impiegate
0

EBIPRO

11/01/2012 - 10:19

EBIPRO articolo 15 CCNL 2015-1018 pag. 12

Oppure puoi visitare il sito web su http://www.ebipro.it/

————————————————

11-01-2012 – L’Ente bilaterale  EBI.BRO

Da  alcuni anni nei  contratti di lavoro troviamo anche strumenti di  “welfare negoziale”   che servono per  integrare  sanità  e assistenza pubblica   usando risorse raccolte tra datori di lavoro e lavoratori del settore di appartenenza. Nelle altre categorie il cosiddetto sistema bilaterale funziona da molto tempo, per noi è una novità recente.

Gli enti bilaterali sono enti senza fine di lucro di natura contrattuale costituiti con atto notarile tra le parti firmatarie del contratto nazionale di lavoro, a questi enti vengono demandati dei compiti individuati nei contratti nazionali  , per finanziarsi  vengono raccolte le risorse  tramite la trattenuta in busta paga o il pagamento  con F 24. La gestione è paritetica tra  rappresentanti dei lavoratori e dei datori  di lavoro, così come  stabilito dal contratto.  Gli enti bilaterali che funzionano  nella nostra categoria  più o meno allo  stesso modo sono CADIPROF  (sanità) FONDOPROFESSIONI  (formazione) e FONTE (previdenza).

Il versamento mensile  del contributo all’ente è di 2 euro per il datore di lavoro e 2 euro per il lavoratore, quest’ultimo trattenuto in busta paga, e versati tramite F24  insieme al contributo Cadiprof . Il versamento del contributo  è  un obbligo contrattuale. (v. dichiarazione congiunta del contratto a pagina 11). Se non vengono versati i contributi il lavoratore non potrà usufruire dei servizi.

Ebi.pro si articola in struttura nazionale  e struttura  territoriale,  si è già costituito  il livello nazionale due anni fa e  ad oggi   ha raccolto risorse sufficienti per destinarne il 70% alle derivazioni territoriali che si costituiranno.

All’ articolazione territoriale , quella per noi più significativa , dovrà intervenire su apprendistato, formazione e sicurezza,  darà dei  servizi e assistenza diretta ai lavoratori del settore  e quindi   interventi economici di sostegno ai lavoratori: integrazione assegno di maternità,  asili nido , borse di studio, rimborsi vari  come per esempio  per gli occhiali,  ammortizzatori sociali  ecc. dipende naturalmente dalle risorse che saranno  a disposizione. Con il tempo gli enti  sono diventati anche interlocutori istituzionali importantissimi, soprattutto delle regioni.

Per arrivare alla costituzione dell’articolazione territoriale di Ebipro  bisogna  avviare la contrattazione territoriale di secondo livello  prevista dal contratto nazionale.

Come potete capire  è nostro interesse che tutto questo  meccanismo, che ho  brevemente descritto, si metta in  moto  perché ci sosterrà  esattamente come  ha fatto con  i lavoratori di altre categorie.

Patrizia cgil  – 11-01-2012

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
↓