alla confprofessioni? Grandi altre cose non mi vengono in mente.. Ire

  • Barbara

    26/03/2014 - 22:39

    e aggiungo ancora questo: ragione per cui proponevo almeno una riduzione dell'orario di lavoro auemntando i permessi. Non vogliono pagarci? C'e' la crisi? Bene, ci facciano lavorare qualche ora in meno mantenendo inalterate le retribuzioni in modo da parificarci agli altri lavoratori.

  • Barbara

    26/03/2014 - 22:32

    penso che dovremo inventarci qualsiasi cosa pur di non rinnovare il contratto senza l'aumento. Il potere di acquisto dei nostri stipendi e' gi? ora pari a quello di un part time di 30 ore settimanali del commercio! Mi sembra gi? ora inaccettabile!!!! Non rinnovarlo o rinnovarlo senza l'aumento e' identico.. anzi.. rinnovandolo terremmo bloccati gli stipendi su questi importi da fame per altri 3 anni!!!! A questo punto ci converrebbe informarci bene e tentare altre vie? La questione retributiva a mio avviso e' piu' imoprtante di qualsiasi altra cosa, non dobbiamo lasciarci trattare come carne da macello. Io la vedo cosi'.

  • irefi

    26/03/2014 - 21:40

    Ragazze ho letto quello che avete scritto e faccio alcune considerazioni: Il CCNL è scaduto ma esiste nel settore e se pur scaduto si continua ad applicare quello ancorchè non vincolante. Eventualmente è il datore che pu? non seguirlo (tipo FIAT, ABI ecc.. ) Credo che la ns situazione sia questa.. sempre tratta da wikipedia "?alla scadenza del termine, conformemente ai principi generali, il CCNL cessa di produrre effetti e non è pi? vincolante. La Corte di Cassazione ha infatti recentemente chiarito che l'art. 2074 c.c. non si applica ai contratti collettivi di diritto comune (Cassazione, 17.01.2004, n. 668). Anche dopo la scadenza del contratto, in ogni caso, conservano la loro efficacia le clausole attinenti alla retribuzione, atteso il rilievo costituzionale della prestazione contrattualmente dovuta al lavoratore. La procedura di rinnovo del contratto è avviata tre mesi prima della scadenza dello stesso, con la presentazione delle cosiddette "piattaforme rivendicative". Negli ultimi tre mesi di vigenza del contratto e nel mese successivo le parti collettive hanno l'obbligo di non intraprendere iniziative di lotta sindacale. Se il contratto scade senza che le parti collettive trovino un accordo per il rinnovo, ai lavoratori è dovuta la cosiddetta indennit? di vacanza contrattuale, cioè un importo addizionale che ha la funzione di preservare la retribuzione (quantomeno in parte) dagli effetti dell'inflazione." Credo che il fatto di uniformarsi ad altri contratti sia possibile laddove non esista proprio. Per quanto riguarda l'intervento statale, solo per memoria, vi ricordo che proprio a livello centrale ci hanno escluse dalla CIG in deroga e che parti sociali e ns controparte stanno chiedendo a gran voce di farci rientrare? questo per dire che sicuramente non otterremo pi? di quanto possiamo ottenere con un braccio di ferro diretto fra parti sociali e controparte. Ricordiamoci sempre che i ns stipendi sono pi? bassi perchè per anni siamo state prive di rinnovi contrattuali e quindi si sar? sempre indietro.. la vedo dura ottenere in una volta sola tanto quanto serve per pareggiarci con altri CCNL.. ora poi, con ?sta storia della crisi!! L'unica chance che vedo insomma, è sperare nel rinnovo a breve termine con anche l'aumento.. effettivamente l'art 36 Cost. è importante.. potremmo inviare una letterina di quelle che ogni tanto partono dal blog ricordandone il senso. Che dite?? Ire PS aspettiamo la patrizia che ci dar? sicuramente migliori e sicure delucidazioni!!

  • Barbara

    25/03/2014 - 22:33

    ecco? dal momento che le retribuzioni sono gi? inadeguate al nostro impegno e alla nostra professinalit? e vorrebbero per giunta rinnovarci il contratto senza aumentare gli stipendi (cosa mai accaduta fino ad oggi ? lavoro nel settore dal 1981 e per 20 anni ho fatto cedolini paga, quindi so bene di cosa parlo).. perche' non lasciar cadere il contratto e lavorare piuttosto per venire assorbiti in un altro settore? I tempi sarebbero un po' piu' lunghi ma non avremmo niente da perdere e alla fine probabilmente arriverebbero gli arretrati, qui ormai non ci riconoscono piu' neanche i 4 euro mensili della vacanza contrattuale e i nostri stipendi sono in media pi? bassi di 300-400 euro lordi rispetto agli altri settori.. hai voglia a raggiungerli..e la vita costa uguale per tutti??. Pensateci??

  • Debora

    25/03/2014 - 17:49

    dal link di Irene ho estrappolato in particolare queste parti di cui, se possibile, mi piacerebbe avere qualche approfondimento da Patrizia & co. 🙂 Sono strade percorribili nella fase della trattativa in cui ci troviamo? grazie. Debora La legge italiana non obbliga le parti sociali a sedersi intorno a un tavolo e a giungere a un nuovo accordo entro tempi prestabiliti dopo la scadenza del CCNL ??.. In sede di rinnovo, se vi sono evidenti difficolt? delle parti sociali a pervenire a un accordo, il Ministro del Lavoro pu? decidere di passare ai cosiddetti ?lodi governativi?, in cui le condizioni del nuovo contratto sono dettate dalla pubblica autorit?, che vincola le parti sociali a sottoscriverlo, ovvero le impone per decreto. Con decreto del Governo o del Presidente della Repubblica possono essere riprese parti del CCNL, che ricevono forza di legge erga omnes, per tutti i lavoratori appartenenti a una categoria. ?? Identificazione del contratto collettivo applicabile ?? Un orientamento giurisprudenziale consolidato considera in primo luogo, ai fini dell'individuazione del contratto applicabile, la concreta volont? delle parti, espressa esplicitamente nel contratto individuale ovvero desumibile dall'applicazione continuata e non contestata di un certo CCNL. Si fa invece riferimento alla categoria economica in cui opera l'azienda quando la retribuzione contrattuale risulti inadeguata, ai sensi dell'art. 36 Cost., rispetto all'attivit? lavorativa prestata dal dipendente.

  • IreFI

    25/03/2014 - 13:52

    Sul CCNL io mi sono letta questo dal quale adesso mi stanno venendo in mente un po' di domandine.. stasera ci dormo sopra e domani vedo come muovermi: http://it.wikipedia.org/wiki/Contratto_collettivo_nazionale_di_lavoro#cite_note-5 Per quanto riguarda l'incontro, il prossimo è il 27 marzo. Un abbraccio a tutti e aspettiamo la Patri.. il mio guru! Patri senza di te io sono persa? ps.. hai un anno meno di mia mamma!! Ciao a tutte ancora

  • Debora

    25/03/2014 - 12:39

    Se e' fattibile, mi sembra un'ottima osservazione quella di Barbara. Un contratto mirato per gli studi professionali dovrebbe servire per tutelare di piu' le esigenze specifiche del settore, ma qui invece accade il contrario. quindi dov'e' il vantaggio? Perche' non risparmiarsi la bega di trattative infinite (se non volte ad ottenere qualcosa in piu' rispetto ad altri) e appoggiarsi ad un contratto che ?funziona?? Chiedo a Patrizia se il ragionamento sta in piedi.

  • Barbara

    24/03/2014 - 21:14

    Non credo proprio che non sia obbligatorio, quando non c'e' infatti si applica il contratto di un settore diverso e sarebbe un bene.. nessun contratto e' peggio del nostro!!!! Senza contratto si parla di lavoro irregolare. Il problema degli studi professionali e' che spesso sono realt? composte da meno di 5 dipendenti che lavorano a stretto contatto con il datore di lavoro, motivo per cui, per quieto vivere, i dipendenti hanno paura a manifestare e a rivendicare diritti. Questo rende il settore piuttosto "debole" a differenza del terziario. Mi chiedo: perche' ci siamo sbattuti tanto per avere un contratto se poi non e' un contratto "giusto", se la professionalit? non viene riconosciuta, se un impiegato del 3 livello che svolge mansioni di concetto in totale autonomia, ad esempio uno che elabora cedolini paga in autonomia mettendoci tutta la sua professionalit? e sprecando neuroni, guadagna come un magazziniere del settore commercio inquadrato nel 5 livello? Se non intervengono i datori di lavoro con un superminimo lo stipendio che siamo riusciti ad ottenere "contrattando" e' da FAME!!!!!!!!!! E allora mi chiedo.. perche' voler mantenere un contratto che non sta in piedi anziche' adottare un contratto diverso e unirsi ad esempio al settore del terziario? Lo fanno i partiti, perche' non possiamo farlo noi?

  • patrizia

    24/03/2014 - 20:58

    cara federica, si ci sono un paio di incontri tra marzo e aprile . Sul blog ci saranno le informazioni ciao patrizia cgil

  • Federica

    24/03/2014 - 14:45

    Buongiorno, per caso è stata fissata una nuova data per il prossimo incontro? Grazie. Cordiali saluti.

  • patrizia

    23/03/2014 - 14:31

    cara barbara, ti rispondo volentieri e devi promettermi di proseguire questo dialogo con il blog perch? tu tocchi proprio il problema vero. Ho difficolt? a spiegare perch? succedono certe cose e tu devi dirmi dove non sono chiara altrimenti continuo a girare a vuoto e a non capire. Lavoro da quasi 40 in uno studio legale ho 58 anni e probabilmente è anche una questione generazionale non so. Comunque do risposta alle tue domande dimmi tu dove non è chiaro: 1) il sindacato sogna di indire uno sciopero o una protesta negli studi professionali ne ha estremamente bisogno, ma come si fa non abbiamo nemmeno iscritti senza adesioni non si pu? fare nulla, abbiamo indetto innumerevoli assemblee in tutte le citt? anche attraverso il blog fuori dell'orario di lavoro , iniziative ecc. i lavoratori degli studi professionali non vengono .., quello che puoi fare tu è quello che posso fare io, attivit? sindacale , io angela irene luci carmen siamo uguali a te tutti siamo responsabili di noi stessi e del nostro lavoro nessuno lo puo fare per noi . Se si vuole si possono fare tante cose in piena sicurezza senza bisogno di fare scioperi o cose pericolose per il posto di lavoro. 2) sono d'accordo con te i professionisti sono presi dal panico per la prima volta devono affrontare una crisi economica e magari abbassare un po' il loro tenore di vita e invece che investire tagliano, i dati sull'occupazione e sul settore sono contraddittori per loro stessa ammissione e questi argomenti sono al tavolo delle trattative ma una parte dei professionisti non vuole mollare sugli aumenti 3) il contratto non è una concessione ,tutto vero abbiamo diritto al contratto e a essere rispettate non purtroppo non c'è nessun obbligo di legge , quindi mi spiace ma non ?devono? ma dobbiamo costringerli che è cosa diversa, i contratti di lavoro sono libera contrattazione tra le parti e pu? anche non esserci mi segui? per 10 anni non abbiamo avuto un contratto perch? la controparte era formata da 33 associazioni che non riuscivano a mettersi d'accordo e il sindacato ha lavorato tanto per avere una controparate .. pensa un po'! ma senza controparte niente accordi ! per questo è importante l'organizzazione dei lavoratori perch? costringe la controparte a trattare . Spero di essere stata chiara ma ti sarei grata di dirmi dove non lo sono stata di questi argomenti ne posso parlare fino alla noia perch? se non ci si capisce su questo tutto è inutile ciao e grazie patrizia cgil

  • Barbara

    21/03/2014 - 21:25

    certo.. si potrebbe ad esempio indire uno sciopero, andare tutti in piazza a protestare anziche' a lavorare? ma dovrebbe organizzarlo il sindacato, non posso farlo io. Altri tipi di sostegno sinceramente.. con 1.000 euro al mese mi viene difficile immaginarli. Per quanto concerne la crisi, onestamente credo che stiano cavalcando un po' l'onda perche' personalemente non noto un calo nella mole di lavoro anzi? leggo inoltre su piu' quotidiani che gli studi professionali sono un settore in crescita per quel che riguarda l'occupazione e ti credo.. con quei stipendi da fame che abbiamo ne assumono 2 al prezzo di 1. Si potrebbe portare i quotidiani sul tavolo delle trattative per esempio?. Mi sembra di sentire i racconti dei miei nonni quando leggo che ?si sono dimostrati disponibili a rinnovare il contratto?.. ma che discorsi sono? Il contratto DEVE essere rinnovato, non e' una gentile concessione ma un dovere e la retribuzione dovrebbe essere parificata almeno a quella del terziario vista la responsabilit? che abbiamo e l'impegno che richiede il nostro lavoro!!

  • Marco

    21/03/2014 - 16:03

    o l'avrei una idea?.commercialisti, avvocati CDL e compagnia bella li farei tutti lavorare a 900/1200 euro al mese per un anno poi sarei proprio curioso di vedere quante cose cambierebbero.. Leggete il SOLE24 del 12/3 a pagina 20 in norme e tributi?le assunzioni negli studi professionali sono in crescita (!?) del 9%?c'è qualcosa che non torna in tutto questo colleghi?. Non voglio minimamente pensare ad un rinnovo senza aumenti economici, mi prende solo i brividi a pensarci? con i tempi che corrono che ben sappiamo?. Faccio paghe da 13 anni e non ho ricordanza di un rinnovo di CCNL senza aumenti economici? Patrizia tu per curiosit? conosci precedenti del genere? Marco il tuo commento era in attesa del moderatore, non hai mai scritto su questo blog e quindi il sistema non ti conosce. Blog. Adm

  • patrizia

    20/03/2014 - 10:52

    Angy credo che l'incontro di ieri era delle strutture Filcams per il contratto non di trattativa ciao patrizia cgil

  • patrizia

    20/03/2014 - 10:50

    cara Barbara , non credo sia possibile se non abbiamo la forza di arrivare ad aumento contrattuale figurati una cosa cos?. Nella contrattazione non basta proporre e chiedere bisogna sostenere chi sta al tavolo a contrattare lo dico sempre perch? è come se volessimo dimenticare il motore principale della trattativa. Se noi non ci facciamo sentire tutto diventa molto complicato. I professionisti , molti di loro almeno , sanno che ci pagano poco e sanno benissimo delle differenze tra altre categorie e noi ma alla maggior parte invece va benissimo cos? anzi ? bisogna discutere con questi al tavolo delle trattative e fargli cambiare idea cara barbara hai qualche idea? patrizia cgil

  • Grazia

    19/03/2014 - 14:06

    Se non aumentano lo stipendio sono dei pazzi!!! Scusate ma non è giusto?Perchè siamo degli impiegati pensano che non facciamo nulla?!!? L'Operaio torner? a casa con la schiena spezzata (e lo so bene)?per? il nostro mal di testa del week end o la stanchezza da pc (o fisica per aver corso in qua e in la per gli Istituti) a fine serata a nessuno importa?!?!

  • Barbara

    18/03/2014 - 23:09

    sarebbe possibile proporre, nel caso in cui il contratto venisse rinnovato senza aumenti economici come mi sembra si stia ventilando, almeno una riduzione dell'orario di lavoro? Naturalmente mantenendo inalterata la retribuzione, magari incrementando i permessi? Gli stipendi sono gi? al limite dello sfruttamento mi sembra allucinante come si possa pensare di non aumentarli. Ricordo che un impiegato del settore guadagna ben 300 euro lordi in meno di un commesso del terziario.. rendiamoci conto!!!! O pensano che il nostro tempo non valga niente e tra poco ci chiederanno di lavorare gratis?

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

*

↓